I 6 Migliori Pulsossimetri del 2020

Ultimo aggiornamento: 01.10.20

Pulsossimetro – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Un saturimetro può essere un buon acquisto per poter monitorare costantemente le persone anziane, oppure per controllare la frequenza cardiaca e l’ossigenazione del sangue durante l’attività sportiva. In questo articolo abbiamo inserito alcuni dei migliori articoli attualmente presenti sul mercato, come per esempio Gima Saturimetro Oxy-3 Pulsossimetro da Dito Portatile, con cui potrete misurare istantaneamente la pressione arteriosa, oppure Homiee Saturimetro da Dito, dotato di un display con rotazione fino a 180°.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior pulsossimetro?

 

Noto con diversi nomi, pulsossimetro, saturimetro o semplicemente ossimetro, si tratta nella pratica di un dispositivo utile per tenere sotto controllo il livello di ossigenazione del sangue e, nella maggior parte dei casi, anche di monitorare l’andamento della pulsazione cardiaca. È un dispositivo medico utile in diversi contesti, dallo sport al monitoraggio di alcune patologie dell’area respiratoria, quindi si deve scegliere con molta attenzione il modello adeguato ai propri bisogni. In questa guida ti illustriamo il funzionamento del dispositivo oltre a evidenziare cosa non può mancare nel modello della migliore marca.

Cos’è e come funziona il pulsossimetro

Si tratta di un’invenzione relativamente recente, poco meno che centenaria, e si basa su un’intuizione semplice ma geniale: l’emoglobina legata a un gas, l’ossigeno, ha una risposta standard e misurabile semplicemente osservandone la reazione quando è attraversata da un fascio di luce.

Per stabilire il grado di ossigenazione del sangue è sufficiente analizzare quanto gas è legato all’emoglobina, che in condizioni normali si lega all’ossigeno. Per misurare questo dato il dispositivo emette due fasci di luce attraverso due diodi che vanno dal rosso all’infrarosso. In questo modo una fotocellula riceve l’informazione sulla lunghezza d’onda che in quel determinato momento ha l’emoglobina. I valori rilevati indicano in maniera chiara e senza errori quanto ossigeno c’è nel sangue in un determinato momento.

Il prezzo che si paga per avere a casa e sempre a portata di mano questo tipo di rilevatori è molto contenuto e non influenza direttamente la qualità del dispositivo.

 

Possibili errori di misurazione

Il fascio di luce che deve colpire il sangue sottocutaneo deve essere in grado di illuminare i vasi superficiali. È per questo motivo che la maggior parte dei dispositivi di rilevazione del valore detto SpO2 si posiziona al dito, al massimo al lobo dell’orecchio. In questo posto lo strato di pelle è sottile e i capillari subito visibili.

Un’accortezza da rispettare è quella di evitare movimenti bruschi, se possibile, per non alterare la misurazione. Il dispositivo rileva la lunghezza d’onda prodotta dalla luce che colpisce il sangue: un movimento accidentale può compromettere la precisione della misurazione.

Altro elemento cui si consiglia spesso di prestare attenzione, tanto nelle recensioni come nelle istruzioni d’uso, è l’uso di smalti: specie quelli scuri come il nero o il verde e il blu schermano il fascio luminoso e rendono inefficace la misurazione.

Altri dati disponibili

Altro dato che il pulsossimetro è in grado di rilevare e fornire su display è relativo al battito cardiaco. Informa in tempo reale su frequenza del battito e in alcuni dispositivi è possibile visualizzare anche la curva pletismografica, cioè l’andamento delle pulsazioni visualizzate graficamente in forma di onda. Il dato così è più intuitivo ed è facile individuare se ci sono aritmie o altre anomalie.

Alcuni dispositivi sono dotati di uscita USB con la quale potere dialogare direttamente con il PC e scaricare in formato digitale i dati rilevati, così da poterli monitorare e tenere sotto controllo l’andamento delle rilevazioni. I pulsossimetri migliori hanno un’autonomia prolungata, oltre le 40 ore, per permettere rilevazioni su tutto l’arco della giornata.

Nella classifica che segue ti proponiamo alcuni tra i migliori modelli sul mercato, confronta prezzi e noterai che le differenze generalmente sono minime.

 

I 6 Migliori Pulsossimetri – Classifica 2020

 

Nel caso di patologie particolari è opportuno tenere monitorato il livello di emoglobina nel sangue e, tramite questo dato, scoprire il grado di ossigenazione, ma quale pulsossimetro comprare per rispondere alle esigenze specifiche di adulti o bambini? Vediamo insieme come scegliere un buon pulsossimetro valutando le diverse offerte e i prodotti più venduti per trovare il dispositivo medico più affidabile e adatto al tipo di misurazione da effettuare.

 

 

1. Gima Saturimetro Oxy-3 Pulsossimetro da Dito Portatile

Principale vantaggio

Si tratta di un buon dispositivo dotato di un display retroilluminato, in grado di segnalare le oscillazioni del battito cardiaco e dell’ossigenazione sanguigna in modo abbastanza preciso e immediato. Può essere utilizzato da adulti e bambini, in ambito ambulatoriale o casalingo.

 

Principale svantaggio

L’unica pecca che potremmo segnalare è la molla che apre e chiude il dispositivo, forse un po’ troppo delicata e che necessita di essere maneggiata con estrema cautela.

 

Verdetto: 9.8/10

Grazie al suo prezzo concorrenziale, alla facilità di utilizzo e all’affidabilità dell’azienda Gima, questo saturimetro si aggiudica il primo posto della nostra classifica dei prodotti più apprezzati dagli utenti.

Acquista su Amazon.it (€25,4)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Valido e preciso

L’indiscutibile vantaggio di possedere un pulsossimetro da dito è la possibilità di effettuare un controllo sullo stato di salute cardiaco e sanguigno ogni volta che si vuole.
Questo in particolare rivela essere un accessorio molto utile in presenza di anziani, ma altrettanto valido per monitorare i parametri dei bambini oppure degli sportivi, senza dover ricorrere a strumenti più invasivi o recandosi dal medico o in farmacia.
L’azienda Gima, che si occupa della vendita di apparecchi elettromedicali, ci propone un saturimetro caratterizzato da un vantaggioso rapporto qualità/prezzo, apprezzato dagli utenti per la precisione delle sue misurazioni e per le dimensioni ridotte.
Inoltre, è classificato come dispositivo medico non invasivo di classe II e certificato CE, per questo motivo può essere utilizzato anche in ambito ambulatoriale e clinico; tuttavia ricordiamo che è pur sempre un oggetto semi professionale, e dunque non è da ritenersi altrettanto valido in terapia intensiva o per monitoraggi continui.

Display

Un altro punto a favore dell’azienda è dato dalla cura nei dettagli per quanto riguarda lo schermo, progettato in OLED colorato, ovvero un diodo organico che emette luce propria, dando la possibilità di guardarlo anche durante la notte o in presenza di una scarsa luminosità.
Inoltre, è possibile orientare la direzione lo schermo fino a 180 gradi, per facilitare ulteriormente la lettura da parte di un’altra persona opposta al paziente. All’interno della confezione troverete un libretto di istruzioni anche in lingua italiana, tuttavia imparare a leggere i dati riportati è piuttosto semplice e intuitivo.
Nella parte sinistra del display compariranno dei numeri che indicano la SpO2, che corrisponde al livello di saturazione del sangue arterioso, misurabile con un intervallo di frequenza che va dallo 0% al 100%.
Sul lato destro potrete monitorare i PR bpm, i battiti cardiaci, calcolati in un range che va dai 30 ai 250 bpm. Inoltre, in basso verrà mostrata un’onda, oppure una barra, che indica l’intensità delle pulsazioni e il loro andamento.

 

Autonomia

Il dispositivo è portatile, dunque privo di cavi di alimentazione da collegare alla corrente, un vantaggio se si vuole monitorare più pazienti nel minor tempo possibile. All’interno della scatola troverete due pile AAA, le quali consentono un’autonomia massima di 20 ore continuative.
Per evitare che queste si scarichino subito, il display va in stand-by dopo otto secondi di assenza di segnale, tuttavia, tale accorgimento non lo rende idoneo all’utilizzo professionale o per un monitoraggio continuo, come la terapia intensiva o situazioni più gravi.

