Le 5 Migliori Stufe a Legna del 2022

Ultimo aggiornamento: 06.10.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Stufa a Legna – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Sul mercato fioccano spesso offerte legate al mondo delle stufe a legna. Il piacere di riscaldarsi sfruttando risorse naturali da un lato comporta sicuramente un certo risparmio se confrontato ai modelli elettrici. L’argomento è delicato e l’acquisto va ponderato con cura, anche tenuto conto della cubatura della casa o della stanza che si vuole riscaldare. Invicta – Stufa a legna in ghisa Remilly, 7 kW ha una potenza regolabile tra i 4,5 e i 10 kW e ha una struttura interamente in ghisa e vetro, di particolare impatto estetico. Il tempo di combustione raggiunge le otto ore, un lasso più che ragionevole. Stufa a Legna con forno BALKAN ENERGY Classic GF 5.9kW è un modello con forno, che permette di riscaldarsi e cucinare allo stesso tempo, oltre a essere dotato di certificazione CE, che ne garantisce il rispetto delle norme di sicurezza.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte
2

Commenti
degli utenti

8

Prodotti
analizzati

7

Ore
investite

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore stufa a legna?

 

Chi apprezza i paragoni può dare una letta alla tabella comparativa proposta qui di seguito.

Si tratta di piccole recensioni che mettono a confronto prodotti differenti, analizzando in breve pregi e difetti di ognuno così da poter avere al termine dell’analisi la giusta pietra di comparazione e farsi un’idea chiara riguardo cosa si sta cercando. Tra questi articoli non mancano prodotti delle migliori marche e altri esempi di come si possa realizzare una buona stufa a legna senza incidere troppo sul prezzo finale.

 

 

A ognuno la sua stufa

La stufa a legna è una tipologia particolare di sistema riscaldante che consente di sfruttare la legna raccolta o comprata, così da avere una scorta adeguata grazie a cui poter riscaldare l’ambiente. Come scegliere una buona stufa a legna dunque?

Per prima cosa è importante capire dove posizionare il tutto avendo consapevoleza del potere riscaldante della stufa e della cubatura della stanza. Armatevi quindi di pazienza e verificate se il modello che vi ha tanto incuriosito può fare o meno al caso vostro.

Di solito una stufa a legna comporta una spesetta niente male, quindi più si riducono le sorprese meglio è per chi non vuole essere costretto a chiamare il servizio clienti per una sostituzione. L’ingombro generale dell’oggetto non deve mai superare certi limiti, così che il posizionamento della stufa e della canna fumaria per la gestione dei fumi siano semplici e intuitivi.

 

Qualità e versatilità

All’interno di una ideale classifica della migliore stufa a legna, il tema della qualità deve occupare i primi posti. Innanzitutto il materiale con cui viene realizzata deve mantenere al meglio il calore internamente, distribuendo progressivamente all’interno della casa il calore prodotto dalla combustione.

Sembra banale dirlo ma la resistenza e una certa pesantezza della stufa in questo caso ci sembrano segni evidenti di una cura e attenzione che guardano entrambe in direzione dell’utente finale.

L’acciaio a tal proposito è tra i migliori materiali che si possano utilizzare, con il giusto spessore consente poi di riscaldare l’ambiente e tenere al sicuro tutto ciò che è posto dentro la stufa. Alcuni modelli nascono poi con un funzione prettamente dedicata al riscaldamento, altri invece vanno a comporre una struttura più complessa, come una cucina con piastre di cottura e un forno che si scaldano a legna.

 

 

Montaggio e accessori

Quale stufa a legna comprare diventa quindi una questione in cui la ricchezza del prodotto e la sua validità si vedono dalla tenuta e da quanto riescono a semplificare la vita agli utenti. Una struttura con il giusto spazio dove conservare la legna, così come un ripiano che funziona anche da scaldavivande, allargano il concetto basico della stufa, così che quel prodotto diventa al contempo una delle migliori stufe a legna del 2022, grazie a questo o quel particolare in più.

