n n
n
n
▷ I migliori trituratori da giardino. Classifica e Recensioni

Il miglior trituratore da giardino

Ultimo aggiornamento: 21.11.19

Trituratori da giardino – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Dai un’occhiata alla nostra guida per scegliere un buon trituratore da giardino, magari cominciando dai primi due classificati che qui anticipiamo brevemente: Bosch 0600853670 è estremamente efficace grazie al potente motore e alla tecnologia laser; dotato di ruote e manubrio economico, si sposta facilmente. Un’alternativa più economica è Ikra 81012500 che ha una capienza di ben 50 litri. Anche questo modello è molto potente e consente di triturare rami con uno spessore di ben 4 cm.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior trituratore da giardino

 

Questo elettroutensile serve a triturare foglie e rametti dopo la potatura in modo da trasformarli in una base per concimare il terreno o per farne pacciamatura. In questo modo è possibile sbarazzarsi degli sfalci in modo pratico, veloce e soprattutto utile.

In questa guida vedremo come scegliere tra quelli presenti sul mercato quello più adatto alle tue esigenze. Per una breve rassegna dei migliori trituratori da giardino ti rinviamo invece alla nostra classifica e alle relative recensioni.

Guida all’acquisto

 

Tipologie

Le migliori marche di prodotti per giardinaggio offrono diversi tipi di trituratori, da quelli altamente professionali a prodotti più che altro per hobbisti. I prezzi variano in proporzione, attestandosi comunque su un minimo di almeno un centinaio di euro.

Può essere con motore elettrico o a scoppio. Nel secondo caso, l’autonomia dell’apparecchio aumenta di molto, e diventa facile usarlo su grandi superfici come i parchi. Attualmente la tipologia più diffusa tra quelle vendute online è però quella elettrica.

Secondo parametro da considerare è il tipo di taglio, che può essere a lame, a coltelli, a frese, combinato con la potenza. Senza addentrarci troppo nei dettagli tecnici, è però importante distinguere tra modelli che consentono solo la sfibratura (triturazione di foglie e rami verdi), quelli che effettuano anche la cippatura (legno, corteccia, rami secchi) e infine le macchine che fanno la triturazione vera e propria, in genere di rami anche fino a 4 centimetri di diametro. Troverai in merito delle indicazioni precise sulla scheda tecnica.

Cosa esce dal trituratore? In base alla regolazione, avrai del materiale organico finemente sminuzzato o grossolano. Il primo è adatto al compost, il secondo alla pacciamatura. Per scegliere il modello migliore, valuta per quale di questi utilizzi ti serve.

 

Sicurezza

Come in tutti gli elettroutensili, questo aspetto è centrale, in quanto il rischio di farsi male c’è e va gestito in maniera idonea.

Per prima cosa verifica il rumore: se superiore agli 80 decibel, sarà bene dotarsi delle apposite cuffie da lavoro, in quanto potresti danneggiare l’udito.

Secondo, controlla l’imbuto, che deve essere dotato di paraspruzzi in modo da evitare la fuoriuscita accidentale di materiale. È comunque bene proteggere gli occhi con gli appositi occhiali a maschera durante l’esercizio dell’apparecchio.

Una caratteristica molto utile è la possibilità di invertire la rotazione delle lame, cosa che ti consente di gestire eventuali intoppi dello strumento. Verifica che sia presente.

Pesi e ingombri

Dovendo spostare il trituratore nel giardino, è importante controllare il peso e la dotazione delle rotelle e della maniglia per sospingerlo. Inutile dire che la struttura deve essere stabile in modo da vibrare il meno possibile durante l’esercizio, evitando in questo modo una delle fonti principali di rumore.

Dovrà inoltre essere presente l’apposito contenitore per il triturato o almeno un aspiratore con relativo tubo per convogliare il tutto verso un sacco. Alcuni modelli consentono perfino di cospargere il triturato direttamente sulle aiuole. Confronta i prezzi, e scoprirai che i modelli senza serbatoio costano meno.

Infine, non trascurare il problema delle dimensioni. Si tratta di una macchina voluminosa e ingombrante, per cui vale la pena scegliere dei trituratori che si possono smontare facilmente, in modo da riporli senza problemi in rimessa o in laboratorio. Questo faciliterà anche le pulizie e la manutenzione, indispensabili alla fine di ogni operazione onde evitare che il fogliame fresco che resta appiccicato alle lame gradualmente otturi l’apparecchio.

