La migliore casseruola in ghisa

Ultimo aggiornamento: 11.12.18

 

Casseruole in ghisa – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La pentola di ghisa offre il vantaggio di mantenere stabile la temperatura al suo interno senza surriscaldarsi oltre misura. In questo modo migliorano i risultati che si ottengono cucinando pietanze più elaborate che richiedono lunga cottura con calore controllato. L’interno smaltato e la possibilità di cucinare direttamente in forno le rendono particolarmente facili da manutenere e versatili per essere impiegate a scopi diversi. Sono tante le caratteristiche cui prestare attenzione prima di scegliere la giusta pentola in ghisa, ma se il tempo è tiranno e non riuscite a ritagliarvi un momento per spulciare cataloghi e confrontare opinioni, affidatevi ai nostri suggerimenti. Spiegheremo cosa cercare in una pentola di qualità e quali caratteristiche deve avere in base all’uso che se ne vuole fare. Ecco le migliori dell’anno ed ecco le prestazioni che le rendono davvero impagabili. La Lodge – 4.73 litri/5 quart L8DD3 è interamente in ghisa, non smaltata ma perfettamente antiaderente. È ideale per cucinare anche dentro il coperchio per preparare un ottimo pane cotto a puntino. La Beka 16303704 ha una smaltatura rossa che la rende attraente anche sotto l’aspetto estetico, la qualità non è da meno e si presta bene alla cottura lenta di carni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere la migliore casseruola in ghisa

 

Richiede una certa destrezza e forza di polsi e braccia ma una casseruola in ghisa ben fatta ripaga garantendo cotture a puntino e un’armonia di sapori che difficilmente si ottengono in altro modo. Sono tegami parecchio pesanti e che spesso richiedono attenzioni speciali eppure il numero di estimatori è sempre crescente proprio grazie ai risultati finali che appuntano le stelle Michelin ai piatti della tradizione di famiglia. La nostra guida vuole dare una mano  a scegliere il prodotto migliore e al giusto prezzo per rendere la vostra esperienza d’acquisto ben informata e gratificante.

Guida all’acquisto

 

Cos’è la ghisa

La ghisa è una particolare lega metallica che si presta bene all’uso alimentare e che è stata riscoperta di recente per la realizzazione di pentole di alta qualità. A differenza del più comune acciaio inox, la ghisa ha un peso considerevole, uno spessore importante ma anche delle caratteristiche di resistenza e distribuzione del calore migliori. È una lega di ferro e carbonio, un sottoprodotto dell’acciaio, per molti versi meno pregiato ma con una resa a tavola di gran lunga più interessante.

È un materiale estremamente pesante, non stupisce che questo dettaglio scoraggi i più dal possedere una o più pentole di questo tipo.

 

La corretta manutenzione

Non tutte le pentole di ghisa sono uguali, chi confronta i prezzi noterà che alcune hanno uno strato di smalto su tutta la superficie esterna e interna mentre altre sono lasciate “al naturale”. In quest’ultimo caso uno strato di olio vegetale fa da patina che previene le infiltrazioni di residui nei microfori tipici di questo materiale.

Le pentole smaltate, invece, non nascondono grandi misteri: si possono lavare con facilità senza subire danni a volte anche in lavastoviglie, in base alle indicazioni del costruttore. Un’accortezza è quella di preferire pentole smaltate con sostanze la cui assenza di residui tossici sia certificata. È bene evitare prodotti dai prezzi troppo bassi e di dubbia origine.

Occhio anche agli sbalzi di temperatura: lo shock da caldo a freddo, magari mettendo la pentola ancora calda sotto il rubinetto, può provocarne la rottura. Per evitare di rendere inservibile la pentola, incrinare la smaltatura o peggio spaccarla di netto è indispensabile attendere fino al completo raffreddamento della pentola per poterla lavare. Anche per questo tanti scelgono di portarla a tavola come zuppiera per servire direttamente da qui i propri commensali.

