fbpx

Le migliore cuffie da running

Ultimo aggiornamento: 13.09.19

Auricolari sport – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Date un’occhiata alla nostra guida per scegliere le cuffie giuste, ma nel frattempo vi anticipiamo i due modelli migliori per noi: Mpow Swift MBH5-ITPA1 è un prodotto senza archetto, che si connette allo smartphone tramite Bluetooth e assicura un suono pulito e lunga durata della batteria. KAMTRON Cuffie Bluetooth invece, sono presenti in diversi colori e hanno anche il microfono integrato.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere le migliori cuffie running

 

Fare jogging è senza dubbio una scelta ottima per restare in forma ma, obiettivamente, non è una delle attività più divertenti al mondo. Per renderla più piacevole molti runner decidono di ascoltare la propria musica preferita durante l’allenamento.

Ecco perché scegliere cuffie specificamente pensate per accompagnare gli appassionati di corsa durante il loro training è molto importante. Qui di seguito ti proponiamo la nostra guida con i consigli d’acquisto e, per aiutarti a trovare il modello giusto, anche le recensioni dei prodotti con il miglior rapporto tra qualità e prezzo.

11

 

Guida all’acquisto

 

Il modello giusto

Difficile immaginare di poter andare a correre indossando cuffie voluminose perché finirebbero inevitabilmente per gravare in modo eccessivo sulla testa e comunque sarebbero sempre molto instabili ed eccessivamente soggette ai sobbalzi dell’andatura.

La soluzione più idonea sono le cuffie running, realizzate dalle migliori marche proprio per venire incontro alle esigenze degli appassionati di corsa, jogging o marcia. Si tratta spesso di modelli detti in ear, ovvero studiati per essere inseriti direttamente nel canale uditivo, così da garantire un ingombro ridotto e una maggiore stabilità, rispetto per esempio agli auricolari tradizionali che si “agganciano” semplicemente nell’incavo dell’orecchio.

Come detto le cuffie in ear si inseriscono per circa un centimetro all’interno del canale uditivo grazie a una parte, realizzata in morbido silicone, studiata appositamente per risultare confortevole e assicurare assenza di movimenti anche durante l’attività sportiva. La struttura di questi auricolari, poi, garantisce un isolamento migliore e dunque una resa sonora, in particolare delle frequenze basse, più fedele e gratificante.

Sul mercato sono disponibili modelli in ear formati esclusivamente dall’auricolare e altri dotati anche di un archetto da agganciare dietro l’orecchio così da garantire una stabilità ancora superiore.

 

Qualità o buon prezzo?

Facendo un rapido confronto dei prezzi delle varie cuffie per runner noterai come la forbice sia davvero ampia, visto che è possibile trovare modelli estremamente economici e altri molto costosi.

La discriminante che si colloca al primo posto della classifica della scelta del prezzo di vendita per un auricolare è sicuramente la qualità dei materiali utilizzati e, dunque, la capacità di restituire un suono più o meno nitido e fedele.

Se le tue esigenze sono esclusivamente quelle di ascoltare un po’ di musica mentre corri, puoi accontentarti di una cuffia da poche decine di euro, chiudendo un occhio sulla perfezione d’ascolto. Se invece non sei disposto a scendere a patti per quanto concerne la qualità, allora punta su un modello più caro ma in grado di restituire un’impeccabile pulizia del suono.

12

 

Con filo o Bluetooth

Da qualche anno a questa parte, in particolare proprio per quanto riguarda il settore degli auricolari da utilizzare durante l’attività sportiva, si stanno imponendo i modelli senza fili, ovvero capaci di dialogare con il riproduttore musicale (tipicamente lo smartphone) sfruttando la connettività Bluetooth.

Scegliendo una cuffia di questo tipo potrai correre con ancora maggiore libertà, visto che non avrai il fastidio del filo che le collega al lettore MP3, che sobbalza durante la corsa e che può intralciare il naturale movimento delle braccia.

