Il miglior banco da lavoro

Ultimo aggiornamento: 15.10.18

Banchi da lavoro – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

I tavoli da lavoro che hanno raccolto più consensi dagli utenti e ci hanno colpito più favorevolmente sono due: Bosch PWB 600 sembra un semplice tavolo ribaltabile, ma organizza bene lo spazio circostante per potere tenere a portata di mano attrezzi e strumenti di lavoro con una portata massima di ben 200 kg. Black&Decker WM301-XJ spicca per la leggerezza, l’ingombro ridotto che occupa e il prezzo conveniente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il migliore banco da lavoro

 

Se sei appassionato di fai da te, nella zona che hai riservato al tuo hobby non puoi prescindere da un buon banco di lavoro che ti permetta di eseguire le varie operazioni in modo confortevole e disponendo del giusto spazio.

Cerchiamo di scoprire insieme, tramite questa guida all’acquisto, quali sono le peculiarità che contraddistinguono i modelli delle migliori marche, così da aiutarti a scegliere per il meglio.

1.Bosch PWB 600

 

Guida all’acquisto

 

In base allo spazio

Il primo aspetto di cui tenere conto, che secondo noi si colloca in vetta alla classifica di quelli da considerare, è quello relativo alle dimensioni del banco. È facile immaginare come sul mercato sia possibile trovarne letteralmente di ogni forma e grandezza (oltre che di prezzo) ma, secondo noi, è bene optare per un modello con una lunghezza attorno ai 2 metri, una larghezza tra i 50 e i 70 centimetri e uno spessore di almeno una decina di centimetri. In questo modo sarai certo di avere un prodotto sufficientemente ampio e robusto, adatto alla stragrande maggioranza di utilizzi.

L’altezza del piano da terra è un altro aspetto da valutare con attenzione e che è strettamente connesso al tipo di lavoro che eseguirai con maggiore frequenza. Facciamo qualche esempio: un banco alto 80 centimetri si dimostrerà idoneo, per quanto concerne la postura che ti troverai ad adottare, per operazioni come la piallatura, mentre uno più alto agevolerà lavorazioni di maggiore precisione. In generale, comunque, il nostro consiglio è quello di non superare quota 100/110 centimetri, in modo da assicurarsi sempre un elevato comfort in ogni ambito d’uso.

Naturalmente gli ingombri andranno anche valutati con attenzione tenendo conto dello spazio di cui disponi, così da avere una buona libertà di movimento, sia durante il lavoro sia nelle operazioni di pulizia del ripiano e del pavimento.

 

Posto per gli utensili

A seconda del modello e mettendo a confronto i prezzi potrai scegliere tra un banco di lavoro molto semplice ed essenziale e uno più professionale. In questo secondo caso, per esempio, puoi indirizzarti verso uno che disponga di una serie di scanalature all’interno delle quali sistemare gli attrezzi che utilizzi più di frequente.

I modelli per la lavorazione del legno, invece, dovrebbero essere dotati di due morse, di varie forme e dimensioni, che potrai sfruttare per fissare i pezzi da tagliare, intagliare e così via.

Altri ancora prevedono ripiani, cassetti o ganci particolarmente utili per fissare o sistemare gli attrezzi, la valigetta del trapano o dell’avvitatore e una serie di contenitori di varie dimensioni nei quali collocare la viteria o altri elementi analoghi. Leggi con attenzione le recensioni per scoprire le caratteristiche di ogni modello.

2.Capaldo CM.121X61X93-150H

 

Materiali e semplicità

In base alle tue necessità e allo spazio di cui disponi puoi scegliere tra un modello particolarmente robusto e ingombrante e uno più leggero ed eventualmente richiudibile. In questo caso, dunque, indirizzati verso un banco con gambe che possano essere ripiegate e fissate al tavolo se non addirittura smontate, in modo da poterlo riporre in un angolo per liberare la stanza quando non lo utilizzi. Ovviamente un modello smontabile è da preferirsi in caso di un uso saltuario, sebbene costi qualcosa in più.

Importanti sono anche i materiali utilizzati per il suo assemblaggio che influiscono sulla sua solidità, resistenza all’usura e stabilità. Tutti elementi determinanti per ottimizzare la spesa da sostenere per il suo acquisto ma anche per garantirti comfort e precisione nell’esecuzione di ogni tipo di lavorazione.