 

Acquista su Amazon.it (€25,4)

 

 

 

2. Homiee saturimetro da dito

 

Questo saturimetro è indicato per gli sportivi e per quanti soffrono di determinate patologie che richiedono di monitorare i livelli di ossigeno nel sangue. Non è uno strumento professionale ma è sicuramente utile per avere un’idea generale della situazione, anche perché difetta in precisione, a tale scopo non lo consigliamo a chi necessità di conoscere con esattezza determinati parametri. 

La rivelazione è veloce e tutto può essere comodamente visualizzato sull’ampio display che oltretutto ruota a 180°, di conseguenza la visuale è perfetta sia per quanti fanno l’automisurazione sia per quanti si fanno aiutare in questo. L’utilizzo è molto semplice, le dimensioni sono compatte dunque il saturimetro può essere portato in tasca oppure al collo grazie al laccetto compreso. 

Sono comprese anche le batterie, attenzione perché pare che l’apparecchio consumi molto dunque è bene averne pronte un paio di scorta. La qualità dei materiali non è molto buona secondo noi, oltretutto potrebbe decisamente costare qualcosa di meno.

Pro
Display:

Lo schermo del saturimetro è ottimamente realizzato, ampio e orientabile offre una comoda lettura sia che si faccia tutto da soli, sia che si chieda aiuto a qualcuno.

Veloce:

I tempi necessari alla rilevazione dei livelli di ossigeno nel sangue, così come i battiti, sono molto veloci.

Contro
Impreciso:

Non è uno strumento professionale e ciò emerge da una certa imprecisione dei dati rilevanti, sconsigliato a chi richiede informazioni della massima precisione.

Materiali:

Non ci è piaciuta la loro qualità, una delusione che è anche conseguenza del prezzo, che noi giudichiamo alto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Pulox PO-200 sensore di saturazione di ossigeno

 

Saturimetro non professionale che abbiamo apprezzato in particolare per il display oled, che risulta sempre ben leggibile, inoltre è ruotabile in quattro posizioni e consente di modificare la luminosità secondo cinque livelli. L’uso dell’apparecchio non è complicato, anche le persone più anziane non avranno difficoltà a servirsene. 

Ma come sono le misurazioni? Lo abbiamo detto in apertura, non è uno strumento professionale, è stato un po’ il nostro modo di mettere le mani in avanti: in effetti non tutti sono rimasti contenti dell’affidabilità dei parametri evidenziati e chi ha potuto fare un confronto con saturimetri professionali ha riscontrato la poca precisione del Pulox. 

La qualità dei materiali è buona ma non tanto da giustificare un prezzo che secondo noi è alto. Oltretutto in dotazione non c’è una custodia, tantomeno un laccetto che soprattutto agli sportivi tornerebbe utile.

Pro
Display:

Siamo rimasti favorevolmente colpiti dallo schermo oled cha offre una buona e comoda lettura dei dati anche grazie al fatto che è orientabile e la luminosità è regolabile.

Semplice:

Non ci sono difficoltà di utilizzo per questo saturimetro, neanche gli anziani che hanno poca dimestichezza con le cose tecnologiche avranno problemi.

Materiali:

Tutto sommato il saturimetro ci sembra essere realizzato con buoni materiali, le plastiche ci hanno convinto per solidità.

Contro
Impreciso:

Non aspettatevi la precisione di uno strumento professionale, cosa che oltretutto non è: i parametri mostrati vanno presi come puramente indicativi.

Acquista su Amazon.it (€20)

 

 

 

4. MeaMae Care 3 in 1 Saturimetro Professionale Pulsossimetro da Dito

 

Se siete alla ricerca di un saturimetro caratterizzato dal prezzo conveniente, ma con le prestazioni di uno di fascia media, dunque utilizzabile sia dagli atleti durante l’attività sportiva, sia in ambito casalingo ed ambulatoriale, potreste considerare l’acquisto di quello proposto dall’azienda MeaMae Care.

Si tratta di un pulsossimetro da dito piuttosto funzionale, dotato di schermo ruotabile e idoneo per tutta la famiglia, compresi i bambini. Per quanto riguarda questi ultimi, però, sembra che il dispositivo non riesca a rilevare il battito di quelli in età inferiore ai quattro anni, a causa della scarsa dimensione delle mani.

A differenza di altri articoli recensiti, questo non solo è in grado di controllare il battito cardiaco e il livello di ossigenazione nel sangue, ma può calcolare anche l’indice di perfusione, ovvero l’intensità della pulsazione, che rende ancora più attendibile la misurazione effettuata. Inoltre, all’interno della confezione troverete un manuale, due batterie AAA e un pratico laccetto per trasportarlo con maggiore sicurezza.

Pro
Preciso:

Nonostante non rientri tra i prodotti di fascia alta, secondo i pareri di chi l’ha provato sembra che le misurazioni siano piuttosto attendibili e complete.

Dimensioni:

Ha una forma piccola e compatta ed è perfetto per essere portato in giro durante l’attività sportiva, così da avere il battito sempre sotto controllo.

Intuitivo:

Grazie anche alla presenza di un pratico manuale in italiano, presente nella confezione, il dispositivo risulta molto facile da utilizzare. Basterà premere il pulsante, posto a fianco del display, e inserire delicatamente la punta del dito all’interno della pinza, per ottenere una misurazione in pochi secondi.

Completo:

Si tratta di un saturimetro 3 in 1, capace di rilevare contemporaneamente e in modo istantaneo il battito cardiaco, il livello di ossigenazione nel sangue e l’intensità della pulsazione.

Contro
Non professionale:

Considerato il costo piuttosto basso, non è possibile utilizzare il prodotto all’interno degli ospedali. Inoltre, è molto delicato ed è necessario maneggiarlo con estrema cura.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Jumper finger pulsossimetro 500A

 

Bel design e colori vivaci per il saturimetro Jumper, un dispositivo non professionale che serve a misurare non soltanto il livello di saturazione di ossigeno nel sangue ma anche le pulsazioni e la relativa intensità. Dobbiamo comunque criticarne la precisione facendo nostre le diverse lamentele espresse dai clienti. 

L’utilizzo del dispositivo è molto semplice, il display oled è ottimo e può essere orientato secondo quattro posizioni, così da avere sempre la migliore visibilità; inoltre i caratteri mostrati sono grandi e colorati, pertanto anche chi ha prole con la vista riuscirà a leggere i valori che oltretutto sono rilevati velocemente. 

I materiali sono buoni, sicuramente utili sono la custodia in silicone e il laccetto per gli sportivi che non escono senza il pulsossimetro. Ha una buona autonomia (sono incluse due batterie) anche grazie all’auto spegnimento che si attiva dopo 16 secondi dalla rilevazione.

Pro
Display:

Il dispositivo può fare affidamento su un ottimo schermo oled, che facilita la lettura non solo perché orientabile ma anche perché mostra caratteri grandi e colorati.

Design:

Abbiamo apprezzato lo sforzo del produttore nel realizzare un dispositivo dal bel design nonché la scelta di colori vivaci.

Materiali:

Niente male, il dispositivo è resistente e oltretutto è anche provvisto di una cover in silicone che ne preserva l’integrità.

Contro
Impreciso:

La rilevazione dei livelli di ossigeno non è molto precisa, dettaglio non da poco che lo rende inservibile per un impiego a livello professionale.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Viatom pulsossimetro da polso

 

Dispositivo molto interessante il Viatom ma anche davvero costoso, il prezzo potrebbe realmente far desistere i più, tuttavia se avete a che fare con l’apnea notturna vi conviene restare quantomeno attenzione a quanto segue. Sia chiaro, non vi risolve il problema ma è certamente un valido supporto. 

Nel momento in cui il livello di ossigeno nel sangue scende sotto il 90%, il dispositivo vibra in modo tale che l’utilizzatore possa svegliarsi. Il mattino seguente si possono controllare i dati rilevati tramite app oppure computer. Il misuratore è comodo da indossare, non causa fastidio dunque di dorme senza problemi, la durata della batteria è ottima, circa 16 ore. 

Ci riteniamo soddisfatti dell’accuratezza nella rilevazione dei dati. I materiali, poi, sono all’altezza della situazione e coerenti con il costo del Viatom. Manca purtroppo un manuale in italiano.

