fbpx

La migliore cartuccia per stampante

Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Cartucce per stampanti – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Qualsiasi stampante necessita delle cartucce, contenenti l’inchiostro, per funzionare. Tanto per stampe a piacere, quanto per lavori d’ufficio, utilizzare quelle compatibili e di alta qualità vi permetterà di ottenere risultati migliori, evitando che la vostra stampante si guasti. Nelle prossime righe avrete modo di leggere i nostri pareri sui migliori prodotti, facendovi un’idea sia per quanto concerne la qualità, sia per quanto riguarda il prezzo. A tal proposito, date un’occhiata a HP CH561EE che, a un costo esiguo, vi fornisce la soluzione per ottime stampe, qualunque esse siano, purché si tratti di lavori monocromatici, quindi in bianco e nero.  Interessante è anche il modello HP X4D37AE, con una testina integrata che consente di ottenere una costante qualità di stampa anche dopo il cambio delle cartucce.

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore cartuccia per stampante

 

Sul mercato, di anno in anno, c’è sempre un nuovo prodotto nel campo delle cartucce per stampanti. La scelta più indicata è quella di trovare e acquistare modelli compatibili con i vostri apparecchi. Prima di leggere i nostri pareri riguardanti i migliori prodotti, date un’occhiata alle prossime righe: scoprirete come scegliere una buona cartuccia per stampante. 

 

Guida all’acquisto

 

La tecnologia utilizzata

Dai prodotti più venduti, a quelli poco considerati dagli acquirenti, tutti sono caratterizzati da un elemento comune: la tecnologia di stampa utilizzata. Può variare in base a fattori come la qualità dell’inchiostro, la tipologia di cartucce, il risultato che si vuole ottenere e il tipo di stampante.

In commercio ci sono numerose varianti, ma le cartucce per stampante più comuni sono dotate di una tecnologia detta “a getto di inchiostro”. Si tratta della soluzione più funzionale per stampe domestiche, ma anche lavori d’ufficio, in virtù del costo e della resa di stampa solitamente di alta qualità. 

Ciò nonostante, la più frequente problematica che si riscontra con tale tecnologia, è l’essiccamento del colore sulle testine, che potrebbe provocare un guasto immediato alla stampante. 

Oggi esistono anche altri metodi tecnologici, come quelli delle stampe tridimensionali, con cui si riescono a riprodurre immagini e forme in tre dimensioni, solitamente grazie all’estrusione di una resina a guida di inchiostro.

Non dimentichiamo anche la stampa a laser, che appartiene alle più recenti invenzioni e vi permette di ottenere risultati come 70 pagine al minuto e una risoluzione da 1200 DPI o poco più. Quest’ultima è da considerare, in particolar modo, per i lavori professionali.

Se siete amanti e possessori di stampanti tradizionali e non volete cimentarvi in nuove tecnologie, la prima soluzione, quella “a getto di inchiostro”, è la migliore e più funzionale.

 

La compatibilità e la resa

Se state leggendo queste righe per riuscire a capire quale cartuccia per stampante comprare, sappiate fin da subito che è poco utile fare una comparazione senza sapere quale stampante si utilizza. 

Immaginate di acquistare una macchina con delle gomme che non sono consigliate per quel modello o addirittura non compatibili. Finireste per non sfruttare il massimo potenziale di entrambi, rimanendo delusi per aver fatto un acquisto inutile.

In questo senso, sarà bene che controlliate il modello e l’azienda produttrice della vostra stampante, con l’unico fine di cercare le cartucce compatibili, secondo le informazioni riportate sulla confezione o descrizione del prodotto. 

Il passo successivo sarà capire di quante stampe in media avrete bisogno. Ci sono cartucce per stampanti che permettono di avere una resa superiore alle 400 copie, oppure altre che sono indicate per chi ne fa scarso utilizzo, con un numero di stampe inferiore. 

Starà a voi decidere se le impiegherete per lavori d’ufficio o per uso domestico.

 

 

L’importanza della risoluzione di stampa

Quando si tratta di stampe professionali, ma anche nel caso di utilizzi meno specifici, ci sono elementi imprescindibili come la qualità di stampa ottenuta dall’utilizzo di cartucce compatibili.