 

I migliori banchi da lavoro del 2018

 

Indispensabile in ogni officina, il banco da lavoro si rivela utilissimo anche per gli appassionati del fai da te che preferiscono cimentarsi da soli in piccole riparazioni o coltivare i propri hobby in casa.

Per fare una comparazione tra i vari modelli esistenti, di seguito elenchiamo quelli che sono per noi i cinque migliori banchi da lavoro del 2018.

 

Prodotti raccomandati

 

Bosch PWB 600 

 

Cominciamo subito con il miglior banco da lavoro pieghevole che è, a nostro parere, il modello della Bosch particolarmente alto e capiente, dispone di banco porta-troncatrice, inoltre consente una massima profondità di fissaggio con ganci  di ben 525 mm e tra i piani di 85 mm.

Nonostante il peso contenuto di appena 11,6 kg assicura una portata massima di ben 200 kg, non richiede delicatezza nell’uso.

È un prodotto che si apre e si ripiega in un attimo senza l’uso di attrezzi. La superficie di lavoro è in bambù scorrevole, perforato, con appoggio integrato, vano porta-accessori e manopole di fissaggio.

Si tratta di un banco di lavoro stabile, solido, resistente, adatto a svariate applicazioni. La struttura è in alluminio, non è ingombrante quando è chiusa ed esteticamente l’aspetto globale è molto apprezzabile.

In dotazione sono presenti quattro ganasce di fissaggio che sono flessibili e consentono di serrare in sicurezza pezzi sia a sezione circolare e sia voluminosi.  In poche parole, a nostro giudizio è il miglior banco da lavoro del 2018.

Tanto nei grandi centri commerciali quanto nelle piccole botteghe il marchio Bosch è garanzia di qualità, serietà e professionalità. A conclusione della nostra guida per scegliere il miglior banco da lavoro ti proponiamo adesso i pro e i contro di questo strumento e ti segnaliamo il link dove acquistarlo.

Pro
Dimensioni e portata:

Il piano da lavoro è relativamente spazioso e ti permette di poter svolgere molte attività di fai da te. Alla spaziosità si accompagna anche un’intrinseca robustezza che ti permette di poter lavorare anche con oggetti molto pesanti.

Leggero e solido:

Ideale per gli spostamenti da un luogo all’altro grazie alla veloce e semplice chiusura, il banco proposto da Bosch è anche e soprattutto solido in quanto non vibra e non traballa.

Contro
Non regolabile in altezza:

Un piccolo difetto che molti utenti hanno lamentato nei loro pareri è il fatto che il fabbricante non abbia previsto la possibilità di poter regolare in altezza il ripiano di lavoro: dovrai essere pertanto tu ad doverti (e saperti) adeguare a esso.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€153,89)

 

 

 

Black&Decker WM301-XJ

 

4. Black & Decker WM301-XJTra le varie offerte di banchi da lavoro presenti sul mercato, molto interessante risulta essere il modello della Black & Decker. Le misure sono 12,5 cm x 15,5 cm x 84 cm. Le ganasce sono lunghe 61 cm e l’apertura arriva fino a 11,5 cm.

Il carico massimo è di 160 kg.

È un banco da lavoro pieghevole, resistente, stabile grazie ai piedini gommati antiscivolo, ottimo per i piccoli lavori da fare a casa.

Gli assi sono di legno e la struttura è in solido acciaio con doppi fermi a gomito che rendono il prodotto più forte e adattabile a diversi tipi di applicazioni. Leggero, si trasporta facilmente, è poco ingombrante sia aperto che chiuso e particolarmente adatto a chi ha poco spazio a disposizione. Nonostante il prezzo sia molto contenuto, il banco da lavoro è valido e può vantare la consueta qualità Black & Decker.

Ogni banco da lavoro cela al suo interno segreti e piccoli difetti che, prima o poi l’occhio, vigile e attento degli utenti riesce a scovare. In questa sezione ti mostriamo i pro e i contro che gli utenti hanno individuato.

Pro
Semplicità:

È un banco da lavoro molto semplice e intuitivo da utilizzare. Alcuni utenti, a tal proposito, hanno addirittura avanzato al fabbricante la questione se fosse utilizzabile anche dai bambini.

Piano:

Pur non essendo molto grande , il piano da lavoro è stato in ogni caso molto apprezzato per via della sua ergonomia e della sua facilità d’impiego.

