Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

Il miglior vivavoce per auto

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

 

Vivavoce per auto – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Se la vostra autoradio non dispone della connettività Bluetooth sarà meglio dotarsi di un vivavoce per auto: il vantaggio è poter chiamare/ricevere e ascoltare la musica in streaming dal proprio smartphone senza toccarlo. Per scegliere il giusto modello date un’occhiata alla nostra guida in cui spieghiamo quali sono le nuove funzioni che questi dispositivi permetteranno di avere. Nella classifica in basso è inoltre possibile leggere le recensioni dei modelli più gettonati. Chi non ha tempo di leggerle tutte può soffermarsi solo sui primi due kit: SuperTooth Buddy è disponibile in tre diverse versioni, tutte estremamente gradevoli. Avantree BTCK-10B è più semplice ma anche più economico. Entrambi si associano automaticamente al cellulare dopo aver effettuato il primo collegamento, consentono di rispondere, chiamare, rifiutare la chiamata, supportano i comandi vocali, si possono usare per diffondere la musica o le indicazioni GPS del cellulare e permettono di gestire contemporaneamente due telefoni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior vivavoce per auto

 

Non è solo la legge a impedire di parlare al telefono mentre si guida, ma anche il buon senso. Chi proprio non può fare a meno di telefonare in auto mentre guida ma non ha il Bluetooth, deve quindi dotarsi di un kit vivavoce. Per scegliere il modello giusto invitiamo a dare un’occhiata alla nostra guida all’acquisto e alla classifica dove trovate la recensione dei modelli più apprezzati sul mercato. Confrontate prezzi e funzioni, probabilmente tra questi c’è quello giusto per voi.

 

 

Guida all’acquisto

 

Funzioni principali

Il vivavoce per auto è una soluzione da preferire decisamente allo scomodo auricolare. Del resto, nella maggior parte dei casi si tratta di un dispositivo che ha un prezzo ampiamente accessibile e i vantaggi che apporta sono numerosi. Vediamo quindi quali sono le funzioni che non devono assolutamente mancare.

Dopo aver installato il kit all’interno dell’auto – o perché no? anche in casa e in ufficio, basta rimanere nel range del Bluetooth per sfruttare queste funzioni quando il cellulare è lontano – bisogna associare il proprio smartphone.

Generalmente è una procedura intuitiva che porta via pochi secondi ma per i meno esperti è sempre meglio verificare la presenza di istruzioni in italiano, una vera rarità oggi. Dopodiché il cellulare dovrebbe essere sempre riconosciuto automaticamente appena si sale in auto e si attiva il vivavoce, per cui non ci sarà bisogno di effettuare il pairing ogni volta.

Grazie al vivavoce sarà possibile chiamare, rispondere, terminare una chiamata oppure rifiutarla e trasferire le chiamate dal cellulare al vivavoce e viceversa.

Le persone che hanno con sé in auto due cellulari, uno familiare e l’altro per lavoro, potrebbero essere interessate ai modelli che supportano due dispositivi contemporaneamente: quando si sta parlando e si riceve una chiamata sull’altro, grazie a questa funzione sarà possibile mettere l’interlocutore in attesa e rispondere alla seconda telefonata.

Collegando il vivavoce al telefono, sarà quindi possibile ascoltare dal primo apparecchio le tracce musicali memorizzate e anche le indicazioni dell’app navigatore.

 

Funzioni ulteriori

I vivavoce della migliore marca si distinguono per il design maggiormente curato ma anche per la presenza di ulteriori funzioni che rendono il dispositivo davvero completo e versatile. Per esempio, potrebbe essere molto utile il supporto ai comandi vocali per chiamare l’interlocutore semplicemente dicendo il suo nome o utilizzando i comandi Siri.

Naturalmente, deve essere possibile regolare il volume della chiamata o della canzone. Alcuni modelli prevedono un piccolo display che indica sia l’autore sia il titolo della canzone e anche il nome e il numero di telefono del chiamante.

Chi ama ascoltare spesso la propria musica preferita potrebbe preferire questi modelli che consentono anche di passare alla traccia successiva o precedente.

