n n
n
n
▷ I Migliori Cibi Per Gatto. Classifica e Recensioni

Il miglior cibo per gatti

Ultimo aggiornamento: 05.12.19

 

Cibi per gatti – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Il vostro amico gatto può essere di gusti raffinati o di bocca buona, ma tocca a voi decidere cosa dargli da mangiare. Il mercato offre un’ampia scelta, come orientarsi? In questa guida abbiamo selezionato cinque prodotti che a nostro parere permettono di coniugare qualità e risparmio. Grazie all’opinione di utenti e specialisti abbiamo cercato di rispondere ai dubbi dei proprietari quando si tratta di scegliere tra bocconcini, crocchette o paté, reclamizzati con immagini e slogan invitanti. Bisogna fare attenzione, per esempio, a lasciarsi attrarre dalle materie prime sbandierate sulle confezioni: un pasto al tacchino conterrà mediamente non più del 5% di gustoso pennuto. È però possibile risparmiare centinaia di euro all’anno e, nel contempo, garantire il giusto apporto nutritivo al vostro micio. E in fondo, è tutto quello che serve. La nostra classifica propone cibo umido e secco. Nelle prime due posizioni abbiamo considerato bocconcini al pollo della Sheba e classici croccantini per adulti della marca Ultima.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori cibi per gatto

 

Sullo scaffale, reale o virtuale, si trovano decine di marche e altrettante qualità di mangimi per i nostri amici a quattro zampe. In questa guida ci occuperemo principalmente del cibo per gatti che non hanno esigenze specifiche. 

In caso di patologie, problemi di obesità, o la classica insufficienza renale che insorge con gli anni, è sempre meglio scegliere la marca e il dosaggio consigliato dai veterinari, ma in questo articolo troverete alcuni criteri generali per selezionare il prodotto più adatto alle esigenze di risparmio e al palato del vostro micio.

 

 

Guida all’acquisto

 

Umido o secco?

Una delle prime domande che ci si pone, quando cerchiamo di capire quale cibo per gatti comprare, riguarda la scelta tra mangime secco e umido. Entrambe le opzioni offrono vantaggi e svantaggi. 

I cibi umidi contengono mediamente una quantità di grassi più equilibrata e, inoltre, garantiscono il giusto apporto di acqua. I nostri amici a quattro zampe sembrano apprezzarli più dei croccantini, ma dovete considerare quanto siete disposti a viziarli.

Esistono studi e ricerche, infatti, che testimoniano con chiarezza quanto possa pesare sul vostro portafogli una dieta basata esclusivamente su paté o bocconcini.

Nel lungo termine, nutrire il gatto di casa con cibo umido può costare il doppio o addirittura il triplo, rispetto all’opzione dei mangimi secchi. 

Il secco è il indubbiamente più facile da dosare e può essere lasciato nella ciotola in modo da permettere al gatto di nutrirsi in modo indipendente e senza vincoli d’orario. 

Dal punto di vista alimentare, garantiscono un sufficiente apporto calorico, ma, a causa del metodo con cui sono prodotti, contengono quasi sempre carboidrati, non troppo adatti all’alimentazione dei felini. 

La buona notizia è che la qualità dei prodotti sul mercato risulta, mediamente, abbastanza buona. 

 

Valori nutritivi

I gatti sono animali essenzialmente carnivori e sono molto gli elementi nutritivi che non devono mancare nel loro pasto quotidiano.

L’apporto di proteine è fondamentale, ma si non devono trascurare le fibre, i grassi, i minerali e il giusto contributo vitaminico.

Il dosaggio di questi elementi può variare a seconda dell’età e dello stato di salute del felino.

I grassi, purché offerti con equilibrio, svolgono alcune funzioni importanti: garantiscono un giusto apporto di energia, particolarmente necessaria ai cuccioli, e, forse meno noto, favoriscono l’assorbimento di alcune preziose vitamine.

I felini, tuttavia, ancor più dei cani, traggono il maggiore apporto energetico dalle proteine. Qualunque esperimento “vegetariano”, sul vostro gatto, risulterebbe nocivo alla sua salute. 

Muscoli, ossa e nervature si formano correttamente grazie al contributo proteico dei pasti.

Anche le vitamine e i minerali sono fondamentali, così come lo sono le fibre, utili a regolare le funzioni intestinali. 

A questo proposito, vale la pena ricordare che l’immagine classica del micino di fronte alla ciotola del latte è del tutto in contrasto con le necessità dietetiche del gatto. Il lattosio, infatti, è mal digerito dai felini, così come dai cani. 

 

 

Prodotti dietetici e complementari

Quando si cerca il migliore cibo per gatti, magari tra le offerte di un sito di e-commerce o sullo scaffale di un supermercato, bisogna sempre assicurarsi di scegliere prodotti che costituiscano un pasto completo, e non un semplice integratore. 

Le norme nazionali ed europee che regolano questo mercato sono piuttosto precise e severe nella distinzione.

Sono completi quei mangimi che “per la loro composizione, sono sufficienti per una razione giornaliera”, mentre si definiscono complementari “mangimi composti con contenuto elevato di talune sostanze, ma che, per la loro composizione, sono sufficienti per una razione giornaliera solamente se usati in associazione con altri mangimi”.

Sono disponibili e diffusi i prodotti dedicati agli animali sterilizzati, poiché sono molti i gatti casalinghi sottoposti a questa operazione.

È quasi un luogo comune che i felini in questa condizione tendano a ingrassare. Ma il luogo comune è in parte confermato dalla realtà: i maschi riducono l’esplorazione del territorio e si fanno più sedentari, riducendo fino al 30% il loro fabbisogno calorico. 

Per le femmine, la sterilizzazione esclude la possibilità di gravidanza e di allattamento, attività che necessitano di un grande dispendio energetico.

Per mici sovrappeso, sembra più indicato il cibo umido, tendenzialmente meno grasso. Se non si vuole rinunciare ai croccantini, occorre porre attenzione al tipo di grassi che contengono e, se possibile, evitare i grassi saturi.

 

I migliori cibi per gatto del 2019

 

Prodotti raccomandati

 

Sheba Creazioni Speciali in Salsa

Principale vantaggio:

I bocconcini a base di pollo con marchio Sheba hanno dimostrato di rispettare il giusto equilibrio tra gli elementi nutritivi necessari al gatto. Inoltre, alcune analisi disponibili pubblicamente confermano un modesto uso di additivi e conservanti, come reclamizzato dai produttori.

 

Principale svantaggio:

Non sono il prodotto più economico sul mercato, ma neppure il più costoso. Rispetto ai mangimi secchi, il cibo umido è immancabilmente più caro. La percentuale di pollo contenuta nella bustina è solo del 4%, ma questo è anche il valore indicato correttamente sulla etichetta.

