fbpx

I 5 Migliori Scarponi da Montagna del 2019

Ultimo aggiornamento: 18.10.19

 

Scarpone da Montagna – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Gli scarponi da montagna non sono calzature qualsiasi: senza drammatizzare, sono compagni di viaggio che possono renderlo scomodo o confortevole, sicuro o incerto, piacevole o sgradevole. Ecco perché abbiamo cercato di proporre cinque prodotti con prezzi molto diversi tra loro, con un occhio di riguardo al risparmio, ma senza mai dimenticare alcuni essenziali standard di qualità. Per versatilità e caratteristiche, abbiamo messo in cima alla nostra cinquina il modello Crow Gore-Tex della Salewa, marchio di garanzia per la montagna. Ma altrettanto si può dire di La Sportiva, dal cui catalogo abbiamo selezionato le eccezionali (e costose) Nepal Cube GtxPer escursionisti meno avvezzi a imprese estreme, può essere invece un’ottima scelta il modello Salomon Authentic Ltr Gtx.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori scarponi da montagna?

 

L’acquisto di uno scarpone di montagna merita un po’ più di ponderazione rispetto ad altre calzature. Un prodotto di buona qualità può infatti risparmiarvi vesciche, piedi bagnati, distorsioni e altri fastidi, al termine di una passeggiata sui monti.

Questa è una guida per scegliere il migliore scarpone da montagna, che, come sempre, è quello che meglio si adatta alle vostre esigenze. È però necessario rispettare alcuni standard.

 

 

Il comfort innanzi tutto

I piedi non sono tutti uguali e le scarpe non calzano tutte allo stesso modo.

È fondamentale che il piede sia perfettamente a suo agio: non deve battere in punta, ma nemmeno scivolare all’interno, la caviglia deve essere ben fasciata, ma il collo deve godere della giusta mobilità in salita e discesa. 

È sempre meglio scegliere almeno mezzo numero in più rispetto alle normali calzature, poiché lo scarpone dovrebbe essere indossato con calze di discreto spessore, possibilmente con la punta e il tallone rinforzati e più morbidi.

Le calze da trekking sono realizzate proprio con questo criterio e sono consigliabili rispetto a modelli a prezzi più bassi ma di scarsa tenuta e qualità. 

Inoltre, indipendentemente dall’allenamento, i piedi si gonfiano dopo alcune ore di cammino, e devono trovare spazio a sufficienza!

Un altro elemento da considerare, quando ci si domanda quale scarpone da montagna comprare, è il peso, talvolta sottovalutato.

Con gli scarponi si deve convivere, spesso, per molte ore, talvolta su terreni difficili, e sollevare calzature pesanti è più impegnativo, in proporzione, che trasportare uno zaino.

In pratica, la scelta di un paio di scarpe da 500 grammi rispetto a un modello da poco più di un chilo corrisponde a togliere dal vostro zaino più di cinque chili di peso. E chi fa escursioni sa cosa significa…

 

Fate una prova

Ecco un altro esempio di come scegliere un buon scarpone da montagna: prima dell’acquisto, è bene provare la scarpa con indosso le tipiche calze che userete in escursione. Inoltre, molti esperti consigliano di fare anche qualche piccola simulazione della tenuta della calzatura in salita e in discesa.

Alcuni negozi specializzati mettono a disposizione delle pedane realizzate per questo, ma è sufficiente individuare un rialzo di circa 7 o 8 centimetri e posizionarvisi sopra prima con il tallone, per verificare come scivolerà il piede in discesa, quindi con la punta, per controllare il comfort del tallone e l’elasticità della tomaia, che deve garantire la giusta flessibilità al collo del piede in salita.

Questo è da considerarsi un test preliminare e certo non definitivo. Prima di partire con un paio di scarponi nuovo, sarebbe meglio indossarlo per qualche ora nel corso delle settimane che precedono l’escursione, in modo che si adatti alle vostre estremità e perda un po’ della rigidità tipica del prodotto appena acquistato. 

 

 

Suola e tomaia

Il migliore scarpone da montagna si identifica spesso con quello che offre buone garanzie sulla suola e sulla tomaia. 

I produttori hanno fatto molti investimenti sulla tecnologia della suola. Hanno inventato miscele di gomma che si distribuiscono diversamente lungo la pianta del piede. 

La suola di una scarpa da montagna deve essere flessibile, ma anche abbastanza dura da proteggere da sassi e terreni impervi.

Quando si cammina su sentieri, nevai o pietraie, la scarpa riceve sollecitazioni molto più dure rispetto a quando si passeggia su un manto erboso o anche in città. Di conseguenza, potrebbe consumarsi molto più in fretta.

Un buon modello dovrebbe sopravvivere per circa 1.500 chilometri, anche se molto dipende dal tipo di terreno affrontato.

È indispensabile che lo scarpone fornisca una buona trazione, che permetta cioè di restare stabili e con buona presa anche su percorsi ghiaiosi e scivolosi.

La tomaia deve essere morbida, e garantire una buona impermeabilità. Da questo punto di vista, però, non bisogna farsi eccessive illusioni: un conto è attraversare un ruscello, affrontare una pioggia lieve, altro è camminare per giorni su terreni bagnati e immersi in ambienti umidi. 

Anche il gore-Tex, uno dei migliori prodotti usati per rendere resistente all’acqua una scarpa, non ha una tenuta assoluta e, una volta bagnato, si appesantisce molto. 

Il che non significa che non sia una buona scelta.

 

I 5 migliori scarponi da montagna – classifica 2019

 

1. Salewa Crow Gore-Tex scarponi da montagna

 

Principale vantaggio:

Gli scarponi Salewa si trovano in vendita a prezzi relativamente accessibili e la loro migliore caratteristica è la versatilità. Resistenti, “ramponabili” e in gore-Tex, sono adatti a diversi tipi di escursioni, anche molto impegnative.

 

Principale svantaggio:

Possono sopportare sbalzi di temperatura tipica della montagna, ma non sono progettate per un clima troppo rigido. Si adattano solo a ramponi semi automatici.

 

Verdetto: 9.8/10

Gli scarponi Salewa sono un giusto compromesso tra risparmio, altissima affidabilità e versatilità. Amanti della montagna, escursionisti esperti e camminatori occasionali resteranno secondo noi ugualmente soddisfatti. Il prezzo non è basso, ma è assolutamente nella media per prodotti di questa qualità. 

Acquista su Amazon.it (€195,82)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Lavori in pelle

Gli scarponi della Salewa, modello Crow, sono in vendita con modelli, numeri e colori sia per uomo sia per donna. 

Si possono trovare, venduti online, a prezzi nettamente inferiori ai 200 euro. Si tratta di un costo ugualmente impegnativo per molti, ma quando bisogna scegliere calazature da montagna, il prodotto più economico non sempre è il più conveniente.

