Il miglior carrello portaspesa

Ultimo aggiornamento: 29.03.20

Carrelli portaspesa – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Ecco in breve le caratteristiche dei primi due carrelli portaspesa della nostra classifica: Gimi Galaxy ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, struttura resistente, sacca impermeabile da 30 kg o 50 litri. Facile da montare, ha ruote molto grandi, ideali sulle superfici più problematiche. Foppapedretti Go Up ha quattro ruote che permettono di affrontare anche i gradini. Il maniglione è rivestito da gomma antiscivolo, la struttura in alluminio è leggera e resistente. Ci sono i catarifrangenti e il freno.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior carrello portaspesa

 

Fare la spesa è un’attività che molte persone trovano divertente e rilassante. I guai, però, iniziano quando ci si avvia verso casa da soli, a piedi, con i sacchetti pesanti e ingombranti e, perché no? si mette pure a piovere.

Il carrello portaspesa è un valido aiuto, adatto non solo agli anziani. Abbiamo creato una guida per aiutarti a scegliere l’articolo che fa per te, in questo modo riuscirai a orientarti meglio tra i modelli presenti sul mercato e magari a scovare la migliore marca a un buon prezzo.

Guida all’acquisto

 

Grandezza

Se sei una persona che confronta i prezzi ti sarai accorta che questi si differenziano in base alle dimensioni del carrello. È un prodotto disponibile in diverse misure e, di conseguenza, varia la capienza.

Se non sai come scegliere pensa prima di tutto all’uso che ne farai: vivi da solo oppure in un nucleo familiare numeroso? Se le tue spese comprendono pochi articoli pensa che un cestino più piccolo ti consentirà di muoverti con più facilità per le strade e tra le corsie del supermercato.

Tra i vari dati forniti dai produttori troverai la portata e la capacità. Con “portata” ci si riferisce ai chilogrammi che il carrello può trasportare (per una buona capienza considera quelli dai 30-40 kg in su) ed è correlata alla “capacità”, ovvero i litri che può contenere e che possono variare in base al materiale della sacca o della struttura portante.

Inoltre, puoi valutare la grandezza in base allo spazio che hai in casa. Alcuni modelli possono essere ripiegati e riposti nel ripostiglio o dietro qualche fessura, in modo da non ingombrare quando non vengono utilizzati.

 

Materiali e design

La maggior parte dei carrelli della spesa sono costituiti da una sacca che va posizionata su telaio. È preferibile che quest’ultimo sia in metallo, perché più durevole, anche se comporta un aumento del peso.

La sacca, invece, può essere realizzata in cotone, in nylon o altri tessuti. È consigliabile scegliere un modello con la borsa realizzata in materiale antipioggia con chiusura a coulisse e una ulteriore tasca superiore, in modo da poter riporre cose da avere a portata di mano, come le chiavi di casa, la tessera fedeltà o le monete. Se puoi, valuta la possibilità di poter estrarre il contenitore in modo da poterlo lavare.

Ci sono poi i carrelli per la spesa realizzati in plastica, in questo caso parliamo di soluzioni che ricordano un po’ quelle dei supermercati oppure delle scatole (alcuni modelli a scatola possono essere richiusi occupando lo spazio di una ventiquattrore).

Per essere sicuro che stai per investire soldi in un buon prodotto ti consigliamo, quando presenti, di leggere le recensioni scritte dagli utenti che l’hanno provato prima di te.

Ruote e accessori

Il numero delle ruote è molto importante, perché ti aiuteranno a salire con più facilità le scale; alcuni modelli ne hanno sei e sono stati studiati proprio per questo scopo. Oltre al numero valuta il diametro: delle grandi ruote potranno essere più resistenti agli urti e consentirti di trascinare meglio il carrello su strade con buche.

Ci sono diversi optional che potrai gradire, come la presenza di un manico telescopico (soprattutto se sei alto), magari con maniglia rivestita di materiale soft touch; oppure il gancio con cui poter legare il portaspesa al carrello del supermercato.

