I 5 migliori tatami del 2020

Ultimo aggiornamento: 10.07.20

 

Tatami – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Per chi è alla ricerca di un tipo di arredamento alternativo, per un’abitazione o anche un centro sportivo, i tradizionali pavimenti giapponesi, realizzati in giunco e paglia di riso, potrebbero rivelarsi un’ottima soluzione. Sono biodegradabili, ecosostenibili ed emanano un piacevole aroma naturale. Inoltre, grazie al materiale di cui sono composti, attirano l’umidità e mantengono l’ambiente a una temperatura ottimale, sia d’estate sia d’inverno. In questa guida, vi mostreremo cinque dei migliori prodotti in vendita sul mercato online. Potrete trovare Cinius Tatami Paglia di Riso 60 x 200 cm, perfetto per riprodurre un angolo zen nella vostra dimora, oppure Bioeco Shop Tatami Giapponese Paglia di Riso Matrimoniale Singolo, da adagiare sopra le doghe di una struttura letto, per renderlo più ergonomico. Oltre questi articoli, sono presenti anche le recensioni di prodotti adatti esclusivamente alle discipline sportive. Proseguite nella lettura, per conoscere dettagli e prezzi di questi tipici tappeti ancora molto apprezzati in Giappone.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il migliore tatami

 

In questa guida, analizzeremo le caratteristiche più importanti dei tappeti giapponesi, in modo da aiutarvi a scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. Inoltre, proseguendo nella lettura, potrete trovare la classifica dei cinque migliori tatami del 2020, basata sulle recensioni degli acquirenti.

Tipologie

Innanzitutto, prima di prendere una decisione che potrebbe rivelarsi affrettata, è necessario comprendere quale modello stiate cercando. In commercio, è possibile trovarne di due tipologie: una da utilizzare in casa, per ricreare in un angolo o una stanza, un ambiente dallo stile tradizionale orientale, oppure un secondo tipo, prettamente legato alle attività sportive.
Il primo tatami, è caratterizzato da stuoie in giunco, riempite di paglia di riso pressata. Esternamente, si presenta liscio e di colore verde sbiadito che ricorda quello dell’erba. Tale tonalità tende a scurirsi col passare del tempo e l’esposizione alla luce.

I bordi esterni sono sigillati e rifiniti tramite una striscia di tessuto, solitamente nera; il colore può variare in base al brand di produzione. I tatami sono sovrapposti ai pavimenti occidentali e servono come base per i futon. Inoltre, non è possibile camminare con le scarpe o le ciabatte sporche al di sopra di questi oggetti.
Essendo composti di materiale naturale, sono di facile degradamento e il rischio di rovinarli e macchiarli in modo permanente è alto. Alcuni acquirenti li inseriscono tra il materasso e le doghe in legno, per avere una base più rigida su cui dormire.

La seconda tipologia, quella relativa alle attività sportive, ha una consistenza più morbida, mentre il materiale, sintetico, è più ergonomico e serve ad attutire gli urti durante i combattimenti.
Non a caso, si rende molto utile durante incontri di arti marziali, come il judo o il taekwondo, una disciplina coreana. Tuttavia, è frequentemente usato anche nei centri yoga o nelle sale di ginnastica leggera, come il pilates.

 

Formato

Le dimensioni standard di un tatami tradizionale giapponese sono pari a circa 182 cm di lunghezza, 91 cm di larghezza e 6 cm di spessore, dati utilizzati anche come unità di misura per calcolare le aree delle stanze degli appartamenti nipponici.

Tali misure però, tra gli articoli venduti online, possono variare e adattarsi alle vostre esigenze. Quindi, è possibile acquistare tatami lunghi dai 180 ai 200 cm e larghi dai 60 ai 100 cm: anche lo spessore può cambiare in base al brand ma di solito non scende al di sotto dei 3 cm.

In questo modo, potrete personalizzare al meglio il tipo di pavimentazione scelto. Esiste anche un modello ripiegabile e utilizzato per la meditazione o lo yoga: è molto simile a quelli in polietilene espanso, adoperati esclusivamente per lo sport, ma in paglia di riso. Tale tipologia in materiale sintetico è reperibile anche in una forma quadrata, con i bordi a incastro.

Prezzi

Il costo di un tatami in giunco è decisamente più alto rispetto a quelli in polimeri, questo è dovuto al processo di lavorazione per la produzione e ai caratteristici materiali in fibre naturali. Il valore è dato anche dalla qualità degli articoli e all’affidabilità dell’azienda.
Solitamente i prezzi non scendono al di sotto di un centinaio d’euro: se volete sapere dove acquistare un tappeto tradizionale giapponese, vi invitiamo a proseguire nella lettura di questo articolo.