Pro
Vibrazione:

Il dispositivo di allarme è molto utile perché nel momento in cui il livello di ossigeno nel sangue cali troppo in seguito ad un’apnea notturna, vibra facendo svegliare l’utilizzatore.

Preciso:

La strumento offre rilevazioni molto precise circa il livello di ossigeno nel sangue, è costruito con buoni materiali e la batteria ha una considerevole autonomia.

Contro
Prezzo:

Il costo del Viatom fa sì che non possa essere un acquisto da fare a cuor leggero, valutate con attenzione.

Istruzioni:

A queste cifre è lecito pretendere di tutto, incluso un manuale d’uso scritto in italiano considerato che l’oggetto è venduto anche da noi.

Acquista su Amazon.it (€169,99)

 

 

 

Gima 34265 OXY-5 Pediatrico Pulsoximetro

 

1.Pulsoximetro pediatrico OXY-5Nella comparazione con i vari modelli il pulsossimetro proposto da Gima si distingue per un particolare: è resistente ai movimenti.

Il valore rilevato da questo tipo di dispositivi può essere inficiato anche da un movimento brusco mentre una delle caratteristiche principali che si evidenziano per il Gima è proprio sistema di filtro per i disturbi che assicura stabilità durante la misurazione. Il dispositivo è destinato all’uso pediatrico, ma con questo accorgimento diventa utilizzabile anche da persone affette da morbo di Parkinson che non riescono a mantenere ferma la mano o a non piegare il dito.

Ci sono anche altri vantaggi che lo caratterizzano e per questo è stato inserito tra i nostri consigli d’acquisto.

La precisione nella rilevazione del dato è confermata anche da quegli utenti che hanno avuto modo di confrontarne le rilevazioni con le apparecchiature ospedaliere. Anche il numero di informazioni riportate sul display sono un buon motivo per scegliere questo saturimetro: dal valore dell’ossigeno nel sangue fino alle informazioni sul battito e le pulsazioni, descritte con il valore dell’indice specifico che le descrivono, quello di perfusione. Pur trattandosi di un pulsossimetro pediatrico è utilizzabile anche dagli adulti sul mignolo, purché le dita non siano troppo grosse.

Ecco in breve le caratteristiche principali del saturimetro la cui recensione puoi leggere in alto. Nel caso tu non sappia dove acquistare questo prodotto, potrai trovare un negozio con prezzi bassi cliccando direttamente sul link qui di seguito.

Pro
Resistente:

Si differenzia dagli altri modelli per la sua resistenza ai movimenti, così potrai rilevare valori senza dover stare immobile o costringere la persona sulla quale lo userai a non muoversi.

Preciso:

Gli utenti che lo hanno provato sono stati molto soddisfatti dalla precisione di questo modello che riesce a fornire dei dati precisi.

Informazioni:

Il display mostrerà il valore dell’ossigeno del sangue, battito e pulsazioni, in modo da darti informazioni complete di ogni rilevazione.

Contro
Età:

Alcuni utenti avrebbero preferito che il prodotto specificasse le età con le quali poteva essere più adatto, dato che sembra non poter essere applicato al dito di bambini troppo piccoli. 

 

Acquista su Amazon.it (€53,56)

 

 

 

Come utilizzare un pulsossimetro

 

Un pulsossimetro, chiamato anche ossimetro o saturimetro, è uno strumento medico in grado di misurare il livello di emoglobina nel sangue. In parole povere, serve a controllare che la concentrazione di ossigeno nel sangue sia sempre superiore al 95%.

Cosa significa un valore inferiore?

Qualora il valore sia inferiore potrebbe essere indicatore di una malattia respiratoria che necessita di cure mediche appropriate. È innegabile dunque come l’utilizzo sistematico di tale strumento possa far scattare un campanello d’allarme nel momento del bisogno.

L’ossigeno viene trasportato dall’emoglobina, una proteina dei globuli rossi, che, spostandosi all’interno del nostro organismo, rifornisce di ossigeno organi e tessuti. Naturalmente, il pulsossimetro, nasce come strumento utilizzato principalmente da equipe di medici durante operazioni e per monitorare lo stato dei pazienti in ospedale. Non è raro, però, che gli stessi medici ne consiglino l’utilizzo casalingo in seguito a patologie che richiedono un monitoraggio costante che non può essere effettuato in ospedale se il paziente è ormai fuori pericolo.

 

Come funziona?

Fortunatamente il costo dei pulsossimetri non è eccessivamente elevato ed è dunque possibile scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze e, soprattutto, le proprie tasche.

Il funzionamento non è complicato, tuttavia bisogna comprendere come agisce questo dispositivo prima di poterlo utilizzare con sicurezza.

È dotato di una sorgente luminosa in grado di emettere due tipi di luce: rossa e infrarossa. La prima è assorbita da emoglobina povera di ossigeno, la seconda da quella ricca di ossigeno. I fasci sono inviati attraverso la pelle e assorbiti da un rilevatore all’altro capo del dispositivo. All’interno è presente un microprocessore che analizza i dati ricevuti, mostrando il valore comprensibile dall’utente sul display.

Il pulsossimetro esegue una misurazione ogni secondo circa, per effettuare una media e restituire dei dati quanto più veritieri possibile.

 

Come si aggancia al corpo?

Sul mercato è possibile trovarne diverse tipologie, tuttavia, i più comuni sono i pulsossimetri a clip. Assomigliano a piccole mollette che devono stringere parti del corpo come le dita o le orecchie. Estremità quindi poco spesse, per permettere al fascio di luce di attraversarle senza problemi.

Preparazione

Innanzitutto, collegatelo alla corrente elettrica tramite l’apposito alimentatore fornito nella confezione. Una volta che il dispositivo è acceso, provvedete a effettuare una pulizia della parte del corpo che intendete utilizzare per la misurazione.

Tale procedimento è utile per rimuovere particelle che possono interferire con la misurazione assorbendo la luce. Una volta effettuata la procedura di preparazione potrete collegare la sonda, accendendo il pulsossimetro con il pulsante apposito.

 

Rilassarsi

È importante evitare di muoversi eccessivamente durante l’utilizzo, cercate di assumere una posizione comoda senza avere alcuna parte del corpo in tensione.

Per esempio è sconsigliabile sollevare il braccio o tenere la mano in alto se state effettuando una misurazione dal dito. È preferibile in tale evenienza poggiare la mano sul ventre in una posizione rilassata.

Dopo aver eseguito il numero di rilevazioni desiderate potrete controllare il valore e segnarlo in un’agenda per creare un diario da consegnare al vostro medico che potrà così disporre di dati giornalieri.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Mpow saturimetro polsimpulsossmetro display LED

 

 

Pur non essendo un dispositivo professionale, abbiamo avuto il conforto da tante recensioni scritte dai consumatori circa la buona precisione dal saturimetro Mpow, una dote tutt’altro che scontata per questo genere di dispositivi come abbiamo avuto modo di verificare per altri modelli. 

Cosa misura lo Mpow oltre i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue? La frequenza del polso e la forza dell’impulso. La rivelazione è un po’ lenta, dobbiamo dirlo ma chissà che questo dettaglio all’apparenza negativo non favorisca proprio l’attendibilità dei parametri rilevati. Qualche problema lo dà il tasto di accensione che non sempre è immediato nella risposta, si tratta comunque di un difetto con cui si può convivere. 

L’uso è molto semplice, sullo schermo LED si può prendere visione dei dati riportati senza difficoltà e anche con scarsa illuminazione. I consumi energetici sono buoni, la batteria può durare fino a 20 ore. È un oggetto piccolo, può stare nelle tasche dei pantaloni. Da segnalare l’assenza di una custodia.

Pro
Preciso:

Tanti utenti hanno manifestato la soddisfazione per la buona precisione di rilevamento dei parametri,

Display:

Oggetto di facile uso è dotato di uno schermo funzionale e leggibile in tutte le condizioni di luminosità.

Contro
Lento:

Non possiamo dire che il saturimetro sia un fulmine nel rilevare i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue.

Custodia:

Peccato manchi una custodia dove poter riporre il dispositivo quando non è in uso, di sicuro avrebbe fatto comodo a tanti.

 

 

Gima 34265 OXY-5 Pediatrico Pulsoximetro

 

 

Principale vantaggio:

Il vantaggio principale del pulsossimetro GIMA OXY-5 è il suo elevato grado di precisione nel rilevare la frequenza cardiaca e la concentrazione di ossigeno nel sangue. Il modello in questione è destinato principalmente a uso pediatrico, ma secondo gli acquirenti è adatto anche agli adulti.

