La miglior sbarra per trazioni

Ultimo aggiornamento: 27.06.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Sbarre per trazioni – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2022

 

Restare in forma anche senza andare in palestra oppure uscire di casa per fare una corsa è possibile, poi è chiaro, dipende anche su quali muscoli si vuol lavorare e a che livello. Le trazioni, ad esempio, sono tra quegli esercizi che si possono tranquillamente fare tra le mura domestiche, basta avere le apposite sbarre e se non sapete quale comprare, provate con questi due modelli: la Sportstech Barra trazioni 4in1 KS300 è un attrezzo polivalente, l’alternativa è la Ultrafit Ultrasport 4 in 1 che è comoda perché non deve essere fissata alla parete, venendo semplicemente collocata sul pavimento o su una porta. Prezzo imbattibile.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere le migliori sbarre per trazioni

 

Le sbarre per trazioni ti permettono, con poche decine di euro di investimento e un montaggio rapido, di allenare numerose zone del tuo fisico, per renderlo tonico e salutare. Qui di seguito ti proponiamo alcune linee guida per aiutarti nella scelta dell’accessorio giusto per te.

Le migliori marche di attrezzature sportive hanno realizzato barre facili da istallare e dal prezzo accessibile, che potrai tenere in casa e utilizzare ogni giorno, per la tua mezzora di attività motoria.

1.Klarfit FIT-KS1W

Guida all’acquisto

 

Viti e trapano, ma anche una semplice molla

In questi tempi in cui frenesia e stress sembrano governare le nostre vite, è facile finire per trascurare il benessere del proprio corpo. Stanche dopo una faticosa giornata di lavoro o sopraffatte dagli impegni, sempre più persone si rovinano la salute con pasti disordinati e ore passate sul divano a guardare la televisione, invece di dedicarsi all’attività fisica.

Sì, sappiamo a cosa stai pensando. Come far entrare in un piccolo appartamento le attrezzature giganti della palestra? Le sbarre per trazioni presenti sul mercato sono state progettate apposta per essere inserite senza problemi anche in spazi piccoli.

Alcuni modelli, adatti alle persone più robuste o a chi vuole aggiungere dei pesi per un esercizio più intenso, richiedono un fissaggio alla parete tramite viti, altri invece sono dotati di molla per aderire saldamente al telaio di una qualsiasi porta. Confrontando i prezzi vedrai che il secondo tipo è più economico e ha il vantaggio di essere meno invasivo, ma tutto dipenderà dalle tue esigenze.

Esercizi per tutte le fasce muscolari

Se l’abbonamento alla palestra resta solo una delle tante tessere abbandonate in un cassetto o infilate nel taschino più nascosto del portafogli perché non riesci a trovare il tempo di uscire, fa che la palestra venga a te.

Essenziale all’apparenza, con una struttura che, punti di fissaggio a parte, si limita a una sola e semplice asta, la sbarra per trazioni è in realtà uno degli attrezzi più completi, che ti permette di allenare in maniera efficace quasi tutte le fasce muscolari del tronco, senza contare l’esercizio aerobico intenso quasi quanto una corsa.

Partendo dalle mani, la cui impugnatura vicina o lontana, detta presa, determina un diverso tipo di lavoro sul corpo, pur mantenendo in tensione il dorso, si arriva alle gambe, che, incrociate o piegate, in movimento o ferme, ti permettono di sviluppare, a turno, tutti i muscoli e convertire la pancetta molle in un fisico da primo in classifica.

2.Ultrafit Ultrasport 4 in 1

 

Materiali e rivestimento

Scorrendo le recensioni, potrai renderti conto anche tu dell’enorme varietà di materiali e protezioni che le diverse aziende hanno deciso di scegliere. Come in molti altri ambiti, dagli occhiali da sole alle padelle, anche per gli attrezzi da palestra vale la regola del materiale il più possibile leggero e, allo stesso tempo, resistente.

Il minor peso consente di minimizzare il carico sulla parete o, in caso di fissaggio a molla, sulla porta, mettendo poi a frutto la robustezza per sostenere il tuo peso, anche durante lunghe ripetizioni, senza il rischio di caduta con conseguente infortunio. Rivestire la superficie della sbarra con materiali morbidi e anti-scivolo è poi un’importante contributo alla tua sicurezza, oltre a impedire di rovinarti le mani con un uso intenso.

