Il miglior selfie stick

Ultimo aggiornamento: 18.08.18

Selfie stick – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Dai un’occhiata a questi due selfie stick, sono i migliori per noi tra quelli analizzati: Mpow MBT22B-PPP è Bluetooth e dialoga col telefono senza bisogno di cavetti. Molto apprezzati sono la qualità costruttiva della struttura in alluminio, resistente e leggera, e il foro filettato alla base per poterlo montare su un cavalletto. TaoTronics TT-SH10 si adatta anche ai cellulari più grandi e consente massima libertà di movimento perché arriva a 80 cm e ruota di 270 gradi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior selfie stick

 

I selfie, che altro non sono che i “vecchi” autoritratti fatti con la fotocamera anteriore del cellulare, sono il fenomeno degli ultimi anni grazie anche alla crescente popolarità di social network come Facebook e Instagram.

Per ottenere scatti sempre più belli, sul mercato hanno fatto la loro comparsa dei bastoni (stick in inglese) studiati appositamente per ospitare il telefono e agevolare una corretta inquadratura. Nella nostra guida ti proponiamo una serie di consigli su come scegliere il selfie stick più adatto alle tue esigenze.

1. Mpow MBT15B-PPP

 

Guida all’acquisto

 

La giusta lunghezza

Fondamentalmente uno stick per scattare autoritratti altro non è che un’asta telescopica che può essere allungata, di solito fino a un massimo di 80 centimetri o un metro e alla cui estremità trova posto un supporto in grado di ospitare saldamente lo smartphone. Il cellulare può essere collocato alla gusta distanza, così da includere nell’inquadratura i soggetti e permetterti di ottenere una foto perfetta.

Visto che la lunghezza del bastone è superiore a quella del braccio (che solitamente si utilizza in alternativa per scattare un selfie), l’angolo dell’inquadratura può essere ampliato a seconda delle necessità, allungando o accorciando lo stick così da avvicinare o allontanare l’obiettivo della fotocamera. Così potrai tenerlo più corto nel caso tu debba ritrarre solo te stesso oppure allungarlo per includere più persone nello scatto.

Mettendo a confronto i prezzi dei vari modelli noterai come sia possibile spendere pochi euro come alcune decine per l’acquisto di un’asta. Questo perché sul prezzo di un selfie stick influiscono in modo importante il tipo di materiali utilizzati e la qualità del loro assemblaggio. In particolare il bastone può essere interamente in plastica o avere alcune parti in metallo, così da risultare più resistente.

 

Cavo o Bluetooth

Il selfie stick, sulla base dell’impugnatura, ha un pulsante alla cui pressione corrisponde lo scatto della fotocamera dello smartphone. Ma come avviene il dialogo tra il bastone e il telefonino?

I modelli delle migliori marche sono dotati di Bluetooth che facilita l’accoppiamento tra il dispositivo e l’asta, in modo che alla pressione del tasto corrisponda immediatamente lo scatto della fotocamera frontale. Altri bastoni, invece, integrano un cavo micro USB da inserire nella porta dello smartphone e che serve per stabilire la connessione tra i due dispositivi.

La terza opzione è rappresentata da un’asta priva di qualunque tipo di connettività e di pulsanti ma dotata di un piccolo telecomando Bluetooth che dialoga senza fili con il cellulare e che viene utilizzato per effettuare gli scatti.

2. TaoTronics TT-SH10

 

Variare le angolazioni

Un altro aspetto da non sottovalutare nella scelta di uno stick, e che quindi si colloca ai primi posti della classifica delle discriminanti di cui tenere conto, è la capacità del bastone di ospitare un dispositivo con un peso “importante”.

Il nostro consiglio è quello di leggere le recensioni e le schede tecniche così da scoprire i limiti di ogni modello, tenendo presente che la maggioranza delle aste ospita senza problemi un apparecchio fino a 500 grammi.

Altro dettaglio da non sottovalutare è la capacità di ruotare il supporto al quale ancorare il telefono, così da modificarne l’angolazione, passando facilmente dall’utilizzo della camera frontale a quella posteriore. In questo modo diventa piuttosto semplice creare inquadrature originali, per scatti che raccoglieranno un sacco di “mi piace” su Facebook!

 

I migliori selfie stick del 2018

 

Sei in cerca dell’autoritratto perfetto da utilizzare come foto del profilo di Facebook? Allora probabilmente dovresti affidarti a un selfie stick, un accessorio che ti permetterà di posizionare la fotocamera dello smartphone alla giusta distanza e selezionare accuratamente l’inquadratura migliore.

