Il migliore arieggiatore elettrico

Ultimo aggiornamento: 05.07.20

 

Arieggiatori elettrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

La cura del giardino prevede una certa attenzione anche alla manutenzione delle piante già ben ambientate e radicate, che rischiano di togliere ossigeno e respiro alla terra. Un buon arieggiatore è in grado di rompere le zolle più compatte per permettere a concime e altri nutrienti di entrare a fondo e arricchire di nuovo il terreno senza operare interventi troppo invasivi. Prima di scegliere il vostro nuovo arieggiatore, assicuratevi di comparare con attenzione le diverse proposte disponibili: sarete così certi di spendere al meglio il vostro denaro, senza rischiare di pentirvi di un acquisto sotto o sovra dimensionato rispetto alle reali esigenze del vostro giardino. Ma se il tempo è tiranno e non vi consente una comparazione puntigliosa di tutti i modelli in commercio, la nostra guida all’acquisto del miglior arieggiatore potrebbe essere un buono spunto per farvi un’idea. Per esempio, ecco le due soluzioni più interessanti dell’anno: BLACK+DECKER GD300-QS è proposto a un prezzo molto interessante e consente diverse regolazioni che permettono di agire in modo specifico in base alle caratteristiche del terreno. Il Bosch ALR 900 è un altro buon attrezzo da prendere in considerazione se si vuole fare un acquisto destinato a durare a lungo e fare bene il proprio lavoro, è veloce, pratico ed efficace.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il migliore arieggiatore elettrico

 

Prima di decidere quale attrezzo acquistare è bene farsi un’idea precisa di quello che questi attrezzi possono fare per migliorare l’aspetto e la salute del proprio giardino. Vediamo brevemente quali caratteristiche rendono utile e unico questo accessorio che si aggiunge alla lunga lista di strumenti necessari per prendersi cura del proprio spazio verde fuori casa.

Guida all’acquisto

 

Che ci fa il feltro in giardino?

Il muschio e l’erba secca che si depositano tra lo strato superficiale del terreno e la base del manto erboso sono quello che si definisce “feltro”. La sua rimozione periodica consente di migliorare la capacità del terreno di assorbire acqua e nutrienti, che altrimenti viene filtrata o bloccata da questo particolare strato di vegetazione. Il prezzo degli attrezzi necessari alla pulizia profonda e all’ossigenazione del terreno varia in base a diverse caratteristiche, come la potenza del motore e la qualità dei materiali impiegati, scocca in testa.

Ma un buon attrezzo non richiede una spesa eccessiva e il fatto che sia usato poco spesso ne limita l’usura e, di fatto, ne prolunga la vita utile spalmando nel tempo l’investimento necessario per il suo acquisto. Chi confronta prezzi in maniera abituale, farà bene a chiedersi se vale la pena spendere poco per poi ritrovarsi presto con un attrezzo inservibile.

 

Da usare in particolari periodi dell’anno

La classifica che proponiamo di seguito comprende anche attrezzi che combinano le due principali funzioni di arieggiatore e scarificatore, anche questo uno strumento indispensabile per mantenere bello e ordinato il prato. Anche quelli più delicati e che richiedono maggiore manutenzione, gradiscono il trattamento periodico ma non intensivo di un arieggiatore che consenta l’ingresso d’aria tra le radici e il terreno e dello scarificatore che pettina l’erba con delicatezza.

Nella recensione di ogni prodotto sono descritte le caratteristiche che meglio descrivono la capacità di azione, la profondità d’azione e la potenza del motore: tutti questi aspetti costituiscono la base per scegliere la soluzione più adatta al proprio prato.

La potenza in rapporto all’estensione del prato

Sul mercato si trovano innumerevoli soluzioni, la migliore marca è difficile da individuare ma gli attori principali sono spesso sempre gli stessi. Bosch, B+D, Einhell sono tra i più comuni e affidabili e le caratteristiche tecniche del loro attrezzi rispondono anche alle prestazioni complessive messe in campo. Ma dare un’occhiata al wattaggio complessivo aiuta anche a farsi un’idea della capacità di agire su superfici più o meno estese: il lavoro svolto da un attrezzo da 600 W non sarà di certo lo stesso che quello di uno da 1,2 kW.

 

I migliori arieggiatori elettrici del 2020

 

Ecco di seguito la selezione proposta dalla nostra redazione che vi faciliterà l’individuazione del migliore arieggiatore elettrico, quello che meglio risponde ai vostri bisogni reali. Si tratta di un’attenta comparazione di modelli in base alle caratteristiche tecniche e alla capacità di lavorare su estensioni più o meno grandi.

