Pareti sporche: tante soluzioni per pulirle

Ultimo aggiornamento: 07.07.20

Inestetiche e per nulla igieniche macchie sui muri possono essere eliminate senza troppa fatica. Qui di seguito vi presentiamo alcuni sistemi che garantiscono ottimi risultati contro muffa, nicotina e persino tracce di cibo.

 

Con il tempo le pareti si sporcano e molto spesso le macchie sono così evidenti da fare impressione. Tra le più comuni ci sono sicuramente quelle dovute all’umidità ma è sbagliato pensare che il problema sia circoscritto a queste. In realtà sono tanti gli elementi che sporcano le mura e oltretutto inquinano l’aria domestica. Qualche esempio? La nicotina ma anche i fumi derivanti dalla cucina, senza dimenticare l’inquinamento atmosferico e, se vivete in città o in prossimità di qualche fabbrica, sapete bene di cosa stiamo parlando. 

Mettiamoci, poi, anche lo zampino di qualche piccolo artista che gira per casa armato di penne e pennarelli e che scambia i muri per lavagne. Per questi e altri casi vi presentiamo delle possibili soluzioni utili a smacchiare i muri e se la situazione dovesse essere troppo grave, potete sempre imbiancare con la pittura per pareti più venduta e cogliere l’occasione per cambiare colore se il vecchio vi ha stancato.

 

Contro la muffa

La muffa è un problema diffuso, spesso è presente in bagno che, visto che si tratta solitamente di un ambiente piccolo, non sufficientemente arieggiato e con il vapore acqueo dovuto alla doccia, la sua comparsa è quasi inevitabile. Naturalmente la muffa può apparire anche altrove. Per risolvere il problema si possono usare rimedi ecologici oppure dei prodotti specifici. 

Vedamo il primo caso che prevede una miscela composta da sale fino, aceto bianco olio essenziale di tea tree e dell’acqua ossigenata. In un contenitore versate 250 g di sale, aggiungete un po’ di aceto in una quantità tale da inumidire il sale ma non scioglierlo, mescolate. Aggiungete acqua ossigenata e olio essenziale di tea tree in quantità minima per non sciogliere il sale: lo scopo è ottenere una pasta da strofinare sulle macchie. 

In alternativa in commercio si vendono tanti prodotti specificatamente pensati per eliminare le macchie di muffa. Che scegliate il rimedio della nonna o quello che vi propone il vostro ferramenta di fiducia dovete comunque essere consapevoli che eliminate la macchia ma non il problema della muffa che può anche avere cause radicate che richiedono interventi mirati e in profondità. Di conseguenza non stupitevi della ricomparsa delle macchie in assenza di provvedimenti adeguati alla soluzione permanente del problema.

Macchie da termosifone

Anche i termosifoni, per non parlare dei caminetti, possono generare macchie sui muri. Si tratta di uno sporco meno complicato da combattere tanto è vero che può bastare un detergente ricavato dal sapone di marsiglia e un po’ d’acqua. Grattugiate il sapone di Marsiglia in modo da ottenere delle scaglie da sciogliere in 1 litro di acqua tiepida. Imbevete una spugna del detergente ottenuto e strofinate la macchia. Con una spugna pulita e imbevuta di sola acqua, rimuovere dalla parete i residui di sapone.

 

Macchie di nicotina

Fumare fa male a voi, a chi vi sta intorno e persino alle pareti di casa che finiscono con il macchiarsi. Le macchie di nicotina si distinguono da quelle di altra natura per il loro tipico colore marrone o giallastro. Attenzione perché le macchie di nicotina sono molto “penetranti” quindi possono arrivare ad interessare anche l’intonaco. La buona notizia è che la rimozione non è complicata. Avete bisogno di un flacone con nebulizzatore, potete ricavarlo da uno dei tanti prodotti per la casa una volta esauriti. 

Potete mischiare all’acqua dell’aceto bianco oppure del succo di limone. Spruzzate il liquido sulle macchie e strofinate con un panno di cotone che, attenzione, è importante risciacquare spesso. Nel caso in cui lo straccio non dovesse bastare perché lo sporco è di quelli ostinati, ricorrere a una spazzola con setole rigide.

Una soluzione alternativa è preparare una miscela di acqua calda e bicarbonato nell’ordine di 200/300 g per litro di acqua. Eliminate gli eccessi di bicarbonato con un panno morbido imbevuto in acqua. Lasciate porte e finestre aperte per accelerare l’asciugatura della parete.

Una volta eliminate tutte le tracce, se proprio non volete smettere di fumare, almeno andate sul balcone o in giardino! 

 

Scritte sui muri

Se per casa avete un piccolo graffitaro e non avete avuto la brillante idea di comprargli colori lavabili, un rimedio c’è comunque, anzi, ve ne diamo due. Vediamo il primo. Imbevete una spugna con una miscela di acqua e sapone neutro, tamponate la zona sporca, fate trascorrere una trentina di minuti e risciacquate con un panno imbevuto di acqua tiepida. In alternativa c’è sempre la classica soluzione di acqua e bicarbonato.

Macchie di unto

Anche nelle migliori famiglie volano i piatti, persino con il cibo ancora dentro. Che il piatto s’infranga sul muro è non è la cosa peggiore che possa capitare quindi ritenetevi fortunati a non essere stati colpiti. Ora però c’è il problema di pulire la parete. Qui siamo al cospetto di uno sporco che potrebbe essere resistente, meglio usare la trementina da strofinare con una certa energia. 

Una volta asciugato il muro lo sporco dovrebbe essere sparito. Nel caso si una macchiolina di sugo al pomodoro il vecchio sistema del limone dovrebbe bastare, passate uno spicchio sulla macchia e lasciate agire qualche minuto poi pulite con uno straccio imbevuto di acqua e sapone neutro. 

Macchie di cioccolata? Preparate una pasta con sale fino e acqua da strofinare sullo sporco, attendete 30 minuti e sciacquate con acqua, vedrete che del cioccolato non ci sarà più traccia.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status