Come tutti i prodotti diventati “alla moda”, anche questa asta è disponibile in decine di modelli diversi. Noi ne abbiamo messi in comparazione cinque, per trovare il miglior selfie stick del 2018.

 

Prodotti raccomandati

 

Mpow MBT22B-PPP

 

L’asta selfie Mpow è semplice, pratica e molto economica, costa la metà di tanti altri modelli simili e, quindi, è ideale per chi non ha intenzione di spendere troppo per un prodotto del genere.

Nonostante il costo accessibile, ha tutto quello che serve per fare selfie in maniera veloce e semplice. Arriva a una lunghezza di circa 70 cm e consente, quindi, di includere tutti nell’autoscatto. Una volta ripiegato, però, diventa piccolissimo e, grazie al morsetto pieghevole, può stare nel palmo di una mano ed è estremamente comodo da portare con sé, anche in tasca.

I fermi che trattengono il cellulare sono regolabili e vanno da un’ampiezza minima di 5,3 cm a una massima di 7,8 cm. Questo significa che si possono inserire smartphone piccoli come un iPhone 4 e grandi come un iPhone 6S Plus o una GoPro.

L’asta è in acciaio inox e, quindi, è molto resistente. Come testimonia la maggior parte degli utenti, anche la presa del cellulare è particolarmente stabile e non dà la benché minima preoccupazione che possa scivolare, anche se lo smartphone è pesante.

Gli inserti gommati all’interno evitano di rovinare il dispositivo, mentre la presa gommata antiscivolo si rivela efficace anche con mani umide.

Ecco un’asta per selfie economica ma di qualità che ha riscontrato il favore di numerosi consumatori. Rivediamone le caratteristiche principali.

Pros
Qualità/prezzo:

Questo modello è funzionale, facile da usare e può essere acquistato a un prezzo molto competitivo.

Dimensioni:

Si tratta di un’asta che si allunga fino a 70 cm circa consentendo di ritrarre tutto il gruppo nella foto ma, una volta richiusa, diventa piccolissima tanto da stare nel palmo di una mano o in tasca.

Regolabile:

I morsetti hanno un’ampiezza regolabile che va da 5,3 cm a 7,8 cm. È, quindi, possibile inserire praticamente qualunque smartphone, sia i più piccoli come un iPhone 4 che i più grandi come un 6S Plus.

Materiali:

L’asta è in acciaio inox molto resistente, mentre gli inserti gommati all’interno del morsetto non graffiano il cellulare. La presa antiscivolo si rivela efficace anche con le mani bagnate.

Cons
Dura:

Qualcuno ha trovato l’asta leggermente dura da aprire e chiudere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

TaoTronics TT-SH10 

 

2.TaoTronics TT-SH10La possibilità di allungare l’asta fino a un massimo di 80 centimetri e quella di ruotare il supporto di 270 gradi sono tra le peculiarità offerte dal modello di TaoTronics ad averci favorevolmente colpito. A questo si aggiunge l’estrema semplicità di accoppiamento con lo smartphone grazie alla presenza del Bluetooth e la facilità di scatto assicurata dal pulsante posto sul corpo dello stick.

Il supporto, oltre a ruotare, può essere allargato fino a quasi 9 centimetri in larghezza così da essere in grado di ospitare anche i cellulari con schermi superiori ai 5 pollici di diagonale. La compatibilità è assicurata con i dispositivi Android e Apple iOS mentre non è possibile utilizzare un cellulare con sistema operativo Windows. Chi ha già avuto modo di provarlo ha rilevato come con alcuni dispositivi Android lo stick, per funzionare correttamente, abbia bisogno dell’installazione sullo smartphone dell’app SelfieCam, da utilizzare al momento dello scatto invece di quella che gestisce la fotocamera del telefono.

L’autonomia d’uso è superiore alle 20 ore e, quando il bastone è scarico, può facilmente essere ricaricato utilizzando il cavo Usb presente in confezione.

Con una notevole capacità di estensione e la possibilità di ruotare quasi completamente il supporto della fotocamera, il nuovo selfie stick TaoTronics ha una versatilità che lo rende quasi universale e una notevole durata della batteria.

