Il miglior rilevatore di gas

Ultimo aggiornamento: 15.10.18

Rilevatori di gas – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

In casa o in azienda tutti abbiamo apparecchi che emettono gas di vario genere. Per essere sicuri di non correre rischi occorre dotarsi di un rilevatore che dia l’allarme nel caso la concentrazione di questi gas superi una certa soglia. È importante che il rilevatore sia affidabile e sensibile, come questi che consigliamo di valutare con particolare attenzione: Vooki BRJ-502 ha un prezzo imbattibile e permette di rilevare tre tipi di gas, a differenza dell’Ave RG1-M, realizzato da una nota azienda italiana, che è specifico per il metano.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior rilevatore di gas

 

Il prezzo che si paga per scegliere un buon rilevatore di gas è sempre un parametro secondario da prendere in considerazione. È bene sapere cosa aspettarsi da questi dispositivi e capire che prestazioni possono offrire per rispondere bene alle esigenze del luogo in cui vanno istallati.

Questa guida ti aiuta a confrontare gli aspetti che caratterizzano i vari modelli sul mercato per facilitare l’identificazione del rilevatore ideale.

1.X-Sense Rilevatore di Monossido di Carbonio

 

Guida all’acquisto

 

I gas rilevati

Dal confronto dei prezzi si deduce poco delle funzionalità di un rilevatore di gas. Si tratta, specie per gli apparecchi destinati a uso domestico, di oggetti dal costo contenuto. I modelli che trovi in classifica spiccano per le buone prestazioni confermate dagli utenti che li hanno testati quotidianamente, ma anche per il costo spesso molto contenuto.

Quello a cui bisogna prestare attenzione è il tipo di gas che l’apparecchio è in grado di rilevare. Il funzionamento tecnico alla base del rilevatore, un processo fisico spesso molto più complesso da spiegare che non da utilizzare, è in grado di rilevare solo specifiche tipologie di gas e non tutte quelle “pericolose”.

Esistono rilevatori specifici per identificare una concentrazione allarmante di monossido di carbonio. Questo gas si sprigiona durante la combustione: per esempio, quando si utilizzano legna o braci per riscaldare un ambiente senza provvedere al corretto ricambio dell’aria, la combustione che sprigiona CO finisce col sostituirsi all’ossigeno e diventare mortale.

Diversi sono i dispositivi in grado di rilevare perdite di gas dalle tubature. In questi casi il sensore è in grado di riconoscere il tipo di concentrazione di gas rarefatti o liquefatti come il metano, il propano o il butano. Sono quelli più frequentemente usati in casa per alimentare il sistema di riscaldamento dell’acqua o per cucinare. Una fuga di queste sostanze deve essere rilevata prima che diventi pericolosa e spesso i dispositivi sono in grado di segnalare anche in che concentrazione rilevano il pericolo.

 

Sistema di segnalazione del funzionamento

La recensione dei modelli mette in risalto un aspetto fondamentale, cioè la capacità del dispositivo di segnalare anche il suo stato di funzionamento. È importante potere contare su un apparecchio sempre operativo e capace di avvertire anche di un proprio improvviso spegnimento.

Di norma luci a LED di colore diverso hanno la responsabilità di segnalare diverse informazioni, tra cui il corretto funzionamento del dispositivo o l’esaurirsi della batteria, nel caso si tratti di modelli non alimentati direttamente alla corrente.

2.Honeywell EZ Sense

 

La corretta istallazione

La migliore marca di rilevatori di fughe di gas fornisce indicazioni precise sulla modalità di istallazione degli apparecchi. Per ciascun dispositivo di sicurezza il giusto posizionamento costituisce la differenza tra una rilevazione attendibile o no.

Il gas liquefatto è più pesante dell’aria e quindi tenderà a depositarsi verso il suolo, la giusta posizione per questo tipo di rilevazione è tra i 50 e i 20 cm di altezza dal pavimento. I gas come il metano sono più leggeri dell’aria e quindi tendono a salire verso l’alto, in quel caso 20/50 cm dal soffitto.

Chi istalla il dispositivo sa che tipo di fuga monitorare e quindi istalla il rilevatore al giusto posto. Anche la distanza da prese d’aria o punti di ventilazione è importante, perché non sarà in queste aree della casa che avverrà la maggior concentrazione dell’eventuale dispersione.

