Il miglior tagliaverdure

Ultimo aggiornamento: 23.10.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Tagliaverdure – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Scopri quali sono i due tagliaverdure migliori per noi: al primo posto c’è un modello manuale, Lurch Spirali 10203, che taglia frutta e verdura girando una manovella. L’assenza di parti elettriche lo rende più facile da pulire. È, inoltre, molto stabile e consente un’ampia gamma di tagli possibili. Al secondo posto c’è un tagliaverdure elettrico, Moulinex DJ755G Fresh Express+ che, grazie agli accessori in dotazione, permette di grattugiare, affettare e tagliare direttamente nel piatto, senza dover sporcare altri contenitori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior tagliaverdure

 

Vegetariani, vegani, e ultimamente crudisti e paleo, che prediligono solo alimenti di origine vegetale consumati crudi o essiccati: sono tanti gli stili a tavola che si affermano oggi a fianco o in contrapposizione alla tradizionale dieta mediterranea.

Per tutti un tagliaverdure può essere quello strumento in più in grado di fare la differenza tra una comune insalata e un piatto creativo che porta allegria a tavola. Vediamo a cosa fare attenzione al momento della scelta del giusto attrezzo.

1

 

Guida all’acquisto

 

La scelta del materiale

In questo caso il prezzo è la discriminante che segna la differenza tra un buon prodotto, destinato a durare nel tempo, e un altro meno solido da usare con poca frequenza.

Le verdure con i loro succhi possono corrodere materiali poco robusti, quindi se si vuole usare spesso il tagliaverdure per dare quella marcia in più al proprio aperitivo, è bene scegliere modelli fatti, per lo meno in buona parte, in acciaio inox. La plastica, si sa, è soggetta a soffrire facilmente rotture se cade a terra, ma soprattutto tende a macchiarsi con alimenti acidi, come sono appunto la frutta e certi tipi di ortaggi come i pomodori.

Confronta i prezzi dei modelli più solidi: ti accorgerai che il costo superiore si ammortizza con la possibilità di usare a lungo il tagliaverdure nei pasti quotidiani e non soltanto sporadicamente. La nostra classifica dei modelli più accattivanti ti propone una selezione delle possibilità di spesa e funzioni che puoi trovare oggi sul mercato.

 

Le forme

Ogni recensione sui tagliaverdure evidenzia quali forme ottenere adoperandone un tipo o l’altro. Tagliare a spirale, a la julienne o a fette sottilissime trasforma le comuni zucchine in una interessante varietà di soluzioni facili e veloci, per fare bella figura con gli amici.

Sul mercato esiste una vasta scelta: dai modelli manuali, come le classiche mandoline, fino a quelli elettrici, di solito dotati di più mascherine con le quali ottenere effetti sempre diversi.

La migliore marca è quella che consente di ottenere buoni risultati con qualsiasi tipo di verdure, dalle carote, particolarmente resistenti, alle melanzane che, al contrario di quanto si pensi, essendo più morbide e cedevoli non sono sempre facili da tagliare dello spessore ideale.

Le patatine fritte sono più deliziose se tagliate sottilissime: il giusto attrezzo che consente di realizzare perfetti bastoncini simmetrici, sarà l’asso nella manica per fritture croccanti e leggere.

2

 

Manutenzione

La nostra guida si conclude con un monito che va tenuto sempre a mente per l’acquisto di tanti elettrodomestici e cioè il tagliaverdure deve anche essere facile da smontare e lavare, preferibilmente anche in lavastoviglie.

Fessure, cestelli con incavi e parti elettriche fisse, sono il luogo in cui si accumula la sporcizia e diventa difficile raggiungere gli interstizi troppo piccoli.

Alla lunga, una cattiva manutenzione del tagliaverdure ne inficia la resa e anche l’aspetto esteriore! Meglio optare per modelli composti da pochi pezzi e interamente smontabili, meccanici o elettrici, per essere sicuri di avere sempre a disposizione un attrezzo funzionale.