Pros
Versatilità:

Il sostegno per il tuo smartphone è stato progettato per estendersi fino a 8 centimetri, riuscendo a contenere quasi tutti i tipi di cellulare in commercio.

Connettività:

Il selfie stick può connettersi via Bluetooth direttamente ai dispositivi iOS e tramite un’applicazione gratuita con quelli che utilizzano Android.

Flessibilità:

Questo modello può essere allungato fino a 80 centimetri e il sostegno è in grado di ruotare fino a 270°, adattandosi così in modo eccellente a tutte le tue pose.

Cons
Windows:

Pur versatile al punto da poter ospitare un’ampia gamma di smartphone, questo prodotto non è in grado di funzionare con i dispositivi che operano su Windows.

button-it-2

 

Acquista su Amazon.it (€12,99)

 

 

 

Aukey HD-P7-Nero-IT

 

3.Aukey HD-P7-Nero-ITTra i migliori selfie stick presenti sul mercato, questo modello di Aukey è anche tra i più venduti online in virtù di un prezzo davvero aggressivo e di una grande facilità d’uso, frutto dell’accoppiamento istantaneo via Bluetooth con il telefono e della presenza di un unico pulsante multi-funzione, grande e facile da premere.

Il contenimento del suo prezzo passa anche dall’utilizzo, per la sua scocca, di plastica abs, meno nobile dell’alluminio ma comunque in grado di restituire una buona sensazione di solidità, anche se paragonata con quella di modelli più costosi. L’impugnatura gommata e la presenza di un cordino per agganciarlo al polso completano il quadro di un’asta che sentirai sempre ben salda nella mano.

L’unico appunto che possiamo muovere al prodotto di Aukey è che funziona esclusivamente con smartphone che permettano di utilizzare i tasti bilanciere per la regolazione del volume anche per scattare foto.

Con un prezzo più economico di molti modelli della sua stessa categoria, il selfie stick Aukey strizza l’occhio ai più giovani per il design colorato e il tasto multifunzione che fa risparmiare tempo durante gli scatti improvvisati.

Pros
Tasto:

La presenza di un unico tasto per scattare le fotografie, girare i video e scegliere le impostazioni dell’immagine permette di risparmiare tempo, oltre a risultare più intuitivo per chi ha meno confidenza con la tecnologia.

Sicurezza:

Il prodotto è dotato di un laccio da legare alla mano per evitare che scivoli e di un rivestimento in gomma che migliora la fermezza della presa.

Robustezza:

La plastica ABS utilizzata per realizzare il modello garantisce una buona resistenza all’uso, pur mantenendo competitivo il prezzo di vendita.

Cons
Limiti:

A parte i limiti relativi all’estensione massima del sostegno, questo selfie stick può essere usato solo con dispositivi in cui il tasto di regolazione del volume può essere utilizzato anche per scattare le foto.

button-it-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Arespark S4

 

4.Arespark S4Tra le valutazioni da fare nello scegliere un buon selfie stick c’è senza dubbio la sua versatilità. Alcuni modelli, come nel caso di questo S4, sono in grado di ospitare non solo smartphone con una larghezza massima di 85 centimetri ma anche altre tipologie di prodotti, come action cam GoPro o fotocamere compatte. L’unica discriminante è che siano apparecchi dotati di Bluetooth che è il protocollo wireless utilizzato da questa asta.

Altri aspetti degni di nota sono relativi alla bontà dei materiali utilizzati per il suo assemblaggio e alla presenza di un piccolo telecomando che sostituisce il tasto di scatto che solitamente è integrato nel manico dello stick. Il controller ha dimensioni molto contenute e ospita due tasti: uno più grande da utilizzare per fotografare con uno smartphone Apple, l’altro più piccolo per eseguire la stessa operazione con un modello Android.

La lunghezza massima di circa 120 centimetri è la ciliegina sulla torta di un prodotto degno della vostra attenzione anche se leggermente più caro degli altri presenti nella nostra classifica.

Ad arricchire la nostra guida per scegliere il migliore selfie stick abbiamo scelto un modello del marchio Arespark, il cui sostegno è stato ideato per sostenere anche fotocamere e l’estensione superiore al metro si abbina alla presenza di un piccolo telecomando.

Pros
Telecomando:

Un’autentica chicca del design di questo prodotto è l’uso di un minuscolo telecomando per scattare le foto, che si può nascondere tra le mani durante la posa.

