Le 5 Migliori Capsule di Caffè del 2020

Ultimo aggiornamento: 25.02.20

 

Capsule di caffè – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Per molti italiani, quello del caffè è un momento sacro: è il preambolo fondamentale della giornata, il piacere che prepara agli impegni lavorativi e familiari, e deve essere celebrato come si deve. Le capsule permettono di coniugare il gusto per il caffè con le esigenze pratiche della nostra frenetica vita quotidiana: preparazione rapida, pulita, con risultati prossimi a quelli del vostro bar di fiducia. Ma è una scelta costosa, rispetto alla moka tradizionale. Ecco perché abbiamo selezionato un campionario di prodotti originali e compatibili con i diversi tipi di macchine attualmente in commercio, che consentano di risparmiare senza offendere il palato dei più esigenti degustatori. Al primo posto abbiamo collocato la marca Vergnano 1882, offerta online in pacchi da 30, che hanno il doppio vantaggio di essere convenienti e smaltibili nel contenitore dell’umido. La seconda piazza è dedicata alla marca Lavazza, nella variante Espresso Passionale. Nei gradini più bassi troverete, però, le offerte più convenienti da un punto di vista squisitamente economico.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore capsula di caffè?

 

Le vendite di macchine per il caffè hanno conosciuto una grande espansione negli ultimi anni. Sollecitati da campagne pubblicitarie che hanno mobilitato e mobilitano celebri star di Hollywood, ci siamo innamorati dalla possibilità di avere il caffè del bar a ogni ora del giorno e della notte, senza andare al bar. Bisogna però tenere nella giusta considerazione anche i rischi e gli svantaggi, per orientarsi e capire come scegliere una buona capsula di caffè. Ed è quello che faremo. Alla ricerca delle migliori capsule di caffè del 2020, abbiamo cercato di suggerire alcuni criteri di acquisto, non solo economici.

Per chi non ha ancora la “macchina”

A monte della scelta della migliore capsula di caffè c’è la selezione della macchina in cui andrà inserita. Ci sono le capsule vendute direttamente dai produttori delle macchine e le capsule “compatibili”.

In generale, sarebbe meglio avere un’ampia scelta di prodotti tra cui selezionare, anche per non essere ricattati da prezzi senza concorrenti. Quindi, meglio optare per prodotti aperti a diverse marche di capsule.

Le capsule “compatibili”, inoltre, sono spesso più economiche, senza perdere necessariamente in qualità, e facilmente reperibili in Rete e nei supermercati. I pacchi venduti online, inoltre, permettono di risparmiare grazie a un rifornimento “all’ingrosso”, in grado di ridurre di quattro o cinque centesimi (questi sono gli ordini di grandezza) il costo per ogni singolo caffè, rispetto all’acquisto nei supermercati.

 

Ma quanto mi costi?

Se si considerano i prezzi di un bar, appare evidente che, soprattutto una volta ammortizzato l’acquisto della macchina, le capsule costano molto meno. Se il prezzo di una tazzina al bar è di circa un euro, con le macchinette casalinghe si possono risparmiare tra i 40 e gli 80 centesimi.

Se si confronta, invece, il costo di un caffè fatto con la tradizionale moka, allora i conti pendono decisamente a favore della moka. Il costo di una tazzina prodotta con la capsula può essere quattro o perfino cinque volte superiore. Secondo attendibili calcoli e pareri, il consumo di 4 capsule al giorno può costare da 250 fino a cifre superiori ai 600 euro all’anno. 

E tuttavia, chi ha scelto la via delle capsule non sembra lamentarsi. I vantaggi legati alla comodità, alla rapidità e alla qualità fanno passare in secondo piano qualunque obiezione. Compresa quella ecologica.

Impatto ambientale

Ecco, infatti, un altro criterio da prendere in considerazione, prima di decidere quale capsula di caffè comprare: la compatibilità ambientale. Non c’è dubbio che le capsule producano più rifiuti rispetto all’uso della moka tradizionale, ma anche di macchine che usano cialde, caffè in polvere o in chicchi.

C’è chi ha fatto calcoli abbastanza precisi in materia: la scelta delle capsule ci fa produrre sei chilogrammi in più di immondizia. In questa cifra rientrano gli imballaggi, il caffè contenuto nella capsula e la capsula stessa, molto spesso in materiale non riciclabile destinato al contenitore dell’indifferenziata. 