 

I migliori rilevatori di gas del 2018

 

La sicurezza tra le mura domestiche come a lavoro richiede di prestare particolare attenzione ad alcuni aspetti, per fortuna oggi facili da identificare. Ecco che se ti stai chiedendo come scegliere un buon rilevatore di gas per tenere sotto controllo le aree più esposte di casa tua, ti proponiamo una serie di suggerimenti scelti tra i prodotti più venduti e meglio performanti di quest’anno.

 

Prodotti raccomandati

 

Vooki BRJ-502

 

Questo è uno dei rilevatori più apprezzati e venduti sul mercato online. Si tratta di un modello molto molto conveniente dal punto di vista economico, ideale quindi per chi vuole spendere il meno possibile per un apparecchio del genere.

Quali gas è in grado di rilevare? Il gas metano (il gas di città, quello usato per alimentare i fornelli in cucina), il GPL, il gas di carbone (non molto usato oggi).

Non rileva invece il monossido di carbonio, cioè il gas che si sprigiona, per esempio, da stufe e camini difettosi. In questi casi occorre un apposito apparecchio che è possibile trovare qui.

Come sottolinea la maggior parte degli utenti, questo prodotto è sensibile (l’allarme scatta anche se c’è del deodorante nelle vicinanze). Più la fonte di emissione del gas è vicina e più rapida sarà la risposta.

L’allarme è sia sonoro sia visivo; il prodotto viene dall’estero ma la spina è europea orizzontale e non ci dovrebbe essere bisogno di nessun adattatore. Va detto però che non è orientabile quindi per chi ha la presa in verticale l’apparecchio potrebbe sembrare installato male, ma il funzionamento non ne risente minimamente.

Dispositivo estremamente apprezzato dai consumatori, non poteva mancare nella nostra guida per scegliere il miglior rilevatore di gas. Ecco un breve riepilogo di vantaggi e svantaggi.

Pro
Prezzi bassi:

Si tratta del modello di gran lunga più economico della nostra classifica. Funziona ma costa poco, l’ideale per chi vuole spendere il meno possibile per un apparecchio del genere.

Gas rilevati:

Questo apparecchio rileva gas metano, GPL, gas di carbone. Non rileva invece il monossido di carbonio.

Sensibile:

Come conferma la maggior parte degli utenti, il rilevatore è molto sensibile e l’allarme scatta rapidamente. Il tempo di reazione esatto dipende da quanto è lontana la fonte di emissione del gas.

Doppio allarme:

Come tutti i migliori modelli, anche questo Vooki ha il doppio allarme, visivo e sonoro. In quest’ultimo caso, siamo sugli 85 dB.

Contro
Spina non orientabile:

La spina europea è orizzontale e non orientabile, un piccolo problema (ma solo estetico) per chi ha le prese in verticale.

Acquista su Amazon.it (€20,99)

 

 

 

Ave RG1-M

 

Ave è un’azienda italiana di grande tradizione. Questo suo apparecchio costa un po’ più degli altri ed è specifico per un solo tipo di gas: il metano. Come testimonia la maggior parte dei consumatori, è un prodotto di ottima fattura, resistente e affidabile.

Il rilevatore va installato a non più di 4 metri dalla fonte di emissione del gas, per cui se ce ne sono diverse in casa o in azienda o se l’abitazione è su più livelli bisogna acquistarne più di uno.

Il metano, a differenza del GPL, è più leggero dell’aria e quindi sale in alto, per cui la maggiore concentrazione di gas si ha vicino al soffitto ed è lì che bisogna installare l’apparecchio, non lontano dal soffitto.

Il rilevatore ha una funzione di autodiagnosi che è importante utilizzare di tanto in tanto per valutare lo stato di funzionamento, e ha stampigliato sulla scocca l’anno in cui va sostituito.

A questo apparecchio è possibile associare un’elettrovalvola (aperta o chiusa) per interrompere il flusso del gas in caso di allarme.

Rivediamo adesso le caratteristiche principali del rilevatore Ave made in Italy che ha ricevuto pareri molto favorevoli dagli utenti.

Pro
Affidabilità:

Si tratta di un prodotto realizzato da una storica e premiata azienda italiana e, pertanto, non stupisce che sia estremamente affidabile e resistente.

Autodiagnosi:

Il rilevatore presenta sulla scocca la data in cui andrebbe sostituito e ha un’utile funzione di autodiagnosi, così da essere sicuri che il funzionamento sia sempre corretto.

Collegamento a elettrovalvola:

Come tutti i migliori rilevatori, anche qui è possibile collegare un’elettrovalvola aperta o chiusa per interrompere il flusso del gas quando c’è pericolo.