Contro
Istruzioni poco chiare:

Se sei uno smanettone del fai da te non avrai grosse difficoltà a montare il banco; viceversa, però, ne potresti trovare molte. Infatti sono molte le recensioni degli utenti che lamentano il fatto che il foglio di istruzioni sia tutt’altro che chiaro.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€33)

 

 

 

Fermart CM.121X61X93/150H

 

2. Capaldo CM.121X61X93 150HUn altro modello da tenere in considerazione per chi si sta chiedendo quale banco da lavoro comprare è quello proposto da Fermart le cui misure sono piuttosto ampie e comode associate al peso di circa 30 kg.

Si tratta di un banco da lavoro che dispone di pannello forato per appendere gli attrezzi, di una mensola portaoggetti superiore che misura 121 cm di lunghezza e 18 cm di profondità e di un ampio cassetto sottostante della stessa misura del ripiano.

La struttura è in acciaio e i pannelli sono in fibra di legno. Il piano è stabile (ha i piedini gommati), spazioso, semplice e veloce da assemblare perché è a incastro e consente il montaggio di una morsa.

In generale, il banco proposto dalla Fermart ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.

La guida per la scelta del miglio banco da lavoro rispondente alle tue esigenze prosegue adesso con un’interessante comparazione tra i pro e i contro che questo prodotto è riuscito a trasmettere agli utenti che lo hanno provato.

Pro
Montaggio:

Uno dei pregi maggiormente apprezzati da tutti gli appassionati e gli artigiani che l’hanno acquistato è la facilità e rapidità di montaggio. Se hai una certa praticità e una discreta dimestichezza, in pochi minuti il lavoro è fatto.

Rapporto qualità/prezzo:

Il bando da lavoro proposto da Fermart si presenta variegato tanto nelle possibilità di articolazione spaziale quanto nelle funzionalità che offre. Ciò nonostante il prezzo sia decisamente tra i più economici della fascia dei prodotti della stessa categoria.

Contro
Pesante:

Se ritieni che il tuo banco debba essere spostato con una certa frequenza forse non fa al caso tuo, visto che è decisamente pesante e spostarlo non è molto pratico.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€80,9)

 

 

 

TecTake 400915

 

3. TecTake 400915Proseguendo con i nostri consigli d’acquisto, parliamo qui di un prodotto da tenere in considerazione per chi si sta chiedendo come scegliere un buon banco da lavoro in legno: si tratta del modello della TecTake. Spartano ma perfetto per chi si dedica alla lavorazione del legno e ha bisogno di morse e di serraggio.

Il banco offre anche un comodo cassetto non estremamente grande e anche un piano intermedio di 59 cm x 33 cm circa.

Il peso è contenuto e inferiore a 18 kg.

Facile da montare, pratico, sufficientemente stabile, risulta più che adeguato per le esigenze di un hobbista. La superficie da lavoro è chiara, spaziosa e presenta quattro blocchetti di legno per appendere gli strumenti. La buona qualità complessiva del prodotto, unita al prezzo competitivo a cui viene offerto, ne fanno uno tra i migliori banchi da lavoro venduti online.

I banchi da lavoro recensiti sono tutti molto diversi l’uno dall’altro. Di seguito ti proponiamo un’interessante comparazione tra i pro e i contro del banco proposto da TecTake e, ancora oltre, il link dove acquistarlo.

Pro
Spazioso:

La superficie di lavoro si presenta relativamente ampia e congrua a permettere all’utente di poter eseguire qualsiasi tipologia di lavoro, dal tradizionale fai da te alle più originali lavorazioni hobbistiche.

Stabile:

Nel complesso il banco si presenta stabile e robusto. Gli utenti dichiarano, nelle varie recensioni sparse per il web, che questa caratteristica lo rende tra i migliori della sua categoria.

Contro
Accessori:

Nel banco possono essere integrati diversi accessori, oltre alle due morse già incluse e molto apprezzate da tutti gli utenti. Purtroppo, però, tali accessori supplementari sono tutti a carico dell’utente.

Acquista su Amazon.it (€63,99)

 

 

 

Einhell WB 50

 

5.Einhell 2210110 WB 50Al quinto posto della nostra classifica troviamo uno tra i banchi da lavoro più venduti, il modello dell’azienda tedesca Einhell. Più piccolo e modesto tra quelli visti finora, si propone di servire come piano accessorio per aumentare la superficie di lavoro, oppure per rispondere a bisogni diversi.

Richiudibile con dispositivo di serraggio, completo di porta-accessori, è dotato di supporto utensili e di quattro morse in plastica per fissare oggetti tondi e angolari.

