I migliori semi di girasole

Ultimo aggiornamento: 19.12.18

 

Semi di girasole – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2018

 

I semi di girasole sono largamente utilizzati non soltanto per la produzione di olio ma anche come snack salutare, come aggiunta alle insalate e come ingredienti nella preparazione di numerose pietanze. Nella nostra guida troverete altre informazioni interessanti e dei suggerimenti su come scegliere dei buoni semi di girasole; abbiamo anche selezionato i prodotti più apprezzati dagli acquirenti, e incluso la recensione di quelli che, secondo le loro opinioni, sono i migliori semi di girasole del 2018, tra tutti quelli attualmente venduti online. Tra questi spiccano soprattutto i semi Biojoy 1.5 kg, per il loro eccellente rapporto qualità-prezzo, e i Probios Biostock 5 kg, ideali per coloro che devono seguire una dieta senza glutine.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori semi di girasole

 

Se non avete tempo da dedicare alla lettura, invece, ma cercate dei consigli d’acquisto più mirati a capire quale seme di girasole comprare, allora troverete un valido aiuto nella tabella di comparazione che confronta prezzi, vantaggi e svantaggi dei prodotti più diffusi, in particolar modo dei prodotti che si sono piazzati ai primi posti della nostra classifica relativa al miglior seme di girasole, a prescindere da quella che può essere ritenuta o meno la migliore marca.

 

 

Guida all’acquisto

 

Alto valore nutrizionale

I semi di girasole, largamente noti e utilizzati soprattutto nella produzione di olio, sono in realtà un alimento ad alto valore nutrizionale, utilizzato anche in determinati tipi di diete, dato che contiene un elevato numero di sostanze benefiche per l’organismo.

Innanzitutto il loro livello di colesterolo equivale a zero, ma in compenso sono ricchi di fitosteroli, che contribuiscono a mantenere basso il livello di colesterolo nel sangue, e vitamine, soprattutto la C e la E; sono anche ricchi di minerali: zinco, calcio, ferro, magnesio, selenio, sodio, manganese ma soprattutto fosforo e potassio, il loro contenuto di proteine e carboidrati, inoltre, è decisamente basso, ciò li rende ideali per chi possiede un’impastatrice e può preparare da solo il pane e la pasta fresca.

Per queste ragioni, e per la maggiore consapevolezza maturata dalle nuove generazioni riguardo l’importanza di adottare uno stile di vita alimentare più sano e naturale, rispetto al Fast Food, ai cibi surgelati e ai precotti, l’uso dei semi di girasole si sta diffondendo sempre più ormai.

 

I benefici per l’organismo

Nonostante le loro proprietà benefiche, però, bisogna ricordare che i semi di girasole hanno un elevato contenuto calorico e quindi, se si esagera nel consumo, si corre il rischio di ingrassare; inseriti nelle giuste quantità all’interno di una dieta ben bilanciata, invece, sono ottimi per prevenire l’invecchiamento e la degenerazione cellulare in genere, e quella della pelle in particolare, inoltre sono ottimi per mantenere in buona salute il cervello e il sistema cardiovascolare, grazie soprattutto al fosforo e al potassio contenuti in elevate quantità.

Sono inoltre consigliati a chi ha bisogno di mantenere il colesterolo entro i normali limiti, a coloro che soffrono di problemi alla tiroide, per riequilibrare le funzioni della ghiandola, alle persone che hanno problemi di osteoporosi, dermatiti, e perfino a chi è afflitto dal diabete di tipo 2.

 

 

Come si preparano

Il gusto unico ma delicato dei semi di girasole, li rende compatibili sia con i sapori dolci sia con quelli salati.

Molte persone si limitano a mangiarli crudi, come un semplice snack salutare oppure aggiungendoli a un’insalata, altre invece li adoperano come ingredienti veri e propri, nella preparazione di ricette più o meno complesse; in ogni caso è sempre bene ricordare di non eccedere nella quantità, a prescindere dal modo in cui vengono consumati, e di non salarli se vengono mangiati come snack, in modo da evitare un eccessivo apporto di sale nella propria dieta.

 

I migliori semi di girasole del 2018

 

I semi di girasole che abbiamo recensito per voi, sono quelli attualmente più richiesti e utilizzati dai consumatori; data la notevole varietà di impiego, e visto che ormai sono largamente usati anche in ambito professionale, nella ristorazione o nei laboratori di produzione alimentare, si differenziano soprattutto per la fascia economica di appartenenza e per la quantità di prodotto offerta dalla confezione.