Contro
Solo metano:

Questo dispositivo, che ha un costo non indifferente, è specifico per rilevare solamente il gas metano.

Acquista su Amazon.it (€72)

 

 

 

Ourjob YK-818

 

Anche questo rilevatore è in grado di rilevare tre tipi di gas: GPL, metano e gas di carbone. Non può invece rilevare il monossido di carbonio, come gli altri prodotti presenti in questa pagina e per il quale rimandiamo alla sezione apposita.

Il costo di questo piccolo apparecchio è assolutamente accessibile, mentre il funzionamento è simile a quello degli altri già visti: il display mostra la concentrazione di gas nell’aria. C’è una soglia identificata a livello internazionale chiamata LEL (Lower Explosive Limit) che indica il punto in cui un’esplosione diventa probabile; quando questa soglia supera il 5%, scatta l’allarme.

L’allarme anche in questo caso è di due tipi: sonoro (85 dB) e visivo, con una luce stroboscopica che avvisa anche chi ha forti problemi di udito.

L’installazione a parete va fatta a un’altezza diversa in base al tipo di gas da rilevare. Il dispositivo è alimentato elettricamente ma si può inserire una batteria da sfruttare in caso di guasti alla rete elettrica.

Ecco un altro rilevatore preciso ed economico. Rivediamone i principali vantaggi e svantaggi, col consueto link dove acquistare il prodotto alla migliore offerta.

Pro
Qualità/prezzo:

Il rilevatore funziona bene, non è difficile da utilizzare, ha il doppio allarme sonoro e visivo e ha un costo contenuto.

Tre gas:

Questo apparecchio è in grado di rilevare tre tipi di gas, il metano, il GPL e il gas di carbone.

Batteria tampone:

Il rilevatore funziona collegandolo a una presa di corrente ma, in caso di malfunzionamenti alla rete elettrica, si può contare su una batteria tampone (da comprare a parte).

Contro
Monossido di carbonio:

Come per tutti gli altri modelli presenti in questa pagina, anche qui non è possibile rilevare il monossido di carbonio.

Acquista su Amazon.it (€26,09)

 

 

 

Honeywell EZ Sense ZPFL1

 

2.Honeywell EZ SenseUno tra i modelli da prendere in considerazione nel caso si abbia la necessità di rilevare fughe di gas direttamente dalle tubature è questo modello portatile.

Non siamo in grado di dire se si tratti in assoluto del miglior rilevatore di gas del 2018, dato che si presta per un compito specifico, ma questo compito lo assolve molto bene. È alimentato da due pile stilo, semplici da reperire e sostituire all’occorrenza, e la forma sottile e maneggevole lo rende facile da usare: basta puntare il sensore in prossimità della possibile fonte di perdita.

Si tratta di un modello portatile che entra con facilità nella cassetta degli attrezzi di un professionista o da tenere a portata di mano in casa qualora si abbia il sospetto che la tubatura del metano stia perdendo. Rileva la presenza di fughe di gas naturale, la miscela di idrocarburi in cui la massima percentuale è costituita da metano, ma anche le emissioni di propano e GPL o metano.

Non sono pochi, dunque, i vantaggi del nuovo rilevatore di gas EZ Sense della Honeywell, la multinazionale statunitense leader nel mondo in svariati settori. Di seguito, un breve elenco dei maggiori pro e contro di questo modello.

Pros
Design:

È un dispositivo tascabile; le dimensioni compatte che lo fanno assomigliare a una penna e il peso contenuto rendono il rilevatore EZ Sense comodo e facile da trasportare ovunque.

Versatile:

Si tratta di un modello versatile perché è in grado di rilevare la presenza di gas naturale, propano, GPL e metano.

Facilità d’uso:

Non sono necessarie calibrazioni per utilizzare questo apparecchio, basta puntarlo su tubature, valvole, serbatoi e comincia subito a rilevarne eventuali perdite.

LED:

La presenza di tre LED di diverso colore indica la presenza o meno di gas e la maggiore o minore pericolosità, per cui il rischio è immediatamente visibile. L’allarme visivo, comunque, è integrato con uno sonoro per garantire il massimo della sicurezza.

Cons
Acqua:

Il contatto con l’acqua o con un ambiente troppo umido potrebbe causare malfunzionamenti.

Acquista su Amazon.it (€41,59)

 

 

 

Amgaze – Tenuto in Mano

 

La particolarità di questo rilevatore è che è portatile, quindi non va installato a parete ma può essere utilizzato in diversi punti dell’abitazione o dell’officina, senza bisogno di acquistarne diversi.

