I 5 Migliori Server NAS del 2020

Ultimo aggiornamento: 10.07.20

 

Server NAS – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione

 

Il server NAS è il dispositivo ideale per chi ha la necessità di uno spazio di archiviazione dati esterno al computer, che non sia però un cloud online; a parte la funzione di archivio per file e backup di dati importanti, i server NAS possono espletare molte altre funzioni, a seconda del modello scelto. La nostra guida contiene ulteriori informazioni in merito, con lo scopo di aiutarvi a individuare il modello che possa rispondere meglio alle vostre esigenze e, di conseguenza, capire come scegliere un buon server NAS; a seguire troverete anche la recensione di quelli che, secondo i pareri dei consumatori, sono i cinque migliori server NAS del 2020, tra tutti i modelli attualmente disponibili sul mercato. Tra questi, meritano una particolare menzione il QNAP TS-431P NAS, uno dei migliori prodotti a disposizione non solo per l’eccellente rapporto qualità-prezzo, e il Synology DS115J NAS, un server NAS per uso domestico apprezzato soprattutto per la sua economicità. Se vi serve una scheda audio esterna, date un’occhiata al link.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior server NAS?

 

Coloro che puntano direttamente ai nostri consigli d’acquisto relativi a quale server NAS comprare, invece, possono consultare la tabella di comparazione che confronta prezzi, pregi e difetti, dei prodotti che occupano i primi posti della nostra classifica, volta a individuare il miglior server NAS, tra tutti i modelli disponibili nella fascia economica.

 

 

La tecnologia NAS e i suoi vantaggi

L’acronimo NAS, ovvero Network Attached Storage, sta a indicare un dispositivo collegato a una rete, che consente a tutti gli utenti che vi accedono di condividere una memoria di massa costituita da uno o più dischi rigidi.

Generalmente si tratta di veri e propri computer predisposti alla comunicazione tramite rete, quindi con un proprio sistema operativo, basato solitamente su Linux, un microprocessore dedicato, con tanto di memoria RAM, e protocolli di comunicazione tra i più diffusi, come FTP, NFS, Samba e AFP, tanto per fare un esempio.

Uno dei principali vantaggi offerti dalla tecnologia NAS è la gestione della sicurezza dei dati grazie all’utilizzo degli schemi RAID, che sfruttano il principio della ridondanza dei dati e dell’accesso in parallelo per proteggere il sistema in caso di perdita di uno o più dischi rigidi, e permetterne la sostituzione senza dover spegnere il server e interrompere il servizio.

 

Le applicazioni dei server NAS

Le applicazioni dei server NAS non sono limitate soltanto all’ambito professionale, come si potrebbe essere portati a pensare; quando si pensa a questo tipo di sistema, infatti, la prima cosa che immaginiamo sono gli uffici e le aziende, che hanno la necessità di creare e gestire delle reti interne che mettano in comunicazione ogni singolo computer con una banca dati centralizzata, capace di gestire il traffico delle informazioni.

In realtà i server NAS trovano molteplici applicazioni anche a livello domestico, dal momento che nelle nostre case si fa sempre maggior uso di tecnologia informatica; tanto per fare un esempio, infatti, possiamo citare gli impianti di videosorveglianza domestica, i moderni videocitofoni, i sistemi multimediali e gli impianti di domotica.

I server NAS sono ideali nel gestire il traffico di informazioni anche per quanto riguarda queste piccole reti domestiche e offrire, quindi, la possibilità di fungere da Hub oltre a quella di semplice banco di memoria per la salvaguardia di dati e backup di sistema.

 

 

Gli aspetti da valutare

Come accennato in precedenza, gli elementi più importanti da valutare con attenzione, per quanto riguarda la scelta di un server NAS, sono il tipo di processore e la sua velocità di elaborazione, da cui dipende la velocità di trasmissione dei dati, e le caratteristiche del suo sistema operativo.

È superfluo sottolineare che, se le vostre esigenze sono di tipo professionale, allora dovete orientarvi verso un prodotto di fascia alta, decisamente costoso; se le vostre esigenze, invece, sono di tipo domestico, o lavorativo su piccola scala, allora potrete tranquillamente rivolgervi a un prodotto di fascia medio-bassa.

 

I 5 Migliori Server NAS – Classifica 2020

 

Nella scelta dei diversi modelli di server NAS che abbiamo recensito per voi, infatti, abbiamo volutamente ignorato fattori relativi come, per esempio, basarsi sulla migliore marca del settore oppure prediligere esclusivamente i modelli ad alte prestazioni.

I server NAS di cui leggerete le recensioni, infatti, si caratterizzano innanzitutto per un rapporto qualità-prezzo favorevole, e per un livello di prestazioni che si adatta bene tanto all’ambito domestico quanto alle esigenze delle piccole imprese.

