Il miglior inverter 12V 220V

Ultimo aggiornamento: 23.10.18

Inverter 12V 220V – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Cerchi un buon inverter 12V 220V senza spendere molto? Ecco i due dispositivi che raccomandiamo più degli altri: Bestek MRI3013BU è molto compatto e facile da trasportare. Ha un ottimo rapporto qualità/prezzo ed è dotato di due porte USB per caricare direttamente dispositivi come smartphone e tablet. Direct Importer I35 è sicuro, performante e si caratterizza per la ventola di raffreddamento che non si avvia automaticamente ma solo quando l’apparecchio si sta surriscaldando, a tutto vantaggio della silenziosità.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior inverter 12V 220V

 

Quale inverter scegliere per la propria auto, barca o camper? Se brancoli nel buio dai un’occhiata alla nostra guida; qui potrai trovare qualche indicazione che ti aiuterà a individuare il modello più adatto alle tue esigenze. Nella classifica in basso, invece, trovi la recensione di quelli che sono per noi i migliori prodotti per quest’anno. Scopri quali sono, potresti individuare l’inverter che ti interessa in pochi minuti, senza fare ulteriori ricerche.

a-1-inverter-12v-220v

Guida all’acquisto

 

Onda sinusoidale pura o modificata?

Gli inverter presenti sul mercato possono essere distinti in due categorie, quelli con onda sinusoidale pura o modificata. Senza scendere in dettagli troppo tecnici, basta dire che entrambi questi dispositivi servono per trasformare, o invertire, la corrente continua da 12 volt che proviene dalla batteria dell’auto, della barca o del camper in corrente alternata a 220 volt.

Il vantaggio è quello di poter alimentare diversi tipi di apparecchiature elettriche comodamente e ovunque ci si trova, anche lontano da prese di corrente tradizionali. Attenzione, però: è consigliabile sempre verificare prima se il dispositivo che si intende alimentare non possa subire dei danni. In particolare, bisogna considerare che gli inverter a onda sinusoidale modificata sono quelli più semplici ed economici e, per quanto versatili, sono in grado di fornire corrente solo a una gamma limitata di dispositivi come, per esempio, cellulari, tablet, radio, ecc.

Quelli a onda sinusoidale pura, invece, sono più complessi, hanno un prezzo superiore ma offrono prestazioni migliori perché riproducono esattamente, o perfino meglio, il tipo di tensione presente nella rete elettrica domestica. Il vantaggio è di poter alimentare, oltre a quelli ricordati, anche apparecchi con sensibilità più elevata o con un motore all’interno come trapani e altri utensili per il fai da te.

 

Potenza

Confronta prezzi e prestazioni ma, dopo aver stabilito quale tipo di inverter ti serve, dovresti subito decidere quale potenza ti occorre. Se acquisti un modello con una potenza insufficiente non potrai alimentare il tuo dispositivo.

Inoltre bisogna tenere conto di un fattore molto importante: la potenza dichiarata dal costruttore è nominale e si riferisce, cioè, al collegamento diretto tra la batteria e l’inverter tramite appositi cavetti. Di solito, però, lo si utilizza più comodamente attraverso la presa accendisigari. In questo caso la potenza espressa si riduce notevolmente, anche della metà. Un inverter da 300 watt nominali, per esempio, potrà di fatto erogare solo 150 watt circa, riuscendo ad alimentare solamente apparecchiature che hanno bisogno di una potenza massima di 150 W come caricabatteria, lettori e radio. 300 watt effettivi dovrebbero bastare, per esempio, per sistemi più complessi come impianti con decoder, PC, amplificatori, e così via.

Molto utili sono le porte USB presenti a volte su alcuni inverter che permettono di ricaricare più comodamente cellulari e tablet.

a-2-inverter-12v-220v

Ventola e fusibile

L’inverter produce calore per poter funzionare e, per questo, tutti i modelli integrano una ventola di raffreddamento che, però, potrebbe rivelarsi troppo rumorosa, specialmente per chi si trova in luoghi dove è richiesto silenzio. In questi casi la migliore marca di inverter potrebbe essere quella che realizza apparecchi meno rumorosi o che, per lo meno, non facciano attivare la ventola all’accensione dell’inverter ma solo quando quest’ultimo si sta surriscaldando.

Potrebbe, infine, capitare di dover sostituire il fusibile bruciato e, nel caso sia esterno, sarà più facile da cambiare perché non occorrerà smontare tutto l’involucro dell’inverter.