 

Verdetto: 9.8/10

La scelta dei bocconcini Sheba dovrebbe mettere d’accordo le aspettative dei proprietari e il palato degli amici gatti. Una dieta a base di questo mangime garantisce il giusto apporto di tutti i nutrienti fondamentali e dell’indispensabile Taurina.

Acquista su Amazon.it (€12,1)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Comodità e qualità 

Le vaschette di bocconcini Sheba sono vendute in comode confezioni da 85 grammi. Il fabbisogno giornaliero per un gatto di circa 5 kg è calcolabile in circa tre o quattro dosi. 

Questo significa che il costo per nutrire quotidianamente il vostro micio dovrebbe ammontare a poco meno di tre euro al giorno. 

Questa spesa è parzialmente ridimensionabile se si acquistano, per esempio, pacchi da 22 vaschette, spesso venduti online a prezzo vantaggioso.

È evidente che la scelta del cibo secco permette di risparmiare, e non poco, ma ci sono molte buone ragioni per ricorrere a bocconcini e paté, almeno saltuariamente.

Il mangime umido è meno grasso e più ricco di acqua, dettaglio non trascurabile per un felino che tende a sostare poco davanti alla ciotola dell’acqua. 

I prodotti Sheba sono stati analizzati da più di una società indipendente, e hanno sempre ottenuto buoni risultati dal punto di vista della qualità delle materie prime.

 

 

Tutto il necessario

Il prodotto Sheba emerge vincente in più di una comparazione tra le tante marche offerte dal mercato. Lo si può acquistare facilmente in Rete o nei supermercati. 

Sono promosse a pieni voti sia la qualità dei grassi sia quella delle proteine. Più del 45% del prodotto è costituito da carni e derivati, di cui il 4%, in questo caso, da pollo.

Può sembrare una percentuale bassa, dal momento che il pollo è reclamizzato sulla confezione, ma si tratta in realtà di un valore perfettamente nella media di questo tipo di prodotto.

Inoltre, se si legge la composizione indicata nell’etichetta, si troverà riportata esattamente questa cifra. 

Un’altra qualità vantata dai produttori è lo scarso uso di conservanti e additivi. Una caratteristica che risulta corrispondere al prodotto.

Nei bocconcini Sheba si trova invece un ottimo mix di vitamine, fibre e minerali indispensabili alla dieta del gatto.

 

Viva la taurina

Nella dieta del nostro felino non possono mancare alcuni amminoacidi indispensabili, tra cui la taurina. 

Da più di un test indipendente è stato verificato che le vaschette Sheba contengono la giusta quantità e qualità di questi elementi costituitivi delle proteine animali.

Inoltre, i bocconcini garantiscono un ottimo apporto di vitamina E e grassi omega-6, particolarmente utili per la salute cutanea dell’animale e la lucentezza del pelo.

Le rare considerazioni negative, che si possono leggere nei consigli d’acquisto pubblicati in Rete, riguardano lo scarso apprezzamento da parte dei gatti. 

È del tutto evidente che ogni animale ha gusti e abitudini “personali” e che molto dipende dal regime alimentare con cui sono stati cresciuti. 

Risulta invece che i prodotti Sheba diano buone garanzie anche su due fronti particolarmente cari ai proprietari attenti all’alimentazione: la presenza di amido e di metalli. 

Si tratta di residui che possono trovarsi nel cibo per animali a causa del metodo di produzione industriale. L’amido è quasi ineliminabile nei croccantini, ma nel cibo umido, e in questo in particolare, è assente o presente in quantità ininfluenti.

Lo stesso vale per le tracce di metalli e altre sostanze nocive, per esempio arsenico o piombo, che certo non gioverebbero alla salute e alla longevità del nostro micio. Ma i bocconcini Sheba risultano dare garanzia totale anche in questo caso e non stupisce che siano tra i più venduti.

 

Acquista su Amazon.it (€12,1)

 

 

 

Ultima Adult Pollo

 

Al secondo posto, in questa classifica teorica, abbiamo scelto un prodotto secco che ha dimostrato di sapere coniugare buona qualità dei nutrienti a costi contenuti. 

Le crocchette Ultima dovrebbero soddisfare anche chi, prima di ogni cosa, confronta prezzi al dettaglio e all’ingrosso.

Se optate per questo prodotto, la dieta del vostro gatto potrebbe costare circa 50 centesimi al giorno (o poco di più), considerando un animale che non pesi più di cinque chili.

I difetti del prodotto, secondo test indipendenti, riguardano principalmente l’apporto proteico e la scarsità di grassi. 

Intendiamoci, si tratta sempre di valori più che sufficienti, ma su cui è possibile qualche margine di miglioramento. In effetti, la qualità delle proteine e dei grassi è piuttosto buona, ma non dispiacerebbe se fossero presenti in quantità un po’ superiori.

Sono invece impeccabili i valori che riguardano l’apporto di sali minerali e di vitamine. Anche gli amminoacidi essenziali, tra cui la tanto citata taurina, si trovano in quantità sufficienti.

Vi riproponiamo una tabella dei principali punti di forza di questo alimento per gatto, e quelli in cui può migliorare.

Pro
Prezzo e comodità:

i croccantini sono più facili da dosare e costano mediamente meno del cibo umido. Il prodotto Ultima coniuga qualità e risparmio.

Equilibrio nutritivo:

tutti gli elementi essenziali per una dieta equilibrata del gatto si trovano in quantità sufficiente. Grassi e proteine sono di discreta qualità.

Contro
Poca acqua:

è un problema comune a tutte le crocchette. La percentuale di acqua raggiunge raramente il 30%.

Grassi e proteine:

secondo test indipendenti, nel prodotto Ultima potrebbe aumentare la quantità di proteine e grassi, comunque attualmente superiore o alla pari con altri mangimi secchi sul mercato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Natural trainer – cibo umido con pollo

 

Torniamo a parlare di cibo umido: difficile imbattersi in una recensione negativa a proposito dei prodotti Natural Trainer. 

Le qualità alimentari lo potrebbero tranquillamente collocare in cima alla classifica, ma, poiché questo sito si chiama “buono ed economico”, abbiamo dovuto rilevare che una dieta a base di questo prodotto potrebbe costare circa quattro euro al giorno, per un gatto di medie dimensioni.

Si tratta, in effetti, di quattro euro secondo noi ben spesi: le recensioni dei clienti e i giudizi degli specialisti sembrano convergere su voti che variano dal buono all’ottimo.

Grassi, proteine, minerali e vitamine sono tutti nelle giuste quantità e di eccellente qualità. 