In questo caso, si acquista un modello di scarpe particolarmente duttile, che si adatta perfettamente a esigenze di diverso livello.

È realizzato per sopportare le brusche variazioni di temperature tipiche della montagna e dell’alta montagna e la membrana in gore-Tex garantisce impermeabilità e calore. Non sono però espressamente pensate per essere usate in inverno.

I pareri degli esperti e dei clienti convergono nel riconoscere a questi scarponi ottime qualità su diversi tipi di terreno: ghiaia, pietre, neve possono essere affrontati con sufficiente sicurezza, grazie, in particolare, alla capacità di trazione delle suole. 

Sono scarpe consigliate per alpinismo estivo non troppo impegnativo, trekking, ferrate, ma anche più semplici passeggiate.

La suola, infatti, non è rigida come in un classico scarpone per alpinisti puri, ma non è neppure elastica come quelle che si trovano nelle tradizionali scarpe da trekking. È una interessante via di mezzo.

Pronte per i ramponi

È possibile attrezzare gli scarponi con ramponi, anche se risultano compatibili solo quelli semi automatici.

Rispetto a quelli automatici, come sanno gli esperti del settore, garantiscono un aggancio un po’ meno solido e si adattano a precise tecniche alpinistiche.

L’azienda cita espressamente la marca Combi, ma, in generale, i ramponi semi automatici si attaccano alla suola tramite una leva regolabile sul tallone, e si adattano agli scarponi che hanno l’intaglio automatico posteriore, ma non in punta.

Sulla punta, i ramponi di questo tipo mostrano una gabbietta, generalmente in materiale plastico ma anche in fettuccia, che avvolge la parte anteriore dello scarpone. 

Ovviamente, è possibile usare anche ramponi universali, che per definizione si adattano a qualunque scarpone da montagna. Si tratta, però, di prodotti adatti a chi affronta un alpinismo classico e semplice.

 

Neve e pioggia

Come abbiamo detto, parliamo di scarponi adatti a diverse attività e in grado di sopportare differenti situazioni climatiche. Ma come per ogni prodotto versatile, in grado di fare un po’ tutto, bisogna saperne riconoscere i limiti.

In questo caso, come è possibile leggere in più di una recensione e nei consigli d’acquisto, i confini principali sono temperature molto basse e, in realtà, anche un uso prolungato nel tempo nella neve.

La suola è realizzata con tecnologia Vibram Mulaz: è dotata di tasselli esterni autopulenti, che permettono di liberarsi da scorie di fango e sassi, e di un grip aggressivo che garantisce ottima trazione su differenti tipi di terreno. 

Il peso delle scarpe è di circa 600 grammi: difficile trovare sul mercato prodotti molto più leggeri, almeno con queste caratteristiche tecniche.

Sono, inoltre, particolarmente confortevoli grazie a due tipi di solette, pensate per i piedi affusolati e per quelli a pianta più larga. 

Per l’acquisto, molti utenti confermano che può bastare un 1/2 numero in più, per le considerazioni generali che trovate nella nostra guida all’acquisto (si usano con calze più spesse e il piede gonfia nel corso di lunghe camminate).

 

Acquista su Amazon.it (€195,82)

 

 

 

2. La Sportiva Nepal Cube Gtx scarponi da montagna invernali

 

La Sportiva è marca molto nota agli appassionati di alpinismo di alto livello e non può mancare in questa cinquina dedicata ai migliori scarponi da montagna del 2019.

Parliamo di un prodotto di qualità superiore, in grado di coniugare efficienza, leggerezza, stabilità e sicurezza.

Tutto ciò fa lievitare inevitabilmente il prezzo, che certamente non è per tutte le tasche (si possono superare i 400 euro).

Si tratta, d’altra parte, di un modello adatto ad autentiche imprese, completamente risuolabile.

La suola, Vibram, è compatibile con qualunque tipo di ramponi, mentre la tomaia è in pelle Idro-Perwanger idrorepellente, con una protezione in gomma a 360 gradi e rinforzi su punta e talloni. 

La membrana è in Gore-Tex Insulated Comfort, una particolare lavorazione che permette di affrontare basse temperature, blocca acqua e neve ma consente al sudore di defluire.

L’intersuola è in poliuretano a spessori differenziati e, come detto, prevede un aggancio in Tpu (poliuretano termoplastico, materiale usato spesso nelle scarpe per infortunistica) per ramponi sia nella parte anteriore sia in quella posteriore. 

Il singolo scarpone pesa 825 grammi: è chiaro che non è un modello da passeggio, ma per avventure in montagna.

Rileggiamo tutti i vantaggi e i limiti di questo modello di scarpone consigliato ad alpinisti esperti.

Pro
Qualità tecnica superiore:

il Nepal Cube è un modello avanzatissimo e in grado di affrontare anche condizioni geografiche e climatiche estreme.

Tutti i ramponi:

sono facilmente montabili sulla scarpa ramponi automatici e semi-automatici.

Contro
Prezzo alto:

l’acquisto di questo prodotto può costare più di 400 euro, cifra proporzionata alla qualità, ma molto alta in termini assoluti.

Prodotto non duttile:

scarponi da montagna destinati ad alpinisti ed escursionisti di alto livello, poco adattabili a usi più semplici e meno impegnativi.

Acquista su Amazon.it (€405,9)

 

 

 

3. Salomon Authentic Ltr Gtx scarponi da trekking

 

Si scende di prezzo, ma anche di categoria. Si badi bene: di categoria, non di qualità.

Le Authentic Ltr Gtx, infatti, svolgono alla perfezione i compiti per cui sono state create, ma certo non si può chiedere di più.

Sono scarponcini da trekking, ideali per un escursionismo anche impegnativo, ma che non permettono di affrontare in totale tranquillità neve e ghiaccio: la suola, pur resistente e solida, non è da alpinismo e sarebbe scorretta una comparazione con modelli dedicati specificamente a questa attività.

La tomaia è realizzata in pelle classica, estremamente resistente, con inserti in mesh e protezione in gomma sulla punta.

Il mesh è un materiale sintetico caratterizzato da due qualità, particolarmente importanti nel caso delle calzature da montagna: è particolarmente robusto e traspirante.

I produttori sottolineano l’efficienza del sistema sensifit interno, che permetterebbe alla scarpa di adattarsi al piede e avvolgerlo come un guanto.

La testimonianza di molti acquirenti conferma che il modello calza molto bene e consente di camminare a lungo in condizioni di comfort.

Nella tabella qui sotto abbiamo raccolto Ie migliori e le peggiori caratteristiche di questi scarponi, tra i più venduti in Rete.

Pro
Rapporto qualità prezzo:

scarponi realizzati con materiali tecnici di ottimo livello, a un prezzo accessibile rispetto agli standard del mercato.

Ergonomia:

permettono una calzata comoda e sicura, lasciano respirare il piede e assicurano una buona presa su terreni impervi.