 

I migliori tagliaverdure del 2020

 

Assumere verdura in una dieta equilibrata è di fondamentale importanza per la nostra salute. Spesso però questi alimenti necessitano di preparazioni particolari per renderli più appetibili, soprattutto ai più piccoli. Acquistare un tagliaverdure può dunque essere una scelta intelligente perché aiuta a creare piatti più divertenti e sfiziosi, facilitando la cottura o il consumo di verdura ma anche frutta.

Qui di seguito vi consigliamo quelli che a nostro giudizio sono i cinque migliori tagliaverdure venduti online.

 

Prodotti raccomandati

 

Lurch Spirali 10203

 

Principale Vantaggio:

Il tagliaverdure possiede una buona versatilità, adatta a quanti desiderano tagliare i modi anche creativi le verdure, ottenendo così forme e uno spessore che si adatta di volta in volta al gusto e alla tipologia di alimento.

 

Principale Svantaggio:

Alcuni utenti hanno preferito procedere a un lavaggio a mano dei componenti, vista la presenza di alcune viti che dopo un passaggio in lavastoviglie sembrano aver perso un poco in tenuta.

 

Verdetto: 9.6/10

Qualità al top con una struttura robusta che si fissa in modo stabile grazie alle quattro ventose di cui è dotato il tagliaverdure. La presenza di tre inserti intercambiabili aggiunge un tocco di varietà alle forme che si possono ottenere, mantenendo poi sempre alta la sicurezza durante le operazioni.

Acquista su Amazon.it (€37,91)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Qualità costruttiva

Il tagliaverdure Spirali nasce con l’idea e una filosofia che puntano alla durabilità del prodotto, grazie a un sistema di taglio collaudato che ben si adatta ai diversi tipi di verdure. Le lame sono taglienti al punto giusto mentre la plastica dura che compone il resto della macchina sostiene al meglio durante il corso di tutte le operazioni. Grazie a una manovella, processa verdure con uno spessore massimo di 18 cm, sfruttando l’azione di una manovella che punta al massimo della praticità con il minimo dello sforzo.

A tal proposito una volta passate per le lame, le verdure arrivano nella parte finale creando la tipica forma degli spaghetti dallo spessore variabile. Avere poi la possibilità di lavare ogni singolo pezzo dell’oggetto è stata considerata una piacevole opzione da quanti preferiscono demandare alla lavapiatti la pulizia di strumenti del genere.  

Efficacia

Le promesse vengono mantenute una volta messo in funzione il tagliaverdure. Particolarmente adatto per chi ama creare spaghetti e forme allungate con le verdure, riesce a tagliare senza difficoltà tipologie di alimenti differenti, compresa la frutta. Il merito è tutto da ascrivere alla qualità delle lame che, combinate con un sistema semplice e funzionale, blocca il pezzo da tagliare così da lasciarlo passare attraverso uno dei tre elementi a disposizione.

Il risultato è una forma a spirale con cui creare deliziose paste vegetariane o decorazioni di frutta con cui adornare una torta o un dessert. Una volta montato, si colloca su un ripiano stabile, fermandosi grazie alle quattro ventose collocate sotto ognuno dei quattro piedini. Chi l’ha provato, conferma la tenuta della struttura, con una manovella robusta grazie a cui creare piacevoli variazioni green con una durata che convince e non delude.

 

Rapporto qualità/prezzo

A fronte di una struttura comoda e di una gestione semplice una volta attivato il tagliaverdure, il prodotto dimostra di valere l’investimento, equilibrando al meglio spesa e risultati. Il marchio infatti ha realizzato un oggetto accattivante, capace di intercettare il gusto degli utenti, al punto tale da essere tra i più venduti in rete.

Tra i lati positivi, una menzione particolare va alla praticità nella pulizia, con gran parte dei componenti che possono essere lavati a mano o passati in lavastoviglie senza rischio di mettere a repentaglio la qualità delle lame o la resistenza dell’acciaio. Le dimensioni poi non sono esagerate, mantenendo una compattezza che ben si adatta anche a chi non dispone di troppo spazio in cucina. Ottimizzazione della forma e design accattivante, chiudono la serie di aspetti positivi di un tagliaverdure diverso dal solito ma che sa dire la sua in più di un’occasione, con risultati all’altezza.