Altri articoli presentano una piccola sacca termica, utile quando si acquistano i surgelati. Nella classifica delle caratteristiche da valutare, non dimenticare la sicurezza e, quindi, la presenza di freni e di elementi catarifrangenti.

 

I migliori carrelli portaspesa del 2020

 

Il carrello portaspesa può rivelarsi un vero jolly quando non si ha l’auto oppure il parcheggio dista molto dal negozio. Se non sai come scegliere un buon carrello portaspesa fai una comparazione tra le offerte e alcune caratteristiche quali portata, numero di ruote, capacità della sacca o la possibilità di avere una zona termica. Se non sai da dove cominciare, dai uno sguardo alla nostra selezione dei migliori carrelli portaspesa, chissà che tra i nostri consigli non ci sia l’acquisto giusto per te.

 

Prodotti raccomandati

 

Gimi Galaxy

 

Principale vantaggio:

Ha una struttura molto solida in grado di sopportare fino a 30 kg di peso. È pratico, la maniglia è comoda da afferrare e caratterizzata da un rivestimento morbido.

 

Principale svantaggio:

Ciò che più ha deluso, secondo noi, è la qualità dei materiali della sacca: non meravigliatevi se si dovesse rompere in qualche punto e attenzione a quando mettete al suo interno oggetti spigolosi

 

Verdetto 9.6/10

Complessivamente parlando il carrello portaspesa Gimi si dimostra un buon prodotto sebbene non privo di punti deboli. Forse un prezzo leggermente inferiore avrebbe fatto salire la nostra valutazione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Semplice ma pratico

Pochi fronzoli per il carrello portaspesa Gimi ma anche tanta praticità. Secondo noi è un’ottima soluzione per fare spesa al supermercato sotto casa: ha un telaio robusto, tanto è vero che sopporta un carico di 30 kg. Le due ruote sono ben grandi, troppo secondo qualcuno ma a nostro avviso sono proprio uno dei punti di forza del carrello.

La maniglia è rivestita da un materiale morbido e favorisce una presa salda senza, oltretutto costringere ad abbassarsi troppo. Riteniamo abbia un’eccellente stabilità, anche se non lo si sostiene, resta in posizione verticale senza pericolo che possa cadere rovesciando il contenuto al suolo. Insomma, volendolo dire in altre parole, sotto questo punto di vista è molto affidabile.

Attenzione agli ostacoli

Le sole due ruote non sempre sono sufficienti a superare piccoli ostacoli che s’incontrano passeggiando tra un negozio all’altro. Un esempio? Il marciapiede: in gran parte dei casi bisogna sollevare il carrello per salire o scendere e questo può essere un problema se è pieno; poi è chiaro, dipende dall’entità del carico. Di usarlo per salire le scale, ovviamente, neanche a parlarne.

Per tale scopo servono carrelli a sei ruote e in questo modello ce ne sono solo due. Un’altra mancanza è il gancio, che si può trovare in altri modelli, che consente di attaccare il Gimi al carrello del supermercato. Crediamo che per il prezzo di vendita, forse, sarebbe stato lecito attendersi qualcosina in più. Ma andiamo avanti perché c’è ancora da parlare della sacca; ne discutiamo meglio in un paragrafo dedicato.

 

La sacca

Questo elemento fondamentale del carrello, stando ai commenti che abbiamo letto in rete, è ciò che maggiormente ha deluso a fronte di un giudizio generale complessivamente positivo. Cosa c’è che non va? Innanzitutto il materiale, diverse persone raccontano di come la sacca in loro possesso si sia rotta. Bisogna, quindi, stare attenti a come la si carica evitando, magari, oggetti spigolosi.