Affidarsi a marchi conosciuti e affidabili, così come leggere con attenzione i pareri di altri utenti, migliora la consapevolezza circa la bontà del prodotto, restringendo e focalizzando il campo su quelle stufe a legna che possono realmente fare al caso vostro.

Andare oltre il mero confronto dei prezzi e analizzando con pazienza il perché un prodotto risulta tra i più venduti on line si riesce a sfruttare al meglio la rete per un acquisto consapevole e, perché no, anche conveniente.

 

Le 5 Migliori Stufe a Legna – Classifica 2022

 

La migliore stufa a legna è quella che meglio si adatta ai vostri bisogni e necessità.

In queste righe abbiamo raccolto cinque esempi che dimostrano la varietà delle proposte, con un’attenzione alle diverse tipologie e al risultato finale. Non vi resta altra opzione che proseguire nella lettura, così da capire meglio tutta la questione.

 

Stufa a legna in ghisa

 

1. Invicta – Stufa a legna in ghisa Remilly, 7 kW

 

Se siete alla ricerca di un modello che imprima anche una certa eleganza alla vostra casa, la stufa a legna di Invicta può essere quella giusta. Tra quelle vendute online, è una di quelle esteticamente più appaganti, con una struttura in ghisa e vetro ben realizzata.

La potenza media prodotta è pari a 7 kW, ma questi sono regolabili tra i 4,5 kW e i 10 kW, per cui la superficie riscaldata è compresa tra i 40 e gli 85 mq, un ambiente non troppo ampio: questa stufa dovrà quindi essere usata prettamente per appartamenti di medie dimensioni.

Questo modello misura 36,6 x 43,6 x 80 cm, quindi occupa il giusto spazio in casa; il calore prodotto può andare avanti fino a otto ore, dopo di che sarà necessario riempire il serbatoio. La classe di efficienza energetica è la B, anche se c’è chi sostiene sia in realtà la A, in ogni caso garantisce un buon risparmio.

Pro
Stufa a legna in ghisa:

Questo prodotto di Invicta ha una struttura molto appagante da un punto di vista estetico, anche per il bel colore scuro e la parte in vetro.

Potenza:

Compresa e regolabile tra i 4,5 kW e i 10 kW, riscalda bene un appartamento tra 40 e 85 mq.

Risparmio:

Può produrre calore per otto ore e appartiene a una classe energetica alta, che permette di risparmiare.

Contro
Grandezza ambiente:

Può riscaldare uno spazio di grandezza compresa tra i 40 e gli 85 mq, per cui non appartamenti di grandi dimensioni.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Stufa a legna con forno

 

2. Stufa a Legna con forno BALKAN ENERGY Classic GF 5.9kW

 

La scelta di un prodotto nuovo comporta sempre qualche difficoltà, specialmente se si hanno delle idee precise in merito. Se cercate una stufa a legna con forno e piano cottura, una buona soluzione può essere quella di Balkan Energy, dotata appunto di un forno, che vi permetterà non solo di riscaldare la casa ma anche di cucinare.

Elegante, con il suo color grafite tendente al nero, è dotata di una certificazione CE, che ne attesta la conformità alle norme e la sicurezza nell’uso. Le dimensioni del prodotto sono pari a 890/520/845 mm, mentre il forno misura 250/420/440 mm.

Provvista di canna fumaria, è una buona spesa rispetto a una stufa a legna usata, anche se non è il prodotto più economico in circolazione.

Pro
Con forno:

Questo elemento permette non solo di riscaldarsi ma anche di cucinare, con grande vantaggio per voi.

Elegante:

Non guasta il suo stile, grazie al colore grafite e alla presenza di cassetti, come in una vecchia cucina delle nonne.

Certificazioni:

Sono presenti quelle CE, che ne garantiscono la sicurezza, quindi potrete usarla senza correre rischi.