 

Prodotti raccomandati

 

Black+Decker GD300-QS

 

Principale vantaggio:

L’arieggiatore elettrico GD300 ha il pregio di essere un prodotto Black+Decker e, in quanto tale, affidabile e di buona qualità. È il modello ideale per i possessori di piccoli giardini, economico, leggero e oltremodo comodo da usare, grazie al cavo di alimentazione lungo dieci metri.

 

Principale svantaggio:

Ovviamente non è per nulla adatto all’impiego professionale o agricolo, la sua capacità di penetrazione nel terreno è limitata allo strato superficiale. Per curare un terreno coltivabile occorre un modello più costoso e performante.

 

Verdetto 9.8/10

L’arieggiatore Black+Decker è uno dei modelli più venduti. Non soltanto ha un prezzo vantaggioso, ma possiede anche ottime caratteristiche ed è ideale per i piccoli giardini.

Acquista su Amazon.it (€82,8)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Ideale per piccoli giardini

L’azienda di origine americana Black & Decker è uno dei brand più conosciuti nel settore degli utensili per l’artigianato e il giardinaggio destinati a impiego amatoriale e domestico.

I suoi prodotti sono apprezzati e largamente usati dai consumatori di tutto il mondo, grazie al loro eccellente rapporto qualità-prezzo. Gli utensili Black+Decker infatti, pur non essendo al top di gamma, si distinguono per l’ottima fattura, l’impiego di materiali di fabbricazione di buona qualità, che garantiscono un livello di prestazioni ideale per l’uso domestico non intensivo, e il prezzo contenuto, accessibile a tutte le tasche.

L’arieggiatore GD300 possiede tutte queste qualità. La sua fresa potrà non essere adatta a lavorare terreni da coltivazione, ma è ottimizzata per offrire il massimo delle prestazioni in un giardino di piccole dimensioni, per mantenerlo sano e ben curato.

Maneggevole ed efficiente

Il Black-Decker GD300 è azionato da un motore elettrico da 600 Watt di potenza, alimentato mediante un cavo integrato della lunghezza di ben dieci metri, cosa che segna un ulteriore punto a favore per questo arieggiatore.

Il cavo così lungo infatti, anche secondo le testimonianze degli acquirenti, permette di fare a meno della prolunga e quindi offre una maggiore maneggevolezza e comodità d’uso.

La scocca dell’arieggiatore è in plastica, ma il sistema di taglio è realizzato in acciaio ed è molto resistente. Il meccanismo di taglio ha una larghezza di 30 centimetri e i denti possono essere regolati per penetrare nel terreno fino a tre diversi livelli di profondità: 2, 3 e 8 millimetri, a seconda delle necessità, in modo da rimuovere il feltro che si forma sullo strato superficiale del terreno, permettendo a quest’ultimo di respirare e favorire la crescita di un prato verde e rigoglioso.

 

Facile e comodo da usare

Un altro aspetto molto apprezzato di questo arieggiatore, secondo le opinioni degli acquirenti, è data dalla sua facilità e comodità d’uso.

A parte il lungo cavo di alimentazione e il comodo sacco di raccolta, infatti, l’arieggiatore GD-300 si distingue per il peso di soli sette chilogrammi e per il comodo manubrio, con i controlli posti su un lato dell’impugnatura e alto quanto basta da consentire di spingerlo senza sforzi e senza essere costretti a tenere la schiena piegata.

È dotato anche di una sacca di raccolta della capacità di 30 litri, collocata anteriormente, in modo da facilitare lo smaltimento degli scarti residui.

 

Acquista su Amazon.it (€82,8)

 

 

 

Bosch ALR 900

 

Quando si tratta di scegliere quale arieggiatore elettrico comprare, la rosa di preferenze è spesso limitata ai grandi marchi. E anche l’arieggiatore elettrico Bosch fa parte di questa selezione da prendere in considerazione più di altre vista l’affidabilità ed esperienza del marchio.

La proposta che vediamo in questo caso si distingue dalla concorrenza per via della buona qualità delle componenti e dei materiali impiegati. Impiega un brevetto speciale che gli consente di lavorare con accuratezza sul terreno rimuovendo velocemente i residui dello sfalcio e il muschio. Immette aria nel terreno rendendolo meno compatto e così più facile da penetrare da parte delle radici delle nuove piantine.