La chiusura è affidata a un semplice laccio e anche qui dobbiamo nuovamente tirare in ballo il prezzo di vendita: a certe cifre serve uno sforzo in più da parte del produttore. Ci sono tre tasche: una posteriore e due laterali. Queste ultime al massimo tornano utili per metterci un piccolo ombrello. Quella posteriore è più ampia ma anche in questo caso non ci si può mettere dentro chissà cosa.

 

Acquista su Amazon.it (€38,62)

 

 

 

Foppapedretti Go Up

 

Tra i carrelli della spesa più venduti c’è questo modello della Foppapedretti, capace di racchiudere qualità, praticità e minimo ingombro.

Si tratta di un carrello per spesa con quattro ruote che potrai trasportare con facilità anche in presenza di gradini. Risulta leggero e resistente perché il telaio è in alluminio, e la comodità d’uso è data, inoltre, dalla presenza della gomma antiscivolo sul maniglione.

Foppapedretti ha pensato perfino alla prudenza, dotando questo carrello di fermo di sicurezza (molto utile quando si sosta su strade in discesa, magari mentre si aspetta che il semaforo diventi verde) e catarifrangenti laterali, una precauzione decisiva per chi deve percorrere strade poco illuminate.

La capienza è un altro punto forte di questo modello. Ha due tasche separate: quella principale ha una portata di 38 litri, mentre la tasca termica la capacità di 6 litri. Una volta svuotato potrai richiuderlo del tutto e riporlo dietro porte o dentro rientranze, una soluzione comoda per chi deve sfruttare al meglio ogni spazio della casa.

Sebbene non sia il più economico dei carrelli per la spesa venduti online, i pareri positivi degli utenti si sprecano. Per vedere quali sono i suoi quattro vantaggi principali basta continuare a leggere qui di seguito. Si troverà anche il suo unico difetto e un link dove acquistare il prodotto al miglior prezzo online.

Pro
Quattro ruote:

Il modello dispone di quattro ruote che ne facilitano il trasporto anche sui gradini. Ideale per chi vive in un condominio senza ascensore.

Materiali:

Il telaio in alluminio lo rende particolarmente leggero e maneggevole, inoltre il maniglione antiscivolo favorisce una presa salda e comoda.

Sicuro:

Il carrello è dotato di un fermo di sicurezza che gli impedisce di scivolare via e di catarifrangenti laterali ideali per quando si attraversano strade poco illuminate.

Capienza:

La tasca principale può portare fino a 38 litri, mentre quella termica fino a 6.

Contro
Prezzo:

Forse il prezzo è un po’ eccessivo per un carrello portaspesa, ma se si ha un buon budget perché non trattarsi bene?

Acquista su Amazon.it (€118)

 

 

 

Dpx WS-01

 

Un carrello della spesa resistente che può essere usato anche quando occorre fare un trasloco e non si sa come trasportare libri o queipiccoli oggetti che in gran numero riescono ad arrivare a un peso notevole.

Realizzato in plastica ABS riesce a tollerare bene sia le alte che le basse temperature stagionali, senza deformarsi.

Può reggere fino a 35 kg e, secondo alcuni pareri, contenere due casse d’acqua. È un modello trolley, ovvero con manico a scomparsa regolabile in altezza.

È molto essenziale: ha solo due ruote piccole, ma la sua linea così minimale è giustificabile con il fatto che una volta chiuso occupa lo spazio di una valigetta, con solo 8 cm di spessore. E se ti accorgi di non utilizzarlo più per la spesa puoi impiegarlo come contenitore per la casa.

Il modello è proprio l’ideale per chi cerca i prezzi bassi in un prodotto. Passiamo in rassegna i suoi pro e contro per vedere quali sono le caratteristiche più e meno convincenti del prodotto.

Pro
Prezzo:

Il costo molto basso lo rende ideale se non si vuole spendere troppo per acquistare un prodotto del genere.

Per traslochi:

Può contenere oggetti di vario tipo, ottimo da usare durante un trasloco o per trasportare le casse d’acqua.