Spesso sì, ma non sempre. Come si leggerà nelle nostre recensioni, c’è chi ha provveduto a realizzare prodotti compostabili, smaltibili nel cassonetto dell’umido. Fin qui si è parlato di criteri sostanzialmente economici, ma anche il gusto vuole la sua parte. Non abbiamo trascurato la materia prima, la miscela Arabica, il profumo e il sapore finale. Ma su questo, come sempre, l’ultima parola non può che essere la vostra.

 

Le 5 migliori capsule di caffè – Classifica 2020

 

 

1. Vergnano 1882 Arabica Capsule di caffè

Principale vantaggio

Compatibili con macchinette Nespresso e Èspresso, sono in vendita in confezioni di cartone e realizzate in materiale compostabile. Non sono le più economiche, ma il rapporto qualità prezzo, unito all’attenzione all’ambiente, le fa balzare al primo posto della nostra top five.

 

Principale svantaggio

Il costo per ogni capsula, nel caso del prodotto qui suggerito, è di circa 23 centesimi di euro. Si trovano anche offerte più convenienti.

 

Verdetto 9.7/10

Facilmente reperibili in Rete e nei supermercati, le capsule Vergnano sono in vendita sia in versione compatibile con macchine Nespresso sia per macchine Lavazza A modo mio. La miscela arabica del caffè è di prima qualità e conserva il suo aroma nelle capsule compostabili. Tutto a un prezzo medio basso. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Vergnano, caffè da più di un secolo

Risale al 1882 la dedizione al caffè di questa storica azienda piemontese, nata a Chieri a pochi passi dalla sabauda Torino. Da piccola bottega è passata alla torrefazione, per poi svilupparsi in industria negli anni Cinquanta e conquistare la distribuzione nei bar negli anni Ottanta.

Oggi Vergnano è un nome noto nel mondo, grazie a un’attenzione non comune nella selezione delle materie prime, una lungimirante strategia di marketing e un sincero impegno che travalica i confini del business e coniuga commercio, ecologia e inclusione sociale.

Dal 2015 la Vergnano ha infatti raccolta la sfida della sostenibilità ambientale, con la creazione delle capsule di caffè compostabili, che possono essere gettate nei sacchi dell’umido. Come si vedrà, non è una scelta scontata né ovvia. L’alluminio e la plastica sono ancora molto utilizzate per la realizzazione delle capsule, e purtroppo in forme non riciclabili.

Sostenibilità economica

Come spieghiamo nella guida, le macchine per caffè in capsule costituiscono sicuramente il modo più comodo per prepararsi una buona tazzina in casa, ma sono anche il meno economico in assoluto. Con il prodotto che qui recensiamo bisogna preventivare un costo, per tazza, di circa 23 centesimi, a cui aggiungere il costo della macchinetta che, mediamente, si può considerare ammortizzato nel giro di cinque anni.

L’offerta n Rete che vi suggeriamo permette di risparmiare grazie all’acquisto di 240 capsule suddivise in otto confezioni da trenta, ma si trovano in commercio anche scatole da 50. Sono tra i prodotti più venduti, grazie alla compatibilità come le macchine Nespresso oltre a quelle, distribuite dalla Vergnano stessa, Èspresso 1882 Trè. 

Inutile negare che esistano marche proposte a prezzi inferiori, ma è raro trovare un’identica attenzione alla qualità e all’ambiente: l’involucro va nella plastica, la scatola nella carta e la capsula nell’organico.

 

Il gusto non delude

L’assaggio, che resta uno degli elementi fondamentali di giudizio, è più che soddisfacente. Rari (sebbene non manchino) i pareri completamente negativi, tra le recensioni e i consigli d’acquisto. Qualche riserva, tra gli esperti, si registra. In compenso, le analisi organolettiche fatte da laboratori specializzati promuovono a pieni voti. 

Vergnano non propone una varietà di gusti paragonabile alla Nespresso, ma si difende con pochi prodotti (cinque in tutto, più il decaffeinato) di buon livello, che si segnalano per una maggiore o minore aromaticità, per la composizione, per la cremosità e per l’intensità. La miscela che qui proponiamo è Arabica pura, ottenuta mescolando caffè proveniente da Africa, Sud e Centro America. Il profumo è particolarmente intenso, penetrante, così come lo ama chi non considera iniziata la propria giornata finché le sue narici non sono solleticate dall’aroma della prima tazzina. 