 

Le migliori sbarre per trazioni del 2022

 

La sbarra per trazioni è un attrezzo immancabile in palestra e utilissimo anche a casa per chi non ha tempo o modo di poterci andare ma non vuole rinunciare a far lavorare tutta la parte dorsale.

Di seguito elenchiamo i cinque migliori prodotti del 2022, a nostro giudizio, in modo da poter fare una comparazione accurata.

 

Prodotti raccomandati

 

Sportstech 4in1 KS300

Principale vantaggio

La barra permette di fare ben più dei classici esercizi di trazione, è un attrezzo polifunzionale e costruito con ottimi materiali. Ottima la presa antiscivolo e traspirante e, se non sapete come allenarvi, c’è anche un ebook in omaggio sull’argomento.

 

Principale svantaggio

La prima cosa da fare appena aprite il pacco è gettare i tasselli e sostituirli con altri di miglior qualità. Il montaggio richiede due persone e i fori non sempre combaciano alla perfezione

 

Verdetto 9.8/10

La barra Sportstech è molto solida e permette di eseguire tanti servizi, anche diversi da loro aggiungendo alcuni accessori. I materiali sono ottimi e, una volta fissata alla parete, non si muove più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Polifunzionale

È una barra da trazione ma non solo, l’attrezzo, infatti, offre più soluzioni di allenamento, quattro per essere precisi e ciò dà modo di eseguire un allenamento se non completo quantomeno vario. Personalmente ci è piaciuta parecchio la possibilità di agganciare alla sbarra un sacco da box che, naturalmente, per essere usato non richiede che dobbiate dedicarvi al pugilato, ci sono tanti esercizi che si possono fare con un sacco senza contare il fatto di poterlo utilizzare come antistress e magari sfogare un po’ di rabbia che si accumula durante la giornata. 

Non rubiamo altro spazio e andiamo a vedere cos’altro permette di fare la barra per trazioni. Potete esercitarvi con le corde battle rope oppure fare degli esercizi con le cinghie di sospensione.

Rinforza il busto

Abbiamo visto le possibilità extra offerte della barra ma non possiamo certo tralasciare la funzione principale dell’attrezzo che è di rinforzare il busto. La barra dà modo di allenare gli addominali ed eseguire tutta un’altra serie di esercizi utili all’allenamento della parte superiore del vostro corpo. 

Già, ma quali esercizi? Se non frequentate una palestra o non siete professori di educazione fisica magari non sapete come fare. Questo è un problema o meglio, lo sarebbe se in omaggio non fosse compreso un ebook con tante indicazioni utili all’allenamento che come saprete deve essere fatto nel modo giusto se si vogliono ottenere risultati. 

Di certo un aiuto alla corretta esecuzione degli esercizi lo ricevete dalle comode impugnature, che sono traspiranti e antisudore. La presa è antiscivolo, affidabile e comoda grazie all’imbottitura, insomma, potete anche fare a meno dei guanti.

 

Ottimi materiali meno i tasselli

Per fissare la barra alla parete servono anche i tasselli (che trovate nella confezione). Ecco. lasciateli perdere, meglio affidarsi a qualcosa di miglior qualità e che possa dare ben altre garanzie di resistenza perché quelli in dotazione non sono piaciuti quasi a nessuno. Per andare sul sicuro c’è chi suggerisce i tasselli chimici, cosiglio che facciamo anche nostro. 

Per il resto i materiali sono ottimi, è tutto molto solido, ecco perché non comprendiamo come si possa scivolare sui tasselli. Il montaggio è abbastanza scomodo, un suggerimento che possiamo darvi è di essere in due ad installare la barra che è anche pesantuccia, cosa che aumenta le difficoltà. 

Attenzione ai fori perché non combaciano sempre alla perfezione dunque in alcuni casi bisogna forzare un po’ la mano mentre in casi più problematici bisogna intervenire con degli attrezzi.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ultrafit Ultrasport 4 in 1 

 

2. Ultrafit Ultrasport 4 in 1Per chi si sta, invece, chiedendo come scegliere una buona sbarra per trazioni a porta, un’ottima risposta è rappresentata dal modello 4 in 1 della Ultrafit Ultrasport. Infatti, oltre alle trazioni, consente di allenare addominali, bicipiti e tricipiti e di fare flessioni.

