Il miglior mouse con trackball

Ultimo aggiornamento: 27.11.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Mouse con trackball – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2021

 

Logitech M570 è stato apprezzato per la sua efficienza e praticità d’uso. Si tratta di un mouse wireless dalle dimensioni molto compatte, che può essere utilizzato in spazi ridotti e anche lontano dal PC fino a 10 metri di distanza. Kensington Orbit si presenta con un design ergonomico che si adatta perfettamente a utenti sia destrimani sia mancini. Inoltre è dotato di un poggiapolsi rimovibile, che aumenta il comfort durante l’utilizzo.

 

Come scegliere il miglior mouse con trackball

 

Il mouse con trackball è la soluzione migliore quando non si ha spazio a sufficienza sulla scrivania ed è anche ideale per limitare al massimo il movimento della mano, evitando l’insorgere di possibili problemi al polso. Ma quale scegliere tra i tanti modelli presenti sul mercato? La nostra guida si propone di darti una mano a individuare quello più adatto alle tue esigenze, mentre nella classifica in basso trovi la recensione dei mouse più graditi agli utenti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Guida all’acquisto

 

Tipologia

Il vantaggio principale della trackball, dunque, è che i movimenti della mano e del polso si riducono al minimo, così come lo spazio occupato dal mouse perché non sarà necessario spostarlo sulla superficie dove viene collocato perché basterà muovere la sfera con un dito per far cambiare direzione al puntatore.

Se vuoi avere la massima comodità e una scrivania ancora più sgombra, allora il mouse migliore per te potrebbe essere quello wireless: il vantaggio ulteriore è l’assenza del fastidioso e ingombrante cavo che va collegato al computer.

In questo caso il funzionamento può avvenire in due modi: via Bluetooth o radiofrequenza (RF). Nel primo caso, è sufficiente associare semplicemente il mouse al PC o tablet che devono essere, naturalmente, compatibili.

Nel secondo caso, occorre inserire un minuscolo ricevitore nella porta USB del computer per rendere possibile la connessione. In entrambi i casi potrai muovere il cursore anche da diversi metri di distanza. È utile verificare la durata della batteria perché questi mouse, a differenza di quelli col cavo, devono essere alimentati da una pila (qui trovi una lista delle migliori batterie ricaricabili).

Un altro aspetto a cui prestare attenzione è la forma del mouse: alcuni sono pensati per distendere completamente la mano su di essi, altri invece vanno afferrati solo con le dita o la punta delle dita, altri ancora si impugnano come fossero una pistola. Non c’è un modello che si può consigliare in assoluto, tuttavia se in famiglia ci sono sia mancini che destrimani, la migliore marca di mouse per te sarà quella che realizza modelli adatti a tutti. Dai un’occhiata ai prodotti consigliati in basso, puoi trovare un mouse per tutte le esigenze.

 

Prestazioni

Uno dei parametri ai quali fare riferimento per valutare le prestazioni di un mouse è la risoluzione che trovi espressa in dots per inch o DPI: si tratta dei punti per pollice e, cioè, di quanti pixel si sposta il puntatore per ogni pollice percorso sulla scrivania.

Questo valore può incidere sulla rapidità del puntamento e dovrebbe essere adeguato alla sensibilità di ognuno.

Tuttavia nella maggior parte dei casi gli utenti non avvertono una grossa differenza al di sopra di una certa soglia, per esempio dagli 800 DPI in su, a meno che non si tratti di un abile giocatore che avrà bisogno di un mouse molto avanzato con migliaia di DPI con un prezzo decisamente superiore.

L’importante è che la periferica dia all’utente la possibilità di modificare i DPI per adattarsi al meglio alle proprie esigenze.

La personalizzazione del mouse è un aspetto da non sottovalutare e, in particolare, è bene verificare quanti e quali tasti possono essere programmati in modo da associare diverse funzioni e attivarle con un semplice clic.