Ha un capiente cesto che offre una capacità complessiva di 50 litri, si può staccare e impilare per ridurre l’ingombro dell’attrezzo quando non è in uso o per accrescerne la capacità di stoccaggio. Non è facile capire come scegliere un buon arieggiatore elettrico se non si hanno ben chiare le caratteristiche del proprio giardino, la potenza massima di 900 W che raggiunge l’arieggiatore Bosch lo colloca di diritto tra gli attrezzi da tenere in considerazione se si punta a un lavoro ben fatto anche su estensioni medio grandi.

Buone le caratteristiche di questo Bosch che, seppure non brilli per essere in assoluto il più economico, fa bene il proprio dovere e si fa apprezzare per tanti vantaggi che lo rendono interessante in confronto a modelli della stessa categoria. Rivediamoli in breve.

 

Pro

Funzioni extra molto utili: Oltre ad arieggiare il terreno per favorire una migliore ossigenazione e permeabilità delle radici all’interno della terra resa meno compatta, offre la funzione di rimozione del muschio, indispensabile per far assorbire al meglio l’acqua irrigua.

Cesto di raccolta capiente: Sono ben 50 litri di capacità complessiva che offre una lunga autonomia di lavoro per completare la cura del prato di medie dimensioni.

Facile da riporre quando non in uso: Quando non serve, del resto non è un attrezzo da usare più di un paio di volte l’anno, si smonta e si impila così da occupare meno spazio possibile nella rimessa o in garage.

 

Contro

Non si possono aggiungere pezzi non previsti: Prima di comprare un nuovo accessorio per la cura del giardino, potreste chiedervi quante funzioni sia in grado di portare a termine. Questo non funziona anche da scarificatore né è predisposto per essere montato il pezzo idoneo a tale lavoro.

Acquista su Amazon.it (€174,26)

 

 

 

Al-Ko 112800 Comfort 38E Combicare

 

Una delle offerte da non lasciarsi scappare è quella proposta da Al-ko che combina in un solo attrezzo arieggiatore e scarificatore che permette di lavorare con efficacia e rapidità sul proprio prato. Un’unica scocca consente di lavorare con diversi rulli e in questo modo adattarne le funzioni in base alle esigenze che deve coprire l’attrezzo.

Il sacco di raccolta completa la dotazione di questo attrezzo che così consente di fare un lavoro preciso e pulito su prati di media estensione. I rulli si montano e smontano con facilità senza dovere usare attrezzi, in questo modo l’uso è davvero comodo e molto pratico.

Il rullo arieggiatore ha 24 molle in acciaio per un lavoro rapido ed efficace sul terreno, mentre lo scarificatore agisce con una profondità variabile in modo da operare in maniera perfetta e adatta alle caratteristiche del terreno senza che le lame perdano presto il filo o, peggio, danneggino le radici delle piantine. Comoda anche la larghezza dei rulli che permette di agire su una superficie piuttosto estesa e lavorare con rapidità su tutto il prato.

È un altro marchio di riferimento per portare a termine con successo i lavori di giardinaggio e, a detta dei pareri espressi dagli utenti, è in grado di farlo bene e in fretta. Ecco in breve cosa lo caratterizza rispetto agli altri modelli di questa classifica.

 

Pro

Arieggiatore e scarificatore: Non servono attrezzi speciali per cambiare i rulli e usare lo stesso motore per diverse funzioni sullo stesso prato. Quindi è possibile massimizzare la resa della spesa fatta per un solo dispositivo in modo da mantenere il prato in condizioni perfette.

Adatto a lavorare presto e bene: La larghezza del rullo è tale da coprire una buona estensione alla volta e finire in fretta il lavoro su estensioni medio/grandi. In base alla funzione scelta è possibile regolare l’intensità di permeazione nel prato o in terra.

Sacco di raccolta capiente: La raccolta degli scarti viene fatta direttamente dalla macchina riducendo i tempi necessari a ripulire l’eccesso che è stato rimosso dalle piantine in crescita.

 

Contro

Un po’ pesante: Si fa fatica a spostare la scocca pesante e compatta sul prato, specie se presenta asperità e dislivelli. Ma se il vostro prato è tutto in piano e volete approfittarne per rifarvi i bicipiti, ecco di seguito il link dove acquistare il modello Al-Ko.