C’è chi lamenta una differenza sostanziale rispetto al caffè Vergnano venduto in cialde, sebbene, in linea teorica, le capsule si debbano considerare più efficienti nella salvaguardia dell’aroma e nella protezione dall’umidità, principale responsabile della “corruzione” del caffè in polvere. Secondo noi, al netto di un costo che non è il più economico, e sommando le qualità specifiche del caffè con i vantaggi di un ridotto impatto ambientale, queste capsule meritano la prima posizione nella nostra classifica e di essere tra i prodotti più venduti sul mercato.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Lavazza Espresso Passionale Capsule di caffè

 

Come abbiamo sottolineato nella nostra guida all’acquisto, ogni macchinetta per il caffè in capsule ha il suo standard, salvo prodotti compatibili di diverse marche. In questo caso, abbiamo selezionato un prodotto Lavazza, destinato alle macchine Lavazza A Modo mio. Grazie alla possibilità di acquistare online all’ingrosso (per modo di dire), con l’offerta di 5 confezioni da 36 capsule, il costo per ogni tazzina si aggira intorno ai 21 centesimi. Non è la cifra più bassa, neppure per questo mercato, ma è nella media.

Esistono alternative (e le vedremo) che garantiscono un risparmio circa 9 centesimi, ma secondo noi e, in base ai giudizi riscontrati, non sono altrettanto affidabili sul gusto e sull’efficienza. Se si compra al supermercato, il costo medio potrebbe essere di 36 centesimi. Anche questo è un prodotto torinese, città che accoglie alcuni dei più antichi e conosciuti Caffè storici del nostro Paese. La qualità che qui proponiamo è particolarmente forte e intensa, con una consistenza cremosa e vaghe note di cioccolato nel primo aroma. È composta al 100% da miscela arabica, pur proveniente da diversi continenti: Sud America (Brasile) e India. 

L’analisi organolettica di laboratori indipendenti certifica una qualità quasi impeccabile. L’impatto ambientale è complessivamente discreto, anche se al momento sono compostabili solamente le capsule di Lavazza Ricco. L’assaggio lascia insoddisfatti solo pochissimi utenti, ma si sa che sul gusto le varianti possibili sono molte e imponderabili. Rivediamo nella tabella riportata qui sotto tutti i punti che caratterizzano in bene e in male questa storica marca di caffè.

Pro
Rapporto qualità prezzo:

questa specifica offerta in Rete offre uno dei più alti rapporti qualità prezzo per capsule di caffè dedicate ai modelli A modo mio.

Gusto e qualità:

la Lavazza non delude e propone una qualità di caffè intensa, con un aroma pungente e piacevole e un carattere deciso.

Conservazione:

diverse e indipendenti analisi organolettiche testimoniano una perfetta conservazione del caffè e un buon sistema di erogazione.

Contro
Non compostabile:

Lavazza fa il possibile per ridurre l’impatto degli imballaggi, ma una capsula compostabile è un’altra cosa. 

Acquista su Amazon.it (€36,3)

 

 

 

3. Bialetti Napoli Forte Capsule di caffè

 

Completa il podio d’onore un prodotto dedicato ai possessori di macchine Bialetti. Non a caso, la marca delle capsule è proprio Baletti, anche perché, è inutile negarlo, i prodotti “compatibili”, sebbene non manchino, si concentrano soprattutto sulle macchine Nespresso e Lavazza A modo mio. E tuttavia, in questa guida cerchiamo di aiutare tutti nei propri acquisti, anche le “minoranze”.

Le notizie peggiori arrivano dal fronte economico. Anche con l’ausilio di offerte online come quella qui proposta, il costo per tazzina si aggira intorno ai 33 centesimi, la cifra più alta in questa cinquina di prodotti. Le recensioni degli utenti, tuttavia, promuovono senza troppe esitazioni la qualità del caffè: gusto, aroma e corpo soddisfano pienamente.

Un caffè che sceglie di chiamarsi Napoli, d’altra parte, correrebbe seri rischi se non dovesse convincere del tutto gli appassionati della bevanda. La città evoca un amore secolare per il caffè, immortalato da alcune delle più intense pagine del teatro di Eduardo De Filippo, ma non ama farsi strumento di marketing ingiustificato. La Bialetti garantisce di avere selezionato a fondo diverse miscele, per regalare a ogni città i sapori della propria tradizione. 

Le capsule sono in alluminio, velate da un filtro in carta e uno in silicone. Dopo l’uso, a ogni utente è consegnato il compito di rendere il residuo compatibile con l’ambiente: si può smontare la capsula, gettare caffè esausto e filtro in carta nella raccolta dell’organico, il filtro di gomma nella plastica, il rivestimento nell’alluminio. Ma si può anche buttare tutto nell’indifferenziata. Abbiamo riassunto le migliori e le peggiori caratteristiche delle capsule Bialetti nella tabella sottostante.