 

Principale svantaggio:

Nonostante l’ottimo manuale delle istruzioni, il pulsossimetro OXY-5 non riporta alcuna indicazione rispetto all’età minima consigliata. Secondo alcuni non va bene per i bambini al di sotto dei sei mesi di età.

 

Verdetto 9.9/10

L’OXY-5 è uno dei pulsossimetri per uso pediatrico più venduti, grazie alla velocità con cui riesce a ottenere le letture, e al loro ottimo livello di precisione.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Pulsossimetro di alta qualità

La ditta italiana GIMA è nota soprattutto come produttore di articoli, apparecchiature e dispositivi medici, sia per uso professionale sia domestico, ed è uno dei brand più apprezzati in questo settore di produzione, in Italia e in Europa.

GIMA, infatti, può vantare quasi un secolo di esperienza in questo settore produttivo, e ben due certificazioni ISO, 9001 e 13485, che attestano l’elevato standard qualitativo dei suoi prodotti, che spaziano ormai dagli strumenti per i medici, come i fonendoscopi e stetoscopi, fino ai misuratori di pressione e glicemia.

Il pulsossimetro OXY-5 pediatrico serve innanzitutto a misurare la saturazione di ossigeno nel sangue, e il suo utilizzo è indicato soprattutto per i bambini affetti da problemi alle vie respiratorie, o legati alla corretta ossigenazione del flusso sanguigno, come l’ipossia o l’iperventilazione.

Efficiente e preciso

Oltre alla percentuale di ossigeno nel flusso sanguigno, ovviamente, il pulsossimetro OXY-5 è in grado di rilevare anche la frequenza cardiaca e l’indice di perfusione.

Il dispositivo è apprezzato soprattutto per il suo livello di precisione, infatti può rilevare le pulsazioni cardiache in un range dai 30 ai 240 battiti per minuto con uno scarto di precisione di +/- due battiti, l’indice SpO2 in una fascia che va dal 35 al 99% con uno scarto di precisione di +/- 2%, e l’indice di perfusione in una fascia dallo 0 al 20%, con uno scarto di circa lo 0,1% in più o in meno.

È anche estremamente stabile durante le misurazioni, capace di sopportare piegamenti del dito, tremori da morbo di Parkinson, movimenti improvvisi delle mani e pressioni accidentali del pulsante senza compromettere i dati delle letture.

 

Dispositivo medico di classe II A

Nel caso in cui i valori della saturazione di ossigeno rilevati dal dispositivo siano inferiori al 90%, oppure la frequenza cardiaca inferiore a 50 bpm, l’OXY-5 emette un allarme sonoro e anche visivo, grazie al display LCD retroilluminato che mostra anche l’indicatore di carica.

L’apparecchio, infatti, è alimentato da due batterie di tipo AAA che garantiscono un’autonomia di 50 ore di funzionamento continuo, una durata abbastanza elevata se consideriamo che occorrono pochi secondi per una lettura e che l’OXY-5 si accende e si spegne automaticamente soltanto inserendo o rimuovendo il dito.

L’ulteriore vantaggio dell’OXY-5, inoltre, è quello di essere classificato come dispositivo medico di classe II A, e come tale soggetto a sgravio fiscale.

 

 

ABCNatural Pulsossimetro da Dito, Saturimetro Portatile Professionale

 

 

Se avete la necessità di conoscere la quantità di ossigeno presente nel sangue, perché siete soggetti a rischio o semplicemente perché state valutando quali prodotti acquistare per un reparto ospedaliero, questo modello ABCNatural è in grado di soddisfare pienamente, avvisando in modo tempestivo prima che si verifichi un’eccessiva desaturazione che potrebbe portare a gravi complicazioni. Da questo punto di vista la funzione denominata ODI4 consente al dispositivo di avvisare qualora la percentuale scenda sotto al 4%, con la possibilità di lasciare il monitoraggio attivo durante le ore di sonno. Allo stesso modo è possibile impostarlo in modo che emetta un segnale qualora i battiti cardiaci superino il limite tollerato.

Le informazioni vengono mostrate sul monitor, sul quale alternare la visualizzazione delle sei differenti modalità e che si spegne dopo otto secondi quando non c’è segnale. in questo modo viene preservata la batteria che, con un utilizzo normale, assicura un’autonomia di circa 40 ore. Considerato che il pulsiossimetro deve essere agganciato a un dito o al lobo dell’orecchio, sono da apprezzare le dimensioni estremamente compatte così come il laccetto che permette di portarlo sempre con sé. Peccato che le istruzioni allegate siano solamente in tedesco, anche se per fortuna il funzionamento è molto intuitivo e non si sente eccessivamente la mancanza di quelle in italiano.

Pro
Precisione:

Permette di rilevare la quantità di ossigeno nel sangue e i battiti cardiaci e avvisa tempestivamente non appena i valori non rientrano nelle medie corrette.

Compatto:

Piccolo e leggero, si ancora senza difficoltà al dito o al lobo dell’orecchio e, grazie al laccetto, non è un problema averlo sempre a portata di mano.

Display:

Ampio e ben leggibile, permette di visualizzare le informazioni desiderate e, in caso di assenza di segnale, si spegne per risparmiare sul consumo della batteria.

Contro
Non in italiano:

Il libretto di istruzioni non è disponibile nella nostra lingua ma solamente in tedesco, perciò difficilmente vi sarà di aiuto nella comprensione di come utilizzare il dispositivo.

 

 

Gima Pulsoximetro da Dito OXY-6

 

 

Dal momento che l’azienda italiana Gima è tra le più note e affidabili nel settore di produzione di apparecchiature e dispositivi medici, sia per uso professionale sia domestico, ci sembrava giusto inserire tra i nostri consigli d’acquisto anche il modello OXY-6, che è tra i migliori prodotti dalla ditta nostrana.

Il saturimetro vanta un’elevata stabilità durante la misurazione anche nel caso in cui si pieghi inavvertitamente il dito o qualora non si riesca a tenerlo completamente fermo a causa del morbo di Parkinson, cosa che lo rende adatto soprattutto per i bambini piccoli e gli anziani.

Oltre a rilevare il tasso di SpO2 e la frequenza cardiaca, permette di visualizzare un istogramma preciso del battito e di calcolare l’indice di perfusione che consente al dispositivo di ritenere valida o meno una data misurazione. Qualora i valori rilevati fossero anomali emette un apposito segnale acustico, mentre la funzione di spegnimento automatico si attiva dopo dieci secondi di mancato utilizzo per risparmiare energia.

Pro
Facile da usare e da leggere:

Le dimensioni dell'alloggiamento in cui inserire il dito sono adatte anche per le falangi dei più piccoli, mentre il display a caratteri grandi e ben leggibili risulta estremamente facile da consultare.

Funzionale:

Oltre a un allarme acustico che avvisa in caso di SpO2 inferiore al 90% e pulsazioni inferiori a 50 bpm o superiori a 120 bpm, è provvisto della pratica funzione di spegnimento automatico che si attiva dopo 10 secondi di inattività.

Rilevazione rapida e precisa:

In pochi secondi rileva la saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca, restituendo dati precisi anche in caso di movimenti inconsulti.

Accessori:

Inclusi nel prezzo troverete anche due batterie di tipo AAA, una valigetta in plastica rigida, una pochette in stoffa per il trasporto e un laccio per il monitoraggio durante le attività sportive.

Contro
Memoria:

Non è provvisto di una memoria interna per calcolare la media delle misurazioni effettuate.

 

 

CocoBear Pulsossimetro da dito portatile

 

 

Rispetto agli altri modelli presenti nella nostra classifica, il pulsossimetro di CocoBear è adatto anche in gravidanza e per i bambini di età superiore ai 4 anni, in quanto provvisto di certificazione FDA e CE che attestano il rispetto degli standard qualitativi e funzionali previsti dalla legge, restituendo quindi una sicurezza di utilizzo che non teme paragoni.

Rientra, inoltre, tra i dispositivi più veloci della categoria poiché fornisce misurazioni accurate in un intervallo di soli sei secondi, ragion per cui risulta ideale anche per i piccolissimi che sono, in genere, restii a stare fermi per troppo tempo.