Nel caso dei mouse wireless, come detto, vale la pena controllare l’autonomia della batteria e se è presente la funzione di stand-by che permette di prolungarne la durata.

Altre caratteristiche

Confronta prezzi e prestazioni ma attenzione anche ad altri piccoli particolari che potrebbero rivestire una certa importanza. Per esempio, alcuni mouse senza filo che utilizzano il ricevitore hanno un comodo vano integrato dove poter inserire il piccolo dongle quando non è in uso: si tratta di una soluzione pratica per non perderlo quando lo si trasporta.

Altri utilizzano una particolare tecnologia che permette di collegare diversi dispositivi in wireless compatibili utilizzando un solo ricevitore, una vera comodità.

Potresti essere interessato anche ai modelli con indicatori luminosi che rendono il mouse più accattivante dal punto di vista estetico; in altri casi questi piccoli LED segnalano lo stato della batteria e sono, quindi, molto utili perché evitano brutte sorprese.

 

I migliori mouse con trackball del 2021

 

Abbiamo visto i vantaggi nell’utilizzo di un mouse con trackball. Facciamo adesso una comparazione tra i nostri consigli d’acquisto: si tratta dei modelli maggiormente apprezzati dagli utenti quest’anno. Scopri quali sono.

 

Prodotti raccomandati

 

Logitech M570

 

Il mouse Logitech è tra i modelli di gran lunga più venduti online per tutti i vantaggi che offre. Ha dimensioni molto compatte, può essere usato su una scrivania piena zeppa di oggetti, sul divano, la poltrona, il letto, la sfera rimane fissa anche se viene capovolta.

È un mouse wireless e, quindi, funziona senza l’ingombro del fastidioso cavo di collegamento. Il ricevitore da connettere al PC è minuscolo ed è possibile lasciarlo sempre inserito oppure conservarlo nel comodo vano del mouse stesso durante il trasporto.

Come sottolinea la maggior parte degli utenti, la trasmissione avviene in maniera rapidissima, senza ritardi e la connessione è anche molto potente perché è attiva fino a 10 metri di distanza. Non solo, la tecnologia wireless Unifying permette di collegare fino a sei dispositivi compatibili come tastiere o tastierini numerici, tutto con un solo ricevitore.

La velocità del cursore è regolabile in base alle esigenze di ognuno, mentre la rotellina di scorrimento permette di spostarsi in alto e in basso tra i documenti. È un modello completo perché dotato anche di pulsanti per andare avanti e indietro e di altri programmabili per personalizzare diverse funzioni.

Tra gli altri vantaggi ricordiamo la lunga durata della batteria che può arrivare addirittura a 18 mesi ma l’autonomia dipende chiaramente dall’utilizzo che se ne fa. Il tasto di accensione/spegnimento consente di risparmiare energia, mentre un indicatore luminoso segnala quando la carica si sta esaurendo. Per tutti questi motivi possiamo ritenere il Logitech il miglior mouse con trackball del 2021.

Il modello Logitech si conquista uno dei primi posti in classifica nella guida per scegliere il miglior mouse con trackball. Forte di una semplicità d’uso che non perde colpi ha riscosso pareri positivi un pò ovunque.

Pro
Ergonomia:

Le forme del mouse sono studiate per rendere al meglio in situazioni differenti, con un grip e una precisione che non perdono colpi anche dopo un uso intenso, forte di una connettività e una risposta di pulsanti e trackball efficace.

Potenza wireless:

Grazie al protocollo di trasmissione a 2,4 GHz, l’oggetto si connette senza bisogno di cavi e fili e permette una alta mobilità, fino a dieci metri di distanza.

Durata batteria:

In molti hanno gradito l’autonomia di buon livello offerta dal mouse Logitech, con un indicatore a segnalare il livello pratico e funzionale.

