Le 5 Migliori Stufe a Legna del 2021

Ultimo aggiornamento: 27.10.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Stufa a Legna – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Sul mercato fioccano spesso offerte legate al mondo delle stufe a legna. Il piacere di riscaldarsi sfruttando risorse naturali da un lato comporta sicuramente un certo risparmio se confrontato ai modelli elettrici. L’argomento è delicato e l’acquisto va ponderato con cura, anche tenuto conto della cubatura della casa o della stanza che si vuole riscaldare. Webmarketpoint – 9KW è interamente realizzata in acciaio, con una produzione di calore pari a 9 Kw con una piccola zona antistante dove poter scaldare le vivande. Fraschetti – cucina folk allarga la definizione di stufa, proponendo una struttura completa con cui poter cucinare, scaldando sui fornelli appositi pentole e preparando anche deliziose portate da cuocere in forno.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte
2

Commenti
degli utenti

8

Prodotti
analizzati

7

Ore
investite

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore stufa a legna?

 

Chi apprezza i paragoni può dare una letta alla tabella comparativa proposta qui di seguito.

Si tratta di piccole recensioni che mettono a confronto prodotti differenti, analizzando in breve pregi e difetti di ognuno così da poter avere al termine dell’analisi la giusta pietra di comparazione e farsi un’idea chiara riguardo cosa si sta cercando. Tra questi articoli non mancano prodotti delle migliori marche e altri esempi di come si possa realizzare una buona stufa a legna senza incidere troppo sul prezzo finale.

 

 

A ognuno la sua stufa

La stufa a legna è una tipologia particolare di sistema riscaldante che consente di sfruttare la legna raccolta o comprata, così da avere una scorta adeguata grazie a cui poter riscaldare l’ambiente. Come scegliere una buona stufa a legna dunque?

Per prima cosa è importante capire dove posizionare il tutto avendo consapevoleza del potere riscaldante della stufa e della cubatura della stanza. Armatevi quindi di pazienza e verificate se il modello che vi ha tanto incuriosito può fare o meno al caso vostro.

Di solito una stufa a legna comporta una spesetta niente male, quindi più si riducono le sorprese meglio è per chi non vuole essere costretto a chiamare il servizio clienti per una sostituzione. L’ingombro generale dell’oggetto non deve mai superare certi limiti, così che il posizionamento della stufa e della canna fumaria per la gestione dei fumi siano semplici e intuitivi.

 

Qualità e versatilità

All’interno di una ideale classifica della migliore stufa a legna, il tema della qualità deve occupare i primi posti. Innanzitutto il materiale con cui viene realizzata deve mantenere al meglio il calore internamente, distribuendo progressivamente all’interno della casa il calore prodotto dalla combustione.

Sembra banale dirlo ma la resistenza e una certa pesantezza della stufa in questo caso ci sembrano segni evidenti di una cura e attenzione che guardano entrambe in direzione dell’utente finale.

L’acciaio a tal proposito è tra i migliori materiali che si possano utilizzare, con il giusto spessore consente poi di riscaldare l’ambiente e tenere al sicuro tutto ciò che è posto dentro la stufa. Alcuni modelli nascono poi con un funzione prettamente dedicata al riscaldamento, altri invece vanno a comporre una struttura più complessa, come una cucina con piastre di cottura e un forno che si scaldano a legna.

 

 

Montaggio e accessori

Quale stufa a legna comprare diventa quindi una questione in cui la ricchezza del prodotto e la sua validità si vedono dalla tenuta e da quanto riescono a semplificare la vita agli utenti. Una struttura con il giusto spazio dove conservare la legna, così come un ripiano che funziona anche da scaldavivande, allargano il concetto basico della stufa, così che quel prodotto diventa al contempo una delle migliori stufe a legna del 2021, grazie a questo o quel particolare in più.

Affidarsi a marchi conosciuti e affidabili, così come leggere con attenzione i pareri di altri utenti, migliora la consapevolezza circa la bontà del prodotto, restringendo e focalizzando il campo su quelle stufe a legna che possono realmente fare al caso vostro.

Andare oltre il mero confronto dei prezzi e analizzando con pazienza il perché un prodotto risulta tra i più venduti on line si riesce a sfruttare al meglio la rete per un acquisto consapevole e, perché no, anche conveniente.