Contro
Condizioni estreme:

la struttura della suola e della tomaia non sono adatte a temperature molto rigide e alpinismo.

Ramponi:

la suola non prevede i tasselli per l’aggancio di ramponi automatici o semi-automatici.

Acquista su Amazon.it (€99)

 

 

 

4. Dolomite 54 High Gtx

 

Questo modello della Dolomite, dal design unico e “nostalgico”, è nato per celebrare i 120 anni compiuti dalla storica azienda italiana.

È una scarpa d’autore, che si distingue dalle altre offerte e riesce a unire un’asciutta eleganza e materiali tecnici di alta qualità. 

Non è la scarpa giusta per affrontare bassissime temperature e condizioni climatiche estreme, ma potete farvi accompagnare in lunghe escursioni in montagna, su sentieri impervi e con diversi tipi di terreni, senza timore d’essere traditi.

La tomaia è in Gore-Tex, la suola è in Vibram, con tacco di tre centimetri che migliora la trazione e la presa. La punta è adeguatamente rinforzata. 

Dotata dell’esclusivo Dolomite Anatomic System, è progettata per offrire comfort e stabilità, giusta traspirazione al piede e adeguata flessibilità.

La cura dei dettagli e delle forme è particolarmente apprezzata dalla clientela femminile, ma è un modello unisex, indossabile anche in ambiente urbano e con abiti borghesi.

Nella tabella sottostante potete leggere, per punti, pro e contro di questa originale scarpa da montagna.

Pro
Design elegante:

ecco un paio di scarpe da trekking con cui non si sfigura neppure in città. Dolomite ha coniugato eleganza e robustezza.

Impermeabilità e resistenza:

la copertura in gore-Tex assicura impermeabilità perfetta in normali condizioni di pioggia. La suola Vibram promette lunga vita.

Contro
Prezzo alto:

Design elegante e qualità tecniche si fanno sentire anche nel prezzo, che comunque non è fuori mercato.

Non per tutte le imprese:

si tratta di scarpe di ottima qualità, ma c’è un limite allo stress a cui potrete sottoporle. Utenti e addetti ai lavori le sconsigliano per avventure estreme.

Acquista su Amazon.it (€138,96)

 

 

 

5. Cmp Rigel scarponcini da montagna bambini

 

Questi scarponicini della Salomon coprono le esigenze specifiche di ragazze e bambini. Sono disponibili numeri e colori che vengono incontro ai gusti femminili e a quelli dei più giovani.

A meno che i vostri ragazzi non siano già pronti per scalare l’Himalaya, questo modello assicura stabilità e impermeabilità più che sufficienti per escursioni su diversi tipi di terreno.

È particolarmente interessante il prezzo (si aggira intorno ai 50 euro), che consente di comprare un prodotto di qualità senza essere costretti a un investimento eccessivo, considerato che i figli crescono e nel giro di una stagione potrebbero avere bisogno di un “upgrade” delle scarpe.

Gli acquirenti testimoniano una buona tenuta anche sulla neve, per passeggiate con le ciaspole, malgrado non sia inserita una membrana in gore-Tex.

Internet potrebbe essere il luogo giusto dove acquistare, dal momento che gli utenti testimoniano perfetta corrispondenza tra i numeri solitamente calzati e i modelli della Salomon. Resta valida l’accortezza di preferire un mezzo numero in più, per le ragioni già spiegate in questa guida. 

Potete verificare nella tabella che segue quali siano gli elementi a favore e sfavore per questi eleganti scarponcini da montagna.

Pro
Prezzo vantaggioso:

si trovano venduti online a un costo che supera di poco i 50 euro, con un rapporto qualità prezzo molto alto.

Suola e grip:

la suola in gomma resistente, ma molto flessibile, e il design brevettato Contagrip assicurano stabilità e presa su diversi tipi di sentieri.

Contro
Senza gore-tex:

le scarpe garantiscono una buona tenuta a neve e acqua, ma non è prevista una membrana in gore-Tex.

Non per tutti i climi:

il prodotto è sufficientemente versatile, ma non è progettato per condizioni climatiche estreme o per alpinismo.

Acquista su Amazon.it (€54,06)

 

 

 

Come usare gli scarponi da montagna

 

Dopo avere scelto il vostro paio di scarponi, bisogna averne la giusta cura. Sconsigliamo, tra l’altro, di cercare esclusivamente i modelli venduti a prezzi bassi. 

Anche se non siete escursionisti particolarmente avventurosi, è meglio affrontare la montagna con calzature che garantiscono un livello minimo di sicurezza e affidabilità. Ne consegue che uno scarpone di montagna potrebbe diventare un piccolo investimento, da preservare. Anche con le scelte giuste a monte.

 

 

Attenti al consumo

Ci sono molti escursionisti che, anche per affrontare l’alta montagna, scelgono di indossare scarpe teoricamente realizzate per il trail running, vale a dire per la corsa campestre o in montagna. 

Le ragioni sono molte: si tratta di modelli molto più leggeri, dotati di suole più elastiche e con un’intersuola che restituisce energia e propulsione. 

Se si è camminatori esperti, questa può essere un’opzione valida, purché non si preveda di affrontare neve o pietre aguzze. Esperti o no, tuttavia, aspettatevi di vedere le vostre suole consumarsi in poco più di 500 chilometri. 

Se si usano scarpe da trekking un po’ più robuste, questa soglia potrebbe salire di circa 300 chilometri. 

Si tratta, naturalmente, di valutazioni approssimative, che dipendono molto dal peso di chi indossa le scarpe e dal tipo di sentieri che affronta. 

 

Pulizia e impermeabilizzazione

Se i vostri scarponi tornano da escursione perfettamente puliti, forse non li state sfruttando quanto dovreste.

Scherzi a parte: fango, sassi, acqua e polvere sono il pane quotidiano di ogni escursionista. I materiali sintetici usati oggi nella costruzione degli scarponi riducono al minimo la necessità di manutenzione, ma non fanno miracoli.

Prima di tutto, se possibile è meglio evitare di asciugare scarpe bagnate vicino a fonti di calore diretta (caloriferi, stufe, ma anche sole diretto).

Per rimuovere il fango è bene aspettare che si secchi, quindi agire con uno spazzolino morbido, soprattutto per le parti in pelle, quindi procedere con uno straccio umido per rimuovere eventuali, capricciosi, residui.

Anche la parte interna può essere strofinata con un panno morbido e acqua tiepida. Resistete alla tentazione di buttare tutto in lavatrice, per il bene degli scarponi e forse anche dell’elettrodomestico.

Se la soletta è estraibile, scelta sconsigliata da molti escursionisti, potrete rimuoverla per pulirla separatamente e farla asciugare naturalmente. 

In alternativa, un po’ di bicarbonato può rimediare ai cattivi odori che si annidano all’interno.

