fbpx

I 5 Migliori Auricolari Bluetooth del 2019

Ultimo aggiornamento: 22.09.19

 

Auricolari Bluetooth – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Gli auricolari Bluetooth hanno un indiscutibile vantaggio: non si trasformano in un garbuglio di cavi inestricabili e sono sempre pronti all’uso. Sono quasi insostituibili per ascoltare musica e parlare al telefono quando si fa sport o si è in auto, e in qualche caso possono essere usati anche in piscina mentre si nuota. Permettono di connettersi a un impianto stereo in una diversa stanza della casa liberi dal vincolo di un cavo, e, se la scelta è giusta, garantendosi un’ottima qualità del suono. Ne abbiamo analizzato diverse tipologie, per consigliare quella più adatta alle vostre esigenze. Il primo posto è stato assegnato a un modello particolarmente economico, ma non per questo scadente. Anzi, Mpow Flame raccoglie uguali consensi tra i clienti e gli specialisti. Al secondo posto troverete un altro prodotto a marchio Mpow, lievemente più costoso, con caratteristiche e design più attuali. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere i migliori auricolari Bluetooth?

 

Gli auricolari Bluetooth sono ideali per lo sport, ma anche per ascoltare musica comodamente adagiati su una poltrona mentre si legge un libro, senza l’impiccio di un cavo, e magari di una prolunga, che attraversa l’intera stanza. 

L’ascolto in cuffia, compatibilmente con la cautela che merita il vostro udito, consente maggiore libertà nella regolazione dell’audio, senza disturbare i vicini. Insomma, tra i cosiddetti prodotti cellular line, le cuffie Bluetooth sono forse i più utili.

Qualunque sia il vostro obiettivo, proviamo a suggerire pochi criteri per capire quale auricolare Bluetooth comprare. 

 

 

Per lo sport: comodità prima di tutto

Se state cercando un prodotto per fare sport, il comfort è uno dei principali elementi di valutazione: il migliore auricolare Bluetooth è quello che ci si può dimenticare di avere indosso. 

I prodotti creati a questo scopo, generalmente, si agganciano alle orecchie e al collo, con un filamento sottile, oppure si indossano all’interno dell’orecchio, senza nessun tipo di cavetto che li colleghi.

Devono essere leggeri, ma garantire stabilità nel movimento e, possibilmente, resistere al sudore e all’acqua.

Sono ormai quasi tutti dotati di microfono, per rispondere alle telefonate: è sempre più diffusa la voce sintetica che annuncia il mittente o legge un messaggio in arrivo.

In ogni caso, hanno bisogno di connettersi al vostro cellulare o, quantomeno, a un dispositivo Bluetooth su cui abbiate caricato la musica che preferite.

Esistono modelli di cuffie che permettono anche di archiviare localmente un certo numero di file, ma in tal caso la tecnologia Bluetooth non serve: si tratta di auricolari con lettore di Mp3 incorporato. 

La distanza massima tra il segnale e il dispositivo di ricezione non dovrebbe superare i 10 metri. Esiste la possibilità teorica, per un segnale Bluetooth, di percorrere fino a 100 metri, ma è improbabile (per non dire impossibile) che possediate un telefonino o un notebook con un chip di questa potenza.

In un auricolare Bluetooth è invece fondamentale una buona autonomia della batteria ricaricabile, e la comodità dei comandi manuali. 

Alcuni modelli con microfono consentono di usare gli assistenti vocali di iOS e Android e di collegarsi ad Alexa di Amazon.

 

Potenza del Bluetooth

La maggior parte dei dispositivi con Bluetooth trasmette con una potenza di 2,5 mW (milliwat) ed è definita di classe 2.

Ma esistono ulteriori discriminanti per capire la qualità di segnale e di ricezione Bluetooth.

Parliamo, di fatto, di una trasmissione che viaggia su frequenze radio. Le stesse che usa il Wi-Fi di casa vostra, ma con una potenza 35 volte inferiore.

Se il Wi-Fi serve a collegare più dispositivi sparsi su un’ampia superficie, il Bluetooth ne accoppia solitamente due, sebbene non si tratti di un limite invalicabile (a un computer si possono abbinare mouse, tastiera e cuffie Bluetooth, senza problemi).

Le versioni attualmente sul mercato vanno dalla 1.0 alla 5.0. Le differenze tra un aggiornamento e l’altro sono di diverso tipo: dalla possibilità di cifratura del segnale alla velocità di trasmissione. 

Sembra proprio che l’ultimo nato, il 5.0, costituisca il più significativo balzo in avanti fin qui compiuto da questa tecnologia.

Per sfruttare pienamente le potenzialità delle versioni più recenti, occorre siano supportate da entrambi i dispositivi che si desidera connettere: se vogliamo ascoltare musica su una cuffia con Bluetooth, per esempio, 4.0, bisogna scegliere una trasmittente (sia essa una cellulare o un impianto stereo) 4.0.

 

Cuffie per cultori del suono

Se il vostro obiettivo non è un auricolare Bluetooth per lo sport, ma siete più interessati alla qualità del suono e all’isolamento, potreste orientarvi verso un tipo di prodotto completamente diverso, e mediamente più costoso. 

Non si tratta di auricolari da inserire all’interno del padiglione (in ear), pratica che comporta pur sempre qualche problema “igienico”, ma cuffie vecchio stile che coprono completamente le orecchie (on ear – over ear).

Non è raro, ormai, incontrare persone che adottano questi modelli, equipaggiati di microfono e di sofisticate funzioni di eliminazione dei rumori di fondo, anche quando viaggiano su un autobus o in treno.

In questo caso, a fare la differenza è la qualità di trasmissione e di ricezione del segnale. Come si è detto, questa non dipende solamente dalle caratteristiche delle cuffie che acquistate, ma anche dalla potenza della “trasmittente”.

 

 

Auricolari senza auricolari

Mentre cercate di capire come scegliere un buon auricolare Bluetooth, nulla vieta di valutare i modelli che sfruttano la trasmissione ossea del suono. Si appoggiano, per esempio, alla base del cranio e hanno il principale vantaggio di non costringervi a infilare e tenere un tappo di silicone nelle orecchie, magari in una situazione in cui sudate molto. 

Inoltre, riducono l’isolamento acustico, potenzialmente rischioso se, per esempio, si corre in città e si deve attraversare una zona di traffico. Ci sono luoghi e circostanze in cui è importante conservare una buona percezione dei suoni intorno a noi.

 

I 5 Migliori Auricolari Bluetooth – Classifica 2019

 

1. Mpow Flame Sport Bass+ Auricolari Bluetooth

 

Principale vantaggio:

Rapporto qualità prezzo imbattibile. Ideale per l’attività sportiva e per conversare al telefono in viaggio, ma da non disprezzare anche per l’ascolto puro della musica. 

 

Principale svantaggio:

Non supporta la versione 5.0 della tecnologia Bluetooth e si ferma alla 4.1. Non è il prodotto perfetto se si cerca una resa audio profonda e cristallina. 

 

Verdetto: 9.7/10

Un prodotto economico, ma in grado di non sfigurare di fronte a concorrenti molto più costosi e di garantire efficienza e buone prestazioni soprattutto per lo sport. 