 

Acquista su Amazon.it (€37,91)

 

 

 

Moulinex DJ755G Fresh Express+ 

 

2.Moulinex DJ755G Fresh Express+

Scegliere un buon tagliaverdure elettrico può non essere così semplice, vista la ricchezza dell’offerta di prodotti di questo tipo. Un buon acquisto è questo modello realizzato da Moulinex, con potenza di 150 W e in grado di affettare o grattugiare qualunque tipo di verdura ma anche formaggio grana, pane, biscotti e frutta secca.

Il Fresh Express+ dispone di cinque accessori per venire incontro a ogni tipo di esigenza di taglio: affettatura fine, taglio ondulato e tre diverse grattugie (fine, grosso e formaggio). Gli accessori, di colori differenti per essere facilmente identificabili a seconda della loro funzionalità, dopo l’utilizzo, possono essere lavati in lavastoviglie.

Di dimensioni compatte e con un design originale e colorato, questo tagliaverdure elettrico trova posto nelle cucine con ridotta disponibilità di spazio e vanta un’apertura per l’introduzione dei cibi particolarmente ampia (47 cm) che agevola l’operazione anche con le verdure più grandi. Il Moulinex Fresh Express+ è un prodotto economico, gradevole alla vista e facile da usare: un’idea regalo da tenere a mente.

Secondo i pareri di moltissimi utenti è questo il miglior tagliaverdure elettrico dell’anno, ricco di pregi e povero di difetti.

Pro
Elettrico:

Perché fare tanta fatica quando possiamo avere un motorino elettrico che lavora per noi?

Accessoriato:

Con i tanti accessori a disposizione – ben cinque – è possibile compiere una serie di operazioni utili, come grattugiare, affettare e tagliare direttamente nel piatto, senza bisogno di sporcare altri contenitori.

Versatile:

Fresh Express+ di Moulinex non serve soltanto a tritare e tagliare le verdure ma consente di fare a pezzi anche parmigiano, noci, cioccolato, biscotti, pane secco e tanto altro ancora.

Lavastoviglie:

I cinque coni si lavano facilmente in lavatrice e sono impilabili, in modo da occupare poco spazio.

Contro
Due mani:

Il meccanismo di funzionamento ci obbliga a “sacrificare” una mano per tenere premuto il tasto di avviamento. Entrambe le mani saranno quindi impegnate e non potremo utilizzarle per altro.

Acquista su Amazon.it (€44,9)

 

 

 

 

Kitchen Artist MEN216

 

Avere a disposizione uno strumento comodo, versatile e che non occupi uno spazio eccessivo è il sogno di ogni cuoco ma, in particolare, di quello che deve fare i conti con una cucina non particolarmente ampia. La soluzione proposta da Kitchen Artist è un tagliaverdure compatto e dotato di un sistema di sostituzione delle lame molto semplice e intuitivo. in questo modo avere a portata di mano il tipo di taglio desiderato è un gioco da ragazzi.

Le lame intercambiabili sono cinque, realizzate in acciaio inox, e si affiancano alle due griglie da taglio, anch’esse in acciaio, che consentono di ottenere dadini da 10 e 16 millimetri. Con le lame è possibile tagliare, grattugiare, sminuzzare e sfilacciare, operazione più o meno agevole in base alla durezza e alla lunghezza della verdura scelta. Alcuni utenti, infatti, ritengono che la mandolina non sia il massimo dell’efficienza e comodità con zucchine e carote particolarmente lunghe, che devono dunque essere tagliate a metà prima.

La struttura che ospita lame e griglie si incastra a un contenitore di plastica trasparente, così da evitare sprechi ma anche di sporcare il piano da lavoro. La qualità generale dei materiali è discreta, tenendo conto del prezzo economico del prodotto.