 

I 5 migliori tatami – Classifica 2020

 

La nostra classifica è stata realizzata non solo considerando il costo finale del prodotto, ma anche tenendo conto dei pro e dei contro di ogni singolo tatami. Basandovi sui nostri consigli d’acquisto, riuscirete a trovare quello a voi più congeniale.

 

 

1. Cinius Tatami Paglia di Riso 60 x 200 cm

Principale vantaggio

I materiali utilizzati sono naturali, biodegradabili e di ottima qualità. Basandoci sui pareri di chi ha acquistato il prodotto, possiamo affermare che sembra svolgere un buon lavoro di supporto, soprattutto se posizionato sulle doghe della struttura letto.

 

Principale svantaggio

Durante i primi tempi di utilizzo potrebbe emanare un forte odore di paglia, materiale di cui è principalmente composto. Per ovviare al problema, basta lasciarlo qualche ora all’aria per eliminare gradualmente tale sensazione.

 

Verdetto: 9.8/10

Non ha solo il vantaggio di attirare l’umidità rendendo l’ambiente più sano, ma inserire alcuni tatami, o usarli per ricoprire la superficie di una stanza, dona un look completamente nuovo alla casa.

Acquista su Amazon.it (€108,77)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Supporto per materassi

Il tatami Cinus, nonché uno dei prodotti più venduti tra quelli della nostra classifica, può avere un doppio uso: sia come elemento d’arredo, sia come supporto per la schiena. Tradizionalmente, queste strutture in paglia di riso vengono sfruttate anche nella zona giorno, dove i giapponesi sono soliti mangiare, guardare la tv o schiacciare un sonnellino dopo una bevuta.
In Occidente però, considerato che riprodurre un intero arredamento in stile orientale è molto complicato e dispendioso, si è trovato un altro modo per utilizzarli. Alcuni utenti che hanno acquistato il prodotto, sfruttano il loro pregio di assorbire l’umidità e creare un ambiente più sano in cui dormire, posizionandoli tra le doghe della struttura letto e il materasso.
In questo modo, anche la schiena ne trarrà vantaggio, trovando un maggiore sostegno che spesso le assi di legno non riescono a dare. Grazie a questa caratteristica, si classifica come il miglior tatami presente in questo articolo.
Attenzione: evitate di appoggiare direttamente al di sopra i materassi interamente in lattice, che potrebbero far sviluppare delle muffe su entrambi gli oggetti rendendoli inutilizzabili.

Totalmente naturale

Cinus è un’azienda che produce arredamento in stile asiatico, fatti di materiali totalmente naturali. La paglia utilizzata per la fabbricazione dei tatami di questo brand, proviene da Taiwan poiché è meno trattata, dunque, di migliore qualità.
Le stoppie di riso vengono accatastate, intrecciate e unite tra di loro tramite delle corde, fino a creare dei pannelli spessi 6 cm e con un peso di circa 20 kg. Vi suggeriamo, per questo motivo, di non effettuare da soli il trasporto dei tappeti, ma di farvi aiutare da qualcuno.
Il tatami Cinus essendo ecologico e completamente biodegradabile, deve essere tenuto pulito, altrimenti la polvere e le cellule morte del corpo, depositandosi sulla sua superficie, potrebbero diventare fonte di cibo per gli acari o altri parassiti.
In Giappone, per ovviare a questo problema, durante la primavera espongono all’aperto quelli usati per dormire, così da limitare la proliferazione dei batteri. Posizionarli per delle ore in un luogo ventilato, elimina anche il forte odore di fieno, caratteristico di tali oggetti ma che potrebbe non piacere a tutti.

 

Dimensioni variabili

Per venire incontro alle esigenze degli acquirenti, l’azienda mette a disposizione tatami di diversi formati per fare in modo che si adattino a tutti gli ambienti. Se avete la necessità di installarli per un’intera stanza, potreste valutare l’acquisto di pannelli di dimensioni superiori, per esempio da 90 cm di larghezza e 2 m di lunghezza.
In questo modo, disponendoli in modo concentrico partendo dal centro, come vuole la tradizione, riuscirete a coprire più facilmente una camera con una superficie più ampia. In alternativa potreste optare per l’acquisto di pannelli più piccoli.
Questa soluzione è ideale se avete intenzione di utilizzare i tatami soltanto nella zona sottostante alla struttura letto, o di posizionare direttamente il futon e creare una sorta di rialzo sul quale camminare senza scarpe.
In realtà, tali oggetti si prestano molto bene anche all’interno di una zona giorno: una buona idea potrebbe essere quella di ricreare un piccolo angolo zen, posizionando in aggiunta un paio di cuscini in stile orientale e un incensiere.