 

1. Qnap TS-431P NAS Tower Server

 

Il server NAS TS-431P, prodotto dalla ditta QNAP, è un centro di archiviazione di rete adatto per il backup, la sincronizzazione, l’accesso remoto e l’home entertainment, che offre l’ulteriore vantaggio di numerose app di supporto, come Notes Station, QmailAgent e Qcontactz, tanto per citarne alcune.

È dotato di un processore Dual Core da 1,7 GHz, con 1 GB di memoria RAM di tipo DDR3; le sue ottime prestazioni gli permettono di offrire una velocità di trasferimento dati fino a 223 MB/s in lettura e di 172 MB/s in scrittura, mentre la velocità massima di trasferimento con crittografia volume NAS completo AES 256-bit, e di oltre 190 MB/s, in modo da garantire la massima sicurezza dei dati personali sensibili, archiviati nel NAS.

Le persone che l’hanno acquistato lo ritengono uno dei migliori server NAS disponibili attualmente sul mercato, nella fascia dei prodotti economici, l’unica limitazione è la memoria RAM, non espandibile.

Le caratteristiche del modello gli hanno fatto guadagnare un posto nella nostra guida per scegliere il miglior server NAS. Vediamo adesso quali sono i suoi vantaggi e i suoi svantaggi nel nostro consueto elenco dei pro e contro, riportato qui di seguito con i link del negozio online.

Pro
Multitasking:

Con tre porte USB 3.0 e porte doppia LAN si potranno ottenere ottime prestazioni multitasking, ideale per un’azienda o un ufficio che ha bisogno di archiviare dati in continuazione.

Protezione:

Dispone di diverse opzioni di protezione come il blocco IP e la verifica in due fasi, in questo modo sarà possibile evitare l’accesso non autorizzato a cartelle o file sensibili da parte di utenti senza diritti di accesso.

Sicurezza:

Il backup dei dati è immediato grazie alla porta USB del pannello anteriore che supporta la funzione di copia one-touch.

Prestazioni:

Il processore interno Dual Core da 1,7 GHz e 1 GB di memoria RAM garantiscono velocità elevate nel trasferimento dati, lettura e scrittura.

Contro
Non espandibile:

La memoria RAM non è espandibile, quindi non sarà possibile aggiornare l’hardware in caso si necessiti un livello di performance ancora maggiore.

Acquista su Amazon.it (€297,8)

 

 

 

2. Synology DS115J NAS 1-Slot

 

Il server NAS Synology, modello DS115J, è il più economico tra i server NAS esaminati nella nostra guida; è compatibile con gli HDD SATA da 3,5 e 2,5 pollici, e con gli SSD SATA da 2,5 pollici.

È dotato di un processore Marvell Armada a 32 bit, da 0,8 GHz, e offre una capacità di memoria variabile dai 12 ai 16 terabyte, a seconda del tipo di installazione RAID, e prestazioni, in lettura, di 100 MB/s; dispone, inoltre, di un sistema operativo autonomo con un’interfaccia chiara ed estremamente semplice da usare.

Nonostante sia progettato appositamente per esigenze di tipo casalingo, come si può intuire dalle sue specifiche, è estremamente versatile; si adatta perfettamente, infatti, alla gestione e condivisione file, backup di programmi, monitoraggio e gestione di sistemi di sorveglianza e hub multimediale, su scala domestica, dove non sono richieste delle prestazioni di velocità e di elaborazione particolarmente elevate.

Difficile trovare un server più economico di questo che abbia la sua stessa capacità di lettura dati e memoria. Nel caso non abbiate idea su dove acquistare il prodotto a prezzi bassi, vi proponiamo di cliccare sul link della pagina di negozio. Qui di seguito troverete anche una rassegna dei suoi pregi e difetti.

Pro
Intuitivo:

Il server di Synology è molto semplice da utilizzare e si adatta perfettamente alle esigenze di chi sta cercando un dispositivo per la propria rete domestica. L’interfaccia user-friendly e il sistema operativo autonomo permettono di configurare il server senza troppi grattacapi.

Compatibilità:

Lo si può utilizzare con HDD SATA da 3,5 e 2,5 pollici e con i moderni e veloci SSD SATA da 2,5 pollici. Una soluzione ideale per chi in casa dispone di più PC o laptop con configurazioni diverse.

Spazio:

La memoria può variare dai 12 ai 16 terabyte, più che sufficienti per archiviare tutto il necessario in una rete domestica.

Versatile:

Oltre alla gestione e alla condivisione dei file, il server può gestire i sistemi di sorveglianza ed eseguire il backup di programmi.