Cosa e dove cucinare

Una buona pentola in ghisa è molto versatile e si usa senza difficoltà su tutti i fornelli, compresi quelli a induzione, ma va anche in forno, tradizionale o a legna, o addirittura sulle braci del barbecue. Facendo attenzione a non scottarsi! Trattiene bene il calore, immagazzinandolo e rilasciandolo lentamente per consentire cotture lente a fuoco basso e con temperatura costante.

Tanti preferiscono destinare queste pentole alla preparazione di carni o di sughi che richiedono una cottura lunga e gentile. Ma sono altrettanti quelli che ne apprezzano le proprietà isolanti e termostatiche che facilitano la cottura del pane nel comune forno di casa. I panificatori casalinghi sanno che spifferi e cali bruschi di temperatura possono compromettere la buona riuscita del pane, che costa ore di lavoro. Nella pentola in ghisa, invece, calore e umidità sono costanti e consentono di ottenere risultati parecchio soddisfacenti.

Nella classifica che segue proponiamo la recensione degli articoli più interessanti proposti sul mercato: non sempre la migliore marca è quella più pubblicizzata.

 

Le migliori casseruole in ghisa del 2018

 

Quale casseruola in ghisa comprare, dunque? Vi proponiamo un’attenta selezione dei prodotti più apprezzati dagli acquirenti durante l’anno. Ecco tutti i dettagli e le caratteristiche che le rendono speciali.

 

Prodotti raccomandati

 

Lodge – 4.73 litri/5 quart L8DD3

 

Lodge propone forse la migliore casseruola in ghisa attualmente in commercio, vuoi perché fatta interamente in ghisa, vuoi per il prezzo davvero concorrenziale. Si tratta di una pentola piuttosto spartana: non ha forma o colori particolarmente accattivanti, ma non perdendosi in chiacchiere punta dritto alla sostanza offrendo prestazioni di alta gamma.

Ideale per cucinare il pane o per brasare lentamente arrosti o altre carni che vogliono cottura lenta a temperatura controllata, va bene per dare un tocco in più a tante ricette che prevedono l’uso del forno. È interamente in ghisa, questo significa che non ha parti più facilmente soggette a usura, come il pomello del coperchio o i manici. D’altra parte, il peso complessivo di pentola e coperchio è notevole, richiede una certa forza e una presa salda con guanti ben isolanti. In definitiva, e a detta di molti, abbiamo davanti una tra le migliori casseruole in ghisa del 2018.

Questa stupenda casseruola ha raccolto pareri entusiastici da parte degli utenti e non potevamo non includerla nella nostra classifica. Eccone un breve quadro riepilogativo.

Pro
Multiuso:

Adatto per fornelli a gas, a induzione, per forno e per cuocere all’aperto in stile Far West o più semplicemente per barbecue, questo forno olandese si rivela estremamente versatile.

Cottura:

La casseruola in ghisa assicura una distribuzione del calore impareggiabile ed è perfetta, per esempio, per cuocere il pane al forno. Una vera delizia!

100% ghisa:

Parliamo di una casseruola realizzata interamente in ghisa, quindi senza componenti di altri materiali, manici o pomello. È resistentissima; se ben curata, dura una vita.

Coperchio:

La particolarità di questa casseruola è che è composta da due parti utilizzabili in maniera indipendente. Il coperchio, infatti, può diventare una vera e propria padella a sé.

Contro
Estetica:

Si tratta di una casseruola massiccia, estremamente efficace ma dall’aspetto rude.

Acquista su Amazon.it (€64,64)

 

 

 

Beka 16303704

 

Adesso avete le idee più chiare e sapete come scegliere una buona casseruola in ghisa, non resta che comparare le offerte e scoprire quale si addice meglio alle vostre esigenze.

Il modello proposto da Beka indulge un po’ più sui dettagli: ha un bel colore rosso che mette allegria ai fornelli, ha un pomello che tende a surriscaldarsi meno che il resto del corpo della pentola ma, soprattutto, ha una forma ovale che si adatta meglio di altre alla cottura di pietanze speciali, come le carni in particolare.