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Caratteristiche principali

Inutile negarlo: se questo modello è da tanti considerato degno di figurare in una lista dei migliori auricolari Bluetooth del 2019, lo si deve in gran parte al costo.

Mpow Flame affronta senza timore chi confronta prezzi online e nei negozi, ma sa anche abbinare ottime qualità su tutti i fronti di valutazione: autonomia energetica, robustezza, facilità di controllo, resistenza all’acqua e stabilità dell’audio.

Comfort e praticità

Lo conferma ogni recensione letta: queste auricolari sono leggere ma affidabili, anche durante un allenamento intenso. Si assicurano alle orecchie con un gancio in morbida gomma, ben tollerabile, e restano saldamente al loro posto.

Gli auricolari sono legati tra loro con un corto cavo piatto, ideale per non attorcigliarsi. Nella confezione è inclusa una clip per raccogliere e rendere meno fastidiose eventuali abbondanze. 

In corrispondenza dell’orecchio destro troverete i pulsanti per aumentare e abbassare il volume, con i quali è anche possibile passare da una traccia all’altra di quello che si sta ascoltando. 

Il sistema è semplice e collaudato e funziona piuttosto bene dopo un paio di prove. 

Richiede un po’ più di rodaggio l’uso disinvolto del tasto multifunzione, che controlla l’accensione, lo spegnimento e il rifiuto o l’accettazione di chiamate telefoniche in arrivo, ma è solo questione di abitudine. 

È possibile usare tappi in silicone, venduti insieme alle cuffie in tre misure differenti, oppure quelli in Memory foam, il nuovo materiale che si adatta alla forma del proprio orecchio.

Quest’ultimo garantisce un migliore isolamento acustico, ma è meno pratico per il sudore e l’umidità.

 

Autonomia e resistenza

Le cuffie Mpow Flame, infatti, sono garantite con impermeabilità IPX7, una delle più alte. Le prove fatte confermano che è possibile sciacquarle sotto un rubinetto senza rischi e usarle con tranquillità in una vasca da bagno, magari per rilassarsi con della buona musica. Non pensate, però, di indossarle in piscina o mentre sguazzate al mare.

La qualità del suono non è certo fra i pregi principali di questo prodotto, ma non è affatto disprezzabile.

Non ci si devono aspettare bassi particolarmente profondi e rotondi, e anche sulla gamma media c’è qualche sporcatura, ma nulla di offensivo per l’orecchio. 

Sui toni alti se la cava piuttosto bene e, nel complesso, considerato l’uso a cui è destinata l’auricolare, si può dire che offre prestazioni del tutto soddisfacenti. 

La batteria risulta durare un po’ meno delle 7 ore dichiarate dal produttore (ma molto dipende dall’uso che se ne fa), e ne occorrono un paio per ricaricarla. Se si escludono gare di triathlon ed escursioni giornaliere in montagna, si può considerare un’autonomia più che sufficiente per lo sport.

È esplicitamente consigliato di non cercare di usare caricatori più veloci, poiché potrebbero compromettere l’efficienza del prodotto, quindi: perché rischiare?

 

Reti e tecnologia

Le auricolari supportano la tecnologia Bluetooth 4.1, mentre sul mercato si trovano già concorrenti pronti per la versione 5.0. 

È forse il limite principale di questo prodotto, ma la maggior parte degli utenti potrebbe non accorgersene. Si tratta di cuffie destinate principalmente allo sport, o da regalare a ragazzi e ragazze dalla vita movimentata. 

Al prezzo a cui si acquistano, meno di 20 euro, non ci si può aspettare lo stato dell’arte del Bluetooth.

E tuttavia, ci si può collegare a dispositivi con sistema Android o iOS, senza problemi. Una volta effettuata la prima connessione, l’auricolare riconoscerà automaticamente, all’accensione, il cellulare a cui è stato accoppiato, purché abbia il Bluetooth attivo e si trovi entro il raggio d’azione. 

Clienti e specialisti confermano che è possibile conversare attraverso il microfono incorporato senza dover urlare per farsi capire dall’interlocutore, in normali condizioni di copertura del segnale. 

Lo strumento per il viva voce non dà le stesse garanzie, ma anche in questo caso non si tratta di una qualità al di sotto della media. 

 

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

2. Mpow Auricolari Bluetooth T6 Touch Control, HD Stereo

 

Non siamo dovuti andare troppo lontano per trovare l’alternativa ai Flame in questa ipotetica classifica: di nuovo in casa Mpow si trova questo modello, tra i più venduti online in forza dell’ottimo rapporto qualità prezzo. 

Gli auricolari si possono usare singolarmente o accoppiati, e consentono di controllare tutte le funzioni dedicate alla musica e alle chiamate telefoniche con pochi gesti delle dita. 

Bastano due tocchi per attivare l’assistente vocale di iPhone e di Android, e altrettanto semplice è mettere in pausa l’audio, accettare o rifiutare una chiamata.

La qualità del suono è discreta, sia sui suoni bassi sia su quelli alti, ben bilanciati, e anche il microfono svolge dignitosamente il suo compito. Se si cerca la purezza del sound bisogna però esplorare altre frontiere.

Stiamo parlando di un prodotto che garantisce impermeabilità IPX7, verificata, e si candida ad accompagnare gli sportivi in allenamento. A questo scopo, l’autonomia della batteria risulta perfino superiore a quella dichiarata: almeno 5 ore, moltiplicabili per 4 grazie alla custodia che funge da caricatore portatile.

Purtroppo, non è previsto il caricamento wireless, senza cavi di collegamento, che sarebbe stata la ciliegina sulla torta. 

Grazie alla compatibilità con lo standard Bluetooth 5.0, il segnale rimane saldo, senza interruzioni, e altrettanto salde sono le auricolari, una volta infilate nelle orecchie. 

Non tutti ne apprezzano l’ergonomia, ma si tratta pur sempre di sensazioni molto soggettive. L’assenza di fili di congiunzione tra i padiglioni rende ancora più agevole indossare occhiali da sole o da vista, perché, in fondo, lo scopo della tecnologia wireless è rendere tutto meno ingombrante e meno visibile. 

La tabella qui sotto permette una veloce ricognizione, per punti, dei pregi e dei difetti di questi auricolari.

Pro
Design compatto:

se siete alla ricerca della comodità, le Mpow sono una buona scelta, grazie alle loro piccole dimensioni e ai comandi touch.

Prezzo conveniente:

il costo è contenuto, ma senza troppi sacrifici sul fronte della qualità del suono e della efficienza tecnologica.

Uso singolo:

si può approfittare del suono stereo, o sfruttare una singola auricolare, per esempio quando si deve conversare al telefono in auto. Allo stesso modo, si può condividere l’ascolto.

Contro
Suono non impeccabile:

la qualità del suono filtrato da queste auricolari è più che discreto, ma non può accontentare gli audiofili più esigenti.

Mancanza caricatore wireless:

in un prodotto di questo tipo, sarebbe stato un tocco di classe un caricatore wireless, ma al prezzo a cui è venduto non si può certo pretendere.

Acquista su Amazon.it (€29,99)

 

 

 

3. Jabra Elite 65t Cuffie Auricolari True Wireless, In-Ear, Bluetooth 5.0

 

Con il Jabra élite 65t facciamo un bel salto di prezzo, ma anche di prestazioni e di comfort.

