n n
n
n
▷ I migliori ferri circolari. Classifica e Recensioni

Il miglior ferro circolare

Ultimo aggiornamento: 11.12.19

Ferri circolari – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

I due ferri circolari che ci hanno colpito di più sono: KnitPro Deluxe Set Spectra Trendz è composto da 16 elementi in acrilico dotati di cavi intercambiabili. Ha un prezzo basso che rende possibile alle principianti avere un kit completo. Il KnitPro Set Nova Metal è costituito da sei ferri in ottone dalle punte affilate e di diverse dimensioni. I cavi in silicone non si attorcigliano durante l’uso e rendono più semplice la lavorazione della lana.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior ferro circolare

 

Se lavorare a maglia è una delle tue passioni non puoi farti mancare i ferri circolari migliori sul mercato. È così che puoi dar vita alle tue creazioni e far diventare anche un’attività quello che inizia come un hobby.

La nostra guida fornisce alcune indicazioni su come scegliere gli strumenti più consoni all’uso che ne devi fare proponendo successivamente la recensione di alcuni dei modelli più validi in commercio.

Guida all’acquisto

 

Come si usano

Realizzare da soli un capo in maglia è una piccola conquista possibile solo utilizzando i ferri circolari. Grazie a essi si possono realizzare pezzi piani come con i classici ferri diritti ma anche pezzi tubici della circonferenza desiderata. In questo caso puoi usare il cosiddetto metodo “magic loop” che permette di realizzare tubi di maglia molto stretti tramite cavi lunghi.

Anche se meno intuitivo del Continental, che consiste nel tenere il filo nella mano sinistra, possono essere usati anche con il tipico metodo Lever, ovvero tenendo un ferro sotto il braccio destro. Dai un’occhiata alla nostra classifica che indica i modelli più validi in commercio per trovare quello più adatto alle tue necessità.

 

Ferro fisso o con punte intercambiabili?

Se hai già dei ferri diritti potrai notare che c’è poca differenza con la numerazione di quelli circolari. La scelta vera e propria sta nel decidere se acquistare un modello fisso, con puntali e cavo saldati permanentemente, o uno con punte intercambiabili, per creare varie combinazioni di lavoro.

Molti utenti sostengono che un kit che si possa personalizzare renda più facile realizzare tutti gli indumenti che si desidera senza troppe difficoltà. Confronta i prezzi dei vari set per trovare quello più economico ma anche più valido tra quelli proposti dalle varie aziende.

Le punte intercambiabili ti consentono di scegliere tra le varie dimensioni disponibili per creare i capi che hai in mente. Se ami lavorare i cappelli, per esempio, devi acquistare punte più corte e aggiungere cavi meno lunghi.

Importante il tipo di aggancio dei puntali, che può essere a vite o a baionetta. Nel primo caso bisogna accertarsi che la punta non si sviti durante la lavorazione rendendo vana la tua fatica. Nel secondo, invece, si deve prestare attenzione a non far impigliare la maglia nella zona tra il cavo e l’apice, che rimane leggermente scoperta.

La migliore marca è quella che ti assicura l’assenza di problemi quando hai già iniziato a realizzare il tuo capo, per non dover ricominciare tutto quando sei a buon punto.

I materiali

A eccezione dei ferri circolari fissi, che sono sempre interamente in metallo, quelli con punte intercambiabili possono essere di materiali differenti. Ci sono quelli in acrilico che hanno un prezzo molto contenuto ma che possono dare qualche difficoltà nel mantenere l’aggancio al cavo.

Un kit in legno, oltre a essere particolare e bello a vedersi, va trattato con molta cura perché questo elemento tende a rovinarsi se non si presta abbastanza attenzione. Un set interamente in metallo, anche se dal costo più alto, garantisce lunga durata e meno difficoltà con agganci a vite o a baionetta.

 

I migliori ferri circolari del 2019

 

Ecco i cinque modelli che abbiamo scelto per aiutarti a individuare quale ferro circolare comprare tra tutti quelli venduti online. Fai una comparazione delle loro caratteristiche per trovare quello giusto per le tue esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

KnitPro Deluxe Set Spectra Trendz

 

Se l’arte della maglia ti incuriosisce da sempre ma non hai mai provato a cimentarti, probabilmente non sai come scegliere un buon ferro circolare. Per questo è bene acquistare un kit completo che ti fornisca tutte le misure delle quali puoi avere necessità durante l’apprendimento.