Acquista su Amazon.it (€140,28)

 

 

 

Einhell GC-SA 1231

 

La comparazione tra modelli prosegue ed è il momento di vedere rapidamente le caratteristiche essenziali di questo Einhell. Economico e versatile rappresenta una soluzione molto interessante da non lasciarsi scappare. La potenza complessiva raggiunge gli 1,2 kW, una forza considerevole che gli consente di agire con precisione sia come scarificatore sia come arieggiatore.

Il vantaggio offerto è di poter lavorare su estensioni medio grandi con risultati costanti, il produttore ne suggerisce l’uso su superfici di 300 metri quadrati. Contrariamente a quanto fa pensare il notevole potenziale, meno performante è il sacco che offre una capacità limitata a 28 litri costringendo chi lavora a fare qualche pausa in più per svuotarlo.

Oppure se si preferisce, è possibile smontare il sacco e lasciare che gli scarti si depositino sul terreno per poi raccoglierli con un rastrello a lavoro finito. Questo dettaglio non inficia la nostra opinione in generale positiva tanto che proponiamo questo arieggiatore elettrico per prato tra i nostri consigli d’acquisto proprio per la buona fattura e la capacità di combinare le funzioni di arieggiatore e scarificatore in un solo attrezzo.

Una soluzione interessante, dunque, quella proposta da Einhell che unisce due strumenti in uno con diverse possibilità d’uso in base al proprio stile green di giardiniere. Rivediamo in breve cosa lo distingue dagli altri modelli qui esposti.

 

Pro

Scarificatore e arieggiatore: Il macchinario si può usare in entrambe le modalità di manutenzione del prato, scegliendo quella più indicata in base alla stagione e all’epoca della cura da destinare al manto erboso.

Fino a 300 metri quadrati: Una buona stima per comprendere che il dispositivo si colloca a metà strada tra le macchine per uso amatoriale e quelle professionali lasciando tutti piacevolmente sorpresi dai risultati.

Potente e versatile: Il motore consente di agire su grandi estensioni e lavorando in autonomia rispettando la lunghezza del cavo di alimentazione. Se si preferisce è possibile lasciare ricadere i resti dell’erba tagliata perché faccia da concime, compostandosi in breve tempo.

 

Contro

Sacco di raccolta piccolo: Non dipende dai prezzi bassi cui è proposto al grande pubblico, quando al tipo di uso che consente e che prevede la pratica della pacciamatura coi resti dell’erba tagliata. Potrebbe non piacere ad alcuni che si vedrebbero inevitabilmente costretti a svuotare presto il sacco.

Acquista su Amazon.it (€115,9)

 

 

 

Ironware GD300QS

 

Tra i modelli venduti online da prendere in considerazione in vista di un nuovo acquisto c’è di sicuro questo arieggiatore Ironware elettrico, con una potenza complessiva di 500 W. In grado di svolgere bene i compiti meno impegnativi, è adatto a mantenere in ordine il prato già ben curato che ha bisogno di tanto in tanto di una spazzolata più decisa.

Piccolo e compatto, è a trazione manuale e per questo è possibile portarlo dove serve con precisione e senza temere che non riesca a raggiungere i punti più impervi del giardino. È piuttosto leggero, non pesa più di 10 chili, e si sposta con facilità proprio dove serve.

Fa bene il suo dovere grazie alla serie di pettini che sporgono dal rullo che arieggia il terreno con una profondità media. Seppure non si possa dire in assoluto il primo tra i modelli più venduti quest’anno, è di certo una buona soluzione da prendere in considerazione se ci si vuole dotare di uno strumento funzionale ed efficace per la cura del proprio angolo di verde.

Ecco dunque un altro modello da non lasciarsi scappare se si ha intenzione di spendere bene il proprio denaro. Di seguito, in breve, gli aspetti essenziali che lo caratterizzano.

 

Pro

Leggero e maneggevole: Ideale per i lavori di manutenzione rapida quando se ne presenta l’occasione, questo macchinario è particolarmente facile da portare in giro per il prato senza fare troppa fatica a spingerlo.

Adatto alle piccole estensioni: Il motore è tutto sommato poco potente e quindi riesce a dare buoni risultati su prati ben tenuti dove l’erba è sempre mantenuta a un livello costante e non ci sono dislivelli importanti del terreno.

Economico: Anche il prezzo è tutto sommato piuttosto leggero e ben si presta a completare il parco macchine per la cura del giardino con un elemento di facile utilizzo che non richieda un grosso sforzo fisico per il suo uso.