Contro
Costo:

Date le sue caratteristiche, non ha un prezzo di vendita molto accessibile ai piccoli budget.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Stufa a legna piccola

 

3. Stufa a Legna in Acciaio 9-13 KW con Vetro Ceramico

 

Quello di Megashopitalia è uno dei modelli più venduti del web, per il suo prezzo basso rispetto ad altre stufe. La struttura è realizzata in acciaio ad alto spessore, verniciata con elementi Rembrandtin, che le permettono così di resistere alle alte temperature. 

Un altro elemento che la costituisce è il vetro ceramico, che regge oltre i 1000°C, mentre la camera di combustione è costituita da una piastra in ghisa, una parte removibile per rendere più semplice la pulizia. 

La potenza nominale è di 9 kW e la massima pari a 13 kW, anche se molti dicono che non sia in grado di riscaldare adeguatamente un ambiente di dimensioni medie. Le dimensioni sono 45 x 38 x 76 cm, mentre il colore nero opaco ne fa un oggetto ideale anche per adornare la propria casa.

Questo modello appartiene alla classe A, quindi consente di risparmiare sui consumi. Incluso anche un portalegna, utile per avere sempre quella di riserva. Buono il costo: se non sapete dove acquistare questa stufa, cliccate sul link in basso. 

Pro
Costo:

La spesa da affrontare è abbastanza contenuta rispetto ad altri modelli, quindi si tratta di una stufa alla portata di una famiglia con un budget medio.

Materiali:

La struttura è realizzata in acciaio ad alto spessore, con vetro ceramico resistente oltre i 1000°C.

Dimensioni:

Non si tratta di un elemento molto grande, quindi va bene anche per appartamenti non molto grandi.

Contro
Capacità di riscaldare:

Questa stufa non è in grado di tenere al caldo a lungo un appartamento di dimensioni medie.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Stufa a legna Nordica

 

4. Stufa a legna La Nordica Rossella R1 Liberty

 

Siete alla ricerca di una stufa a legna usata in regalo, ma quelle che vi propongono sono sempre molto rovinate e soprattutto poco eleganti? Date un’occhiata a quella di La Nordica, che ha dalla sua un aspetto di classe, perfetto se la vostra intenzione è anche quella di arricchire la stanza nella quale la collocherete.

Si tratta di un modello in ghisa, con porta e testate smaltate e con un rivestimento esterno in maiolica o in pietra naturale, molto interessante se apprezzate lo stile classico. La potenza termica è pari a 88 kW, mentre le dimensioni sono pari a 55,5 x 57,8 x 91,5 cm quindi, allo stesso tempo, occupa poco spazio ma fornisce un grande calore.

Piace a chi l’ha acquistata anche perché in grado di rendere l’ambiente ricco di tepore, però i ricambi, trattandosi di un prodotto in ghisa, sono abbastanza cari.

Pro
Elegante:

La struttura in ghisa è rivestita in maiolica color pergamena, con disegni che ne fanno un prodotto di gran classe.

Potenza:

Pari a 88 kW, riesce a rendere l’ambiente nel quale la si pone molto confortevole, per cui è un buon acquisto.

Contro
Ricambi:

Trattandosi di un modello in ghisa, questi sono abbastanza cari, quindi tenete in considerazione questo aspetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Stufa a legna moderna

 

5. Kratki – Stufa Simple Box Set completo

 

Quella di Kratki è una stufa a legna moderna ed ecologica, caratterizzata da materiali resistenti e solidi, come l’acciaio che ne costituisce l’alloggiamento. Il disco in ceramica può reggere a un calore pari a 660°, inoltre la parte trasparente garantisce una visione panoramica del fuoco.

La porticina si apre su entrambi i lati, quindi è indicata anche per i mancini; la struttura è molto stabile e garantisce basse emissioni di CO2, per le quali è bene usare legno di fogliame essiccato ad aria, con un livello di umidità ≤ 20%.

Gli utenti ne apprezzano la facilità di montaggio, visto che sono inclusi anche gli accessori per realizzarlo in breve tempo. L’ambiente che può essere riscaldato raggiunge i 140 mq, quindi l’efficienza è garantita.

Il costo è abbastanza alto, per cui è bene valutare in precedenza questa tipologia di acquisto. 

