Il miglior camino

Ultimo aggiornamento: 13.12.18

 

Camini – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Nella guida che segue abbiamo raccolto una serie di consigli che vi saranno utili per trovare il camino che meglio si adatta alle vostre esigenze. Se però non avete tempo di leggerla tutta, possiamo già anticiparvi quali sono i due prodotti che più ci hanno impressionato, a cominciare da El Fuego AY0621, un modello elettrico dal design classico e in grado di riprodurre alla perfezione la sensazione di trovarsi davanti a un vero fuoco scoppiettante. Anche il Klarstein St. Moritz è un modello elettrico, però a parete e dal grande effetto visivo. La sua fiamma scenografica rende accogliente la stanza nella quale lo si pone.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior camino

 

Indispensabile per rendere accogliente qualsiasi ambiente, il camino è diventato oramai un vero e proprio complemento d’arredo che arricchisce le case aggiungendo un tocco in più al loro stile. Scopri nella nostra guida quale potrebbe essere la migliore marca per rapporto qualità/prezzo: ti aiutiamo a scegliere il modello più adatto alle tue esigenze.

 

Guida all’acquisto

 

Dove collocarlo?

La prima cosa da tenere presente è quella di consentire al camino di funzionare correttamente. A questo scopo è necessaria la presenza di una cappa che, attraverso il tiraggio, incanala il fumo nella canna fumaria e lo espelle attraverso il comignolo.

Proprio la canna fumaria richiede particolare attenzione perché deve essere collocata nel muro o alla parete. Per questo è bene fare attenzione al luogo nel quale si vuole porre il camino: la stanza in questione dovrebbe essere ben arieggiata e dotata di una presa d’aria esterna che assicuri un continuo ricambio di ossigeno.

È bene quindi orientarsi sul soggiorno o sul salotto ed evitare la cucina o ambienti nei quali sono presenti sistemi di riscaldamento o cottura dei cibi.

 

Tipologie di camino

Chi fa una classifica dei vari modelli presenti sul mercato si rende subito conto che ce ne sono a disposizione molti e che la scelta dipende un po’ dal gusto personale ma un po’ anche dal costo. Prima di prendere una decisione è bene confrontare i prezzi per individuare quello più adatto alle proprie tasche.

La soluzione più classica è il camino aperto, solitamente alimentato a legna. Crea un’atmosfera calda e accogliente e fornisce un livello estetico molto soddisfacente ma a livello termico non riesce a riscaldare molto in quanto gran parte del calore si disperde nell’ambiente.

Una variante può essere quello ventilato che riesce a propagare meglio il caldo grazie a dei condotti di aerazione. In questo modo la temperatura sarà più accogliente e si potrà anche godere dell’aspetto caratteristico del camino.

Un modello chiuso, in ghisa o acciaio, riesce a resistere a temperature molto elevate ed è in grado di sfruttare meglio la combustione rendendo la stanza più calda. Un esempio è il camino monoblocco, che diffonde il calore per irraggiamento e funziona a legna o a gas. Anche in questo caso esiste la versione ventilata che riesce ad avere un rendimento dell’80% e garantisce una durata superiore.

L’alimentazione

Un altro aspetto da considerare è il tipo di alimentazione da prediligere per il camino che si desidera acquistare. Se si preferisce optare per uno stile classico si deve propendere per il tipico modello a legna che riesce a non riscaldare troppo l’ambiente a causa della dispersione del calore. Il vantaggio sta però nel combustibile usato, la legna, che ha un prezzo conveniente.

Quello a pellet permette una maggiore efficienza rispetto al modello precedente ma deve essere collegato alla rete elettrica per funzionare. Il caminetto elettrico è da preferire per ambienti piccoli perché l’energia impiegata non va al di sotto dei 2000 W.

Infine, quello a bioetanolo è una soluzione ecologica che permette di riscaldare l’ambiente nel rispetto dell’ecosistema. Tenendo conto del fatto che un litro di questa sostanza consente di produrre 3-4 kW/h è una soluzione valida per affiancare il riscaldamento tradizionale.

Prima di prendere la decisione finale, consultare la recensione che altri utenti fanno del camino che ti interessa è un valido aiuto per verificarne il corretto funzionamento.