 

Le 5 Migliori Stufe a Legna – Classifica 2021

 

La migliore stufa a legna è quella che meglio si adatta ai vostri bisogni e necessità.

In queste righe abbiamo raccolto cinque esempi che dimostrano la varietà delle proposte, con un’attenzione alle diverse tipologie e al risultato finale. Non vi resta altra opzione che proseguire nella lettura, così da capire meglio tutta la questione.

 

1. Vamin Stufa a Legna Kamin 9KW

 

Con un volume riscaldabile di 180 metri cubi la stufa a legna consente di migliorare l’abitabilità di una stanza di medie dimensioni. È completamente realizzata in acciaio e il color antracite che la caratterizza permette di collocarla in ambienti differenti, funzionando anche come complemento d’arredo. Q

uanti sono alla ricerca delle migliori stufe a legna del 2021, non sono rimasti scontenti delle prestazioni dell’oggetto. La stufa infatti è robusta al punto giusto e consente di scaldare nello spazio antistante vivande o una tazza, sfruttando lo spazio dedicato.

L’unica nota dolente sta nell’assenza di piedini con cui tenerla ben ferma, una mancanza che ha fatto storcere il naso a diverse persone. Dispone anche di una parte inferiore in cui sistemare la legna, così che l’utente può rimpolpare il fuoco senza dover allontanarsi troppo dalla stufa.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Fraschetti Cucina Folk Kw 10,5

 

Il prodotto a marchio Fraschetti va oltre la semplice stufa, creando una zona dedicata alla cottura e al riscaldamento di piatti e vivande. La struttura possiede una certa grandezza, motivo in più per tenere da conto lo spazio di cui si dispone in casa. Per altro verso la sua struttura metallica e il design industriale la inseriscono bene in un contesto di un appartamento moderno e rustico allo stesso tempo.

Diversi apprezzamenti arrivano per la piastra radiante, con alcune zone che possono funzionare da fornelli per la cottura o il riscaldamento.

Versatilità è la parola chiave per questo modello, in cui non manca neppure una zona forno dove poter preparare un bel dolcetto o una sfiziosa torta rustica. Il costo non è dei più economici ma con 93 cm di lunghezza e un’altezza di 87 cm è indubbio che la stufa è in grado di dire la sua, forte di un potere riscaldante adatto a una stanza di 60 m².

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Ferramenta-Utensili Stufa a Legna Carbone Acciaio Kir 9/12 Kw

 

Tra le più vendute stufe a legna, l’oggetto possiede un buon potere riscaldante, capace di raggiungere una potenza massima di 12 Kw. È possibile utilizzare sia la legna sia il carbone, mantenendo una potenza tale adatta anche alla cottura sul top d’acciaio di pietanze.

La stufa possiede tutte le certificazioni di sicurezza, così che l’utente può procedere serenamente adattando al meglio le sue esigenze grazie anche alle misure e all’ingombro contenuto.

I materiali sono di buona fattura, così da gestire al meglio cottura e riscaldamento, senza paura di veder fondere qualche pezzo. Una zona dedicata consente di avere a disposizione la legna, con una scorta sempre a portata di mano in caso di necessità.

La camera di combustione si compone di una zona esterna realizzata in mattoni refrattari mentre la parte centrale è costituita da una piastra in ghisa rimovibile. Questo aspetto è stato molto apprezzato da chi necessita una zona che si può pulire senza difficoltà.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Nordica Stufa a Legna Super Junior

 

Stretta al punto giusto così da trovare una collocazione ideale in un angolo della casa, la stufa a marchio Nordica punta su ingombro ridotto e una capacità riscaldante nominale di 5 Kw. Il colore nero antracite e la base di appoggio creano un punto non solo pratico in quanto a riscaldamento ma anche piacevole da vedere.

Le aperture principali e la testata sono in ghisa, con il dettaglio ricercato delle manopole in ottone cromato, una nota di stile che stacca rispetto alle tonalità scure e richiama i colori caldi simili al legno.

