fbpx

La migliore ricarica per mangiapannolini

Ultimo aggiornamento: 19.09.19

 

Ricariche per mangiapannolini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

L’acquisto di un contenitore mangiapannolini è una valida soluzione per evitare la diffusione di cattivi odori in casa. Ma quando termina la pellicola dei sacchetti, com’è possibile reintegrarla? In commercio esistono diverse ricariche specifiche per ogni tipo di bidoncino, pertanto è fondamentale conoscere il marchio del proprio contenitore. Non è necessario scegliere prodotti originali, in quanto è possibile acquistare anche delle ricariche universali o compatibili con più modelli. Un buon ricambio deve essere realizzato con materiali di qualità, possibilmente ecocompatibili. Inoltre è bene accertarsi che la pellicola sia resistente, antibatterica e trattata per contenere efficacemente i cattivi odori. In questa guida troverete una selezione di ricambi che potrebbero fare al caso vostro. Iniziamo col suggerirvi Tommee Tippee Sangenic Tec, un kit di ricariche facile da installare, che è in grado di smaltire i pannolini sporchi isolando i cattivi odori e bloccando la proliferazione batterica. A seguire vi indichiamo il kit di ricambi originali Foppapedretti Maialino, qualora foste in possesso dell’omonimo modello di raccoglitore. La speciale pellicola a barriera d’ossigeno, intrappolerà le puzze sgradevoli evitandone la diffusione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore ricarica per mangiapannolini

 

Se adottate l’innovativo sistema di smaltimento pannolini sporchi tramite gli appositi raccoglitori, è bene conoscere quali ricariche acquistare. Attraverso questa guida potrete valutare diverse recensioni, utili per scegliere il kit di ricambio della migliore marca. Date uno sguardo alla nostra classifica e valutate qual è il modello più adatto alle vostre necessità.

Guida all’acquisto

 

Tipo di ricarica

Che il mangiapannolini sia un’invenzione ingegnosa per smaltire pipì e pupù dei nostri pargoletti senza appestare casa con effluvi poco gradevoli, è assodato. Ma quando terminano i sacchetti in dotazione con il bidone, cosa si può fare per rendere il raccoglitore nuovamente operativo?

Sul mercato è possibile acquistare ricariche di ogni tipo, originali, universali o compatibili con diversi modelli di contenitore. C’è solo da confrontare prezzi, caratteristiche specifiche dei prodotti e da scegliere a seconda delle proprie preferenze ed esigenze.

Solitamente i kit di ricambio compatibili, possono essere installati su raccoglitori mangiapannolini differenti ma per essere sicuri di non acquistare una ricarica sbagliata, è opportuno verificare attentamente se tra i modelli elencati nella scheda tecnica è presente anche il vostro. Generalmente questi kit hanno costi più economici rispetto a quelli originali e hanno una durata maggiore, (condizione che può variare a seconda della lunghezza della pellicola).

Per ciò che concerne i set di ricambio originali, possono essere installati su uno o più tipi di raccoglitore dello stesso marchio. Solitamente la qualità di questi kit è alta ma il prezzo può esserlo altrettanto.

 

Cattivi odori e batteri

La funzione principale di un raccoglitore mangiapannolini non è solo quella di ridurre e isolare in modo significativo gli odori cattivi derivati da pipì e pupù ma è anche quella di sfavorire una proliferazione batterica capace di contaminare l’ambiente.

Molte pellicole sono dotate di più strati isolanti, alcuni addirittura muniti di speciali barriere d’aria, che intrappolano la puzza e non la fanno propagare. Inoltre, la maggior parte dei sacchi è trattata con un innovativo sistema antiodore chiamato EVOH. È possibile acquistare delle ricariche leggermente profumate, che donano una piacevole fragranza aromatizzata all’olfatto.

Gli effluvi sgradevoli dei rifiuti, sono causati dalla loro decomposizione molecolare e pertanto diverse aziende trattano le pellicole chimicamente, dotandole di potere battericida, che distrugge i germi bloccandone la diffusione. Ovviamente è molto importante che i sacchi siano ben sigillati una volta utilizzati, onde evitare fuoriuscite organiche che possono stagnare nel raccoglitore.