Contro
Non per tutti:

Diversi utenti hanno riscontrato una certa scomodità nel puntamento e nelle operazioni di controllo su schermo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Kensington Orbit

 

Per le prestazioni offerte possiamo considerare Orbit tra i migliori mouse con trackball del 2021. È anche uno dei più venduti sul mercato, e non senza ragione.

Il grande vantaggio di Orbit è il suo design ergonomico che si adatta perfettamente a utenti destri e mancini e, a differenza di altri modelli simili, integra un poggiapolsi che aumenta ancora di più il comfort ma che può essere rimosso se si desidera.

L’installazione è plug & play, facile e veloce, e la tecnologia di puntamento del cursore è rapida, fluida e molto precisa, lo testimoniano tantissimi utenti.

In ogni caso, è possibile regolare la velocità e lo scorrimento per adattarli ai propri gusti. In più, scaricando gratuitamente il programma dedicato, si possono personalizzare anche i due pulsanti per associarvi diverse funzioni.

Quanti agognano la perfetta ergonomia e un grip soddisfacente, rimarranno colpiti dal modello Kensington che punta su una forma che lega comfort e buon feeling. Scopriamo insieme dove le cose funzionano a dovere e i punti meno esaltanti di uno tra i mouse più economici in circolazione.

Pro
Poggiapolsi rimovibile:

La presenza di un supporto per il polso non affatica la zona specifica e l’utente lavora senza problemi e in continuità.

Alta compatibilità:

Il dispositivo si installa in pochi minuti, grazie all’ampia compatibilità con sistemi operativi che vanno per la maggiore e un sistema plug and play intuitivo e funzionale.

Scorrevolezza:

In molti hanno gradito la scorrevolezza complessiva del prodotto, in grado di spaziare e muoversi su schermo con un buon indice di precisione.

Contro
Scomodità:

A fronte del poggiapolsi che migliora di molto la situazione, si nota una limitata comodità per chi deve lavorare a lungo e nell’uso della trackball.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Perixx PERIMICE-717

 

Come scegliere un buon mouse con trackball wireless che sia anche economico? Dai un’occhiata a questo modello, potrebbe suscitare il tuo interesse per il costo competitivo, l’ideale se hai deciso di spendere il meno possibile per un dispositivo del genere ma senza rinunciare alla qualità: la maggior parte degli utenti evidenzia grande scorrevolezza, fluidità e precisione.

Viene fornito con il nano ricevitore che serve per assicurare la connessione senza fili e, quando non in uso, può essere riposto nell’alloggiamento del mouse stesso e trasportato con sicurezza. La tecnologia 2.4 GHz assicura una distanza di funzionamento fino a 10 metri.

Come tutti i migliori modelli consente di regolare la velocità, in questo caso da 1.000 a 2.000 DPI, e di adattarla alla propria sensibilità.

Tra i vantaggi del mouse Perixx c’è il risparmio energetico che scatta automaticamente dopo un certo periodo di inattività, importante per allungare la durata della batteria, e la possibilità di estrarre facilmente la sfera per poterla pulire di tanto in tanto.

Buona capacità di adattamento per questo mouse dal costo contenuto e dalle buone performance sul campo. Ricapitoliamo dove brilla maggiormente e dove ha convinto meno, nonostante il prezzo basso a cui è venduto.

Pro
Dotazione di pulsanti:

La presenza di sette pulsanti in dotazione consente una serie di comandi da impartire in modo intuitivo e semplice, complice anche la buona risposta della trackball.

Pulizia semplice:

La trackball può essere rimossa per effettuare una pulizia della zona interna, così da mantenere sempre il dispositivo funzionante e senza intoppi.

Responsività:

I tasti funzionano e rispondono bene ai comandi, sfruttando il movimento della trackball per gli spostamenti, senza presentare i problemi classici di scorrimento.

Contro
Spostamenti lenti:

Quanti non gradiscono la velocità nei movimenti del puntatore potrebbero trovarsi in difficoltà con il modello in questione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Minidiva BEN060002

 

Un’altra soluzione interessante per chi non sa quale mouse con trackball comprare potrebbe essere il modello distribuito da Minidiva. Non è tra quelli più apprezzati sul mercato ma ha alcuni vantaggi, a cominciare dal prezzo abbordabile, ideale per chi ha un budget molto ristretto.

