Le 5 Migliori Creme Solari del 2022

Ultimo aggiornamento: 23.09.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Crema Solare – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Uno degli accessori immancabili durante la stagione estiva è sicuramente la crema solare, da utilizzare per abbronzarsi senza correre il rischio di una fastidiosa scottatura. Tra i prodotti disponibili online abbiamo selezionato quelli che ci hanno maggiormente convinto, partendo da Avène Solare Latte Bambino, un bel flacone da 200 ml contenente una crema con fattore di protezione 50, ideale per la pelle delicata dei bambini oppure per i soggetti con fototipo più chiaro. ANGSTROM Protect Crema Solare Viso SPF 30 è invece una crema da 50 ml formato viaggio, con protezione 30 ed elementi altamente idratanti e in grado di prolungare l’abbronzatura.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere la migliore crema solare?

 

Il reparto di creme solari di supermercati e profumerie è estremamente assortito, ma tra un prodotto e l’altro possono esserci grandi differenze, anche di prezzo. Occorre fare una classifica dei punti da valutare ed ecco il motivo di questa guida: fornirvi delle indicazioni per orientarvi tra i prodotti sul mercato e confrontarne i prezzi. Per prima cosa, tenete in considerazioni fattori quali il fototipo della vostra pelle e il tipo di esposizione a cui vi sottoporrete.

Pertanto, se avete una pelle molto chiara e delicata e vi esporrete a un sole caldo e aggressivo, sprovvisti magliette, ombrellone e cappello, vi suggeriamo di optare per una protezione alta che impedisca ai raggi di attaccare la vostra epidermide. Se avete una pelle già abbronzata o scura, il prodotto che può fare al caso vostro è una protezione media che manterrà la pelle idratata e protetta e vi consentirà di sfoggiare una bellissima abbronzatura dorata per molti mesi.

Filtro chimico o fisico?

Ciò che rende diversa una crema viso per tutti i giorni da una crema solare è la presenza dei filtri protettivi dai raggi UVA e UVB. Non tutti sanno che i filtri sono suddiviSibili in due categorie: chimico o fisico. Continuate a leggere questi consigli di acquisto per scoprirne di più.

Nel primo gruppo rientrano le sostanze chimiche che riescono ad assorbire le radiazioni solari, trattenendone l’energia e trasformandola in calore: ecco perché si potrebbe avere la sensazione di percepire una temperatura più elevata. Se da un lato riescono a proteggere da tutte le radiazioni solari (UVA, UVB e UVC, i quali raramente raggiungono la Terra), dall’altro risultano molto inquinanti per l’ambiente, pertanto possono andare bene in caso di esposizione al sole molto limitata, ma ne sconsigliamo l’uso sul lungo periodo.

Tra questi rientrano l’oxybenzone e l’octylcrylene. I filtri fisici invece, detti anche minerali, hanno un ridotto impatto ambientale e sono generalmente composti da particelle come l’argilla o l’ossido di zinco. Non prevedendo la combinazione con additivi pericolosi, tendono a lasciare un po’ di scia bianca, sebbene questo non sia la norma e non si verifichi con tutti i solari ecobio. Tuttavia, se non siete disposti a scendere a compromessi, cercate dei solari con una formulazione mista, che preveda la combinazione di filtri chimici e minerali.

 

Sensibilità cutanea

Parlando sempre di filtri chimici e fisici vogliamo porre l’accento su un aspetto spesso sottovalutato: la sensibilizzazione cutanea. Se prevedete di utilizzare la crema durante l’intera stagione estiva in modo continuativo, fate attenzione ai filtri presenti nella formulazione.

Quelli chimici sotto il profilo tossicologico risultano più forti e se hanno un contatto frequente con la pelle potrebbero generare episodi di dermatite, infiammazioni e pruriti. Per stare tranquilli, scegliete una crema bio con filtri minerali che offre il massimo della sicurezza contro le radiazioni solari e ha un potere allergizzante minimo.

Olio, crema o spray

Non sapete proprio quale crema solare comprare? Vi sentite persi nel reparto della profumeria? In realtà dopo aver valutato il fattore di protezione (basso, medio o alto) più adatto a voi, non vi resta che scegliere il formato che preferite. In commercio ne troverete di ogni tipo: oli, creme, spray, latte, gel, stick e acque solari, e molti sono disponibili a prezzi bassi. Se avete la pelle secca e bisognosa di idratazione, scegliete una buona crema solare, perfetta da applicare sul viso. Se invece vi piace che il colorito venga enfatizzato da un effetto lucido, optate per un olio con fattore di protezione, che vi darà immediatamente l’impressione di essere più abbronzati e scuri.