Materiali

Altro punto da non sottovalutare è la qualità dei materiali che compongono le ricariche. A volte, i kit universali o compatibili, utilizzano sacchi più sottili, che potrebbero essere danneggiati più facilmente rispetto a quelli originali. Valutate che la struttura della pellicola sia buona e resistente o vi ritroverete la pupù del vostro bebè sparsa nel mangiapannolini.

Oggi si sente parlare sempre di più di inquinamento da plastica e optare per prodotti biodegradabili o che comunque abbiano un impatto ambientale minimo, è estremamente importante.

Diverse aziende utilizzano polietilene biodegradabile o altre bioplastiche come quelle riciclate, proprio per danneggiare il meno possibile il pianeta, già martoriato dagli atteggiamenti di incuria e di sconsideratezza umana nei confronti della natura.

 

Le migliori ricariche per mangiapannolini del 2019

 

Continuando a leggere troverete un’accurata lista di quelle che pensiamo essere le migliori ricariche per mangiapannolini del 2019. Date uno sguardo ai nostri consigli d’acquisto, confrontate le varie offerte e scoprite quali kit soddisfano appieno le vostre necessità e dove acquistarli.

 

Prodotti raccomandati

 

Tommee Tippee Sangenic Tec

 

Principale vantaggio:

Le ricariche Tommee Tippee offrono un sistema di smaltimento di pannolini pratico e munito di protezione antibatterica. Sono facili da installare e vi consentono di sigillare ogni pannolino sporco in pochi secondi, isolando i cattivi odori.

 

Principale svantaggio:

Nonostante si tratti di ricariche originali e non di prodotti compatibili, per il sistema di smaltimento pannolini Sangenic Tec, alcuni utenti hanno lamentato il fatto che il prezzo è un po’ eccessivo.

 

Verdetto: 9.7/10

Si tratta di ricariche vendute in pratici kit da 6 pezzi, anche se l’azienda mette a disposizione diversi set da 3, 9 e 18 ricariche, per venire incontro alle esigenze di consumo di tutti gli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Smaltimento pratico e inodore

Il nuovo sistema di ricarica per mangiapannolini Sangenic Tommee Tippee è pratico e facile da installare. Il design speciale della pellicola consente di avvolgere ermeticamente il contenuto, evitando la diffusione di puzze sgradevoli di pipì e pupù. Le ricariche sono originali e hanno un potere di contenimento degli odori cento volte più efficace rispetto ai normali sacchetti per pannolini. Grazie alla grande capacità assorbente della plastica si avverte solo un minimo effluvio all’interno del bidone durante il momento del cambio, anche se la puzza rimane ben isolata nei sacchetti. La pellicola multistrato è leggermente profumata al limone e ciò contribuisce alla buona igiene del raccoglitore di pannolini.

Si tratta di ricariche compatibili soltanto con i contenitori Sangenic Tec e pertanto non possono essere montate su altri dispositivi. Ogni ricambio ha una buona durata, stimata in un consumo medio di un mese circa, perciò un kit da 6 pezzi dovrebbe essere sufficiente per 6 mesi. L’azienda mette a disposizione diversi set di ricambi per soddisfare le esigenze di tutti gli utenti. I kit disponibili sono da 3, 6, 9 e 18 ricariche, a seconda delle necessità dei consumatori.

Trattamento antibatterico

Un’altra caratteristica importante di queste ricariche per mangiapannolini consiste in un’efficiente protezione antibatterica. Come abbiamo visto, ogni pannolino viene sigillato singolarmente in pochi secondi e oltre a isolare gli odori, la pellicola è in grado di uccidere il 99% dei germi, come il batterio E. Coli o lo Staphylococcus Aureus.