Grazie ai sensori di nuova generazione si potranno ottenere risultati precisi con un’affidabilità del ± 2% per la SpO2 e di ± 3bpm della frequenza cardiaca, mentre il display OLED ad alta definizione permette di visualizzare facilmente i dati raccolti con una lettura dello schermo a 360°.

L’apparecchio è alimentato da due batterie di tipo AAA che offrono un’autonomia di 60 ore di funzionamento continuo, una durata più che soddisfacente se si considera che occorrono pochi secondi per una misurazione completa.

Pro
Display:

Il pulsossimetro di CocoBear dispone di un ampio schermo OLED ad alta risoluzione con luminosità regolabile e quattro comode prospettive di visualizzazione per agevolare la lettura.

Veloce:

Una volta inserito il dito nell'apposito alloggiamento, impiega solo sei secondi per rilevare la frequenza cardiaca e il livello di saturazione di ossigeno nel sangue, una caratteristica che ne rende l'utilizzo pratico e confortevole per chiunque.

Versatile:

Provvisto di certificazione FDA e CE, che ne garantiscono la qualità e il funzionamento, si presta a essere utilizzato anche dalle donne in gravidanza e dai bambini di età superiore ai 4 anni.

Autonomia:

È alimentato da due batterie di tipo AAA, incluse nel prezzo, che assicurano un'autonomia di ben 60 ore.

Contro
Utilizzo notturno:

Sebbene il saturimetro possa essere utilizzato anche di notte per monitorare le apnee notturne, potrebbe risultare difficile da tenere al dito mentre si dorme, soprattutto se si ha la tendenza a compiere movimenti bruschi durante il sonno.

 

 

Medisana Pulsossimetro PM 100

 

 

Il motivo dell’enorme successo nelle vendite del pulsossimetro PM 100 di Medisana lo si ritrova nella sua spiccata praticità di utilizzo, che può far comodo soprattutto a quelle persone anziane che non sono molto avvezze alla tecnologia.

Basta, infatti, agganciare l’apposita pinza al dito e premere l’unico pulsante presente per avere in soli dieci secondi i dati relativi alla saturazione di ossigeno nel sangue e alla frequenza cardiaca.

La qualità costruttiva del prodotto è tra le migliori, dal momento che per la sua costruzione sono stati utilizzati materiali molto solidi e resistenti che non temono l’usura né le sollecitazioni ripetute. Grazie alle sue dimensioni contenute e al peso ridotto, risulta anche facile da trasportare, sebbene sia sprovvisto di una custodia che avrebbe permesso di conservarlo in modo adeguato.

Possiamo ritenerci soddisfatti anche del display OLED, che con i suoi dieci livelli luminosità e l’innovativa tecnologia one-touch risulta facilmente leggibile anche da lontano e da chi ha problemi alla vista. Se, poi, a queste specifiche aggiungiamo un costo ultra competitivo, è chiaro che si tratta di un investimento che difficilmente deluderà le aspettative.

Pro
Veloce:

Il PM 100 di Medisana è un dispositivo facile da usare ed estremamente veloce nel rilevare i dati relativi alla saturazione ematica di ossigeno e alla frequenza cardiaca, che si ottengono in soli 30 secondi dall'avvio della misurazione.

Qualità/prezzo:

Il costo contenuto non ha sacrificato l'efficienza né la qualità costruttiva, che sono assolutamente ineccepibili.

Design compatto:

Se siete alla ricerca della comodità, il prodotto in questione è un'ottima scelta, grazie alle sue piccole dimensioni e al funzionamento one-touch.

Facile da consultare:

Il display molto ampio e i dieci livelli di regolazione della luminosità lo rendono facilmente leggibile anche in condizioni di scarsa visibilità o da chi ha problemi di vista.

Contro
Confronto dei dati:

Il pulsossimetro di Medisana non permette di salvare in memoria le misurazioni rilevate in precedenza, impedendo quindi di confrontare le statistiche dei risultati a ritroso.

Custodia:

Nella dotazione, purtroppo, non è inclusa una custodia da viaggio, che sicuramente avrebbe reso più agevole il trasporto del dispositivo.

 

 

Beurer Pulsossimetro PO 30

 

 

L’unico motivo che ha fatto scivolare il Beurer PO 30 in seconda posizione è il costo elevato a cui viene venduto, mentre per il resto si conferma il miglior pulsossimetro del 2020 sia in termini di qualità sia sul fronte dell’attendibilità delle misurazioni rilevate.

Grazie alle sue dimensioni estremamente compatte (6,1 x 3,6 x 3,2 cm), si pone come compagno affidabile di chi ha la necessità di tenere sotto controllo i livelli di saturazione ematica e la frequenza cardiaca, potendo fare affidamento su una pratica custodia per portarlo sempre con sé anche in viaggio.

Oltre al display a colori e alla luminosità regolabile per agevolare la lettura, un altro grande vantaggio del prodotto è la possibilità di poter scaricare i dati raccolti sul proprio computer tramite collegamento USB, in modo da visualizzare, conservare e stampare il prospetto con gli andamenti delle misurazioni nell’arco delle 48 ore.

Insomma, ha tutto ciò che serve per rivelarsi un ottimo investimento, compreso un allarme acustico che segnala sia il rilevamento di un valore anomalo sia la necessità di sostituzione delle batterie, e al termine dell’utilizzo l’apparecchio si spegne automaticamente.

Pro
Dimensioni:

Il pulsossimetro di Beurer presenta un design estremamente compatto che ne facilita il trasporto, cosa resa possibile anche dalla pratica custodia in dotazione.

USB:

È possibile scaricare i dati raccolti direttamente sul PC tramite un cavo USB, in modo da confrontare l'andamento delle misurazioni e avere un quadro clinico più completo.

Autospegnimento:

Una volta effettuato il monitoraggio, il Beurer PO 30 si spegne automaticamente dopo un paio di minuti di inutilizzo per prolungare la durata delle batterie.

Display:

A differenza di altri apparecchi simili, si rivela di facile consultazione grazie al display a colori con luminosità regolabile che fornisce anche un grafico preciso con la statistica dei valori rilevati nell’arco di 48 ore.

Contro
Prezzo:

Non è un prodotto accessibile per chiunque; detto questo, riteniamo che valga il prezzo pagato sia in termini di qualità costruttiva sia in merito all'accuratezza dei risultati.

Età:

Nella scheda tecnica del prodotto non è specificata l'età per cui è adatto, anche perché le dimensioni dell'alloggiamento dove appoggiare il dito sembrano eccessive per le falangi dei bambini molto piccoli.

 

 

Jumper SPO2 Saturimetro Professionale da Dito

 

Si comporta come un pulsossimetro professionale pur non essendo in effetti un apparecchio in dotazione negli ospedali. Sono parecchie le informazioni che si possono ricavare da questo accessorio, a partire dalla misurazione dei valori cardiaci. Oltre al dato sulla frequenza del battito cardiaco, comune in questo genere di apparecchi, è in grado di visualizzare la curva plestimografica che dà immediatamente l’idea dell’andamento delle pulsazioni.

Si fissa al dito ed è compatibile tanto con quello degli adulti che dei bambini, essendo predisposto per la funzione pediatrica.

Buono il range di misurazione come il livello di precisione nella rilevazione del dato, con un margine d’errore dichiarato dal fabbricante che è nell’ordine di più o meno due battiti al minuto, e il 2% rispetto alla percentuale di saturazione d’ossigeno rilevata nel sangue.

È un dispositivo pratico da usare e tenere a disposizione: è dotato di comoda custodia e cinturino per tenerlo al collo e sempre pronto all’occorrenza. È alimentato da due comuni pile alcaline AAA facilmente reperibili all’occorrenza.

Se stai cercando un prodotto che si avvicina a quelli professionali, potresti aver trovato il tuo nuovo pulsossimetro. Di seguito un breve elenco dei principali punti di forza e di debolezza di questo strumento.

Pro
Professionale:

Sebbene sia un modello adibito all’uso personale, questo prodotto riesce a rilevare una grande quantità di informazioni, avvicinandosi agli apparecchi professionali che si trovano negli ospedali.

Compatibile:

Può essere applicato al dito di un adulto come a quello di un bambino, quindi con questo acquisto potrai tenere d’occhio i valori di tutta la famiglia.