È importante che la scarpa conservi la sua forma, quindi è bene riempirla con un po’ di carta che assorba l’umidità e permetta alla punta di restare ben strutturata.

I tessuti trattati per essere water resistent potrebbero perdere un po’ della loro capacità nel tempo. 

Proprio quando la scarpa è umida, e i fori per la traspirazione sono dilatati, potrebbe essere l’occasione di usare uno spray impermeabilizzante. Ce ne sono molti in commercio e, solitamente, le case di produzione ne consigliano di specifici per i loro modelli.

Le generiche istruzioni qui proposte valgono anche per i prodotti in gore-Tex.

 

 

Attenti ai lacci

Quando si svolge un’operazione di pulizia o manutenzione delle proprie scarpe da escursione, non bisogna dimenticare di verificare lo stato dei lacci.

In generale, sarebbe sempre meglio riporre gli scarponi allacciati dentro sacchetti o scatole da scarpa, in ambienti asciutti. L’allacciatura aiuterà la calzatura a conservare la giusta forma. 

I lacci, oggi prodotti in materiali altamente resistenti ed elastici, sono pur sempre esposti a polvere, acqua e neve, ma è essenziale che si conservino integri e “sani”.

Al primo segno di slabbratura sarebbe meglio sostituirli, per evitare che si strappino proprio mentre siamo impegnati su qualche difficile salita o su uno scomodo sentiero. È ovvio che nello zaino dovremmo sempre averne un paio di scorta, ma ci sono situazioni in cui eseguire il cambio potrebbe essere disagevole. 

Controllate anche che non siano troppo secchi, una condizione che prelude quasi sempre alla rottura. 

Se avete optato per scarponi in pelle, o che hanno parti in pelle, è importante averne particolare cura.

La pelle tende a seccarsi e indurirsi, quindi a mostrare crepe e lacerazioni. Per evitarlo, bisogna semplicemente passare una crema “idratante” adatta, con un panno morbido e una spazzola. 

Alcuni esperti propongono perfino di riscaldare preventivamente le parti in pelle con un normale phon da capelli. 

Sembra che questa precauzione permetta alla crema che si stenderà successivamente di penetrare più a fondo nel tessuto.

 

 

 

Domande frequenti

 

Meglio scarponi alti o scarpe basse? 

Il dibattito è aperto, tra gli escursionisti. Non stiamo parlando di tacchi femminili: è evidente che una calzatura che avvolge e fascia la caviglia può prevenire fastidiose distorsioni, ma è altrettanto vero che, per garantire un simile supporto, l’escursionista dovrebbe stringere con forza i lacci. 

In molti casi, questo non avviene, e il possibile sostegno di una scarpa alta è quasi completamente vanificato. 

Alcuni esperti camminatori preferiscono avere la caviglia libera, per garantirsi maggiore mobilità dell’articolazione. 

Si tratta di scelte soggettive, che dipendono dall’esperienza, dall’abilità e dalla struttura fisica. Il nostro parere è di cominciare sempre con una scarpa alta. 

 

Cos’è il differenziale? 

Probabilmente avrete letto il termine differenziale accanto alla descrizione dell’intersuola di una scarpa, e lo avrete trovato espresso in millimetri.

Il differenziale, anche chiamato drop, misura semplicemente la differenza di altezza tra tallone e avampiede. 

La suola e di conseguenza l’intersuola di uno scarpone da montagna non devono essere piatte, perché questo ridurrebbe la trazione della scarpa. La misura del differenziale è in grado di condizionare la camminata. 

Si tratta di un elemento preso in grande considerazione da chi svolge attività di corsa (running) e corsa in montagna (trail running), meno da chi fa trekking e alpinismo. 

 

Qual è la migliore suola? 

Molto dipende dall’uso che si intende fare della scarpa. In generale, più dura è la suola più rischia di affaticare il piede, ma è altresì vero che per alcuni tipi di terreni di montagna, è necessario proteggere il piede da colpi e traumi.

La tecnologia attuale è in grado di contemplare entrambe le esigenze.

Uno dei materiali preferiti dagli appassionati di trekking è il Vibram, un particolare prodotto per suola creato da un’azienda italiana e declinato in diverse varianti che coprono tutte le attività sportive, dal motociclismo all’escursionismo all’arrampicata. 

 

Esistono altre marche che garantiscono buona qualità, quali Frixion e Contagrip. 

Il gore-Tex è ancora il migliore tessuto impermeabile? 

Sul mercato si trovano, in realtà, molti materiali impermeabili alternativi, anche molto efficienti, ma il più celebre, ricercato e affidabile resta il gore-tex. 

Rispetto ad altri tessuti, ha il vantaggio di consentire una buona traspirazione e lasciare evaporare il sudore. 

Ciò è possibile grazie alla particolare composizione di questo materiale traforato e alla disposizione dei microfori che ne disegnano la trama. 

Un piccolo miracolo che si deve al politetrafluoroetilene espanso. I microscopici fori di questa sostanza sono oltre un miliardo per centimetro quadrato, e ognuno di esso è circa 20 mila volte più piccolo di una goccia d’acqua. 

Per essere un materiale perfettamente impermeabile, garantisce un’ottima traspirazione, ma certo non perfetta quando il clima si fa torrido. 

Per affrontare temperature molto calde esistono materiali e scarpe più adatte.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Scarponi da montagna – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Non ti perdere le nostre raccomandazioni sui due migliori scarponi che riteniamo superiori a tutti gli altri. Si tratta dei Salewa MS Condor Evo GTX che assicurano prestazioni superiori grazie alla suola in Vibram e alla soletta in Gore-Tex, due tra i materiali migliori sul mercato. I Timberland Eurohiker, molto più economici, apprezzati per il giusto mix di rigidità e comodità e perché possono essere usati non solo in montagna ma anche in città quando piove o nevica.

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori scarponi da montagna?

 

Gli appassionati di trekking o più semplicemente delle passeggiate in montagna sanno perfettamente quanto sia importante calzare scarpe che siano confortevoli, perché spesso queste camminate durano per parecchie ore e obbligano a cimentarsi su terreni accidentati, umidi o fangosi.

Scegliere uno scarpone da montagna comodo e impermeabile, dunque, è un punto di partenza fondamentale ma sono anche altri gli aspetti di cui tenere conto e che abbiamo riassunto in questa guida all’acquisto nella quale mettiamo a confronto i prezzi e le caratteristiche di quelli che riteniamo i migliori modelli in vendita.

1

I materiali utilizzati

Nel momento in cui ti trovi ad acquistare una scarpa, di qualunque genere sia, il primo aspetto è quello legato a forme e design e non può che essere estremamente soggettivo. Per quanto concerne i tuoi gusti personali, ovviamente, non entriamo nel merito ma ciò che raccomandiamo di valutare con attenzione è la lavorazione della suola, quanto in profondità è scolpita e che tipo di trama ha.