È resistente, realizzato in alluminio e ha un limite di peso pari a 100 kg. Soprattutto, si tratta di una sbarra comodissima perché non c’è bisogno di praticare alcun foro alle pareti ma va semplicemente fissata alla porta (con telaio di 61-81 cm e profondità di 12-16 cm) oppure usata a pavimento.

È facile da installare, non rovina le porte perché è imbottita e si può usare ovunque.

Attrezzo pratico e stabile, non si stacca dalla porta, è veloce da usare, utile e versatile per mantenere in forma la parte superiore del corpo. È anche un prodotto economico e va bene per tutta la famiglia.

Ecco quali sono i maggiori punti di forza e di debolezza della Ultrafit by Ultrasport che ha ottenuto un notevole successo di vendite sul mercato online.

Pro
Prezzi bassi:

Se sei in cerca del modello più economico, dai un’occhiata alla Ultrafit by Ultrasport; il suo prezzo ti stupirà in positivo.

Multifunzione:

A differenza delle sbarre da fissare alla parete, la Ultrafit by Ultrasport può essere poggiata a terra diventando multifunzione perché, oltre alle trazioni, consente di fare flessioni, allenare addominali, bicipiti e tricipiti. Quattro in uno.

Praticità:

Una volta montata, la sbarra non deve essere fissata alla parete e quindi non occorre praticare alcun foro nel muro. Va appoggiata a terra oppure allo stipite della porta.

Imbottita:

L’imbottitura presente nei punti sollecitati permette di non rovinare le porte e di rendere più comoda e salda la presa con le mani.

Contro
Portata:

La portata di soli 100 kg potrebbe non essere adatta a tutti gli utenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sportstech 4 in 1 KS500

 

Attrezzo completo il KS500 poiché non comprende la sola barra per le trazioni ma anche la stazione per i tricipiti e le power ropes, insomma è un oggetto multifunzionale che consente di eseguire più esercizi dedicati alla parte superiore del corpo, tenete presente che si possono fare anche alcuni esercizi sul pavimento. Le prese di posizione possibili sono tre, in modo da lavorare agevolmente sia sui muscoli della schiena sia delle braccia. 

La barra ha una comoda impugnatura antistrappo. L’installazione è molto semplice, anche se è preferibile avere una porta con telaio abbastanza spesso per la migliore stabilità possibile. Ad ogni modo non ci sono fori da eseguire nel muro. 

C’è da dire che la struttura flette sotto il peso del corpo o almeno quando questo è intorno agli 85 kg, naturalmente la conseguenza non è un cedimento dell’attrezzo ma comunque si perde qualcosina in termini di spinta. Ciò non toglie il fatto che i materiali sono buoni. Quando finisce l’allenamento, la barra si mette via facilmente essendo pieghevole  e compatta.

Pro
Multifunzionale:

La barra, grazie anche alla presenza di accessori come la stazione per i tricipiti e le power ropes, consente di eseguire diversi tipi di esercizi, anche sul pavimento.

Montaggio:

Di estrema semplicità è l'installazione dell’attrezzo che va agganciato al telaio della porta, non ci sono fori da eseguire e quando non serve più si sgancia in un attimo.

Contro
Struttura:

Pur essendo resistente la barra, sopra gli 85 kg di carico tende a flettersi, cosa che fa perdere un po’ di spinta durante gli esercizi.

Stabilità:

Se il telaio della porta non è sufficientemente spesso potrebbero esserci problemi di instabilità a causa di un aggancio non perfetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

ZNL Barra per trazioni orizzontale DDG01

 

Per quanti sono alla ricerca di una barra di facile installazione e che possa essere posizionata in punti diversi a seconda delle esigenze, c’è la ZNL che regge un carico massimo di 100 kg che eventualmente può essere portato a 150 kg con un accessorio ad hoc. Realizzata con buoni materiali può trovare posto tra due pareti oppure può essere agganciata alla porta, basta estenderla fin dove serve, con un range che varia da un minimo di 62 a un massimo di 100 cm. 