 

I migliori camini del 2018

 

Questi sono i cinque modelli secondo noi più validi tra i migliori camini del 2018. Date un’occhiata alle loro caratteristiche e fate una comparazione per individuare quello più adatto alle vostre esigenze.

 

Prodotti raccomandati

 

El Fuego AY0621

Principale vantaggio:

L’aspetto realistico è la cosa che maggiormente ci ha colpito, sotto il profilo del design riteniamo che il produttore abbia fatto un ottimo lavoro avendo una grande cura per i dettagli.

 

Principale svantaggio:

Il cavo elettrico è ritenuto troppo corto, inoltre sottolineiamo come il peso dell’articolo possa causare qualche problema per portarlo in casa, soprattutto se non si dispone di un aiuto.

 

Verdetto 9.7/10

Il camino elettrico El Fuego, secondo noi, merita un volto alto perché è ben costruito con materiali di qualità, solido e, cosa sicuramente non secondaria, riscalda efficacemente l’ambiente in tempi, tutto sommato, brevi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Realistico

Se avete sempre desiderato possedere un camino a legna ma per ragioni tecniche e pratiche vi è impossibile, crediamo che apprezzerete questo modello “alternativo”. Ma entriamo nei dettagli e spieghiamo il perché di tale supposizione. La questione è molto semplice: il camino elettrico El Fuego è molto realistico.

È sì, tutti i dettagli sono stati curati con attenzione con il chiaro intento di dare l’illusione di essere davanti al fuoco scoppiettante (non che si senta lo scoppiettio, sia chiaro).

I mattoni sembrano veri mattoni, la legna che arde, vera legna che arde. Non richiedendo una canna fumaria, il camino può essere posizionato in qualsiasi angolo della casa, l’unico vincolo è dato dalla presenza di una presa della corrente.

Riscalda bene

Ma discorsi estetici a parte, si suppone che chi compra un articolo del genere voglia anche contrastare il freddo; ci pare ovvio! In questo senso la soddisfazione da parte degli utenti non è mancata, il caminetto dà la possibilità di scegliere il livello della potenza che varia da 750 a 1.500 W.

Affrontiamo un attimo la questione dei consumi che per alcuni potrebbe essere un freno all’acquisto. Se volete risparmiare in bolletta, fareste bene a prendere una stufa a gas o a pellet perché in questo caso un aumento della spesa sarà inevitabile. Tuttavia non parliamo di un consumo energetico spropositato. Insomma, fatevi due conti e decidete se la spesa convenga.

 

Cavo della corrente, corto

Tenete presente che, anche se doveste avere una presa della corrente piuttosto vicina a dove volete sistemare il camino, potreste aver bisogno di una prolunga perché come riferiscono alcune persone che hanno già comprato questo articolo, il cavo è corto.

Altra questione riguarda il peso. Il camino è tutt’altro che leggero dunque dovete considerare anche questo aspetto prima di decidere per l’acquisto, un aiuto vi servirà certamente per portarlo in casa e spostarlo e se vivete al terzo piano senza ascensore… beh non vorremmo essere nei panni vostri.

Il camino è dotato di una ventola e dobbiamo dire che ha sollevato svariatii pareri discordanti. C’è chi, infatti, la ritiene rumorosa e chi no. Ad ogni modo, nulla che possa arrecare eccessivo disturbo.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Klarstein St. Moritz

 

Una soluzione volta a soddisfare una duplice esigenza: estetica, per chi vuole mettersi in casa un elemento d’arredo e che restituisca la sensazione di trovarsi davanti alle affascinanti fiamme di un camino, e di riscaldamento. Quello di Klarstein è infatti un vero e proprio termoventilatore elettrico dotato di termostato regolabile e due livelli di calore impostabili, per sfruttare una potenza massima di 1.850 watt.

Gli acquirenti hanno apprezzato particolarmente l’abbinamento tra la modernità assicurata dalla capacità di generare una fiamma virtuale e il design classico e romantico, grazie alla struttura in metallo, verniciata di bianco. Proprio sulla qualità delle finiture non tutti si dicono soddisfatti, vista qualche sbavatura e imperfezione di troppo nell’applicazione dello strato di vernice.

Ottima invece la capacità riscaldante, che rende questo camino elettrico perfettamente in grado di generare il calore adeguato per una stanza di una ventina di metri quadrati.