Pro
Resistente:

I materiali che costituiscono questo modello sono molto solidi, come l’acciaio o il disco in ceramica.

Porta:

Si apre su entrambi i lati, per cui è indicata anche per i mancini, che non la troveranno quindi scomoda.

Montaggio:

Nella confezione sono presenti tutti gli accessori necessari per procedere, per cui lo eseguirete in poco tempo.

Contro
Prezzo:

La spesa da affrontare è abbastanza alta, un po’ più di quella per altri modelli con la stessa efficienza.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una stufa a legna

 

L’inverno si avvicina ed è ora di fare scorta di legna per la vostra stufa. Ma l’avete sempre utilizzata nel modo corretto? Per scoprirlo leggete quanto segue, troverete una serie di indicazioni che vi saranno molto utili.

 

 

Fate controllare la stufa

Una volta l’anno, prima di cominciare ad azionare la stufa, è importante farla controllare da una persona esperta, altrimenti detto tecnico specializzato. Le verifiche da effettuare riguardano la canna di combustione, che deve essere pulita, e il tiraggio della canna fumaria. Il controllo del tiraggio potete farlo anche voi procedendo in questo modo: bruciate un paio di fogli di carta posizionati nella parte bassa della stufa e se la fiamma tira verso l’apertura della presa d’aria allora è tutto in ordine. Accertatevi, inoltre, che il cassetto per la raccolta delle ceneri sia vuoto.

 

L’umidità della legna

Il tasso di umidità della legna non deve superare il 20%, non si tratta di un obbligo ma di un consiglio. La migliore legna da ardere non supera questa soglia. Se la legna è eccessivamente umida è necessaria più energia per permettere all’acqua di evaporare e ciò è un bello spreco.

 

La disposizione della legna

La legna all’interno della camera di combustione va messa con criterio. Posizionate il primo strato longitudinalmente mentre il secondo va trasversalmente. Lasciate qualche centimetro di spazio tra un ceppo e l’altro, così da agevolare il passaggio dell’aria. Per facilitare la combustione potete aggiungere qualche rametto secco insieme a un po’ di carta appallottolata. Date fuoco alla carta, tenete aperte le prese d’aria e la saracinesca del tiraggio; chiudete lo sportello.

 

Se il fuoco si spegne

Può capitare che dopo pochi minuti il fuoco si spenga. Ciò accade perché probabilmente la canna fumaria è fredda, c’è poco tiraggio e magari avete messo troppa legna di grosse dimensioni. Non scoraggiatevi e aggiungete paglia, foglie secche, piccoli arbusti e carta, insomma tutte cose di facile combustione.

 

 

Regolate l’aria

Una volta che il fuoco e vivo, bisogna regolare l’aria attraverso l’apposito sportellino: è importante che i ceppi brucino a fiamma alta. Dovete essere capaci di evitare un tiraggio eccessivo ma anche una combustione lenta perché questa provoca depositi di fuliggine all’interno della stufa.

 

Non frenate il processo di combustione

Il processo di combustione non va frenato dunque non riducete l’aria e tantomeno caricate pochi ceppi per volta altrimenti si forma la fuliggine nei canali dei fumi. Una volta che la metà della prima carica di legna si è bruciata, aggiungete altri ceppi.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve il sistema di evacuazione dei fumi?

La funzione del sistema di evacuazione dei fumi  è di espellere all’esterno della casa quelli che si generano durante la combustione. La canna si compone di tre elementi che sono: il canale da fumo, la canna fumaria e il comignolo. Suddetto sistema è fondamentale poiché la combustione genera una colonna d’aria calda la quale, avendo una differente densità rispetto all’aria circostante, fa salire il fumo; quindi la canna fumaria raccoglie i fumi residui post combustione per diffonderli nell’atmosfera mediante il comignolo. 

Affinché tutto ciò avvenga in sicurezza, devono essere rispettate due condizioni: la prima è che la combustione deve essere ottimale, quindi bisogna ardere legna di buona qualità e ci deve essere un’aspirazione sufficiente. La seconda condizione è una canna fumaria efficiente, quindi sottoposta a regolare manutenzione e ben coibentata.