 

Acquista su Amazon.it (€108,77)

 

 

 

2. Bioeco Shop Tatami Giapponese Paglia di Riso Matrimoniale Singolo

 

Proseguendo con i consigli d’acquisto, abbiamo pensato di inserire un prodotto venduto da Bioeco Shop. È un’azienda torinese che si occupa della vendita di arredamento e complementi d’arredo, fabbricati con materiali di origine naturale.

In questo caso, ci propone un tappeto in stile tradizionale nipponico, realizzato in Italia seguendo il modello dei tatami originali e garantendone la qualità. La paglia di riso all’interno, di provenienza cinese, è sminuzzata e pressata tra altri due strati della stessa materia e ulteriormente protetti da un foglio di carta antitarme, che farà durare più a lungo il prodotto.
Esternamente invece, la paglia è intrecciata e fissata lungo i bordi, tramite una striscia di puro cotone di colore nero.

Alcuni acquirenti utilizzano il tatami come base per il normale materasso, per avere un maggiore supporto durante la notte. Altri invece, lo trovano molto comodo per praticare lo yoga in casa, grazie al giusto compromesso tra morbidezza e rigidità che questo prodotto riesce a offrire.

Pro
Anche per lo sport:

Alcuni utenti lo trovano comodo anche durante attività come yoga e la meditazione.

Struttura:

A differenza dei tatami di altri brand, questo ha una struttura interna più complessa che rende il prodotto maggiormente resistente.

Costo:

Effettuando una comparazione tra gli altri prodotti di questa tipologia, il tappeto di Bioeco Shop offre un ottimo compromesso tra la qualità e il prezzo.

Contro
Odore:

Nonostante sia una peculiarità di questi oggetti fabbricati con materiali naturali, ad alcuni potrebbe non piacere l’odore di paglia che emanano.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Gymno Tatami Roll Easy Plane

 

Se state cercando un tatami completamente differente, rispetto a quelli recensiti finora, forse potrebbe interessarvi questo tappeto di marca Gymno. Chi è alla ricerca di un tipo di pavimentazione idonea ad attutire le cadute, e che può quindi essere utilizzata anche per proteggere i bambini, potrebbe gradire questo prodotto.

La ditta Gymno offre la possibilità di acquistare l’articolo fino a 50 m di lunghezza, per darvi l’opportunità di installarlo persino all’interno della palestra di una scuola, o sul pavimento di un centro sportivo.

Non ha bisogno di essere fissato al suolo ma il produttore suggerisce l’acquisto di strisce di velcro, da inserire tra un pannello e l’altro, così da renderli più stabili. Il materiale di cui è composto in questo caso non è naturale, ma completamente sintetico e colorato di rosso e blu.
Per questo motivo, difficilmente potrete sfruttarlo per abbellire l’arredamento della vostra casa.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Futon On Line Combinazione Tatami Pieghevole e Futon Portatile

 

Un altro prodotto che ci è piaciuto, e che abbiamo deciso di inserire nella classifica, è questo particolare tatami portatile con materassino incluso, venduto da Futon On Line. Caratteristica principale, nonché pregio indiscusso, è la possibilità di portarlo ovunque: a lezione di yoga, di shiatsu o per esercitarsi in casa propria o in quella di un amico.

Inoltre potrete riporlo ogni volta, limitando l’ingombro. Il tappeto è pieghevole e formato da uno strato di paglia di riso, ricoperto da una sfoglia di giunco appiattito, che rende la superficie liscia al tatto. Il futon invece, di cotone puro al 100%, è arrotolato e tenuto fermo da due strisce di tessuto nero, che fungono anche da bretelle durante il trasporto.

È un buon compromesso tra un tatami rigido, di materiale naturale, e uno sintetico per lo sport: con questo potrete avere entrambe le cose. Prestate attenzione durante il lavaggio del materassino che, se lavato oltre i 30° in lavatrice, potrebbe rovinarsi.

Pro
Versatile:

Potrete usarlo sia dentro casa, sia portarlo con voi durante le esercitazioni sportive.

Borsa:

Il tatami pieghevole è fornito all’interno di una comoda borsa nera, delle stesse dimensioni.

Futon:

Il materassino è incluso e vi permetterà di usare il tappeto, non solo per lo yoga, ma anche per schiacciare un pisolino.