Pro
Classico:

Il design strizza l’occhio alle stufe di una volta e, grazie alla generazione di una fiamma virtuale, contribuisce a creare una bella atmosfera romantica nella stanza in cui il camino viene collocato.

Potente:

La capacità riscaldante permette di raggiungere la temperatura desiderata in pochi minuti ed è più che adeguata per una stanza di una ventina di metri quadrati.

Silenzio:

Una volta acceso si fatica ad accorgersi della sua presenza in virtù della capacità di emettere un rumore davvero contenuto.

Contro
Finiture:

L’attenzione al design non trova adeguato riscontro nella cura delle finiture, in particolare per quanto riguarda la stesura dello strato di vernice.

Acquista su Amazon.it (€129,99)

 

 

 

Stones Tete a Tete

 

Se volete aggiungere un tocco di modernità al vostro salotto potete optare per questa proposta di Stones, un caminetto da pavimento che funziona grazie a un serbatoio da un litro e mezzo nel quale inserire il bioetanolo. In questo modo genera la fiamma, protetta da due lastre di vetro temperato, che donano equilibrio alla struttura, che ha la forma di una U.

Pensato per essere collocato esclusivamente sul pavimento, è bene evitare di posizionarlo su superfici infiammabili, come per esempio il parquet. Questo perché la fiamma genera una certa quantità di calore, riscaldando la zona in cui il camino si trova ma anche la struttura stessa, che è in metallo.

Prestate dunque grande attenzione a non toccarla mentre la fiamma è accesa ma anche una volta spenta, lasciando una ventina di minuti di tempo perché la struttura si raffreddi. Il prezzo di vendita non è propriamente economico e, se trova riscontro nel design, non altrettanto si può dire della qualità dei materiali, modesta, e del trasporto, con alcuni utenti che hanno ricevuto il camino danneggiato.

Pro
Estetica:

Una soluzione molto gradevole dal punto di vista del design, perfetta per essere collocata in ambienti dallo stile moderno.

Bioetanolo:

Permette di generare una fiamma vera, con un consumo di liquido (bioetanolo) tutto sommato accettabile.

Contro
Si scalda:

Una volta accesa la fiamma, la struttura in metallo si surriscalda velocemente e c’è il rischio di scottarsi, anche alcuni minuti dopo aver spento il fuoco.

Materiali:

La qualità del metallo della struttura non incanta e sono diversi gli acquirenti che hanno ricevuto il camino con segni e ammaccature.

Acquista su Amazon.it (€170,48)

 

 

 

Melchioni Wallflame

 

Se l’odore della legna bruciata o del bioetanolo sono insopportabili per chi ha narici delicate, il miglior camino sarà quello che non ha bisogno di combustibile. Modelli di questo tipo hanno il vantaggio di non produrre emissioni nocive e di risparmiare, a chi ne usufruisce, le barbose pulizie della cenere.

Il Melchioni Wallflame è un camino elettrico dal costo ragionevole e dalla linea elegante, ideale anche per completare l’arredamento del tuo salotto. Deve essere installato nel muro ma arriva con tutto il necessario per farlo. Gli utenti si dicono soddisfatti della velocità con la quale si monta ed è subito pronto per essere usato.

È molto bello esteticamente grazie alla fiamma realistica che viene proiettata al suo interno. I consumi non sono molto alti se si pensa che ha 1000 W di potenza e può essere regolato a distanza grazie al pratico telecomando incluso.

Camino che per produrre il calore necessario funziona ad energia elettrica, quindi non ha bisogno di combustibile per funzionare. Il vantaggio principale è la mancanza di emissioni nocive e di odori nella stanza dove viene posizionato.

Pro
Telecomando:

un comodo telecomando consente di regolare comodamente seduti sul divano il calore generato da questo camino. La potenza arriva fino a 1.000 watt

Installazione:

necessita di essere installato a muro, ma nelle confezione sono presenti tutti i pezzi necessari per il montaggio, che si rivela semplice e veloce.

Elegante:

non sfigurerà in nessun ambiente dove verrà inserito, in quanto offre una linea moderna ed elegante al tempo stesso.

Contro
Differenze:

Le misure del camino non sembra corrispondano perfettamente a quelle dichiarate, e potrebbero diventare un problema se lo si monta in uno spazio al millimetro.