 

I migliori inverter 12v 220v del 2018

 

Scopri adesso quali sono per noi i migliori inverter 12V 220V. Leggendo la nostra classifica e facendo una comparazione tra i nostri consigli d’acquisto potresti individuare l’invertitore che stai cercando in pochi minuti. Risparmierai tempo e fatica.

 

Prodotti raccomandati

 

Bestek MRI3013BU

 

1-bestek-300wSe stai cercando il miglior inverter 12V 220V del 2018 dai un’occhiata a questo Bestek che ha il vantaggio maggiore nell’ottimo rapporto tra prezzo di vendita e prestazioni offerte. Si tratta di un prodotto dalle dimensioni molto compatte che, quindi, è comodo e pratico da trasportare e usare. Inoltre l’involucro esterno è realizzato in una lega di alluminio che lo rende leggero e resistente allo stesso tempo.

Non appena viene azionato l’inverter si avvia contemporaneamente la piccola ventola posta nella parte posteriore – che non va coperta – in grado di dissipare efficacemente il calore inevitabilmente prodotto.

La potenza nominale è di 300 watt ma il dato tiene conto di un collegamento diretto con la batteria che raramente verrà fatto. Utilizzando, invece, la presa accendisigari dell’auto questo valore si abbassa notevolmente ma l’apparecchio è, comunque, in grado di ricaricare, per esempio, cellulare, lettore MP3, scaldabiberon, ecc.

Oltre alla presa elettrica sono presenti anche due utili porte USB per caricare direttamente smartphone, tablet e altri dispositivi che usano questo tipo di alimentazione.

Sei vuoi scoprire quali sono i pro e i contro di questo modello continua pure a leggere. Nel caso tu non sappia dove acquistare l’inverter al miglior prezzo, clicca sul link del negozio riportato qui di seguito.

Pro
Compatto:

Le dimensioni ridotte del modello ti permettono di trasportarlo con comodità e senza fare sforzi.

Resistente:

Nonostante sia molto leggero, il rivestimento in lega di alluminio lo rende resistente e lo protegge da urti e cadute.

USB:

La presa USB ti permette di ricaricare dispositivi portatili come smartphone, tablet e macchine fotografiche.

Contro
Ricarica contemporanea:

Non è consigliato ricaricare contemporaneamente un dispositivo alla presa USB e l\'altro a quella CA.

 

Acquista su Amazon.it (€35,99)

 

 

 

Direct Importer I35

 

2-inverter-300wQuesto modello è tra i più venduti sul mercato per i vantaggi che offre all’utente, per cui se non sai come scegliere un buon inverter 12V 220V dagli un’occhiata. È un apparecchio pensato per i camper ma può essere utilizzato anche in auto o in barca e la sua potenza da 300 watt nominale permette di caricare tanti dispositivi come, per esempio, computer portatile e televisione.

Le due utilissime porte USB permettono, inoltre, di ricaricare direttamente cellulari, tablet, fotocamere, ecc.

È un modello molto compatto e, quindi, comodo da riporre e da trasportare. La scocca in allumino lo rende leggero e resistente. A differenza di altri inverter simili, in questo caso la ventola per il raffreddamento si aziona solo quando l’apparecchio si sta surriscaldando, l’ideale per chi non vuole essere disturbato da rumori molesti, specialmente se si trova in luoghi molto silenziosi.

In questo tipo di dispositivi la sicurezza è fondamentale e, a tal proposito, vanno sottolineati due aspetti: in primo luogo, il sistema Soft Start eroga la corrente in maniera graduale per evitare picchi ma solo dopo aver effettuato un controllo e aver verificato – in 10 secondi – che potenza e tipo di carico siano adeguati.

In secondo luogo, va sottolineata la presenza del fusibile esterno, più comodo da sostituire in caso di problemi perché non sarà necessario smontare la scocca.

La nostra guida per scegliere il miglior inverter continua con i pro e contro di questo modello apprezzato dagli utenti per l’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Pro
Potente:

I suoi 300 watt di potenza sono adatti per ricaricare laptop e televisori quando sei in viaggio nella tua auto, camper o barca.

Ventola:

La ventola si aziona solo in caso di surriscaldamento per far raffreddare l’apparecchio. Ideale per non essere disturbati dal rumore incessante quando si tiene acceso l’inverter.

Sicuro:

Il sistema Soft Start evita che si creino picchi di corrente, mentre il fusibile esterno risulta più comodo e facile da sostituire.