Tecnicamente la protezione è conferita dalla struttura chimica della pellicola, che a contatto con il pannolino sporco, è in grado di interrompere la scomposizione delle proteine batteriche che sono la principale causa di cattivi odori. Grazie a questa proprietà, il bidoncino viene bonificato, impedendo a germi e batteri di proliferare e di contaminare l’ambiente.

Si tratta di un sistema di stoccaggio e di smaltimento di pannolini sporchi sano e sicuro, che vi risparmierà tanti viaggi verso la pattumiera con conseguente diffusione di olezzi per casa. Per quanto si tratti di pipì e di pupù di bambini dolci e amorevoli, è risaputo quanto gli effluvi delle loro “emissioni organiche” possano risultare sgradevoli anche agli olfatti meno sensibili.  

 

Materiale ecocompatibile

Oltre a offrire un sistema di smaltimento di pannolini pratico e inodore, Tommee Tippee tiene particolarmente alla salvaguardia del pianeta e pertanto si impegna a creare dei prodotti che abbiano un impatto ambientale minimo. Ciò è ampiamente dimostrato dalle ricariche per mangiapannolini Sangenic Tec, che risultano idonee a tale scopo.

La pellicola dei sacchetti è realizzata per il 98% con plastica riciclata, proprio per ridurre in modo significativo i danni prodotti da questo materiale, che una volta trasformato in rifiuto, si rivela un serio pericolo per il benessere del nostro pianeta. Tale aspetto conferisce all’azienda una certa affidabilità, garantita da una grande sensibilità della stessa verso i problemi di inquinamento che affliggono l’ambiente. In un mondo che ormai sta distruggendo la natura, è importante che le aziende siano le prime a sensibilizzare i consumatori su tali questioni, attraverso i loro prodotti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Foppapedretti Maialino

 

Se siete diffidenti circa l’acquisto di ricambi compatibili e non sapete quale ricarica per mangiapannolini comprare per il vostro bidone Foppapedretti, date un’occhiata a questo kit. Si tratta di un set di ricariche originali per il modello Maialino, disponibile in diverse confezioni da 1, 3, 6 e 12 pezzi.

La pellicola è realizzata con una speciale tecnologia brevettata EVOH, che consiste in una resistente plastica a sette strati, munita di una particolare barriera all’ossigeno a tenuta d’aria, che imprigiona la maggior parte degli odori sgradevoli. Il sacchetto può contenere fino a 180 pannolini circa (dato riportato dalla casa produttrice che può variare a seconda delle dimensioni dei pannolini). L’installazione della ricarica è abbastanza semplice da effettuare, grazie alla pratica apertura centrale del bidoncino. Secondo i pareri di alcuni utenti, periodicamente il contenitore va lavato e tenuto un po’ all’aria aperta, in quanto i sacchetti non sono a tenuta stagna.

Pro
Barriera all’ossigeno:

Grazie a una resistente plastica stratificata, dotata di una speciale camera d’aria, i cattivi odori rimangono imprigionati all’interno del sacchetto, senza diffondersi nell’ambiente.

Confezioni:

I formati delle confezioni disponibili sono da 1, 3, 6 e 12 ricariche, in modo da accontentare tutto il bacino d’utenza.

Rapporto qualità/prezzo:

Il rapporto qualità/prezzo è buono, anche se si risparmia molto di più acquistando le ricariche online piuttosto che nei negozi specializzati.

Contro
Pellicola:

Periodicamente il contenitore va lavato e tenuto un po’ all’aria aperta, in quanto la pellicola non è propriamente a chiusura ermetica e qualche odore potrebbe stagnare nel bidoncino.

Acquista su Amazon.it (€18,25)

 

 

 

LILNAP Antiodore EVOH VE600

 

Se non sapete come scegliere una buona ricarica per mangiapannolini, compatibile con più contenitori e che sia più economica rispetto ai ricambi originali, date un’occhiata al modello Antiodore EVOH VE600 di LILNAP.

