La migliore sfogliatrice

Ultimo aggiornamento: 11.12.18

 

Sfogliatrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

La sfogliatrice è uno strumento che permette di preparare diversi tipi di pasta, per accontentare la fantasia di chi ama cucinare in casa. In commercio sono presenti modelli manuali e dotati di motore: qual è quello da preferire? Molto dipende dall’impiego che se ne deve fare e dalla cifra che si intende spendere. Un occhio va dato all’ingombro e al peso di un articolo che deve adattarsi alle dimensioni della vostra cucina. Inoltre deve avere uno spessore regolabile, per permettervi di creare sfoglie di ogni tipo. Nella nostra guida potrete trovare diverse indicazioni utili per fare la scelta più opportuna: intanto ecco un’anteprima dei prodotti che preferiamo. In cima poniamo Marcato Classic Atlas 150, un modello manuale che permette di realizzare varie forme di pasta, dalle lasagne alle tagliatelle. Viene preferito da molti per il suo buon rapporto qualità/prezzo. Subito dopo viene Imperia Titania 190, in acciaio resistente all’uso e ai lavaggi. Include anche un manuale di istruzioni e un ricettario, per avere qualche suggerimento in più.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore sfogliatrice

 

La pasta fatta in casa è un’esigenza di molti, che desiderano preparare i propri manicaretti da soli. La sfogliatrice è lo strumento indispensabile per ottenere il risultato sperato, ma può essere impiegata anche per altri tipi di impasti. La nostra guida contiene utili suggerimenti che vi aiuteranno a fare la scelta più opportuna. Confrontate i prezzi dei prodotti che vi proponiamo nella classifica più in basso, per individuare quello più indicato alle vostre tasche.

 

 

Guida all’acquisto

 

Manuale o elettrica?

Se è il prezzo la vostra maggiore preoccupazione, dovete considerare prima di tutto il modello da comprare. Sul mercato sono infatti presenti sia sfogliatrici manuali, sia elettriche: qual è quella che fa per voi?

La composizione base di questi articoli è sempre costituita da un corpo metallico, che è pensato per venire a contatto con gli alimenti senza intaccarli. Grazie a un morsetto è poi possibile fermare la struttura sul piano, così da non farla muovere durante il lavoro.

Quelle manuali hanno una manovella, che dovrà essere ruotata con la vostra forza per permettere all’impasto di passare attraverso il rullo ed essere steso nello spessore che desiderate. La variante con il motore implica meno fatica ma fa anche lievitare il prezzo del prodotto, costringendovi a oltrepassare un budget contenuto.

Un modello molto amato da chi vuole essenzialmente realizzare la pasta corta è quello a estrusione, che ha una struttura in plastica e un display digitale, attraverso il quale è possibile regolare le varie impostazioni.

 

Dimensioni e peso

Se avete una cucina piccola, un modello standard di sfogliatrice non comporta un ingombro eccessivo. Si tratta infatti di macchinari compatti, che possono contare anche sulla leggerezza di materiali che le fanno pesare non più di 5 kg.

Il discorso cambia per quelle a estrusione, che sono un po’ più corpose e pesanti, e per quelle professionali, che richiedono senza dubbio uno spazio da dedicare loro totalmente.

Il materiale di fabbricazione è importante perché assicura lunga vita al dispositivo, anche in seguito a un uso costante. Prediligete l’acciaio, innocuo a contatto con gli alimenti, limitando la presenza della plastica alle guarnizioni, perché non molto resistente se lavata con costanza.

 

 

La regolazione dello spessore

La migliore marca è quella che vi permette di regolare lo spessore, in base al tipo di impasto che volete ottenere. I livelli possono variare ed essere compresi tra i 6 e i 10, anche se qualche sfogliatrice potrebbe averne di meno.

Considerate che una sfoglia di spessore di circa 0,5 mm vi consente di ottenere pasta lunga, come le tagliatelle o le pappardelle, di larghezza abbastanza corposa. Le recensioni degli altri utenti, che hanno potuto sperimentare il prodotto che vi piace prima di voi, possono essere un punto d’appoggio e rivelare difetti e pregi della macchina che intendete acquistare.

Considerate anche la presenza di accessori, che possono rendere più semplice realizzare alcuni tipi di pasta, e un libretto di istruzioni, utile soprattutto quando il modello è dotato di un motore.