 

Come controllare il tiraggio?

Il controllo del tiraggio è semplice ed è una verifica che può fare chiunque senza l’intervento di un tecnico specializzato. Date fuoco ad alcuni fogli di carta che precedentemente avete sistemato nella parte bassa della stufa; osservate la fiamma: se questa tira in direzione della presa d’aria significa che tutto funziona come deve. 

Affinché il tiraggio sia sempre ottimale è importante occuparsi della manutenzione della canna fumaria, eliminando tracce di fuliggine, tipicamente prodotta soprattutto da legna di bassa qualità. Vi suggeriamo dunque di scegliere legna tenera e poco umida. 

 

Come pulire il vetro della stufa a legna?

Un possibile metodo per pulire il vetro della stufa a legna prevede l’uso di acqua e ammoniaca. Riempite uno spruzzatore con la soluzione dei liquidi sopracitati nella quantità di 50 e 50. Erogate alcuni spruzzi del prodotto sulla parte interna del vetro e strofinate con della carta assorbente oppure con un panno morbido. In caso di sporco resistente, lasciate agire la soluzione per un paio di minuti prima di strofinare.

 

Come accendere la stufa a legna?

Come prima cosa è importante utilizzare legna la cui umidità non sia superiore al 20%, questo va inteso come consiglio e non come obbligo tassativo. La legna va disposta in modo tale da formare un primo strato longitudinale e un secondo trasversale. Lasciare qualche centimetro di spazio tra i ceppi favorisce il passaggio dell’aria. L’aggiunta di rametti secchi e un po’ di carta appallottolata facilita la combustione. A questo punto si può appiccare il fuoco alla carta lasciando aperte le prese d’aria e la saracinesca del tiraggio mentre lo sportello deve stare chiuso.

 

Cosa mettere dietro una stufa a legna?

Per evitare che il calore generato dalla stufa danneggi la parete, è opportuno applicare una placca protettiva in acciaio spessa almeno 1,5 mm. Nello specifico è bene optare per una lamiera in acciaio inox austenitico 304L, perfetta per assicurare una migliore diffusione e dissipazione del calore.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

4 COMMENTI

Pasquale

March 10, 2021 at 5:16 pm

Buona sera. Poiché abito in montagna vorrei acquistare e ristrutturare il mio chalet in vista della prossima stagione invernale. Mi piacerebbe sostituire la stufa a legna usata dai miei zii con un nuovo modello dalle alte prestazioni. Il mio budget è abbastanza variabile, perciò accetto qualsiasi consiglio. Grazie in anticipo.

Risposta
BuonoedEconomico

March 11, 2021 at 10:15 pm

Salve Pasquale,

avere la giusta stufa in montagna è fondamentale: quando le temperature calano diventa davvero difficile sostenere il freddo.
Ecco perché, tra le diverse proposte che puoi trovare qui e su Internet, una che secondo noi può fare al caso tuo è Nordica: una stufa dall’ingombro ridotto e dalle alte prestazioni.
Vanta anche un costo accessibile, perciò non dovrai spendere molto per vivere al caldo nel tuo chalet.

Saluti

Team BeE

Risposta
Mirco

March 9, 2021 at 10:19 am

Buonciorno o bisogno di capire quale stufa a legna con forno posso prendere? Sono poco pratico ma voglio fare un regalo a mio papà grazie

Risposta
BuonoedEconomico

March 10, 2021 at 8:47 pm

Ciao Mirco,

per capire meglio quale tipologia suggerirti, abbiamo bisogno di sapere alcune informazioni, come lo spazio a disposizione e l’uso che ne dovrà fare tuo padre.
In ogni caso, Fraschetti è un marchio che offre una stufa a legna davvero conveniente e vantaggiosa, perché versatile e dalle alte prestazioni.
Riuscirete ad alzare la temperature di casa e a cucinare senza problemi.

Saluti

Team BeE

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status