Tra l’altro lo sviluppo tecnologico ha portato a un netto ribasso dei prezzi dei modelli wireless perciò, a nostro giudizio, si tratta di una scelta praticamente obbligata se sei in cerca della migliore soluzione d’ascolto durante la tua attività sportiva.

 

Le migliori cuffie da running del 2019

 

Correre è un’attività importante per il nostro organismo e, ormai, sta diventando una piacevole e salutare abitudine per un numero crescente di italiani. L’utilizzo delle cuffie rende il compito ancora più gradevole. Ecco, di seguito, un elenco che può tornare utile per orientarsi tra le varie offerte presenti sul mercato.

 

Prodotti raccomandati

 

Mpow Swift MBH5-ITPA1

 

Principale vantaggio:

Gli auricolari da running Mpow Swift MBH5 si fanno apprezzare, tra le altre cose, per il buon rapporto qualità/prezzo. Ben costruiti, crediamo possano durare a lungo.

 

Principale svantaggio:

Per gli auricolari da portare durante l’attività fisica, la tenuta dovrebbe essere ottima; in questo caso, invece, siamo abbastanza delusi perché capita che cadano spesso durante la pratica sportiva.

 

Verdetto 9.6/10

Gli auricolari in esame hanno un buon prezzo e sono performanti. La batteria ha un’autonomia di tutto rispetto e la qualità audio, secondo noi, è buona. Meno la stabilità.

Acquista su Amazon.it (€16,99)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Buona qualità a un costo contenuto

Buon rapporto qualità/prezzo per questi auricolari Bluetooth. La qualità del suono è stata parecchio apprezzata dagli utenti che raccontano dell’assenza di rumori di fondo, non solo quando si ascolta la musica ma soprattutto quando si riceve una chiamata sullo smartphone. La conversazione tra gli interlocutori non presenta alcun tipo di disturbo. Merito bisogna darlo anche al microfono HD integrato che svolge il suo lavoro in maniera impeccabile.

Il collegamento Bluetooth è immediato; gli auricolari possono essere associati fino a un massimo di due dispositivi contemporaneamente mentre la portata è di 10 metri, insomma, una distanza di tutto rispetto secondo noi.

Batteria performante

Abbiamo raccolto parecchi pareri positivi circa la batteria di questi auricolari. La durata pare aver soddisfatto tutti, anche nel caso di uso intensivo: possono durare fino a cinque ore. Buone notizie anche per i tempi di ricarica; in questo caso sono sufficienti due ore.

Anche la qualità di materiali non sembra aver scontentato nessuno. Facile il controllo della riproduzione dei brani, basta agire sul pulsante dell’auricolare destro. Stesso discorso per il controllo del volume.

Spendiamo qualche parolina sull’estetica: il carattere sportivo si vede tutto. A noi il design è piaciuto davvero parecchio ma questa, chiaramente è una questione soggettiva, anche se a giudicare dai commenti in rete, non siamo i soli a pensarla così.

 

Scarsa tenuta

Il problema principale che abbiamo riscontrato per questo modello è la tenuta. Sono cuffie da running dunque ci aspetteremmo che non cadessero dalle orecchie durante la corsa, è una caratteristica che per importanza, almeno in questo caso, va al pari della qualità audio.

Non è possibile, infatti, fare attività sportiva e preoccuparsi che uno degli auricolari si sfili. È un fastidio non di poco conto secondo la nostra opinione. Inoltre il tubicino che collega i due auricolari, secondo alcuni, è eccessivamente rigido. Infine, il cappuccio che copre l’attacco della ricarica risulta essere un po’ scomodo da aprire e chiudere.

 

Acquista su Amazon.it (€16,99)

 

 

 

KAMTRON Marathon 2

 

Sono in molti ad elogiare queste cuffie da running, non solo per le caratteristiche tecniche, ma anche per alcuni particolare in grado di renderle davvero pratiche da usare. Un primo aspetto che vogliamo sottolineare è la durata della batteria, che può superare le sei ore consecutive: un aspetto valido, soprattutto se comparato con modelli simili della stessa fascia di prezzo.