È ideale per cucinare l’arrosto e il suo contorno senza rischiare che si carbonizzi nulla prima di essere cotto a puntino. Ha una base lunga 30 cm, perde appena qualche millimetro al suo interno per via dello spessore della ghisa impiegata. Anche la larghezza è generosa: raggiunge al massimo della sua estensione 23 cm. L’interno smaltato ne migliora l’antiaderenza e ne facilita la manutenzione e la pulizia.

Ecco un altro bel modello che non poteva mancare nella nostra guida per scegliere la migliore casseruola in ghisa. Rivediamone le caratteristiche principali.

Pro
Per cotture lente:

Come altre casseruole in ghisa di qualità, questo modello si presta particolarmente bene alle cotture lente, per esempio di pollo, arrosti, brasati.

Superfici smaltate:

Sia l’interno che l’esterno sono smaltati per cui la pulizia è particolarmente facile e veloce.

Benefìci:

La ghisa smaltata distribuisce uniformemente il calore ma trattiene bene anche il freddo, per cui può essere utilizzata per conservare efficacemente i cibi in frigo.

Elegante:

La casseruola è proposta in un bel colore rosso esterno, mentre lo smalto interno è bianco, il che la rende molto gradevole ed elegante da vedere.

Contro
Peso:

Bisogna stare attenti a maneggiarla perché la casseruola è molto pesante e lo diventa ancora di più col pollo o con altre preparazioni dentro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sitram 710839

 

La comparazione tra le proposte è utile per avere un’idea precisa e con un colpo d’occhio di quali sono i modelli venduti online che meritano maggiore attenzione. È il caso della serie di pentole Sitram che offre soluzioni specifiche per ogni esigenza variando le dimensioni e la forma, se più tondeggiante o ovale.

Sono tutte smaltate, tanto all’esterno come all’interno, con un gradevole accostamento di rosso e panna che fa piacere vedere in cucina durante la preparazione dei pasti importanti per tutta la famiglia. Lo smalto ha anche lo scopo di rendere meno permeabile la superficie alle incrostazioni di sporco, quindi ne facilita la pulizia e la manutenzione.

La batteria di pentole proposta da Sitram, è possibile acquistare separatamente ogni elemento in base alle proprie necessità, fa parte dei nostri consigli d’acquisto perché ben fatta e in grado di raccogliere numerosi pareri positivi da parte degli utenti che l’hanno scelta.

Le casseruole prodotte dalla francese Sitram hanno riscosso notevole apprezzamento da parte degli utenti. Ricapitoliamone in breve vantaggi e svantaggi: chi non sa dove acquistare questi modelli al miglior prezzo non deve far altro che cliccare sul link consigliato.

Pro
Varie soluzioni:

Uno dei vantaggi che l’azienda francese offre è la possibilità di scegliere tra casseruole diverse per forme – più rotonda o più ovale – e per dimensioni, a seconda delle esigenze.

Qualità/prezzo:

In ogni caso, si tratta di modelli con prezzi bassi o, per lo meno, molto competitivi, mentre la qualità rimane elevata perché la cottura che garantisce è spettacolare per uniformità del calore diffuso. Lo conferma la maggior parte degli utenti.

Smalto:

Essendo casseruole smaltate sia all’interno che all’esterno, il vantaggio è che sono meno permeabili alle incrostazioni e quindi anche più facili e veloci da pulire.

Confezione:

La confezione di cartone con cui è imballata può essere utilizzata anche per riporla più comodamente quando non è in uso.

Contro
Esterno:

È una casseruola estremamente apprezzata dagli utenti, alcuni dei quali hanno però notato che lo smalto esterno si scheggia un po’ troppo facilmente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Cyril Lignac 28cm

 

Tra i prodotti più venduti dell’anno troviamo anche questa Cyril Lignac, proposta in diverse versioni per accontentare diverse tipologie di utenze. La rossa ha uno strato di smalto che ne migliora l’antiaderenza all’interno, la rende ideale per la cottura di alimenti che cucinano a lungo e con un sugo ristretto.