 

I migliori trituratori da giardino del 2019

 

Questo comodo utensile ti consente di eliminare rapidamente foglie, rami e stralci in modo da mantenere pulito e in ordine qualsiasi spazio verde. Per aiutarti a scegliere il modello che offre il rapporto qualità prezzo ottimale per le tue esigenze tra quelli venduti online, abbiamo predisposto, a complemento della nostra guida, questa classifica dei migliori trituratori da giardino del 2019.

 

Prodotti raccomandati

 

Bosch 0600853670

 

Principale vantaggio:

Nonostante le dimensioni compatte, il trituratore da giardino AXT Rapid 2200 ha un’elevata potenza e delle prestazioni di tutto rispetto; il rateo di triturazione di 90 chilogrammi per ora, infatti, vi permetterà di smaltire i residui di potatura e falciatura in maniera rapida ed efficiente.

 

Principale svantaggio:

L’unica pecca del biotrituratore AXT 2200 è la sua rumorosità alquanto elevata; genera infatti una pressione sonora di 90 decibel, mentre la potenza sonora raggiunge addirittura i 103 decibel, per la gioia dell’intero vicinato.

 

Verdetto 9.8/10

Nonostante la rumorosità elevata è uno dei modelli più venduti, grazie soprattutto alla sua elevata potenza e alla capacità di triturare anche gli arbusti verdi senza bloccarsi.

Acquista su Amazon.it (€239,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Ideale per l’uso domestico

Il trituratore da giardino AXT Rapid 2200 appartiene alla linea degli elettroutensili per il giardinaggio Bosch Garden, che rientra nella divisione Hobby. Si tratta infatti di un biotrituratore mobile destinato prevalentemente all’impiego domestico non intensivo.

Nonostante sia un prodotto di fascia media, l’ATX Rapid è caratterizzato da una elevata potenza e capacità di triturazione; se siete stanchi di dover smaltire ogni volta i resti lasciati dal vostro decespugliatore, allora questo biotrituratore è la soluzione ideale ai vostri problemi grazie alla sua efficienza e praticità d’uso.

Grazie al suo motore elettrico dalla ragguardevole potenza di 2.200 Watt, infatti, è capace di un rateo di triturazione di ben 90 chilogrammi all’ora. Anche il caricamento può avvenire più rapidamente, grazie alla paletta convogliatrice fornita in dotazione, facilitando quindi il lavoro all’operatore e riducendo al minimo gli sforzi richiesti.

Rapido ed efficiente

La sua rapidità di esecuzione è data dal motore elettrico, capace di generare una velocità di 3.650 giri al minuto con una coppia di 14 Nm e, di conseguenza, un rapporto velocità/coppia più elevato rispetto ai trituratori da giardino di fascia analoga prodotti dalle ditte concorrenti.

L’efficienza nel taglio, invece, è assicurata da una lama di precisione a doppio taglio, realizzata in acciaio temprato tagliato al laser. Quest’ultima è capace di triturare scarti, sia verdi sia legnosi, e arbusti fino a un diametro massimo di 40 millimetri senza correre il rischio di intasarsi, anche se alcuni acquirenti consigliano di non oltrepassare i 30 millimetri di diametro, per non sforzare troppo l’attrezzo.

Il peso complessivo dell’AXT Rapid 2200, inoltre, è di soli 12 chilogrammi e grazie alla presenza delle comode ruote, poste alla base del supporto, è estremamente mobile e facile da spostare per il giardino, così non sarete costretti a trascinare ogni volta gli scarti fino al trituratore.

 

Attenzione al rumore

Un ulteriore vantaggio nel triturare gli scarti è dato dalla loro facilità di smaltimento, una volta sminuzzati infatti, tutto ciò che resta può essere usato per la pacciamatura del terreno, oppure come concime naturale per le piante.

L’unica limitazione del trituratore da giardino Bosch AXT Rapid 2200, purtroppo, è il suo elevato livello di emissione sonora, che raggiunge la soglia dei 103 decibel.