Si tratta di un prodotto pratico, perché possiede diversi tasti pensati sia per la musica, sia per il telefono. Il peso totale è tale per cui la sensazione sulle orecchie venga appena percepita, sono inoltre molto stabili e comode durante tutta l’attività sportiva.

Il volume è ben percepito, gli alti così come i bassi, sebbene alcuni utenti ritengano che il livello massimo raggiungibile non sia troppo alto. Per alcuni è un ottimo modo per non isolarsi dall’ambiente circostante, per altri è un piccola pecca a cui si deve fare l’abitudine.

Complessivamente si tratta di un articolo che ha dalla sua parte moltissimi fattori, che vogliamo riassumere adesso nella lista dei pro e dei contro.

Pro
Controller:

Un aspetto particolarmente amato dagli utenti, è la praticità dei comandi, due per il volume, due per i brani e una per le chiamate, comodi da usare e molto efficienti.

Alti e bassi:

A coloro che prediligono ascoltare la musica come da un impianto audio ben strutturato, piacerà il fatto che i padiglioni sono in grado di far percepire distintamente tanto gli alti quanto i bassi.

Peso:

Dovendo essere poste sulle orecchie, il peso è un aspetto importante da tenere presente al momento di un acquisto del genere. In questo caso si può aggiungere che risultano davvero leggere.

Adattabilità:

La loro struttura si adatta perfettamente a ogni persona, rendendo così ogni allenamento davvero piacevole, poiché non disturberanno l’andatura con fastidiosi movimenti.

Contro
Volume:

Se siete amanti della musica ad alto volume, potrebbe non essere l’acquisto giusto per voi, in quanto il livello massimo che l’audio può raggiungere non sempre è risultato sufficiente a isolarsi perfettamente dall’ambiente circostante.

Acquista su Amazon.it (€24,99)

 

 

 

Mpow IPX7

 

Il modello di Mpow, che andiamo ad analizzare, si presta innanzitutto a soddisfare coloro che svolgono intensa attività sportiva in compagnia della loro musica. Il rivestimento infatti è pensato dall’azienda per proteggere le cuffie stesse, garantendo una vita più lunga al prodotto.

Il suono è percepito in maniera molto nitida, con un valido sistema per eliminare i rumori esterni e garantendo una buona percezione dei bassi. La batteria consente un funzionamento di molte ore con ricarica di appena un’ora e mezza e il tutto può essere facilmente monitorato grazie allo schermo del dispositivo a cui le state collegando. 

In questo modo potrete evitare interruzioni fastidiose, sia durante l’ascolto della musica, sia durante l’utilizzo del telefono. Gli auricolari sono in schiuma, realizzati in diverse dimensioni, così da potersi adattare alle varie tipologie di orecchio.

Complessivamente quindi si tratta di un articolo davvero valido, che soddisfa la maggior parte degli utenti.

Pro
Anti sudore:

Queste cuffie sono interamente rivestite da un materiale pensato per ridurre al massimo i danni da sudore, rendendo quindi l’acquisto più duraturo, anche in caso di allenamenti molto intensi.

Batteria:

Che sia un’intera giornata al telefono, o più sessioni di allenamento, queste cuffie hanno un’autonomia di molte ore e si ricaricano completamente in poco più di un’ora e mezza.

Dimensioni:

Per adattarsi al meglio al vostro orecchio, l’azienda consente di scegliere tra diverse taglie per gli auricolari, in modo da rendere l’acquisto ancora più personale e l’uso ancora più pratico.

Rumori esterni:

Il sistema è pensato anche per evitare di percepire quanto più possibile i rumori esterni, perfetto quindi per coloro che amano isolarsi.

Contro
Microfono:

Per quanto concerne le telefonate, il microfono potrebbe dare un po’ di problemi sia per quanto riguarda l’audio percepito dall’interlocutore, sia per il fatto che non è in grado di isolare i rumori.

Acquista su Amazon.it (€19,99)

 

 

 

Philips SHS 3200

 

4.Philips SHS 3200Tra le cuffie da running più vendute che vogliamo riportare qui c’è il modello della Philips che noi collochiamo al quarto posto in questa nostra classifica delle migliori cuffie per correre del 2019.