La KnitPro ti offre un set composto da diversi pezzi, con aghi da 3,5 mm fino a 8 mm e cavi da 60, 80 e 100 cm che ti permettono di creare capi di diverse dimensioni. Ogni elemento è in acrilico per cui va prestata una certa attenzione nel maneggiarlo per evitare che si storti.

Il fatto che ogni ferro circolare sia intercambiabile permette di organizzare il lavoro come meglio credi, scegliendo di volta in volta le dimensioni dei cavi e quindi la grandezza del capo da realizzare.

Il colore che contraddistingue i singoli elementi risulta molto utile ad alcuni utenti che riescono così a distinguere subito uno dall’altro.

Il nuovo set prodotto dal marchio KnitPro si è fatto apprezzare per la ricca offerta e il prezzo concorrenziale. Vediamo insieme i punti di forza e le zone d’ombra, con un link a fine articolo su dove poter acquistare.

Pro
Qualità materiali:

La ricchezza degli aghi e dei fili trova il comun denominatore in una qualità costruttiva che unisce resistenza, durevolezza e facilità d’uso, grazie anche ai cavi di colore differente.

Versatilità:

L’acrilico con cui sono realizzati i ferri consente di lavorare con uno strumento leggero e versatile, di cui avere cura per evitare rischi di storture durante o a fine lavoro. Nella confezione trovano posto otto differenti misure di aghi, per tutti i gusti insomma.

Funzionale:

Per una lavorazione circolare i ferri si sono dimostrati di buona fattura, consentendo lavorazioni particolari e precise.

Contro
Istruzioni:

Alcuni utenti, specialmente alle prime armi, hanno lamentato l’assenza di un manuale in italiano in grado di guidare passo per passo chi si sta avvicinando a questa tecnica.

Acquista su Amazon.it (€28,49)

 

 

 

KnitPro Set Nova Metal

 

Tra i nostri consigli d’acquisto rientra anche questo set della KnitPro, marca molto nota per chi è esperto di maglia. Perciò il miglior ferro circolare per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo è contenuto in questo kit base.

Ogni elemento è in ferro per cui costituito da un materiale molto resistente che permette di lavorare in piena tranquillità. I cavi di diverse dimensioni consentono di collegare gli elementi per realizzare maglie di ogni grandezza come anche pezzi più piccoli come sciarpe o cappelli.

Il montaggio è molto semplice e gli acquirenti non hanno riscontrato intoppi o difficoltà come un filo che si impiglia nel punto di connessione tra ferro e cavo. La pecca riscontrata da qualche acquirente è la mancanza di rispondenza tra il colore e le dimensioni del set indicato in foto e quello ricevuto: i cavi sarebbero di 40,60 e 90 cm anziché 60, 80 e 100 cm.

All’interno di una guida per scegliere il miglior ferro circolare non manca questo modello base che riesce però a fornire diverse soddisfazioni all’utente. Scopriamo in dettaglio pro e contro.

Pro
Materiali:

Tutti i ferri sono realizzati in ottone cavo, un materiale leggero e resistente, ideale per procedere con lavorazioni precise senza rischio di piegare i materiali che si usano per sferruzzare.

Misure differenti:

Nel set sono inclusi tre ferri e tre aghi, delle misure che di solito si utilizzano nella stragrande maggioranza dei lavori. Questo permette di realizzare oggetti diversi con un buon margine di variazione.

Facilità montaggio:

I ferri svolgono al meglio il compito per cui sono stati realizzati, con una lavorazione che scorre fluida e senza intoppi.

Contro
Descrizione prodotto:

Alcuni utenti sono rimasti scontenti una volta ricevuto il pacco; sembra infatti non esserci corrispondenza tra le misure descritte e quelle arrivate.

Acquista su Amazon.it (€20,15)

 

 

 

Sodial® 4HOM5-WO18

 

Se pensi innanzitutto al risparmio, desideri trovare la più economica tra le offerte presenti online che coniughi la qualità al basso costo. Una soluzione colorata e originale è quella proposta dalla Sodial® ovvero un kit tra i più venduti per principianti.

I 18 pezzi che lo compongono sono tutti in bambù e hanno il tipico color legno che è molto amato da chi predilige elementi naturali. Le misure variano dai 2 mm ai 10 mm e sono incise su ogni ago in maniera permanente di modo che tu non possa mai sbagliarti.