Parliamo di auricolari separati e usabili separatamente (in auto, per esempio), che si infilano semplicemente nell’orecchio.

Sono incredibilmente leggeri ed ergonomici, tanto da non accorgersi di averli addosso. Possono essere usati per lo sport grazie anche a una buona impermeabilità (IP55), perfetta per il sudore, per frequenti risciacqui, perfino per una doccia, ma non per tenerli immersi in acqua. 

I comandi manuali posti sulla parte superiore dell’auricolare sono reattivi ed efficienti. 

Basta un tocco leggero per cambiare volume e canzone. Per mettere in pausa, invece, è sufficiente togliere dall’orecchio una delle due punte. Quando la si indossa nuovamente, l’ascolto riprende dal punto di interruzione.

Il sistema a quattro microfoni offre un ottimo isolamento dai rumori esterni, anche se, considerato il prezzo, ci si poteva aspettare qualcosa in più.

In compenso, la resa del suono è fantastica. Se si vuole cercare il pelo nell’uovo, si trova qualche limite nella restituzione dei bassi, ma molto dipende dal tipo di musica che si ascolta: nel complesso il suono è cristallino e ben bilanciato e bassi troppo invadenti danno fastidio quando si ascolta, per esempio, un film. 

La batteria garantisce 5 ore, effettive, di autonomia, moltiplicabili fino a 15 grazie alla custodia tascabile, che permette tre ricariche complete.

Compatibile con Bluetooth 5.0, se la trasmittente è all’altezza offre una connessione sicura, senza latenze e interruzioni. 

L’app abbinata al prodotto funziona perfettamente su Android e iOS, ma dà il meglio di sé con i modelli più recenti.

In questo schema, sintetizziamo i punti di forza e di debolezza di questo elegantissimo prodotto.

Pro
Perfetta ergonomia:

ogni orecchio è diverso, ma queste auricolari si adattano ai padiglioni e non sembra neppure di indossarli. 

Suono eccellente:

suono bilanciato e cristallino. Sono cuffie ideali per lo sport, ma adatte all’ascolto puro della musica.

Bluetooth 5.0:

supporta la versione più avanzata della tecnologia Bluetooth, garantendo connessioni stabili e di alta qualità.

Contro
Prezzo alto:

Il prezzo è oggettivamente alto, ma include un caricatore portatile che permette di allungare l’autonomia della batteria.

Acquista su Amazon.it (€149,99)

 

 

 

4. Pioneer SE-MS7BT(K) Cuffie Auricolari Bluetooth Over-Ear

 

Non poteva mancare, in questa guida, un esempio di auricolare Bluetooth a conduzione ossea.

Avete capito bene: non ci sono cuffie o tappi da infilare nelle orecchie perché il suono è trasmesso attraverso le ossa, che è poi il mezzo con cui ascoltiamo la nostra voce. 

Il principale vantaggio consiste nel fatto che non si è acusticamente isolati. 

In compenso, anche in ambienti rumorosi la trasmissione del suono non subisce interferenze.

Questo modello, in particolare, è risultato efficiente e adatto all’uso in bicicletta o in allenamento, grazie a una discreta resistenza a acqua e polvere (IP55). 

Si aggancia al collo con un archetto rigido, ma non fastidioso, che consente di indossare senza problemi un paio di occhiali da sole. 

Il suono non è totalmente all’altezza delle migliori (e costose) marche del settore, ma neppure troppo lontano. I bassi hanno la giusta profondità, senza essere invadenti.

Supporta i Codec Qualcomm aptX e AAC, usati per la riproduzione audio di alta qualità tramite Bluetooth. 

È compatibile anche con la tecnologia NFC, che consente di accoppiare due dispositivi, se entrambi predisposti, mettendoli semplicemente a contatto: una bella semplificazione.

Qui sotto trovate tutti i pro e i contro di questo interessante e originale prodotto.

Pro
Orecchie libere:

Gli auricolari Trekz Air permettono di sentire musica o telefonare, ma senza isolarsi dal contesto. 

Igiene e qualità:

l’assenza di punte in silicone o altri materiali da infilare nelle orecchie garantisce una maggiore igiene, ma non a scapito della qualità del suono, che resta corposo e chiaro.

Contro
Prezzo alto:

il prezzo di questo modello, pur giustificato da alcune caratteristiche, non è, oggettivamente, tra i più convenienti. 

Mai isolati:

l’assenza di isolamento acustico è un vantaggio in alcuni contesti, ma può diventare un limite se si desidera ascoltare musica per allontanarsi, almeno un po’, dal “frastuono” del mondo. 

Acquista su Amazon.it (€79,45)

 

 

 

5. Samsung Galaxy Buds 2019 Auricolari Wireless, Bluetooth 5.0

 

Ecco un altro prodotto che riscuote successo online ed è tra i più venduti. I mini auricolari in-ear di Samsung possono essere usati separatamente, quindi sono adatti anche all’uso in macchina e si possono condividere, rinunciando alla stereofonia.

Dispongono, inoltre, di una particolare modalità Ambient, che consente di non isolarsi e continuare a percepire voci e rumori circostanti.

La qualità del suono, d’altra parte, non è elevatissima, ma è più che accettabile se si considerano le dimensioni dei padiglioni, e l’audio stereo in conversazione si traduce in comunicazioni più nitide. 

A questo proposito, una voce sintetica annuncia il nome del mittente della chiamata o di un messaggio, permettendovi di rispondere o rifiutare con un tocco delle dita.

I comandi per il volume e per la gestione delle chiamate si trasmettono, infatti, attraverso l’area touch posta sugli auricolari stessi. 

Con un tocco prolungato è possibile personalizzare e differenziare le funzioni sull’orecchio destro e sinistro.

A proposito di orecchie, sono venduti con tre diversi archetti e tre punte in gomma di diverse dimensioni.

La custodia, grande come un portapillole, funziona da caricabatterie (tra l’altro in modalità wireless, quindi senza cavetti aggiuntivi) e permette di estendere l’autonomia delle auricolari da 5 ore fino a 7. 

Vi proponiamo una tabella riassuntiva per capire meglio se queste siano le auricolari Bluetooth adatte a voi.

Pro
Quasi invisibili:

auricolari e custodia occupano lo spazio di un portapillole, adatto a qualunque tasca.

Personalizzazione:

Dall’area touch predisposta sui padiglioni è possibile personalizzare le funzioni accessibili dall’auricolare destro e sinistro. Ma attenti a non confondervi...

Contro
Poco sportive:

se lo scopo dell’acquisto è avere un prodotto adatto a fare sport, meglio cercare altrove. Non sono state disegnate per condizioni estreme.

Suono non impeccabile:

non si può chiedere troppo a un modello pensato per essere soprattutto leggero e compatto, ma la qualità del suono, sebbene accettabile, non è tra le sue caratteristiche migliori.

Acquista su Amazon.it (€122)

 

 

 

Come usare gli auricolari Bluetooth

 

Dopo un’attenta comparazione tra le offerte del mercato, fatta la propria scelta, bisogna che  l’acquisto funzioni. Un auricolare Bluetooth si accoppia potenzialmente a qualunque dispositivo sia predisposto alla stessa tecnologia: impianto stereo, tv, computer, cellulare, tablet. Non tutti lo sanno, ma è possibile usarli anche se, per ipotesi, la nostra tv o il nostro impianto stereo non sono esattamente all’avanguardia.