Pro 
Il sapore delle città:

Bialetti ha cercato di venire incontro alle tradizioni della nostra lunga penisola, studiando miscele specifiche per le città in cui l’amore per il caffè è più radicato. 

Riciclabile:

i materiali con cui è realizzata la capsula la rendono almeno parzialmente riciclabile.

Contro
Prezzo alto:

il costo per tazzina preso in considerazione è tra i più alti. Probabilmente concorre il rivestimento in alluminio, che rende il prodotto riciclabile.

Complicato:

le capsule si possono scomporre in parti singolarmente riciclabili, ma è un’operazione che non tutti avranno la pazienza di compiere.

Acquista su Amazon.it (€18,2)

 

 

 

4. Caffè Borbone Respresso Miscela Blu Capsule di caffè 

 

È uno dei prodotti più venduti online, e la Rete si conferma il luogo migliore dove acquistare questo genere di prodotto. La spiegazione è soprattutto nel costo di soli 16 centesimi a tazzina. Le capsule sono compatibili con macchine Nespresso e Nescafè Dolce Gusto. Nel complesso, si tratta di un caffè di discreta qualità e le confezioni si dimostrano sostanzialmente efficienti. Dal punto di vista ecologico, tuttavia, non sono certamente la migliore soluzione. Le capsule non sono riciclabili e finiscono nell’indifferenziata. 

Ci rendiamo conto che un risparmio dai cinque ai dieci centesimi, moltiplicato per 365 giorni di consumo in un anno, costituisce un valore che non si può sottovalutare, ed è la ragione per cui il prodotto è nella nostra vetrina. La qualità del caffè risulta più che accettabile. Suscita qualche perplessità tra gli “esperti”, ma passa indenne l’esame della maggior parte degli utenti. La formula del caffè Borbone unisce miscela Arabica e Robusta, è consigliata a chi predilige una struttura corposa e cremosa. 

La miscela Arabica è generalmente considerata più pregiata, ma non è detto che un giusto equilibrio fra le due non sia la formula giusta per il vostro palato. La Borbone è sul mercato anche con capsule compatibili con le macchine Lavazza, che consentono un risparmio analogo. Abbiamo riassunto pro e contro di questa marca di caffè, in cima alle classifiche di vendita dei siti di e-commerce. 

Pro
Prezzo conveniente:

con un costo per tazzina di 16 centesimi, è certamente una delle offerte più convenienti sul mercato. 

Cremoso:

da molti utenti è giudicata la scelta giusta per chi ama un caffè particolarmente cremoso.

Contro
Miscela mista:

non è un difetto ed è una pratica diffusa unire miscela Arabica e miscela Robusta, ma se si cerca l’Arabica al 100%, questo non è il prodotto giusto.

Poco ecologica:

la capsula di caffè Borbone non è riciclabile, neppure con molta buona volontà. 

Acquista su Amazon.it (€18,16)

 

 

 

5. Nescafé Dolce Gusto Espresso Intenso Capsule di caffè

 

Questo prodotto è destinato ai proprietari di una macchina Nescafè Dolce Gusto, che ha la caratteristica di preparare anche altre bevande calde, oltre al caffè. Il costo per tazzina non è tra i più bassi, ma neppure fuori media: 28 centesimi. La miscela è una ricercata composizione di Arabica e Robusta, proveniente da Asia e Sud America, con intensità medio-alta, valutata in 7 su 11 nell’etichetta del produttore. 

Il Nescafè Espresso Intenso dimostra di convincere gli acquirenti. Le recensioni negative non mancano, ma sono decisamente in minoranza rispetto a chi afferma di gradire la funzionalità e il gusto di queste capsule. Dal punto di vista ecologico, certamente non sono la scelta migliore. Sono in plastica, il materiale considerato più impattante sull’ambiente, e assolutamente non riciclabili. 

Il set in vendita prevede 96 capsule, suddivise in 6 confezioni da 16. La qualità Intenso è caratterizzata da un sapore corposo e da piacevoli punte speziate. Abbiamo messo in fila tutte le caratteristiche migliori e peggiori di questo prodotto Nestlé, come potete verificare nella tabella che segue.

Pro
Gusto originale:

il gusto di queste capsule è intenso e originale, frutto di un’attenta miscelazione di diverse qualità di caffè.

Contro
Capsule non riciclabili:

la scelta della plastica è sicuramente una delle peggiori rispetto alla sostenibilità ambientale.

Prezzo:

28 centesimi per tazzina non è un prezzo fuori mercato, ma considerata la qualità, poteva essere fatto uno sforzo per ridurlo un po’.