Compatto e resistente:

Si tratta di un inverter facile da trasportare, ma allo stesso tempo resistente grazie alla scocca in alluminio.

Contro
Accendisigari:

Quando viene collegato all’accendisigari non sarà possibile usufruire di tutti i 300 watt di potenza, come per tutti gli altri apparecchi simili.

 

Acquista su Amazon.it (€48)

 

 

 

EDECOA Onda Sinusoidale Pura

 

Il vantaggio principale di questo Edecoa è che si tratta di un inverter 12V 220V a onda sinusoidale pura. Come spiegato in precedenza, questi apparecchi, a differenza di quelli con onda modificata, riescono a fornire una corrente molto più simile a quella della linea elettrica domestica.

In questo modo si riesce a fornire energia a un maggior numero di apparecchiature, comprese quelle con sensibilità più elevata. Naturalmente, il consiglio è sempre quello di verificare prima la potenza di avviamento richiesta dal dispositivo che va ricaricato; solo in questo modo chi non è sicuro può evitare l’insorgere di problemi.

Il prezzo è più alto rispetto agli inverter con onda modificata ma la potenza in uscita è maggiore e l’azienda mette a disposizione diverse opzioni tra cui poter scegliere quella più adatta alle proprie esigenze. Gli utenti, infine, sottolineano che questo modello non è per niente rumoroso.

Vediamo adesso quali sono i pro e i contro di questo modello che secondo i pareri degli utenti è uno dei migliori venduti online.

Pro
Onda sinusoidale pura:

A differenza di altri inverter, questo modello riesce ad alimentare diversi apparecchi come trapani, compressori, frigoriferi.

Potente:

Questo inverter può vantare una potenza in uscita di 3.500 watt ed arrivare a un picco di ben 7.000 watt.

Silenzioso:

A detta degli utenti si tratta di un apparecchio molto silenzioso.

Contro
Prezzo:

A causa del suo funzionamento a onda sinusoidale pura, questo non è proprio il modello più economico in circolazione.

 

Acquista su Amazon.it (€349,99)

 

 

 

Sodial 009833

 

4-trasformatore-alimentatore-ac-110-220vSe stai cercando un trasformatore da 220V a 12V, questo Sodial potrebbe fare al caso tuo perché è un apparecchio funzionale, ha soddisfatto la maggior parte degli utenti – è uno dei più venduti online – e ha un costo accessibile a tutte le tasche, l’ideale per chi vuole spendere il meno possibile.

È un inverter che ha una molteplicità di utilizzi, generalmente viene usato per alimentare strisce o schermi a LED, televisioni a circuito chiuso, ecc. Consuma solamente in base alla potenza richiesta dal dispositivo collegato a cui, naturalmente, va aggiunta la dispersione e una quota consumata dalla ventola.

La corrente, inoltre, rimane sempre stabile in uscita, anche al variare del carico. Realizzato in metallo, è compatto e leggero, si conserva e si trasporta molto facilmente.

Tra gli svantaggi segnalati dagli utenti va ricordata la rumorosità della ventola che, nonostante quanto indicato, si avvia subito e non solo quando l’inverter si sta surriscaldando.

Il prezzo di questo inverter può essere una grande attrattiva, ma prima di lanciarti all’acquisto magari controlla i suoi pro e contro per capire se può fare davvero al caso tuo.

Pro
Prezzi bassi:

Il prodotto si presenta con un prezzo davvero conveniente, ideale se non hai intenzione di spendere troppo per questo tipo di oggetto.

Pratico:

Può essere trasportato facilmente grazie al suo peso leggero e alle sue dimensioni compatte.

Resistente:

Sebbene sia venduto a basso costo, l\'inverter ha una scocca in metallo che lo rende molto solido.

Contro
Rumoroso:

La ventola si avvia non appena viene acceso l’inverter e risulta essere particolarmente rumorosa.

Acquista su Amazon.it (€15,94)

 

 

 

Inverter ab4000

 

5-inverter-1500-w-per-auto-camperVuoi spendere il meno possibile ma non sai quale inverter 12V 220V comprare? Dai un’occhiata a questo modello, potrebbe essere la soluzione giusta per te. Nonostante il prezzo imbattibile, si tratta di un apparecchio che svolge egregiamente la propria funzione di aggiungere una presa elettrica ad auto, barca o camper.

In questo caso, in particolare, la presa è di tipo americano e sarà, quindi, necessario un adattatore. Sono incluse anche le pinze, indispensabili per collegarlo direttamente alla batteria e sfruttare appieno i 1.500 watt dichiarati dall’azienda ma messi in dubbio da diversi utenti. Attraverso la presa accendisigari, in ogni caso, la potenza erogata si riduce notevolmente.