Convinti delle qualità di questa mandolina? Meglio rivedere insieme i suoi pregi e difetti, elencati qui di seguito.

Pro
Versatile:

Grazie alle cinque lame e alle due griglie intercambiabili è possibile interagire con le verdure in molti modi differenti e affettando o grattugiando in breve tempo.

Taglio:

La scelta dell’acciaio inox per lame e griglie è una garanzia di resistenza e durata nonché di totale atossicità a contatto con ogni tipo di alimento, dalla verdura al formaggio.

Pulizia:

Grazie al supporto che si aggancia alla vaschetta, le verdure affettate o sminuzzate finiscono all’interno del contenitore, così da essere subito pronte per finire in padella e senza il rischio di sporcare il piano di lavoro.

Contro
Economico:

Si tratta di un accessorio economico, realizzato con materiali discreti ma che non trasmettono un’impeccabile sensazione di solidità. Qualche problema a tagliare efficacemente le verdure più lunghe, come zucchine e carote.

Acquista su Amazon.it (€25,28)

 

 

 

Fackelmann 45331 

 

4.Fackelmann 45331

Tra i migliori tagliaverdure economici attualmente disponibili sul mercato noi vi segnaliamo questo modello di Fackelmann che si caratterizza per una grande semplicità d’uso. Il non lascia libero sfogo alla vostra fantasia ma si limita ad affettare gli alimenti. Lo fa però in modo impeccabile grazie all’affilata lama in acciaio Inox con un’ampiezza di taglio di circa 13 centimetri.

Consente di regolare lo spessore di taglio in modo da scegliere quello più adatto al tipo di alimento o di cottura che avete in mente ma anche di eliminare completamente la possibilità di taglio così da rendere il modello di Fackelmann totalmente sicuro quando non viene utilizzato e riposto in un cassetto.

L’accessorio dedicato per tenere ferma la verdura senza utilizzare le dita, permette di affettarla fino in fondo senza correre il rischio di ferirsi accidentalmente. La mandolina (nome con il quale viene spesso definito questo tipo di tagliaverdure) è dotata di due incavi nella parte inferiore pensati per essere ancorati al bordo di una pentola così da effettuare il taglio e fare ricadere le verdure direttamente nel tegame.

Se cerchi qualcosa d’acquistabile a prezzi bassi, sei quindi sul prodotto giusto. Tale prezzo nasconde però, com’è normale, qualche difetto in più rispetto a quanto visto finora.

Pro
Economico:

È sicuramente la soluzione più economica tra quelle proposte per chi ha bisogno di un attrezzo per tagliare le verdure. Ottima la possibilità di agganciarlo all’apertura della pentola per far cadere le verdure direttamente al suo interno.

Sicuro:

Nonostante la lama sia davvero affilata, l’attrezzo è piuttosto sicuro per via del salvadita che permette di tenere i polpastrelli a distanza di sicurezza e della possibilità di disattivare del tutto il meccanismo di taglio quando lo mettiamo via.

Contro
Si macchia:

La parte bianca si macchia facilmente a contatto con le verdure più colorate. A poco serve, in tal senso, la possibilità di lavare l’accessorio in lavastoviglie.

Plasticoso:

La plastica con cui è realizzato non può dirsi di qualità eccelsa. Diventa un problema soprattutto nella parte che regola lo spessore di taglio della lama.

Acquista su Amazon.it (€14,7)

 

 

 

 

Cubic 10010000

 

3.Cubic 10010000

Tra i tagliaverdure manuali più venduti spicca questo semplice ma versatile modello di Cubic che consente di tagliare a dadini o affettare ogni tipo di verdura. In virtù delle tre differenti lame, caratterizzate da colori diversi a seconda della tipologia di taglio, in un istante è possibile ottenere lo sminuzzamento desiderato. Il contenitore trasparente agganciato al tagliaverdure raccoglie gli alimenti tagliati senza sprechi ed evitando di sporcare la cucina o il piano di lavoro. Grazie al coperchio, inoltre, può essere riposto in frigo per conservare le verdure e mantenerle fresche.