Per le zone delicate del viso (labbra, naso, contorno occhi e palpebre) meglio acquistare una protezione in stick, facilmente applicabile e perfetta da avere sempre dietro. Lo spray è perfetto se praticate sport all’aria aperta oppure cercate una soluzione rapida ed efficace allo stesso tempo: non richiede di essere spalmato quindi è estremamente comodo. Infine, utilizzate le acque solari solo quando siete già abbronzati e volete una lozione rinfrescante e idratante.

 

Le 5 Migliori Creme Solari – Classifica 2022

 

In questa guida per scegliere la migliore crema solare vi parleremo di cinque prodotti venduti online i cui pareri e dettagli sono i migliori in circolazione. Troverete dei suggerimenti su dove acquistare le creme e su come applicarle.

 

crema solare 50

 

1. Avene Solare Latte Bambino Spray SPF 50-200 ml

 

Principale Vantaggio:

La crema solare Avène è in formato spray, la soluzione perfetta per chi pratica attività sportiva o per chi non ama perdere tempo a spalmare. La formulazione water resistant è ideale per i bambini che amano giocare in spiaggia o nei giardinetti.

 

Principale Svantaggio:

Alcuni acquirenti ritengono che la soluzione sia eccessivamente diluita e avrebbero preferito una lozione più densa e meno acquosa, più corposa e nutriente. Se queste sono le vostre esigenze, provate un’altra crema solare tra quelle offerte.

 

Verdetto: 9.8/10

La comparazione tra le migliori creme solari del 2022 in commercio decreta questa soluzione Avène come una tra le migliori disponibili per i soggetti con fototipo più delicato e chiaro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Efficacia

Lo spray Avène per bambino con fattore di protezione 50+ è indicato specificatamente per le pelli molto delicate e sensibili che hanno bisogno di una protezione mirata. Gli acquirenti che hanno provato questa crema durante le stagioni calde si dicono molto soddisfatti e questo è possibile grazie alla combinazione dei principi attivi Sunsitive® Protection, ottenuti dalla Ricerca Pierre Fabre.

Utilizzando con costanza lo spray Avène fin dalla prima esposizione al sole, proteggerete il vostro bambino da scottature, irritazioni ed eritemi, concedendogli la possibilità di godere solo dei benefici di una giornata all’aria aperta. Può essere applicato persino sulla pelle molto delicata dei neonati per una protezione aggiuntiva quando passeggiate all’aperto con il passeggino oppure quando vi rilassate in terrazza: per tutte le informazioni, consultate un pediatra, il quale saprà consigliarvi su quando e come applicare la crema, ma tenete a mente che i neonati non dovrebbero essere esposti direttamente e a lungo alla luce del sole (in spiaggia e senza protezione, per esempio) in quanto il loro organismo non ha ancora sviluppato gli strumenti giusti per proteggersi dai raggi.

Ingredienti

Lo spray solare Avène offre dei filtri stabili nel tempo i quali proteggono la pelle dall’azione dannosa dei raggi UVB e UVA (corti e lunghi). A questi si unisce una forte sostanza antiossidante, il pre-tocoferil, che svolge una funzione di tutela cellulare contro i radicali liberi. Infine, l’acqua termale Avène rende il composto più fluido, aggiungendo le proprietà lenitive e addolcenti che caratterizzano da sempre i prodotti di questo marchio.

 

Praticità

Come abbiamo già visto in precedenza, l’applicazione dello spray solare risulta più comoda e pratica rispetto a quella di una crema. La formulazione dello spray, infatti, è fluida e acquosa e questo comporta una maggiore facilità di utilizzo: sarà sufficiente qualche spruzzo del prodotto per godere di tutta la protezione che cercate in spiaggia, al parco, in montagna o sulle sponde di un lago.

Inoltre resiste perfettamente all’acqua e al sudore, quindi lasciate che i bambini si divertano sulla riva del mare, senza temere che gli schizzi rimuovano il prodotto. Infine, si tratta del formato ideale se praticate sport perché si assorbe immediatamente e non lascia aloni sui tessuti: spruzzatene un po’ prima di andare a correre oppure prima di allenarvi con gli attrezzi nel parchetto e dimenticate i rossori su spalle e polpacci.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

crema solare viso

 

2. ANGSTROM Protect Crema Solare Viso SPF 30

 

Tra le creme solari viso più vendute rientra di certo quella di Angstrom, che ha un prezzo conveniente per la qualità offerta. La protezione è la 30, ma questo prodotto è formulato con filtri solari UVA e UVB avanzati, oltre a esplicare una buona azione idratante.