Non si trova traccia di additivi dannosi per la salute (tecnicamente, anche le vitamine sono aggiunte, e dunque considerate additivi), di arsenico e di residui da cereali, come per esempio l’amido.

Gli amminoacidi essenziali risultano presenti nella giusta misura, anche se ci siamo imbattuti in un test indipendente che li valutava un po’ scarsi. 

Vediamo nel dettaglio i pro e i contro del prodotto, sintetizzati nella tabella qui sotto.

Pro
Alimento completo:

Una dieta a base di Natural Trainer garantisce tutto ciò di cui ha bisogno il vostro gatto dalle proteine alle vitamine. 

Materie prime:

Le materie prime scelte per le proteine e i grassi sono giudicate eccellenti da diverse fonti indipendenti. 

Contro
Prezzo alto:

La qualità si paga, e il cibo per gatti non fa eccezione. La vendita di pacchi da venti o trenta bustine, disponibili online, potrebbe migliorare la convenienza. 

Dosaggio e conservazione:

come tutti i prodotti industriali di cibo umido, è meno pratico per il dosaggio e la conservazione, e comporta una maggiore dispersione di imballaggi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Almo Nature – pollo

 

Almo nature è una marca che ha fatto breccia nel cuore dei proprietari di gatti più sensibili alla causa animalista. Il prodotto insiste molto sull’uso di prodotti naturali, senza test su animali.

Il problema dei test è controverso, e non è questa la sede per approfondirlo. In effetti, questi bocconcini con pollo incontrano la soddisfazione dell’utente finale (il gatto) e sono consigliati da diversi veterinari.

Test indipendenti certificano una discreta scelta nelle materie prime e un ottimo apporto di proteine, grassi, vitamine, minerali e fibre. 

Resta qualche dubbio sugli amminoacidi fondamentali per la nutrizione felina, primo fra tutti la taurina, ma nel complesso è sicuramente un prodotto di sicura qualità.

Quando la premessa è così incoraggiante, le note dolenti arrivano al momento del “conto”. 

Il prezzo al chilo è di circa 13 euro e per nutrire quotidianamente un gatto, di medie dimensioni, potreste spendere più di sei euro.

Si tratta di una cifra parzialmente giustificata dalla qualità, ma a cui esistono alternative valide. 

Nella tabella che proponiamo di seguito troverete in sintesi ragioni a favore e sfavore dell’acquisto del prodotto Almo Nature.

Pro
Proteine e grassi:

la marca gode della fiducia di molti veterinari, grazie alla buona composizione di proteine e grassi.

Senza amido:

la tipica traccia lasciata dai cereali, l’amido, è assente o in quantità ininfluenti per la salute del gatto.

Contro
Prezzo alto:

il prodotto Almo Nature non è certo tra i più economici sul mercato. La qualità è alta, ma non insostituibile.

Taurina e amminoacidi:

almeno un test indipendente ha rilevato una piccola carenza di amminoacidi essenziali, tra cui la taurina. 

Acquista su Amazon.it (€25,32)

 

 

 

Iams gatti adulti con pollo (3 kg)

 

I croccantini di marca Iams sono un buon compromesso fra qualità e risparmio. Dal punto di vista alimentare, la qualità complessiva è discreta, ma non eccelsa.

In ogni caso, il vostro gatto riceverà un apporto più che sufficiente di grassi, proteine, vitamine e sali minerali.

La varietà e la quantità delle vitamine che corredano questo mangime è particolarmente interessante. 

Anche dal punto di vista delle garanzie igienico-sanitarie la Iams ha tutte le carte in regola: si può riempire la ciotola del micio senza temere che nella sua dieta siano introdotti residui di piombo o additivi dannosi.

Alcuni test mostrano quantità di amido un po’ superiori alla media, ma non oltre un livello di guardia.

In compenso, l’apporto calorico e la qualità dei grassi è generalmente giudicata molto buona.

D’altra parte, con questo prodotto è possibile sfamare il vostro gatto, purché non rientri nella categoria extralarge, spendendo meno di 50 centesimi al giorno. 

A chi si chiede come scegliere un buon cibo per gatti, naturalmente, ci sentiamo di rispondere che il prezzo non dovrebbe essere il criterio principale: non è detto che a costi elevati corrisponda sempre qualità, ma anche inseguire l’offerta più conveniente può indurre scelte sbagliate.

Ripassiamo dunque nella tabella sottostante tutte le debolezze e i motivi di vanto di queste crocchette.

Pro
Buon prezzo:

considerate le qualità complessive di questo mangime, il prezzo del prodotto è tra i più interessanti sul mercato.

Ottimo apporto calorico:

la concentrazione calorica di questo mangime permette di risparmiare sulle dosi, senza che il gatto ne abbia a soffrire.

Contro
Troppo secchi:

come tutti i croccantini, contengono una quantità d’acqua molto inferiore rispetto al cibo umido. Nel caso di alimentazione secca, non deve mai mancare acqua nella ciotola del micio.

Amminoacidi:

un’analisi indipendente del prodotto ha rilevato una piccola carenza di amminoacidi, che non ne inficia la qualità complessiva.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come nutrire il vostro gatto

 

Nessuno conosce meglio di voi abitudini e gusti del vostro gatto di casa, ma è sempre meglio affidarsi agli esperti per capire quali sono le sue necessità alimentari e riconoscere qual è la migliore marca di cibo per gatti.

Abbiamo compiuto un viaggio introduttivo tra i migliori cibi per gatto del 2019, ma resta ancora qualche domanda sul modo in cui offrire i pasti al micio: dosaggi, preparazione, integrazioni.

 

 

Il pranzo fatto in casa

Secondo la maggior parte degli esperti, non è particolarmente complicato preparare il pranzo a un gatto. 

È un animale essenzialmente carnivoro, ma è probabile che sia necessario integrare la sua dieta con vitamine e minerali. 

L’ostacolo maggiore a questa scelta, strano a dirsi, potrebbe essere proprio il vostro cliente: sembra infatti che non tutti i gatti siano appassionati di cucina casalinga, soprattutto se non li avete abituati fin da cuccioli. 

Esistono poi due nuove “mode” alimentari adottate dai proprietari di gatti: quella cosiddetta “crudista” e quella “vegana”.

Nel primo caso, si propongono, ai gatti, animali crudi e interi, come per esempio piccole quaglie, nel tentativo di riprodurre la dieta che i felini rispetterebbero in natura. 

Potrebbero non esserci controindicazioni per il micio, ma ci sono alcune precauzioni igieniche e sanitarie a cui i veterinari suggeriscono di fare attenzione. 

I mici di casa non vivono in un ambiente selvatico ma nelle nostre case e nei nostri letti.