Anche i modelli prodotti dalle altre ditte, però, sono soggetti a elevata rumorosità, e data la natura dell’utensile è anche comprensibile; di conseguenza è consigliabile utilizzarlo esclusivamente nelle ore diurne, in modo da non creare eccessivo disturbo ai vicini.

 

Acquista su Amazon.it (€239,99)

 

 

 

Ikra 81012500

 

L’aspetto è un po’ scoraggiante, eppure questo modello della Ikra, un’azienda tedesca specializzata in utensileria, è considerato uno dei migliori biotrituratori in commercio. Non è un caso il fatto che rientra tra i più venduti e recensiti della nostra rassegna.

Il suo punto di forza sono le sue funzioni speciali, come l’interruttore a bassa tensione e il funzionamento non stop. Potrai in sostanza tritare a ritmo sostenuto sfalci e rami, liberandotene in una sola volta e senza dover interrompere il lavoro. Una speciale apertura consente poi un rapido accesso alle lame per la pulizia, mentre il contenitore di raccolta arriva a una capienza di ben 50 litri.

Tra i difetti, la bocca di alimentazione, troppo stretta, e una certa difficoltà a lavorare con fogliame fresco. Insomma, anche questo è un prodotto che non è esente da imperfezioni; c’è però da dire che questi problemi sono comuni un po’ a tutti i trituratori.

Dalle linee molto squadrate, il prodotto Ikra si è conquistato le prime posizioni nella guida per scegliere il migliore trituratore da giardino. È riuscito nel compito grazie a una serie di aspetti positivi che vanno a compensare alcuni difetti comuni con altri trituratori in commercio.

Pro
Potenza:

Una volta messo in funzione, l’oggetto può contare su 2500 Watt di potenza, con un motore che non molla, trita e amalgama al meglio quanto inserito.

Capiente:

50 litri di dimensione massima consentono di caricare un buon numero di rami e foglie secche, in continuità e con un dispendio minimo di energie.

Pulsanti speciali:

La modalità no stop è stata particolarmente apprezzata da chi vuole procedere a una lavorazione senza soste e a ritmo sostenuto.

Contro
Imboccatura stretta:

Alcuni utenti hanno lamentato una certa difficoltà durante l’inserimento di rami di dimensioni medio grandi nello strumento.

Acquista su Amazon.it (€176,78)

 

 

 

Al-ko Easy Crush MH 2800

 

La casa produttrice, una multinazionale tedesca fondata negli anni ’30, è uno dei leader mondiali dei veicoli da giardino. Con una potenza di 2800 Watt, L’Easy Crush MH 2800 si colloca tra i più potenti e performanti trituratori elettrici a lame, risultando particolarmente indicato per foglie e rami verdi.

Il triturato è molto sottile, ottimo, tra l’altro, per coprire la base delle aiuole; la tramoggia di carico e il contenitore sono veramente capienti, consentendo all’operatore velocità e praticità, mentre le ruote e la relativa leggerezza del dispositivo consentono di spostarlo senza eccessiva difficoltà.

Detto questo, ricordati però che non hai di fronte un prodotto professionale: non aspettarti quindi prestazioni che competono a macchine di fascia di prezzo molto più alta. Il prezzo è medio, nel complesso adeguato alla qualità.

L’alta potenza in supporto durante la lavorazione e una modalità di triturazione a lame ne fanno un oggetto di gran pregio, adatto in particolare a rami e foglie verdi.

Pro
Supporto affidabile:

Il trituratore lavora con una potenza massima di 2.800 Watt, una potenza tale da consentire di processare nello stesso tempo rami verdi e fogliame.

Capiente:

La generosità delle dimensioni si ritrova anche nella tramoggia attraverso cui inserire i rami da lavorare e nel contenitore di raccolta da 50 litri.

Buona manovrabilità:

Anche se il peso si assesta approssimativamente sui 25 chili, grazie alle ruote taglia XL l’oggetto riesce a muoversi bene tra le varie zone seguendo ovunque l’utente.

Contro
Apertura macchinosa:

Alcune persone si sono lamentate del blocco di sicurezza presente sull’apertura che rallenta l’eventuale rimozione di pezzi inceppati nel prodotto.