Capienza:

Regge fino a 35 kg, più che sufficienti per fare la spesa settimanale. Inoltre può essere usato anche come contenitore da casa.

Contro
Scoperto:

Non avendo una copertura potrebbe non essere proprio ideale per fare la spesa e camminare in città.

Acquista su Amazon.it (€23,61)

 

 

 

Gimi Twin

 

Se non sai quale carrello per la spesa comprare dai un’occhiata al Gimi Twin, un modello molto capiente. La sua sacca può contenere fino a 56 litri, peso che la struttura in acciaio regge bene. La borsa è in poliestere, antipioggia e a spessore maggiorato, estraibile per una pulizia accurata. Sono presenti due tasche, la chiusura è a coulisse (ovvero con cordoncino) coperta.

La particolarità di questo modello è la possibilità di scegliere tra l’utilizzo con quattro ruote o con due: se preferisci usare solo quelle posteriori, scoprirai che le anteriori sono retraibili. Con la maniglietta di aggancio puoi legarlo al carrello del supermercato, così non avrai problemi di gestione durante la spesa.

Il maniglione è rivestito in materiale soft touch, tuttavia tra gli aspetti negativi del GimiTwin alcuni utenti lamentano l’impossibilità di regolare l’altezza del manico, che potrebbe risultare scomodo per le persone più alte. È disponibile in tre colori: blu, grigio e viola, e tutti presentano una decorazione tono su tono.

La nostra guida per scegliere il miglior carrello per la spesa continua con i pro e contro di questo modello che secondo i pareri degli utenti è uno dei migliori venduti online.

Pro
Versatile:

Può essere usato sia a due ruote che a quattro, ideale per far fronte a diverse esigenze di trasporto.

Maniglietta:

La comoda maniglietta di aggancio permette di legarlo al carrello della spesa per potersi muovere con più libertà.

Ergonomico:

Il materiale soft touch del maniglione assicura una presa comoda e salda.

Contro
Non regolabile:

L’altezza del manico non è regolabile, cosa che per alcuni potrebbe essere un problema.

Ruote:

Alcuni utenti avrebbero apprezzato le ruote posteriori piroettanti.

Acquista su Amazon.it (€37)

 

 

 

Rolser Paris MF RD6

 

Il Rolser Paris MF RD6 non è di certo il carrello portaspesa più economico tra quelli venduti online, ma il perché è presto spiegato e giustificato. Questo modello ha ben sei ruote, che consentono di salire le scale con facilità. Chi vive ai piani alti senza ascensore potrà apprezzare questa sua caratteristica, utile soprattutto per le persone anziane.

È molto elegante, ideale per chi cura i particolari in qualsiasi attività quotidiana e non vuole mai essere banale; inoltre si ha la possibilità di poter scegliere tra diversi colori.

Il telaio è in alluminio, mentre la sacca è in microfibra e all’interno ha un’armatura rigida. È presente una tasca posteriore con cerniera. La capacità è di 44 litri, per una portata massima di 50 kg (ma si consiglia di restare intorno ai 25 kg). È abbastanza grande da poter infilare una confezione di acqua. Quando non viene utilizzato può essere richiuso, occupando poco spazio.

Riteniamo che il Rolser MF RD6 possa essere anche una buona idea regalo, per i parenti più anziani o per tirare su il morale agli amici che si sono trasferiti ai piani alti di un palazzo senza ascensore.

Se si dispone di un buon budget e si vuole acquistare un carrello portaspesa di qualità, allora questo modello può essere la scelta giusta. Per vedere quali sono i suoi pro e contro basterà continuare la lettura di questa nostra recensione.

Pro
Elegante:

Il modello ha un design molto elegante, ideale per chi non vuole sfigurare neanche quando esce a fare compere.

Sei ruote:

Le sei ruote permettono di salire le scale con facilità, una buona soluzione se si vive in condomini senza ascensore.

Contro
Prezzo:

Il prezzo non proprio di prima fascia potrebbe essere un deterrente per alcuni utenti.