La dieta vegana dovrebbe essere necessariamente completata con proteine e altri contenuti nutritivi sintetizzati artificialmente. Si tratterebbe di una piccola violenza alla natura del gatto, una questione etica da prendere in considerazione.

 

Frequenza e quantità 

I proprietari dei cani si interrogano sugli orari e sul numero di pasti da proporre ai loro amici a quattro zampe, ma con i gatti c’è un dilemma in più.  Grazie a particolari dispenser che permettono di tenere sempre a disposizione il cibo secco, è possibile eliminare completamente l’ora della pappa e permettere al micio di cibarsi liberamente. 

Questo metodo ha i suoi vantaggi, anche perché sembra imitare meglio le abitudini alimentari che i felini terrebbero in natura. 

Alcuni veterinari, tuttavia, suggeriscono di alternare i metodi di alimentazione. Oltre al cibo secco, sempre disponibile nella ciotola, sarebbe meglio offrire anche bocconcini o paté umido, possibilmente dietro richiesta dello stesso gatto.

Questa prassi avrebbe almeno tre vantaggi: saldare il rapporto tra micio e padrone, variare la dieta, allentare la tensione dovuta ai rigidi orari dei pasti.

 

 

Età diverse, esigenze diverse

Dopo circa sei settimane, è tempo di sostituire mamma gatto nell’alimentazione del vostro micino. 

Prima dell’anno, l’animale non è  ancora adulto, e ha specifiche esigenze alimentari. 

Non possono mancare, abbondanti, le proteine (devono costituire il 15% dell’alimentazione complessiva, contro l’8% necessario agli adulti), ma anche grassi, vitamine e un particolare amminoacido chiamato taurina.

Se si decide di nutrire il micio con croccantini, bisogna verificare che siano adeguate al palato di un cucciolo e al suo apparato dentale. 

C’è perfino chi propone di ammorbidirli con acqua, soprattutto nei primi mesi successivi allo svezzamento. 

Anche la quantità di cibo deve essere proporzionata: nelle prime settimane di nutrimento solido, possono bastare 70 grammi al giorno, distribuiti però in tre pasti. 

Quando un gatto invecchia, mutano le abitudini, appaiono alcune patologie e cambia il fabbisogno alimentare.

Sebbene la vita dei nostri amici pelosi si stia allungando, dopo i 10 anni d’età si comincia a considerare anziano il felino casalingo.

I prodotti industriali per gatti non più giovani riducono l’apporto calorico, quindi la quantità di grassi. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Cos’è la taurina? 

La taurina è un amminoacido, uno dei componenti fondamentali delle proteine. 

Fin qui, nulla di particolare. Allora perché se ne parla con enfasi quando si tratta di alimentazione dei gatti? 

Cominciamo col dire che la Taurina è un amminoacido abbastanza raro e, per esempio, non lo si trova in nessuna sostanza vegetale.

Lo producono gli animali, uomo compreso, ma non tutti allo stesso modo. Il gatto, per esempio, è in grado di produrne solo poche quantità, ragione per cui ha bisogno di integrare questa carenza con l’alimentazione. Ecco perché è particolarmente sconsigliata una dieta vegetale con i nostri mici. 

L’assenza di taurina nell’alimentazione dei cuccioli può produrre cecità, malformazioni o disfunzioni cardiache. L’amminoacido deve essere assunto in consistenti quantità, proporzionate all’apporto proteico. Alcune stime, molto generiche, quantificano il fabbisogno giornaliero tra i 40 e i 250 milligrammi, oppure in un grammo per ogni Kg di cibo secco.

 

Come faccio a calcolare la quantità giusta di grassi?

I grassi, spesso additati come un grande pericolo alimentare, non sono tutti uguali e sono comunque essenziali in una dieta equilibrata, anche per i gatti.

I grassi forniscono energia, sono particolarmente graditi al palato degli animali e, nella giusta quantità e della giusta qualità, sono ben tollerati dall’apparato digerente.  

Il gatto può nutrirsi di grassi e oli animali, come quelli presenti in carne e pesce, ma tollera bene anche oli vegetali, per esempio di girasole o di arachidi. 

Per un calcolo più preciso del fabbisogno del vostro gatto è bene rivolgersi a un veterinario. 

In generale, i grassi dovrebbero costituire circa 25% in una dieta equilibrata.

 

Cosa sono i prodotti renal? 

I prodotti alimentari classificati come Renal sono dedicati ai gatti che hanno problemi renali.

Si tratta di patologia piuttosto frequente nei felini in età avanzata e purtroppo l’alimentazione non può risolverlo, ma solo ridurne sintomi ed effetti. 

I mangimi Renal sono caratterizzati da carenza di alcuni minerali. Per smaltire i minerali, infatti, il rene è costretto a un superlavoro.

Inoltre, è realizzato selezionando con cura le proteine per garantire appetibilità ed energia. I gatti affetti da problemi ai reni mangiano meno e dunque bisogna concentrare il valore energetico in piccole quantità.

Prima di ricorrere a questi cibi, è meglio rivolgersi a un veterinario.

 

Esiste cibo per gatti diabetici?

Anche tra i gatti si registrano alcuni casi di diabete, in particolare di tipo 2. Molto spesso, gli animali affetti da questa patologia sono sovrappeso. 

Il primo obiettivo da raggiungere, in queste situazioni, è fare tornare il gatto al suo peso forma, grazie a una dieta che va concordata con il proprio veterinario.

Il cibo per gatti diabetici esiste, e ha generalmente lo scopo di ridurre la necessità di insulina. Anche per questo, la scelta e l’offerta di questo tipo di alimento non deve essere il frutto di improvvisazione, ma sempre concordata con un medico perché agisca in sinergia con i dosaggi di insulina, laddove necessari.

 

Cosa sono le ceneri?

Il termine “ceneri” riferito al cibo per gatti sta a indicare, in pratica, sostanze minerali. Il nome si deve al modo in cui vengono rilevati negli alimenti: fatti bruciare, ciò che resta è non va in fumo sono, appunto, i minerali. 

Un tempo demonizzate, le ceneri grezze oggi non costituiscono un tabù alimentare e, anzi, sono considerate parte essenziale della dieta.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Cibi per gatti – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Il nostro prodotto preferito è Royal Canin Regular Appetite Control Sterilized, disponibile in confezione da 400 grammi e 4 kg, per i gatti sterilizzati che fanno una vita sedentaria. Aiuta a perdere peso e a rinforzare il sistema muscolo scheletrico. Il cibo umido che ci ha convinto di più è invece Whiskas Délice Du Jour, in cinque diverse varianti per accontentare ogni gusto. Il suo profumo delizioso ha conquistato anche l’umano più scettico.