Questo dettaglio, infatti, è tutt’altro che estetico ma influisce in modo determinante sull’aderenza dello scarpone a seconda del tipo di terreno. Una suola leggermente scolpita, infatti, si presta maggiormente a essere utilizzata su strade e sentieri con una superficie piuttosto regolare, perché favorisce la flessibilità a discapito del grip. Scanalature più profonde, al contrario, sono la scelta più indicata su terreni accidentati e fangosi perché assicurano un’elevata stabilità.

Anche la curvatura della suola ha la sua importanza, perché facilita un posizionamento più naturale del piede e dunque una postura, durante la camminata, meno stancante. Una suola molto piatta, infatti, porta a una frequente sollecitazione della pianta del piede, cosa che avviene più di rado con una suola curva.

I materiali utilizzati dalle migliori marche di scarponi da montagna per la realizzazione della suola sono di buona qualità e studiati per fare una presa costante sul suolo. Se la gomma si consuma troppo facilmente, infatti, le scarpe perderanno le loro peculiarità antiscivolo.

 

Il comfort prima di tutto

Quando si cammina per molto tempo, specialmente su terreni irregolari, il piede ha la tendenza ad affaticarsi e a gonfiarsi. Va da sé, dunque, che gli scarponi devono essere della taglia giusta ma eventualmente anche di un mezzo numero in più, perché spesso li utilizzerai indossando calzettoni più spessi.

Grande importanza rivestono fodera e imbottitura che, oltre ad assicurare la comodità del piede, si incaricano di proteggerlo. Nella nostra classifica dei materiali preferiti per l’imbottitura c’è dunque la schiuma, più resistente e duratura della gommapiuma.

Opta poi per un modello con la soletta fissa perché quella mobile potrebbe spostarsi durante la camminata e renderla fastidiosa, se non addirittura favorire l’insorgere di vesciche.

2

 

Piede al caldo

Durante un’escursione ti capiterà piuttosto spesso di imbatterti in terreni fangosi quando non in vere e proprie pozze d’acqua. Ecco perché è fondamentale che gli scarponi siano in grado di resistere a qualunque condizione climatica.

Tutti i modelli di cui abbiamo realizzato la recensione, dunque, sono totalmente impermeabili perché ritrovarsi con i piedi umidi e avere davanti a sé ancora molte ore di camminata prima di poter togliere gli scarponi è davvero una tortura.

La pelle utilizzata per l’esterno dello scarpone deve essere di buona qualità così da assicurare impermeabilità ma allo stesso garantire la corretta traspirazione al piede, in modo che non sudi. Tra i modelli presenti sul mercato, dunque, meglio sceglierne uno con la tomaia bassa, che agevola la dispersione del calore. Se poi ha un prezzo contenuto, tanto meglio…

 

I 5 Migliori Scarponi da Montagna – Classifica 2019

 

Per gli appassionati di escursionismo e della montagna gli scarponi rappresentano la parte dell’equipaggiamento più importante perché devono garantire sicurezza e comodità nelle lunghe e faticose camminate.

Di seguito presentiamo cinque modelli che aiutano a fare una comparazione tra la varie proposte offerte sul mercato.

 

1. Salewa MS Condor Evo GTX Scarpe da Trekking Uomo

Principale vantaggio:

Malgrado l’aspetto robusto e massiccio riescono a essere molto leggere e il loro peso è ben distribuito, in modo da non gravare su nessuna parte del piede o della caviglia, in più la particolare tecnologia impiegata libera dalla possibilità di formazione di vesciche.

 

Principale svantaggio:  

Malgrado il costo importante non è prevista la possibilità di sostituire solo alcune parti usurate, come la suola o la tomaia. Quando la parte più esposta sarà usurata le scarpe saranno interamente da buttare.

 

Verdetto: 9.8/10

Sono scarpe pensate per gli alpinisti, quindi in grado di accompagnare durante lunghi trekking in ogni condizione del percorso e offrendo sempre la migliore aderenza e la risposta adatta a ogni passo. Una scarpa per chi ama vivere la montagna ogni giorno.

Acquista su Amazon.it (€235,4)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Materiali tecnici altamente performanti

Gli scarponi da montagna Salewa si caratterizzano per la particolare attenzione prestata alla scelta dei materiali tecnici impiegati nelle diverse sezioni della scarpa. In generale questi scarponi servono a proteggere il piede in qualsiasi condizione ma anche a dargli la giusta spinta per consentire di proseguire il cammino anche quando incontra ostacoli lungo il sentiero.

Sono scarpe da alpinismo pensate per offrire ottime prestazioni, specie quando il clima è più caldo, malgrado la copertura integrale e l’altezza fin sopra la caviglia consentano di proteggere anche in caso di neve o se si devono attraversare torrentelli primaverili.

La tomaia è realizzata interamente in pelle scamosciata con la speciale lavorazione Perwanger che garantisce resistenza e flessibilità. In grado di sopportare bene la torsione e la continua flessione del passo, questa tomaia resiste a lungo, senza forarsi né far entrare umidità dall’esterno.

La fodera in GORE-TEX, invece garantisce la perfetta aerazione all’interno e la capacità di lasciar traspirare il piede, che così non macera nel sudore.

Espandibili e adatte a ogni percorso

Questi scarponi da montagna sono pensati per essere usati anche con i ramponi semiautomatici. Hanno prese che consentono di tenere ferma e stabile anche questa attrezzatura per rispondere alle esigenze che si presentano lungo il cammino.

Inoltre, la particolare conformazione della suola, in Vibram Mulaz, permette di avere sempre la massima aderenza su ogni percorso. La scarpa è autopulente e quindi non c’è il rischio che residui di fango o di erba possano restare intrappolati, con il rischio di scivolare quando il terreno è più accidentato.

Questa speciale caratteristica rende le calzature perfette per affrontare la roccia come il ghiaione con la stessa aderenza e fermezza.

 

Vestibilità perfetta

Le Condor Evo GTX sono disegnate per calzare perfettamente il piede, adattandosi grazie alla speciale allacciatura che si regola in modo da aderire perfettamente alle curve e convessità specifiche di ogni corporatura. La soletta ha una percentuale di fibra di vetro, per garantire ancora migliore vestibilità e solidità. Mentre la tecnologia impiegata per far aderire bene la scarpa al piede, sorreggendo il tallone in modo ottimale consente di liberarsi dal rischio di formazione di vesciche. Queste si formano quando la scarpa non aderisce perfettamente e la pelle strofina contro le pareti interne della scarpa. Qui, invece, lo scarpone diventa un tutt’uno con il piede, contenendo in modo efficace anche la caviglia.

 

Acquista su Amazon.it (€235,4)

 

 

 

2. Timberland Euro Hiker Leather, Stivali Chukka Uomo

 

2.Timberland EurohikerAl secondo posto di questa nostra classifica inseriamo il modello Eurohiker proposto da Timberland, tra i migliori scarponi da montagna venduti online: è anch’esso un modello robusto, traspirante, resistente, con un’ottima tenuta del piede.