Pratico:

Nel caso debbano essere fatte molte misurazioni, questo saturimetro può essere portato al collo tramite l’apposito cinturino.

Contro
Niente italiano:

Come succede con molti prodotti, anche questo saturimetro non ha un manuale d’istruzioni in italiano.

 

 

Pulox PO-200 Solo Pulsossimetro Sensore

 

Tra i migliori pulsossimetri da dito si distingue facendo una bella figura questo proposto da Pulox. Ha uno schermo OLED che consente una lettura rapida e semplice del dato rilevato.

Le informazioni fornite dopo la rilevazione sono le classiche che ci si aspetta da questo tipo di dispositivo, ma è il grado di accuratezza nella misurazione che lo distingue dagli altri.

L’intervallo di misurazione del parametro SpO2 ha un margine di errore compreso tra più o meno il 2% e l’intervallo misurato con accuratezza parte addirittura da 70, quando sarebbe sufficiente scendere appena sotto 90, e arriva a misurare il 100% visualizzando anche il caso di iperventilazione.

Anche la misurazione dei battiti è piuttosto precisa, ha un range compreso tra 30 e 250 battiti per minuto. Tale accuratezza è comprovata anche nelle recensioni degli utenti che lo testimoniano dopo aver avuto modo di comparare il funzionamento del piccolo ossimetro con le apparecchiature ospedaliere.

La nostra guida per scegliere il miglior pulsossimetro continua con un breve elenco dei vantaggi e svantaggi di questo modello che secondo gli utenti è tra i più precisi in circolazione.

Pro
Schermo:

Il display OLED permette di leggere facilmente e rapidamente le informazioni che vengono rilevate.

Preciso:

Il margine di errore di questo modello è davvero basso, questo garantisce un'analisi davvero precisa. Ideale se hai bisogno di sapere esattamente quali sono i valori rilevati.

Battito:

Riesce a misurare i battiti cardiaci con buona precisione grazie a un margine che va tra i 30 e i 250 battiti per minuto.

Contro
Istruzioni:

Il manuale di istruzioni si presenta solo in tedesco, il che rende difficile capire come utilizzare correttamente l’oggetto.

 

 

AGPTEK Pulsossimetro da Dito

 

 

Vediamo alcune delle caratteristiche di questo pulsossimetro di Agptek, per capire come mai risulta tra gli articoli più venduti in questa sezione. Con un solo strumento potrete misurare il livello di saturazione di ossigeno nel sangue, la frequenza cardiaca e la forza dell’impulso in tempi davvero molto brevi.

Tutto sarà visualizzato su uno schermo LED, facile da comprendere e per questo adatto anche ai più anziani. La precisione è del 2% e il suo funzionamento è davvero semplice, se si pensa che basta inserire il dito e utilizzare l’unico pulsante presente, al fine di ottenere il risultato della misurazione. 

Le cifre ottenute possono essere parzialmente alterate dalla presenza di smalto sulle unghie e da posizioni non adatte: si consiglia infatti di farne uso da seduti e di attendere qualche minuto prima della misurazione.

Il sistema che lo mette in funzione inoltre si spegne automaticamente dopo pochi secondi, in modo da evitare sprechi di batteria. La custodia in dotazione lo rende facilmente trasportabile.

Per riassumere quanto detto elenchiamo quelli che sono i principali pregi e difetti del pulsossimetro preso in esame.

Pro
LED:

Ideale anche per gli anziani, questo strumento presenta un comodo schermo LED di lettura facile e immediata. I risultati sono infatti riportati in modo chiaro.

Risparmio energetico:

Usa come fonte di energia le batterie, per questo è importante evitare quanto più possibile eventuali sprechi energetici. Infatti si spegne in automatico dopo pochi secondi dall’utilizzo.

Custodia:

In dotazione riceverete inoltre una custodia e un laccio pensati per poter portare questo strumento sempre con voi, anche durante l’attività sportiva.

Funzionamento:

Il meccanismo con cui si mette in funzione è davvero intuitivo, perché basta inserire il dito e premere l’unico tasto presente, affinché i risultati siano visibili sullo schermo.

Contro
Precisione:

Sebbene il valore di precisione riportato sia del 2%, alcuni utenti ritengono che la misurazione non sia così attendibile, per cui consigliano di usarlo solo se seduti o distesi.

 

 

Beurer PO 80 Pulsossimetro con Funzione di Registrazione

 

Tanti lo definiscono il miglior pulsossimetro del 2020 e, malgrado il prezzo basso non di prima fascia, ha un grado di affidabilità notevole su cui potere contare.

Si tratta di uno strumento pensato per riportare il dato del livello di gas legato all’emoglobina e per deduzione il livello di ossigenazione del sangue, e a fornire dati e monitoraggio sull’attività cardiaca. È pensato per rilevare il dato durante le 24 ore e quindi predisposto di cavetto USB per trasferire i dati raccolti sul PC e confrontarne l’andamento.

È dotato di allarme acustico che avvisa in caso di rilevamento di un valore anomalo, sia per insufficienza che per eccesso di ossigeno nel sangue o nel caso di anomalie nel battito cardiaco.

Il produttore ne consiglia l’uso anche per il monitoraggio di eventuali apnee notturne, anche se alcuni utenti si dimostrano scettici al riguardo: non è facilissimo tenere il dispositivo al dito senza che si stacchi inavvertitamente durante il sonno.

Vediamo adesso quali sono i pro e i contro di questo modello che secondo i pareri degli utenti è quanto di meglio si possa trovare online. In basso trovi il consueto link per acquistarlo a un’offerta imbattibile.

Pro
USB:

Sarà possibile trasmettere i dati rilevati sul PC per confrontarli immediatamente, semplicemente collegando lo strumento tramite un cavo USB.

Allarme:

Se viene rilevato un valore anomalo verrai messo in allerta da un allarme acustico così potrai subito controllare in caso ci siano delle complicazioni.

Affidabile:

Il rilevamento dei dati avviene in modo preciso e si estende nelle 24 ore.

Contro
Uso notturno:

Sebbene possa essere utilizzato anche per monitorare apnee notturne, gli utenti hanno dichiarato che l’oggetto non è proprio facile da tenere al dito mentre si dorme.

 

 

MeasuPro OX200

 

Tra i migliori modelli venduti online anche questo MeasuPro fa bella figura. Si tratta di un apparecchio semplice da usare e accurato tanto nella misurazione come nella visualizzazione del dato.

Il display OLED è di facile lettura perché i numeri spiccano bene sul fondo scuro, inoltre vengono visualizzati a favore di chi lo usa, quindi ruotano in verticale oppure in orizzontale a seconda di come si posiziona il dispositivo: un po’ come fa uno smartphone.

Il prezzo è molto accattivante, ma non per questo il dato misurato è poco attendibile. Vale sempre la pena verificarne l’attendibilità le prime volte comparandone i risultati con i dispositivi in uso presso l’ospedale. Ma in generale gode di buone recensioni che ne confermano l’attendibilità.

I dati rilevati sono quelli relativi alla frequenza delle pulsazioni e al grado di saturazione dell’emoglobina. Il sensore è resistente ai movimenti e quindi consente di effettuare una misurazione veloce e precisa.

Siamo arrivati così alla fine di questa classifica. Sperando di esserti stati d’aiuto, ti consigliamo di confrontare i pro e i contro di questo modello nel caso tu sia interessato ad acquistarlo.

 

Pro

Prezzo: Si tratta probabilmente del modello più economico che puoi trovare online, ideale se devi fare solo qualche rilevazione e non vuoi spendere troppo.

Display: Lo schermo può essere letto facilmente grazie ai grandi numeri illuminati sullo sfondo scuro. Inoltre ruotano a seconda di come viene posizionato lo strumento.

Movimenti: Il sensore del pulsossimetro è resistente ai movimenti, così potrai utilizzarlo anche mentre svolgi altre attività evitando di rimanere completamente fermo durante la rilevazione.

 

Contro

Dimensioni: Secondo i pareri di alcuni utenti, questo pulsissometro è piuttosto voluminoso e non si può portare in tasca.

 

 

Pulsossimetro HYLOGY

 

 

Questo è uno degli strumenti più venduti e apprezzati online perché fa quello che deve fare in modo semplice ed è molto economico. Altri pulsossimetri hanno qualche funzione in più, ma le due che più interessano agli utenti non mancano: frequenza cardiaca e saturazione del sangue.