Il rapporto qualità/prezzo è, infatti, molto buono: per una cifra contenuta si porta a casa un modello (ergonomico) che ha diversi vantaggi: per esempio, la sua flessibilità che lo rende adatto a ogni tipo di orecchie; oppure gli altoparlanti che sono da 15 mm, abbastanza piccoli da offrire comodità ma sufficientemente grandi per avere un suono che è pulito e particolarmente potente nei bassi.

Inoltre, si tratta di auricolari stabili e abbastanza resistenti. Sono morbidi, non fanno male mentre si corre o si fa qualche altro tipo di attività; anzi, ci si dimentica di averli all’orecchio.

Insomma, considerate alcune caratteristiche fondamentali per un prodotto del genere e, cioè, l’effettiva praticità per chi fa sport, la qualità audio e il prezzo, possiamo dire che, a nostro avviso, quello della Philips si rivela un modello da non sottovalutare per chiunque stia facendo una comparazione con altri modelli.

Gli utenti che stanno cercando il modello più economico sul mercato potrebbero essere interessati dalle cuffie Philips. Di seguito ne riassumiamo i principali vantaggi e svantaggi che abbiamo rilevato.

Pro
Prezzi bassi:

Cliccando sull’offerta in basso è possibile acquistare le Philips a un prezzo incredibilmente conveniente, l’ideale per chi ha deciso di spendere il meno possibile per un prodotto del genere.

Flessibilità:

Le cuffie Philips sono ergonomiche e soprattutto molto flessibili. Il vantaggio è quello di adattarsi perfettamente a ogni tipo di orecchio. In più, sono morbide e non fanno male.

Altoparlanti:

Gli altoparlanti integrati da 15 mm sono abbastanza piccoli da risultare comodi ma allo stesso tempo sufficientemente grandi da garantire un suono pulito e potente.

Contro
Wireless:

Si tratta di un modello che non è wireless e quindi obbliga l’utente a collegare materialmente il dispositivo alle cuffie.

Materiali:

La qualità dei materiali è piuttosto scadente.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

JVC HA-EB75-AE

 

5.JVC HA-EB75-AEProseguendo in questa nostra carrellata di consigli d’acquisto vogliamo qui descrivere i vantaggi di una che è tra le migliori cuffie da running vendute online, il modello della JVC.

Impermeabili, economiche, presentano un archetto regolabile mentre gli altoparlanti sono da 13,5 mm.

Altre caratteristiche che ci portano a inserire questo modello della JVC nella top five delle migliori cuffie da running 2019 sono anche qui la stabilità, la comodità, la buona qualità del suono. Si tratta, quindi, di cuffie che difficilmente scivolano via dall’orecchio; cominciano a diventare leggermente fastidiose solo quando la corsa o l’esercizio si prolunga, mentre l’audio rimane molto buono a un livello medio, un po’ meno quando si alza troppo il volume.

La qualità del materiale di costruzione è discreta e, in generale, le cuffie sono abbastanza resistenti anche nei confronti del sudore che non le rovina. In sintesi, si tratta di cuffie che vantano un rapporto qualità/prezzo molto buono.

Un altro modello che consigliamo di tenere in considerazione è dunque quello realizzato dalla JVC. Ecco, in breve, quali sono i suoi pro e contro.

Pro
Qualità/prezzo:

Le JVC hanno un prezzo estremamente competitivo e, nello stesso tempo, sono stabili, comode e vantano un suono di buon livello. Sono queste le ragioni che spiegano il grande successo di vendite sul mercato online.

Archetto regolabile:

Le cuffie JVC, a differenza di altri modelli della stessa fascia di prezzo, presentano un archetto regolabile. Il vantaggio per l’utente è quello di trovare l’assetto migliore per le proprie orecchie.

Contro
Sudore:

Le JVC non paiono resistere molto efficacemente al sudore.