Nella nera il trattamento delle pareti interne è effettuato con olio vegetale ed è una raccomandazione della ditta ripeterlo anche a casa periodicamente per mantenerne inalterate le prestazioni. Entrambe sono disponibili in diversi formati per accontentare i desideri di tutti.

Sono molto versatili anche per quanto riguarda l’ambiente di cottura. Possono andare in forno o sul fornello a induzione, come fa gran parte delle pentole di questo tipo, ma il produttore ne suggerisce l’uso anche direttamente su barbecue. A patto di prestare grande attenzione a proteggere le mani dalle ustioni.

Il design è bello e piacevole da portare anche direttamente a tavola come fosse una zuppiera per servire la zuppa bollente ai propri commensali.

Cyril Lignac è un noto chef e pasticciere francese proprietario di diversi ristoranti, di cui alcuni stellati. Al suo nome è legato questo nuovo set di casseruole in ghisa, di grandissima qualità.

Pro
Scelta:

Le casseruole in ghisa sono disponibili in diversi colori e, soprattutto, in diverse misure per poter scegliere quella più adeguata alle proprie necessità. Della stessa linea fanno parte anche altri utensili da cucina.

Pulizia:

Smaltata, si lava in poco tempo e facilmente. Come suggerisce il produttore, può andare tranquillamente anche in lavastoviglie.

I cibi non si attaccano:

Le casseruole in ghisa smaltate come questa non sono antiaderenti nel senso classico, cioè trattate con rivestimenti speciali ma, se ben curate, non fanno attaccare i cibi.

Contro
Prezzo:

Set di grandissima qualità, non è carissimo ma non è neanche il più economico che puoi trovare in giro.

Manici:

Essendo un pezzo unico, anche i manici sono in ghisa e quindi si riscaldano. Bisogna prestare attenzione, ma questo vale per tutte le casseruole simili.

Acquista su Amazon.it (€199,99)

 

 

 

Crealys 513360

 

Crealys propone una soluzione adatta esclusivamente all’uso sul fornello, infatti il pomello in bachelite non sopporterebbe le elevate temperature e i lunghi tempi di cottura in forno. Detto questo, tutto il resto è da lodare. La ghisa impiegata per corpo e coperchio è di buona qualità così come lo spessore piuttosto generoso.

Ha la superficie interamente smaltata che ne facilita l’uso evitando che le pietanze cotte all’interno si incrostino. Si usa bene sul fornello perché, pur essendo pesante, non è tra le più massicce. All’esterno il diametro è di 26 cm, quindi non occupa un’eccessiva porzione del piano cottura né limita l’uso dei fornelli adiacenti nelle cucine più piccole.

La capacità è comunque notevole, 4 litri, che consente di preparare pietanze dalla lunga cottura a temperatura costante. Il colore sobrio si addice alle cucine di design, ideale per chi non vuol rinunciare all’estetica ma nemmeno alla cucina della tradizione.

Ecco un’altra casseruola che potrebbe suscitare il tuo interesse. Di seguito un breve quadro riepilogativo di questo prodotto.

Pro
Multiuso:

Come tutte le casseruole in ghisa di qualità, anche questa mantiene il calore in modo straordinario e si può usare ovunque, dalle moderne cucina con piastra a induzione fino a quelle antiche a legna.

Smalto:

Anche in questo caso ritroviamo lo smalto, sia all’interno che all’esterno, che rende la casseruola facile e veloce da pulire.

Contro
Oliatura:

Come raccomanda questo e altri produttori, dopo la pulizia è consigliabile oliare la casseruola con un olio naturale. Una piccola seccatura che però contribuisce a rendere questo prodotto più efficiente e duraturo.

Disponibilità:

Attualmente non sono disponibili né altri colori né altre forme per questa casseruola.