Dato che molte persone comprano i semi di girasole al solo scopo di macinarli e preparare pane e altri cibi a basso contenuto di carboidrati, inoltre, tra i prodotti troverete anche una farina di girasole già pronta.

 

Prodotti raccomandati

 

Biojoy 1.5 kg

 

Biojoy è un marchio tedesco di agricoltura che produce semi di vario tipo, farine, tè, frutta secca, frullati e superfoods, il tutto seguendo metodi rigorosamente biologici, al fine di promuovere le abitudini alimentari necessarie a condurre una vita sana.

I semi di girasole Biojoy subiscono solo un trattamento di decorticazione, in modo da rimuovere il guscio, poi vengono confezionati crudi in un sacchetto richiudibile, così da poterli mantenere a lungo e senza problemi; essendo un prodotto grezzo si prestano a molteplici usi, infatti possono essere semplicemente mangiati come snack, senza alcuna preparazione previa, oppure possono essere aggiunti alle insalate, ai frullati o usati per preparare pane a basso contenuto di carboidrati.

Tra i semi di girasole disponibili sul mercato, secondo gli acquirenti, i Biojoy sono quelli che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo; l’unico neo riguarda il sapore, che è decisamente neutro rispetto ai prodotti di altre marche, bio e non.

Acquista su Amazon.it (€12,99)

 

 

 

Probios Biostock 5 kg

 

I semi di girasole Biostock invece, prodotti dall’azienda italiana Probios, si distinguono soprattutto per la convenienza, considerato che la confezione da 5 chilogrammi costa circa il doppio rispetto alle confezioni da 1,5 chili prodotte da altre ditte.

Questa particolare varietà proposta nella nostra guida, è la variante senza glutine dei semi di girasole, quindi è adatta soprattutto a chi è intollerante verso i farinacei in generale e alle persone che soffrono di celiachia; sono ottenuti con metodi biologici e, oltre a essere senza glutine, sono anche completamente privi di caffeina, subiscono solo il processo di decorticazione e quindi vengono confezionati sgusciati e crudi.

Secondo gli acquirenti, oltre ad avere un prezzo conveniente, questi semi di girasole hanno un buon sapore, soprattutto se vengono prima tostati un po’; se non si hanno problemi di intolleranze, inoltre, è possibile acquistare i normali semi di girasole, sempre nella confezione da cinque chilogrammi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ki 250 g

 

Ki è un gruppo che raccoglie e commercializza i prodotti di diversi marchi italiani che operano nel settore dell’agricoltura biologica, come Bio-Verde, Fattoria degli Orsi, Arc En Ciel, e La Forneria, tanto per citare i più noti, e moltissimi altri.

I semi di girasole Ki sono sgusciati e confezionati crudi in atmosfera protettiva, sono ottenuti tramite gli standard bio più avanzati e sono ricchi di fibre e proteine, ma non sono privati del glutine; sono venduti in confezioni da 250 grammi che offrono un buon rapporto qualità-prezzo, quindi sono adatti soprattutto per coloro che non ne fanno un largo consumo e non hanno la necessità di acquistarne in quantità maggiore a un costo conveniente.

Sono buoni da consumare sia crudi, come snack o sulle insalate, sia tostati o aggiunti a ricette più complesse, come minestroni, zuppe o pietanze da cucinare al forno o sulla griglia.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Markal Bio 250 g

 

Anche i semi di girasole Markal sono venduti in confezioni da 250 grammi, ma sono più costosi rispetto ai semi Ki esaminati in precedenza; sono organici e vengono confezionati soltanto sgusciati e crudi, non tostati e non salati.

Sono ricchi di fibre, antiossidanti, proteine e vitamine B ed E, quindi sono ottimi per una dieta che favorisce l’intestino e aiuta a prevenire il naturale invecchiamento delle cellule; ovviamente, però, possono essere consumati non soltanto crudi ma preparati come più vi aggrada, anche per le ricette più complesse.

Le persone che li hanno acquistati ne hanno apprezzato soprattutto il gusto che permette di fare tranquillamente a meno del sale, a loro dire, e quindi li consigliano soprattutto a chi deve seguire una dieta iposodica per mantenere le pressione sanguigna entro i normali parametri; l’unica pecca è il prezzo, per altro non trascurabile, dato che è decisamente elevato rispetto agli altri prodotti.

Acquista su Amazon.it (€9,99)

 

 

 

Health Embassy 100% Natural

 

Dal momento che moltissimi consumatori acquistano i semi di girasole al solo scopo di macinarli e preparare da soli del pane a basso contenuto di carboidrati, abbiamo pensato bene di inserire uno dei prodotti più richiesti sul mercato per questo scopo, e cioè la farina di semi di girasole.