 

Le migliori sfogliatrici del 2018

 

Ecco qui i cinque prodotti che abbiamo preferito tra quelli venduti online. Fate una comparazione delle loro caratteristiche per individuare quale sfogliatrice comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Marcato Classic Atlas 150

 

Se per voi la migliore sfogliatrice in commercio è quella classica a manovella, non potrete trovare di meglio del modello di Marcato. Questo prodotto si caratterizza innanzitutto per il suo buon rapporto qualità/prezzo, che lo rende una delle offerte più valide in circolazione.

È possibile regolare con molta facilità lo spessore della pasta, che può essere più corposa e raggiungere i 3 mm oppure molto sottile (da 0,02 mm), muovendosi in un range di nove diversi tipi di impostazione. Anche il formato della pasta è selezionabile: se ne possono ottenere ben quattro ovvero gli spaghetti, le tagliatelle, i tagliolini e le immancabili lasagne.

Il punto debole sembra essere il fermo, indispensabile per impedire al dispositivo di muoversi durante la rotazione della manovella. Questo sistema è infatti costituito da un morsetto troppo stretto, che non va bene per tavoli di un certo spessore.

Sfogliatrice manuale che si evidenzia dal resto dei concorrenti per il buon rapporto qualità/prezzo. Consente di preparare la pasta scegliendo lo spessore più adatto alle proprie esigenze e la tipologia tra le quattro opzioni presenti: spaghetti, tagliolini, lasagne o tagliatelle.

Pro
Spessore:

la pasta che si va a creare con questa sfogliatrice può avere uno spessore variabile tra i nove selezionabili a piacimento.

Qualità/prezzo:

questa sfogliatrice è presa spesso in considerazione dagli utenti per il buon rapporto qualità/prezzo che è in grado di offrire.

Tipi di pasta:

spaghetti, tagliolini, tagliatelle e la sempre apprezzata lasagna sono i quattro tipi di pasta che si possono creare con la sfogliatrice Marcato Classic

Contro
Morsetto:

serve per bloccare la sfogliatrice al piano di lavoro ed è un po’ stretto e, se lo spessore del tavolo è alto, difficilmente si riuscirà a posizionare in sicurezza la sfogliatrice.

Acquista su Amazon.it (€37,64)

 

 

 

Imperia Titania 190

 

La sfogliatrice di Imperia è uno degli articoli più venduti del web per il suo valido rapporto qualità/prezzo. Si tratta infatti di un prodotto in acciaio cromato dal costo molto popolare. Il modello in questione è manuale, per cui dotato di una manovella che, girando, creerà i tipi di pasta desiderati.

Grazie al pomello posto al lato, è possibile regolare fino a sei diverse posizioni per dare vita a differenti spessori di sfoglia. Per alcuni utenti questo meccanismo è abbastanza fragile, per cui consigliano di fare attenzione a non sforzare troppo i dentini della ruota.

Gli accessori come il morsetto risultano utili a far funzionare meglio il prodotto, che qualche acquirente associa a un motore esterno per azionarlo in maniera automatica. La presenza di elementi come il manuale di istruzioni e il ricettario, la incoronano come una delle migliori sfogliatrici del 2018.

Il modello più economico dei cinque proposti nella nostra guida per scegliere la migliore sfogliatrice lo produce Imperia con il modello Titania 190. Fabbricato in acciaio cromato ha il pomello posto sul lato che consente di selezionare lo spessore della pasta. Nella confezione è proposto anche un ricettario.

Pro
Prezzo:

il suo costo davvero alla portata di tutti consente a chiunque di preparare la pasta in casa senza spendere molti euro.

Sfoglia:

si può decidere lo spessore della sfoglia semplicemente agendo sul pomello laterale deputato a questa operazione.

Ricette:

chicca presente nella confezione è un comodo ricettario dove trovare diversi tipi di piatti a base di pasta, per stupire amici e parenti.

Contro
Pomello:

l’elemento che consente di scegliere lo spessore della pasta, secondo il parere degli utenti, risulta molto fragile e quindi è da trattare con molta cura.

Acquista su Amazon.it (€31,99)

 

 

 

Imperia Electric 650

 

L’importanza di una sfogliatrice elettrica sta tutta nella possibilità di affaticarsi di meno quando si vuole fare della buona pasta fatta in casa. Chi ha poca forza nelle braccia non avrà dunque difficoltà a utilizzarla. Imperia propone una versione con motore della sua macchina per la pasta, dedicata proprio a chi ha questa esigenza.

