Il miglior radio scanner

Ultimo aggiornamento: 26.03.19

Radio scanner – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

I migliori ricevitori radio per noi sono due: Uniden UBC 125XLT, che consente di collegarsi alle frequenze utilizzate in ambito aeronautico militare, e aeronautico civile. Permette di memorizzare fino a 500 canali ed è programmabile tramite PC collegandolo tramite il cavo USB incluso nella confezione. Icom IC-R6#12 spicca per l’eccezionale velocità di scansione dei canali che arriva fino a 100 al secondo; consente di memorizzare 1.300 canali ai quali assegnare una denominazione per recuperarli facilmente. I canali possono essere suddivisi in 22 banchi di memoria per organizzarli in maniera ancora più efficace. Ottima anche l’autonomia: ben 15 ore.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior radio scanner

 

Il radioascolto è un mondo meraviglioso che conta tanti appassionati in Italia e nel mondo. Scegliere il giusto radio scanner è importante per vivere in maniera ancora più entusiasmante questa realtà. La nostra guida e la classifica in fondo con la recensione dei modelli più apprezzati ti aiutano a individuare l’apparecchio più adatto alle tue esigenze senza spendere un capitale.

Guida all’acquisto

 

Funzioni e caratteristiche tecniche

Cosa si può fare con un ricevitore radio amatoriale? Molto dipende dalle funzioni e dalle prestazioni dei singoli apparecchi che possono essere più o meno sofisticati e avere un prezzo significativamente differente.

La radio può essere ascoltata in modo molto diverso da come fanno tutti: non esistono solamente le stazioni commerciali ma una miriade di operatori utilizza questo mezzo per le più svariate attività in ambito civile e militare, per uso professionale, di pronto soccorso, coordinamento.

Tra i parametri di cui tener conto c’è la banda o, più spesso, le bande di frequenza che l’apparecchio riesce a sintonizzare. Per esempio, la banda FM che si trova su tutte le normali radio domestiche va da 87,5 MHz a 108 MHz. In modalità AM si possono ascoltare, invece, le frequenze da 525 kHz a 1.615 kHz dedicate ai servizi di radiodiffusione nazionale e internazionale, e così via. L’ascolto diventa più interessante e insolito quando vengono coperte più bande in modo continuo e senza buchi.

Chi è in cerca di prestazioni superiori avrà bisogno di un radio scanner con elevata sensibilità, misurata in microvolt e in decibel, in grado di captare segnali anche molto deboli, e notevole selettività, cioè la capacità di isolare il segnale dalle interferenze sempre presenti.

Buona parte del divertimento e dell’interesse suscitato da questi dispositivi dipende dal tipo di antenna installata, molte volte non all’altezza delle aspettative. Non sono infrequenti i casi di radioamatori che provvedono subito a sostituire l’antenna in dotazione con un’altra più potente, riscontrando un immediato e notevole incremento delle prestazioni.

 

Cosa dice la legge

Confronta prezzi e prestazioni dei vari apparecchi ma sempre tenendo conto delle norme che li regolamentano. Un ricevitore radio può e, anzi, deve solo ricevere i segnali, tranne nel caso dei cosiddetti Low Power Devices (LPD), dispositivi di piccola potenza, deregolamentati in Italia da alcuni anni.

Per poter trasmettere bisogna essere autorizzati, per esempio essere riconosciuti come radioamatori, possedere una denuncia di attività in ambito cittadino e altro.

Chi non ha titoli o apposite autorizzazioni, si dedica all’ascolto delle attività di cui abbiamo parlato in precedenza, alcune delle quali delicate perché relative al Ministero della Difesa e degli Interni, e ne diffonde il contenuto è passibile di denuncia penale.

Le pene sono anche severe perché arrivano a quattro anni di carcere. Nei casi più gravi, quelli identificabili come spionaggio militare o politico, sono ancora più dure.

Fisso, mobile o palmare?

I radio scanner possono essere distinti in tre tipologie: fissi, mobili o palmari. Al di là delle prestazioni, la migliore marca sul mercato potrebbe essere per te quella che realizza gli apparecchi con le dimensioni adeguate alle tue esigenze.

I primi, detti anche “a base”, sono quelli meno utilizzati e non sono ammessi in tutti i luoghi, mentre i mobili o da scrivania hanno prestazioni discrete e possono essere trasportati agevolmente. Sono quelli che si vedono all’interno di certi veicoli o imbarcazioni.

I più comodi sono quelli palmari o tascabili che possono essere portati sempre con sé non solo per via delle loro ridotte dimensioni ma anche perché sono alimentati a batteria.