Si tratta di scarponi esteticamente molto apprezzabili, realizzati in pelle premium, con suola in gomma (non in Vibram), suola intermedia in EVA ammortizzante, protezione alle punte e collare imbottito.

Sono scarponi compatti, caldi, piuttosto rigidi ma comodi e leggeri. Il prezzo è concorrenziale come in poche altre occasioni e la qualità è Timberland. Il modello è innovativo, apparentemente sembra pesante ma non lo è molto per chi conosce i prodotti tradizionali dell’azienda americana.

Sono, inoltre, versatili perché possono essere indossati non solo in montagna e nelle escursioni ma anche in moto (la pelle resiste alle sollecitazioni del cambio), in città sotto la pioggia e in inverno con la neve visto che hanno una buona impermeabilità.

Gli Eurohiker della Timberland sono tra i più venduti online e si piazzano al secondo posto della nostra guida per scegliere i migliori scarponi da montagna.

Ecco in sintesi i maggiori punti di forza e di debolezza con un’indicazione su dove acquistare le calzature.

Pro
Qualità/prezzo:

Il rapporto qualità/prezzo molto vantaggioso per l’utente rappresenta una delle caratteristiche più invitanti degli Eurohiker poiché a un costo molto competitivo è possibile acquistare un modello dalle ottime prestazioni.

Materiali:

La pelle di prima qualità, la suola intermedia in EVA ammortizzante e la protezione sulla punta garantiscono grande robustezza e resistenza.

Prestazioni:

Gli Eurohiker assicurano la giusta rigidità ma anche la necessaria comodità abbinata a una discreta leggerezza. Sono inoltre compatti e traspiranti.

Versatilità:

Il vantaggio degli scarponi Eurohiker è che possono essere indossati non solo in montagna e durante le escursioni, ma anche in città quando piove o nevica, e sulla moto poiché la leva del cambio non rovina la pelle.

Contro
Suola:

È realizzata in gomma e non in Vibram che è più performante.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€144,82)

 

 

 

3. SALEWA Ms MTN Trainer Mid GTX

 

Tra i migliori scarponi da montagna dell’anno, questo prodotto di Salewa si distingue per i suoi materiali estremamente resistenti e le finiture di ottimo livello che oltre a rendere il prodotto esteticamente bello da vedere gli conferiscono una grande vestibilità e comodità. 

Gli utenti che lo hanno provato sono rimasti davvero colpiti dalla leggerezza delle scarpe, al punto da affermare di non sentirle neanche ai piedi. Un pregio abbastanza raro tra gli scarponi da montagna che solitamente sono molto pesanti. Allo stesso modo il piede sarà ben protetto, quindi sarà possibile affrontare i percorsi rocciosi senza alcun problema. 

Il rivestimento in Gore-Tex assicura una buona traspirazione che impedisce alla sudorazione eccessiva di provocare fastidiose dermatiti. Il prezzo è leggermente alto, quindi se volete risparmiare potreste voler dare un’occhiata ad altri prodotti. Se invece siete interessati, allora potete cliccare sul link riportato qui di seguito che vi porterà alla pagina del negozio online.

Pro
Resistenti:

I materiali estremamente resistenti usati per produrre questi scarponi li rendono particolarmente ideali per le camminate e le arrampicate su terreni rocciosi.

Comode:

Nonostante siano scarponi da montagna risultano molto leggeri da indossare e comodi sin dal primo utilizzo. Merito delle finiture di ottimo livello che oltre ad essere belle da vedere, permettono di calzare lo scarpone in modo ottimale.

Traspiranti:

Il rivestimento in Gore-Tex permette alla pelle di respirare ed evitare che il sudore crei fastidiose dermatiti o odori poco piacevoli.

Contro
Prezzo:

Non è proprio lo scarpone più economico sul mercato, quindi se avete un budget limitato vi consigliamo di optare per qualche prodotto meno costoso.

Solette:

Molti utenti si sarebbero aspettati di trovare in dotazione solette della stessa marca degli scarponi, ma sono rimasti delusi nel ricevere quelle firmate Ortholite.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. Asolo Tribe GV, Scarpe da Escursionismo Uomo

 

4.Asolo Tribe GV MMSe vi state chiedendo come scegliere i migliori scarponi impermeabili da montagna, una buona risposta è offerta dal nuovo modello Tribe GV MM dell’azienda italiana Asolo che, in collaborazione con l’azienda Vibram che produce l’omonimo materiale, ha realizzato la suola “Radiant” in gomma EVA molto affidabile, performante, sicura.

Da notare la fodera in Gore-Tex, le scanalature aggressive sul tallone, il sistema di frenata Aso-brake per i pendii più ripidi, mentre la parte dell’avampiede è progettata per offrire protezione, dare supporto e controllo al momento del piegamento. La soletta intermedia in EVA integrata offre stabilità e, nello stesso tempo, comfort al piede. L’esterno è in materiale scamosciato impermeabile.

Altre caratteristiche che danno un’idea degli scarponi della Asolo sono la forma innovativa del battistrada ad azione autopulente adatto per qualsiasi tipo di terreno anche molto difficile; la presenza del puntalino in gomma, mentre l’allacciatura è quella tradizionale. Infine, è possibile scegliere tra diverse colorazioni disponibili.

L’azienda italiana Asolo ha realizzato un paio di calzature molto apprezzate dagli amanti dell’outdoor come dimostrato dai tanti pareri positivi sui suoi nuovi Tribe. Ecco in breve i suoi maggiori pregi e difetti.

Pro
Suola:

L’innovativa suola “Radiant” realizzata in collaborazione con l’azienda Vibram garantisce prestazioni di livello molto elevato in termini di sicurezza e affidabilità.

Materiali:

I materiali utilizzati per la realizzazione dei Tribe sono di grande qualità, a cominciare dal rivestimento in Gore-Tex. La soletta intermedia in EVA offre invece stabilità e comfort allo stesso tempo.

Battistrada:

Colpisce la forma innovativa del battistrada che ha un’azione autopulente, ideale per tutti i tipi di terreno, anche quelli più insidiosi.

Contro
Taglie:

Non sempre sono disponibili tutte le taglie per questo modello.

Prezzo:

I Tribe non hanno un costo eccessivo, tuttavia rimane più elevato degli altri visti finora.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Tecnica Makalu III GTX Ms, Scarpe da Camminata Uomo

 

Per affrontare una passeggiata in montagna è necessario indossare un paio di scarponi che abbinino una serie di caratteristiche, tra le quali difficilmente ci potrà essere il basso costo. Questo perché una scarpa di questo tipo deve essere sia confortevole sia in grado di proteggere il piede da freddo, umidità e fango.