 

Come scegliere il miglior cibo per gatti

 

Scegliere il cibo giusto per il proprio gatto è importante se lo si vuole mantenere in salute: il suo benessere deriva proprio da una corretta alimentazione. Crocchette o cibo umido vanno bene, ma bisogna soddisfare il suo fabbisogno giornaliero evitando di sovraccaricarlo con conservanti.

Abbiamo ideato una guida che possa aiutarti a individuare quali caratteristiche debba avere il miglior alimento per il tuo amico. Confronta i prezzi dei nostri suggerimenti più in basso, per trovare quello col miglior rapporto qualità/prezzo.

Guida all’acquisto

 

Il fabbisogno energetico

Il gatto è un animale carnivoro, motivo per il quale ha bisogno di mangiare carne e piccole quantità di cereali. Il suo apparato digerente è in grado di sintetizzare il glucosio dalle proteine, per cui è meglio non sovraccaricarlo con grosse quantità che andrebbero ad affaticare il pancreas e l’intestino.

Se vogliamo fare una classifica degli elementi che deve consumare giornalmente, non possiamo non includere i grassi, i minerali e le vitamine. Per determinare il fabbisogno energetico del gatto è necessario però considerare il suo peso effettivo.

Si calcola che, per ogni chilo, siano sufficienti 80 kcal per quanto concerne un esemplare adulto. Il discorso cambia per i cuccioli, che ne hanno bisogno da 250 kcal per i primi mesi di vita fino a 100 kcal dopo i 7 mesi.

È importante che l’animale mangi due volte al giorno il cibo umido, ma anche tre volte quello secco. Anche lo stile di vita incide molto: se il gatto vive in casa e conduce essenzialmente un’esistenza sedentaria, ha bisogno di una quantità minore di crocchette per non andare in sovrappeso.

 

Gli ingredienti

L’ideale sarebbe preparare in casa il cibo per il proprio gatto, ma la vita di tutti i giorni non permette di trovare il tempo anche per questo. Ricorrendo a quello industriale, è importante saper scegliere bene, per evitare che una concentrazione di additivi chimici e conservanti finiscano per intossicare lo stomaco dei vostri animali.

A questo scopo è indispensabile leggere l’etichetta che deve riportare l’elenco degli ingredienti usati. Se si tratta di cibo secco, è bene sia presente una percentuale alta di carne o pesce e che non contenga cereali aromatizzati. La migliore marca è quella che propone elementi tracciabili e biologici, che rassicurino sulla provenienza delle componenti di ogni crocchetta.

Il prezzo è un altro elemento da valutare: se il prodotto è troppo economico potrebbe non essere di prima qualità, ma questo non vuol dire che quelli più costosi siano necessariamente i migliori. Non devono mancare il riso e l’orzo al posto dei carboidrati, come anche la soia. Indispensabili anche la taurina, l’arginina, gli Omega 3 e 6, i grassi e le vitamine.

Cibo biologico

Se stai cercando un cibo senza OGM, che provenga da coltivatori biologici, ne troverai diversi sul mercato ma anche a un prezzo più alto rispetto alla media. Le aziende che lo producono non effettuano test sugli animali, semmai lo fanno provare a quelli che vivono nel loro ambiente naturale, per verificarne la gradevolezza.

Oltre alla recensione di altri utenti che lo hanno già acquistato, è importante verificare la presenza della dicitura e del bollino verde, per evitare di procurarsi un prodotto che non corrisponda a quanto desiderato.

 

I migliori cibi per gatti del 2019

 

Qui trovate i cinque migliori cibi per gatti del 2019, secondo il nostro parere, tra quelli venduti online. Date uno sguardo alle loro caratteristiche per individuare quello più adatto al vostro animale.

 

Prodotti raccomandati

 

Royal Canin Regular Appetite Control Sterilized

Principale vantaggio:

Si tratta di un alimento pensato specificamente per gatti castrati/sterilizzati e che, quindi, tiene conto delle loro particolari esigenze quali la continua, se non eccessiva richiesta di cibo, la tendenza alla formazione di calcoli renali e altro.

 

Principale svantaggio:

Il sacco piccolo costa di più degli altri alimenti secchi per gatti.

 

Verdetto 9.8/10

Queste Royal Canin sono crocchette secche per gatti adulti da 1 a 7 anni. Spicca la lunga lista di ingredienti che le rendono assolutamente complete. Proteine, grassi e ceneri gregge sono nella giusta percentuale. Si può scegliere tra diversi formati, dal sacco di 400 grammi a quello di 10 kg.

Acquista su Amazon.it (€35,1)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Per chi è pensato

Dopo la castrazione e la sterilizzazione, molti gatti non riescono più a regolare il loro fabbisogno alimentare e tendono ad alimentarsi in maniera eccessiva. Le crocchette Royal Canin sono pensate specificamente per i felini che si trovano in questa condizione perché, grazie all’elevato contenuto di fibre specifiche (pari al 19% del totale), nutrono l’animale riducendo il senso di fame.

Sono crocchette per gatti adulti da 1 a 7 anni, ideali quando bisogna tenere il peso dell’animale sotto controllo. I croccantini mantengono elevata la vitalità grazie agli antiossidanti e agli acidi grassi presenti, mentre il fosforo aiuta a preservare la salute renale, un aspetto importante perché i gatti castrati e sterilizzati sono più spesso soggetti a contrarre patologie renali.

Composizione

Per quanto riguarda la composizione, le crocchette Royal Canin sono secche e contengono un mix di ingredienti davvero variegato risultando un alimento molto completo: si va dalle proteine del pollame a quelle vegetali facilmente digeribili, dall’olio di pesce alla barbabietola, alla soia e altro ancora.

Oltre a queste componenti, vi sono poi una serie di additivi che arricchiscono ulteriormente questo cibo, in particolare vitamine, minerali, zinco, selenio e amminoacidi (L-carnitina).

Ricordiamo che quando si scorre l’elenco degli ingredienti, questi devono essere obbligatoriamente riportati in ordine decrescente: tra i valori da tenere sotto controllo ci sono le proteine gregge (o grezze) che in questo caso sono al 34%, un valore assolutamente nella norma, considerando che per la maggior parte parliamo di proteine animali, quelle più pregiate.

I grassi greggi sono al 12%, una percentuale che potrebbe apparire non elevata ma, considerando che parliamo di gatti sterilizzati con tendenza al sovrappeso, va benissimo. Le ceneri gregge sono al 7,8%, anche qui una percentuale tranquillamente nella norma.