Il diametro della canna per lo scarico dei fumi è di 12 cm, con un vetro ceramico a protezione del fuoco, capace di resistere a una temperatura massima di 750°. Si tratta di una stufa Junior, specifica per chi ha delle esigenze moderate di riscaldamento ma non per questo ama rinunciare e fare sconti sulla qualità del prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Blist Stufa a Legna acciaio

 

Per chi ha esigenze di acquistare una stufa a legna che non ingombri molto, segnaliamo questa proposta di Blist. Si tratta di un modello dalle dimensioni particolarmente compatte – la base misura 33×36 centimetri – e dunque facilmente collocabile. È realizzata in acciaio trattato con una vernice resistente alle alte temperature mentre, ovviamente, la camera di combustione è in ghisa, con all’interno una serie di mattonelle che agevolano l’accumulo di calore.  

Qualche utente si è lamentato della scarsa attenzione del venditore in fase di spedizione ma, mediamente, l’imballo è ben fatto e la stufa arriva senza danni. Come abbiamo accennato si tratta di un dispositivo piccolo, perciò non aspettatevi grandi risultati in termini di riscaldamento se pensate di posizionarlo in una stanza grande. Le dimensioni compatte obbligano anche ad alimentare la stufa con la legna con grande frequenza, visto che la camera di combustione è piccola. Alcune finiture non sono il massimo della cura ma parliamo pur sempre di un prodotto venduto a un prezzo molto economico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una stufa a legna

 

L’inverno si avvicina ed è ora di fare scorta di legna per la vostra stufa. Ma l’avete sempre utilizzata nel modo corretto? Per scoprirlo leggete quanto segue, troverete una serie di indicazioni che vi saranno molto utili.

 

 

Fate controllare la stufa

Una volta l’anno, prima di cominciare ad azionare la stufa, è importante farla controllare da una persona esperta, altrimenti detto tecnico specializzato. Le verifiche da effettuare riguardano la canna di combustione, che deve essere pulita, e il tiraggio della canna fumaria. Il controllo del tiraggio potete farlo anche voi procedendo in questo modo: bruciate un paio di fogli di carta posizionati nella parte bassa della stufa e se la fiamma tira verso l’apertura della presa d’aria allora è tutto in ordine. Accertatevi, inoltre, che il cassetto per la raccolta delle ceneri sia vuoto.

 

L’umidità della legna

Il tasso di umidità della legna non deve superare il 20%, non si tratta di un obbligo ma di un consiglio. La migliore legna da ardere non supera questa soglia. Se la legna è eccessivamente umida è necessaria più energia per permettere all’acqua di evaporare e ciò è un bello spreco.

 

La disposizione della legna

La legna all’interno della camera di combustione va messa con criterio. Posizionate il primo strato longitudinalmente mentre il secondo va trasversalmente. Lasciate qualche centimetro di spazio tra un ceppo e l’altro, così da agevolare il passaggio dell’aria. Per facilitare la combustione potete aggiungere qualche rametto secco insieme a un po’ di carta appallottolata. Date fuoco alla carta, tenete aperte le prese d’aria e la saracinesca del tiraggio; chiudete lo sportello.

 

Se il fuoco si spegne

Può capitare che dopo pochi minuti il fuoco si spenga. Ciò accade perché probabilmente la canna fumaria è fredda, c’è poco tiraggio e magari avete messo troppa legna di grosse dimensioni. Non scoraggiatevi e aggiungete paglia, foglie secche, piccoli arbusti e carta, insomma tutte cose di facile combustione.

 

 

Regolate l’aria

Una volta che il fuoco e vivo, bisogna regolare l’aria attraverso l’apposito sportellino: è importante che i ceppi brucino a fiamma alta. Dovete essere capaci di evitare un tiraggio eccessivo ma anche una combustione lenta perché questa provoca depositi di fuliggine all’interno della stufa.

 

Non frenate il processo di combustione

Il processo di combustione non va frenato dunque non riducete l’aria e tantomeno caricate pochi ceppi per volta altrimenti si forma la fuliggine nei canali dei fumi. Una volta che la metà della prima carica di legna si è bruciata, aggiungete altri ceppi.

 

 

 

Domande Frequenti

 

A cosa serve il sistema di evacuazione dei fumi?

La funzione del sistema di evacuazione dei fumi  è di espellere all’esterno della casa quelli che si generano durante la combustione. La canna si compone di tre elementi che sono: il canale da fumo, la canna fumaria e il comignolo. Suddetto sistema è fondamentale poiché la combustione genera una colonna d’aria calda la quale, avendo una differente densità rispetto all’aria circostante, fa salire il fumo; quindi la canna fumaria raccoglie i fumi residui post combustione per diffonderli nell’atmosfera mediante il comignolo. 