Acquista su Amazon.it (€214,9)

 

 

 

Einhell GH-KS 2440

 

Tra i più leggeri venduti online, questo modello della nota casa tedesca di elettroutensili è anche uno dei più economici. Se utilizzato con rami, si rivela sufficientemente efficace; altrimenti tende a incepparsi, soprattutto con foglie fibrose.

Tra le caratteristiche di maggior rilievo, segnaliamo la tramoggia ripiegabile e dotata di chiusura di sicurezza che consente di minimizzare l’ingombro, le ruote e l’utile supporto di appoggio che rendono facile spostarlo e posizionarlo un po’ ovunque in giardino.

Tra gli accessori, ricordiamo che viene venduto completo di pestello e sacco di raccolta.

Se ti stai chiedendo quale trituratore da giardino comprare e non vuoi spendere troppo, questo modello potrebbe fare per te.

La struttura, che ricorda un carrello, è l’ideale per un trasporto in libertà e senza problemi.In più il basso prezzo e la funzionalità nella media lo fanno spiccare tra gli oggetti che possono far comodo a chi vuole risparmiare.

Pro
Lame di qualità:

Il trituratore dispone di due coltelli a doppio taglio in acciaio, una soluzione ideale e pensata specificatamente per affrontare al meglio rami secchi.

Leggero:

13 chili di peso a supporto dei 2.400 Watt di potenza, uniti a una struttura carrellata di buon pregio, si risolvono in una manovrabilità che lascia pochi insoddisfatti.

Pratico:

La tramoggia ripiegabile, insieme a tutta la struttura generale, guardano alla praticità d’uso e a un utilizzo immediato e alla portata di tutti.

Contro
Livello rumorosità:

Per le dimensioni e la potenza, alcuni hanno trovato il trituratore da giardino troppo rumoroso.

Acquista su Amazon.it (€105)

 

 

 

Powerplus / Varo POW6451

 

Trita tutto ciò che è inferiore ai 4 centimetri producendo un cippato né troppo grosso né troppo sottile, l’ideale per la concimazione del terreno. Non va però sovraccaricato, in quanto tende a intasarsi con una certa facilità. Il risultato è che alla fine risulterà necessariamente un po’ lento, anche per via della bocca di carico che per alcuni utenti è troppo stretta.

Bello e funzionale il design, anche se non è certo leggerissimo, arrivando a pesare circa 17 chili. Si sposta tuttavia senza eccessivi problemi. Non sembra invece facile da pulire, almeno a leggere le recensioni, un aspetto indubbiamente da tenere sempre presente tra i vari consigli di acquisto di questa tipologia di prodotto.

Ottimo invece il prezzo, decisamente inferiore alla media della fascia. In sintesi, un modello consigliabile a chi cerca un prodotto economico e senza troppe pretese, da utilizzare nel giardino di una villetta.

Pensato per un’utenza non troppo esigente, il prodotto si lascia trasportare senza sforzi eccessivi, assecondando il lavoro con  buona manovrabilità e  una potenza massima di 2.500 Watt. Rivediamo insieme i punti forti e dove ha convinto meno.

Pro
Lame ideali per piccoli rami:

Le lame montate sul trituratore da giardino svolgono al meglio il loro compito su pezzi della grandezza non superiore ai 4 cm, prediligendo questo formato.

Buona capacità di triturazione:

diversi utenti sono rimasti colpiti dai risultati a fine lavoro, con rametti ridotti in un truciolato fine, ottimo come materiale da compostaggio.

Rapporto qualità/prezzo:

È indubbio che l’oggetto per il prezzo competitivo a cui viene venduto riesce a soddisfare non poco i diversi utenti e le aspettative riposte.

Contro
Surriscaldamento eccessivo:

Alcuni utenti hanno ravvisato un eccessivo surriscaldamento anche dopo brevi sessioni di lavoro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Bosch 0600853670

 

Le lame ad alto potere triturante affilate al laser in combinazione con un motore da 2200 Watt conferiscono a questo prodotto della Bosch un’implacabile efficacia. Rami e foglie vengono rapidamente ridotti in poltiglia per essere destinati al recupero sotto forma di futuro compost o semplicemente buttati via.