Si tratta di un modello senza fili che viene fornito con ricevitore in grado di assicurare una copertura fino a 15 metri.

La particolarità di questo mouse sta nel design che assomiglia a quello di una pistola: per utilizzarlo, infatti, bisogna impugnarlo con l’indice o il medio, mentre col pollice si scorre la trackball e la rotellina. È un sistema adatto per utenti destri e mancini.

Le dimensioni estremamente compatte lo rendono ideale nelle situazioni in cui lo spazio a disposizione è particolarmente ristretto come, per esempio, in aereo o su un treno.

Per quelli che amano la tecnologia a basso prezzo, guardare al modello di Minidiva e alla sua forma accattivante potrebbe fornire ottimi spunti. Una volta esaurite le righe di sunto, potete trovare il link su dove poter acquistare il mouse con trackball.

Pro
Ergonomia:

La forma raccolta funziona al meglio in contesti che non richiedono troppo spazio, con minor affaticamento del polso e la mano libera di lavorare in unione con trackball e pulsanti.

Precisione regolabile:

Il valore Dpi può essere settato da un minimo di 400 fino a un massimo di 1.000, con un buon range di variabilità, particolarmente apprezzata da quanti necessitano di una certa precisione.

Copertura:

Una volta collegata la presa mini Usb, il mouse consente un controllo a distanza che copre un buon margine di campo, con una lunghezza massima di 15 metri. Si libera l’utente dalla schiavitù dei fili e cresce la libertà di azione.

Contro
Praticità d’uso:

Il tipo di disegno e la forma raccolta potrebbero necessitare di tempo per prendere confidenza con il supporto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

STK 10017648

 

Il mouse STK è di tipo palmare, si impugna come una vera e propria pistola per spostare il cursore e azionare tutte le altre funzioni con la rotellina e i tasti.

Ha dimensioni ridottissime e può essere utilizzato ovunque, specialmente dove lo spazio a disposizione è estremamente limitato. È wireless e, quindi, non ha bisogno del cavo di collegamento ma solo del minuscolo ricevitore USB che viene incluso in dotazione ma che non può essere conservato all’interno del mouse stesso. La tecnologia di trasmissione senza fili 2.4 GHz consente di operare fino a una distanza di 10 metri.

Si tratta di un modello che può essere utilizzato indifferentemente da destrimani e mancini, la risoluzione non è elevatissima perché arriva fino a 1.000 DPI ma è sufficiente per chi non ha esigenze particolari. Plug & play, non necessita di programmi per essere installato.

Nuovo nelle forme e ridotto nelle dimensioni. Il modello STK si configura come un oggetto pratico per chi non ha esigenze di precisione eccessive. Vediamo insieme gli aspetti fondamentali e il prezzo basso che lo contraddistingue.

Pro
Alta portabilità:

L’oggetto sta nel palmo di una mano, con una portabilità e una forma che lo rendono impugnabile da destrorsi e mancini, con un buona copertura e pulsanti funzionanti.

Collegamento immediato:

L’assenza di un cd di installazione e la presenza di un collegamento rapido, grazie alla tecnologia plug and play, facilitano la messa in funzione del dispositivo in tempi brevi.

Copertura wireless:

Il mouse con trackball sfrutta la tecnologia a 2,4 GHz, che si traduce all’atto pratico in un collegamento comodo e senza fili, in grado di coprire fino a 10 metri di distanza.

Contro
Uso della trackball:

Alcuni utenti ritengono macchinoso l’utilizzo della trackball presente sul mouse.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un mouse con trackball

 

I mouse con trackball sono un’innovazione nel mondo dell’informatica, strumenti utili soprattutto a chi lavora nel settore della grafica, della progettazione e anche a chi ama i videogiochi. Inoltre, possono essere la scelta più adatta per chi ha poco spazio sulla scrivania, perché il puntatore si muove ma il mouse resta fermo al suo posto.