Affinché tutto ciò avvenga in sicurezza, devono essere rispettate due condizioni: la prima è che la combustione deve essere ottimale, quindi bisogna ardere legna di buona qualità e ci deve essere un’aspirazione sufficiente. La seconda condizione è una canna fumaria efficiente, quindi sottoposta a regolare manutenzione e ben coibentata.

 

Come controllare il tiraggio?

Il controllo del tiraggio è semplice ed è una verifica che può fare chiunque senza l’intervento di un tecnico specializzato. Date fuoco ad alcuni fogli di carta che precedentemente avete sistemato nella parte bassa della stufa; osservate la fiamma: se questa tira in direzione della presa d’aria significa che tutto funziona come deve. 

Affinché il tiraggio sia sempre ottimale è importante occuparsi della manutenzione della canna fumaria, eliminando tracce di fuliggine, tipicamente prodotta soprattutto da legna di bassa qualità. Vi suggeriamo dunque di scegliere legna tenera e poco umida. 

 

Come pulire il vetro della stufa a legna?

Un possibile metodo per pulire il vetro della stufa a legna prevede l’uso di acqua e ammoniaca. Riempite uno spruzzatore con la soluzione dei liquidi sopracitati nella quantità di 50 e 50. Erogate alcuni spruzzi del prodotto sulla parte interna del vetro e strofinate con della carta assorbente oppure con un panno morbido. In caso di sporco resistente, lasciate agire la soluzione per un paio di minuti prima di strofinare.

 

Come accendere la stufa a legna?

Come prima cosa è importante utilizzare legna la cui umidità non sia superiore al 20%, questo va inteso come consiglio e non come obbligo tassativo. La legna va disposta in modo tale da formare un primo strato longitudinale e un secondo trasversale. Lasciare qualche centimetro di spazio tra i ceppi favorisce il passaggio dell’aria. L’aggiunta di rametti secchi e un po’ di carta appallottolata facilita la combustione. A questo punto si può appiccare il fuoco alla carta lasciando aperte le prese d’aria e la saracinesca del tiraggio mentre lo sportello deve stare chiuso.

 

Cosa mettere dietro una stufa a legna?

Per evitare che il calore generato dalla stufa danneggi la parete, è opportuno applicare una placca protettiva in acciaio spessa almeno 1,5 mm. Nello specifico è bene optare per una lamiera in acciaio inox austenitico 304L, perfetta per assicurare una migliore diffusione e dissipazione del calore.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

4 COMMENTI

Pasquale

March 10, 2021 at 5:16 pm

Buona sera. Poiché abito in montagna vorrei acquistare e ristrutturare il mio chalet in vista della prossima stagione invernale. Mi piacerebbe sostituire la stufa a legna usata dai miei zii con un nuovo modello dalle alte prestazioni. Il mio budget è abbastanza variabile, perciò accetto qualsiasi consiglio. Grazie in anticipo.

Risposta
BuonoedEconomico

March 11, 2021 at 10:15 pm

Salve Pasquale,

avere la giusta stufa in montagna è fondamentale: quando le temperature calano diventa davvero difficile sostenere il freddo.
Ecco perché, tra le diverse proposte che puoi trovare qui e su Internet, una che secondo noi può fare al caso tuo è Nordica: una stufa dall’ingombro ridotto e dalle alte prestazioni.
Vanta anche un costo accessibile, perciò non dovrai spendere molto per vivere al caldo nel tuo chalet.

Saluti

Team BeE

Risposta
Mirco

March 9, 2021 at 10:19 am

Buonciorno o bisogno di capire quale stufa a legna con forno posso prendere? Sono poco pratico ma voglio fare un regalo a mio papà grazie

Risposta
BuonoedEconomico

March 10, 2021 at 8:47 pm

Ciao Mirco,

per capire meglio quale tipologia suggerirti, abbiamo bisogno di sapere alcune informazioni, come lo spazio a disposizione e l’uso che ne dovrà fare tuo padre.
In ogni caso, Fraschetti è un marchio che offre una stufa a legna davvero conveniente e vantaggiosa, perché versatile e dalle alte prestazioni.
Riuscirete ad alzare la temperature di casa e a cucinare senza problemi.

Saluti

Team BeE

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status