 

 

Montaggio

Come si montano questi dispositivi? Per prima cosa bisogna verificare che il proprio cellulare o lettore supporti la connettività Bluetooth, altrimenti ci sarà bisogno di collegarli mediante cavi, un’operazione possibile ma non comodissima.

I vivavoce più semplici si fissano all’aletta parasole dell’auto mediante un gancio e funzionano alimentati a batteria oppure collegati all’accendisigari dell’auto.

Altri modelli vanno attaccati al cruscotto dalla parte adesiva e devono essere connessi all’ingresso USB dell’autoradio o all’accendisigari e all’ingresso AUX – quindi bisogna controllare che sia presente – perché non integrano direttamente il microfono.

 

I migliori vivavoce per auto del 2018

 

Quale vivavoce per auto comprare quindi? Se siete indecisi, date un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto e fate una comparazione tra prestazioni offerte e prezzo: sono tutti modelli estremamente apprezzati dai consumatori.

 

Prodotti raccomandati

 

SuperTooth Buddy

 

Il kit vivavoce Bluetooth per auto SuperTooth Buddy è tra i più venduti online. Molto sottile, leggero, disponibile in tre bei colori, permette di associare due dispositivi e di rispondere quindi alle chiamate provenienti dall’uno e dall’altro in maniera alternata, per esempio dal cellulare familiare e da quello usato per lavoro, senza costringere l’utilizzatore a scegliere se rispondere all’uno o all’altro.

Per associare lo smartphone bastano pochi secondi e, dopo averlo associato la prima volta, verrà riconosciuto in automatico successivamente, per cui se lo si lascia acceso al ritorno in auto non bisognerà fare niente.

Non solo il design e le finiture, ma anche il microfono appare di grande qualità perché assorbe bene le vibrazioni e riduce efficacemente rumore di fondo ed effetto eco.

Si fissa all’aletta parasole mediante un gancetto. Ottima la durata della batteria: 20 ore di comunicazione e addirittura 1.000 in stand-by.

Acquista su Amazon.it (€39,9)

 

 

 

Avantree BTCK-10B

 

Se non è il miglior vivavoce per auto, questo Avantree è sicuramente uno dei più apprezzati e più venduti sul mercato. Colpisce infatti per l’ottimo rapporto qualità/prezzo: a una cifra contenuta si porta a casa un dispositivo che ha tutte le caratteristiche che servono all’automobilista.

Intanto, va detto che funziona con tutti i dispositivi Bluetooth e supporta anche la funzione navigatore del cellulare. La tecnologia multipunto consente di collegare due smartphone contemporaneamente.

Anche in questo caso, dopo aver collegato il dispositivo la prima volta, questo verrà automaticamente riconosciuto in seguito, basterà entrare nel raggio d’azione del Bluetooth che è di 10 metri.

Le funzioni presenti sono le classiche che si trovano in questi dispositivi: rispondere a, rifiutare, terminare una chiamata; telefonare alla persona usando il comando vocale e quindi senza digitare; regolare il volume, attivare/disattivare la funzione Mute; trasferire le chiamate dal cellulare al vivavoce e viceversa.

Come detto, è anche possibile associare due telefoni insieme e quindi rispondere a una telefonata in arrivo sul secondo tenendo la prima chiamata in attesa.

Acquista su Amazon.it (€24,99)

 

 

 

Aigoss T821

 

Tra i migliori vivavoce per auto del 2018 inseriamo anche questo Aigoss che ha riscosso un notevole successo per il prezzo davvero competitivo al quale viene attualmente venduto.

Fissato all’aletta parasole dell’automobile, permette di chiamare e rispondere senza prendere il cellulare. In realtà, può essere utilizzato comodamente anche a casa, basta avere lo smartphone entro un raggio di 10 metri.

In auto è possibile sfruttare l’applicazione GPS del cellulare e ascoltare le indicazioni che, a questo punto, verranno fuori dal vivavoce con un audio molto probabilmente più forte e chiaro, e anche la playlist memorizzata.

Nonostante il costo di prima fascia, anche questo dispositivo riconosce automaticamente il cellulare ogni volta che si entra in auto dopo averlo associato la prima volta e permette di collegare due smartphone allo stesso tempo.