Non molto pesante, si sposta senza fatica grazie anche alle ruote e al manubrio ergonomico, cosa da tenere sempre presente quando ci si chiede come scegliere un buon trituratore da giardino.

Il difetto è il rumore: superando i 100 DB, è una macchina che si fa decisamente sentire e che ti costringerà a utilizzare le apposite cuffie di protezione. Questo a fronte di un prezzo che, in comparazione con le offerte di altri produttori, non è certo economico.

Tra i prodotti Bosch questo oggetto ha riscosso un gran numero di pareri positivi, legati alle prestazioni sul campo; esaminiamo in breve pregi e difetti emersi dopo un’attenta analisi al termine della quale potete trovare informazioni su dove acquistare il prodotto.

Pro
Potenza:

2.200 Watt si fanno sentire una volta messo in funzione il nuovo di casa Bosch; rispetto ad altri modelli la resa sul campo e la capacità di trasformare in poco tempo foglie secche, rami e altra erba tagliata, ne fanno un supporto che lascia pochi insoddisfatti sul campo.

Efficacia:

Le potenti lame non si fermano un attimo quando è giunto il momento di triturare e il risultato a fine operazione è un bel mucchietto di materiale di scarto da riutilizzare come concime.

Buona ergonomia:

Il disegno e la realizzazione dell’oggetto vanno entrambe in direzione di una semplicità di manovra, con un buon paio di ruote e una maniglia funzionale a completare il quadro.

Contro
Rumorosità:

Se da un lato non è il più economico tra i modelli presenti, anche una certa rumorosità dovuta alla potenza del motore, ha sorpreso in negativo certi utenti.

Acquista su Amazon.it (€239,99)

 

 

 

Come utilizzare un trituratore da giardino

 

Alzi la mano chi non vorrebbe avere un bel giardino con prato, fiori e qualche albero. Un piccolo angolo di paradiso dove rilassarsi quando il clima diventa più mite. Eppure, non sempre giardino è sinonimo di relax, a mano che non abbiate intenzione di assumere un giardiniere. Il lavoro da fare, infatti, è tanto. Le piante vanno curate, il prato falciato, concimato e gli alberi potati. Insomma, si produce un sacco di spazzatura. La buona notizia è che un trituratore da giardino può semplificarvi le cose.

Cosa fa un trituratore?

Il nome dovrebbe far intuire lo scopo del trituratore da giardino. Ad ogni modo, questa macchina sminuzza rami, foglie e scarti vari riducendoli in piccolissime parti. In questo modo sarà molto più semplice smaltire il tutto, senza contare il fatto che possono anche essere riutilizzati ma su questo punto torneremo tra un attimo.

 

Meglio elettrico o con motore a scoppio?

Quando si decide di comprare un trituratore bisogna scegliere tra un modello elettrico oppure con motore a scoppio. Se si dispone di un piccolo giardino, un dispositivo a corrente è sufficiente ma se il lavoro da fare è tanto, allora è meglio optare per un trituratore con motore a scoppio. Anche la scelta della potenza va fatta in base alla quantità di lavoro da fare. Va detto che tali caratteristiche hanno la loro incidenza sul costo.

 

Gli elementi principali

Possiamo individuare tre elementi principali per un trituratore da giardino, ovvero, il motore, la camera di triturazione e la tramoggia. Comprendiamo che quest’ultima potrebbe non essere nota a tutti e pertanto diamo un breve spiegazione in merito. Detto in parole spicciole, la tramoggia è un contenitore a forma piramidale, però capovolto. Si caratterizza per due aperture: da quella più grande passano rami foglie ecc. da sminuzzare mentre quella più piccola fa da passaggio al materiale sminuzzato.

Non si butta via niente

Invece di finire direttamente nei rifiuti, si può fare un uso più proficuo ed ecologico degli scarti. Questi, infatti, possono essere messi all’interno di una compostiera oppure semplicemente lasciati in terra per la cosiddetta pacciamatura grazie alla quale non solo si impedisce alle erbacce di spuntare ma protegge il terreno e lo mantiene umido. In questo senso possiamo descrivere il trituratore da giardino come un macchinario versatile perché ci aiuta a tenere in ordine il giardino, sano e a risparmiare un sacco di tempo e fatica.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 voti, media: 4.80 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status