Molto particolari i cavi colorati che collegano tra loro i pezzi e che sono lunghi 80 cm, per cui rendono ogni ferro circolare adatto per fare la maglia. Si tratta di elementi molto flessibili che sono per questo molto apprezzati dagli utenti poiché consentono un facile movimento quando si lavora.

La fattura dei ferri crea qualche intoppo con filati meno scivolosi quindi è bene evitare di utilizzarli per non rovinare il risultato finale. Per il prezzo davvero esiguo al quale vengono venduti sono comunque ritenuti un grande affare dagli acquirenti che li hanno scelti.

Gli amanti dei prezzi bassi non resteranno delusi dal prodotto Sodial. Vince sicuramente la sfida in quanto a quantità, con misure segnate per facilitare l’utente nella scelta del giusto oggetto per un determinato lavoro.

Pro
Ricchezza del set:

Nella confezione sono inclusi ben 18 diversi aghi, realizzati in bambù con una coda in plastica colorata. Il buon numero consente un’ampia gamma di lavorazioni.

Misure variabili:

Gli strumenti hanno grandezza che va da 2 mm fino 12 mm. Ogni misura è accuratamente riportata sul pezzo, per una lettura e una scelta a colpo d’occhio.

Rapporto qualità/prezzo:

Il gran numero di ferri e il costo competitivo hanno soddisfatto diversi utenti, attratti dal valore e dall’equilibrio dell’offerta.

Contro
Rigidità:

Secondo alcuni clienti, la presenza di filati meno scivolosi non consente una lavorazione rapida e scorrevole, consigliando di fare molta attenzione in questo caso.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Gustav Selter Gmbh Co. KG 3702006

 

Il discorso cambia se sei già esperta e desideri avere strumenti appositi per realizzare capi particolari. Per rifinire un maglione magari creando un collo o per gli orli in generale, hai bisogno di un ferro circolare da 20 cm che permetta di agire comodamente su creazioni così piccole.

Utile a questo scopo è il modello proposto dalla Gustav Selter Gmbh Co. KG che è in metallo per cui non fa correre il rischio di spezzare il ferro o piegarlo mentre sei all’opera. Si tratta di un elemento da 3,5 mm che lavora bene la lana grossa e può permettere di creare cappellini o capi come le scarpette per i neonati.

Nella confezione è presente un solo pezzo, che costituisce corpo e cavo e che è dunque un tutt’uno. Questo garantisce che non ci sia il rischio che una delle parti si sfili durante la lavorazione e che la lana o la maglia non si impigli, rovinando il capo.

Un pezzo unico, che unisce ferro e ago per quanti hanno già una certa esperienza con questo tipo di cucito. Forse non si tratta del più economico ferro circolare sul mercato ma la qualità costruttiva lascia pochi insoddisfatti.

Pro
Materiale:

Il ferro presenta un corpo unico in metallo, della lunghezza complessiva di 20 cm. La resistenza offerta è stata molto apprezzata da quanti sono stanchi di dover cambiare in continuazione i ferri piegati o peggio, rotti in maniera definitiva.

Larghezza:

Il ferro ha uno spessore di 3,5 mm, una misura ideale per chi ama lavorare lana grossa o creazioni come cappellini per bambini.

Funzionale:

La struttura in corpo unico facilita la lavorazione e riduce il rischio che il filo si impicci creando danni.

Contro
Poca varietà:

Trattandosi di un modello di una certa grandezza, non è l’ideale per i principianti e per chi desidera lavorare misure differenti e tagli variabili di lana.

Acquista su Amazon.it (€6,75)

 

 

 

Addi 1057402.75

 

La Addi è una delle marche che producono i migliori ferri circolari del 2019 perché presente da molto sul mercato. Il loro vantaggio sta nell’essere costituiti da un corpo in metallo che facilita il lavoro delle più esperte. Non essendo intercambiabili, infatti, devono essere utilizzati per una specifica creazione perché la distanza tra un ferro e l’altro è fissa.

Se la tua necessità è proprio questa orientati sul prodotto della Addi che ha un costo contenuto, soprattutto se pensiamo che è in metallo. Ogni punta è di 2,75 mm mentre la lunghezza del cavo è di 40 centimetri: è adatto quindi a lavorazioni di media grandezza se si vuole operare con comodità.

La punta arrotondata non è molto gradita da chi preferisce quella più marcata ma questo dipende molto dalle abitudini con le quali si tratta la maglia.

Della stessa marca è possibile scegliere anche ferri con punte di diverse misure e cavi di ampiezze differenti mantenendo sempre la spesa contenuta, se rapportata alla qualità di ogni singolo pezzo.