Estensione:

Ha conquistato gli utenti la possibilità di estendere l’asta del selfie stick fino addirittura a 120 centimetri, riuscendo così a racchiudere nella foto anche gruppi numerosi di persone.

Versatilità:

Lo strumento è stato ideato per non limitarsi a sostenere smartphone di diverse dimensioni, ma anche certi tipi di fotocamere e action cam.

Cons
Peso:

Anche se l’uso del telecomando alleggerisce in parte la tensione a carico della mano, alcuni utenti hanno lamentato un peso, a loro parere, eccessivo dello strumento.

Acquista su Amazon.it (€17,99)

 

 

 

XCSource XC201-AM1

 

5.XCSource XC201-AM1L’esigenza di quale selfie stick comprare può essere soddisfatta sapendo con quale dispositivo lo utilizzerai maggiormente. Sebbene la maggior parte delle aste siano pensate per essere abbinate a uno smartphone, alcune sono studiate per offrire il meglio di sé con le action cam. È il caso di questo modello che presenta l’attacco per i modelli GoPro direttamente saldato sul bastone, un sistema che garantisce robustezza e assicura che la fotocamera sia sempre salda e che non ruoti involontariamente durante l’uso.

Il corpo dell’asta è in alluminio e vanta un intelligente meccanismo di bloccaggio delle sezioni: ognuna, una volta allungata, viene fissata ruotandola verso destra così da impedire che si chiuda, compromettendo la qualità della ripresa. L’impugnatura invece è in spugna e garantisce un buon grip anche con il palmo della mano sudato.

Pensata soprattutto per l’uso con le action cam, la XCSource ha comunque il supporto per gli smartphone, che va però agganciato all’attacco per GoPro, aspetto che potrebbe non piacere a chi desidera un bastone per i selfie da usare esclusivamente con il telefonino.

Robusto e intelligente nell’assemblaggio, il selfie stick XCSource ha una buona estensione ed è dotato di tutti gli accessori necessari oltre ad essere presente sul mercato con un prezzo basso a cui è difficile non resistere.

Pros
Materiale:

L’asta del prodotto è stata realizzata interamente in alluminio per resistere ad acqua, intemperie e anche alle cadute.

Estensione:

Il sistema di estensione del bastone graduale è stata studiata per bloccare le singole sezioni con un giro verso destra, evitando così chiusure accidentali.

Impugnatura:

Il rivestimento in spugna del manico del selfie stick ha l’obiettivo di garantire una presa salda, anche in caso di mani bagnate o sudate.

Cons
Smartphone:

Ideato specificamente per le action cam, il prodotto è dotato di un adattatore per smartphone, che però lo appesantisce e, secondo alcuni utenti, ne rovina in parte l’aspetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare il selfie stick

 

Le persone più nostalgiche ricorderanno ancora le difficoltà nel fare un autoscatto: inquadrature totalmente sbagliate, timer preimpostati e corse per mettersi in posa, oppure, almeno durante il viaggio, la speranza di trovare un passante disposto a scattare una foto.

Con gli smartphone le cose si sono decisamente semplificate: dotati di fotocamera anteriore, l’immagine è presto acquisita. Ma non basta, perché la lunghezza del nostro braccio non consente di riprendere anche il panorama, ecco quindi che si presenta la necessità di acquistare un selfie stick. Pensate che questi “bastoncini” siano tutti uguali? Vi sbagliate e qui vi diremo come sceglierli.


La lunghezza

Un selfie stick è un’asta telescopica che può raggiungere anche un metro di lunghezza, che all’estremità presenta una sorta di base in cui poter fissare saldamente il telefono. A questa distanza, che supera quella che possiamo ottenere usando il nostro braccio, riusciamo a includere nell’inquadratura gli amici, il panorama o altre elementi ma, poiché la lunghezza è regolabile, possiamo anche trovare la giusta via di mezzo per far un autoritratto impeccabile di coppia e, più in generale, avvicinare e allontanare l’obiettivo.

Se il funzionamente dei diversi stick è abbastanza simile, non passa inosservata la diversificazione dei prezzi che dipendono soprattutto dai materiali con cui l’asta è stata realizzata, oppure l’assemblaggio. Alcuni modelli, quindi, sono realizzati totalmente in plastica mentre altri hanno delle parti metalliche e sono più resistenti. Poiché potreste affidare a questi supporti il vostro adorato smartphone, non sottovalutate l’importanza della qualità e della stabilità.

 

Ma come si scatta la foto?

