fbpx

Il miglior inverter fotovoltaico

Ultimo aggiornamento: 14.11.19

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori inverter fotovoltaici del 2019?

 

Se avete in mente di fornire la vostra casa di un impianto a energia solare, avrete bisogno anche del miglior inverter fotovoltaico. La scelta ecologica comporterà certamente dei vantaggi, non solo per l’ambiente ma anche sotto il profilo economico, anche se servirà un po’ di tempo per ammortizzare la spesa iniziale. Tuttavia, con la nostra guida, oltre a fornirvi dei buoni consigli, proveremo a farvi risparmiare qualcosina.

Prima di andare avanti, vi diciamo che questi dispositivi non sono a basso costo, anche se sul mercato se ne trovano alcuni molto più economici di altri ma in definitiva tutto dipende dalle caratteristiche.

Chiariamo innanzitutto che cos’è un inverter, conosciuto anche come convertitore C.C./C.A. È un dispositivo che svolge la funzione di convertire la corrente continua in tensione alternata. Salvo rare eccezioni, la presenza dell’inverter in un impianto fotovoltaico è indispensabile. Ma spieghiamoci meglio con un esempio. Se c’è la necessità di far funzionare un televisore che notoriamente va a corrente alternata, l’inverter non può mancare.

Se invece si è in presenza di un’illuminazione a LED a 12 V, l’inverter non serve. Tuttavia ci sembra ovvio che chi mette su un impianto fotovoltaico lo fa per fornire energia a tutta la casa dove praticamente tutto funziona con la corrente alternata.

Non c’è un solo tipo di inverter, vediamo quali e che differenze presentano. Gli inverter si differenziano per la forma d’onda che può essere quadra, sinusoidale modificata e sinusoidale pura. Gli inverter più economici sono a onda quadra ma sono adatti soltanto per i cosiddetti carichi resistivi. Cos’è un carico resistivo? È un carico ohmico, dunque, va bene per resistenze o lampade a incandescenza che ormai non usa più nessuno.

L’inverter a onda sinusoidale modificata va bene con carichi resistivi, capacitivi e induttivi. Nel caso di questi ultimi producono un certo rumore. Esempi di carichi induttivi sono i trasformatori e i motori elettrici.

Infine c’è l’inverter a onda sinusoidale pura che è quello che consigliamo in quanto funziona bene con qualsiasi tipo di carico e riproduce l’onda sinusoidale della rete domestica. Quest’ultimo è quello che costa mediamente di più.

 

Prodotti raccomandati

 

Cablematic PV Axpert KS 5 KVA

 

Secondo noi il Cablematic concorre per il premio di miglior inverter fotovoltaico del 2019. Si tratta, a nostro avviso, di un dispositivo completo e ricco di funzioni interessanti, infatti, non solo funge da inverter a onda sinusoidale pura ma anche come caricatore solare e caricatore di batterie: tali caratteristiche fanno sì che l’inverter fornisca energia in modo costante e senza interruzioni. La sua capacità è di 5.000 VA ed è consigliato per cariche fino a 4.000 W.

Il display LCD è ampio e l’accesso alle varie funzioni è agevolato dai pulsanti presenti sul pannello frontale.

Tra le funzioni più interessanti vogliamo sottolineare la ricarica delle batterie e stabilire la priorità del caricatore solare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Solarpower 24 Axpert MKS 4K 48V

 

Non male questo inverter che si fa apprezzare innanzitutto per un buon rapporto tra prezzo e qualità. Non costa poco, sia chiaro, ma certamente non è tra i più cari in giro e le prestazioni sono soddisfacenti.

È un inverter a onda pura e supporta i pannelli solari fino a un massimo di 4.000 W. Il tutto è automatizzato, pertanto non è richiesto nessun intervento da parte dell’utente. È multifunzione e ha un caricabatteria “intelligente” che consente di utilizzare l’energia accumulata di giorno, quando il sole splende alto, la sera.

Il display è ben leggibile e ottimamente illuminato secondo noi. Pochi ma funzionali pulsanti si trovano sul pannello frontale per un uso semplice e immediato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Alcapower 1500 W

 

Si tratta di un inverter abbastanza economico e basilare, senza tanti fronzoli. A nostro avviso è un dispositivo essenziale. È a onda sinusoidale modificata, dunque è adatto per i carichi resistivi, capacitivi e induttivi.

La potenza di continuità è di 1.500 W mentre quella di spunto è di 3.000 W. Nessun problema in caso di sovraccarico in quanto l’inverter è fornito di un sistema di protezione che eviterà il verificarsi di danni.

Consigliamo questo inverter solo ai meno esigenti in quanto ha davvero poco da offrire in termini di funzioni, come detto in apertura. Non c’è un display LCD e non è programmabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
BuonoedEconomicosergiotinellii I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
sergiotinellii
Ospite
sergiotinellii

buona sea sul mio camper ho due pannelli solari e vorrei installare un inverter collegandogli i due pannelli per avere il 220sempre funzionante e anche per gestire il condizionatore dometic sarei interessato a sapere la spesa che dovrei sostenere

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Sergio,

noi non siamo produttori o rivenditori, ma solo un sito di recensioni, per questo non possiamo risponderti in merito ai prezzi, su cui non abbiamo nessun controllo.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status