Il Cubic è realizzato interamente in plastica a eccezione delle lame dei tre dischi, in acciaio Inox, che consentono di ottenere dadini perfetti di 6 o 9 millimetri di dimensione o fette di 6 millimetri di spessore. Disporre di dadini e fette tutte uguali non è solo un mero aspetto estetico ma agevola la cottura del cibo in modo uniforme.

Semplice da smontare e da pulire (anche grazie ai due pettini da utilizzare per rimuovere i residui di cibo dalle griglie), questo tagliaverdure manuale contribuisce a ottimizzare e velocizzare i tempi di preparazione in cucina a un prezzo estremamente interessante.

Siamo, quindi, di fronte a un prodotto che può vantare un elevato numero di pregi a fronte di pochi e trascurabili difetti. Rappresenta una scelta meno versatile ma più pratica rispetto ai modelli precedenti.

Pro
Essenziale:

Svolge il suo lavoro in maniera impeccabile e semplice, mettendo a disposizione tre diverse lame in acciaio inox che tagliano facilmente le verdure in forme e dimensioni diverse.

Pratico:

Le verdure sminuzzate vengono ospitate direttamente dal contenitore del tagliaverdure e possono anche essere riposte in frigo per una migliore conservazione. Non c’è bisogno di sporcare altro.

Poco ingombrante:

Uno dei vantaggi principali dell’attrezzo è quello di avere dimensioni super compatte e non andare quindi a costituire l’ennesimo oggetto che non sappiamo dove riporre.

Contro
Poco versatile:

Le tre lame a disposizioni offrono un po’ di varietà nel taglio, ma gli accessori visti finora erano sicuramente più versatili. Una quarta lama con funzioni diverse avrebbe aggiunto molto valore al prodotto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lurch Spirali 10203 

 

1.Lurch Spirali 10203

Il Lurch Spirali è secondo noi il miglior tagliaverdure del 2020 perché abbina a un prezzo proporzionato a quanto è in grado di offrire una serie di funzionalità che saranno apprezzate da chi vuole cucinare le verdure con un pizzico di fantasia.

Grazie alla lama in acciaio Inox e a tre diversi inserti permette di tagliare ogni tipo di verdura (ma anche di frutta): dalle zucchine alle patate, dai peperoni alla cipolla. Le tipologie di taglio sono: a spirale, a listarelle o a fettine. Può essere dunque utilizzato, ad esempio, per preparare gli spaghetti di zucchine o dare forme insolite alle patate prima di cucinarle. Il funzionamento è manuale, grazie alla manovella posta nella parte posteriore del tagliaverdure.

Le dimensioni del Lurch Spirali, disponibile nel colore crema con inserti verdi, sono compatte, le plastiche sono assemblate con cura e i piedini antiscivolo assicurano buona stabilità sul ripiano di lavoro. I tre inserti si smontano e sostituiscono con estrema facilità e il dispositivo può essere lavato in pochi istanti sotto l’acqua corrente. Se state valutando l’acquisto di un tagliaverdure, questo modello è un’ottima proposta, anche in comparazione con gli altri prodotti analoghi disponibili su Internet.

Continuiamo la nostra guida per scegliere il miglior tagliaverdure con un elenco dei pregi e dei difetti del prodotto che più ci ha convinti quest’anno. Dovesse convincere anche te, più avanti trovi un link che ti indica dove acquistare al miglior prezzo.

Pro
Spaghetti di verdure:

Permette di tagliare frutta e ortaggi in tre forme diverse grazie ai tre inserti intercambiabili, ma il “taglio” decisamente più popolare è quello a spaghetti, ottimo per le zucchine e per le patate. Ti verrà naturale aumentare la dose di verdure nella tua dieta!

Facile da pulire:

Essendo privo di parti elettriche, può essere messo sotto l’acqua corrente senza alcun problema e quindi lavato di tutto punto in pochi secondi.