 

I migliori radio scanner del 2019

 

Eccoci dunque ai nostri consigli d’acquisto su quale radio scanner comprare; si tratta dei modelli più apprezzati dai radioamatori. Se anche tu lo sei o stai per diventarlo, non ti resta che scoprire quali sono e fare una comparazione.

 

Prodotti raccomandati

 

Uniden UBC 125XLT

 

Principale vantaggio:

La possibilità di collegarsi a un’ampia gamma di frequenze radio consente di utilizzarlo per hobby ma anche per un impiego semi-professionale. Buona la durata delle batterie ricaricabili.

 

Principale svantaggio:

Con lo scanner viene proposto un software per riprogrammare i banchi di memoria tramite PC. Peccato che questo sia solo in versione di prova e che quella definitiva costi circa 25 euro.

 

Verdetto: 9.8/10

Difficilmente a questo prezzo è possibile trovare uno scanner che offra le prestazioni di questo modello. Compatto, leggero, necessita di una buona parte di apprendimento non facilitata dalla manualistica in sola lingua inglese.

 

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Trasmissione aeree

Senza dubbio una della caratteristiche migliori di questo scanner radio riguarda la possibilità di ricevere trasmissioni di aerei sia civili, sia militari. Infatti la sua gamma di frequenza è suddivisa in quattro blocchi, nello specifico 25-88 MHz, 108-174 MHz, 225-512 MHz e 806-960 MHz.

Come è risaputo gli aerei civili trasmettono sulla banda VHF compresa tra 108 e 137 MHz AM, mentre gli aerei militari nella band UHF AM tra i 225 e 400 MHz. La qualità delle conversazioni dipende dalla distanza a cui ci si trova rispetto all’aeroporto più vicino visto che la ricezione delle trasmissioni radio a corto raggio in VHF che UHF, sono sensibili agli ostacoli che ci possono essere tra lo scanner e chi effettua una comunicazione.

Al contrario sarà molto più semplice captare le trasmissioni da un aereo in volo poiché non ci sono ostacoli tra scanner e trasmittente.

Chiaramente è comunque possibile ricevere chiamate di emergenza, marine, e quelle dei radioamatori e qualsiasi altro tipo di comunicazione che viaggia su queste frequenze.

Frequenze programmabili

Lo scanner Uniden UBC 125XLT consente di salvare fino a 500 frequenze suddivise in 5 per ognuno dei 10 blocchi di memoria. Si possono scorrere le frequenze con i seguenti step: 5, 6,25, 8,33, 10, 12,5, 15, 20, 25, 50, 100kHz. Usando la corretta dimensione della scansione è indispensabile per non perdere nessuna frequenza che potrebbe avere comunicazioni interessanti.

Recentemente, la spaziatura tra le frequenze della banda utilizzata dagli aerei civili è stata ridotta da 25 KHz a una distanza di 8.33 KHz in modo da aumentare il numero di frequenze disponibili. Grazie al software UBC125XLT Uniden Bearcat è possibile programmare scanner e relative frequenze collegandolo a un computer.

 

Display ed altre caratteristiche

Lo scanner UBC125XLT dispone di uno schermo LCD Full Dot Matrix 64X128 di buone dimensioni dove è possibile vedere, tra le altre cose, l’intensità del segnale. Tramite la comoda tastiera è possibile associare un nome a una determinata frequenza prima di salvarla per richiamarla in modo semplice ed immediato.

Tra le diverse funzioni spicca quella spicca la ricerca veloce che trova i segnali più forti nelle vicinanze.

Questo sensibile scanner portatile viene fornito completo di antenna, adattatore CA, clip da cintura e manuale che però è proposto solo in lingua inglese. Le pile ricaricabili in bundle offrono una discreta autonomia, che può essere aumentata acquistando modelli più performanti di quelle fornite in dotazione.

 

Acquista su Amazon.it (€171,12)

 

 

 

Icom IC-R6#12

 

Sono diverse le ragioni per cui il nuovo modello Icom non poteva mancare nella nostra classifica delle migliori radio scanner del 2019. La principale è l’eccezionale velocità di scansione dei canali che arriva fino a 100 al secondo.

È un apparecchio dotato anche di un’ampia gamma di frequenze ricevibili che vanno da 100 kHz a 1309,955 MHz in AM, FM FMW che lo rendono completo e versatile. Inoltre è estremamente funzionale perché permette di memorizzare fino a 1.300 canali ai quali assegnare una denominazione per recuperarli facilmente. La possibilità di suddividerli in 22 banchi di memoria ne facilita ulteriormente l’organizzazione.