È costituito da un corpo centrale e da una sonda lunga 40 cm che può essere infilata anche in punti difficili da raggiungere per una rilevazione più accurata e immediata.

I gas combustibili rilevabili sono diversi. Tra questi: metano, propano, butano, solventi industriali, gas della benzina e altri.

L’allarme è acustico e visivo ed entrambe le segnalazioni aumentano di intensità all’aumentare della concentrazione del gas.

Funziona a batterie (incluse) e un indicatore segnala quando stanno per scaricarsi.

Utile in diversi ambienti lavorativi, viene fornito con il pratico astuccio.

Diamo adesso un rapido sguardo alle caratteristiche principali di questo rilevatore.

Pro
Portatile:

A differenza degli altri modelli cha vanno installati a parete, questo è portatile e permette quindi di controllare diverse parti dell’abitazione o del posto di lavoro.

Sonda:

La sonda lunga circa 40 cm può arrivare anche in punti normalmente difficili da raggiungere per una rilevazione più corretta e veloce.

Gas rilevabili:

Questo apparecchio rileva diversi gas combustibili come propano, butano, metano, solventi industriali, gas della benzina.

Contro
Materiali:

Qualcuno ha avuto da ridire sulla qualità dei materiali, tanto della scocca esterna quanto della circuiteria interna.

Acquista su Amazon.it (€36,99)

 

 

 

Come utilizzare un rilevatore di gas

 

Il rilevatore di gas è un apparecchio in grado di salvarvi la vita, sia che utilizziate il gas solo per cucinare, sia che vi affidiate alla combustione dello stesso per riscaldare il vostro appartamento.

I rischi casalinghi

Spesso si sottovalutano i rischi che si corrono in casa, solitamente maggiori rispetto a quelli che si correrebbero in altre situazioni. Quando si è tra le mura domestiche si ha la tendenza infatti ad abbassare la guardia, prestando poca attenzione a elementi cruciali. Quando in famiglia si è in tanti, è sicuramente più semplice accorgersi se c’è qualcosa che non va, tuttavia, per chi vive da solo, soprattutto persone anziane, potrebbe non essere così semplice.

 

Distrazioni pericolose

Una piccola distrazione potrebbe portare a dimenticare i fornelli del gas accessi, con erogazione continua, oppure, addormentarsi dimenticando una stufa a metano in funzione, generando così incidenti potenzialmente letali.

L’acquisto di un rilevatore di gas potrebbe quindi farvi dormire sonni tranquilli. Vediamo dunque come si utilizza al meglio un dispositivo del genere.

 

Tipologie di gas

Innanzitutto assicuratevi che le tipologie di gas rilevati sia quanto più elevata possibile. Non fermatevi dunque al semplice rilevatore di metano ma optate per prodotti che riescano a riconoscere anche fughe di propano o butano.

Una volta scelto il miglior dispositivo per le vostre esigenze, dovrete provvedere alla sua installazione. Vi ricordiamo che, qualora non abbiate esperienza, sarebbe meglio affidarsi alle mani esperte di un professionista. Quando si ha a che fare con sistemi di sicurezza, infatti, il risparmio economico dovrebbe passare in secondo piano.

Scegliere la posizione

Va scelta quindi la posizione ideale, a circa mezzo metro dal soffitto. I rilevatori standard devono essere fissati al muro tramite viti e supporti forniti all’interno della confezione dello stesso. Per funzionare devono poi agganciarsi alla corrente elettrica, non dimenticate quindi di acquistare una eventuale prolunga, qualora non abbiate una presa elettrica nei pressi del luogo scelto per l’installazione.

 

Accensione

Dopo averlo fissato al muro potrete inserire la spina nella presa e controllare se la spia luminosa che indica l’accensione del dispositivo sia attiva. In caso affermativo il prodotto è pronto all’uso, qualora dovesse rilevare un gas nocivo nell’aria emetterà un segnale sonoro intenso e immediatamente riconoscibile per avvisare chi si trova in casa.

Nel caso la spia non fosse accesa vi invitiamo innanzitutto a verificare il funzionamento di eventuali prolunghe utilizzate, per poi sfogliare con attenzione il manuale di istruzioni fornito con il prodotto. Riuscirete così a capire se è necessario effettuare una procedura specifica prima di rendere operativo il rilevatore.