Arabica e Robusta:

chi ama un caffè lievemente più leggero, generalmente garantito dalle qualità con 100% di miscela Arabica, potrebbe non apprezzare.

Acquista su Amazon.it (€23,94)

 

 

 

Come scegliere e usare le macchine da caffè

 

Certo, le macchine per preparare un caffè espresso in casa non hanno la poesia della moka. L’attore e commediografo napoletano Eduardo De Filippo non avrebbe mai scritto alcune delle sue pagine più divertenti e commoventi se avesse avuto di fronte capsule che si inseriscono da uno sportello e in pochi secondi ci servono una perfetta tazzina fumante. 

Al posto del classico gorgoglio della caffettiera, ora c’è un fastidioso ronzio elettrico, ma che volete farci? Bando ai rimpianti e largo al nuovo. In questa guida per scegliere la migliore capsula di caffè abbiamo suggerito criteri e individuato prodotti, che spesso sono legati a doppio filo al tipo di macchinetta che avete comprato o avete intenzione di comprare.

La capsula prima della macchina

Come abbiamo anticipato, la scelta della macchina condiziona almeno in parte l’acquisto delle capsule, ma forse bisognerebbe ribaltare questo criterio. Le macchine più note sul mercato sono quelle con sistema Nespresso, Lavazza A Modo mio, Nescafè Dolce gusto, Bialetti, Segafredo MyEspresso. 

È indiscutibile che le capsule siano il modo più semplice di prepararsi un caffè all’altezza di quello di un bar, ed è altrettanto chiaro che siano il metodo più costoso. Le alternative sono le macchine automatiche, che adoperano caffè in chicchi o in cialde, e quelle manuali, per le quali serve il caffè in polvere.

Non è questo il luogo per una approfondita comparazione tra i modelli, ma in un anno si preparano circa 1400 caffè, calcolando una media di quattro al giorno per 350 giorni: le capsule sono rapide, pulite, efficienti e semplicissime da usare. 

Bisogna soltanto porre attenzione al costante livello dell’acqua nell’apposito serbatoio e svuotare il contenitore in cui finiscono le capsule esauste. Operazioni che non richiedono nessuna capacità manuale e si effettuano in pochi secondi. 

 

I vantaggi della capsula

Diversamente dalle cialde, che sono simili alle bustine di tè, le capsule proteggono ottimamente la miscela di caffè macinato dall’umidità e ne custodiscono l’aroma. Sono realizzate in alluminio, plastica o, più raramente, in materiale compostabile. 

Le cialde hanno il vantaggio di essere universali e di potere essere usate su qualunque tipo di macchina predisposta, ma perdono rapidamente l’aroma quando sono lasciate a riposare. Esistono infine le macchine che fanno tutto, dalla macina alla preparazione della singola tazzina.

Sono consigliate esclusivamente a chi ha un’autentica passione per il caffè, e considera un effettivo vantaggio l’opportunità di creare la propria miscela personale, macinando diverse qualità di chicchi. I tempi di preparazione, infatti, sono più lunghi; le macchine sono ingombranti, mediamente più costose e richiedono una maggiore manutenzione. In compenso, produrrete pochissimi rifiuti. 

Una bevanda leggendaria

Il caffè non è solo un prodotto alimentare. In Occidente, e in alcune zone d’Italia in particolare, è investito di una valenza culturale importante e non è un caso se attorno alla bevanda e nel suo nome sono sorti luoghi di ritrovo e di convivio che hanno fatto la storia. 

I Caffè sono spesso associati alla produzione letteraria, alla circolazione di idee, talvolta perfino alla cospirazione rivoluzionaria. Il caffè è da sempre circondato da un alone di leggenda, che ne amplifica le qualità stimolanti ed eccitanti. Che sia una tradizione reale o una manipolazione successiva, si legge un po’ ovunque dell’episodio in cui Maometto ricevette una bevanda scura dall’Arcangelo Gabriele, e grazie ad essa sconfisse 40 eserciti e appagò 40 fanciulle. 

Forse sull’onda di questa fantasia e sulla dubbia certificazione medica di alcune proprietà del caffè sono nate miscele che garantiscono proprietà afrodisiache. Come sempre in questi casi, meglio tenersene lontani. Per valutare la qualità di un caffè basta affidarsi al naso e alle papille gustative. Come per il vino, gli esperti procedono prima a una analisi olfattiva. Si possono già percepire note di cioccolato, sfumature fiorite e fruttate e il classico aroma tostato.