Bluetooth:

Le cuffie non dispongono di funzionalità wireless o Bluetooth.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mpow Swift MBH5-ITPA1

 

1.Mpow Swift MBH5-ITPA1Al primo posto, tra le migliori cuffie per running, vogliamo consigliare il modello Swift della Mpow. Usano la tecnologia Bluetooth 4.0 e apt-X; il segnale wireless è forte (fino a 10 metri) mentre il suono vanta una qualità cristallina grazie alla riduzione del rumore.

Si tratta di un modello comodo, stabile, adatto a qualunque tipo di esercizio all’aperto ed è a prova di sudore. Il prodotto è provvisto di archetti di misura piccola, media e grande. È universale, compatibile con i dispositivi abilitati Bluetooth, dispone di una batteria di lunga durata: 5 ore di conversazione/riproduzione e 185 ore in standby.

Aggiungiamo, poi, che questi auricolari si collegano velocemente, si caricano molto in fretta e hanno una voce elettronica che comunica le varie funzionalità (in inglese). In più, sfoggiano un’estetica accattivante mentre il prezzo, data la qualità, si mantiene competitivo. Nel complesso, le collochiamo al primo posto della nostra classifica e le consigliamo per chi si sta chiedendo come scegliere le migliori cuffie wireless da running.

Il grande successo che le Swift della Mpow hanno riscosso deriva dai numerosi benefici che garantiscono ai consumatori. Per quanto riguarda il prezzo, se non sai dove acquistare, puoi usufruire di una vantaggiosa offerta cliccando sul link in basso.

Pro
Wireless:

Le cuffie da running Mpow utilizzano la tecnologia Bluetooth 4.0 per collegarsi al dispositivo. Il vantaggio è evidente ed è quello di poter correre senza l’ingombro del fastidioso filo. In più, il segnale wireless è molto forte poiché arriva fino a 10 metri.

Batteria:

La batteria è uno dei punti di forza delle Swift perché è a lunga durata e garantisce all’utente cinque ore di conversazione/riproduzione e 185 in standby.

Suono:

La qualità del suono, come evidenziato da numerosi pareri degli utenti, è un altro vantaggio assicurato dalle Swift poiché nitido e cristallino grazie anche al sistema di riduzione del rumore adottato.

Prestazioni:

Da sottolineare la velocità con cui le cuffie si interfacciano con i vari dispositivi e la presenza di una vocina che in inglese comunica le varie funzionalità.

Contro
Tasti:

Qualche utente trova i tasti difficilmente raggiungibili.

 

Acquista su Amazon.it (€16,99)

 

 

 

Come utilizzare le cuffie da running

 

Cos’hanno di speciale rispetto alle più comuni cuffie o agli auricolari utilizzati per lo stesso scopo? L’attività sportiva davvero richiede l’acquisto di un accessorio specifico o sono solo accanimenti degli addetti al marketing? Secondo noi, preferire un modello specifico per l’allenamento in palestra o all’aperto consente di ovviare ai noti problemi che finiscono col disturbare l’attività sportiva.

Occhio alla vestibilità

Quello che deve fare, bene, un paio di cuffie da inforcare durante l’allenamento è reggere lo stress del continuo ballonzolare al ritmo costante della corsa. Non solo la presenza di clip aiuta a fissare bene il cavo, quando presente, ai vestiti, anche la buona aderenza al padiglione dell’orecchio determina la qualità del prodotto.

È importante che le cuffie possano essere indossate a lungo, o comunque durante tutto l’allenamento, senza dare fastidio alle orecchie o indolenzirle per colpa di una pressione eccessiva su alcuni punti. Alcuni modelli più performanti possono avere un design speciale che avvolge tutta la testa dalla nuca, in questo modo resistono meglio alle sollecitazioni dell’allenamento senza costringere chi le indossa a riposizionarle continuamente. Non meno fastidiosi possono essere gli auricolari, che se non sono della giusta misura rischiano di cadere o spostarsi.

 

Come sfruttare al meglio la tecnologia

Se deciderete di dotarvi di un modello compatibile con lo smartphone potrete avvalervi di funzioni accessorie che non guastano e che completano la dotazione di questo semplice ma utile accessorio. Rispondere alle chiamate, regolare volume e selezione dei brani riprodotti da smartphone, sono alcune delle caratteristiche utili che si possono ricercare in un buon paio di cuffie multifunzione.