Acquista su Amazon.it (€18,99)

 

 

 

Besign BK02

 

Ecco un altro modello che potrebbe solleticare l’interesse di chi cerca un buon kit vivavoce spendendo il meno possibile. Qui infatti il punto di forza è proprio il prezzo assolutamente competitivo.

I colori disponibili sono due in modo da poterlo adattare meglio all’interno dell’auto e, inoltre, l’azienda permette di scegliere tra la versione base e, con un sovrapprezzo, quella con isolatore del rumore che cancella efficacemente il ronzio di sottofondo per avere conversazioni più nitide con l’interlocutore.

In entrambi i casi, il vivavoce permette di associare due telefoni contemporaneamente, di ascoltare la musica archiviata, le indicazioni dell’app navigatore e di usare Siri e i comandi vocali.

Questo dispositivo non va fissato all’aletta parasole ma al cruscotto facendo aderire la parte adesiva posteriore. Poi bisogna collegarlo alla presa USB dello stereo o all’accendisigari e anche all’ingresso AUX dell’autoradio, quindi bisogna controllare che ci sia.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Parrot MKi9100

 

Come scegliere un buon vivavoce per auto tecnologicamente avanzato? A chi cerca funzioni innovative e diversificate consigliamo di dare un’occhiata a questo Parrot. Qui, oltre alle normali funzioni di chiamata, richiamata, ascolto musica, supporto di due cellulari contemporaneamente, ecc., il dispositivo è dotato di display Oled che permette di visualizzare informazioni utili, per esempio nome e numero del chiamante e traccia musicale riprodotta.

Sono supportati i comandi vocali per chiamare l’interlocutore semplicemente dicendo il suo nome: il vivavoce si sincronizza automaticamente alla rubrica del telefono. Se un dispositivo non supporta il Bluetooth, è possibile collegarlo mediante l’apposito connettore fornito ed ascoltare quindi la musica in streaming da lettori, chiavette e memorie esterne.

La dotazione include anche un telecomando che permette di controllare la riproduzione musicale, mettendo pausa, andando alla canzone successiva o precedente, abbassando o alzando il volume. Il costo di questo apparecchio è decisamente superiore a quello degli altri visti in precedenza.

Acquista su Amazon.it (€136)

 

 

 

Come utilizzare il vivavoce per auto

 

Tutti sanno che quando si è alla guida non si può parlare al cellulare tenendolo in mano: si rischia, infatti, una sanzione amministrativa. E non è neanche questa la cosa peggiore. Parlare al telefono mentre si guida è spesso fonte di distrazione. Una distrazione che può essere fatale perché causa di incidenti, anche mortali. Per non essere un pericolo per sé stessi e soprattutto per gli altri, che non sono responsabili della vostra condotta sconsiderata, la soluzione è il vivavoce per auto.

 

 

Auricolare? No grazie

C’è chi l’auricolare proprio non lo sopporta e chi, invece, ha la necessità di far ascoltare la conversazione telefonica anche a qualcun altro presente in auto. Il vivavoce risponde a entrambe alle esigenze. Non è richiesto, infatti, tenere un dispositivo fisso all’interno dell’orecchio.

 

L’installazione

Installare un vivavoce per auto non richiede alcuna competenza particolare: si tratta di un’operazione alla portata di tutti. Ci sono due possibili scenari, chiamiamoli così. Il primo prevede il fissaggio all’aletta parasole, senza la necessità di cavi. Il secondo caso, invece, obbliga a stabilire un collegamento via cavo alla porta USB dell’autoradio oppure all’accendisigari.

 

Associare il vivavoce allo smartphone

Dopo aver fissato il vivavoce all’interno dell’abitacolo della vettura è necessario stabilire una connessione con lo smartphone. Ciò avviene mediante il Bluetooth, dunque, se non lo avete attivato sul vostro smartphone, fatelo, per consentire ai due dispositivi di associarsi. Tutto ciò avverrà automaticamente.

 

 

In caso di due smartphone

Se avete l’esigenza di collegare allo stesso vivavoce due smartphone, dovete prendere in considerazione quei modelli che consentono tale eventualità. Il procedimento per stabilire la connessione non è dissimile da quello visto in precedenza.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.