 

 

Occorre munirsi di un trasmettitore Bluetooth che si colleghi agli ingressi audio di un vecchio televisore o di casse un po’ vintage, con una spesa che può andare dai 20 ai 100 euro, e il gioco è fatto.

Le istruzioni per farli dialogare possono variare a seconda del tipo di prodotto e del software usato.

In generale, occorre attivare la funzione Bluetooth su entrambi i dispositivi, quindi, tramite software, attendere che appaia il nome della periferica a cui vogliamo abbinarci e procedere alla connessione.

Gli auricolari, generalmente, prevedono si parta con il prodotto spento. Si deve poi individuare il tasto multifunzione, che solitamente regola la ricezione delle chiamate dal cellulare, e tenerlo premuto finché un led non cominci a segnalare che è stata attivata la funzione di abbinamento a un altro dispositivo. Si incontrano molti prodotti, ormai, che comunicano vocalmente l’avvenuto o fallito “accoppiamento”.

Tutti i cellulari Android e Apple permettono di accedere facilmente all’attivazione del Bluetooth da menu semplici e chiari.

Per Android, bisogna cercare e selezionare l’icona Impostazioni, quindi accedere alla voce Wireless e reti e, infine, nella sottosezione Bluetooth, spostare su ON la levetta virtuale che sta proprio accanto a Bluetooth. Dopo poco, si vedrà il nome del nostro auricolare tra i Dispositivi disponibili.

Ugualmente semplice è la procedura su un iPhone: dall’icona impostazioni (la rotella dentata) si passa a un quadro generale delle funzioni, tra cui, visibile tra le prime, quella Bluetooth. Si sposta su ON l’apposita levetta e il resto è storia.

 

Questione di Codec

La qualità del suono che arriva a una cuffia wireless è in buona parte determinata anche dai codec audio supportati, un elemento sottovalutato nei consigli d’acquisto in Rete.

La parola Codec è la sintesi di “compressione-decompressione”. In pratica, l’audio digitale è compresso alla fonte, così da permetterne la trasmissione wireless agli auricolari, e decompresso quando giunge a destinazione, per poterlo ascoltare. 

Ci sono codec che garantiscono una fedeltà al suono originale meglio di altri, ma è tutto vano se non sono supportati dal dispositivo sorgente e dalle cuffie. 

Tra i codec più comuni e universalmente supportati c’è l’SBC, con una banda massima di 328 Kbps. 

Se cercate un suono ad alta risoluzione, non fa per voi. Inoltre, tende a mostrare una latenza elevata, vale a dire un intervallo di tempo eccessivo tra il momento in cui il suono è prodotto e quello in cui è trasmesso. 

Un difetto evidente se usate cuffie Bluetooth per ascoltare la tv, e l’audio potrebbe risultare disallineato rispetto alle immagini. 

 

Il suono migliore

Non soffre di questi problemi il Codec apTX, acquistato anni fa da Qualcomm, capace di avvicinarsi molto alla qualità audio originale di un CD. 

L’azienda ne ha sviluppato di recente una versione più aggiornata ed efficiente, chiamata apTX HD, che consente di codificare l’audio in una risoluzione a 24 bit con frequenze di campionamento fino a 48 kHz, teoricamente superiori a quelle di un CD.

Gli utenti Apple non possono fare a meno del codec AAC, necessario per iTunes, ma usato anche in alcune console di gioco, lettori audio digitali ad alta risoluzione e sistemi di intrattenimento per auto. AAC offre un audio più fedele rispetto al diffusissimo codec MP3, a parità di trasmissione in bit.

Infine, Sony ha sviluppato il suo LDAC, con una larghezza di banda fino a 990 Kbps, audio codificato in una risoluzione fino a 24 bit e frequenze di campionamento fino a 96 kHz.

 

 

Mantenete il controllo

È indispensabile accedere direttamente dagli auricolari ad alcune funzioni, quali il volume, la ricezione di una chiamata telefonica o il passaggio da una canzone all’altra.

Per farlo, molti produttori collocano alcuni pulsanti a destra o a sinistra, in posizioni comode per le dita.

L’esperienza risulta ancora più semplice se si possono riconoscere al tatto i simboli che caratterizzano le diverse funzioni.

La nuova tendenza è predisporre sull’auricolare una superficie sensibile al tocco, che risponde ad alcuni movimenti. 

Se si fa scorrere il dito dalla parte posteriore verso la parte anteriore, è possibile passare alla traccia successiva nella playlist. Quando, invece, si scorre il dito verso l’alto o verso il basso, si regola il volume. Altre funzioni si attivano in base al numero di “tap”, cioè di tocchi con il dito, che si effettuano sul dispositivo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa significa Bluetooth? 

Bluetooth è la traduzione inglese di Blåtand, nome del condottiero Danese Harald I, che riunì le popolazioni scandinave sotto il cristianesimo. 

Allo stesso modo, metaforicamente, il protocollo inventato dalla Ericsson permette la connessione, senza fili, tra periferiche diverse. 

Il successo è stato tale da renderlo uno standard. Lo strano logo che lo identifica è il risultato della sovrapposizione di due rune nordiche (l’antico alfabeto vichingo, per semplificare), che rappresentano le iniziali H e B (Harald Blåtand, appunto).

È diviso in classi da 1 a 4, dove 1 è la più potente e 4 la più debole. 

Gli aggiornamenti hanno lo scopo principale di migliorare l’efficienza energetica e aumentare la sicurezza della trasmissione.

 

Cosa significa la sigla Pan? 

Pan o Wpan sono acronimi spesso associati alla tecnologia Bluetooth. Stanno per Wireless Personal Area Network. 

La definizione serve a distinguere scopi e struttura delle reti create tramite Bluetooth.

Non si tratta, come nel caso del Wi-Fi, di estese aree di lavoro che mettono in connessione decine di periferiche, ma di un piccolo network personale, su un’area non superiore ai dieci metri.

Questo non esclude, naturalmente, il collegamento di più dispositivi contemporaneamente. 

Nel caso degli auricolari, è evidente che non è possibile agganciarsi a più di una fonte di trasmissione nello stesso tempo. 

 

Il Bluetooth è sicuro per la salute? 

La domanda è legittima, poiché parliamo di dispositivi che trasmettono e ricevono attraverso frequenze radio, così come i cellulari e il Wi-Fi. 

Sembra di poter dire che gli auricolari Bluetooth, pur così vicini alla testa, non costituiscono un rischio per la salute. 

La loro potenza di trasmissione non è tale da produrre un significativo assorbimento di radiazioni. 

Tutti i prodotti in commercio si tengono molto al di sotto dei limiti di SAR (che è l’unità di misura per l’energia elettromagnetica assorbita dal corpo quando esposto a un campo elettromagnetico a radiofrequenza) previsti dall’Unione Europea, solitamente abbastanza prudente. 

L’Europa stabilisce un tetto di 2 Watt per kg, mentre gli auricolari Bluetooth non superano generalmente 0,250 Watt e, anzi, possono scendere a valori di 0,001 Watt. Molto più sicuri di un cellulare senza cuffie. 

 

Cos’è una connessione NFC?

NFC è l’acronimo di Near Field Communication. In pratica, i dispositivi compatibili con questa tecnologia possono essere collegati l’uno all’altro tramite Bluetooth, semplicemente accostandoli. 