Acquista su Amazon.it (€41,85)

 

 

 

Come utilizzare una casseruola in ghisa

 

Uno dei materiali più poliedrici in cucina è sicuramente la ghisa, una lega metallica a base di carbonio e ferro. Le pentole fatte con questo materiale, infatti, sono ideali per arrostire, grigliare, stufare, cuocere alla piastra e per preparare ogni tipo di pietanza. Inoltre, grazie alle loro proprietà isolanti, possono essere utilizzate direttamente in forno o per conservare i cibi in frigorifero.

Sono particolarmente apprezzate anche per la loro capacità di trattenere il calore e diffonderlo in modo uniforme, così da poter continuare a cuocere gli alimenti anche a fuoco spento o preparare quei piatti che hanno bisogno di una cottura lenta e a basse temperature.

Insomma, non c’è limite a ciò che queste casseruole sono in grado di fare e potrete sbizzarrirvi ai fornelli e dar sfogo alla vostra fantasia in cucina utilizzando un unico utensile.

 

 

Svantaggi

Purtroppo, c’è sempre il rovescio della medaglia che, in questo caso, si traduce in alcuni piccoli svantaggi che non possiamo sottovalutare.

Primo punto a sfavore di questi accessori è il loro peso, quindi spesso possono risultare difficili da maneggiare e spostare. Essendo la ghisa una lega molto porosa tende ad assorbire gli odori, ma con i giusti accorgimenti sarà possibile risolvere facilmente il problema, magari utilizzando dell’aceto o del bicarbonato.

Ma l’inconveniente più seccante di questi utensili riguarda sicuramente la pulizia, non essendo consigliabile l’impiego di detersivi troppo aggressivi o di materiali abrasivi che potrebbero rovinarne il rivestimento. È necessario anche asciugarli alla perfezione per prevenire la comparsa della ruggine e, prima di procedere al lavaggio, è importante aspettare che si raffreddino perché si tratta di un materiale che potrebbe facilmente lesionarsi o spaccarsi a causa dello shock termico.

 

Capienza, design e accessori

Essendo la ghisa molto utilizzata in cucina, sul mercato c’è davvero l’imbarazzo della scelta ed è possibile reperire facilmente casseruole di ogni misura e dimensione. Alcuni modelli possono addirittura diventare pratiche padelle all’occorrenza; altri, invece, dispongono di coperchi trasparenti per tenere sotto controllo la cottura; altri ancora sono dotati di manici rivestiti con materiali isolanti in modo da non correre il rischio di scottarsi.

Anche la selezione dei colori è molto ampia così da poterle perfino abbinare allo stile della propria cucina.

 

 

Salute

Dopo la lunga polemica sulla tossicità del teflon, è chiaro che qualche dubbio possa sorgere anche sulle pentole in ghisa, ma è stato ampiamente dimostrato che questa lega non è nociva e quindi assolutamente sicura per la salute.

Per una maggiore tranquillità vi consigliamo di preferire casseruole con un rivestimento smaltato o di porcellana e di leggere sempre le garanzie del produttore perché alcuni materiali antiaderenti potrebbero comunque contenere sostanze tossiche. Inoltre, grazie alla capacità di questi tegami di disperdere il calore in maniera uniforme, è possibile cucinare in modo più sano preservando la maggior parte delle proprietà nutritive dei cibi e senza l’aggiunta di grassi o altri condimenti, il che rappresenta un beneficio non solo per la salute ma anche per il portafoglio.

In ogni caso, la scelta deve essere sempre ben ponderata, preferendo prodotti di qualità che molto spesso è possibile trovare anche a prezzi convenienti.

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
Laura EditorChicco I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Chicco
Ospite
Chicco

Ho appena ordinato una Lodge da 4.5litri e non vedo l’ora che arrivi per provare a fare subito il pane, dove posso trovare le istruzioni?

Laura Editor
Admin
Laura Editor

Buonasera Chicco,

le istruzioni sono incluse nella confezione (anche se forse non in italiano…). Nel frattempo dai un’occhiata qui:
http://www.lodgemfg.com/use-and-care/cast-iron-lets-cook

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.