Acquista su Amazon.it (€137,2)

 

 

 

La Nordica 6016603 E00_LRD

 

Chi non sa ancora come scegliere un buon camino deve valutare lo scopo che questo elemento ha all’interno della sua casa. Se si cerca un puro elemento decorativo si può optare per varie soluzioni che non devono necessariamente essere in grado di riscaldare completamente l’ambiente.

Il discorso cambia se si desidera usarlo come elemento principale per rendere le stanze confortevoli. In questo caso è bene optare per un camino a legna come quello proposto da La Nordica. Questo modello è anche ventilato, per cui sarà possibile, con l’appropriato sistema, rendere confortevoli anche altre stanze oltre a quella dove lo si colloca.

Le sue dimensioni sono molto ampie proprio per avere una concentrazione maggiore di calore. La potenza termica è di circa 8,6 kW/h per un rendimento superiore all’80%: può sostituire completamente i tanto utili termosifoni.

Ha bisogno di una canna fumaria perché i fumi della legna bruciata siano convogliati all’esterno. Il pratico cassetto raccogli cenere è estraibile e coadiuva le operazioni di pulizia che sono solitamente abbastanza noiose.

Camino a legna dall’aspetto classico che è grado di riscaldare un intero appartamento non troppo grande, o una stanza. Necessita di canna fumaria, per convogliare all’esterno i fumi prodotti dalla combustione della legna. Ha una potenza termica di ben 8,6 kW/h. Chi volesse sapere dove acquistare questo camino, potrà trovare i link dei venditori online appena sotto la rassegna di pro e contro di questa pagina.

Pro
Calore:

questo camino può tranquillamente sostituire un termosifone per riscaldare un ambiente anche grande vista la potenza termica che offre di ben 8,6 kW/h.

Ventilato:

caratteristica molto apprezzata è la presenza di una ventola che “spinge” il calore anche in altre stanze oltre a quella dove è installato.

Pulizia:

per rendere più agevole la pulizia, questo camino dispone di un comodo cassetto raccogli cenere.

Contro
Canna fumaria:

non può essere posizionato ovunque, ma solo nella stanza dove è presente la canna fumaria.

Acquista su Amazon.it (€899)

 

 

 

El Fuego AY0621

 

Tutto il fascino e il tepore di un camino senza il fastidio di dover faticare ad accendere la fiamma e dover gestire l’emissione del fumo e la cenere. Questo è quanto permette di avere questo modello elettrico di El Fuego, dal design classico e dalla capacità di restituire la piacevole impressione di essere davanti a un vero caminetto acceso. Il merito è da ascrivere alla presenza dei ciocchi di legno dai quali si sprigiona una fiamma virtuale che irradia anche il calore che completa l’opera, consentendo di sfruttare questo prodotto per incrementare la temperatura della stanza in cui viene collocato.

Il camino di El Fuego non necessita di alcuna installazione e per funzionare è sufficiente inserire la spina nella presa di corrente, così da sfruttare la potenza, regolabile tra i 750 e i 1.500 watt. Gli utenti hanno apprezzato la possibilità di scegliere se abbinare all’effetto fiamma l’irradiazione del calore o no. Encomiabile anche la silenziosità della ventola integrata mentre dispiace per l’assenza delle istruzioni in italiano.

Pro
Design:

Riproduce lo stile di un caminetto classico, grazie anche alla presenza di un rivestimento a mattoncini e dei ciocchi che ardono.

Riscalda… o no:

Potete decidere se abbinare all’effetto fiamma l’emissione di calore, in modo da utilizzarlo per aumentare la temperatura all’interno di una stanza.

Silenzioso:

La ventola, che entra in azione all’accensione del camino, si fa apprezzare perché non eccessivamente rumorosa né fastidiosa.

Contro
Misure:

L’impressione che si ha è quella di un prodotto più grande di quanto effettivamente poi non sia. Controllate attentamente le sue misure.

Istruzioni:

Il manuale non è in lingua italiana ma solo in tedesco, non che sia indispensabile ma è giusto segnalarlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un camino

 

Quando le temperature calano drasticamente e fuori, il vento soffia forte magari trasportando grossi fiocchi di neve, non c’è niente di meglio che starsene raggomitolati davanti a un bel camino, leggendo un buon libro o sorseggiando qualcosa. Se poi siamo in compagnia, è ancora meglio. Insomma, il camino ha qualcosa di magico, è in grado di creare un’atmosfera unica e piacevole capace di far dimenticare anche quel rompiscatole del capo.