Un altro punto di forza di questo radio scanner sta nella notevole autonomia che, con le batterie NiMH incluse nella confezione completamente cariche arriva fino a 15 ore. Le dimensioni ridotte consentono di trasportarlo facilmente, anche nel palmo di una mano.

Nella guida per scegliere il miglior radio scanner non poteva mancare un modello dotato di prestazioni notevoli e venduto a un prezzo tutto sommato ragionevole se paragonato alla sua qualità. Vediamo quali sono i suoi quattro vantaggi principali, insieme all’unico difetto da riportare.

Pro
Performance:

Si tratta di un modello molto veloce che può arrivare a scansionare fino a 100 canali al secondo.

Frequenze:

Riesce a ricevere su un’ampia gamma di sequenze, così si avrà una buona versatilità.

Memoria:

Sarà possibile memorizzare fino a 1.300 canali e denominarli per un più facile recupero.

Batteria:

Le batterie hanno un’autonomia di 15 ore.

Contro
Scansione DMR:

Trattandosi di un modello analogico, sarà impossibile decodificare i segnali digitali.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Albrecht AE-355M

 

Come scegliere un buon radio scanner da tavolo? Il modello che ti consigliamo vivamente di valutare è quello prodotto da Albrecht: clicca sul link in basso per avere maggiori informazioni.

Si tratta di un apparecchio molto compatto che può essere trasportato facilmente; semplice da usare, è velocissimo con le ampiezze di banda da 5 KHz perché in grado di scansionare ben 180 frequenze al secondo, ideale per i radioascoltatori impazienti.

È un modello anche molto versatile perché ha un banco programmabile per uso privato e sette predefiniti che comprendono vari servizi di soccorso, frequenze Freenet e PMR. Per passare da uno all’altro basta premere un tasto.

Consigliatissimo da molti radioamatori anche esperti, può essere acquistato a un prezzo assolutamente vantaggioso. Il manuale in italiano, se non presente nella confezione, è disponibile su Internet.

Cliccando sul link qui di seguito sarà possibile andare alla pagina del negozio dove acquistare al miglior prezzo questo radio scanner, più economico rispetto ad altri, ma che non delude in termini di prestazioni. Nel caso si voglia avere un quadro completo delle sue caratteristiche, ecco un riassunto rapido dei suoi pro e contro.

Pro
Compatto:

Nonostante non sia proprio tascabile, il modello può essere trasportato facilmente grazie alle sue dimensioni ridotte.

Pratico:

Ideale per i radioamatori in erba, il modello si rivela essere molto facile da usare.

Veloce:

Può scansionare fino a 180 frequenze al secondo, grazie a un ampiezza di banda di 5 KHz.

Versatile:

Sarà possibile passare dai vari banchi programmabili e a quelli predefiniti grazie alla semplice pressione di un tasto.

Contro
Frequenza:

Non è possibile impostare le frequenze direttamente sul display, vista l’assenza di un tastierino numerico.

 

Acquista su Amazon.it (€105)

 

 

 

Uniden UBC-355CLT

 

L’ottimo rapporto tra prestazioni offerte e prezzo di vendita abbordabile è il principale punto di forza di questo Uniden, piccolo ricevitore da tavolo, maneggevole e pratico da trasportare.

Certo, si tratta di un modello senza fronzoli, molto semplice, non è dotato di alcune funzioni come visualizzazione alfanumerica delle frequenze o memorizzazione automatica ma è ottimo per chi si vuole avvicinare al mondo del radio ascolto o per chi ha bisogno di un apparecchio compatto da tenere comodamente sulla scrivania.

Alcuni appassionati fanno notare anche la presenza di qualche buco di frequenza, tuttavia è un dispositivo apprezzabile esteticamente, dotato di ottima ricezione, buona sensibilità e anche notevole velocità di scansione.

Le prestazioni aumentano considerevolmente se si collega un’antenna più potente e un altoparlante migliore, anche se quello incorporato non è male. Il dispositivo è facile da usare e include il manuale in italiano.

Chi cerca un nuovo radio scanner e vuole limitare la spesa, potrà essere colpito da questo Uniden. Come di consueto, consigliamo sempre di dare un’occhiata ai suoi principali vantaggi e svantaggi prima di acquistare il prodotto.

Pro
Pratico:

Questo ricevitore ha dimensioni compatte ed è anche facilmente trasportabile.

Prestazioni:

Ha delle buone prestazioni che possono essere aumentate se viene collegato a un’antenna più potente e a un altoparlante migliore di quello integrato.

Manuale:

Il dispositivo si rivela essere molto facile da utilizzare, inoltre il manuale in italiano è un valido aiuto.

