I 5 Migliori Ferri da Stiro a Vapore del 2020

Ultimo aggiornamento: 01.12.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Ferro da Stiro a Vapore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Stirare con il ferro da stiro a vapore è tutta un’altra cosa. Lo sa chi passa ore a tu per tu con montagne di camicie accumulate. Il ferro con caldaia conta su una maggiore potenza del vapore. La caldaia esterna consente di gestire una pressione maggiore e quindi un getto continuo decine di volte più forte rispetto al comune ferro con caldaia incorporata. La stiratura per certi versi è più facile ma aumenta l’ingombro sull’asse o sul piano di lavoro. Cosa scegliere dunque? Come essere certi di fare un buon investimento senza spendere in qualcosa di cui pentirsi in seguito? Per evitare di perdere tanto tempo confrontando le opinioni degli acquirenti su decine di prodotti ecco alcuni suggerimenti d’acquisto. In particolare i due modelli più apprezzati sono il Rowenta DG8520 Perfect Eco, bello il design e le funzioni di autopulizia per ritardare l’effetto corrosivo del calcare hanno grande impatto sugli utenti. Il De’Longhi Stirella Pro 1847X fa bene il suo lavoro, ha una piastra scorrevole e la possibilità di rabbocco continuo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior ferro da stiro a vapore?

 

Tanti i prodotti sul mercato che possono disorientare l’acquirente al momento della scelta. Persino un oggetto d’uso comune e diffuso pressoché in tutte le case come il ferro da stiro può generare confusione e incertezza all’idea di non stare facendo il giusto investimento per dotarsi dell’accessorio in grado di rispondere ai bisogni della famiglia.

Ti offriamo gli elementi essenziali per aiutarti a scegliere con sicurezza il prodotto adatto a te.

 

1

 

A tutto vapore

Difficile stabilire quale sia la migliore marca di ferri a vapore, tutte propongono una vasta gamma di modelli che vanno da più basilare a più accessoriato, con un range di prezzo che parte dalle poche decine di euro fino a oltre 150 euro.

Eppure il prezzo non sempre è un indice della validità del prodotto, la vera discriminante che decreta se il modello fa per noi o no, è l’uso che se ne intende fare. La nostra guida per scegliere il miglior ferro a vapore vuole mettere in risalto il fatto che la quantità di vapore emesso può essere minima ma combinarsi perfettamente col tipo di capi del nostro armadio, o essere massima solo per rispondere a esigenze concrete di stiratura semiprofessionale.

Si parte da una base di 70 grammi di vapore emessi al minuto fino a oltre 200 grammi, che però richiedono abilità particolare nel maneggiare il ferro, maggiore rischio di scottature e, non ultimo, maggiore frequenza del rabbocco dell’acqua per alimentare il vapore. In generale, il colpo di vapore mirato per fissare pieghe più impegnative compensa un valore ridotto di emissione di vapore continuo.

 

Antiaderenza della piastra

Prima di scegliere è bene accertarsi anche della qualità della piastra. Alcuni materiali come l’acciaio inossidabile offrono performance migliori in termini di scorrevolezza. Più è facile fare scorrere la piastra ardente tra i tessuti e le grinze, migliore sarà la nostra esperienza di stiratura, che, detto francamente, non è delle più gradite.

Se sei tra chi confronta prezzi e caratteristiche, ti sarà capitato di notare che un costo più basso è richiesto per i ferri la cui piastra è rivestita di materiale antiaderente. Un vantaggio che nel breve termine sembra essere comodo, ma che con facilità rischia di deteriorarsi e rovinare i capi più delicati una volta che lo strato antiaderente si è graffiato.

2

 

Resistenza al calcare

La classifica che vede la recensione di ognuno dei prodotti che più si distingue sul mercato mette in grande risalto la capacità del ferro di autopulirsi, cioè di resistere all’azione corrosiva del calcare.

Il vapore si alimenta solitamente con acqua demineralizzata, in modo da assicurarsi di evitare la formazione di residui sulla piastra o dentro gli ingranaggi del ferro. Ma capita spesso di non avere a disposizione acqua distillata in casa e, di contro, ritrovarsi con una pila di panni da stirare. In questi casi è bene sapere che esistono ferri a vapore in grado di ripulire i condotti e gli ugelli dai depositi di calcare.

Alcuni modelli sono dotati di catalizzatori che attraggono il calcare che così non si deposita altrove nel ferro e rende facile la pulizia meccanica dell’unico pezzo incrostato.

 

I 5 Migliori Ferri da Stiro a Vapore – Classifica 2020

 

Ecco di seguito una carrellata di consigli d’acquisto sui migliori prodotti presenti attualmente sul mercato, per facilitare una comparazione tra le migliori offerte e scegliere con cura quale ferro da stiro con caldaia professionale comprare.

 

1. Rowenta DG8520 Perfect Steam Ferro da Stiro

Principale vantaggio:

Questo ferro con caldaia Rowenta ha un serbatoio capiente da 1,4 litri. È trasparente, per cui si vede quando bisogna riempirlo e comunque c’è una spia luminosa che lo segnala. Ma soprattutto può essere staccato con facilità, riempito e reinserito per avere un’autonomia praticamente illimitata.

 

Principale svantaggio:

È un po’ ingombrante e poi bisogna tenere sempre premuto il tasto del vapore per farlo uscire.