Tagliente:

Il coltello, molto affilato, è in acciaio inox. Taglia quindi benissimo e non teme l’usura e la ruggine.

Antiscivolo:

I piedini a ventosa ancorano l’attrezzo sulla superficie di lavoro.

Contro
Carote:

L’attrezzo ha qualche difficoltà con gli ortaggi più duri, come le carote.

Acquista su Amazon.it (€37,91)

 

 

 

 

Come usare il tagliaverdure

 

Le verdure fanno bene e tutti dovremmo consumarne in gran quantità. Non scopriamo di certo l’acqua calda. Ma c’è un problema? Chi sbuccia e/o taglia le verdure? È un lavoro semplice, vero, ma anche noioso. Un aiuto concreto e per certi versi, anche divertente, è il tagliaverdure, che può essere manuale o elettrico.

Il tagliaverdure elettrico

Se decidiamo di comprare un tagliaverdure elettrico, allora dobbiamo tenere conto anche della sua potenza, soprattutto se si è soliti mangiare ortaggi particolarmente duri. Non solo, un prodotto di scarsa potenza obbligherà a interrompere più volte il taglio perché bisognoso di una pausa onde evitare di surriscaldarsi. In generale 150 W potrebbero anche essere sufficienti ma se si ha la possibilità e la voglia di puntare a qualcosa di più potente, sarebbe meglio.

 

Il tagliaverdure manuale

In molti casi un tagliaverdure elettrico ha una efficacia più che soddisfacente. È sicuramente più economico di quello elettrico ma richiede un piccolo sforzo fisico. Inoltre bisognerà metterci ancora più impegno quando si avrà a che fare con gli ortaggi duri. Se si opta per un modello manuale è importante che abbia una buona stabilità e aderenza al piano da lavoro. In questo senso delle ventose al posto dei piedini antiscivolo sono da preferire.

 

Gli accessori

Un tagliaverdure privo o con pochi accessori non serve a molto. Se il suo compito fosse solamente quello di tagliare gli ortaggi, il suo acquisto avrebbe un senso fino a un certo punto. La cosa bella è che con un elettrodomestico del genere (o utensile, se manuale) si possono dare diverse forme a carote, zucchine ecc. Pensate, con l’accessorio giusto, si possono addirittura realizzare gli spaghetti di verdure.

Tagliare gli ortaggi grossi

Le verdure vanno inserite nell’apposita fessura o brik. È importante tagliare gli ortaggi in pezzi più piccoli, seppur grossolani, specialmente se si hanno difficoltà a far passare, ad esempio, una patata. Se l’ortaggio va spinto manualmente, è meglio munirsi di un oggetto atto allo scopo. In questo modo si eviteranno incidenti.

 

La manutenzione

E siamo giunti a un aspetto da non sottovalutare, ovvero la manutenzione o, se preferite, la pulizia. È importante che non restino residui di verdure all’interno dell’attrezzo da cucina e neanche sulle lame. In caso contrario, marcirebbero nel giro di poco tempo, dando vita a cattivi errori.

Per una corretta pulizia è opportuno smontare il tagliaverdure e pulire ogni parte removibile. Alcune possono essere messe in lavastoviglie ma a riguardo vi consigliamo di dare uno sguardo al libretto delle istruzioni in vostro possesso per capire se e cosa può essere lavato in questo modo.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Super Dicer Plus

Per risparmiare tempo e cucinare in modo più creativo ci sono numerosi strumenti che possono venirvi in aiuto. Tra i migliori tagliaverdure multifunzione, con un buon rapporto tra qualità e prezzo, c’è il Super Dicer Plus che grazie a cinque lame intercambiabili permette di ottenere tagli davvero di ogni forma e dimensione: cubetti, a julienne, a spicchi e molto altro.

Il contenitore trasparente che si aggancia al corpo principale può essere utilizzato, grazie al coperchio, per conservare le verdure in frigorifero una volta tagliate. Il nostro consiglio è quello di lavare il Super Dicer sotto l’acqua corrente perché le alte temperature della lavastoviglie potrebbero deformare le parti in plastica del contenitore.