Contro
Prezzo:

Non si tratta del tatami in fibre naturali più economico della classifica ma, il fatto che abbia incluso anche il futon, potrebbe giustificarne il prezzo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. GervasiSport Tatami Tappeto ad Incastro Componibile 100x100x4 cm

 

Per chi è alla ricerca di un tatami a prezzi bassi, per la palestra o un centro sportivo, questo venduto da GervasiSport potrebbe rivelarsi decisamente interessante. L’azienda si occupa principalmente di prodotti per il fitness e offre articoli economici, adatti a tutte le tasche.

Il tappeto in questione è di materiale sintetico, una schiuma espansa a cellule chiuse che ne aumenta l’elasticità. Ha una forma quadrata, i cui lati misurano 1 m, e uno spessore di 4 cm che lo rendono ergonomico e idoneo ad attutire le cadute.

La superficie del tatami presenta una goffratura a “T”, ovvero un disegno a rilievo, mentre i bordi sono circondati da un motivo geometrico, che ci fa ricordare i pezzi di un puzzle. Tale struttura serve a incastrare più tappeti tra di loro e ricoprire intere stanze. Tuttavia, sembra che le giunture non combacino perfettamente tra di loro, lasciando dei piccoli spazi vuoti.

Pro
Prezzo:

È un prodotto abbastanza economico, nonostante svolga un ottimo lavoro per un uso professionale.

Reversibile:

Potete scegliere i colori che più vi piacciono tra rosso/blu, grigio/nero o giallo/blu e girarli dal lato che preferite.

Sport:

È un tappeto che si presta molto bene all’interno delle palestre, anche come supporto al di sotto degli attrezzi pesanti.

Contro
Pezzi:

Purtroppo potrebbero capitarvi alcuni pezzi che non si incastrano perfettamente tra di loro. Questo difetto però, non ne compromette l’utilizzo.

Acquista su Amazon.it (€52,5)

 

 

 

Come utilizzare il tatami

 

In questa sezione cercheremo di darvi maggiori dettagli riguardo l’uso di questi prodotti. Se avete bisogno di ulteriori consigli o informazioni su quale tatami comprare, vi invitiamo a leggere la tabella comparativa presente in questo articolo. 

In casa

Alcune persone decidono di utilizzare tali stuoie in paglia per arredare la propria casa in stile giapponese. Una valida scelta è quella di installarle all’interno delle camere da letto e riempire l’ambiente con oggetti orientali, come armadi in legno con ante scorrevoli, lampade in carta di riso e soprattutto futon, da appoggiare direttamente su di loro.
Molti utenti traggono benefici posizionando i pannelli tra il materasso e le doghe in legno, per avere un maggiore supporto per la schiena durante la notte. Se state cercando un modello simile, vi invitiamo a leggere la nostra guida per scegliere il miglior tatami da acquistare online.

 

Cerimonia del tè

Il cha no yu, letteralmente “acqua calda del tè”, è il nome con il quale viene chiamata questa tipica usanza giapponese. È un vero e proprio rito di stampo buddista, atto a celebrare un momento di purificazione.
Viene eseguito all’interno di sale in stile tradizionale, oppure anche all’aperto ma, sempre seduti su due tatami che, uniti, formano un perfetto quadrato. Il bollitore, al cui interno è messo a macerare il famoso tè matcha, è posto in un buco ricavato nei pannelli durante l’inverno.
In estate invece, viene appoggiato su un braciere esterno, per non riscaldare troppo il pavimento. Tuttora è una pratica molto apprezzata e viene insegnata fin da giovani, in modo da poter essere appresa al meglio e svolta con estrema precisione.

 

Arti marziali

Quelli per arti marziali, conosciuti anche con il nome di tatami da combattimento, originariamente erano utilizzati dai maestri di katana che, arrotolati e posizionati all’interno di tronchi di bambù, venivano tagliati di netto durante le esercitazioni con la spada.
Oggi questo tipo di tappeti viene adoperato all’interno di palestre di karate o judo, e serve ad attutire le cadute. Oltre ai modelli in fibre naturali, si sono diffusi quelli in gommapiuma o in polimeri espansi, ancora più morbidi e durevoli. Molto comuni sono quelli quadrati, colorati di rosso o blu, con i bordi a incastro.

Yoga

Anche i tappetini arrotolabili delle discipline meditative, come lo yoga, sono prodotti secondo lo stile di quelli originali. Il materiale è lo stesso di quelli per le arti marziali ma hanno uno spessore ridotto per poter essere ripiegati e portati facilmente all’interno di sacche e borse.
Se volete sapere come scegliere un buon tatami per la meditazione, vi invitiamo a leggere la sezione sulla guida all’acquisto.