Si tratta di un banco da lavoro piccolo, facile da usare e da trasportare, adatto per lavoretti domestici. È, inoltre, comodo, funzionale, robusto e sufficientemente stabile.

Da segnalare il montaggio non particolarmente complesso, la qualità generale che è apprezzabile e, infine, il prezzo che risulta particolarmente contenuto.

La guida che ti abbiamo presentato si chiude adesso con la descrizione dei pro e dei contro dello strumento appena recensito. Poi, a conclusione della sezione, fai una visita al sito dove acquistare il prodotto direttamente da casa tua.

Pro
Prezzo:

È forse il più economico tra quelli presenti sul mercato: ciò, naturalmente a discapito della quantità e della qualità degli accessori integrati.

Design:

Nonostante il prezzo davvero basso, questo prodotto è stato molto curato nella forma, nelle linee e nei colori, per risultarti quanto più gradevole possibile nell’uso.

Contro
Qualità materiali:

Il banco da lavoro è realizzato con materiali che, a detta degli utenti, sono di qualità non eccelsa: a tale conclusione essi sono giunti dopo aver testato praticamente il prodotto per svolgere semplici operazioni domestiche.

Accessori:

Già dalla visione attenta della foto, è possibile notare come siano assenti molti accessori presenti in altri bachi da lavoro. Prima di scegliere questo banco, piuttosto che un altro, assicurati dunque che sia consono agli obiettivi per cui intendi acquistarlo.

Acquista su Amazon.it (€17,2)

 

 

 

Come usare un banco da lavoro

 

Se vi piace fare bricolage e avete un garage o un’officina ben attrezzata, allora non può mancare un elemento fondamentale come il banco da lavoro sul quale poter eseguire al meglio i vostri lavoretti perché, anche se si tratta di un semplice hobby, il lavoro va fatto come si deve e ciò è possibile soltanto disponendo di tutta l’attrezzatura necessaria.

Le dimensioni

I banchi da lavoro sono disponibili in diverse misure ma è chiaro che, al momento dell’acquisto, è indispensabile fare i conti con lo spazio di cui si dispone. Tutti vorrebbero un’ampia area su cui operare ma purtroppo non sempre è possibile. Dunque, prendete bene le misure e tenete a mente che, una soluzione salvaspazio, è rappresentata dai banchi pieghevoli, da sistemare solo quando c’è un effettivo bisogno.

 

Scegliere in base ai lavori

Lo spazio a disposizione è un vincolo cui difficilmente ci si può sottrarre ma supponiamo non sia un problema. In questo caso, allora, la dimensione del banco deve essere adatta ai lavori che si svolgono di solito. Comprarne uno compatto perché magari non si vogliono ingombri tra i piedi, potrebbe costituire un problema se poi i lavori che si vanno a eseguire richiedono più centimetri.

 

Stabilità

Capita di dover fare lavori che richiedono una certa precisione e, in questo senso, un banco poco stabile, non aiuta. Inoltre, sempre nel caso di lavori di precisione, bisogna accertarsi che il tavolo sia dritto, senza dislivelli dovuti, magari, a una pendenza del pavimento. È bene servirsi di una livella per fare le verifiche necessarie.

 

Il banco deve essere robusto

La robustezza è un altro punti chiave. Può capitare di dover poggiare qualcosa di molto pesante e bisogna essere sicuri al cento per cento che il banco possa sorreggere il peso. In caso contrario potrebbero verificarsi degli episodi anche molto spiacevoli.

Lo spazio per gli attrezzi

Quando si lavora bisogna avere gli attrezzi a portata di mano e facilmente individuabili. Esistono banchi da lavoro che permettono di disporre in modo ordinato pinze, cacciaviti ecc. Spesso questi modelli hanno anche un secondo ripiano, posto nella parte inferiore dove si può adagiare, per esempio una saldatrice, un trapano o cose di questo tipo.

 

L’illuminazione

L’area di lavoro deve essere ben illuminata e i motivi sono evidenti: bisogna essere in grado di vedere alla perfezione cosa si sta facendo, se il taglio sta venendo dritto oppure se la misura sia stata presa in modo corretto. Dunque, disponete una lampada in modo tale che possa fornire la luce necessaria.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Morsa da banco

La migliore sega da banco

Scarpe da lavoro

Mola da banco

Set di attrezzi

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 votes, average: 4.80 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.