Occorre, per prima cosa, sbloccare la voce NFC del nostro cellulare o del nostro tablet. Una volta fatto, il dispositivo deve essere accostato al tipico logo della tecnologia NFC, una “N” bianca in campo nero, presente, in questo caso, sull’auricolare. 

Se l’accoppiamento riesce, il dispositivo collegato dovrebbe rispondere con una vibrazione, o un suono. 

 

Qual è la migliore marca di auricolari Bluetooth?

È sempre difficile rispondere a questa domanda, in un mercato in grande espansione e molto diversificato. 

È evidente che i produttori impegnati da decenni nel settore audio danno solide garanzie: Bose, Pioneer, Sony, Bang & Olufsen, Jabra, per fare degli esempi.

Huawei, anche in questo settore, si propone con prodotti di buona fattura, come le FreeBuds, molto simili, nel design, alle auricolari Apple.

Gli appassionati dei prodotti Apple risponderebbero senza esitare che la mela morsicata è l’unico marchio a cui affidarsi ciecamente, ma è anche tra i più costosi. 

È meglio raccogliere più informazioni possibili, qualunque sia il nome del produttore, e avere le idee chiare su cosa si sta cercando. 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Auricolari Bluetooth – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

Gli auricolari Bluetooth che preferiamo e che ti consigliamo di valutare rispetto a tutti gli altri sono due: il modello Plantronics Explorer 50 ha il vantaggio di poter essere sincronizzato a due cellulari contemporaneamente, e un segnale acustico avvisa quando è il momento di ricaricarlo. Il Muzili TWS-X9 è invece dotato di tre diverse misure di gommini, per assicurare gli auricolari alle orecchie; inoltre possiede il fattore di protezione IP65 che permette di utilizzarli tanto in casa quanto per praticare attività sportiva.

 

 

Come scegliere il miglior auricolare Bluetooth

 

Nella nostra guida troverai alcune utili indicazioni che ti aiuteranno a scegliere il miglior auricolare Bluetooth per le tue esigenze. Inoltre potrai leggere la recensione di quelli che riteniamo i migliori modelli per il 2019. Scopri quali sono.

1.Plantronics Explorer 50 Auricolare Bluetooth Mono

Guida all’acquisto

 

Prestazioni

Ogni acquisto dipende dal budget a disposizione. Confronta prezzi e offerte ma scegli un modello che garantisca, prima di tutto, buone prestazioni. Cerca di capire dalla descrizione del prodotto e dalle valutazioni dei consumatori se il segnale è sufficientemente stabile, qual è la distanza massima dichiarata dall’azienda e se corrisponde effettivamente alla realtà.

La qualità dell’audio è un altro elemento che dovresti tenere in grande considerazione. La migliore marca di auricolari Bluetooth potrebbe essere per te quella che assicura la massima chiarezza possibile della voce. Se sei spesso al telefono per lavoro o, semplicemente, per parlare con amici, è fondamentale poter avere una conversazione chiara in modo che si possa ascoltare la voce dell’interlocutore senza rumori di sottofondo e, possibilmente, potendo muovere la testa liberamente in ogni posizione senza che ci siano interferenze.

Al primo posto della tua personale classifica potrebbero esserci gli auricolari che supportano la tecnologia HD Voice, capace di far sentire la tua voce con tutte le sue sfumature naturali. Tra i migliori modelli presenti sul mercato, ti consigliamo quelli che si collegano rapidamente con due smartphone e consentono di rispondere alle chiamate di uno o dell’altro.

Allo stesso modo, vorrai ascoltare la tua musica preferita mentre corri o sei in palestra senza interruzioni e come se stessi indossando cuffie intere. Se vuoi il massimo della qualità, cerca gli auricolari dotati della tecnologia di riduzione del rumore – in verità molto diffusa – perché sono quelli che garantiscono le migliori prestazioni.

 

Comodità

Potresti tenere gli auricolari Bluetooth all’orecchio per diverse ore al giorno tutti i giorni, specialmente per ragioni legate al lavoro che fai. Va da sé che la comodità è una delle caratteristiche fondamentali che devono possedere se rientri in questa tipologia di utenza. In altre parole, dovrebbero farti dimenticare in breve tempo che li stai indossando.

Questo è possibile grazie al design ergonomico, alla morbidezza dei materiali utilizzati che, però, non deve comprometterne la resistenza, e alla maggiore o minore leggerezza dei vari modelli. Il comfort è irrinunciabile specialmente se devi tenere gli auricolari indossando anche gli occhiali. Un modello che non ti procuri dolore non ha prezzo.

Gli auricolari dovrebbero essere comodi non solo da indossare ma anche da usare: alcuni presentano diversi pulsantini per le varie funzioni, ma se fai jogging potresti preferire quelli con un tasto unico multifunzione. Lo svantaggio è che se li tieni in tasca potrebbero accidentalmente avviarsi.

2.Sony SBH80

 

Autonomia

Un altro aspetto che consigliamo di non sottovalutare è l’autonomia della batteria. Se usi gli auricolari molto spesso potresti preferire quelli con una durata maggiore e, pertanto, verifica quante ore di conversazione e di riproduzione musicale garantiscono prima di dover essere ricaricati.

Meglio puntare su un modello che vada autonomamente in modalità “sleep” per ottimizzare l’autonomia della batteria; basterà premere un tasto o ricevere una telefonata per far riattivare le normali funzioni. In questo modo si può andare avanti per molti giorni senza doverli ricaricare.

Per avere sempre la situazione sotto controllo, dovrebbero essere presenti degli indicatori luminosi che segnalano lo stato della batteria, fondamentali per poter effettuare una ricarica in tempo prima di uscire e rischiare di non poterli utilizzare perché scarichi.

 

I migliori auricolari Bluetooth del 2019

 

La nostra guida si rivolge a chi non sa come scegliere un buon auricolare Bluetooth. Di seguito puoi trovare elencati quelli che sono per noi i cinque migliori modelli del 2019. Scopri quali sono, fai una comparazione tra le prestazioni offerte e il prezzo di ognuno. Potresti trovare proprio quello più adatto alle tue esigenze risparmiando tempo e senza cercare altrove.

 

Prodotti raccomandati

 

Plantronics Explorer 50

Principale vantaggio:

La possibilità di stabilire una connessione con due apparecchi contemporaneamente è il vantaggio che la maggior parte degli utenti ha segnalato, permettendo a chi ha più di uno smartphone, per questioni lavorative o personali, di gestire in modo semplice e veloce tutte le chiamate.

 

Principale svantaggio:

L’ergonomia è forse l’elemento meno riuscito dell’Explorer 50. Alcuni acquirenti lamentano infatti che tende a fuoriuscire dall’orecchio o comunque causa fastidio se utilizzato per lunghi periodi.

 

Verdetto 9.4/10

Ad attrarre principalmente è il suo costo competitivo e la possibilità di collegare due smartphone. Se avete questa esigenza potrebbe essere l’auricolare Bluetooth che fa al caso vostro. Tuttavia, se non fosse tra le vostre priorità, probabilmente potreste considerare di spendere qualcosa in più per dotarvi di un prodotto dalla maggiore efficienza.