Avere a disposizione queste scelte significa ridurre al minimo il rumore di fondo che distrae dall’esecuzione di un buon allenamento. Utile in particolare quando non ci si può concedere il lusso di rendersi irreperibili per un po’ e si vuole comunque tenere sotto controllo quello che succede intorno durante gli esercizi.

Preferite modelli senza cavo se volete rinunciare del tutto a ogni forma di fastidio e di distrazione, in questo modo il dialogo tra cuffie e dispositivo avverrà in maniera fluida e immediata.

Messaggi e notifiche possono essere mostrati direttamente a schermo sui dispositivi in uso, chiedetevi se davvero avete bisogno di questi aggiornamenti continui o se potete aspettare la fine dell’allenamento per controllare chi vi ha cercati.

La qualità del suono è la priorità

L’ascolto in cuffia deve essere sempre gratificante quindi preferite modelli che abbiano una buona gamma di frequenze supportate per garantirvi un ascolto limpido e pulito in ogni momento. Che decidiate di sparare direttamente nelle orecchie il brano preferito che vi permetta di pompare di più o la melodia più rilassante e adatta a defaticare dopo un allenamento intensivo, la pulizia del suono riprodotto sarà una caratteristica da ricercare sempre.

Se indossati bene, e quindi scegliendo i tappi della giusta misura o la cuffia della misura adatta a vestire la propria testa, la percezione del suono sarà migliore e più gratificante. Quindi assicuratevi di scegliere il modello che meglio si adatta alla propria conformazione per essere certi di massimizzare la resa dell’audio.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Cresyn C220EO

 

3.Cresyn C220EOSe siete indecisi su quali auricolari da running compare, un modello interessante è quello della Cresyn. Molto economici, comodi, funzionali, dal design ergonomico e flessibile, hanno anche una qualità del suono soddisfacente.

È un modello, insomma, che unisce performance, stile e comfort. Non risultano fastidiosi per chi indossa gli occhiali.

Non cadono mentre si corre o si fanno altri tipi di esercizi anche pesanti; sono leggeri e adatti a chi suda molto perché reggono bene l’umidità. Sono dotati di gancetto scorrevole per fissare il cavo di 1,2 m comodamente alla maglietta in modo che non oscilli.

L’auricolare non è imbottito, la qualità del materiale di costruzione del modello è sufficiente, non eccezionale.

Nel complesso, stiamo parlando di un prodotto che svolge il proprio compito in maniera egregia. Per un prezzo di questa portata la qualità che viene offerta probabilmente supererà le aspettative quanto a limpidezza del suono, bassi, volume, prestazioni in generale.

Nella nostra guida per scegliere le miglior cuffie da running troviamo dunque il modello realizzato dalla coreana Cresyn. Ecco quali sono i punti di forza e di debolezza più evidenti.

 

Pro

Comodità: Le cuffie Cresyn sono ergonomiche, flessibili e molto leggere. Il vantaggio per l’utente si traduce nella grande comodità con cui poterle indossare. Inoltre, non sono fastidiose per chi porta gli occhiali.

Stabilità: Le Cresyn non si staccano dalle orecchie risultando stabili sia quando si corre che quando si fanno altri esercizi anche pesanti; in più, il cavo non oscilla grazie al gancetto che permette di fissarlo alla maglietta.

Resistenza al sudore: Uno dei pregi delle Cresyn, come testimoniato da numerosi utenti, è l’elevata resistenza all’umidità e al sudore.

Audio: La qualità audio, pur non essendo eccezionale, dovrebbe però soddisfare le esigenze della maggior parte degli sportivi.

 

Contro

Filo: La presenza del filo limita l’utilizzo del modello.

Materiali: I materiali di costruzione non paiono essere di prima qualità.