 

 

Dove installare il camino

Finalmente vi siete decisi: volete il camino. Già, ma dove sistemarlo? Le scelte più ovvie sono due e, se ci sono le premesse strutturali necessarie all’installazione, suggeriamo di restare all’interno di tale dicotomia, ovvero, soggiorno o salotto. Sono questi i luoghi dove una persona è solita soggiornare dopo un’intensa e faticosa giornata.

 

Le dimensioni del camino

Ma quanto deve essere grande il camino, o meglio, quanto può essere grande? Le dimensioni devono essere coerenti con quelle dell’ambiente dove il camino sarà installato. Ma diamo qualche numero a titolo puramente indicativo. Se, ad esempio, l’ambiente è di circa 20 metri quadrati, un modello adeguato dovrebbe avere le seguenti misure: 50 cm per quanto concerne l’altezza, 60 cm di larghezza e 35 cm di profondità. In questo caso ci sarà bisogno di una canna fumaria da 20 cm per lato.

Ma prendiamo il caso di chi ha un salone bello grande (è nostra opinione che il camino sta bene se installato in stanze ampie), diciamo 70 metri quadrati. In questo caso il camino dovrebbe avere le seguenti misure: altezza 82 cm, larghezza 115 cm e profondità 45 cm. Quanto alla canna fumaria, le misure ideali sono 38 cm di larghezza per 26 cm di profondità.

 

 

I tipi di camino

Non c’è un solo tipo di camino, anzi, la scelta è piuttosto ampia come il lettore avrà modo di scoprire se proseguirà nella lettura. Iniziamo dalla soluzione che amiamo definire classica, ossia, il camino aperto. Questo modello è alimentato a legna ma ha lo svantaggio di una elevata dispersione termica. Si stima che in media si riesca a sfruttare appena il 20% del suo potenziale.

Tale stima raddoppia nel caso del camino aperto ventilato, sempre alimentato a legna. In questo caso il calore è diffuso nell’ambiente attraverso dei condotti di aerazione. Il camino chiuso presenta una struttura realizzata in acciaio oppure in ghisa ed è chiuso con un vetro ceramico. Con questo tipo si riesce a sfruttare tra il 60 e il 80% del calore prodotto. Il camino chiuso ventilato, invece, riesce a sfruttare l’80% del suo potenziale.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Outsunny Biocamino

 

Se si desidera rendere più accogliente una stanza ma allo stesso tempo si vuole anche rispettare l’ambiente, quale camino si deve comprare? Le emissioni nell’aria tendono a inquinare e chi vuole fare un uso costante di questo sistema di riscaldamento rischia di provocare danni.

A contrastare questo fenomeno ci pensa un camino a bioetanolo come quello di Outsunny, che è da incasso e permette di non occupare troppo spazio all’interno della stanza. Realizzato in acciaio, è anche verniciato con sostanze che resistono al calore fino a 800 gradi.

Sono presenti due bruciatori da 1,5 litri l’uno che consentono di alzare più velocemente la temperatura. Alcuni utenti sostengono che l’odore provocato dal bioetanolo sia abbastanza persistente per cui chi ha un naso molto delicato potrebbe non gradire questo tipo di combustibile. L’assenza della canna fumaria è a vantaggio della praticità di un camino che riesce anche a completare con eleganza l’ambiente in cui lo si pone.

Camino da incasso che non occupa molto spazio e che offre un tocco di design nella stanza in cui viene installato. Funziona a bioetanolo ed è realizzato in acciaio verniciato con sostanza che resistono fino 800 gradi calore. I bruciatori presenti sono due, entrambi da 1,5 litri che portano velocemente alla temperatura desiderata.

 

Pro

Montaggio: la messa in opera di questo camino si rivela molto semplice, anche perché non necessita di una canna fumaria. Nella confezione sono presenti le vite e i tasselli necessari per l’installazione.

Calore dove si vuole: senza dubbio una delle caratteristiche migliori di questo camino è la possibilità di installarlo dove si vuole. Utilizza due bruciatori da 1,5 litri che consentono di riscaldare una stanza non molto grande.