Probabilmente, molti di voi sapranno già come funziona questo oggetto, ma a noi piace essere esaustivi e svelare questa magia.

Se a un’estremità del selfie stick troviamo la base su cui posizionare il telefono sull’altro capo troveremo l’impugnatura con il pulsante di scatto della fotocamera del telefono. Il dialogo può avvenire tramite la tecnologia Bluetooth, nel caso dei modelli delle migliori marche, che rende la risposta della camera praticamente immediata; altri prodotti, invece, necessitano del cavo micro USB che va inserito nella porta dedicata dello smartphone.

Ma c’è ancora un’altra soluzione, ovvero un’asta senza alcun pulsante e dotata di telecomando Bluetooth, quindi senza cavetto.

Peso e stabilità

Tra le informazioni che riguardano un dato prodotto, scovate anche quella che riguarda il peso, poiché diamo per scontato che porterete questo oggetto in giro con voi, almeno di tanto in tanto. In linea di massima, questo valore varia dai 90 g per quelli più piccoli ai 450 g per gli articoli più resistenti e complessi.

Come accennato, sarebbe bene assicurarsi l’acquisto di un prodotto stabile e realizzato con materiali di qualità, magari leggendo anche le recensioni, quando presenti. Potreste trovare, ad esempio, un articolo che nelle descrizioni viene definito in “metallo” e ritrovarvi tra le mani un oggetto sottile e poco resistente. Per un maggiore comfort sarebbe preferibile un modello con manico in silicone o pelle sintetica, poiché assicurano maggior grip in caso di umidità e mani bagnate.

 

Angolazione

Generalmente, il selfie stick consente di ruotare il telefono sia in orizzontale che in verticale, elemento importante per creare le giuste inquadrature, a seconda della scena e dell’esigenza. I migliori prodotti consentono una rotazione verticale che varia tra i 225° e i 270°, mentre quelli basici si fermano a 180°. Se invece si parla di orientamente orizzontale, possiamo dire che sono pochi i prodotti a non offrire una rotazione di 360°, quindi completa.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Mpow MBT15B-PPP

 

1.Mpow MBT15B-PPPLa qualità costruttiva e la semplicità d’utilizzo sono i due elementi di maggior pregio di questo bastone per i selfie, che collochiamo senza dubbio tra i nostri consigli d’acquisto. È infatti realizzato interamente in alluminio, a garanzia di solidità e resistenza all’usura. La sua impugnatura, invece, è ergonomica e in silicone così da assicurare una presa salda e un’elevata stabilità.

A ulteriore conferma della cura nella sua realizzazione alcuni utenti hanno particolarmente apprezzato che la base sia dotata di un foro filettato da ¼ di pollice, scelta che consente di utilizzare lo stick con un cavalletto. Non manca poi una piccola cinghia che permette di legare l’asta al polso, in modo che non possa sfuggirti di mano e cascare per terra.

È compatibile con gli smartphone Android e iOS con un display fino a 5,5 pollici con i quali dialoga grazie al Bluetooth ed è dotato di una testa snodabile per passare facilmente dall’inquadratura con la fotocamera anteriore a quella con la camera posteriore.

Il selfie stick del marchio Mpow è la risposta per chi si chiede dove acquistare un prodotto di qualità, realizzato con materiali solidi, elementi di design che ne aumentano la versatilità d’uso e una buona connettività.

 

Pro

Robustezza: La scelta di realizzare l’intera struttura in alluminio dà al selfie stick una notevole resistenza all’uso, agli urti e alle cadute accidentali, inevitabili quando di usa un prodotto di questo tipo.

Praticità: Principale vantaggiogettisti hanno dotato questo modello di alcuni inserti interessanti, come il foro di fissaggio al cavalletto, il tasto che permette di passare dalla fotocamera frontale a quella posteriore e il laccio di sicurezza per evitare cadute accidentali.

Connettività: Lo strumento è in grado di dialogare via Bluetooth con tutti i dispositivi iOS e Android, a patto che non superino i 5,5 pollici di lunghezza.

 

Contro

Prezzo: La qualità di un modello versatile, robusto e in grado di durare a lungo comporta anche un prezzo importante, da valutare prima dell’acquisto in base all’uso che se ne vuole fare.

 

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Selfie stick per GoPro

Caricatore per cellulare

Supporto tablet

Il miglior treppiede

Caricabatterie portatile

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 votes, average: 4.92 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.