 

Accorgimenti

Alcuni piccoli accorgimenti consistono nel non posizionare il rilevatore nei pressi di impianti di ventilazione o prese d’aria, dal momento che la concentrazione di gas in quelle zone potrebbe essere significativamente inferiore rispetto a quella dell’ambiente, restituendo quindi un falso negativo e mettendo a repentaglio gli occupanti.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

König SAS-GD100

 

5.König SAS-GD100 Rilevatore di GasUn altro tra i dispositivi per la rilevazione delle fughe di gas più venduti e da tenere in considerazione è questo modello offerto dalla König. Il modello SAS-GD100 ha un aspetto discreto e compatto, si istalla con facilità e altrettanto semplicemente si imposta per la rilevazione dei diversi dati. Emette un segnale sonoro da 85 decibel in caso i livelli di gas riscontrati siano da tenere sotto controllo e riesce a rilevare la presenza di gas metano, GPL e gas illuminante. Abbastanza buono il range di funzionamento del dispositivo che sopporta, senza inficiare la rilevazione, variazioni di temperatura comprese tra -10°C e 40°C.

Tanti utenti lamentano un’eccessiva rumorosità del dispositivo durante il funzionamento, questo perché è costantemente acceso e non è stata spesa eccessiva attenzione progettuale nel rendere più silenziosa la fase di analisi dell’aria. Si colloca nella posizione ideale in base al tipo di gas che si immagina si dovrà rilevare, quindi in basso per i gas più pesanti dell’aria, come quelli liquefatti, o in alto per il metano che è più leggero dell’aria.

Non sarà il miglior rilevatore di gas sul mercato ma, come hai visto, anche il König offre diversi benefìci al consumatore. Ecco, in sintesi, le principali caratteristiche di questo dispositivo.

Pros
Prezzi bassi:

Difficile trovare un apparecchio più economico di questo König, l’ideale se stai cercando il massimo risparmio.

Funzionale:

Nonostante il costo decisamente contenuto, il König ha tutto quello che serve per assicurare la necessaria tranquillità in casa, poiché è in grado di rilevare concentrazioni eccessive di GPL, gas naturale o illuminante e di far scattare immediatamente un allarme visivo e sonoro ben percepibile.

Cons
Rumore di fondo:

Il dispositivo emette un rumore di fondo che potrebbe rivelarsi piuttosto fastidioso per qualcuno, specialmente di notte.

Falsi allarmi:

Il rilevatore, secondo alcuni, produce seccanti falsi allarmi.

 

 

Pentatech 561030

 

3.Pentatech - Allarme rilevatore fughe di gasPrima di decidere quale rilevatore di gas comprare è bene avere chiaro in mente a quale scopo dovrà servire il sensore. Tra i migliori rilevatori di gas questo modello Pentatech si distingue per la capacità di riconoscere tanto il metano come i gas liquefatti come il butano e il propano.

Il sensore del dispositivo è calibrato per inviare un segnale d’allarme prima che la concentrazione di gas in un locale sia eccessiva, e quindi estremamente pericolosa. In questo modo si ha la possibilità di intervenire per tempo per scongiurare il rischio di gravi incidenti.

Spicca tra le offerte anche per via della facilità di istallazione. Basta fissare la spina incorporata alla presa nella posizione idonea, inoltre il cavo di due metri dà sufficiente gioco per scegliere di collocare il rilevatore nella posizione più adeguata. L’altezza da terra in cui si concentrano le fughe di gas, varia a seconda del tipo di gas da rilevare quindi è bene prestare massima attenzione alle istruzioni incluse.

Il Pentatech, come confermato dai pareri di numerosi utenti, è un apparecchio estremamente efficiente e sensibile. Rivediamone allora i maggiori pro e contro.

Pros
Versatile:

Si tratta di un modello molto versatile non solo perché rileva gas metano, butano, propano e GPL ma anche perché può essere utilizzato in casa e in auto o su un altro veicolo, l’ideale per stare sicuri anche durante il viaggio o in vacanza se si possiede il camper.

Allarme acustico:

L’allarme acustico è molto forte e può essere percepito tranquillamente anche da chi ha qualche problema di udito.

Sensibilità:

L’elevata sensibilità è uno dei punti di forza di questo modello; basta una lievissima perdita da un accendino per far scattare immediatamente il segnalatore.

Cons
Prezzo:

Non è questo il rilevatore di gas più economico che puoi trovare sul mercato.