Nel palato si distinguono i caffè più o meno corposi e più o meno cremosi, per poi avvertire il grado di amarezza, dolcezza, acidità. Anche l’occhio vuole la sua parte, perché, se non è possibile vedere il futuro nei fondi di caffè, nel colore della bevanda si intuisce già la sua qualità. Ma non è finita: anche dopo avere bevuto, si percepiscono ancora profumi per via retronasale, che segnalano l’intensità e la ricchezza del caffè e ne misurano la persistenza. 

 

 

 

Domande frequenti 

 

 Dove smaltire le capsule di caffè?

Dipende dal materiale della capsula. Se questa è composta in plastica dovrete rimuovere la linguetta in alluminio e lavare i residui di caffè rimasti per poi gettare il tutto nel bidone della plastica, oppure metterla nella busta della plastica per la raccolta porta a porta. Per altri tipi di capsule come quelle in alluminio dovrete portarle nei centri di riciclo appositi della vostra città, in quanto l’alluminio è un materiale riciclabile al 100% e quindi potrà essere in seguito riutilizzato per la creazione di altre capsule.

 

Quanti tipi di capsule di caffè esistono?

Ci sono molti tipi di capsule di caffè, alcune progettate esclusivamente per macchinette del caffè come ad esempio quelle Nespresso. Potete trovare sul mercato tantissime capsule prodotte da diverse ditte, dovete solo cercare quelle compatibili con la vostra macchinetta. Alcune marche offrono una vasta selezione di gusti che vanno da quelli più leggeri e dolci a quelli più forti. Il nostro consiglio è di provarne vari in modo da capire quali sono le migliori per i vostri gusti.

 

Come aprire un negozio di capsule di caffè?

Come ogni per attività commerciale in Italia, anche aprire un negozio di capsule per caffè non è assolutamente facile. Prima di tutto dovete fare qualche ricerca di mercato, per capire in quale posizione della vostra città aprire il negozio in modo da avere più visibilità possibile. Tenete conto che aprire un locale nel centro storico di una città importante come Bologna, Firenze, Roma o Milano vi costerà davvero caro in termini di affitto e tasse. Dovete in seguito cercare dei fornitori, magari pianificando le vendite di un determinato prodotto, cercando di differenziarvi. Se in città esiste già un rivenditore autorizzato di una grande marca, potete pensare di promuovere torrefazioni del luogo che producono capsule.

 

Come ricaricare le capsule di caffè?

Solo alcune macchinette di caffè sono compatibili con capsule ricaricabili, quindi controllate anche le specifiche della vostra. Prendete la capsula di caffè vuota dal cassetto di raccolta, poi con un coltellino o un altro oggetto tagliente dovrete aprire la parte superiore e svuotarla completamente, lavandola per togliere i residui di caffè rimasti. Dopo che la capsula si è asciugata potete riempirla di caffè fino all’orlo e poi coprire il tutto con della carta di alluminio. Infine inserite la capsula nella macchinetta e procedete con l’erogazione del caffè.

 

Cosa contengono le capsule di caffè?

Le capsule oltre al caffè contengono anche un composto organico chiamato furano che si forma nei cibi e nelle bevande come le verdure, il pollo cotto e alcune tipologie di caffè. Il furano è contenuto anche nel caffè tostato e macinato, quindi non è un elemento che si trova solo nelle capsule. La quantità del composto è comunque molto bassa in quanto questo è estremamente volatile, quindi se il caffè è stato preparato bene le tracce di furano saranno minime. Ci sono state diverse controversie sulla quantità di furano presente nelle capsule di caffè, in quanto cancerogeno se preso in grandi quantità.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Capsule di Caffè – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Gustare un caffè buono e corposo dipende molto dalla qualità della miscela: nel caso delle capsule, sicuramente anche da quella della polvere all’interno. Trovare quella giusta può essere frutto di una lunga ricerca, ma vi accorgerete come le formulazioni siano tante e adatte a ogni tipo di palato. Meglio originali o compatibili? Date uno sguardo alle nostre proposte, per capire quale sia la più conveniente. Se non avete tempo di leggere i nostri suggerimenti, ecco qui i prodotti che ci hanno conquistato. Caffè Borbone Don Carlo Miscela Nera contiene un caffè forte per palati che li prediligono e arriva in una conveniente confezione da 100 pezzi. Ci ha convinto anche Nescafé Dolce Gusto Cortado Espresso Macchiato, dedicato agli amanti del caffè macchiato, che permettono di ottenere la formulazione come quella del bar. Nella scatola troverete 48 capsule, per godervi il momento di relax al meglio e tutte le volte che volete.

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere le migliori capsule di caffè?