Dimensioni:

Si tratta di un modello abbastanza grande, forse troppo per una persona anziana.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Gimi Galaxy

 

Con un ottimo rapporto qualità-prezzo il GimiGalaxy potrebbe essere a nostro parere il miglior carrello portaspesa del 2020.

La struttura in alluminio risulta essere resistente, robusta, ma allo stesso tempo leggera. La sacca, a spessore maggiorato, è realizzata in PVC ed è quindi antipioggia. Troverai una tasca posteriore con chiusura a zip e due retine laterali. Nella parte in fondo noterai il sostegno per la sacca che può sostenere fino a 30kg o una capacità di 50 litri.

È un carrello-trolley e la sua maniglia è rivestita con materiale soft touch. Le ruote sono molto grandi il che ti consentirà di muoverti con più agilità sui manti stradali meno lisci.

Secondo alcuni utenti le ruote consentono di portare la sacca in spiaggia, evitandoti così una gran sudata sotto il sole per via del peso dato dai teli, i giochi per i bambini e le bevande. Un altro punto a favore è il montaggio davvero semplice.

Si tratta quindi di un nuovo modello pratico e resistente, ideale per chi ama fare spese per tutta la settimana ma senza faticare nel portare le buste. Vediamo quali sono le sue quattro caratteristiche più convincenti e il suo unico difetto.

Pro
Qualità-prezzo:

Il carrello unisce prezzi bassi a materiali di qualità che lo rendono robusto e allo stesso tempo leggero.

Tasche:

La tasca posteriore ha una comoda chiusura a zip, inoltre le due retine laterali possono essere molto utili per trasportare piccoli oggetti.

Maniglia:

Il materiale ergonomico della maniglia permette di maneggiare il carrello con più facilità e di trascinarlo sulle superfici meno lisce.

Estivo:

Sembra che il carrello possa venire utilizzato anche per trasportare l’attrezzatura necessaria per una bella giornata in spiaggia.

Contro
Scale:

Secondo alcuni utenti, salire le scale con questo carrello potrebbe risultare un po’ scomodo a causa della sua struttura.

Acquista su Amazon.it (€38,62)

 

 

 

Come utilizzare un carrello portaspesa

 

È uno strumento molto utile per rendere più comodo e pratico uscire a piedi per fare la spesa. I carrelli portaspesa possono essere di diversa foggia e struttura e offrire un valido aiuto anche per superare ostacoli come gradini e strade in pendenza. Il loro uso semplifica parecchio la giornata di chi esce non può contare sull’ausilio del comodo bagagliaio dell’auto.

In che modo usarlo al meglio per ottenere il massimo dei vantaggi? Vediamolo in breve in questa guida a continuazione.

Per limitare il numero di borse in casa

Che si debba pagare o meno per avere la busta di bioplastica, la verità è che tutte queste miriadi di bustine che circolano per casa sono solo un elemento stonato. Creano disordine, si moltiplicano all’infinito e non sono in grado di resistere a più di un paio di usi. Piuttosto che portare in casa nuova spazzatura da dover smaltire correttamente per non trovarsi sommersi, è una buona idea usare un trolley per la spesa.

Per organizzare il contenuto è sufficiente suddividere in vari comparti l’interno del carrello. Usare un paio di borse di tela sarà sufficiente per tenere in ordine il contenuto e isolare gli ingredienti più fragili della spesa, le uova più di tutti. Per avere una buona idea di come organizzare il tutto è possibile usare lo stesso carrello anche mentre si fanno gli acquisti e poi ricreare il giusto ordine dopo aver pagato tutto.

 

Come organizzare il contenuto del carrello

I più metodici avranno notato come una buona organizzazione della disposizione degli oggetti comprati semplifichi il trasporto del carrello.