 

 

Maurer 8300610

 

4.RILEVATORE DI GAS MAURERLa comparazione tra i nostri consigli d’acquisto prosegue ed è il turno di un rilevatore piuttosto maneggevole e compatto, facile da istallare e sensibile alla rilevazione di diversi tipi di gas.

Scopre le concentrazioni di gas metano, GPL e butano, ha dimensioni compatte e anche l’aspetto è molto discreto. Offre il vantaggio di garantire consumi bassi inferiori a 6 watt durante la normale attività di rilevazione. Buona la possibilità di rilevazione grazie alla buona resistenza di fronte a variazioni importanti della temperatura e umidità esterna che in altri modelli possono alterare la precisione della rilevazione. Ha un range di tolleranza senza subire alterazioni nella misurazione che va da -10°C a 50°C mentre il livello di umidità che sopporta varia dal 10% al 85%, coprendo la maggior parte delle condizioni climatiche che possono presentarsi in casa come in altri ambienti frequentati da molte persone.

Nella nostra guida per scegliere il miglior rilevatore di gas non poteva mancare un prodotto italiano. Maurer ha realizzato un apparecchio che ha riscosso un discreto apprezzamento da parte dei consumatori. Rivediamo perché.

Pros
Qualità/prezzo:

Spendendo una cifra molto contenuta, è possibile acquistare un rilevatore compatto, efficace e resistente perché realizzato con materiali di buona qualità.

Affidabile:

Si tratta di un apparecchio affidabile perché estremamente sensibile, anzi, secondo alcuni consumatori perfino troppo. Il vantaggio, però, è la massima tranquillità che garantisce poiché scatta a ogni minimo problema.

Funzionale:

Facile da montare, il Maurer rileva metano, GPL e butano. È quello che ci vuole per garantire sicurezza a chi ha una cucina a gas o usa la bombola.

Cons
Spegnimento:

Molti consumatori fanno rilevare che il sistema per spegnere il dispositivo sia alquanto scomodo.

Lunghezza cavo:

Il cavo di alimentazione potrebbe rivelarsi troppo corto per le esigenze di tutti gli utenti.

 

 

X-Sense CO05S

 

1.X-Sense Rilevatore di Monossido di CarbonioTra i modelli venduti online questo fa incetta di pareri positivi specie per via della sensibilità nella rilevazione del dato e la semplicità d’istallazione e d’uso.

È un rilevatore pensato esclusivamente per riconoscere il monossido di carbonio, quello che deriva dalla combustione e che si sostituisce silenziosamente all’ossigeno. Non ha odore e l’intossicazione da monossido non ha altri sintomi se non la sonnolenza. Il sensore in oggetto ha un sistema di rilevazione elettrochimico in grado di identificare le diverse concentrazioni di gas in un ambiente.

In base all’entità della concentrazione del gas nell’ambiente, il tipo di allarme emesso dal rilevatore si fa più intenso e indica l’urgenza di dovere correre ai ripari.

Si istalla con facilità alla parete, meglio se collocato in prossimità della potenziale fonte di emissioni velenose, e funziona alimentato a pile che hanno una considerevole longevità. Un led verde si accende a intermittenza per indicare il corretto stato di funzionamento del dispositivo, mentre al colore arancione è affidato il compito di segnalare l’esaurirsi della pila e al rosso lo stato d’allarme per la rilevazione del gas.

Riepiloghiamo adesso i principali vantaggi e svantaggi del modello realizzato da X-Sense. Cliccando in basso verrai reindirizzato al sito dove acquistare il rilevatore a un prezzo scontato.

Pros
Monossido di carbonio:

A differenza di altre macchine simili, X-Sense è specializzato nel rilevare il monossido di carbonio, un gas molto pericoloso perché inodore, invisibile e mortale.

Indicatore LED:

La presenza dell’indicatore LED si rivela molto utile perché, lampeggiando in verde ogni 50 secondi, segnala che il rilevatore è operativo.

Allarme:

L’allarme sonoro che scatta in caso di problemi è molto forte in modo che tutti i membri della famiglia possano sentirlo. Viene attivato quando si raggiungono determinate soglie limite di CO. È anche possibile visualizzare in ogni momento la concentrazione di questo gas nell’aria.

Facilità di montaggio:

Il montaggio, sia a parete che su superficie piana, non è difficile. Nella confezione l’utente trova tutto il kit necessario.

Cons
Altri gas:

X-Sense non è in grado di rilevare né fumo e fiamme né altri gas, oltre al monossido di carbonio.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (122 votes, average: 4.84 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.