Contro
Lento:

Rispetto ai server più performanti, questo modello risulta abbastanza lento e quindi poco ideale alla rete di un ufficio o un’azienda.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. TerraMaster F2-220 NAS Drive 2-Bay Media Server

 

Il server NAS TerraMaster F4-220, invece, si distingue soprattutto per il suo microprocessore Intel Dual Core da 2,4 GHz e 2 gigabyte di RAM, che gli garantiscono una velocità di oltre 100 MB/s, ma si tratta anche del più caro tra tutti i server NAS che abbiamo messo a confronto.

È compatibile con gli HDD SATA 3,5 e 2,5 pollici, e SSD da 2,5 pollici, con possibilità di installare fino a 4 HDD per una capacità complessiva massima di 48 terabyte di memoria di archiviazione; supporta un’ampia gamma di applicazioni server, file, mail, web, media, FTP, MySQL e altro ancora, cosa che lo rende adatto non solo per le esigenze domestiche, ma anche per quelle delle piccole aziende.

Coloro che lo hanno acquistato lo considerano eccellente dal punto di vista dell’hardware; molto meno, invece, per quanto riguarda il software, superficiale, privo di traduzione italiana e inabile alle connessioni WiFi.

Non è il server NAS più economico tra quelli di fascia media, ma 48 terabyte di memoria fanno parecchia gola, specialmente quando si devono salvare moltissimi dati per lavoro. Consigliato per le piccole aziende, vediamo un po’ quali sono i suoi vantaggi e svantaggi riportati qui sotto.

Pro
Prestazioni:

Si distingue grazie alle sue prestazioni e alla sua velocità di 100 MB/s garantita dal processore Dual Core da 2,4 GHz e 2 gigabyte di RAM.

Capacità:

Supporta fino a quattro HDD SATA e SSD per una capacità di archiviazione totale di 48 terabyte.

Applicazioni:

Adatto sia per un utilizzo domestico sia per le piccole aziende, il server supporta moltissime applicazioni server, file, mail, web e media.

Contro
Software:

Quello del prodotto non è proprio il massimo, infatti non permette di connettere i dispositivi al server via Wi-Fi.

Lingua:

Gli utenti avrebbero gradito la possibilità di utilizzare il software in italiano, opzione che invece non è presente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. D-Link DNS-320L NAS/Storage Cloud, 2 Slot, per Archiviare e Condividere File

 

Il server NAS DNS-320L, prodotto dalla ditta D-Link, è un dispositivo di archiviazione su cloud con due slot disponibili per HDD SATA II da 3,5 pollici, e l’applicazione dedicata Mydlink Access – NAS, compatibile iOS e Android, che gli consente di ricevere e inviare file direttamente dai dispositivi mobili, smartphone e tablet.

Supporta i tipi di installazione e management RAID standard, RAID 0, RAID 1, JBOD, S.M.A.R.T., Scandisk e HDD reformat, e i network di tipo DCHP client, IP statico, NTP, Dynamic DNS e Bonjour.

Le prestazioni offerte dal server NAS DNS-320L, anche in questo caso, sono ideali soprattutto per esigenze di tipo domestico, dato che è facile da configurare ma è dotato di un processore molto lento, assolutamente inadeguato per le esigenze professionali, anche su piccola scala.

Un’ulteriore limitazione, secondo gli acquirenti, è l’impossibilità a sincronizzarsi con Gdrive, dovuta alle modalità d’accesso remoto del software, che non sono aggiornate.

D-Link è una marca in grado di produrre periferiche per il network dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Secondo i pareri positivi degli utenti questo server non ha niente da invidiare anche ai più costosi, ma vediamo qui di seguito se i suoi vantaggi e svantaggi possono convincervi ad acquistarlo.

Pro
Qualità-prezzo:

D-Link ci ha abituati a degli ottimi prodotti a prezzi ragionevoli, e questo vale anche per questo suo server.

Compatibilità:

Oltre a laptop e PC, questo server è compatibile anche con smartphone e tablet, ideale per chi vuole salvare e trasferire file direttamente dai propri dispositivi portatili.

User-friendly:

Pensato per un uso domestico, il server di D-Link presenta un software molto facile da utilizzare che permette di configurare tutto senza grattacapi.

Contro
Processore:

Il processore non proprio performante taglia le gambe alla velocità di trasferimento dati del server.

Cloud:

Non è possibile sincronizzare il server con Gdrive per salvare documenti sul cloud di Google.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Zyxel Personal Cloud Storage Domestico con Accesso Remoto

 

Lo Zyxel NAS326 è un server NAS con due slot disponibili, compatibile con una vasta gamma di HDD SATA da 3,5 pollici, da 0,5 a 6 terabyte di capacità; è compatibile, inoltre, anche con le stampanti HP Deskjet D1160, D2660 e F2410, con le stampanti Epson Stylus T22, Stylus TX120 e ME 320, con la stampante Samsung ML-1915 e con le stampanti Canon Pixma iP2770 e MP258.