Il complesso Triple Moist infatti garantisce una pelle ben curata e il Total Tanning System prolunga l’abbronzatura stimolando la melanina e aumentando le difese contro i raggi nocivi del sole. 

Pensata anche per le pelli sensibili, non contiene sostanze come Octinoxate e Oxybenzone ed è dermatologicamente testata. Il flacone è da 50 ml, per cui può comodamente entrare anche in valigia.

Attenzione però perché unge un po’ troppo, quindi non è l’ideale se avete la pelle grassa. 

Pro
Idratante:

Se cercate di più dalla vostra crema solare, questa può accontentarvi con la sua azione anti raggi UVA e UVB e il nutrimento della pelle.

Abbronzatura:

Il Total Tanning System è pensato per migliorare la produzione di melanina e quindi prolungare l’abbronzatura.

Sicuro:

Dermatologicamente testato, non contiene sostanze nocive per la pelle, per cui potrete usarlo anche se avete problemi di sensibilità cutanea.

Contro
Unge:

Questo prodotto è altamente idratante, per cui è preferibile che non venga usato sulla pelle molto grassa. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

crema solare neonati

 

3. Chicco Stick Solare Tripla Protezione 50+ per Bambini

 

Una delle creme solari neonati più interessanti anche per il valido rapporto qualità/prezzo, è quella di Chicco, che contiene la protezione 50+, per cui può andare bene per tutti gli adulti che hanno bisogno di uno schermo potente contro i raggi UVA e UVB.

Nella sua formulazione non sono inclusi parabeni o sostanze nocive come il fenossietanolo o PEG, inoltre è privo di fragranze, che potrebbero irritare la pelle dei piccoli. Di contro, è arricchita con vitamina E ed estratto di Physalis, quindi nutre il derma.

Il formato in stick è anche utile per i viaggi, perché piccolo e adatto per valigie o borse; bisogna però fare attenzione a un particolare, ovvero che questo prodotto resiste all’acqua, per cui è molto persistente e potrebbe perciò macchiare i vestiti.

Pro
Protezione 50+:

Grazie a questo fattore i bimbi potranno essere protetti dai raggi UVa e UVB, oltre che dagli infrarossi.

Sicura:

Non contiene sostanze nocive, come i parabeni o PEG, ma è arricchita con vitamina E ed estratto di Physalis.

Tubetto:

Contiene 75 ml di prodotto, per cui non avrete problemi a metterlo anche in borsa o valigia.

Contro
Macchia:

Resiste all’acqua, quindi potrebbe macchiare i vestiti se ne viene a contatto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

crema solare La Roche Posay

 

4. La Roche-Posay Anthelios Ultra, Crema protezione solare SPF50+

 

Chi ha esperienza in campo dermatologico sa bene quanto una crema solare La Roche Posay sia valida, perché il marchio mantiene ciò che promette, ovvero idratazione e protezione al tempo stesso.

Questo latte solare offre una 50+ e mette la pelle al riparo dai raggi UVA e UVB, mettendo in atto un’azione antiossidante. Resiste all’acqua ma non impedisce la traspirazione, inoltre è indicata anche per la pelle secca e sensibile. 

La durata della protezione può raggiungere le 15 ore; la profumazione è molto gradevole, per cui non ne sarete infastiditi durante la vostra esposizione al sole. C’è però da considerare che il tubetto da 50 ml ha un costo abbastanza alto, quindi si deve avere un buon budget a disposizione.

Pro
Protezione 50+:

Potrete contare su questo fattore per avere la garanzia di essere protetti dai raggi UVA e UVB. 

Traspirazione:

Anche se questa crema è resistente all’acqua, non impedisce alla pelle di respirare.

Durevole:

Potrete contare su una protezione che può raggiungere anche le 15 ore, quindi godere di una bella giornata al mare.

Contro
Costo:

Il prezzo di questa crema è abbastanza alto rispetto ad altri prodotti simili, per cui potreste voler optare per qualcosa di più conveniente. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

crema solare Isdin

 

5. ISDIN FotoUltra100 Spot Prevent Fusion Fluid SPF 50+

Se siete alla ricerca di un prodotto che protegga il vostro viso dalle macchie, questa crema solare Isdin è l’ideale perché contrasta proprio i raggi UVA causa principale del fenomeno dell’iperpigmentazione.