 

Dosi

Questi croccantini Royal Canin, come abbiamo visto, sono un alimento completo per l’animale; sono disponibili in diversi formati, da 400 grammi a ben 10 chili e, naturalmente, il risparmio è garantito se si acquista il sacco più grande.

Ma quanti bisogna darne al gatto ogni giorno? Dipende dal gatto, dal suo peso e da altri fattori come età e attività del felino, motivo per cui si consiglia sempre di consultare preventivamente il veterinario. In ogni caso, per avere subito un riferimento, si può consultare il sito del produttore qui dove si trova una tabella con le dosi giornaliere consigliate in base al peso e alla condizione fisica del felino. Anche se è in inglese, dategli un’occhiata. È la stessa tabella presente sul retro della confezione.

 

Acquista su Amazon.it (€35,1)

 

 

 

Whiskas Délice Du Jour

 

Il cibo secco per gatti è essenziale almeno quanto quello umido: oltre a essere un diversivo, è in grado di apportare maggiore idratazione, importante per la regolarità intestinale. Whiskas è una delle marche più conosciute nell’ambito della nutrizione animale e ha creato una linea per soddisfare il palato del gatto più esigente.

Ogni confezione contiene sei buste da 50 grammi cadauna, una quantità sufficiente per garantire al proprio amico fedele un dessert soddisfacente. La selezione è disponibile in cinque diversi gusti, che vanno dalle carni bianche al pesce, con varianti che includono le verdure.

Gli acquirenti apprezzano molto il profumo invitante che viene emanato ogni volta che si apre una bustina. I gatti le amano particolarmente e tendono a non lasciare nulla nel piatto. Gli ingredienti includono anche cereali, ortaggi e minerali, che aiutano a nutrire bene il proprio animale.

L’unica pecca di questo cibo umido per gatti è il prezzo, che risulta un po’ più alto dalla comparazione con altri prodotti simili.

Pareri positivi sono stati espressi dagli utenti per Whiskas, altro brand molto noto ai possessori di gatti. Abbiamo preso in considerazione i pregi e i difetti di questo alimento.

Pro
Monodose:

Il cibo è suddiviso in bustine monodosi da 50 grammi, in questo modo non c\'è la necessità di pesare ogni volta le crocchette.

Vario:

Il mangime è disponibile in diversi gusti, in questo modo il gatto non si stancherà di mangiare sempre la stessa cosa.

Aroma:

Il cibo ha un odore intenso e pare molto gradevole per i gatti, probabilmente merito della salsina contenuta nelle bustine.

Contro
Prezzo:

Il costo è leggermente superiore rispetto ad altri prodotti analoghi.

Acquista su Amazon.it (€3,29)

 

 

 

Purina One Alimento Completo Per Gatti Adulti

 

Se ancora non sapete come scegliere del buon cibo per gatti, potete optare per uno dei prodotti più venduti tra quelli presenti sul web. Purina One è una marca molto conosciuta e valida per quanto concerne l’alimentazione di tutti gli animali.

Questo prodotto in particolare è pensato per i gatti adulti, per questo arricchito con pollo e cereali per favorire l’assorbimento intestinale e permettere loro di avere maggiore regolarità. Fondamentale anche la presenza dei minerali, prima di tutto per preservare il tratto urinario e poi per contribuire a mantenere le loro ossa forti e robuste.

A questo scopo è introdotta anche la vitamina D, mentre gli acidi grassi Omega 6 e lo zinco sono indispensabili per una pelle sana e un pelo più lucido. Gli acquirenti apprezzano le qualità di queste crocchette, che risultano gradite ai loro gatti.

La confezione da 800 grammi ha un costo medio, giustificato proprio dalla qualità degli ingredienti, pensati per migliorare la salute del vostro amico.

Il nuovo Purina One è un alimento che pare essere stato molto apprezzato non solo dai gatti ma anche dai loro padroni, che vedono i felini farne piazza pulita.

Pro
Intestino:

L\'assunzione di questo cibo ha effetti positivi sulla regolarità intestinale.

Vitamine:

L\'alimento è arricchito con vitamina D e Omega 6 che contribuiscono a mantenere il gatto in salute.

Pelo:

Effetti positivi, nel giro di breve tempo, si riscontrano sul pelo dell\'animale che diventa lucido e morbido.

Contro
Quantità:

La confezione è di soli 800 g, pertanto sarà necessario acquistarla spesso o farne una bella scorta.

Acquista su Amazon.it (€3,36)

 

 

 

royal canin – Rc Kitten

 

Una formulazione specificamente studiata per i piccoli cuccioli appena svezzati. I croccantini accompagneranno i pasti solidi dei piccoli micetti fino al loro primo anno. Una soluzione ben bilanciata e in grado di dare il giusto apporto nutrizionale per supportare il corretto sviluppo dei piccoli.

I croccantini sono di dimensione adeguata alla bocca dei cuccioli, quindi possono essere facilmente sgranocchiati anche dai piccoli che hanno appena abbandonato l’alimentazione liquida. Si caratterizzano per il ricco bilanciamento di nutrienti e oligoelementi in grado di sostenere la crescita, favorire il corretto funzionamento dell’apparato digerente e quindi dare la giusta energia per i piccoli in pieno sviluppo.

Le confezioni sono disponibili in diversi formati, in questo modo è possibile abbassare il costo per chilo se si sceglie di acquistare le confezioni più grandi. Il costo unitario rimane comunque alto rispetto a prodotti simili della concorrenza, ma non altrettanto equilibrati.

Pro
Ricca formulazione:

La ricetta di questi croccantini comprende ingredienti scelti di qualità pensati per supportare al meglio la crescita e lo sviluppo dei gattini. Il corretto bilanciamento dei nutrienti è essenziale per fornire il necessario fabbisogno calorico ai piccoli in pieno sviluppo.

Confezione risparmio:

Si può scegliere di acquistare confezioni più grandi per risparmiare un po’ sul costo per chilo. Una buona soluzione per garantire ai cuccioli il giusto nutrimento ma senza impattare troppo sul portafoglio, visto il costo importante.

Facili da mordere:

Le dimensioni dei croccantini sono tali da permettere di essere facilmente sgranocchiati dai piccoli gatti. Non sono morbidi, ma nemmeno troppo duri da rendere difficile la masticazione.

Contro
Prezzo sopra la media:

Il costo unitario, anche quando si sceglie di acquistare il pacco più grande rimane sempre più alto dei prodotti di prima fascia.

Acquista su Amazon.it (€44,89)

 

 

 

Dado Kitten Chicken

 

Chi ha particolari esigenze e ha bisogno di cibo per gatti cuccioli, deve cercare il prodotto apposito per evitare di causare danni alla salute del piccolo. Quella di Dado è una proposta dedicata a esemplari di 1-12 mesi, che hanno bisogno di più calorie per crescere in salute.

