Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

La migliore legna da ardere

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

 

Legni da ardere – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Chi ha la fortuna di avere una bella stufa d’arredamento o un camino, deve saper scegliere la giusta legna da ardere. Il primo aspetto da valutare è la durezza: quella più solida sarà ideale per produrre calore, quella morbida per dare vita anche a una bella brace. Un altro fattore importante è la stagionatura, ovvero il tempo che la legna è stata messa a rimuovere la propria umidità. In caso contrario, non potrete ottenere un bel fuoco. Valutate il tipo di albero dal quale deriva, così da scegliere anche la profumazione più gradevole. Consultate la nostra guida per avere qualche suggerimento in più: se non ne avete il tempo, ecco qui i prodotti che per noi sono il top. Legnidees 10kg è disponibile in diversi sacchetti di peso maggiore o minore, contenuti in una cassetta anch’essa in legno, per cui riciclabile. Ci è piaciuto molto anche Metroquadrocasa LEG+ACC, un sacco da 15 Kg di legna di Carpino, adatta non solo al camino ma anche per creare una brace.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore legna da ardere

 

Se avete un camino o volete semplicemente riscaldarvi senza immettere sostanze non ecocompatibili nell’ambiente, optare per la legna da ardere è la scelta giusta. Date un’occhiata alla nostra guida per conoscere quali caratteristiche ha la migliore marca in circolazione, mentre nella classifica in basso potrete valutare le recensioni dei prodotti che abbiamo preferito.

 

 

Guida all’acquisto

 

Dura o tenera?

Chi non ha esperienza in questo campo, può pensare che la legna da ardere sia un po’ tutta uguale. Come capire se quella venduta online è ciò che fa per voi? Mettiamo subito in chiaro un punto fondamentale: esistono due tipi di legna, quella dura e quella tenera.

La vostra scelta deve vertere sull’una o sull’altra in base allo scopo per la quale la farete bruciare. Quella dolce deriva da un esemplare delle conifere, che può essere il larice, il pino o l’abete, per esempio.

Le sue caratteristiche la rendono adatta per i barbecue e, in generale, per cucinare, ma non per riscaldare la vostra casa. Diciamo allora che dovrete optare per questa categoria se la vostra intenzione è quella di realizzare una bella brace.

Il discorso cambia per la legna dura, che proviene invece da esemplari di latifoglie, come il rovere, il noce e il faggio. La caratteristica principale di questi ciocchi è lo spessore, molto superiore alla categoria precedente, per cui in grado di produrre una maggiore quantità di calore per più tempo.

Verificate che quella presente sul mercato corrisponda alle esigenze che avete intenzione di soddisfare.

 

La stagionatura

Un fattore dal quale non potete assolutamente prescindere è l’umidità presente nella legna da ardere. Più ce n’è all’interno dei ciocchi, infatti, e minore sarà il calore prodotto. Per capire quale elemento selezionare, bisogna considerare allora la sua stagionatura, che determina, appunto, il grado di umidità.

Il tempo medio per ottenere legna adatta al camino varia dai 9 mesi ai 2 anni: in caso contrario, è vero che il prodotto brucerà più a lungo ma è anche vero che il calore prodotto sarà molto minore alle aspettative.

Un modo per mantenere il camino acceso più a lungo può essere anche quello di combinare legna con diverso grado di umidità, così da non avere fiamme alte e rischiare di causare incidenti in casa.

Un altro vantaggio sta nel fatto che accendere un ciocco meno umido è più facile e non richiede diversi tentativi. Confrontate i prezzi delle tipologie in commercio e non fatevi irretire dai costi più bassi, che possono nascondere un articolo di dubbio valore.

 

 

La profumazione

Indipendentemente dal prezzo, la scelta dell’essenza più valida sta al vostro gusto personale. Prediligete la legna che produce poco fumo, come il frassino o la betulla, che hanno inoltre una grande capacità di diffondere il calore nella casa.

Un altro vantaggio sta anche nella facilità con la quale potrete tagliarla, così da evitare di sforzarvi troppo, specialmente se non siete molto forti. Considerate anche il rovere, l’acero e il carpino per essere circondati da un buon odore mentre vi riscaldate.

 

I migliori legni da ardere del 2018

 

Ecco qui l’insieme delle recensioni dei cinque prodotti più validi tra quelli presenti sul web. Fate una comparazione di caratteristiche e prezzi per individuare la migliore legna da ardere.

 

Prodotti raccomandati

 

Legnidees 10kg

 

Apriamo i nostri consigli d’acquisto con uno dei migliori legni da ardere del 2018 per la quantità esigua di umidità presente al suo interno. Legnidees propone un misto di legnetti di abete e di larice, che hanno al loro interno una percentuale compresa tra il 7 e il 12 percento, per cui si accendono molto facilmente.