 

Contro

Solo per brevi tratti: Non tutti hanno prati sconfinati davanti il portico di casa, questo modello non figura tra i primi scelti per comporre la nostra guida per scegliere il migliore arieggiatore elettrico, ma si presta bene a coprire fino a 100 mq di prato verde.

Acquista su Amazon.it (€117,84)

 

 

 

BLACK+DECKER GD300-QS

 

Tra i migliori arieggiatori elettrici del 2020 non può di certo mancare un colosso dell’elettronica in grado di fornire attrezzature adeguate a rispondere ai bisogni di amatori e professionisti in maniera specifica e puntuale.

L’arieggiatore Black + Decker è in grado di lavorare su giardini di medie dimensioni, ha denti in metallo che riescono a tagliare su una larghezza di 30 cm, ma con altezze diverse da 2, 3, 8 mm. È alimentato a filo, in questo modo non si è vincolati dall’autonomia della batteria ricaricabile o dall’odore fastidioso della benzina, ma bisogna considerare il limite della lunghezza del cavo di alimentazione.

Serve per arieggiare, pulire e rastrellare il giardino e infatti ha un sacco di raccolta la cui capacità totale è di 30 litri, ma la cui dimensione si può regolare in base alle reali esigenze in modo da non ingombrare troppo se non strettamente necessario. La scocca in plastica dura non è l’ideale per sopportare stress importanti ma assolve bene il suo compito lavorando su estensioni ridotte e su l’erba del prato che non oppone grande resistenza.

Marchio leader nel settore dei macchinari per la cura della casa e del giardino, Black+Decker si distingue per la ricca offerta in grado di soddisfare diversi bisogni. Come nel caso di questo arieggiatore che abbiamo appena visto, è in grado di assicurare buone prestazioni al miglior prezzo per tutti gli appassionati di giardinaggio. Rivediamone in breve tutte le caratteristiche essenziali.

 

Pro

Diverse altezze regolabili: Si può scegliere a che altezza lavorare, se a 2, 4 o 8 millimetri per agire in profondità ossigenando il manto erboso meno compatto.

Dentatura larga: I suoi 30 cm di larghezza consentono di lavorare presto e bene completando il percorso in breve tempo e dedicandosi alle altre attività che richiede la manutenzione del prato e del giardino.

Alimentato a filo: Come tutti i dispositivi destinati ad appezzamenti di medie dimensioni, anche qui si può apprezzare l’autonomia illimitata dell’alimentazione direttamente alla corrente elettrica.

 

Contro

Più adatto a prati di media estensione: Oltre alla necessità di doversi dotare di prolunga se le dimensioni del prato sono maggiori del metraggio disponibile con il cavo in dotazione, la possibilità di agire solo in superficie e senza poter scalfire in profondità il terreno, lo rendono più adatto ad appezzamenti di dimensioni contenute.

Acquista su Amazon.it (€82,8)

 

 

 

Come utilizzare un arieggiatore elettrico

 

Se avete un giardino, magari con un bel prato, è molto importante arieggiare il terreno. Per farlo serve un arieggiatore che può essere manuale, con motore a scoppio oppure elettrico. È proprio su quest’ultimo che ci concentreremo nelle prossime righe. In gergo si parla di stanchezza del terreno quando c’è un accrescimento lento del prato e delle piante. Le cause sono varie: squilibri nutrizionali, fattori biotici sostanze tossiche. Ci sono una serie di interventi da adottare e tra questi c’è l’arieggiatura del terreno.

 

 

Quando arieggiare

Innanzitutto bisogna sapere quando è tempo di arieggiare il terreno. Questo lavoretto va fatto due volte l’anno, indicativamente a inizio marzo e inizio settembre. Nel caso del prato è preferibile, come prima operazione, falciare il prato lasciando fili d’erba di 3 cm.

 

 

Azionate l’arieggiatore

Terminate le operazioni preliminari si può finalmente usare l’arieggiatore che deve passare su tutto il terreno. Possiamo individuare due categorie di arieggiatori elettrici, ovvero, quelli che eseguono un semplice sfeltrimento e quelli che eseguono anche la scarificazione che in sostanza è una incisione in superficie che, inoltre, si rivela utile per la trasemina.

Una volta completata l’operazione con l’arieggiatore elettrico, è opportuno dare seguito a una biostimolazione. Per farlo basta usare prodotti ammendanti a base di acidi umici. Fatto ciò, potrete concimare e piantare semi. Come potete vedere è tutto molto semplice e non bisogna essere dei giardinieri professionisti per eseguire il lavoro.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status