È dotato di un processore Marvell Armada single core da 1,3 GHz, che garantisce delle prestazioni di velocità, sia in lettura sia in scrittura, di 105 MB/s e di un sistema operativo molto facile da configurare e da usare, chiaro e intuitivo; anche il rapporto qualità-prezzo è favorevole, secondo gli acquirenti, e le uniche limitazioni sono la velocità non elevata, adatta più a una rete domestica, e una certa rumorosità dovuta alla sua architettura, che trasmette le vibrazioni degli HDD alla scocca.

Magari non è il migliore sulla piazza, ma se vi serve un nuovo server e volete pagarlo poco allora questo Zyxel può essere la giusta soluzione. Qui di seguito troverete la consueta rassegna dei pro e contro insieme al link che vi porterà alla pagina del negozio.

Pro
Stampanti:

Il Zyxel può essere configurato con stampanti di diverse case produttrici, ideale per allestire e gestire le stampe in un piccolo ufficio.

Processore:

Con 1,3 GHz si potrà ottenere una buona velocità di lettura e scrittura e dunque performance tutto sommato più che accettabili.

Contro
Rumoroso:

Si rivela tutt’altro che silenzioso, inoltre produce vibrazioni che vengono trasmesse agli HDD installati.

Acquista su Amazon.it (€128,74)

 

 

 

Come utilizzare un server NAS

 

In luoghi come aziende o studi professionali non dovrebbe mai mancare un server NAS. Ma cosa significa questa sigla? È, per la precisione, un acronimo, come probabilmente saprete o avrete immaginato, e sta per Network Attached Storage. Vi dice poco? Allora diciamo che è un dispositivo per la memorizzazione sicura dei dati. Dunque, se avete file che assolutamente non potete perdere perché questo comporterebbe un enorme danno, economico e non solo, dovete munirvi di questo server.

 

 

Quanti hard disk

Un server NAS utilizza un minino di due hard disk (in questo caso si parla di NAS 2-bay) e il motivo è semplice: abilitando la modalità RAID-1 tutto ciò che è contenuto nel primo disco rigido viene automaticamente copiato nel secondo.

Di conseguenza, nel malaugurato caso che uno dei due hard disk dovesse rompersi, basterà sostituirlo e non si perderà nulla perché i dati saranno ancora presenti sull’altro HD funzionante.

 

La configurazione del server

Configurare un server NAS non è complicato perché tutti offrono la possibilità dell’installazione guidata. Di conseguenza si tratta di operare pochi click e il gioco è fatto.

Se invece siete degli esperti, potete accedere all’installazione manuale che vi dà l’opportunità di personalizzare il tutto. Tuttavia, se siete degli esperti, difficilmente starete leggendo la nostra guida.

 

 

La configurazione del RAID

Il RAID, da non confondere con l’insetticida, è un acronimo che sta per Redundant Array of Independent Disks ed è un sistema informatico che si serve di due o più HD per creare e/o condividere una copia dei dati. Ci sono diversi livelli RAID. Quello detto RAID-0 si limita a suddividere i dati automaticamente tra i dischi fissi ma non esegue nessuna copia. Di conseguenza impostando RAID-0 non si mettono i dati al sicuro.

Tuttavia è una buona funzione per aumentare il numero di dischi su un sistema bisognoso di unità molto capienti. Il RAID-1 crea una copia speculare dei dati su più dischi. Il RAID uno funziona in modo analogo al RAID-1 ma in più è provvisto di un algoritmo per la correzione dell’errore. Una cosa importante è che il secondo HD deve avere una dimensione pari o superiore rispetto al primo. La configurazione va fatta manualmente dal BIOS.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
3 Comments
Il più vecchio
Il più nuovo Il più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Antonio
Antonio
March 19, 2019 3:28 pm

Salve, vorrei avere un chiarimento sui NAS: mi dicono che i dati sui dischi vengono sempre crittografati quindi sono leggibili esclusivamente dai NAS stessi. Questo rappresenterebbe un potenziale problema per il recupero dei dati…è corretto? grazie

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
March 20, 2019 9:11 am
Reply to  Antonio

Buongiorno Antonio,

per farla molto semplice un NAS è un sistema nel quale archiviare un elevato numero di file in modo che siano facilmente accessibili da dispositivi differenti, sfruttando una rete domestica. Dunque il fatto che questi file siano o meno crittografati è una decisione che spetta a chi lo utilizza però, di default, non lo sono, anche perché questo andrebbe un po’ contro la funzione principale del NAS, appunto l’accessibilità da computer, smartphone, Smart TV, ecc.

Saluti

Andrea
Andrea
July 8, 2019 1:22 pm
Reply to  Antonio

Possono essere recuperati anche con sistemi linux senza problemi.

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status