Ma non solo, in quanto questo prodotto esplica anche un’azione antirughe, grazie alla presenza dell’acido ialuronico, che rende la pelle elastica e rimpolpata, lasciandola idratata fino negli strati più profondi.

Un elemento molto apprezzato dagli utenti è la texture impalpabile, che si fonde con la pelle, stendendosi bene e senza grossi problemi. Inoltre, pur trattandosi di una crema 50+, assicura la protezione 100, che è molto raro da reperire in un prodotto simile.

Il prezzo è elevato, ma la spesa è più che valida, anche se non tutti si dicono convinti dall’INCI.

Pro
Protezione 100:

Questa è una delle poche creme che assicura questa tipologia di protezione, per cui è un ottimo antirughe e antimacchie.

Acido ialuronico:

La sua presenza garantisce una idratazione molto profonda della pelle, che non andrà a perdere elasticità.

Texture:

Si fonde con la pelle, quindi si assorbe con grande facilità e non unge come altre creme.

Contro
INCI:

Alcuni ingredienti non convincono del tutto, per cui, se fate caso a questo aspetto, valutate prima il suo acquisto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare la crema solare

 

L’esposizione al sole durante la bella stagione è sempre fonte di preoccupazione per le neo-mamme o per le persone molto attente alla cura della propria pelle. Ecco perché abbiamo deciso di dedicare un paragrafo a parte con consigli su come scegliere una buona crema solare, arricchito dalle giuste misure per prendere il sole assumendo delle abitudini responsabili.

 

 

Rispettare le regole

La crema solare deve essere applicata almeno 20 minuti prima dell’esposizione al sole e ogni due ore dovrete spalmarla nuovamente, affinché l’effetto protettivo sia sempre massimo. Per scendere nei dettagli dovreste coprire uniformemente la pelle con almeno due milligrammi di crema su ogni centimetro quadro di pelle. Dateci una controllata dopo una partita di pallavolo a mollo oppure dopo una rigenerante passeggiata, perché il sudore e gli schizzi potrebbero averla rimossa. Evitate le ore più calde della giornata, che in genere vanno dalle 12:00 alle 16:00 e, se amate stendervi sul lettino a “rosolarvi”, prediligete la mattina e il pomeriggio.

Fate particolare attenzione in caso di nei e lasciate che un pizzico di crema in più li protegga. Utilizzate una crema specifica per il viso che generalmente deve essere più alta rispetto a quella che spalmate sul corpo e su labbra, palpebre, naso e contorno occhi spalmate uno stick specifico. Se volete evitare che le rughe e le zampe di gallina circondino i vostri occhi, indossate un cappellino con visiera larga o dei grandi occhiali da sole, ed evitate di ricorrere a quei mini-occhialini: la pelle, gli occhi e il look da spiaggia ne gioveranno.

 

Bambini

Non esponete i bambini al sole diretto fino al compimento del primo anno di età. Aspettate che abbia iniziato a camminare e poi fategli godere il calore dell’imbrunire o della prima mattina, poco dopo l’alba. Quando il bambino sarà cresciuto, abituatelo gradualmente all’esposizione a sole, partendo da 5/10 minuti e solo dopo aver spalmato le giuste creme. Le prime volte scegliete una crema con protezione alta (SPF da 25 a 50) e poi quando la sua pelle sarà più abbronzata, ricorrete a una protezione media (SPF da 15 a 20).

Se il bambino appartiene al fototipo 1 e 2, evitate di esporlo direttamente ai raggi del sole: potrà giocare in spiaggia e fare il bagno solo dopo aver spalmato la crema e solo se indossa la maglietta e il cappellino. Durante il pisolino, tutti i bambini devono essere protetti dall’ombrellone, mentre i fototipi più delicati dovrebbero essere protetti da un telo leggero da porre sulle gambe. Anche se vi sembrerà di limitare gli effetti benefici del sole, non preoccupatevi: per produrre la vitamina D, infatti, sono sufficienti i riverberi dei raggi del sole.

 

 

Non dimenticatevi nessuna zona delicata

A chi non è mai successo di dimenticare di spalmare la crema in un punto e di ritrovarsi il giorno dopo con una bella scottatura inaspettata?