Le lame sono in acciaio Inox e permettono al tagliaverdure di Dicer di tagliare verdure di ogni tipo. La sua versatilità, inoltre, gli consente di sostituire numerosi accessori che solitamente dovrebbero trovare spazio in cucina: dai coltelli al tagliere.

Concludiamo di nuovo la recensione con una breve rassegna dei punti di forza e dei punti di debolezza più evidenti e importanti dell’attrezzo. Tienili in considerazione per la tua scelta.

 

Pro

Versatile: Il numero di lame e accessori di cui dispone è impressionante. Con tutte le funzioni che è in grado di svolgere, sostituirà in maniera egregia un gran numero di coltelli e altri utensili che avevi in cucina.

Efficace: Le lame sono davvero taglienti (fai attenzione e metti particolare cura finché non avrai imparato a padroneggiare lo strumento) e si cambiano in poche, rapide mosse. Svolgerai velocemente ogni operazione.

 

Contro

Evita la lavastoviglie: Il contenitore in plastica del tagliaverdure non risponde bene ad alte temperature di lavaggio e tende a deformarsi. Evita quindi di ricorrere alla lavastoviglie.

Verdure molli: Non è il massimo con le verdure più delicate, come per esempio i pomodori, mentre si comporta meglio con quelle più dure, come le carote.

 

 

Ne abbiamo ancora! Dai un’occhiata a questi articoli:

 

Il miglior affettaverdure

Passaverdure

Affettaverdure spirale

Pelaverdure

Tritacarne elettrico

 

Principale vantaggio

Sono tre le lame che consentono di tagliare le verdure in forme differenti, a spirali, a forma di spaghetto più fine o più grosso per dare un tocco originale alla tua cucina.

 

Principale svantaggio

Non si tratta di un sostituto del più comune robot tritatutto, ma di un attrezzo in grado di dare un tocco originale a piatti di solito monotoni come le insalate o le verdure cotte al forno. Non aspettarti quindi la capacità di affettare grandi quantità di verdure.

 

Verdetto: 9.8/10

Simpatico e originale grazie alla forma che imita l’affettatrice da banco, questo tagliaverdure Lurch Spirali si offre per diventare il tuo miglior alleato per portare allegria a tavola. Ideale se stai cercando uno strumento per vivacizzare i piatti dei tuoi bambini e incentivarli al consumo di verdure crude o appena scottate.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Tre lame specifiche

Per ravvivare il menu e non presentare sempre la solita insalata questo tagliaverdure si presta in maniera molto versatile a tagliare in forma di spirale qualsiasi verdura, più compatta o meno resistente. Crea anche simpatici spaghetti di due differenti formati per incentivare il consumo di verdure crude che così mantengono intatte le proprietà organolettiche, altrimenti perse in cottura.

Il coltello è in acciaio inox, che garantisce igiene ma anche l’affilatura necessaria per tagliare bene su diverse consistenze.

Anche la cipolla se mangiata cruda dà parecchie soddisfazioni, alito pesante a parte, e tagliandola a spirale si ottiene con facilità il giusto spessore che ne consente l’uso senza ammollo.

 

Stabilità e robustezza

La forma del tagliaverdure imita quella di una tradizionale affettatrice da banco ma, ovviamente, in miniatura e impiegando quasi interamente plastica, a parte le lame. Le verdure si affettano facendo ruotare manualmente la manovella che le intrappola con gli spuntoni che sporgono e che fissano il pezzo da lavorare contro le lame. Si tratta di un ingegnoso sistema per evitare di farsi male e che permette di tagliare le verdure fino in fondo.

Sono tre le lame tra cui scegliere il formato del taglio, oltre quella in uso, le altre due sono ospitate in un apposito vano sottostante la struttura portante del tagliaverdure, un’accortezza in più che permette di ottimizzare lo spazio e avere sempre tutto a portata di mano.