Si tratta di una ricarica multistrato universale molto versatile, che può essere installata su bidoni raccoglitori di diverso tipo come: Sangenic Tec e Tommee Tippee, Angelcare, Litter Locker II, Maialino Foppapedretti. La pellicola è realizzata in HDPE ovvero in polietilene ad alta densità, lavorato con trattamento antiodore EVOH, leggermente profumato, per contenere al massimo le puzze. Alcuni consumatori hanno rilevato che il prodotto lascia fuoriuscire un po’ di puzza se la pupù ha un odore troppo forte.

L’installazione della ricarica è abbastanza semplice e la confezione da due rotoli include anche un tubo di cartone che può fungere da bidone di raccolta. Ciò che sorprende è la lunga durata della pellicola, che vi consentirà di risparmiare molto denaro e di ridurre notevolmente l’impatto dell’inquinamento ambientale, producendo meno cartucce vuote.

Pro
Compatibile con più contenitori:

La ricarica è compatibile con più bidoni mangiapannolini e in più nel kit troverete un tubo di cartone che può fungere da bidoncino alternativo.

Lunga durata:

La pellicola delle ricariche ha una lunga durabilità, così potrete risparmiare molti soldi, evitando di acquistare più cartucce di ricambio.

Prezzo:

Il prezzo è accessibile e conveniente ed è di gran lunga più economico rispetto al costo di una ricarica originale. Inoltre la pellicola è disponibile in diverse lunghezze, a seconda delle vostre esigenze.

Contro
Sistema antiodore:

Nonostante la pellicola sia tratta con sistema antiodore EVOH, ciò pare non essere abbastanza sufficiente a trattenere gli odori più forti e pungenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Soncare Refill Foil

 

Fra i prodotti suggeriti all’interno della nostra guida per scegliere la migliore ricarica per mangiapannolini, abbiamo deciso di aggiungere il modello Soncare Refill Foil. Facendo una comparazione tra i ricambi universali economici più venduti in rete, abbiamo ritenuto opportuno consigliarvi anche questo prodotto, per via del prezzo basso e della versatilità di utilizzo.

Si tratta di una ricarica compatibile con vari raccoglitori di pannolini, come Sangenic Angelcare, Little Locker II e Tommee Tippee. La confezione include un rotolo da 400 metri, che vi consentirà di risparmiare diversi soldi rispetto alle ricariche originali. In tal modo produrrete meno rifiuti e rispetterete di più l’ambiente.

Il materiale della pellicola è composto da polietilene ad alta densità (HDPE) ed è trattato con sistema antiodore EVOH, per limitare al meglio la diffusione di puzze sgradevoli. Alcuni utenti che hanno testato il prodotto, hanno rilevato che la plastica del sacchetto, essendo più sottile rispetto a quella di una ricarica originale, risulta più fragile da maneggiare.

Pro
Economica:

Il prezzo della ricarica è economico e conveniente e vi consente di risparmiare molto denaro rispetto all’acquisto di un ricambio originale.

Lunga durata:

Grazie alla lunghezza della pellicola di 400 metri, la ricarica dura molto a lungo e ha un impatto ambientale minore di quello delle ricariche originali.

Universale:

La pellicola è un modello universale e può essere installata su diversi contenitori mangiapannolini, come Sangenic Angelcare, Little Locker II e Tommee Tippee.

Contro
Pellicola sottile:

Trattandosi di una ricarica compatibile economica, lo strato della pellicola è un po’ più sottile rispetto a quello di un ricambio originale e pertanto va maneggiata con cura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

FIRIK Magic Liners

 

Se siete ancora alla ricerca della migliore ricarica per mangiapannolini, date uno sguardo a Magic Liners di FIRIK. Il ricambio è compatibile con vari sistemi di smaltimento come: Maialino Foppapedretti, Angelcare Classic e Litter Locker II. Purtroppo non può essere montato su modelli Dress Up.

La pellicola è a sette strati ed è realizzata con trattamento antibatterico e tecnologia EVOH, per neutralizzare gli odori cattivi. Il sacchetto ha una lunga durata e può contenere fino a un massimo di 280 pannolini sporchi (quantitativo che può variare in base alle dimensioni dei pannolini). La plastica trattiene efficacemente gli effluvi sgradevoli, anche se questi possono essere percepibili all’interno del bidone in fase di ricambio della busta.