Acquista su Amazon.it (€28,96)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Collegamento

Chi si ritrova per lavoro ad avere due smartphone rischia di impazzire per riuscire a gestirli contemporaneamente. Qualora rientraste in questa tipologia di utenti, l’auricolare di Plantronics potrebbe essere un prodotto ideale per le vostre esigenze.

Tra i suoi pregi troviamo infatti la possibilità di collegare due smartphone contemporaneamente all’auricolare Bluetooth, per gestire le chiamate in entrata sui cellulari in modo semplice e veloce.

Il collegamento avviene automaticamente e potrete configurare un dispositivo primario e uno secondario, dando così un sistema di priorità alle chiamate.

Oltre a velocizzare il lavoro, ottimizzerete i tempi poiché non dovrete più cercare lo smartphone che sta vibrando o squillando nelle vostre tasche, tutto ciò che dovrete fare è premere il pulsante sul dispositivo per avviare la chiamata.

Autonomia

Tra gli elementi da considerare quando si acquista un prodotto del genere c’è sicuramente l’autonomia. In base alla durata della batteria è possibile capire se si tratta di un dispositivo adatto a usi intensivi o meno.

Explorer 50 di Plantronics risulta, secondo i test effettuati dagli utenti, particolarmente indicato per una giornata lavorativa intensa, garantendo fino a 11 ore di autonomia.

Il valore supera di gran lunga quello degli altri auricolari presenti sul mercato, tuttavia a pagarne il prezzo è l’ergonomia e la comodità del prodotto.

Per permettere l’alloggiamento di una batteria efficiente il dispositivo ha un design squadrato, leggermente più grande di quello di altri auricolari “a scomparsa” che risultano quasi invisibili una volta indossati.

Chi mal sopporta tali dispositivi avrà qualche problema con Explorer 50 poiché risulta poco confortevole da indossare, soprattutto per chi indossa degli occhiali.

 

Non solo chiamate

L’auricolare può anche essere usato in automobile, mentre si è in viaggio, per ascoltare la propria musica preferita o non farsi distrarre quando non si conosce la strada e si vogliono seguire alla perfezione le indicazioni del navigatore.

L’audio risulta essere particolarmente buono ed elevato, un notevole pregio se consideriamo che altri dispositivi sul mercato non riescono a garantire tale livello di efficienza.

All’accensione l’auricolare segnala il livello di carica, permettendovi di capire immediatamente se è il caso di provvedere alla ricarica oppure se è possibile continuare a utilizzarlo senza problemi.

 

Acquista su Amazon.it (€28,96)

 

 

 

Muzili TWS-X9

 

Gli auricolari Bluetooth di Muzili offrono diversi vantaggi che ne fanno uno dei prodotti più venduti del web. Si servono prima di tutto della tecnologia wireless 5.0 per garantire una connessione più stabile e permettono sia di ascoltare musica, sia di fare e ricevere chiamate.

Grazie al fattore di protezione IP65 resistono ad acqua e sudore e sono quindi ideali per l’allenamento, ma potrete anche usarne uno solo per parlare senza l’obbligo dei fili. La presenza di tre diverse dimensioni di gommini assicura un contatto stabile con l’orecchio: non rischierete di perderli se andate a correre. Si ricaricano grazie alla custodia che funge da Powerbank e che può essere usata fino a quattro volte per sessione.

Il costo però appare a qualche utente un po’ troppo alto in rapporto a difetti come il tasto touch, posto all’esterno, abbastanza difficile da gestire e il volume che non è dei migliori, soprattutto in situazioni di grande rumore.

 

Pro
Wireless:

Gli auricolari di Muzili si servono della tecnologia Bluetooth 5.0 per garantirvi una connessione stabile.

Per musica e chiamate:

Possono essere usati entrambi per ascoltare la musica oppure uno solo per fare o ricevere le chiamate.

Gommini:

Quelli in dotazione sono di tre diverse misure, per cui non avrete difficoltà a farli aderire bene alle vostre orecchie.

Fattore di protezione:

L’IP65 permette di utilizzarli tanto per stare in casa quanto per l’attività sportiva, in quanto li rende resistenti all’acqua e al sudore.

Custodia di ricarica:

Grazie a questo elemento sarà possibile ricaricarli ovunque e velocemente, fino a un massimo di quattro volte.

Contro
Costo:

Appare esagerato in rapporto ad alcuni difetti lamentati dagli utenti, come il volume troppo basso e il tasto touch che non risulta facile da gestire.

Acquista su Amazon.it (€39,99)

 

 

 

Mpow Auricolare Bluetooth 4.2

 

Un auricolare Bluetooth che ha incontrato il favore di molti utenti è quello di Mpow, un modello singolo che sfrutta la tecnologia 4.2 per collegarsi al vostro smartphone senza fili. Si tratta di un prodotto che spicca per la sua linea elegante, che mescola il nero con l’argento dei pulsanti posti sul lato esterno.

Grazie a questi è possibile regolare l’audio o addirittura attivare Siri, se siete al volante o non potete gestire con le mani le varie funzioni. Il punto di forza, apprezzato da molti, è la durata della batteria, che raggiunge le 15 ore di ascolto e le 12 in conversazione, assicurandovi di non rimanere senza se lo utilizzate a lungo.

Nonostante sia presente la tecnologia CVC 6.0, in grado di eliminare i rumori di sottofondo, c’è chi ritiene il volume troppo basso in rapporto a un ambiente non silenzioso. La pesantezza del prodotto è inoltre mal sopportata da chi ha bisogno di indossarlo tutto il giorno.

 

Pro
Bluetooth:

Grazie alla tecnologia 4.2 l’auricolare si collega facilmente al telefono, assicurando mani libere.

Pulsanti:

Quelli posti sul lato esterno aiutano a gestire il volume e permettono di utilizzare Siri quando non è possibile ricercare manualmente ciò che serve.

Batteria:

Un lato molto positivo è la batteria di grande durata, ovvero 15 ore per l’ascolto della musica e 12 per le conversazioni.

Elegante:

La linea soddisfa chi cerca un oggetto elegante, in quanto al nero di base si aggiunge l’argento dei pulsanti.

Prezzo:

La spesa da affrontare è molto bassa, quindi è un modello alla portata di tutti.

Contro
Volume:

Secondo molti utenti il volume è troppo basso e quindi si riesce difficilmente ad ascoltare in ambienti molto rumorosi.

Peso:

A causa della batteria importante, il peso dell’auricolare rende faticoso tenerlo addosso troppo a lungo.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Mpow 4.1

 

Il design futuristico e le numerose funzionalità fanno di questo auricolare prodotto da Mpow la scelta ideale per quanti trascorrono molte ore a parlare al cellulare. Il dispositivo si caratterizza per forme sinuose, che garantiscono un grande comfort anche dopo parecchio tempo, inoltre è pensato per poter essere indossato sia all’orecchio destro sia a quello sinistro, grazie alla capacità di ruotare di 180 gradi.

Modello dotato di Bluetooth 4.1 è in grado di connettersi contemporaneamente a due smartphone, scelta che farà la felicità dei manager che viaggiano con due differenti telefoni, per dividere le chiamate di lavoro da quelle private. Il chip CSR si incarica di migliorare la trasmissione della voce o della musica così da garantire conversazioni nitide e cristalline in ascolto, mentre non incanta la qualità del microfono, così capita che gli interlocutori sentano la vostra voce con una sorta di effetto eco.