L’imbottitura esterna in schiuma assicura una comoda presa visto che consente alle mani di non scivolare anche quando aumenta lo sforzo e con esso il sudore. Proprio su queste protezioni si concentrano le critiche maggiori, visto che è capitato che si scollino già dopo un utilizzo ridotto. 

Nel complesso parliamo di una barra economica, dalla quale non attendersi troppo ma comunque più che adeguata per chi ne desidera fare un utilizzo non particolarmente intenso e per questo vuole spendere poco. 

Pro
Installazione:

Rapida e molto semplice è l'installazione della barra: basta rispettare il range massimo di estensione, che è di 100 centimetri.

Economica:

Parliamo di un modello che non costa molto e che, dunque, si propone come la scelta giusta per chi ne vuole fare un utilizzo moderato.

Contro
Protezioni:

Sono in schiuma e consentono una buona presa però sono incollate con scarsa attenzione e, per questo, hanno la tendenza a scollarsi.

Qualità generale:

La barra è economica e dunque nel complesso realizzata con materiali resistenti ma non al top. Si tratta dello scotto da pagare per il risparmio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Powrx Barra Trazioni Muro 3 in 1

 

Il sistema di gestione dello sforzo e un montaggio semplice ed efficace, questi i primi punti di forza del supporto multifunzione Powrx. Anche in questo caso assistiamo a un’impostazione che premia la versatilità per un utilizzo su più fronti. Da un lato si può procedere allenandosi con la classica posizione orizzontale, mentre dall’altro le due manopole che escono in avanti ampliano la tipologia di esercizi che si possono praticare.

Sul fronte dell’ergonomia nulla da eccepire: le prese infatti sono realizzate in gomma morbida e antiscivolo, con una presa sulla sbarra che si conserva stabile nel corso di tutta la sessione.

La capacità di carico raggiunge i 136 chili, con un sistema di montaggio che non tutti hanno apprezzato, perché costringe a perdere qualche minuto in più per capire come procedere senza commettere errori. All’interno della confezione si trova poi il link da cui poter scaricare un PDF con tutta la serie di esercizi adatti a tenersi in forma.

Pro
Versatile:

La sua struttura consente di eseguire varie tipologie di esercizio, così da combattere noia e ripetitività, anche grazie al file PDF con numerosi suggerimenti di allenamento.

Capacità:

Robusta e solida, è in grado di sopportare senza affanni anche chi pesa più di un quintale.

Materiali:

Le prese sono ergonomiche, in gomma antiscivolo che si rivela morbida e che non crea problemi ai palmi delle mani.

Contro
Installazione:

Le operazioni per il montaggio non sono molto semplici e dunque per completare il tutto bisogna prestare una certa attenzione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Klarfit FIT-KS1W 

 

1. Klarfit FIT-KS1WLa FIT-KS1W della Klarfit è probabilmente la migliore sbarra per trazioni a muro.

Si tratta di un modello molto solido in acciaio con una capacità di carico fino a 350 kg ed è dotato di due serie di maniglie per un allenamento efficiente dei vari gruppi muscolari. Misura 101 cm di larghezza x 51 cm di profondità; il diametro dell’asta è di 3,2 cm e il peso è pari a 4,1 kg.

Facile da installare, ha incluso il kit completo di accessori per il montaggio (compresi i tasselli).

Allena efficacemente torace, schiena, spalle, collo e braccia; presenta il grip in plastica antiscivolo sulle impugnature anteriori; è un attrezzo semplice, ideale per il fitness a casa e vale il prezzo a cui viene venduto: per noi costituisce una delle migliori se non la migliore sbarra per trazioni del 2022.

Sono dunque numerosi i benefici assicurati dalla Klarfit che ci hanno spinti a inserirla nella nostra guida per scegliere la migliore sbarra per trazioni. Rivediamo in sintesi quali sono.

Pro
Solidità e stabilità:

La sbarra per trazioni va fissata alla parete e, a differenza dei modelli che si appoggiano sullo stipite della porta, è notevolmente più solida e stabile, l’ideale per allenarsi con tranquillità.