Per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo è buono e il costo è accessibile e conveniente, se rapportato a quello di altre ricariche originali vendute online. In definitiva si tratta di un buon prodotto, economico ed efficiente nelle sue funzioni.

Pro
Compatibile:

La ricarica è compatibile con diversi contenitori mangiapannolini, come Angelcare Classic, Maialino Foppapedretti e Litter Locker II.

Capienza:

La pellicola è lunga e duratura, infatti può arrivare a contenere fino a 280 pannolini sporchi, anche se il numero dei pezzi dipende molto dalle dimensioni degli stessi.

Qualità/prezzo:

Il rapporto qualità/prezzo è molto buono e vi permette di risparmiare denaro rispetto all’acquisto di ricariche originali, che risultano meno durevoli e più costose.

Contro
Odori:

Come molte ricariche, il problema maggiore si presenta in fase di sostituzione della pellicola, durante la quale è possibile percepire un po’ di olezzo stagnante nel bidoncino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una ricarica per mangiapannolini

 

Come abbiamo visto le ricariche per mangiapannolini possono essere di vario tipo, originali o compatibili con il modello di raccoglitore che avete in dotazione. Ogni sistema di applicazione del sacco è illustrato nelle istruzioni dei vari contenitori o delle cartucce di ricambio. Vediamo ora come utilizzare correttamente i kit di ricarica.

 

 

Modalità d’uso

Generalmente le ricariche per contenitori mangiapannolini hanno forma discoidale, anche se il diametro può variare a seconda del modello di bidone. All’interno della cartuccia è contenuta una lunga pellicola ripiegata che, successivamente all’applicazione nel raccoglitore, può essere srotolata a mano a mano, in base al quantitativo necessario all’utilizzo. Di solito, l’estremità inferiore del film plastico, viene annodata, in maniera tale da ottenere un vero e proprio sacco di raccolta per i rifiuti.

Una volta che il pannolino sporco viene gettato all’interno del bidoncino, il sacchetto è pronto per essere sigillato. Alcuni mangiapannolini sono dotati di sistema di annodamento automatico. Diversamente i sacchetti devono essere sigillati a mano. Alcuni utenti, per economizzare, gettano più di un pannolino nello stesso involucro prima di chiuderlo. In questo modo è possibile risparmiare un po’ di pellicola, dato l’alto costo di una ricarica, specialmente se si tratta di un kit originale.

I cattivi odori rimangono imprigionati all’interno dello strato di plastica e il contenitore funge da sistema di stoccaggio, fino a quando non raggiunge il limite massimo di contenimento di pannolini. Solitamente il sistema di ricambio della cartuccia è facile da effettuare, anche se è consigliabile pulire bene il contenitore a ogni sostituzione di ricarica, per una questione di sicurezza e di igiene.

 

Azione battericida e antiodore

Se la pellicola è realizzata con trattamento battericida, i germi contenuti nei pannolini sporchi, saranno neutralizzati a contatto con la plastica. In questo modo i batteri non prolifereranno e rimarranno isolati all’interno del sacchetto. L’uccisione dei germi determina anche il rallentamento di decomposizione delle sostanze organiche e di conseguenza la neutralizzazione di puzze pestilenziali. Ovviamente le emissioni organiche di un bebè di pochi mesi, generano degli effluvi meno intensi rispetto a quelli di un bambino di un anno o più grande.

L’azione battericida è un elemento molto importante per una ricarica, in quanto determina dei buoni parametri di sicurezza nell’utilizzo di un contenitore apposito, che deve conservare per giorni pannolini sporchi in casa, senza mettere a rischio la vostra salute.