Solitamente la risoluzione di stampa viene identificata con delle sigle precise: DPI, ovvero la quantità di punti di inchiostro usati entro un pollice sulla superficie del foglio, e PPI, praticamente il numero di pixel visualizzati in un quadrato di un pollice sul foglio.

Ma esiste anche la sigla LPI, che invece identifica la quantità di spazio utilizzato su un foglio per la vostra stampa.

Per una risoluzione ottimale, tra i consigli d’acquisto, c’è quello di verificare che il valore DPI non sia inferiore a 300, altrimenti otterrete solamente stampe di documenti e immagini a bassissima risoluzione. 

 

Le migliori cartucce per stampanti del 2019

 

Ecco di seguito alcuni articoli che hanno conquistato il nostro favore, classificandosi tra i migliori sul mercato. Date un’occhiata alle nostre opinioni in merito, perché possono tornarvi utili per capire quale sia la migliore cartuccia per stampante in circolazione.

 

Prodotti raccomandati

 

HP CH561EE

Principale vantaggio

Qualora non abbiate la stretta necessità di stampe a colori, questa è una delle soluzioni migliori, perché vi garantisce quasi 200 copie in bianco e nero. Inoltre potrete scegliere tre diversi formati, in base alle vostre necessità.

 

Principale svantaggio

Trattandosi di cartucce monocromatiche, l’inchiostro rischia di esaurirsi repentinamente. Perciò, alcuni utenti consigliano di acquistarne più di una, per garantire un ricambio veloce.

 

Verdetto: 9.7/10

Spendendo una decina di euro, avrete stampe nitide grazie a cartucce che utilizzano una tecnologia a getto d’inchiostro: una qualità che deve il merito alla conoscenza di HP in materia di stampa.

Acquista su Amazon.it (€12,64)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Un occhio all’ambiente

Quante volte vi sarà capitato di terminare le cartucce per la stampante e quindi di doverle cestinare? Se per voi la questione ambientale è un argomento importante, sappiate che lo è anche per HP.

Secondo la linea imbastita dall’azienda, queste cartucce rispondono a quei criteri di “riciclo e riutilizzo” che fanno parte del programma HP Planet Partners, disponibile in ben 35 nazioni, tra cui l’Italia.

Vi basterà, una volta terminato l’inchiostro delle cartucce, recarvi in un negozio accreditato o visitare il loro sito web per informarvi sulle varie opportunità e metodologie di riciclo. Una volta seguiti tutti i passaggi, HP si occuperà del resto, trasformando le vostre cartucce esauste in nuovi oggetti. 

Del resto, considerate che l’80% delle cartucce per stampanti HP contengono il 45/70% di materiali riciclati. Quale miglior occasione per unire l’utile al dilettevole, se non questa? A tal proposito, anche per questo motivo, gli articoli HP sono tra i più venduti online.

La qualità di stampa

Come avrete intuito, utilizzare cartucce per stampanti originali è totalmente diverso dall’impiego di cartucce modificate o compatibili. In quest’ottica, il vantaggio delle monocromatiche HP sta nella possibilità di sfruttare al meglio la tecnologia di getto d’inchiostro per i vostri lavori.

Il colore nero utilizzato, che è alla base di qualsiasi tipologia di stampa, renderà immagini e documenti nitidi, brillanti e durevoli nel tempo, in virtù della tecnologia brevettata da HP. Considerate, però, anche la quantità di copie di cui avete bisogno perché, essendo un colore primario, potrebbe esaurirsi velocemente.

Vi tornerà utile sapere che, sia nel caso di stampe professionali e per lavori d’ufficio, sia per quanto riguarda copie veloci a utilizzo casalingo, non potrete utilizzare altri colori come il magenta, il giallo e il ciano.

Cliccando sul link in basso potrete vedere le tre soluzioni HP che permettono di soddisfare alcune esigenze particolari: standard, cartucce ad alta capacità e multipack.