Efficacia:

Le due serie di maniglie consentono di allenare efficacemente vari gruppi muscolari, quali torace, schiena, spalle, collo e braccia. Si tratta quindi di un attrezzo completo e versatile.

Facilità d’uso:

La sbarra è facile da installare – tutti gli accessori necessari per il montaggio sono già inclusi, anche i tasselli – e altrettanto facile da usare.

Qualità/prezzo:

Realizzata in acciaio, la Klarfit è resistente e supporta un peso di ben 350 kg, rivelandosi quindi adatta a tutti i potenziali clienti. Il prezzo competitivo è un altro punto di forza del modello.

Contro
Parete:

È consigliabile che la parete a cui fissare la sbarra sia anch’essa solida e resistente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

Come usare la sbarra per le trazioni

 

Sono tanti gli attrezzi atti al miglioramento della forza fisica: tra questi dobbiamo assolutamente annoverare la sbarra per le trazioni con la quale si avrà inevitabilmente a che fare se ci si iscriverà in palestra allo scopo di sviluppare i muscoli. È un attrezzo semplice ma grazie al quale si possono tenere ottimi risultati per quanto riguarda la parte superiore del corpo. Prima di proseguire nella lettura: avete il giusto abbigliamento sportivo? Se vi manca tutto, date un’occhiata alle nostre pagine, a cominciare da quella sui migliori calzini sportivi.

La sbarra a casa

Per esercitarsi alla sbarra non serve andare in palestra, anche se svolgere gli esercizi sotto lo sguardo attento di un istruttore è sempre preferibile. Ci sono sbarre che non richiedono l’installazione: poggiano sul pavimento ma ci sono anche modelli che possono essere affissi alla parete, con il vantaggio di non occupare spazio.

Tuttavia bisogna essere capaci di installarle. Innanzitutto bisogna scegliere pareti molto solide per evitare che la sbarra venga via sotto il peso del corpo, danneggiando il muro, per non parlare della possibilità di farsi male. Trovato il punto esatto, è necessario fissare le staffe: inevitabilmente servirà un trapano.

Ma per fare i fori bisognerà servirsi anche di una livella perché la sbarra deve stare dritta. Fatti i buchi, si possono avvitare le staffe alle quali andrà poi aggiunta la sbarra.

 

I muscoli

Quando si parla di esercizio fisico si parla anche di muscoli. È importante sapere su quali si andrà a lavorare esercitandosi alla sbarra. In pratica lavorerà tutta la zona dorsale, dunque spalle, i tricipiti e il trapezio. In misura minore saranno impegnati anche i muscoli addominali e pettorali.

 

Le trazioni

Non è nostra intenzione sostituirci al vostro istruttore ma del resto, se non ne avete uno, forse vorrete saperne qualcosa di più. Le indicazioni che stiamo per darvi sono una descrizione maccheronica dei possibili tipi di trazione.

Trazioni a presa inversa

Per chi è agli inizi è bene partire cimentandosi con le trazioni a presa inversa, altrimenti note anche come trazioni a presa supina. Per svolgere l’esercizio è necessario afferrare la sbarra con i palmi delle mani rivolti in direzione del vostro corpo. Le braccia e dunque le mani, devono avere un’ampiezza pari a quella delle spalle. Afferrata adeguatamente la sbarra, bisogna sollevarsi fino a sfiorarla con il petto.

Non vi mentiamo, l’esercizio, per chi non è abituato, è molto faticoso e la voglia di abbandonare tutto, vi assalirà. Ma l’importante è non demordere.

 

Trazioni a presa prona

Dopo che avete fatto un bel po’ di allenamento con la presa inversa e vi sentite più forti, sicuri, è il momento di provare con qualcosa di più impegnativo come la presa prona. In questo caso la presa è frontale ed è richiesto un maggiore sforzo fisico, ecco perché tale presa è consigliata solo in un secondo momento, dopo aver preparato i muscoli e accresciuto la forza.

A differenza della prima presa, le braccia vanno tenute più larghe rispetto alle spalle e i palmi della mano sono rivolti frontalmente all’attrezzo. Per svolgere più agevolmente l’esercizio, è importante controllare la respirazione.

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

Panca per addominali

Attrezzo per addominali

 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status