 

Il momento del caffè è uno dei preferiti da molti utenti che non sanno rinunciare a una buona miscela. Chi ha una macchina in casa che supporta le capsule, potrà scegliere quelle della migliore marca per deliziare il palato. Leggete i nostri suggerimenti qui per capire come trovare l’offerta più valida sul mercato.

 

 

Come sono fatte

Se non avete mai avuto a che fare con delle capsule di caffè, sappiate che si tratta di contenitori di forma cilindrica che contengono il prodotto in polvere, pressato in modo da rimanere al suo interno ben concentrato.

Il grande vantaggio di questa soluzione, rispetto alle cialde, è che riesce a mantenere il caffè all’interno di un’atmosfera protettiva, così da non far disperdere la fragranza. Per questa ragione, quando ne prendete una dalla confezione, potete sentire tutto l’aroma della miscela anche da chiuse.

Alcune hanno un corpo in plastica che può stare a contatto con gli alimenti, altre in alluminio, ma entrambi i materiali permettono alla polvere di mantenere inalterate le sue caratteristiche. Potrete quindi scegliere indipendentemente l’una o l’altra, per ottenere una tazza di caffè corposa e piena di aroma.

Un’altra soluzione è quella di optare per capsule autoprotette, ovvero costituite da un corpo in cartoncino, se non volete restare su materiali che possono essere difficilmente riciclati. Quelle ricaricabili, invece, consentono di diminuire l’impatto ambientale e di non farvi spendere più del dovuto. Nella nostra classifica in basso troverete varie soluzioni che potrete adottare per risparmiare qualcosa in più.

 

Originali o compatibili?

Un problema che si pone spesso chi confronta i prezzi è quello di trovare l’offerta migliore per le proprie tasche. Quando parliamo di capsule la prima cosa che ci viene in mente è proprio se scegliere una confezione originale, ovvero dello stesso marchio della macchina per caffè, oppure compatibile.

Nel primo caso dovremo attenerci al prezzo imposto dall’azienda, che in alcuni casi non è per niente appetibile, anzi comporta un esborso abbastanza importante. Per questa ragione spesso si preferisce optare per quelle compatibili, che possono essere acquistate in gran numero e a un costo ragionevole.

Il primo passo da compiere è verificare che la macchina le supporti: non tutte infatti accettano, per la forma, tutte le capsule, per cui è preferibile verificare che quelle scelte vadano bene per il modello posseduto.

Un dubbio può nascere sulla qualità della miscela contenuta: fare riferimento alle recensioni degli altri utenti può essere la discriminante fondamentale per capire se state scegliendo il prodotto più valido.

 

 

La quantità da acquistare

In commercio sono presenti diverse soluzioni in base alle vostre esigenze: valutate quindi il consumo di caffè che fate. Per un’azienda sarà necessario optare per una confezione con numerose capsule, in modo da ammortizzare i costi.

Se invece volete farne un impiego casalingo, magari per offrire agli amici una miscela differente, non dovrete propendere per una spesa troppo alta, in quanto basterà il necessario per soddisfare le esigenze di tutti.

 

Le 5 Migliori Capsule di Caffè – Classifica 2020

 

Qui potete leggere le nostre opinioni sui cinque modelli più validi venduti online. Valutate i prodotti scelti nella nostra comparazione per capire quali capsule di caffè comprare.

 

Caffè Borbone Don Carlo Miscela Nera

 

Le capsule di Caffè Borbone sono tra le più vendute per il buon rapporto quantità/prezzo che le contraddistingue. Nella confezione infatti troverete ben 100 pezzi che non comportano una spesa importante e che quindi soddisfano anche i risparmiatori.

Ogni capsula ha un rivestimento in alluminio e ha una scadenza di 24 mesi dalla data di produzione: se non volete usarle tutte in breve tempo, avrete la possibilità di conservarle per un bel po’ prima che non siano più buone.

Sono pensate per essere compatibili con le macchine Lavazza con il sistema A Modo Mio, tra le quali è inclusa la conosciuta Minù, preferita da molti acquirenti. La miscela inclusa in ogni capsula è cosiddetta “nera”, dal sapore forte ma equilibrato, adatto a palati che apprezzano gusti più strong.

Ciò che non convince è invece la cremosità della formula, in quanto il caffè ottenuto appare abbastanza annacquato rispetto ad altri.

 

 

 

Nescafé Dolce Gusto Cortado Espresso Macchiato

 

Una delle offerte che ci è piaciuta di più è quella di Nescafé Dolce Gusto, che propone le migliori capsule di caffè per chi vuole variare e gustare qualcosa di diverso dal semplice caffè espresso.