Il 75% dei componenti di queste crocchette sono di origine animale, essenziale per garantire il giusto nutrimento. La silimarina, il lievito di birra e i mannanoglicosaccaridi sono aggiunti per favorire le funzioni intestinali.

L’olio di pesce e il salmone apportano invece acidi grassi omega 3 che sono fondamentali per lo sviluppo neurologico del gattino. Il tocoferolo naturale, la vitamina C, i polifenoli dell’uva e i minerali chelati, infine, favoriscono lo sviluppo delle difese immunitarie, molto importante sin da piccoli.

La presenza di tutti questi nutrienti lo rende il miglior cibo per gatti cuccioli, ma anche il prezzo contribuisce a renderlo un prodotto valido. La confezione da 2 kg è infatti conveniente per un articolo dotato di queste caratteristiche.

Per chi ha dei cuccioli, è importante somministrare un alimento appositamente studiato per loro. Tra le possibili scelte che offre il mercato, c’è Dado Kitten Chicken.

Pro
Composizione:

Il 75% dell\'alimento è di origine animale, una scelta apprezzata dai gattini, che sembrano gustarlo volentieri.

Vitamine:

Le crocchette sono ricche di vitamine, oltre che di Omega 3.

Prezzo:

Il costo del prodotto è più che invitante e dunque è possibile farne una bella scorta.

Contro
Adulti:

La somministrazione del cibo è sconsigliata ai gatti che abbiano superato il dodicesimo mese di età.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Royal Canin Regular Appetite Control Sterilized

 

Ogni gatto ha le sue particolari esigenze che dovete rispettare per farlo vivere bene e a lungo. Una certa attenzione merita l’alimentazione di quelli sterilizzati, che purtroppo tendono a ingrassare quando sono costretti a una vita sedentaria in appartamento.

A questo pensa Royal Canin, che possiamo considerare senza dubbio la migliore marca di cibo per gatti tra quelle presenti sul mercato. Le sue crocchette, pensate per animali adulti e castrati o sterilizzati (tra i 5 e i 10 kg), sono in grado di ridurre gradualmente il senso di fame.

Molti utenti sostengono di aver effettivamente rilevato il calo di peso del loro gatto, dovuto alla presenza di proteine come la carne di pollo. La tabella nutrizionale non fa mancare anche una certa quantità di vitamine, indispensabili per la buona salute del vostro amico.

Sono disponibili due diversi formati, da 400 grammi e 4 kg: gli acquirenti preferiscono quello più consistente per poter risparmiare un po’. Si tratta infatti di un prodotto abbastanza costoso e pensato per chi non ha limiti di spesa.

Possedere un animale domestico implica parecchie responsabilità e impegno. La scelta del mangiare non può essere fatta a caso e per questa ragione abbiamo realizzato una guida per scegliere il miglior cibo per gatti. Iniziamo con un prodotto di Royal Canin che, a dispetto del nome, commercializza anche prodotti alimentari per i micetti. Se volete sapere dove acquistare questo e gli altri prodotti, cliccate sui link che vi proponiamo.

Pro
Specifico:

Si tratta di un alimento pensato appositamente per i gatti sterilizzati che, come noto, dopo l\'intervento tendono a ingrassare.

Appetitosi:

Non di rado i gatti sono schizzinosi con il cibo, ma questo prodotto sembra piacere a tutti.

Attenzione:

L\'alimento è realizzato con ingredienti di buona qualità.

Contro
Prezzo:

Trattandosi di un alimento speciale, ha un costo più elevato rispetto alle comuni crocchette che, tipicamente, hanno prezzi bassi.

Acquista su Amazon.it (€35,1)

 

 

 

Come utilizzare il cibo per gatti

 

Un animale domestico può portare grande gioia in casa, soprattutto se vivete da soli. Condividere i vostri spazi con un gatto o un cane, imparare a prendervi cura di lui e stringere un legame giorno dopo giorno è una fantastica esperienza che bisognerebbe provare almeno una volta nella propria vita. Come è facile intuire, non si tratta di oggetti che una volta acquistati possono essere facilmente dimenticati ed è necessario prendersene cura in ogni momento della giornata.

 

 

L’importanza dell’alimentazione

Per far sì che il vostro animale domestica viva una vita sana e piena di stimoli ed esperienza, bisogna essere in grado di scegliere il miglior cibo per le sue esigenze. In questa guida vedremo insieme come usare al meglio il cibo per gatti, cercando di bilanciare in modo adeguato secco e umido.

Innanzitutto bisogna capire che non esiste un cibo per gatti universalmente adottabile in qualsiasi situazione. I prodotti sul mercato si dividono in base a numerosi fattori come per esempio l’età del gatto, il peso, sterilizzato o meno e così via.

Valutate quindi attentamente, prima di acquistare un prodotto, la situazione del vostro gatto. Solo così riuscirete ad avvicinarvi al cibo più adatto.

 

Secco o umido?

Uno dei problemi è la scelta del cibo secco o quello umido. Bisogna chiarire che il secco, ovvero le crocchette, sono più semplici da gestire perché si conservano più a lungo una volta aperte. Inoltre, alcuni prodotti riescono a effettuare anche una pulizia dei denti al gatto.

L’altra faccia della medaglia è rappresentata dal contenuto calorico, più alto rispetto all’umido, risultando quindi poco indicato per gatti che hanno problemi di peso.

L’umido, invece, è più simile al cibo naturale ma, una volta aperto, va consumato possibilmente in giornata. Avendo un odore molto più forte, stimola l’appetito del gatto e potrebbe essere utile in casi di inappetenza o se il gatto consuma poca acqua nell’arco della giornata.

 

 

Consultare il veterinario

La scelta dell’alimentazione non deve essere presa alla leggera e prima di acquistare qualsiasi tipologia di alimento, sarebbe necessario consultare il proprio veterinario di fiducia che potrà aiutarvi a creare una dieta variegata per il vostro gatto.

Limitarsi a uno dei due cibi potrebbe infatti essere deleterio, alternare e variare anche i sapori potrebbe aiutarvi a capire meglio i gusti del vostro gatto.

 

I nostri consigli

Il primo consiglio che possiamo darvi è quello di effettuare diverse prove, magari con campioni omaggio, in questo modo non dilapiderete il vostro denaro in cibo che il vostro gatto detesta, forse uno dei problemi più frequenti quando si ha a che fare con questi amabili batuffoli di pelo.