Per questo il prodotto in questione non può essere certo definito economico ma quello che spenderete in più vi verrà restituito sotto forma di comodità e protezione delle estremità. Merito della combinazione tra pelle e fodera sintetica che si incaricano di assicurare che il piede non sia sottoposto a sollecitazioni eccessive ma soprattutto che sia riparato anche in caso di marcia su terreni bagnati e fangosi.

La suola è in gomma vibram, scelta che rende la camminata sempre sicura anche su terreni sdrucciolevoli o scivolosi. I materiali sono traspiranti, così il piede non suderà eccessivamente anche qualora doveste indossare questi scarponi in una giornata calda.

Se tutte queste caratteristiche incontrano i vostri gusti, allora riguardatevi pro e contro del modello in questione per decidere se acquistarlo o meno.

Pro
Materiali:

La scelta della pelle, della gomma per la suola e della fodera sintetica garantiscono protezione al piede, anche in caso di umidità, e buona traspirazione.

Lunghe passeggiate:

Gli scarponi sono studiati per non risultare eccessivamente pesanti e non gravare sul piede nemmeno dopo camminate di alcune ore. La suola vibram attutisce al meglio i colpi.

Design:

Forma e abbinamenti cromatici rendono questi scarponi piacevoli alla vista e da indossare anche in contesti differenti rispetto alla camminata lungo i sentieri montani.

Contro
Taglia:

Può non essere semplicissimo trovare il numero esatto, anche se in linea di massima è consigliabile optare per una misura in più rispetto a quella calzata solitamente.    

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Salewa MS Condor Evo GTX Scarpe da Trekking Uomo

 

1.Salewa MS Condor Evo GTXI Salewa MS Condor Evo GTX sono, per noi, i migliori scarponi da montagna del 2019.

Grazie alla suola in Vibram (materiale brevettato), alla fodera, alla soletta in Gore-Tex e alla tomaia in pelle scamosciata, risultano molto robusti, resistenti all’usura, stabili su neve, ghiaccio e roccia grazie anche al sistema 3S Combi (intersuola microporosa tridimensionale). Ottima l’impermeabilità.

Comodi, compatibili con ramponi semiautomatici grazie alla presenza dell’apposita tacca sul tallone, con tre punti di chiusura automatici, sono ideali per lunghe camminate in montagna e ciaspolate notturne.

Sono rigidi al punto giusto da attutire bene eventuali impatti e da ridurre il rischio di distorsioni alla caviglia.

La presenza di un sottile cavo di acciaio garantisce supporto al tallone senza danneggiare il tendine d’Achille. Sono scarponi, tutto sommato, leggeri, con un prezzo competitivo e possono essere indossati anche in estate. In sostanza crediamo di poter dire che gli MS Gondor Evo GTX risultino tra i migliori scarponi da alpinismo.

Gli scarponi Salewa svettano dunque al primo posto per la loro grande qualità e leggerezza, ma rivediamo brevemente quali sono le caratteristiche più importanti del nuovo modello Condor Evo.

Pro
Materiali:

Le ottime prestazioni fornite dai Salewa dipendono dalla elevata qualità dei materiali di costruzione quali la suola in Vibram, la soletta in Gore-Tex e l’intersuola microporosa tridimensionale.

Compatibilità:

Grazie all’apposita tacca presente sul tallone, gli scarponi Salewa sono compatibili con i ramponi semiautomatici, fondamentali per chi vuole praticare l’alpinismo su neve e ghiaccio.

Rigidità:

I Salewa hanno la rigidità giusta da risultare comode e allo stesso tempo attutiscono bene gli impatti riducendo il rischio di distorsioni.

Prestazioni:

Da sottolineare la straordinaria impermeabilità del modello che offre il vantaggio di poter affrontare senza problemi anche i terreni più umidi o le pozze d’acqua. Il sottile cavo di acciaio garantisce invece protezione al tallone senza danneggiare il tendine di Achille.

Contro
Taglie:

Potrebbero non essere disponibili tutte le taglie per questo modello.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€235,4)

 

 

 

Come utilizzare gli scarponi da montagna

 

Uscire per una gita con amici o per un’escursione in montagna è una buona pratica per quanti amano trascorrere del tempo all’aria aperta. Il kit del perfetto escursionista non può prescindere da un paio adatto di scarpe da montagna, meglio se scarponi. Vediamo insieme alcune note fondamentali per un uso appropriato di queste utili calzature.

Proteggete la caviglia

La scelta di una scarpa alta e avvolgente, mette al riparo la caviglia dall’eventualità di urti e distorsioni che possono verificarsi quando si ha a che fare con terreni sconnessi e zone rocciose. La scelta di uno scarpone alto ha il merito di ridurre incidenti del genere.

 

Lasciateli asciugare

Una volta rientrati alla base, sia questa una tenda o in casa, è bene controllare lo stato degli scarponi. In caso di pioggia e umidità rimaste nella parte esteriore, è buona norma non asciugare con strumenti esterni e sostanze pulenti la zona della pelle ma lasciare che gli scarponi si asciughino all’aria, inserendo magari dei giornali all’interno.

 

Impermeabilizzate la scarpa

In caso non fossero già ben protette, vi suggeriamo di impermeabilizzare al meglio la vostra scarpa; in questo modo risulterà pratico e senza rischio il passaggio nella parte bassa di un torrente, avendo i piedi isolati e protetti dall’acqua e da possibili infiltrazioni.

 

Non stringete eccessivamente i lacci

La possibilità di chiudere e serrare al meglio la scarpa, deve fare i conti con una giusta e corretta traspirazione del piede. Per questo motivo vi suggeriamo di non stringere troppo gli scarponi, lasciando un buon gioco a piede e caviglia così da non affaticare troppo la camminata.

 

Scegliete in base al terreno

L’utilizzo di una scarpa bassa risulta maggiormente indicato nel caso in cui abbiate a che fare con sterrati non troppo impegnativi e dislivelli moderati. Per quanti invece prevedono lunghe camminate, il consiglio è di indirizzarsi su scarponi da montagna capaci di fasciare al meglio il piede.

 

Provatele anche in casa o durante una passeggiata

Per quanti devono indossare per la prima volta queste scarpe, è bene cominciare ad abituare il piede al tipo di comfort offerto da una calzatura tecnica. Per questo motivo sfruttate le occasioni che avete per fare una passeggiata al parco vicino casa e cominciare a dare la forma del piede allo scarpone.

Prendete cura della pelle

La pelle presente nella zona esterna dello scarpone ha di buono la resistenza alle intemperie e l’isolamento rispetto agli elementi esterni. Va però tutelata il giusto, scegliendo la cera migliore e un panno adatto con cui pulire e mantenere nelle migliori condizioni la scarpa.