 

Manutenzione

Trattandosi di oggetti in materiale totalmente naturale, hanno bisogno di un tipo di pulizia particolare. Per fare in modo che abbia una vita più lunga possibile, vi suggeriamo di prestare molta attenzione e trattarlo con cura: far cadere dei liquidi o camminare con le scarpe al di sopra, equivale a rovinarli per sempre.
La pulizia del tappeto deve essere fatta di frequente, con un panno umido imbevuto di una soluzione di acqua e aceto. Se possibile, approfittate delle giornate di sole per esporlo alla luce e far asciugare l’umidità assorbita durante l’utilizzo.
Per quanto riguarda i tatami in polimeri, il procedimento di manutenzione è pressappoco lo stesso, tuttavia, è preferibile non lasciarlo direttamente sotto i raggi del sole, poiché il tipo di materiale potrebbe rovinarsi col calore.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è il tatami?

È un tipo di pavimento tradizionale giapponese, costituito da pannelli in legno, ispessiti da strati di paglia intrecciata e pressata. Ogni tatami equivale a 3 x 6 shaku, ovvero un’unità di misura utilizzata in Giappone, che corrisponde a 303 mm.
Ancora oggi, questo tipo di pavimentazione è installata all’interno dei templi, dei ryokan, ovvero i tipici alberghi in stile orientale, e nelle stanze adibite alla cerimonia del tè. Non bisogna calpestarli con le scarpe, poiché la pulizia di questi oggetti potrebbe rivelarsi molto complicata.
Inoltre, essendo fatti con materiali molto delicati, possono andare incontro a un facile deterioramento, vi consigliamo dunque di trattarli con estrema cura.

 

Com’è fatto il tatami?

Questo tipo di tappeto ha una forma rettangolare, alto dai 3 ai 6 cm e lungo all’incirca quanto le dimensioni di una persona distesa. Non a caso, sono utilizzati principalmente al di sotto dei futon, i tipici materassi arrotolabili su cui i giapponesi preferiscono dormire.
La paglia di riso di cui sono composti, li rende abbastanza morbidi ed elastici. La copertura esterna è costituita da fibre di giunco, messe a essiccare al sole, in modo che rilascino le venature marrone chiaro, un colore caratteristico di tali pannelli.
Lungo i bordi sono presenti delle strisce di tessuto, solitamente nero, che tiene insieme i vari strati di paglia. Fino al XIX secolo la superficie dei tatami posseduti dai nobili era multicolore: ciò serviva a distinguerli da quelli dei ceti sociali più bassi, sprovvisti di qualsiasi ricamo.

 

Come pulire il tatami?

Essendo fatto di giunco e paglia di riso, non è possibile lavarlo: il modo migliore per pulire un tatami è quello di passare un’aspirapolvere, preferibilmente dotato di una spazzola per tappeti o per i materassi. In alternativa, può essere impiegato un vaporizzatore, lasciando poi asciugare bene i vari pannelli all’aria aperta.
Consigliamo inoltre, di strofinare dell’ovatta imbevuta di olio paglierino, ogni sei mesi: questo tipo di manutenzione ne manterrà vivo il colore e farà durare più a lungo la struttura delle fibre.
In Giappone, vengono utilizzate delle bombolette che sprigionano un particolare fumo, al cui interno è presente un insetticida, che elimina parassiti e acari che potrebbero essersi depositati su questi tappeti.

 

Come pulire il tatami da judo?

Come per i tatami in paglia, quelli adoperati durante le attività sportive non possono essere lavati con acqua. Prima di pulirli, è consigliabile toglierli dalla pavimentazione e dividerli uno dall’altro. Preparate una soluzione composta da un bicchiere di ammoniaca in un litro di acqua, e inseritela all’interno di uno spruzzino.
Vaporizzate il liquido su ognuno dei panelli e, con un panno di cotone o di microfibra, strofinate sulla superficie. Infine, lasciate asciugare in un luogo al riparo dalla luce diretta del sole, per evitare che i colori dei tatami possano sbiadire.

 

Dove è possibile comprare il tatami?

I tappeti che vengono utilizzati all’interno delle palestre, sono venduti all’interno dei negozi di articoli sportivi. Quelli tradizionali in paglia di riso invece, possono essere acquistati presso le botteghe specializzate nella vendita di mobili orientali. Tuttavia, potreste trovare entrambe le tipologie sui siti di rivenditori online e confrontarne le offerte.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status