Questo succede quando applicate la crema nella parti più in vista del corpo (viso, braccia, addome e spalle) e tralasciate zone altrettanto importanti e che richiedono protezione: parliamo del petto, dei polpacci e dei piedi. Il problema si verifica anche quando praticate sport all’aria aperta e l’abbigliamento sportivo lascia scoperte parti del corpo che non avete sott’occhio: i top con bretelle incrociate sulla schiena, per esempio, o i pantaloncini da ciclista possono trarvi in inganno, lasciando che l’incavo del ginocchio o la parte bassa delle spalle restino esposti al sole a lungo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come funziona la crema solare?

La crema solare è diversa da una normale crema per il viso a causa dei filtri che la compongono. Ma che cosa si intende per filtri e quali sono? I filtri sono delle sostanze che consentono alla crema di proteggervi dai raggi solari UVB (i più pericolosi per la pelle) e UVA. Questi si differenziano in filtri chimici, i quali assorbono i raggi solari trasformando l’energia in calore, e filtri minerali o fisici, ossia derivanti da sostanze naturali (come l’argilla e l’ossido di zinco) che riflettono i raggi solari.

Per questo i solari con filtri minerali si chiamano “riflettenti” e sono i più indicati per le pelli delicate o per i bambini.

 

Si può usare la crema solare per più di una estate?

No. Meglio evitare di utilizzare delle creme scadute oppure aperte l’anno precedente, e sebbene possa sembrare uno stratagemma decisamente più economico rispetto all’acquisto di un nuovo flacone, in realtà si tratta solo di una pessima idea.

Questo perché l’efficacia dei filtri, chimici o fisici che siano, potrebbe essere nulla e rischiate di beccarvi una bella scottatura. Quindi, cercate di ricordarvi quando avete aperto il flacone per la prima volta e controllate il simbolo della scadenza (PAO): se c’è scritto 6 M vuol dire che il prodotto ha una validità di 6 mesi nelle condizioni di normale utilizzo; 12 M, per 12 mesi e 24 M per 24 mesi. Non sottovalutate mai la data di scadenza di un prodotto e rispettate questo parametro, per godervi al 100% una giornata al mare.

 

Quale crema solare usare in gravidanza?

Prendere il sole in gravidanza non è più pericoloso rispetto alle altre fasi della vita di una donna, ma richiede qualche accortezza in più a causa di fattori fisiologici. Chiariamo subito che per il bambino non c’è alcun rischio, perché è ben protetto dal pancione della futura mamma. Quest’ultima, però, a causa di un incremento di estrogeni necessita di una protezione aggiuntiva che impedisca la comparsa delle macchie solari: si tratta del fenomeno più conosciuto come “loasma gravidico”, che comporta l’iperpigmentazione della pelle, soprattutto su guance, fronte e zona sopra il labbro.

Le macchie sono difficili da rimuovere, quindi è bene agire preventivamente, scegliendo una crema specifica per il viso e una protezione medio alta per il corpo, almeno all’inizio della stagione. Lo stesso vale per le donne dalla carnagione più scura o tipicamente mediterranea, le quali producono più melatonina.

 

Posso essere soggetta a reazioni allergiche?

Se avete la pelle particolarmente sensibile e delicata, sì, potreste incappare in qualche reazione allergica. In genere, i sintomi vanno dal prurito e dall’irritazione e all’arrossamento  e alle dermatiti, nei casi più gravi. Prima di applicare un prodotto cosmetico, vi suggeriamo sempre di fare una piccola prova allergica su una parte nascosta del corpo, come l’incavo del gomito.

Ripetete l’applicazione varie volte, così da essere completamente sicuri della compatibilità del prodotto con la vostra pelle. Prima di acquistare un intero flacone di crema, scegliete un formato più piccolo o una mini-taglia (se disponibile), che poi potrete sempre tenere in borsa, pronta all’occorrenza.

 

Posso espormi al sole dopo la depilazione?

Assolutamente no, specie immediatamente dopo la depilazione. La pelle ha bisogno di almeno 6-8 ore per ricostituirsi e, per questo, vi sconsigliamo fortemente di radervi, fare la ceretta o utilizzare la crema depilatoria poco prima di uscire per andare al mare o in piscina.

I rischi? La pelle potrebbe macchiarsi e cospargersi di macchie e cicatrici che non andranno più via. Meglio pensarci la sera prima e cospargere la zona trattata con un po’ di crema idratante che aiuti l’epidermide a recuperare la giusta idratazione. Invece, se ricevete un invito con pochissimo preavviso e siete abituati ad usare la lametta, ricordatevi di spalmare con particolare attenzione la crema solare ad alta protezione su quella zona, così da scongiurare la comparsa di brutte e antiestetiche macchie.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status