Un tempo veniva usato da poche persone ma oggi questo modello sta guadagnando la sua bella fetta di mercato, con soluzioni e prezzi capaci di accontentare un po’ tutte le esigenze. Vediamo insieme a cosa serve e come usarlo.

Che cos’è

La trackball è composta da una base che presenta una cavità, nella quale è stata posizionata una sfera che può essere ruotata con le dita. All’intero di questa cavità ci sono i sensori che captano i movimenti della pallina e, di conseguenza, vedremo il puntatore spostarsi sul monitor proprio come l’abbiamo indirizzato. Non mancano neanche elementi più tradizionali, come i tasti e la piccola rotellina per lo scroll.

È un’invenzione pensata soprattutto per chi trascorre molte ore al pc e la forma anatomica che caratterizza la maggior parte dei modelli ne è la conferma. Come abbiamo accennato, è anche la soluzione più adatta a chi ha poco spazio sul piano di lavoro, perché il movimento del puntatore avviene solo tramite la sfera.

Questa tecnologia è riscontrabile anche in altre periferiche, come la tastiera con trackball.

 

Differenze con un comune mouse

Vediamo insieme quali sono i vantaggi e le caratteristiche di un mouse trackball e un modello classico.

Il trackball ha il vantaggio di essere più semplice da utilizzare, grazie anche alla forma anatomica che va ad assecondare la forma del nostra mano, creando una zona confortevole persino per il polso. Inoltre, il puntatore risulta essere più stabile, chiaramente è importante non muovere la sfera.

Molte persone che lavorano con i software di modellazione 3D preferiscono questa tipologia di mouse, perché consente di muovere gli oggetti, ruotarli o cambiare angolo di visuale in modo più fluido. Risulta essere anche più comodo per le persone con disabilità. Può essere una buona scelta anche per il disegno, tuttavia in questo campo è sempre preferibile optare per la tavoletta grafica con penna.

Per quanto riguarda il gioco, il mouse tradizionale risulta più affidabile (ma meno confortevole), perché c’è maggior controllo in quei casi in cui bisogna sparare, e c’è chi sostiene che sia anche più adatto per disegnare a mano libera.

 

Primo utilizzo del mouse con trackball

Salvo rare eccezioni, nella confezione del mouse trackball dovreste trovare tutto l’occorrente per iniziare a usarlo. Ad esempio, dovrebbero essere presenti le batterie, l’eventuale cavo USB oppure l’adattatore wireless.

I modelli con adattatore sono i più pratici, perché eliminano la presenza di cavi sulla scrivania, scelta adatta a chi non ha molto spazio o vuole usare il mouse anche stando comodamente sul divano. Il piccolo adattatore viene collegato alla porta USB, quando si attiva il collegamento con la periferica potrebbe accendersi una spia luminosa (non tutti i modelli hanno questo particolare).

Piccole accortezze

La sfera che troverete nella cavità non è fissa, il che ha il vantaggio di poter eliminare eventuali accumuli di polvere, ma bisogna anche tener presente che questa caratteristica potrebbe comportare l’improvvisa fuoriuscita della pallina. Meglio quindi usare il dispositivo su superfici piane, per evitare disagi.

Inizialmente, il rapporto con questa periferica potrà sembrare ostile, ma è del tutto normale quando ci si confronta con una nuova esperienza. Con il tempo vedrete che il movimento delle dita sarà minimo, il tutto a favore della comodità d’uso, merito anche della forma ergonomica. Chi utilizza il notebook, inoltre, potrebbe optare per un modello di piccole dimensioni, ma ugualmente performante, oppure per un articolo con un vano contenitore in cui poter riporre il dispositivo wireless, così da non perderlo durante gli spostamenti.

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status