Chi lo desidera può però utilizzare la canonica manovella, che è inclusa nella confezione. Il grande vantaggio di questo prodotto sta nella silenziosità del motore, che non crea disturbo quando è in azione. Il corpo del prodotto è in acciaio inox, resistente all’uso e alla ruggine, per un acquisto durevole nel tempo.

La presenza di sei diversi spessori aiuta a creare tutti i tipi di paste desiderate, così da aiutarvi a realizzare svariati piatti. Il punto debole sembra invece essere il fermo, che è in plastica e appare perciò più fragile, oltre a dover essere utilizzato con particolare cautela.

Per chi non vuole fare fatica nel preparare la pasta fatta in casa, Imperia propone Electric 650 che, come si evince dal nome, è un modello elettrico, dotato quindi di un piccolo motore che si occupa di far girare i rulli. Volendo però si può utilizzare la classica manovella. Gli spessori di pasta selezionabili sono sei.

Pro
Elettrica:

questa sfogliatrice ha un motore elettrico che aziona i rulli per la creazione della pasta. Si rivela anche molto silenzioso quando è in funzione.

Acciaio inox:

il corpo della sfogliatrice è costruito in acciaio inox, materiale che assicura durabilità nel tempo ed è anche meno soggetto alla ruggine.

Versatile:

se per qualche motivo il motore non funziona, si può comunque fare la pasta tramite la classica manovella presente nella confezione.

Contro
Morsetto:

Il nuovo modello Imperia ha però un difetto: il morsetto che fissa la sfogliatrice al tavolo è in plastica, quindi è molto fragile e deve essere utilizzato con molta attenzione.

Acquista su Amazon.it (€78,25)

 

 

 

Kenwood AX970

 

Tra i nostri consigli d’acquisto non può mancare la sfogliatrice Kenwood, ideale per chi ha intenzione di non limitare la fantasia. Grazie alla presenza della manopola è infatti possibile regolarla in modo da ottenere ben nove diversi tipi di sfoglia, per realizzare anche lasagne e tortellini.

Il must di questo prodotto è senza dubbio il corpo in acciaio cromato e delle componenti che possono vantare la stessa resistenza, così da non dover sostituire neppure una parte in seguito all’uso. Un elemento molto apprezzato dagli acquirenti più esperti è la possibilità di collegarvi degli accessori per farlo funzionare meglio e renderlo ancora più performante.

Alcuni utenti ritengono però che il suo impiego sia troppo limitato, dato che la sua compatibilità è esclusivamente con il K-Mix, e che il costo sia davvero molto alto rispetto ad altri prodotti dello stesso genere.

La sfogliatrice Kenwood offre la possibilità di scegliere tra ben novi spessori di pasta da creare. Piace la possibilità di produrre anche tortellini oltre alle classiche lasagne. Il corpo in acciaio cromato la rende immune da corrosione e ruggine, oltre che bella anche da punto di vista estetico.

Pro
Ampia scelta:

la possibilità di creare sfoglia in ben nove spessori consente anche di preparare, tra le altre cose, tortellini e lasagne.

Resistente:

la scelta azzeccata di Kenwood di fornire una sfogliatrice in acciaio cromato rende questo modello molto resistente in tutti i suoi componenti e anche un gradevole accessorio da mettere in bella mostra.

Accessori:

volendo si possono acquistare a parte una serie di accessori per renderla ancora più performante.

Contro
K-Mix:

gli accessori compatibili con questa sfogliatrice sono quelli della serie K-Mix, ritenuti da molti utenti fin troppo costosi.

Acquista su Amazon.it (€125)

 

 

 

Pastaline Mini Sfogly

 

Se ancora non avete idea di come scegliere una buona sfogliatrice, probabilmente avete bisogno del nostro aiuto. Considerate allora il modello proposto da Pastaline, che è dedicato a tutti coloro che hanno bisogno di un prodotto dai risultati superiori alla norma.

Se infatti desiderate non limitarvi a creare la pasta, questo articolo sarà indispensabile per modellare il cioccolato o il marzapane, oltre alla più difficile pasta frolla, che ha bisogno di grande delicatezza. Si tratta di una sfogliatrice professionale, che è in grado di dare vita a impasti molto sottili e fino a 0,5 mm.