 

 

Smaltimento dei pannolini

Oltre a optare per delle ricariche mangiapannolini ecosostenibili, sarebbe opportuno adottare lo stesso criterio di scelta per i pannolini stessi, dato che si tratta di rifiuti che vanno gettati nella raccolta indifferenziata. Questi, una volta arrivati in discarica, potrebbero restarci per oltre 500 anni prima di decomporsi.

In commercio è possibile trovare due tipi di pannolino: quelli non biodegradabili e quelli biodegradabili. I primi sono composti da polpa di legno e da derivati del petrolio che li rendono impermeabili e resistenti, mentre i secondi sono composti da sostanze naturali e da fibre vegetali biocompatibili. Per un corretto comportamento nei confronti del pianeta che abitiamo, bisognerebbe assumere una condotta coscienziosa e responsabile anche come consumatori.

 

 

 

Domande frequenti

 

Com’è fatta una ricarica per mangiapannolini?

I kit di ricarica possono variare a seconda dei modelli di raccoglitore mangiapannolini. Solitamente una cartuccia di ricambio ha la forma di un disco con un buco al centro, che equivale all’apertura del bidoncino. Il diametro del disco può cambiare in base alla grandezza del fusto. All’interno della ricarica è contenuta una pellicola arrotolata, che viene utilizzata per formare un vero e proprio sacco all’interno del contenitore.

 

Come ricaricare un mangiapannolini?

La maggior parte di ricariche per mangiapannolini non è difficile da installare. La cartuccia viene innestata all’interno dell’apposito contenitore e la pellicola viene srotolata quanto basta per formare un sacchetto di contenimento. Una volta inseritovi un pannolino sporco, l’involucro viene sigillato e di conseguenza si procede a formare un nuovo sacchetto, fino a esaurimento della pellicola o a riempimento del bidone. Per svuotare il contenitore, si procede gettando i pannolini accumulati nella raccolta indifferenziata. Quando la pellicola termina, si sostituisce la cartuccia con una nuova.

 

Quanto dura una ricarica per mangiapannolini?

La durata di una ricarica è determinata da diversi fattori. Questa può variare in base alla tipologia di ricambio, infatti il kit può essere originale, universale o compatibile con alcuni modelli di contenitore. Alcune confezioni sono composte da una o più cartucce e la lunghezza della pellicola può differire di molto da una marca all’altra.

Una variabile fondamentale è data anche dallo spessore della pellicola, che più è sottile e più può essere contenuta in termini di lunghezza all’interno di una cartuccia. Inoltre, molto dipende dalla frequenza di utilizzo del consumatore. Di solito, la durata di una cartuccia è quantificata in pannolini ed è segnalata (come dato approssimativo) su molti set di ricarica.

 

Davvero le ricariche per mangiapannolini riescono a trattenere l’odore?

Una delle funzioni primarie, se non la principale di una ricarica per mangiapannolini dovrebbe proprio essere quella di trattenere o addirittura di neutralizzare gli odori sgradevoli prodotti dai pannolini usati. Ciò dipende dal tipo di trattamento chimico della pellicola, dal tipo di plastica utilizzata e dalla conformazione strutturale del sacchetto. In pratica, la maggior parte delle pellicole sono trattate con degli agenti chimici battericidi, che uccidono i germi bloccandone la proliferazione.

Molti sacchetti sono composti da più strati di plastica che vanno a formare delle camere d’aria che, a loro volta, intrappolano la puzza, in modo da non farla fuoriuscire dall’involucro. Alcune aziende trattano anche le plastiche con delle profumazioni gradevoli, che aiutano a camuffare eventuali perdite di odori dal contenitore.

Un consiglio utile è quello di lavare il bidone di tanto in tanto, in quanto si possono verificare delle perdite dalla pellicola e di conseguenza alcuni odori possono ristagnare nel fusto.

 

I sacchetti resistono agli strappi?

Anche in questo caso la resistenza è determinata dalla qualità della pellicola. Ovviamente più sottile è la plastica, maggiori saranno le probabilità che il sacchetto venga danneggiato o lacerato. Spesso questo è un problema che si verifica acquistando delle ricariche non originali di scarsa qualità.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status