Potrete scegliere se acquistare una confezione da 5, 10, 20 o 30 kg, a seconda del vostro bisogno di risparmiare qualcosa in più. I pezzi inclusi hanno spessori sottili, dai 2 ai 40 mm, e sono lunghi circa 19 cm.

Un grande vantaggio sta nella scatola che li contiene, che è anch’essa in legno e può essere riciclata come portariviste, data la presenza di due aperture sui lati, che ne rendono facile anche il trasporto.

Secondo alcuni utenti, però, il rapporto quantità/prezzo non esce vincente per la scarsa disponibilità di legnetti all’interno.

Acquista su Amazon.it (€17)

 

 

 

Metroquadrocasa LEG+ACC

 

Quella di Metroquadrocasa sembra essere una delle offerte più appetibili per il suo valido rapporto qualità/prezzo. All’interno della confezione troverete infatti un sacco di legna di Carpino da ben 15 kg e un sacco di legnetti di abete, sottili, utili ad accendere il fuoco.

Il costo è conveniente, per cui non sarà difficile anche ai risparmiatori approfittare di questa occasione. Il punto di forza del prodotto è la stagionatura di 12 mesi, che fa in modo di eliminare tutta l’umidità in eccesso.

Il grande potere calorifico del prodotto gli consente di bruciare a lungo, tanto da essere consigliato anche per fare una bella brace. Gli acquirenti sono stati piacevolmente sorpresi di trovare pezzi in più all’interno del sacco, che hanno potuto usare per alimentare la propria stufa.

C’è chi ha invece riscontrato un po’ di umidità che è stata però facile da rimuovere, con una semplice esposizione al sole.

Acquista su Amazon.it (€12,3)

 

 

 

Metroquadrocasa 10

 

Poniamo al top della nostra classifica anche la soluzione proposta da Metroquadrocasa, che risulta una delle più vendute del web. Se non sapete quale legna da ardere comprare, probabilmente questi 10 sacchi da 15 kg l’uno possono risolvere il problema di dover andare frequentemente ad acquistarla.

Si tratta infatti di ben 150 kg di legna di Carpino, ideale per le grigliate soprattutto perché ha una combustione lenta e duratura. Nonostante sia stagionata ben 12 mesi, però, alcuni utenti sostengono di averla ricevuta un po’ umida e di aver dovuto provvedere autonomamente a eliminare il problema.

Nella confezione è inclusa una scatola di legnetti Saratoga, utili per accenderla, ma questo elemento in più non giustifica, secondo alcuni, il prezzo ritenuto un po’ troppo alto nonostante la quantità di legna presente.

La qualità soddisfa invece chi vuole tenere spesso accesa la stufa o organizzare barbecue in compagnia.

Acquista su Amazon.it (€91,79)

 

 

 

Webeingstore – di faggio da ardere 90 Kg

 

Tra le varietà vendute online ci ha colpito anche l’offerta di Webeingstore, che propone una confezione da 90 kg di legno di faggio. Il prezzo è molto conveniente, non solo per la quantità, ma anche perché si tratta di ciocchi molto grossi, da 25 cm, che producono un calore di lunga durata.

Si tratta infatti di legna stagionata e totalmente priva di umidità, in grado di dare vita a delle braci utili anche per le grigliate estive. Gli acquirenti la scelgono soprattutto per la stufa, in quanto risulta valida per la scarsa produzione di cenere e residui.

Avrete allora ben poco da pulire e potrete dedicare più tempo a voi stessi. Considerate però che dovrete tagliare i ciocchi in pezzi più piccoli (se non avete lo spazio ove collocarli), manovra che richiede un po’ di forza.

In caso contrario sarà preferibile optare per una soluzione molto più slim, che non vi costringa a stancarvi nel simulare un taglialegna.

Acquista su Amazon.it (€60)

 

 

 

Webeingstore – di faggio da ardere 120 Kg

 

Concludiamo la nostra rassegna per aiutarvi a capire come scegliere della buona legna da ardere con un’altra proposta di Webeingstore, dei ciocchi di faggio in quantità superiore alla precedente.

Qui avrete infatti a disposizione 120 kg di legna, divise in sette scatole da 7 chili, una da 20 e una da 30 chilogrammi. Questa suddivisione vi permetterà di distribuire negli spazi adeguati i ciocchi, in modo da non creare un ingombro eccessivo in casa.

Anche in questo caso, lo spessore di ogni pezzo è abbondante, perché raggiunge i 33 cm. Considerate allora la capienza della vostra stufa e valutate se tagliarli in parti più piccole.

La qualità di questo legno, il faggio, consente di riscaldare la casa ma anche di dare vita a dei barbecue duraturi, vista la permanenza delle braci.

Il costo appare molto conveniente, per cui è da preferire se volete risparmiare e fare una scorta di legna per l’inverno.

Acquista su Amazon.it (€72)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.