 

Rimuovete residui dalla suola

Diversi scarponi presentano una suola molto lavorata, con scanalature in profondità per un migliore grip e aderenza al terreno. A fine giornata, abbiate cura di controllare e rimuovere eventuali parti di fango secco e altro materiale che può creare problemi, così da avere uno scarpone al top della forma.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come ammorbidire gli scarponi da montagna?

Gli esperti sconsigliano di effettuare passeggiate difficili con scarponi da montagna nuovi: questo perché il materiale di cui sono fatti, estremamente resistente e duraturo, li rende davvero rigidi al primo utilizzo. 

Il consiglio dunque è quello di iniziare con escursioni facili, magari portandosi dietro il paio più vecchio, in modo da poterli cambiare qualora dovessero causare dolore o fastidio. Ciò che li ammorbidisce di più dunque è il movimento e non è escluso che questo possa causare piccole vesciche o ferite soprattutto nella zona del tendine o sopra le dita. 

Aiutatevi in questo senso anche con cerotti ed eventuali imbottiture, in modo da non incorrere in disagi eccessivi da sopportare.

 

Come scegliere il numero degli scarponi da montagna?

In primo luogo è importante che sappiate se il modello che state per acquistare è da uomo, donna o unisex. Questo cambia molto soprattutto in termini di ampiezza della pianta, che deve rispettare quanto più possibile la forma del vostro piede. 

Optate ovviamente per il vostro numero usuale, ma sappiate che molte marche prevedono le mezze misure o un terzo di numeri in più. Durante le escursioni infatti il piede tende a gonfiare, dunque è fondamentale garantirgli il giusto spazio sia in larghezza, sia in lunghezza.

Quest’ultima necessita ancora di ulteriori accorgimenti perché richiede una buona mobilità in discesa, dunque qualche millimetro in più tra l’alluce e la punta della scarpa. Indicativamente quindi si tratta di optare per un modello che presenti una mezza misura in più rispetto alla vostra taglia abituale.

 

Come lavare gli scarponi da montagna?

Per la manutenzione di un acquisto di questo tipo è importante conoscere alcuni accorgimenti in merito anche alla pulizia. Se provenite da una passeggiata in cui si è accumulato molto sporco sulla suola, il primo passo è quello di rimuovere il tutto con attenzione facendo uso di una spazzola (non troppo dura) e del getto dell’acqua. 

Se invece volete soltanto rinfrescarli prima della nuova stagione, togliete i lacci e utilizzate ancora una volta acqua, sapone neutro (se necessario) o eventualmente un prodotto specifico per il materiale di cui si compongono.

Lasciate asciugare all’aria evitando fonti di calore dirette che potrebbero danneggiarne i materiali. Posizionateli quindi in un luogo areato e fresco fino a completa asciugatura.

 

Cosa sono Vibram e Gore-Tex?

Il Gore-Tex è un tessuto sintetico dalle alte capacità traspiranti, utilizzato per la realizzazione di molte componenti dell’attrezzatura da montagna. Vibram invece è un’azienda nota per la fabbricazione di suole per scarponi da montagna, molto resistenti e a prova di ogni escursione.

 

Come allacciare gli scarponi da montagna?

Gli scarponi da montagna devono essere allacciati ben stretti, in modo che il piede all’interno sia saldo a sufficienza e che il suo movimento non crei attrito con le superfici interne. La parte dei lacci soprastante la pianta del piede funziona come le normali scarpe allacciate, ciò che cambia generalmente sono le attaccature all’altezza della caviglia. Qui troverete dei ganci, solitamente due o tre, su cui girare intorno i lacci: valutate se utilizzarli tutti fino alla caviglia o lasciarne qualcuno libero per avere una maggiore mobilità.

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Mountain Warehouse 021927

 

5.Mountain Warehouse 021927Quali scarponi da montagna comprare allora? Se siete ancora indecisi, parliamo qui di un altro modello che desideriamo includere nella nostra classifica dei migliori scarponi da neve del 2019: l’Ascender Isogrip021927 dell’azienda britannica Mountain Warehouse.

Si tratta di scarponi alti a stivaletto con un buon rapporto qualità/prezzo. Vediamo alcune caratteristiche che contraddistinguono questo prodotto: sono impermeabili ma, allo stesso tempo, traspiranti grazie alla speciale membrana IsoDry che permette all’umidità di fuoriuscire; il plantare interno comodo è in EVA antibatterico; la suola esterna è IsoGrip, in grado di offrire aderenza e trazione sul ghiaccio.

Sono scarponi da neve in grado di sfidare anche temperature polari e sono adatti per tutti i terreni. Stabili, caldi, protettivi, presentano esternamente una pelle scamosciata morbida, durevole e comoda.

All’interno il particolare rivestimento mantiene il calore prodotto dal corpo mentre all’esterno gli Ascender Isogrip si presentano eleganti e di stile nel loro colore grigio antracite.

 

 

Lafuma DE ShoesATAKAMA, Scarponcini da Escursionismo

 

3.Lafuma LFG1898Proseguendo con i nostri consigli d’acquisto, parliamo qui del modello della Lafuma. Si tratta di scarponcini multicolore versatili cha vanno bene per la montagna, per fare escursionismo e camminate.

Esternamente sono in pelle, la fodera è sintetica e la suola è in gomma.

Gli scarponi sono leggeri ma sufficientemente resistenti e robusti. La vestibilità è normale (tendente allo stretto) e sono, tutto sommato, comodi (tranne, probabilmente, i lacci che non sono lunghissimi); risultano ideali per escursioni lunghe e anche impegnative: sono, infatti, flessibili al punto giusto, il piede rimane stabile fino alla caviglia e la suola ammortizza in maniera soddisfacente. Tengono bene in caso di percorso molto ripido, in acqua e sono adatti anche a un utilizzo in città.

In generale, possiamo dire che abbiamo a che fare con scarponi da montagna Lafuma venduti a un prezzo molto conveniente considerata la qualità complessiva del prodotto.

Più economico dei modelli precedenti, quello realizzato dalla francese Lafuma ha riscosso un discreto successo presso i consumatori. Rivediamone i principali pro e contro.

Pro
Prezzi bassi:

Si tratta degli scarponi che hanno il prezzo più basso tra quelli presenti nella nostra guida. Se hai un budget limitato, dagli un’occhiata.

Versatilità:

Possono essere utilizzati per fare escursionismo, camminate anche lunghe e impegnative, e vanno bene anche per la città.

Performance:

Nonostante il costo contenuto, gli scarponi Lafuma sono sufficientemente resistenti e robusti. Garantiscono inoltre la necessaria stabilità e la suola ammortizza bene l’impatto col terreno.

Contro
Lacci:

Per qualcuno i lacci potrebbero risultare troppo corti.

button-IT-2

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Qui sotto ne puoi trovare altri altrettanto interessanti:

 

Scarponi da caccia

Il miglior sacco a pelo

Zaino da trekking

Le migliori scarpe da trekking

Passamontagna

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (12 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status