 

Facile sostituzione

Ci troviamo di fronte a delle cartucce funzionali e facili da cambiare. Ma cosa vuol dire? Ebbene, significa che, nel caso in cui anche solo una cartuccia dovesse esaurirsi, non sarà necessario sostituirle tutte, ma semplicemente quella che non può essere più usata, continuando a utilizzare le altre.

Il nostro consiglio, per evitare di ritrovarvi sprovvisti qualora accada, è quello di acquistare più di una confezione. In questo sarete facilitati dato il prezzo accessibile e proporzionale alla qualità del prodotto, pur trattandosi di cartucce monocromatiche.

Senza dimenticare che la scelta deve essere fatta anche in funzione della mole di utilizzo che ne fate. Il numero massimo di copie per cartucce è di 190, per questo dovrete valutare se tale quantità è sufficiente per voi..

Scegliendo la versione multipack potrete ovviare a questo particolare, in quanto raddoppierete le prestazioni del prodotto.

 

Acquista su Amazon.it (€12,64)

 

 

 

HP X4D37AE

 

Se per voi è importante acquistare cartucce originali e avete a disposizione una stampante HP, la soluzione Combo Pack può fare al caso vostro. Si tratta di una confezione che contiene sia le cartucce monocromatiche, sia quelle tricolore, e che offre una buona assistenza tecnica a un prezzo ragionevole.

Cliccando sul link in basso, potrete scegliere tra due versioni: XL o standard. La differenza sta solamente nella quantità di cartucce della confezione e nel prezzo a cui vengono vendute.

La tecnologia di stampa HP a getto d’inchiostro si conferma valida anche in questo prodotto, assicurandovi una resa di pagine minime impostate a 480 in bianco e nero per le versioni XL, oppure 190 per quelle standard. 

Infine, secondo alcuni utenti, da tenere in considerazione c’è anche la quantità di inchiostro di ogni cartuccia, poiché pari a 8,5 ml. Ciò significa che, con un uso elevato della stampante, potrebbero esaurirsi molto velocemente. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Canon Nero+Colore

 

Nella lista delle cartucce per stampanti originali, si trovano anche i prodotti Canon, che, tra l’altro, rientrano a pieno titolo nella classifica dei più venduti. L’impressione iniziale potrebbe essere quella di classiche cartucce, ma l’azienda ha scelto una nuova tecnologia di stampa chiamata “FINE”. 

In cosa consiste? In poche parole, è una nuova formula ideata per le testine di stampa, che vengono ottimizzate, per assicurare una durata più lunga dell’inchiostro, altrimenti di facile scolorimento nel corso del tempo.

La confezione, forte di questo ottimo rapporto qualità/prezzo, poiché non esageratamente costosa, contiene sia le cartucce colorate, sia le cartucce monocromatiche, che però hanno una resa di sole 180 copie.

Infine ai professionisti tornerà utile sapere che Canon ha lavorato in particolare sullo sviluppo degli ugelli delle cartucce, diminuendone la dimensione e aumentando la densità delle gocce di inchiostro. Il giusto compromesso per garantire risultati durevoli nel tempo.

Acquista su Amazon.it (€27,46)

 

 

 

Epson T071 

 

Epson è una delle aziende più valide nel campo dell’elettronica di consumo. Tra i prodotti più venduti del marchio ci sono proprio le stampanti, che per essere più performanti, hanno bisogno delle relative cartucce originali. 

Le T071 appartengono a questa tipologia, ma quello che è più interessante per molti utenti è il prezzo, che potete vedere cliccando sul link in basso: non è il prodotto più economico della lista, ma ciò che lo rende interessante è la combinazione di quattro colori in una sola scatola, ovvero ciano, giallo, magenta e nero.

Anche la resistenza all’acqua degli inchiostri è una caratteristica da non sottovalutare, come la tecnologia che consente alle vostre stampanti, previa registrazione al servizio, l’ordine di nuove cartucce, ogni qualvolta viene rilevata da sensori specifici la mancanza dell’inchiostro.