Piuttosto rumoroso, è un prodotto utile per alimentare PC, radio, ecc. in assenza di corrente. Difficile trovare di meglio in commercio a questo prezzo.

In ogni caso ti consigliamo di verificare quali siano i suoi pro e contro che potrai trovare riportati qui sotto. Ti aiuteranno a farti un’idea migliore sul prodotto e a scoprire se può diventare il tuo nuovo inverter.

Pro
Prezzo:

Potremmo dire che si tratta di uno dei modelli meno costosi presenti sul mercato.

Funzionale:

Ideale per avere una presa elettrica in auto, barca o camper senza spendere troppo.

Potente:

Stando alla scheda tecnica del prodotto, la potenza massima arriva a 1.500 watt.

Contro
Rumoroso:

Gli utenti lo hanno trovato molto rumoroso, anche quando non si sta surriscaldando.

Acquista su Amazon.it (€45,48)

 

 

 

Come usare l’inverter

 

A chi serve un inverter? Perché comprarne uno? In vero è un dispositivo molto comodo e di grande utilità per quanti hanno una barca o un camper, anche se le sue applicazioni vanno ben oltre. Chi decide di comprare un inverter lo fa perché ha bisogno di trasformare la corrente continua in corrente alternata. Di qui, l’origine del nome perché, per l’appunto, inverte la corrente.

Dove si applica l’inverter

Allo scopo di fornire un quadro quanto il più completo possibile della situazione, vogliamo definire, per sommi capi, in quali situazioni si richiede l’uso di un inverter. In questo modo, secondo noi, il lettore avrà le idee più chiare. Nei gruppi di continuità, per esempio, l’inverter converte la tensione della batteria in corrente alternata.

Ma un dispositivo del genere si rende necessario anche nel caso della trasmissione di energia elettrica, trasformando questa in energia a corrente continua da trasferire agli elettrodi quando si richiede l’immissione in una rete di corrente alternata. Ma un inverter si rende indispensabile anche a chi, ad esempio, vuol dotare la sua casa con pannelli fotovoltaici, trasformando la tensione continua in tensione alternata.

 

Il tipo di onda

Gli inverter si distinguono per il tipo di onda sinusoidale che può essere pura oppure modificata. È innanzitutto importante sapere che attrezzature ed elettrodomestici dotate di motore lavorano con una tensione sinusoidale pura. Ma anche, per esempio, un Hi-Fi o un computer hanno bisogno di un’onda sinusoidale, solo che in questo caso deve essere di tipo modificato. Questi particolari bisogna tenerli a mente quando si decide di comprare un inverter.

La potenza

Quando leggiamo le specifiche dell’inverter dobbiamo essere a conoscenza che la potenza dichiarata è nominale, risultato di un collegamento diretto tra la batteria e l’inverter. Ma se quest’ultimo è collegato, per esempio, all’accendisigari la potenza effettiva potrebbe addirittura dimezzarsi.

Questo ci deve far riflettere e portarci a considerare, prima dell’acquisto, cosa andrà collegato all’inverter. Per esempio, se la potenza di cui si potrà disporre è di 150 W, dobbiamo sapere che sarà possibile collegare dispositivi per i quali è sufficiente suddetta potenza.

 

Per la carica di tablet e smartphone

Gli inverter più moderni offrono la possibilità di ricaricare device quali smartphone e tablet. Infatti, presentano una o più porte USB. Del resto, soprattutto se usato in auto, l’inverter occupa l’accendisigari, unica presa utile anche per la ricarica dello smartphone. Ma servendosi di un dispositivo con porte USB, non si verificherà alcun tipo di problema.

 

 

Altri articoli popolari scritti da noi:

 

Adattatore americano

Trasformatore da 220 a 110V

Il miglior inverter

Trasformatore da 220V 12V

Caricabatterie per auto

 

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
1 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
Laura EditorGioacchino fusto I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Gioacchino fusto
Ospite
Gioacchino fusto

Salve
Ma perché nel vostro contenuto dite che il tektake 800115 da 1000watt con 2000watt di picco produce onde sinusoidali pure invece nel contenuto di amazon dice invece che sono modificate?

Laura Editor
Admin
Laura Editor

Buongiorno Gioacchino,
l’informazione corretta è la tua: l’onda sinusoidale prodotta da questo TecTake è modificata, non pura.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.