Contro
Frequenze:

Tra i pareri degli utenti c’è stata un po’ di delusione a causa della perdita di frequenze del modello.

Essenziale:

Va bene per i neofiti ma potrebbe essere un po’ limitato per chi maneggia questi apparecchi da un po’ di tempo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Albrecht 27069

 

Questo scanner non è certo un modello professionale, ma può far divertire chi vuole ascoltare trasmissioni al di fuori delle solite bande AM e FM che sono utilizzate da milioni di appassionati ma anche da apparati militari, aeronautici e civili.

Il modello proposto da Albrecht ha una potenza audio di uscita pari a NF 400 mW, e consente una ricerca rapida dei canali che si attesta a 40 al secondo. Ha un limitatore del rumore, che permette di ricevere al meglio il canale selezionato.

Tre sono le gamme di frequenza dove è possibile fare la scansione, per la precisione 25 – 88 MHz, 137 – 174 MHz e 406 – 512 MHz, sia in VHF che UHF. Quando si riceve una trasmissione che si vuole risentire, è possibile salvare la frequenza fino a un massimo di 80, selezionabili velocemente quando servono. Lo scanner funziona con solo pile AA che non sono comprese, e l’autonomia non è particolarmente alta.

Pro
Dimensioni:

Questo scanner analogico si rivela molto compatto e dal peso non molto alto, ideale quindi da avere sempre con sé quando serve e si vogliono ascoltare trasmissioni radio, a patto che non siano in digitale.

Frequenze:

L’ampio spettro di frequenze su cui è possibile fare le scansioni lo rende un buon prodotto nonostante il prezzo non molto alto e il fatto che non sia un modello professionale.

Potenza audio:

Quella in uscita è di ben 400 mW, dato che, per un prodotto non considerato professionale, la dice lunga sull’ottima qualità generale.

Veloce:

Una delle sue caratteristiche migliori riguarda la velocità con cui trova i canali, che è ben di 40 al secondo cercando tra le tre bande di scansione che riesce ad agganciare.

Contro
Istruzioni:

Come ogni scanner anche questo necessita di una fase di apprendimento per capire bene come funziona. Peccato però che le istruzioni allegate siano solo in lingua inglese e tedesca.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

BaoFeng UV-5R

 

BaoFeng è un marchio che i radioamatori hanno imparato a conoscere anche in Italia perché offre sempre prodotti di buon livello a un prezzo imbattibile. È il caso di questo apparecchio, probabilmente il miglior radio scanner sul mercato per rapporto qualità/prezzo e non a caso uno dei più venduti online.

Si tratta di un ricevitore dual band che viene fornito con base di ricarica, laccetto per il trasporto e auricolare; è estremamente comodo da usare – utilissimo, per esempio, il tasto “band” per passare rapidamente da una banda all’altra – leggero, maneggevole, impermeabile e ha il display retroilluminato per poter visualizzare le frequenze anche in condizioni di scarsa visibilità.

È molto robusto, resiste bene a urti e colpi subiti, in più ha una notevole autonomia e parecchie funzioni che non fanno rimpiangere più di tanto un ricevitore professionale. A questo prezzo è probabilmente difficile trovare di meglio sul mercato.

Nonostante questo, consigliamo comunque di dare un’occhiata all’elenco dei suoi principali vantaggi, dove si potrà leggere anche l’unico difetto riscontrato da parte degli utenti.

Pro
Prezzi bassi:

Si tratta di un modello più economico rispetto ad altri in commercio, ideale per chi cerca il suo primo radio scanner.

Comodo:

Il tasto “band” permette di passare comodamente da una banda all’altra del dispositivo.

Display:

Lo schermo retroilluminato si rivela essere molto utile in condizioni di scarsa visibilità.

Materiali:

Sebbene il prezzo sia molto accessibile, il dispositivo ha dei buoni materiali di costruzione che lo rendono resistente.

Contro
Da configurare:

Per renderlo efficiente al 100% bisogna un po’ smanettarci.

 

Acquista su Amazon.it (€39,99)

 

 

 

Come utilizzare un radio scanner

 

La passione di tanti radioamatori passa per l’acquisto e l’utilizzo di un dispositivo che sia in grado di svolgere al meglio quanto richiesto. Abbiamo raccolto in punti specifici quelle note che possono migliorare l’esperienza e far apprezzare a pieno un radioscanner.

 

 

Scegliete il modello che fa al caso vostro

Ogni ascoltatore dovrebbe puntare a  un dispositivo che ben si adatta alle sue esigenze. Quanti puntano a una maggiore mobilità, possono scegliere apparecchi di dimensioni ridotte e dall’alta portabilità. Al contrario chi ama sintonizzarsi da casa può puntare su una base fissa.