All’interno di ogni capsula, infatti, è incluso il latte in polvere, che ha come effetto quello di dare vita a un buon macchiato come al bar, ma con il vantaggio di sfruttare una ricetta spagnola che lo rende ancora più cremoso.

Viene molto apprezzato il gusto misto di mandorle con noci Pecan, che lo rende un prodotto diverso dal solito. La soluzione ha anche un costo molto accessibile, visto che prevede tre confezioni da 16 capsule ciascuna, per un totale di 48 pezzi ideali per un consumo abbastanza frequente.

Qualche perplessità hanno suscitato il sapore un po’ troppo dolce, che non a tutti risulta gradevole, e il fatto che le capsule siano difficilmente smaltibili, creando un problema a chi tiene molto all’ambiente.

 

 

 

Lavazza Blue Espresso Capsule Caffe’ Intenso Originali

 

Inseriamo nei nostri consigli d’acquisto anche una soluzione un po’ più costosa ma ideale per chi non ha fiducia nelle capsule compatibili. Lavazza mette a disposizione le sue originali della linea rossa, che possono essere usate esclusivamente sulle sue macchine.

Il grande vantaggio sta nel poter consumare un caffè dall’aroma corposo e potente, adatto a palati forti, tutte le volte che lo desiderate. Potrete infatti scegliere se acquistare la versione da 200, 300 o 600 capsule, in modo da risparmiare qualcosa in più.

Gli utenti sono soddisfatti nel ricevere un prodotto assolutamente originale, ma non altrettanto dai tempi di spedizione, che risultano in alcuni casi un po’ troppo lunghi. Inoltre c’è chi lamenta di aver ricevuto un altro tipo di prodotto, essendo poi costretto a effettuare il reso. Questa soluzione tuttavia piace molto proprio per la qualità di un caffè che ha pochi concorrenti, tanto che molti considerano questa come le migliori capsule di caffè del 2020.

 

 

 

Nescafé Dolce Gusto Espresso Ardenza, Caffè Espresso

 

Anche questa proposta di Nescafé Dolce Gusto piace agli utenti più esigenti, che apprezzano di poter risparmiare un po’ di denaro e consumare il prodotto tutte le volte che desiderano. Potrete infatti avere a un prezzo molto conveniente ben sei confezioni, ognuna da 16 pezzi, per un totale di 96 elementi.

Il gusto è molto deciso e forte, dedicato ai palati che apprezzano aromi come la liquirizia e le bacche di ginepro. Il retrogusto è infatti speziato e l’intensità pungente, perfetta per chi vuole provare qualcosa di diverso dal solito caffè.

Piace molto che sia concentrato e che produca una buona schiuma nella tazzina, rendendo l’esperienza molto simile a quella provata in un bar. La compatibilità si limita a macchine della stessa marca, per cui non potrete acquistarle e usarle su altri modelli.

Dovrete inoltre fare i conti con il vostro gusto personale e valutare se preferire capsule con miscela più dolce e tradizionale.

 

 

 

Lictin Capsule Ricaricabili Dolce Gusto

 

Se rimangono ancora dubbi su come scegliere delle buone capsule di caffè, più per una questione di prezzo, non trascurate l’idea di scegliere quelle ricaricabili. Lictin mette a disposizione due soluzioni: sei capsule o tre, entrambe a un prezzo conveniente.

In ogni confezione troverete anche un pennello per pulirle dopo l’uso e un cucchiaio dosatore, per prelevare la polvere di caffè e inserirla al loro interno. Ogni pezzo può essere utilizzato fino a un massimo di 50 volte prima di essere gettato.

Il materiale che le compone è la plastica alimentare mentre il filtro, posto alla base, è in acciaio inossidabile, per cui resistente al contatto con l’acqua. Il prodotto è compatibile con le macchine Nescafé Dolce Gusto, per cui non potrete usarle su altri modelli.

Nonostante la convenienza dell’offerta, alcuni utenti riscontrano problemi come un risultato non ottimale ovvero un caffè poco gustoso dopo il primo uso.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

4
Leave a Reply

avatar
2 Commentare le discussioni
2 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
3 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoStefanoStefano I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Stefano
Ospite
Stefano

Nelle capsule ricaricabili si possono mettere le cialde?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Salve Stefano,

le capsule ricaricabili sono pensate per essere riempite con caffè in polvere…

Saluti

Stefano
Ospite
Stefano

Se faccio più di cinquanta caffè cosa succede?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Salve Stefano,

le capsule ricaricabili di plastica si danneggiano con l’uso prolungato, mentre quelle in acciaio le puoi usare quante volte vuoi.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 voti, media: 4.86 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status