La batteria integrata assicura fino a 280 ore di autonomia in standby e fino a 6 ore di conversazione o riproduzione musicale continua ed è uno dei motivi di maggior apprezzamento da parte degli utenti.

Qui di seguito abbiamo riassunto quanto detto finora in una serie di punti, così da avere più chiare qualità e difetti del prodotto.

Pro
Ambidestro:

Il design futuristico non è esclusivamente pensato per risultare gradevole alla vista ma anche per consentire l’utilizzo dell’auricolare su entrambe le orecchie.

Due è meglio di uno:

Grazie al supporto per il Bluetooth 4.1 il dispositivo di Mpow può essere abbinato a due smartphone in contemporanea, così da poter rispondere alle chiamate in arrivo da entrambi i telefoni.

Autonomia:

Uno dei maggiori punti di forza, visto che assicura fino a 6 ore di conversazioni prima di doverlo mettere sotto carica. Davvero un ottimo risultato.

Contro
Effetto eco:

Se in ascolto l’audio arriva pulito e nitido, non altrettanto si può dire di quello che giunge alle orecchie di chi sta parlando con voi. Questo ci porta a muovere qualche critica alla qualità del microfono integrato.

Acquista su Amazon.it (€22,99)

 

 

 

Samsung BHM1350

 

5.Samsung BHM1350Se non sai ancora quale auricolare Bluetooth comprare, un ulteriore consiglio che ti diamo è quello di valutare con attenzione il modello realizzato da Samsung, un marchio che garantisce qualità e affidabilità.

Facile da utilizzare, si associa automaticamente al dispositivo abilitato Bluetooth più vicino. Ha un design elegante e si rivela pratico e comodo da indossare.

Come tutti i buoni auricolari Bluetooth, è dotato di tecnologia Multipoint e permette, quindi, di poter essere associato a due telefoni contemporaneamente.

Universale, è adatto a ogni dispositivo abilitato, mentre la versione 3.0 utilizzata assicura ottima velocità e un audio pulito, limpido.

La batteria a lunga durata, per quanto abbia un’autonomia inferiore alle altre, consente comunque otto ore di conversazione e 300 in stand-by.

Abbiamo riassunto le informazioni più importanti di questo modello sotto forma di lista dei suoi pregi e difetti principali. Ecco quali sono.

Pro
Affidabile:

Realizzato da un marchio ben noto nel settore, il prodotto può essere associato a due telefoni e gode di una qualità audio superiore alla media.

Facile da usare:

Ha la facoltà di associarsi in modo automatico al dispositivo più vicino e il design elegante ha anche un valore pratico, perché lo rende leggero e facile da indossare.

Veloce:

Grazie alla tecnologia Bluetooth 3.0 utilizzata da questo auricolare, le operazioni vengono svolte velocemente con bassi consumi energetici.

Contro
Batteria:

La carica dura fino a otto ore, un valore molto più basso rispetto alla media di questi prodotti.

Acquista su Amazon.it (€21,99)

 

 

 

Plantronics Explorer 50 

 

1.Plantronics Explorer 50 Auricolare Bluetooth MonoExplorer 50 realizzato da Plantronics, probabilmente, può essere considerato il miglior auricolare Bluetooth dell’anno. È anche uno dei modelli più venduti online e i vantaggi riscontrati dai consumatori sono, in effetti, numerosi.

Come testimonia la maggior parte di loro, si tratta di un auricolare molto leggero, comodo da indossare e da regolare per adattarsi al meglio a qualsiasi orecchio. Anche la configurazione si rivela altrettanto pratica e semplice. Ha tutto quello che serve per essere considerato completo e versatile poiché permette di ascoltare la musica preferita dal proprio dispositivo o le indicazioni del navigatore e ha perfino un avviso vocale che segnala quando bisogna ricaricarlo. L’autonomia fino a 11 ore è, comunque, notevole e superiore a quella di molti altri modelli simili.

Inoltre la tecnologia per la riduzione del rumore rende le conversazioni più chiare e nitide.

Ma il vantaggio principale di questo modello sta, forse, nella possibilità di collegarsi a due cellulari contemporaneamente e di poter rispondere alle chiamate sia dell’uno che dell’altro.

Il prezzo competitivo è un altro beneficio del Plantronics.

La nostra guida per scegliere il miglior auricolare Bluetooth continua con una lista dei  pregi e difetti principali di questo modello. Per sapere dove acquistare il prodotto al prezzo migliore, clicca sul link che trovi dopo la nostra descrizione.

Pro
Efficiente:

Con questo auricolare potrai ascoltare la musica o le indicazioni stradali, con la sicurezza di non rimanere mai con il dispositivo scarico, grazie alla presenza di un segnalatore vocale che ti dice quando è il momento di caricarlo. L’autonomia dura fino a 12 ore.

Comodo e leggero:

La sua forma è stata studiata per essere inserita con grande facilità, senza dare fastidio all’orecchio. Allo stesso modo, la configurazione è facile e intuitiva; inoltre, è davvero piccolo e molto leggero.

Funzionale:

Riesce a collegarsi a due cellulari contemporaneamente, per cui è il dispositivo perfetto se ne utilizzi uno per il lavoro e uno personale. Nonostante il livello del volume non sia dei migliori, l’auricolare è dotato di un sistema che riduce i rumori esterni.

Contro
Volume:

I pareri degli utenti riportano come unica pecca dell’apparecchio il livello di volume, per molti troppo basso.  

 

Acquista su Amazon.it (€28,96)

 

 

 

Come usare un auricolare Bluetooth

 

L’uso dell’auricolare Bluetooth è caldamente consigliato ma diventa un obbligo di legge nel momento in cui si vuol parlare al telefono mentre si guida. Pertanto è bene non farsi trovare sprovvisti di questo dispositivo che non solo è comodo e permette di evitare di pagare multe salate ma, a ben pensarci, può anche salvarvi la vita. Non ve lo sareste mai aspettati da un aggeggio così piccolo, vero?

La compatibilità

Come cosa preliminare da fare, è opportuno che l’auricolare che si è interessati a comprare sia compatibile con il proprio smartphone. Nove volte su dieci lo è ma è sempre bene verificare, non costa nulla e si evitano brutte sorprese.

 

L’ascolto della musica

In tanti usano lo smartphone per fare svariate cose, tanto è vero che la telefonata sembra essere lo scopo meno gettonato. Con un dispositivo Android o iOS, ad esempio, si può ascoltare la musica. Pertanto, se lo si vuole fare attraverso l’uso di un auricolare, è meglio scegliere un modello che abbia l’Advanced Audio Distribution profile la cui presenza è garanzia di una migliore qualità audio quando si ascolta della musica.

 

Frequenza e Gap

Tra le caratteristiche più importanti per un auricolare Bluetooth ci sono la risposta in frequenza e il Gap. La prima indica l’intervallo di frequenza coperta dal dispositivo Bluetooth e deve avere un valore alto. Al contrario, il valore del Gap deve essere basso.

 

I rumori esterni

Non di rado i rumori esterni possono rendere molto difficoltosa una telefonata. Molti auricolari hanno una funzione atta a eliminare il problema, purtroppo la sola presenza della funzione non basta: non sempre i risultati sono soddisfacenti e l’efficacia varia da un modello all’altro. Un prodotto economico, per quanto provvisto della suddetta funzione, non potrà mai assicurare un buon isolamento dai rumori esterni.