 

Si pulisce facilmente

Le parti che si possono smontare, le lame, si lavano con una spugna sotto l’acqua corrente. Allo stesso modo, tutta la struttura è facile da tenere pulita perché basta un risciacquo dopo l’uso.

La plastica usata è robusta, liscia e non tende a macchiarsi, se non dopo un uso continuativo e con verdure parecchio acide.

C’è chi lamenta un’eccessiva produzione di scarti, quello che rimane incastrato agli aghi che sporgono dalla manovella per fermare le verdure, ma si tratta di quantità minime e facilmente riutilizzabili in preparazioni “convenzionali” come minestroni, frullati o per preparare sughi e condimenti, come suggerito da altrettanti utenti che hanno trovato il modo di trasformare in opportunità quello che in apparenza si mostra come un limite.

 

 

Moulinex DJ755G Fresh Express

 

Principale vantaggio

Buona dotazione di accessori che consentono di eseguire diversi tipi di tagli, oltre che grattugiare.

 

Principale svantaggio

Il tasto di accensione richiede di essere schiacciato durante tutto il tempo che si affetta. È una scelta scomoda da parte della Moulinex.

 

Verdetto: 9.6/10

La verdura a tavola prende il sopravvento e con questo tagliaverdure diventa ancora più allegra e invogliante. Si presta bene a essere usato ogni giorno perché molto intuitivo e permette di tagliare un po’ di tutto nella forma desiderata.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Un elettrodomestico versatile

Il Fresh Express della Moulinex sfrutta un motore potente 150 W che permette di affettare e grattugiare senza esitazione frutta, verdura, formaggio, cioccolato, noci, pane e biscotti. Insomma, si tratta di un elettrodomestico davvero versatile.

I cinque accessori compresi nella confezione svolgono cinque funzioni, due per il taglio, fine e ondulato, e tre tipi di grattugiato, ovvero fine, grosso e quello dedicato appositamente al formaggio.

Con i suoi 47 mm, l’apertura è sufficientemente ampia per inserire gli ortaggi da tagliare; questi, passando attraverso un tubo ben progettato, finiranno direttamente all’interno del piatto che avrai avuto cura di sistemare in precedenza.

Non ha convinto molto l’idea di utilizzare un tasto a pressione per l’accensione: ciò impone di tenevi il dito sopra per tutto il tempo necessario a affettare o grattugiare le verdure. Secondo il nostro parere sarebbe stato più comodo aggiungere anche un interruttore del tipo On/Off per un taglio continuo.

 

Semplice da usare

Se la buona dotazione di accessori è l’aspetto positivo che più ci ha colpito, merita di essere menzionata la semplicità di utilizzo di questo tagliaverdure.

Chiunque può ottenere delle verdure finemente tagliate o ondulate: non serve nessuna particolare abilità; è sufficiente scegliere l’accessorio più indicato e schiacciare il pulsante di avvio. La lama taglia in modo netto e veloce.

Per rendere tutto più intuitivo, ognuno dei cinque accessori è stato contraddistinto con un colore diverso, così da individuare rapidamente quello più adatto alle proprie necessità. Abbiamo apprezzato anche la praticità di poter mettere il piatto o qualsiasi altro contenitore immediatamente sotto la bocca d’uscita.

 

Buona struttura

Nonostante sia un elettrodomestico realizzato per buona parte in plastica, il tagliaverdure della Moulinex è tutt’altro che fragile. Quanto alle lame, sono in acciaio e, stando alla soddisfazione manifestata dai clienti che hanno avuto modo di provare il Fresh Express, fanno un buon lavoro.

Alla base sono posti quattro piedini antiscivolo che garantiscono la necessaria stabilità all’elettrodomestico.

Carino il design: riteniamo che sia un oggetto che possa restare in bella mostra in cucina; i colori, inoltre, lo rendono esteticamente vivace.

Tutte le componenti rimovibili possono essere lavate con grande semplicità, sia con l’acqua corrente sia con la lavastoviglie. La facilità di pulizia è stato un altro degli aspetti esaltati dalla clientela rimasta soddisfatta per l’acquisto.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status