Acquista su Amazon.it (€40,99)

 

 

 

Printing Pleasure Cartucce Compatibili per Epson Stylus

 

Per quanto concerne le cartucce compatibili, Printing Pleasure merita una menzione per diversi motivi. Ciò che salta subito all’occhio è il costo esiguo rispetto a quelle di altri concorrenti. 

Se vi stavate chiedendo dove acquistare delle cartucce economiche, queste possono fare al caso vostro, poiché si tratta di acquisire prodotti di qualità a prezzi bassi. In particolare, questo articolo è indicato per stampanti Epson ed è caratterizzato da un’ampissima scelta. 

In base alle vostre esigenze, ci sarà modo di optare per diverse soluzioni: quattro cartucce, un set da 12, uno da 30 o altre numerose e convenienti vie di mezzo.

I prodotti di questa azienda vantano le certificazioni ISO 9001 e ISO 14001, che definiscono i criteri di qualità di produzione e di gestione ambientale. Tuttavia alcuni utenti notano come sia necessario fare un ciclo periodico di pulizie degli ugelli, perché tendono a sporcarsi facilmente e a non funzionare più con il tempo.

Acquista su Amazon.it (€8,88)

 

 

 

Come usare una cartuccia per stampante

 

Riempire le cartucce esauste

Se utilizzate spesso delle cartucce per stampanti, la spesa diventa abbastanza importante, visto che dovrete acquistarne di nuove per riuscire a sopperire alla vostra mole di lavoro. Per ovviare a questo, nei negozi di articoli d’ufficio e online sono presenti dei kit specifici per riempire d’inchiostro le vostre cartucce per stampanti. 

Il procedimento da eseguire non è difficile: bisogna solo aver cura di seguire piccoli passi molto precisi, per evitare di rovinare principalmente la stampante. Utilizzando dei guanti in lattice, rimuovete dall’apposito spazio la cartuccia vuota. Quindi, leggete bene quello che vi viene spiegato nel foglio di istruzioni del kit, per evitare qualsiasi problema.

Solitamente le azioni da eseguire sono queste: passate il dito sull’etichetta, cercando il foro che solitamente conduce al serbatoio di inchiostro della cartuccia. Poi, utilizzando la siringa e senza far entrare alcuna bolla d’aria, riempite il serbatoio dall’apposito foro, fino a quando lo spazio interno lo consente.

A questo punto, fate delle prove di stampa in modo da verificare che tutto sia andato per il verso giusto.

 

 

L’importanza di una pulizia accurata…

Vi è mai capitato di non ottenere delle stampe perfette? Molte volte la causa principale potrebbe essere la mancanza di inchiostro nella cartuccia, eppure non è sempre così.

Una pratica fondamentale per riuscire a ottenere sempre delle buone stampe è quella di mantenere pulite le testine delle cartucce, oltre che verificare il livello di inchiostro tramite l’applicazione della stampante. 

Sia che abbiate un computer Windows, sia che utilizziate un Mac, la scelta di pulizia delle testine sarà efficiente e facile da effettuare, tenendo però da conto che utilizzerete un po’ di inchiostro durante il procedimento. 

Vi basterà recarvi sull’applicazione della vostra stampante presente sul desktop e selezionare l’apposita funzione di pulizia. In caso non ci fosse, vi basterà seguire le istruzioni presenti sulla confezione del macchinario. 

Al termine dell’operazione, vi consigliamo di stampare un foglio di prova e verificare l’effettiva pulizia o l’eventuale presenza di altri difetti, altrimenti dovrete ripetere le operazioni fino a quando non otterrete il risultato sperato.

 

 

…e di un riciclo dopo il loro utilizzo

Pulire e/o riempire il serbatoio di inchiostro non sarà un procedimento da eseguire per sempre: prima o poi dovrete cambiare la cartuccia. Questi sono infatti solo metodi che ne allungano l’impiego e che permettono di ottenere risultati performanti. 

Una volta che le cartucce per stampanti devono essere cambiate, una pratica che vi consigliamo di adottare è quella di riciclarle. Si stima che ogni anno ci siano ancora milioni di prodotti simili che finiscono in inceneritori o discariche, inquinando il nostro pianeta. 