Il produttore dichiara una precisione di 2 bpm per la frequenza e di ± 2% per la SP02 e anche gli utenti non hanno sollevato particolari obiezioni riguardo all’accuratezza delle rilevazioni.

Il dispositivo è piccolo, pratico e molto facile da usare: lo conferma la maggioranza dei consumatori. Nella confezione c’è anche il manualetto con le istruzioni in italiano; non manca il laccetto da collo, la custodia e le batterie che però hanno una durata troppo limitata, nonostante l’utile funzione di spegnimento automatico.

I numeri e i simboli mostrati sono visibili chiaramente sul display retroilluminato e la rilevazione è quasi istantanea: in definitiva, lo strumento non delude le attese, ma il vantaggio evidente rispetto agli altri è il prezzo, molto più contenuto di quello dei modelli presenti in classifica. Fate un confronto e verificate: se non volete spendere troppo, questo potrebbe essere il pulsossimetro/saturimetro giusto.

Di seguito elenchiamo brevemente i punti di forza e di debolezza di questo Hilogy, estremamente apprezzato dai consumatori e per questo presente nella nostra guida per scegliere il miglior pulsossimetro.

Pro
Economico:

SI tratta di un modello davvero economico, per cui l’investimento per avere informazioni utili sulla propria salute è minimo.

Precisione:

Nonostante il prezzo ultra competitivo, lo strumento è accurato. Per la frequenza cardiaca, lo scarto è di 2 bpm e per la SP02 di ± 2%.

Facile da usare:

La maggior parte degli utenti è concorde nel ritenere questo strumento molto facile da usare. C’è il manuale in italiano, il laccetto per il collo, la custodia e le batterie. Il display è chiaro e retroilluminato. Non manca lo spegnimento automatico.

Contro
Batterie:

Diversi utenti hanno voluto sottolineare come la durata delle batterie sia davvero molto limitata.

 

 

Pulsossimetri professionali – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Non si sa mai quando si presenti l’occasione di dover misurare la quantità di emoglobina nel sangue pertanto è meglio non lasciarsi trovare impreparati. Leggete attentamente la nostra guida perché vi illustreremo alcuni strumenti atti allo scopo e vi indicheremo qual è per noi il miglior pulsossimetro professionale del 2020. Non avete tempo da perdere? Allora date subito un’occhiata all’Hylogy MD-H32-ITBS semplice da utilizzare e molto accurato nel fornire le informazioni. Il modello Morpilot 2100001 si fa apprezzare invece per il display Oled che garantisce un elevato comfort di lettura dei dati.

 

Come scegliere il miglior pulsossimetro professionale del 2020?

 

Pur trattandosi di uno strumento professionale, non è difficile trovarlo in farmacia a un basso costo o comunque accessibile. Lo strumento è composto da una sonda e da un’unità che esegue i calcoli necessari e mostra i risultati. Ora, i modelli più vecchi sono un tantino ingombranti e poco a poco stanno sparendo dal mercato in favore di oggetti più compatti e pratici da usare. È a questi ultimi che suggeriamo di volgere le vostre attenzioni.

Ma vediamo com’è fatta la sonda: in sostanza si tratta di una pinza che può essere applicata al dito, in particolare all’ultima falange, oppure al lobo di un orecchio.

Cosa ci mostra l’apparecchio? Sul display possiamo prendere visione della cosiddetta saturazione o, in altri termini, dell’emoglobina legata, detta anche ossiemoglobina, la frequenza cardiaca e l’intensità della pulsazione.

Prima di andare a vedere più da vicino quello che secondo noi è il miglior pulsossimetro professionale del 2020, analizziamo alcune caratteristiche generali e diamo alcuni suggerimenti per l’utilizzo corretto di questo prezioso strumento medico. Circa il peso abbiamo ben poco da dire perché se vi affidate a uno strumento di recente produzione, sarà molto leggero. Qualche differenza, invece, si può riscontrare con il display che, a nostro avviso, deve essere ben visibile, retroilluminato e con colori vivi.

Meglio investire qualche euro in più e portare a casa un pulsossimetro che dia la possibilità di trasferire i dati raccolti sul computer così da avere un quadro completo della situazione giorno per giorno. Alcuni piccoli accorgimenti per una corretta misurazione: vanno rimossi smalti e qualsiasi altro agente chimico che possa trovarsi sul dito.

 

Quali sono i migliori pulsossimetri professionali?

 

Prodotti raccomandati

 

Hylogy MD-H32-ITBS

 

 

Hylogy è uno strumento che si fa apprezzare innanzitutto per l’accuratezza delle sue rilevazioni, in sostanza è molto affidabile, almeno secondo noi. Altra caratteristica non da poco è la sua semplicità di utilizzo, bisogna tener presente che molto spesso i pazienti che sono costretti a usarlo sono anziani che, nella maggior parte dei casi, hanno poca confidenza con le moderne tecnologie: è sufficiente agganciare la pinza al dito e pigiare il pulsante di accensione.

Ben fatto il display: i risultati si leggono in modo agevole anche in condizioni di poca luce o buio, grazie alla retroilluminazione. Inoltre si ha una buona visuale indipendentemente dall’angolazione da cui si guarda.

Nella confezione c’è una pratica cinghia che permette di portare il pulsossimetro al collo così da non perderlo.

 

 

 

Morpilot 2100001

 

 

Secondo noi si tratta di un buon dispositivo che si fa apprezzare per la misurazione affidabile. Molto semplice da usare, ha un display oled che assicura una buona lettura dei valori rilevati. Da questo punto di vista c’è ampia soddisfazione anche per la gamma dei colori.

Altra caratteristica che ci è piaciuta dello schermo è la possibilità di leggerlo secondo quattro orientazioni diverse, ovvero in verticale dal basso verso l’alto e viceversa, oppure in orizzontale da destra a sinistra e da sinistra a destra. In questo modo la lettura è agevolata da qualsiasi posizione si guardi.

La sonda è abbastanza sensibile e basta molto poco per compromettere la lettura, pertanto, oltre al noto consiglio di non avere lo smalto sulle unghie, è importante anche un’accurata pulizia delle mani e in particolare del dito che si usa per la misurazione: lo sporco, infatti, potrebbe, anzi, è causa di valori errati nella rilevazione. Nella confezione c’è un laccetto e anche le batterie per un uso immediato del saturimetro.

 

 

 

Fkant SB

 

 

Come tutti i dispositivi affidabili anche questo saturimetro gode dell’approvazione da parte della FDA, l’ente governativo statunitense incaricato della regolamentazione dei prodotti farmaceutici e alimentari.

Come dimostrano i tanti commenti di persone soddisfatte, le rilevazioni effettuate dallo strumento sono affidabili a patto che si abbia cura di pulire con l’alcol la parte di gomma che si aggancia al dito, il quale deve essere altrettanto pulito. Mal vista, invece, la necessità di restare abbastanza immobili durante la misurazioni, onde evitare di ottenere risultati errati.

Non ci ha particolarmente impressionato il display, certamente in linea con un prodotto abbastanza economico. Tuttavia dobbiamo dire di aver visto di meglio, sebbene non neghiamo che il rapporto tra prezzo e qualità sia buono.

 

 

 

Principale vantaggio

Il principale vantaggio di questo prodotto consiste nella sua facilità di utilizzo. Grazie al display di buone dimensioni di cui è dotato, sarà semplice leggere i dati rilevati.

 

Principale svantaggio

Sembrerebbe che la pecca del pulsossimetro consiste nelle istruzioni che non sono disponili in italiano, ma solo in tedesco.

 

Verdetto 9.8/10

I benefici di questo prodotto sono numerosi, a partire dalla sua efficienza e semplicità di utilizzo. Un apparecchio piccolo, da poter portare ovunque in modo tale da poterti garantire la possibilità di conoscere le tue condizioni. Ad alta precisione e velocità.

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Facile da usare e affidabile

Il design è studiato per semplificare l’utilizzo e rendere l’apparecchio il più versatile possibile. Il display OLED è dotato di una retroilluminazione con ben cinque livelli di luminosità che permette la visibilità anche al buio. Inoltre puoi ruotarlo in quattro direzioni e basterà premere un solo pulsante per metterlo in funzione.