Design: da tenere presente è la bellezza di questo nuovo camino da parete, che offre un linea moderna dove spicca il colore argento della struttura.

 

Contro

Odori: secondo i pareri degli utenti l’odore prodotto dal bioetanolo è abbastanza persistente e quindi a lungo andare può diventare un po’ fastidioso.

 

 

 

 

Deka Interieurbouw B00BCVRLE4

 

Nei nostri consigli d’acquisto non può mancare uno dei camini più belli tra quelli venduti online. Si tratta di quello di Deka Interieurbouw, dall’aspetto molto rustico e circondato da una cornice in abete rosso. La linea grezza lo rende adatto a un ambiente informale e all’insegna della natura.

Il corpo è in acciaio e rivestito da una verniciatura a polvere nera resistente alle alte temperature. Sono presenti tre fuochi da alimentare a bioetanolo o gel: gli utenti testimoniano che in circa mezz’ora riesce a riscaldare una stanza di 40 metri quadrati.

La pecca è l’assenza di un parafuochi che è molto importante se si hanno bambini o animali domestici, motivo per il quale, in casi del genere, si deve prestare molta attenzione. Il camino è da parete e viene consegnato già montato: basta scegliere dove collocarlo e il gioco è fatto.

La presenza di tre lattine di combustibile incluse permette di ammortizzare la spesa iniziale per il riscaldamento.

Nella guida per scegliere il miglior camino, questo modello è uno dei più apprezzati per chi vuole un prodotto più rustico che richiami i vecchi camini di una volta. È alimentato a bioetanolo e consente di riscaldare a dovere una stanza di circa 40 metri quadrati

 

Pro

Rustico: il suo design dove spicca una cornice in abete rosso lo rende adatto ad ambienti informali come la casa di montagna o una stanza adibita ai propri hobby.

Alimentazione: questo camino può generare calore o introducendo il bioetanolo o dello speciale gel. In entrambi i casi il calore prodotto va bene per una stanza non molto grande.

Fuochi: sono ben tre i fuochi presenti che consentono di avere il giusto calore in breve tempo: infatti in circa mezz’ora si arriva alla temperatura ideale per una stanza di 40 metri quadri

 

Contro

Parafuoco: mancano nella dotazione i parafuoco che si dovranno quindi acquistare a parte soprattutto se in casa ci sono bambini.

 

 

 

 

FireFriend DF-6500

 

Uno dei modelli più venduti è quello di FireFriend che rappresenta in toto un buon complemento d’arredo per un ambiente chic. È disponibile in vari formati e può essere adattato allo spazio che si ha a disposizione senza troppe difficoltà.

Il corpo è in metallo e il bruciatore in acciaio inox resistente al calore. La base di colore nero è molto elegante e il vetro di sicurezza è posto in modo da dare vita a un design moderno, oltre a proteggere dal fuoco.

Si alimenta con il bioetanolo e non necessita di canna fumaria: naturalmente non deve essere scelto come principale elemento riscaldante in quanto le sue dimensioni non gli consentono di rendere confortevoli grandi ambienti. La sua autonomia con 1 litro di combustibile si aggira attorno alla mezz’ora per cui va bene per aggiungere tepore a una stanza già riscaldata.

Il prezzo è davvero basso e per questo il camino FireFriend è una delle offerte più valide sul web, pur trattandosi di un complemento d’arredo piuttosto che di un vero e proprio termoforo.

Un camino che fa del design il suo cavallo di battaglia. Disponibile in vari formati consente di essere posizionato un po’ ovunque non avendo la necessità di collegargli una canna fumaria. Ha una base in colore nero, dove è contenuto il bruciatore, e un vetro di sicurezza che dona un design moderno e molto gradevole.

 

Pro

Arredo: In una ambiente di design questo camino può entrarci benissimo essendo pensato più come complemento d’arredo piuttosto che come camino a sé.

Bioetanolo: con un litro di bioetanolo si può avere calore per una mezz’ora circa, per aggiungere tepore a una stanza già riscaldata.

Prezzo: è probabilmente il più economico camino in commercio, e può diventare una buona

scelta per chi desidera portare calore in una stanza sia a livello di temperatura sia come sensazione.

 

Contro

Sottodimensionato: non è un camino adibito a riscaldare da solo un’intera stanza, ma più un complemento di arredo in un locale già provvisto di riscaldamento.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.