Chi l’ha scelta ha potuto apprezzare la bontà dei risultati che solo un prodotto pensato per un uso non solo casalingo può dare. Tuttavia è necessario considerare le sue dimensioni: se non si ha molto spazio a disposizione non è possibile collocarla in casa senza creare ingombro.

Sfogliatrice professionale che non si limita a creare solo pasta, ma anche per modellare il marzapane o il cioccolato, senza dimenticare la difficile pasta frolla. Consente di realizzare impasti sottili e fino a 0,5 mm. Chi volesse sapere dove acquistare questa sfogliatrice professionale, può trovare i link dei venditori online sotto i pro e contro di questa pagina.

Pro
Professionale:

chi ha necessità di fare spesso e velocemente la pasta fatta in casa ha la necessità di rivolgersi a una sfogliatrice di alto livello, come la Pastaline Mini Sfogly.

Spessori:

la particolarità di questa sfogliatrice è la possibilità di creare impasti con svariati spessori che possono arrivare fino a 0,5 millimetri.

Facile da usare:

anche se è un modello professionale, la semplicità d’uso è uno degli aspetti migliori di questa sfogliatrice, come evidenziano gli utenti che l’hanno acquistata.

Contro
Ingombro:

essendo una macchina professionale le sue dimensioni non sono di certo compatte. Serve infatti un po’ di spazio dove poterla posizionare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una sfogliatrice

 

Organizzare un pasto per i propri amici o familiari è un autentico piacere e questo viene amplificato quando si dispone dell’arte di saper fare la pasta fresca in casa. Le nonne sono grandi esperte e chi tutt’oggi cerca di imitare o ottimizzare le loro abilità potrebbe preferire l’aiuto di una sfogliatrice, supporto valido quando il lavoro manuale risulta molto impegnativo. Con questa guida, vogliamo indirizzarvi nella scelta e nell’uso del modello più adatto.

 

 

Utilizzo

All’interno della confezione, troverete la manovella, il morsetto, l’accessorio da taglio per vari tipi di pasta e la sfogliatrice, ossia il corpo principale. Dopo aver assemblato i componenti, posizionate il set vicino al bordo del tavolo e agganciatelo saldamente a quest’ultimo utilizzando il morsetto. Quindi, prendete l’impasto precedentemente preparato e prelevatene una porzione tagliandola con il coltello.

Lavoratela un po’ con il palmo delle mani e spolverizzate una piccola quantità di farina, così che non si attacchi alle superfici della sfogliatrice. Aprite al massimo lo spazio tra i due rulli e iniziate a passare l’impasto: la sfoglia deve essere stesa più volte e a ogni nuova passata ricordatevi di ruotare la manovella, restringendo lo spessore tra i rulli. Avrete finito quando la sfoglia avrà una consistenza omogenea e regolare e allora potrete spolverizzare un altro po’ di farina sui due lati. Quindi, riponetela sul ripiano o sullo stendipasta a riposare.

Nel frattempo decidete la tipologia di pasta che volete proporre ai commensali e sistemate l’accessorio dedicato sulla sfogliatrice: inserite ogni sfoglia nei rulli e girate la manovella. Così avrete preparato un’ottima base per il primo piatto.

 

Accessori

A seconda della tipologia di pasta che desiderate preparare, avete bisogno dell’accessorio specifico: optate per quello per spaghetti tondi da 2 mm, capelli d’angelo da 1,5 mm, tagliatelle da 2 mm, fettuccine da 6,5 mm o pappardelle da 44 mm.

 

 

Cura e pulizia

Se è il primo utilizzo, passate tra i rulli un pezzetto di impasto che poi getterete via, non usandolo come base per la pasta. Le operazioni di igiene e pulizia devono essere più scrupolose dopo gli usi successivi, quando all’interno dei rulli saranno già passati la farina e l’impasto stesso. Procedete con dei bastoncini in legno, come gli stuzzicadenti, e rimuovete ogni residuo della pasta, il quale potrebbe attirare gli insetti.

Non usate strumenti appuntiti come forchette e coltelli, per non danneggiare le superfici dei rulli, ed evitate con cura l’acqua, perché l’umidità causa il deterioramento dell’acciaio.

Con un pennellino, pulite gli interstizi tra i vari componenti, assicurandovi che non ci siano ulteriori residui, mentre con un panno morbido e asciutto spolverate il corpo principale. A questo punto potrete riporre la sfogliatrice pulita e completamente asciutta nella sua confezione fino al prossimo utilizzo.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 4.67 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.