I prodotti più pesanti dovranno stare tassativamente in basso. Non solo perché così non schiacceranno quelli più leggeri, ma anche per dare maggiore sostegno e struttura al carrello. Se il peso è mal bilanciato è possibile che si ribalti mentre lo si trascina verso casa.

In alto troveranno comodamente posto tutte quelle confezioni che richiedono particolare cura. Non solo le uova, biscotti, cracker e simili richiedono una certa delicatezza durante il trasporto. Se chi usa il carrello deve fare una lunga passeggiata prima di arrivare di nuovo a casa dovrà prestare la giusta attenzione a questo aspetto.

Chi trae giovamento dall’uso del carrello

Specie chi è in là con gli anni può sfruttare il carrello per rendere più sicure le proprie passeggiate. Svolgere compiti quotidiani e poco impegnativi, come fare la spesa per il pranzo di tutti i giorni, è un ottimo stimolo per mantenersi sempre attivi.

La lontananza del supermercato rispetto alla propria casa non deve essere un limite. Non sarà necessario caricare le braccia e le spalle trasportando le pesanti buste, basterà fare affidamento alle ruote del carrello.

Una buona idea per sostenere il passo delle persone più anziane è spingere verso avanti invece di trascinare il carrello. In questo modo è possibile avere un punto d’appoggio stabile e ben solido per poggiare con fermezza i propri passi lungo la via.

 

 

 

Domande frequenti

 

Com’è fatto un carrello portaspesa?

Il carrello portaspesa è un oggetto che riproduce una grande cesta, ma ha lo stesso meccanismo di funzionamento di un trolley. Si compone infatti di due o quattro ruote e di un manico in metallo o plastica, che potrete trascinare con voi.

La sacca, solitamente richiudibile, è in tessuto impermeabile e ha una chiusura che impedisce a ciò che avete acquistato di cadere. Presente anche un elemento in metallo, che permette di far stare in piedi il carrello quando ci si vuole fermare. 

 

Dove si può acquistare un carrello portaspesa?

Potrete trovare questo prodotto in qualsiasi negozio presente nella vostra città, dalle catene di grande distribuzione, come Unieuro, Euronics, etc., ai negozi locali, che si occupano anche di accessori di questo tipo.

Il costo non è molto alto ma, per risparmiare un po’ di più, potrete optare per il web, visitando uno dei siti che permettono di avere la consegna a casa e di approfittare di offerte molto convenienti.

 

Quanto costa un carrello portaspesa?

Anche se si tratta di un oggetto che non ha un costo eccessivo, è preferibile sceglierne uno di fascia media, soprattutto se intendete utilizzarlo tutti i giorni. Quelli più economici, che si attengono ai 10 euro o giù di lì, sono da sfruttare in poche occasioni, visto che non vantano una struttura molto resistente o una sacca contenitrice robusta.

Alcuni modelli possono anche superare il centinaio di euro, ma diciamo che uno da 20/30 euro potrà soddisfare le vostre esigenze quotidiane di non utilizzare l’auto e andare a fare la spesa a piedi.

 

Cosa è consigliabile mettere nel carrello portaspesa?

Dipende molto dal modello scelto: se si tratta di uno resistente, potrete anche osare con delle bottiglie d’acqua, che solitamente costituiscono un bel carico, oppure con confezioni di detersivo e candeggina.

In caso contrario, meglio limitarsi ai beni di prima necessità, come pane, pasta o legumi e verdure, anche perché, se non siete forzuti, sarà una bella fatica trascinare un carrello della spesa ben carico e pesante.

 

Come sbloccare il carrello portaspesa?

Volete prendere un carrello della spesa ma non avete a disposizione monete da un euro, due euro o 50 centesimi? Potrete sbloccarlo anche con quelle da 20 o 10: come fare? Basta semplicemente inserire la moneta nello scompartimento apposito, tenerla premuta verso l’alto mentre richiudete lo sportellino.

Vedrete che il gancio, che tiene legato il carrello agli altri, si staccherà proprio come farebbe con una delle monete richieste.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status