Un’ulteriore accortezza è invece relativa alla quantità di cibo che darete al vostro gatto, non eccedete con le porzioni pensando che potrebbe morire di fame. Gli animali domestici fanno solitamente poco moto, bisogna quindi evitare che il loro organismo si affatichi troppo, evitando loro obesità e problemi cardiaci.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa contiene il cibo per gatti?

Gli ingredienti del cibo per gatti possono essere molto vari e in grado di accontentare i gusti dei nostri teneri amici felini. È abbastanza difficile elencare tutti gli ingredienti che si possono trovare in ogni scatoletta o bustina, però solitamente sono di origine animale. Questo perché il gatto è un animale carnivoro, quindi troveremo ingredienti come carne, pesce e uova, ma anche cereali. Per esempio in una scatoletta al salmone potrete trovare 20% di salmone e 15 % di carote.

Per capire quali sono le preferite del vostro micio, potete fargliene provare varie e vedere quali sono le più gradite. 

 

Perché il cibo per gatti fa male ai cani?

Fondamentalmente non è mai una buona idea dare cibo per gatti ai cani. Sono animali completamente diversi che hanno bisogno di proteine diverse e cibi variegati.

Certo, se ogni tanto il cane curiosone va a ficcare il naso nella scodella del gatto e gli ruba due o tre croccantini non gli succede niente, a parte forse prendersi una zampata dal felino derubato. Però sappiate che il 90 % delle malattie per tutti e due gli animali provengono da una dieta errata. Il cane ha bisogno di cibo umido e secco secondo le sue esigenze fisiologico-nutrizionali che non vanno assolutamente bene per quelle di un gatto. 

 

Quali sono le migliori marche di cibo per gatti?

Tra le migliori marche troviamo Almo Nature, Schesir e Royal Canin (non fatevi ingannare dal nome, sono crocchette per gatti). Le crocchette sono cibo solido che il gatto ama sgranocchiare. Alcuni gatti domestici in età avanzata si nutrono praticamente solo di quelle, ma per la crescita è assolutamente necessario dar loro da mangiare anche il cibo in umido.

Le marche sopra elencate hanno prezzi abbastanza alti, quindi se il vostro budget è limitato potete provare a orientarvi su Gourmet, Purina, Felix e Whiskas. La soluzione migliore è comprare intere scatole, in modo da risparmiare sull’acquisto e fare una bella scorta.

 

Dove si buttano le bustine di cibo per gatti?

Sebbene in molti credano si debbano buttare nell’organico, in realtà le bustine di cibo per gatti si possono buttare nella plastica, a patto di averle ripulite dai vari residui di cibo.

In realtà le opinioni sono abbastanza discordanti, infatti alcuni utenti le buttano nell’indifferenziata in quanto si tratta di rifiuti misti composti da plastica e altri materiali. Per essere sicuri contattate il vostro comune per chiedere informazioni a riguardo. 

 

Come fare il cibo per gatti fatto in casa?

Tenete conto che i gatti sono animali in grado di mangiare praticamente qualsiasi cosa. Solamente i gatti domestici cresciuti in città vengono alimentati solo a scatolette o croccantini, perché nei paesini dove possono gironzolare liberi, i gatti si nutrono di quello che trovano.

Certo, ci sono alcuni alimenti nocivi che i gatti di strada sanno riconoscere, ma quelli domestici cresciuti in casa no, quindi dovrete stare attenti a trovare quelli giusti. Potete abituare il vostro gatto a mangiare del pesce o della carne fatto in casa, però senza fargli mancare la giusta dose di verdure. Cuocete sempre gli alimenti e somministrate almeno due pasti al giorno, magari con piatti a base di carne magra, riso, carote e olio d’oliva. Non dimenticatevi dell’acqua fresca da cambiare di tanto in tanto. 

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Friskies con tonno e verdure aggiunte

 

Proseguiamo i nostri consigli d’acquisto con una delle offerte più valide su internet, pensata per chi ha il desiderio di risparmiare. Friskies infatti risolve i vostri dubbi su quale cibo per gatti comprare, tra tutti quelli presenti in commercio.

Questo alimento è completo di vitamine e sali minerali, importanti per la salute di pelle, ossa e organi interni. L’aggiunta del tonno aiuta a integrare gli acidi e le proteine necessari per una buona tonicità muscolare.

Le verdure hanno lo scopo di apportare un maggior numero di fibre, di modo che la regolarità intestinale non conosca ostacolo. Alcuni utenti non sono però contenti della presenza di conservanti nelle crocchette e delle loro dimensioni troppo grandi.

Tuttavia il prezzo è davvero vantaggioso, soprattutto per un formato da 2 kg che consente di avere a disposizione una quantità di cibo sostanziosa senza spendere troppo. Se valutiamo il rapporto qualità/prezzo, il prodotto è più che promosso.

Altra marca molto nota tra i possessori di gatti è Friskies, brand che fa parte di Purina. È un alimento secco che non ha mancato di rendere felici i gatti.

Pro
Completo:

Non solo carne  e pesce ma anche verdure che aiutano l\'intestino.

Prezzo:

È il mangime più economico o quasi tra quelli proposti e dunque il rapporto tra prezzo e qualità è interessante.

Confezione:

I due chili presenti nella confezione sono una buona scorta, così non dovrete preoccuparvene per un po’ di giorni.

Contro
Coloranti:

Agli amici dei gatti non è piaciuta molto la presenza di coloranti nel cibo.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

6
Leave a Reply

avatar
3 Commentare le discussioni
3 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
4 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoNicola ViarengoCristinaBuonoedEconomicoMaria I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Maria
Ospite
Maria

Buona sera! Chiedo gentilmente u quali crocchette migliori X gatti con lievi problemi urinare mi consigliate ovviamente grain free e cruelty free . Grazie anticipatamente

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico
Cristina
Ospite
Cristina

Buongiorno vorrei sapere sulle crocchette coop gatti sterilizzati
Miglior Gatto sterilizzati
LE CHAT MONGEE

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Cristina,

Le Chat Monge è un ottimo prodotto per qualità/prezzo, magari meno ricco di altri più costosi ma comunque molto valido. Il problema è che potrebbe non piacere al gatto, è successo a diverse persone. Piacerà al tuo?

Saluti

Nicola Viarengo
Ospite
Nicola Viarengo

Buongiorno, Nemo ha quasi 12 anni, misto persiano e norvegese, soffre di problemi digestivi, sempre nutrito con crocchette di buona qualità, abbiamo deciso di passare a cibo umido Sheba bocconcini di pollo. Potreste consigliarmi se dovremmo apportare alimenti complementari e quali.

Grazie per i vostri consigli

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Salve Nicola,

per questa domanda ti consigliamo di rivolgerti a chi ne sa più di noi: un veterinario.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (82 voti, media: 4.89 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status