 

 

 

Arctic P253 BT

 

2.Arctic P253 BTTra le migliori cuffie Bluetooth per correre va segnalato il modello della Arctic. Vediamone alcuni aspetti più importanti: intanto, sono più economiche del modello precedente; si caratterizzano per l’archetto leggero dietro la testa che è pieghevole e utile per chi fa sport perché aumenta la stabilità ed è facile da trasportare. Il microfono è incorporato.

Utilizzano la tecnologia Bluetooth 3.0 (standard A2DP) con profili AVRCP/HSP/HFP; basta un click per rispondere alle chiamate, rifare l’ultima telefonata, cambiare canzone e regolare il volume.

Gli auricolari sono morbidi e imbottiti mentre la batteria è a lunga durata: 15-30 ore di riproduzione e fino a 400 ore in standby. Queste cuffie della Arctic possono, poi, vantare un suono molto pulito e di buonissima qualità.

È un prodotto comodo, versatile, facile da associare e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Insomma, sono numerose le ragioni che ci portano a collocarle al secondo posto della nostra classifica.

Ecco quali sono le caratteristiche più rilevanti del nuovo modello realizzato dalla Arctic che è stato molto apprezzato da tanti consumatori online.

Pro
Bluetooth:

Le Arctic sono dotate di tecnologia Bluetooth 3.0. Il beneficio per l’utente che pratica sport è la maggiore comodità di utilizzo rispetto ai modelli con il fastidioso cavo da collegare al dispositivo.

Leggerezza:

Nonostante la presenza dell’archetto, le Arctic risultano leggerissime e quasi ci si dimentica di averle all’orecchio.

Batteria:

La batteria garantisce una durata notevole pari a 15-30 ore di riproduzione e fino a 400 in standby. Ce n’è abbastanza per diverse sessioni di allenamento prima di doverla ricaricare.

Comodità:

Le cuffie Arctic sono comode da indossare perché morbide e imbottite all’interno, e anche da usare: basta infatti un click per rispondere alle chiamate, rifare l’ultima telefonata, cambiare canzone e regolare il volume.

Contro
Archetto:

L’archetto non è regolabile e potrebbe non essere adatto a tutti gli utenti.

 

 

 

Landnics LS-BH09

 

Se non sapete ancora quali cuffie da running comprare, date un’occhiata a questo modello di Landnics, dal prezzo molto concorrenziale. Questi auricolari sono utili a chi vuole essere sempre connesso, in qualsiasi occasione, anche mentre è alla guida e non vuole perdere neppure una telefonata, oltre ad ascoltare la musica.

Sono resistenti all’acqua e al sudore, per cui potrete utilizzarli senza problemi se volete fare sport. Facili da indossare, sono dotati di tre gommini di differenti misure per renderli adatti a ogni tipo di orecchie. Nonostante questo qualche utente afferma che tendano a cadere quando si fa molto movimento.

La batteria riesce a caricarsi molto in fretta (massimo due ore) e garantisce una lunga durata. Il suono è ritenuto valido da molti acquirenti, in rapporto al costo del prodotto. Può connettersi grazie al Bluetooth con due dispositivi senza bisogno di essere riconfigurato ogni volta.

Apprezzata anche la custodia inclusa nella confezione, ideale per conservarle senza problemi.

Nella nostra guida per scegliere le migliori cuffie da running troviamo quindi questo modello di Landnics. Andiamo ad approfondire quali sono i suoi pro e contro.

Pro
Resistenti:

Queste cuffie risultano molto resistenti all’acqua e al sudore, perciò ideali per l’attività fisica anche in condizioni meteo non proprio favorevoli.

Batteria:

Un elemento molto valido è la batteria, che si carica in un tempo massimo di due ore e garantisce una durata consistente, per permettervi di sfruttare al meglio gli auricolari.

Bluetooth:

Grazie a questa tecnologia, è in grado di connettersi a due diversi dispositivi in automatico, dopo la prima configurazione.

Contro
Ergonomia:

Nonostante siano presenti tre gommini di taglie diverse, perché si adattino a ogni tipo di orecchie, qualche utente afferma che gli auricolari tendono a cadere se si pratica molto movimento.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 voti, media: 4.70 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status