Questa particolare varietà è prodotta dalla ditta inglese Health Embassy, che commercializza esclusivamente prodotti naturali al 100%; la farina in questione è prodotta sottoponendo i semi di girasole non tostati all’antico metodo della fresatura, ovvero una macinazione graduale che avviene a una temperatura costante di 40°, in modo da eliminare i grassi vegetali e preservare intatto il contenuto di vitamine, minerali ed enzimi.

La farina è venduta in confezioni da 450 grammi, queste ultime sono realizzate in plastica e alluminio e sono provviste del comodo sistema apri e chiudi a tenuta ermetica, in modo da poterla conservare anche per lunghi periodi.

Acquista su Amazon.it (€10,02)

 

 

 

Come utilizzare i semi di girasole

 

I semi di girasole sono ormai una parte importante della nostra alimentazione. Consumati interi oppure sotto forma di olio, sono ricchi di nutrienti preziosi per il nostro organismo.

Si fanno apprezzare per la loro consistenza tenera e il delicato aroma tostato, con un sapore che ricorda molto quello delle nocciole. Ottimi da sgranocchiare anche al naturale, si sposano a meraviglia con yogurt, cereali e nelle insalate per concedersi un pasto sano e gustoso, senza rinunciare alla leggerezza.

 

 

Per il cuore

I semi di girasole contengono un’alta percentuale di acidi grassi polinsaturi, quali Omega 3 e Omega 6, che aiutano a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue (LDL) mantenendo inalterato quello buono (HDL).

Questi acidi grassi, in combinazione ai fitosteroli, apportano una serie di benefici al cuore e all’apparato cardiocircolatorio, riducendo considerevolmente il rischio di malattie cardiache.

 

Aiutano l’intestino

L’alto contenuto di fibre vegetali rende i semi di girasole un vero toccasana anche per lo stomaco, in quanto favoriscono la digestione e il transito intestinale. Le fibre, insieme alle proteine e ai sali minerali, svolgono un’efficace azione lassativa, stimolano l’intestino pigro soprattutto in caso di stipsi e stitichezza acuta.

 

Contro lo stress

I sali minerali, e in particolare il magnesio, aiutano a ridurre stress e nervosismo, mentre il triptofano favorisce la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che allevia la tensione, favorendo il sonno e il rilassamento.

Inoltre, per la loro capacità di aumentare i livelli di dopamina, altro neurotrasmettitore che invece stimola l’attività sessuale, sono considerati anche un alimento afrodisiaco.

 

Una prevenzione contro i tumori

Secondo gli esperti, i semi di girasole svolgono anche una funzione di prevenzione contro il cancro. Ciò è dovuto alla cospicua presenza di selenio, che riduce sensibilmente la proliferazione delle cellule tumorali, e di vitamina E, un potente antiossidante che aiuterebbe a migliorare il tono muscolare della vescica, prevenendo il tumore al colon e alla prostata.

 

Per le ossa e il sangue

L’elevato contenuto di magnesio contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna, ottimo per chi soffre di ipertensione e per i soggetti ad alto rischio di ictus e infarti.

Oltre al magnesio, i semi di girasole contengono anche calcio e rame, importanti per la salute delle ossa: il calcio le fortifica, mentre magnesio e rame stimolano la produzione di collagene ed elastina, così da garantire maggiore resistenza ed elasticità ai tessuti ossei.

 

 

Per perdere peso

Anche se stiamo parlando di un alimento molto calorico, i semi di girasole aiuterebbero a dimagrire. Sembrerebbe un controsenso, ma inseriti all’interno di una dieta ipocalorica e consumati nelle giuste dosi (circa 10 grammi al giorno) si dimostrano un valido aiuto per bruciare i grassi, favorendo il senso di sazietà e l’aumento della massa magra. In questi casi, sono consigliati quelli tostati senza aggiunta di sale, così da evitare la ritenzione idrica.

 

Altre proprietà

I semi di girasole, in quanto ricchi di acidi grassi (Omega 3 e Omega 6), sono ottimi per aumentare la massa muscolare in modo naturale, soprattutto per chi pratica un’intensa attività sportiva o il bodybuilding, ed essendo un alimento energetico, sono l’ideale in quelle situazioni in cui è richiesto un particolare sforzo fisico.

Inoltre, contengono una buona quantità di acido folico, fondamentale per le donne in gravidanza perché aiuta la corretta crescita del feto. L’acido clorogenico, invece, in virtù delle sue proprietà antibatteriche, protegge il nostro organismo da infezioni e batteri, mentre il selenio aiuta a riequilibrare la tiroide.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.