Per fare fronte a questo, esistono numerose opzioni per riciclarle: mettetevi alla ricerca di siti appositi, vicini a voi, che offrono questo tipo di servizio. Esistono anche associazioni o aziende come HP, che garantiscono e offrono un piano di riciclo delle cartucce esauste, in cambio di piccole ricompense. 

In ogni caso, è importante che vi assicuriate il corretto smaltimento di questi prodotti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come cambiare la cartuccia a una stampante HP?

Innanzitutto controllate il livello di inchiostro tramite l’applicazione della stampante, seguendo le istruzioni contenute nella confezione. Può capitare che ci sia ancora un residuo nel serbatoio delle cartucce e che non riesca a uscire a causa delle testine sporche. 

Solo dopo essere certi che è completamente esaurito, potete passare alle operazioni di cambio di queste componenti. Accendete la vostra stampante, aprite lo sportello e portate più avanti gli alloggiamenti per le cartucce. 

Quindi esercitate una breve pressione su quella da cambiare, estraendola e facendo attenzione a non toccare i fili di rame e altre connessioni della stampante. Infine, inserite nell’apposito spazio la nuova cartuccia, spingendo delicatamente fino a quando non sentirete un leggero scatto, che indica l’avvenuto posizionamento. 

 

Come cambiare la cartuccia alla stampante Canon Pixma?

Cambiare delle cartucce per stampanti Canon non è un’operazione difficile, ma bisogna seguire piccoli passaggi fondamentali per evitare di compromettere il dispositivo. Prima di tutto accendete la stampante e aprite lo sportello che si trova nella parte anteriore.

In alcuni modelli ci sono pulsanti appositi per questo tipo di procedimento: talvolta sullo schermo LCD c’è anche l’opzione dedicata al cambio delle cartucce. Queste saranno alloggiate nella parte inferiore della stampante, dove vengono identificate con delle linguette. 

Applicate una leggera pressione su queste ultime per estrarle e passare allo step successivo: inserire le nuove. A questo punto togliete dalle nuove cartucce la pellicola di plastica e seguite le istruzioni per la rimozione del cappuccio protettivo. 

Ora vi basterà posizionarle nell’alloggiamento apposito, facendo attenzione che i contatti in rame siano diretti verso le testine di stampa. 

 

Come cambiare la cartuccia a una stampante Samsung?

Il procedimento è tanto semplice quanto minuzioso: aprite l’unità di scansione, facendo attenzione a non utilizzare strumenti contundenti come forbici o altro, che potrebbe graffiare e rovinare la stampante. 

Quindi aprite il coperchio interno tramite l’apposita maniglia, facendo attenzione a non toccare nulla con le mani, estraete lo scompartimento del toner, cambiate le cartucce interne e riponete tutto esattamente com’era prima. Ora potete stampare nuovamente.

Ricordate che la procedura può variare in base al modello della stampante, quindi vi consigliamo sempre di seguire le istruzioni per accertarvi ed evitare futuri problemi.

 

Come cambiare la cartuccia a una stampante Epson?

Procuratevi innanzitutto delle cartucce originali o compatibili, in modo da facilitarvi il lavoro di rimozione e cambio di quelle esauste. Il primo passo è sempre quello di verificare che la stampante sia accesa: a questo punto premete sul pulsante definito “sostituzione delle cartucce” o su quello che ha il simbolo di una goccia, poiché vi permette di aprire con facilità lo sportello. 

Ora vi basterà confermare la sostituzione con l’apposito pulsante, estrarre le cartucce tramite l’apposita linguetta e richiudere lo sportello. 

 

Come ricaricare una cartuccia per stampante?

Per risparmiare ed evitare di fare un cospicuo acquisto di cartucce per stampanti, esiste la possibilità di rigenerare l’inchiostro nel serbatoio. In soldoni, la soluzione consiste nel ripristinare il colore nella cartuccia, con l’ausilio di un kit che potete trovare in un qualsiasi negozio di articoli d’ufficio oppure che potete ordinare su Internet. 

Vi basterà seguire il foglietto illustrativo o leggere la nostra guida per scegliere la migliore cartuccia per stampante e il gioco è fatto.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status