Non ci sono le istruzioni in italiano, ma nonostante ciò non serve avere delle particolari conoscenze a priori sull’argomento data la facilità di utilizzo, ed è quindi ideale per coloro alle prime armi con questo genere di apparecchi. Può poi essere utilizzato sui bambini e sugli anziani, perché non stringe troppo il dito ed è davvero compatto. Le modalità di visualizzazione dei dati rilevati sono sei e il grado di accuratezza ottimale.

 

Accurato

Un apparecchio per utilizzo domestico che, a detta dei pareri degli utenti, è in grado di rilevare la misurazione dei battiti e la saturazione di ossigeno come se fosse un modello professionale. Il margine di errore è compreso tra il 2% più o meno, e il range è tra i 30 e i 250 battiti al minuto.

Funziona anche in caso di iperventilazione, dimostrandosi un dispositivo utile per rilevare le condizioni di salute in qualsiasi circostanza. Tra i pulsossimetri in commercio, questo è una versione piccola ma efficiente, da portare ovunque e in grado di fornire informazioni importanti e precise per grandi e piccini, nel giro di pochi secondi.

 

Accessoriato e duraturo

La confezione contiene tutto ciò che serve per iniziare a utilizzare lo strumento. Astuccio duro, marsupio di nylon e custodia di silicone sono tutti compresi nel pacchetto, insieme alla tracolla per facilitare il trasporto e ben due batterie AAA per mettere l’apparecchio in funzione, in modo tale da poterlo utilizzare appena acquistato.

Dopo 8 secondi di inattività, si spegne automaticamente per evitare di sprecare la carica e garantisce un funzionamento continuo fino a 40 ore. Buon rapporto qualità-prezzo e ottima efficienza per questo piccolo apparecchio a lunga durata.

 

 

 

 

Pulsossimetri da dito – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Purtroppo ci sono persone che hanno la necessità di tenere sotto controllo i livelli di emoglobina del sangue. Chiaramente non si può andare continuamente dal medico e avere in casa il miglior pulsossimetro serve proprio a questo. Se sfortunatamente avete la necessità di usare questo importante strumento, leggete con grande attenzione la guida che abbiamo preparato per tutti voi: spiegheremo le caratteristiche del dispositivo per poi proporvi la nostra selezione di saturimetri, tra i quali vogliamo segnalarvi il Nursal HPC0105, dal convincente rapporto tra qualità e prezzo e in grado di fornire le misurazioni in tempi rapidi. Degno di menzione anche l’Hylogy MD-H32-ITBS che ha conquistato chi l’ha già provato per la grande affidabilità delle rilevazioni effettuate.

 

 

Come scegliere il miglior pulsossimetro da dito del 2020?

 

Il lettore, innanzitutto, non deve preoccuparsi del prezzo perché questo tipo di strumento si trova in vendita anche a basso costo e ce ne sono diversi che hanno poco da invidiare ai dispositivi professionali.

L’uso del pulsossimetro è piuttosto semplice e pertanto può essere utilizzato senza problemi anche da quelle persone anziane che non sono molto avvezze alla tecnologia. Individuiamo due elementi principali, che sono la sonda e il display. Il paziente deve applicare la sonda (funziona come una pinza) al dito oppure al lobo dell’orecchio. Questi, infatti, sono i punti del corpo più adatti alla rilevazione. Chiaramente, per una questione di comodità, oltre che di autolettura, suggeriamo di applicare il saturimetro al dito. Una volta posizionato lo strumento, passerà un attimo prima di vedere sul display i livelli di saturazione, l’intensità delle pulsazioni e, naturalmente, la frequenza cardiaca.

Tra gli aspetti più importanti e da verificare circa il miglior pulsossimetro da dito del 2020 c’è l’affidabilità delle rilevazioni. Se avete qualche sospetto, vi consigliamo di andare dal vostro medico curante e chiedergli di confrontare i dati riportati dal vostro strumento con il suo, professionale. In questo modo, se avete comprato lo strumento online, avrete sempre tempo per restituirlo qualora mostrasse dati inesatti.

Altra peculiarità importante è il display, che deve essere ampio, ben leggibile anche da diverse angolazioni, meglio se retroilluminato. Spendendo qualcosina in più si può entrare in possesso di un dispositivo in grado di interfacciarsi con il computer e trasferire tutte le rilevazioni. Alcune cose da sapere per una corretta misurazione: non bisogna mai portare lo smalto sulle unghie ed è indispensabile pulire accuratamente la pinza.

 

Quali sono i migliori pulsossimetri da dito?

 

Prodotti raccomandati

 

Nursal HPC0105

 

 

Pratico da usare e rapido nelle rilevazioni: bastano, infatti, dieci secondi al Nursal per fornire i dati circa il livello di saturazione di ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca. Le impostazioni e il funzionamento sono semplicissimi e si esegue tutto con un solo dito. Il trasporto è molto agevole, anche grazie alla piccola custodia in nylon e al laccetto per averlo sempre a portata di mano.

Possiamo ritenerci soddisfatti anche del display, non molto colorato in vero ma comunque ben leggibile.

La qualità dei materiali non è eccelsa ma questo non significa che stiamo parlando di un dispositivo fragile con chissà quale tendenza a rompersi. Se consideriamo anche il costo più che contenuto, riteniamo di poter consigliare l’acquisto del Pulsossimetro Nursal.

 

 

 

 

Hylogy MD-H32-ITBS

 

 

Di questo strumento c’è da apprezzare innanzitutto l’accuratezza delle misurazioni. In rete si trovano parecchi commenti che ne esaltano l’affidabilità, pareri forti anche di confronti fatti con strumenti professionali. A una tale precisione dobbiamo aggiungere la semplicità di utilizzo, ottima notizia, dunque, per tutte quelle persone anziane che trovano sempre difficoltà quando costrette a cimentarsi con prodotti tecnologici.

Funziona così: si aggancia lo strumento al dito (ha il classico sistema a pinza) e si schiaccia l’unico pulsante presente.

I dati rilevati sono ben visibili sul display, davvero ben fatto e leggibile da qualsiasi angolazione lo si guardi, anche di notte grazie alla retroilluminazione. Completano il tutto una buona custodia e un laccetto per portare al collo il pulsossimetro così da averlo sempre a portata di… dito.

 

 

 

 

Morpilot 2100001

 

 

A nostro avviso si tratta di un buono strumento che offre tutte le garanzie necessarie circa una corretta misurazione. Inoltre, gode della certificazione FDA, l’ente che regolamenta i prodotti alimentari e farmaceutici negli Stati Uniti d’America.

Non ci sono riserve circa la sua affidabilità, almeno giudicando i tanti commenti positivi pubblicati in rete da parte di chi ha già avuto occasione di provarlo di persona. Tuttavia è importante, innanzitutto, restare immobili quando si effettua la misurazione ma bisogna anche accertarsi che dito e sonda siano adeguatamente puliti per evitare risultati falsati.

È un prodotto economico e ciò si riscontra, ad esempio, guardando più da vicino il display ma è altrettanto vero che il rapporto tra prezzo e qualità non delude.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Sottoscrivere
Notifica di
guest
2 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Mattia Olivero
Mattia Olivero
May 26, 2020 2:00 pm

Buongiorno,
Circa un mese fa in una classifica di pulsossimetri fatta da voi compariva anche la scheda dell’ABCNatural Pulsossimetro da dito, saturimetro portatile professionale. Leggendo la vostra recensione l’ho acquistato, ora vorrei sapere se c’è un motivo per cui non è più presente. La scheda che avevate stilato era stata molto utile per la scelta; ora ce l’avete ancora?
Grazie e cordiali saluti

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
May 27, 2020 6:31 pm
Reply to  Mattia Olivero

Salve Mattia, sì, molti utenti in effetti si erano trovati bene come te con questo saturimetro. Il problema è che, in seguito alla pandemia, alcuni dispositivi medici come i pulsossimetri e altri apparecchi, come per esempio gli ozonizzatori, sono andati a ruba. Negli ultimi anni non c’erano mai stati particolari problemi di reperibilità ma adesso alcuni di questi dispositivi non sono più disponibili e se lo sono, solo per pochi giorni, poi terminano di nuovo. Pertanto abbiamo preferito aggiornare la classifica con altri modelli, ma con scarso successo perché anche queste scorte paiono durare pochissimo in questa fase assurda… Saluti… Read more »

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status