 

Verificate la potenza dell’antenna

Un elemento indispensabile per una corretta e chiara ricezione non può prescindere da un supporto potente e di buona qualità. Controllate e verificate i pareri di chi ha acquistato un dispositivo, con particolare attenzione alla componentistica dell’antenna.

 

Acquistate un elenco delle frequenze

La consultazione di un manuale cartaceo o in rete è un requisito indispensabile per chi desidera esplorare l’universo delle radio e delle stazioni libere. Grazie a questa guida, chi è alle prime armi può cominciare a provare e sfruttare l’ascolto.

 

Controllate le frequenze disponibili

Prima di accendere il radio scanner potete aiutarvi effettuando una ricerca in rete delle stazioni disponibili. In questo modo potrete capire e appuntarvi quelle che più vi interessano per poi procedere all’ascolto.

 

Verificate il funzionamento dei collegamenti

In caso di modelli fissi, è buona norma controllare che i cavi siano ben collegati, senza interferenze e con lo spazio giusto per non creare problemi in fase di utilizzo.

 

Controllate autonomia

In presenza di modelli portatili è auspicabile controllare la durata delle batterie a pieno regime. In questo modo si scongiura il rischio di una brusca interruzione delle trasmissioni e il conseguente cambio con pile cariche.

 

Munitevi di un’antenna secondaria

La presenza di un dispositivo di ricezione di emergenza può tornare utile in caso di danni o di una cattiva ricezione. Avere a portata di mano un secondo supporto vi solleva dal problema di dover uscire o interrompere l’ascolto.

 

Proteggete il dispositivo

Un radio scanner, specie se fisso, è un oggetto delicato. Vi consigliamo di scegliere una collocazione adeguata, con una base ampia e stabile con un rischio ridotto di cadute o urti accidentali.

 

 

Salvate dove possibile le stazioni preferite

Nei dispositivi digitali è utile e comoda la funzione di salvataggio delle frequenze. Così facendo l’utente è in grado di creare un archivio personale consultabile in modo pratico e immediato.

 

Leggete con attenzione le istruzioni

Una volta aperta la confezione e tolti tutti i componenti è bene procedere con calma alla lettura delle note e delle specifiche del prodotto. Meglio non improvvisarsi in fase di montaggio e regolazioni ma seguire attentamente le istruzioni fornite dal produttore.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

POLMAR RX-5

 

Tra i più venduti e apprezzati sul mercato, il ricevitore Polmar si caratterizza per il prezzo accessibile a cui viene proposto, ideale per chi non vuole spendere un capitale per il radio ascolto.

Per quanto riguarda le prestazioni, stiamo parlando di un piccolo apparecchio che non vanta gli ultimi ritrovati della tecnologia, non è particolarmente veloce nella scansione – 25 canali al secondo – ma è estremamente funzionale e anche pratico perché palmare, si può portare ovunque.

Con un’antenna più potente di quella integrata la ricezione migliora significativamente e riesce a soddisfare anche un’utenza molto smaliziata.

È un modello, comunque, pensato per i meno esperti, per coloro che si concentrano sulle bande principali e non hanno bisogno di personalizzazioni particolari. Il lato positivo è che il dispositivo è più facile da impostare e utilizzare, grazie anche al manuale in italiano incluso nella confezione.

Tutti gli appassionati o neofiti in cerca di un nuovo radio scanner potranno trovare molto conveniente questo articolo. Per concludere la nostra recensione, ecco il consueto riassunto dei suoi pro e dei suoi contro.

Pro
Prezzo:

Si presenta con un prezzo molto conveniente, ideale per chi non ha mai provato un dispositivo simile e non vuole spendere troppo.

Semplice:

Può essere utilizzato e impostato con estrema facilità, grazie anche al manuale in italiano.

Contro
Lento:

Rispetto ad altri modelli, questo è un po’ lento nella scansione che arriva solo fino a 25 canali al secondo.

Antenna:

Per avere una ricezione migliore lo si dovrà collegare a un’antenna più potente di quella integrata.

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicoFEDERICO BELLAVISTA I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
FEDERICO BELLAVISTA
Ospite
FEDERICO BELLAVISTA

salve volevo sapere icr30 rx icom se uscita un nuovo modello e le caratteristiche di ques ultimo e i prezzi graziw

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Federico,

non è in italiano ma ti consigliamo di tenere d’occhio il sito del produttore per le novità al riguardo: https://www.icom.co.jp/world/products/receiver/handheld/ic-r30/

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (28 voti, media: 4.61 su 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.