Marca di comprovata affidabilità, Addi punta con questo nuovo modello ad unire prezzi bassi con tradizione e funzionalità. Vediamo se è riuscita nella sfida.

Pro
Corpo in metallo:

La scelta di un materiale del genere, è già una prima indicazione importante circa la qualità messa in campo, per un ferro che premia chi ha una certa confidenza con queste operazioni.

Costo ridotto:

Una volta osservata la fattura dell’oggetto, balza ancora più all’occhio il prezzo vantaggioso con cui viene venduta.

Forma funzionale:

La forma semicircolare è l’ideale per il tipo di lavorazione richiesta e riesce nel compito di dare un contributo fondamentale a chi si occupa di lavorare con questa tecnica lana e altri tessuti.

Contro
Punta arrotondata:

La scelta della casa produttrice di realizzare un ferro dalla punta smussata, potrebbe far storcere il naso a quanti amano strumenti più appuntiti.

Acquista su Amazon.it (€10,53)

 

 

 

Come utilizzare un ferro circolare

 

I ferri circolari sono composti da due classici ferri dritti, uniti da un cavo di lunghezza variabile. Sono meno ingombranti dei tradizionali, quindi la scelta adatta per chi vuole lavorare durante un lungo viaggio in treno o quando accompagna il bambino al parco. Il loro punto di forza è soprattutto un altro: la possibilità di confezionare capi in circolare (come berretti, maglioni e altro) senza ricorrere all’ago per le cuciture.

 

 

Avviare le maglie con nodo scorsoio

Per iniziare un lavoro su ferro circolare le operazioni non sono molto diverse rispetto a quelle che si seguono per i ferri dritti. L’avvio con nodo scorsoio è probabilmente il più semplice, quindi adatto a chi si sta appena avvicinando al mondo della maglia.
Misurate il filo in modo che sia circa tre volte più lungo rispetto le misure che dovrebbe avere il lavoro finale, e tendetelo sulla mano sinistra (o destra se si è mancini). Adesso formate un nodo scorsoio, ovvero un piccolo cappio dove inserire l’ago. Ottenuto il nodo, tirate il primo filo per stringere il nodo e l’altro per far sì che aderisca bene al ferro. Continuando in questo modo si ottengono tutte le maglie che servono per il progetto, ma ricordate di aggiungerne una in più rispetto al numero predefinito.
Chi ha già la propria tecnica per avviare i punti sui ferri dritti ma ha difficoltà a riprodurla con quelli circolari, potrebbe montarli sugli aghi dritti (della stessa misura) e poi trasferirli su quelli tubolari.

 

Realizzare un lavoro circolare

Una volta sistemati i punti, la lavorazione procede pressoché in modo normale. Vi consigliamo però di sistemare un anello di un colore diverso rispetto a quello della lana, è possibile comprarne uno apposito oppure, semplicemente, creare un anellino con la lana di una tinta diversa. Controllate che le maglie non siano girate o piegate, ma ben dritte. Trasferite la maglia in più sull’altro ferro (sinistro) e con la destra lavorate le prime due maglie insieme ritorte, accortezza che vi servirà per evitare di ottenere uno sgradevole effetto scalino. Continuate a lavorare, l’anello segna-maglia vi indicherà la fine del giro, ma non dovrete invertire gli aghi, come succede con quelli dritti, ma semplicemente passare l’anello sull’altro capo e continuare la lavorazione.

 

 

Piccoli cambiamenti per i punti di base

Come accennato, quando si lavora in tondo si procede in circolo, senza mai girare il lavoro. I punti di base devono quindi subire qualche piccola modifica, fatta eccezione per il punto a coste.
Per la maglia rasata dritta i giri vanno lavorati tutti a dritto, mentre per la rasata rovescia tutti a rovescio.
Per lavorare la maglia legaccio, intrecciate un giro a dritto e uno a rovescio.
La tubolare richiedere un po’ di attenzione, se si preferisce si possono prendere appunti su un taccuino. Quindi procedete lavorando il primo giro con una maglia a dritto e una passata a rovescio; il secondo giro con una maglia a diritto, una a rovescio, una maglia passata a dritto e una maglia passata a rovescio; per il terzo giro lavorate una maglia a diritto ritorno, una maglia passata a rovescio; quindi ripetete il secondo e il terzo giro, per tutta la lavorazione.

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicomaria luisa monforti ferrario I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status