La comodità

Quanto segue deve interessare soprattutto chi passa molto tempo al telefono. L’auricolare deve essere comodo da indossare, dunque, ergonomico, leggero e quanto più possibile compatto.

 

La sincronizzazione con lo smartphone

La sincronizzazione tra un auricolare Bluetooth è molto semplice e sostanzialmente il procedimento è sempre lo stesso, indipendentemente da marca e modello. Innanzitutto bisogna accertarsi che lo smartphone abbia il Bluetooth attivato. In caso contrario, bisogna provvedere.

Successivamente si tiene premuto il pulsante multifunzione dell’auricolare fin quando non inizierà a lampeggiare una luce LED, questo ci dice che la modalità abbinamento è attiva. Intanto lo smartphone avrà rilevato la presenza di un dispositivo Bluetooth, nel nostro caso, l’auricolare che sarà visibile in una lista che comprenderà tutti i dispositivi con tale tecnologia, presenti nelle immediate vicinanze.

In genere viene richiesto l’inserimento di un codice e poi si clicca su abbina. In men che non si dica la connessione sarà stabilita.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

JETech H0781

 

4.JETech Auricolare Bluetooth H0781JETech è un auricolare Bluetooth senza fili che ha un costo davvero molto conveniente e potrebbe essere perfetto per chi vuole spendere il meno possibile. È uno dei modelli di gran lunga più venduti non solo perché è molto economico ma anche perché è funzionale e ha tutto quello che serve per assicurare prestazioni di rilievo.

Tra i vantaggi principali sottolineati dai consumatori c’è l’audio cristallino della musica e delle chiamate, possibile grazie alla tecnologia che consente di ridurre il rumore di fondo (anche se non è particolarmente elevato).

Conquista per la facile e veloce associazione con tutti i dispositivi abilitati Bluetooth e l’ottima durata della batteria che arriva fino a 11 ore di conversazione e consente di ricaricare il dispositivo anche dopo diversi giorni.

Difficile trovare di meglio a un prezzo simile.

Il nostro articolo prosegue con una lista dei pregi e dei difetti principali di questo prodotto. Abbiamo incluso un link dopo la descrizione che ti porterà nel sito online dove poterlo acquistare a un prezzo competitivo.

 

Pro

Economico: Si tratta di uno tra gli auricolari Bluetooth più economici sul mercato. Piccolo e facile da usare, è l’opzione ideale se cerchi un modello base ma funzionale, senza troppe pretese.

Audio: Il grande vantaggio del dispositivo, secondo quanto viene riportato dagli utenti, consiste nella qualità del suono. Riesce a isolare in maniera effettiva il rumore esterno, permettendoti di ascoltare la musica o di parlare al telefono in modo chiaro e senza alzare il volume al massimo.

Facile da usare: Si usa con grande facilità e, grazie alla durata della batteria che raggiunge le 11 ore, potrai usufruire dei suoi vantaggi per molto tempo prima di doverlo caricare nuovamente.

 

Contro

Design: L’estetica è davvero essenziale, per cui è ideale se cerchi un auricolare quasi invisibile e dal carattere sobrio.

 

 

Sony SBH80

 

2.Sony SBH80Il prezzo del Sony potrebbe non rientrare nel tuo budget ma le sue prestazioni ne fanno se non il miglior auricolare Bluetooth del 2019, uno dei migliori.

Tra i suoi vantaggi c’è la possibilità di collegarlo a due dispositivi contemporaneamente per gestire al meglio tutte le chiamate. È un dispositivo di ultima generazione che, grazie all’innovativa tecnologia di miglioramento del suono, assicura un audio incredibilmente nitido e chiaro sia per le telefonate che per la musica. In particolare, l’utente può ascoltare la voce dell’interlocutore in maniera naturale e senza rumori di sottofondo sempre, indipendentemente dalla posizione e dall’angolazione della testa.

Inoltre si tratta di un auricolare Bluetooth universale perché funziona con tutti i dispositivi abilitati e, essendo impermeabile, può essere indossato anche sotto la pioggia, mentre le due strisce di metallo contribuiscono efficacemente a mantenerne stabile la posizione.

Ecco una panoramica dei punti di forza e di debolezza del nuovo auricolare Sony, uno dei nomi più apprezzati nel mondo dell’elettronica. 

Pro
Due dispositivi:

Il maggiore punto di forza dell’auricolare consiste nella possibilità di collegarlo a due dispositivi diversi, in modo tale da avere sempre tutto sotto controllo.

Suono nitido:

Se passi tanto tempo al telefono, questo dispositivo potrebbe fare al caso tuo. Dotato di un sistema di ultima generazione che migliora la qualità del suono, in modo tale da garantire chiamate o l’ascolto della musica senza nessun rumore di sottofondo.

Universale:

Funziona con qualsiasi dispositivo ed essendo impermeabile potrai utilizzarlo anche sotto la pioggia.

Contro
Prezzo:

Non si tratta certo del prodotto più economico in circolazione, ma dopotutto l’innovazione implica quasi sempre una spesa maggiore. 

 

 

 

VicTsing PA97B-vit

 

3.icTsing Auricolare Mini Wireless BluetoothTra i nostri consigli d’acquisto trovi un auricolare Bluetooth 4.0 che, dunque, utilizza una delle ultime versioni di questa tecnologia col vantaggio, principalmente, di avere minori consumi energetici e maggiore stabilità del segnale. È, comunque, compatibile con i dispositivi che utilizzano le versioni precedenti.

La maggior parte dei consumatori concorda sulla comodità nell’indossarlo e nell’utilizzarlo. Rispetto a diversi altri auricolari, qui è presente un grande tasto centrale che permette di controllare in modo molto pratico tutte le varie funzioni, come richiamare l’ultimo numero o far partire la musica.

Queste operazioni possono essere eseguite anche utilizzando i comandi vocali: per esempio, basta dire “Yes” per rispondere a una chiamata e “No” per rifiutarla. È l’ideale in tante situazioni in cui entrambe le mani sono occupate, come quando si è alla guida o al lavoro.

Rivediamo adesso i pregi e i difetti più importanti dell’auricolare Bluetooth VicTsing. Per acquistarlo a prezzi bassi, clicca sul link suggerito.

Pro
Design:

Un’estetica moderna e curata nel dettaglio per assicurare comodità e funzionalità. Grazie alla tecnologia Bluetooth 4.0 che utilizza, offre bassi consumi e una stabilità maggiore nella ricezione del segnale.

Economico:

Considerando i numerosi vantaggi, il costo di questo auricolare è davvero competitivo. Pertanto, se cerchi un buon compromesso di qualità-prezzo, dai un’occhiata a questo prodotto.

Facile da usare:

Il suo funzionamento si regola utilizzando l’unico pulsante di cui è dotato. Per facilitare la risposta alle chiamate, basterà dire Yes o No.

Contro
Volume:

I giudizi degli utenti segnalano che l’unica pecca del dispositivo consiste nell’audio che tenderebbe a essere disturbato dai rumori di sottofondo.

 

 

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Cuffie in ear

Cuffie Beats by Dr Dre

Migliori auricolari

Cuffie wireless per TV

Cuffie da running

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status