 

Verdetto 9.8/10

Si tratta di un modello estremamente apprezzato online. È maneggevole, ha una piastra con ben 400 fori che riesce ad arrivare bene negli angoli. È presente anche un sistema anticalcare che, per quanto non perfetto, consente alla maggior parte delle persone di usare l’acqua del rubinetto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Autonomia illimitata

Questo ferro ha un serbatoio bello capiente da 1,4 litri, superiore a quello della maggior parte dei prodotti concorrenti. È trasparente, quindi basta una rapida occhiata per capire quando riempirlo; in ogni caso, sul pannello posteriore c’è un indicatore che segnala quando è vuoto e il ferro non riesce a generare vapore.

Un’altra spia indica invece che Perfect Steam è pronto e che quindi si può cominciare a stirare: occorrono due minuti per riscaldare l’acqua, quindi molto poco, ma il vero vantaggio del ferro da stiro Rowenta non è questo.

A differenza della maggior parte dei prodotti simili, il serbatoio ha un’impugnatura e si rimuove molto facilmente. Una volta tolto, lo si può riempire con grande comodità, reinserirlo (fino a sentire un clic) e premere Restart, così da avere un’autonomia praticamente illimitata.

Prestazioni e sistema anticalcare

Il ferro Rowenta ha ottime prestazioni: 5 bar di pressione e un getto di vapore pari da 120 grammi. Interessante la funzione Eco che permette di risparmiare sui consumi di energia: il 20% in meno, dice l’azienda, ma senza specificare rispetto a cosa… In ogni caso, per attivarla basta premere il relativo tasto sul retro.

Tra i punti di forza del ferro da stiro da stiro a vapore Perfect Steam c’è la possibilità di usare l’acqua del rubinetto: una vera comodità, perché non costringe a comprare e tenere vicino all’asse la tanica di acqua demineralizzata.

L’elettrodomestico dispone infatti di un esclusivo sistema anticalcare: sul lato dell’elettrodomestico è integrato un raccoglitore che trattiene il calcare e che poi si estrae, si risciacqua e si reinserisce. L’apposita spia segnala quando è arrivato il momento di farlo.

Si tratta di un’astina che, comunque, non è miracolosa: se l’acqua è particolarmente dura, oppure se si vive vicino al mare con acqua fortemente salina, è meglio usare acqua demineralizzata, o almeno mescolarla con quella del rubinetto.

 

Piastra e altre caratteristiche

Per le ragioni ricordate in alto, questo è uno dei ferri da stiro con caldaia più venduti e apprezzati online. Qualche perplessità ha destato l’ingombro, non indifferente, e il fatto che bisogna tenere premuto costantemente il tasto del vapore per farlo uscire.

La piastra è realizzata in acciaio inox e, come conferma la maggior parte degli utenti, assicura una buona scorrevolezza; colpisce la sua forma molto appuntita che permette di arrivare bene negli angoli e nei punti difficili.

Presenta inoltre 400 micro fori distribuiti in modo da erogare nella maniera più efficiente possibile il vapore.
Sulle istruzioni è indicato come utilizzare il termostato in base ai diversi capi da stirare (sintetici, seta/lana, lino/cotone).

Il ferro si ripone facilmente grazie al vano raccoglicavo e all’ingegnoso gancio sul davanti che lo blocca evitando che possa scivolare e cadere. Utilissimo anche quando bisogna spostarlo in un’altra stanza.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. De’Longhi PRO1847 Stirella Ferro da Stiro con Caldaia

 

De’Longhi propone un ferro da stiro a vapore dalle caratteristiche semi-professionali che piace soprattutto perché fa da sé una parte di lavoro. Il sistema Optimal Steam eroga un flusso di vapore che va bene per la maggior parte dei tessuti, liberando chi stira dalla noia di regolarne l’emissione per ogni capo stirato. Il disegno della piastra è studiato per distendere le pieghe in modo semplice ed efficace: il bordo esterno in ceramica apre le grinze mentre l’acciaio inox all’interno stende con decisione le fibre.

Il ferro si districa con scioltezza anche sulle superfici più ostiche, in questo modo si stira in fretta e con poche passate il capo è di nuovo pronto per essere indossato. Il colpo di vapore è di 200 gr, una quantità che consente di fermare con decisione la riga dei pantaloni da uomo, per esempio.

Il sistema di pulizia della caldaia dal calcare consente di mantenere intatta la funzionalità del ferro a lungo. Basta rimuovere il tappo per sciacquare e disincrostare residui per una manutenzione periodica ed efficace. La capacità della tanica è notevole, superiore al litro, ma può essere continuamente rabboccata anche con il ferro acceso senza dovere aspettare che la camera si depressurizzi.

Pro
Vapore continuo:

Il ferro emette vapore continuo con un'intensità di 120 grammi al minuto per ammorbidire anche i tessuti più secchi e grinzosi, altrimenti si può optare per il colpo di vapore di 200 grammi al bisogno.

Piastra dual:

La piastra è in acciaio inox, scorrevole e coi fori ben distribuiti per una corretta distribuzione del vapore, ma l'accortezza di usare la ceramica sul bordo che incornicia la piastra è molto utile.

Facile da pulire:

La tanica si può svuotare e vi si accede dal tappo per una pulizia più meticolosa e per disincrostare i residui di calcare manualmente.

Contro
Manca la protezione da calcare:

La pulizia manuale non arriva ovunque, si sarebbe fatto apprezzare un sistema di protezione dal calcare più efficace già durante il funzionamento del ferro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Philips GC7610/20 PerfectCare Pure Sistema Stirante

 

3.Philips Perfectcare Pure GC7610-20Tra i migliori ferri da stiro a caldaia venduti online troviamo questo modello della Philips che a ragione vanta di essere rivoluzionario.

Unisce in un unico prodotto la compattezza e maneggevolezza del comune ferro da stiro, dato che il disegno della caldaia gli permette di occupare davvero pochissimo spazio, con una resa interessante vista la capacità di 1,5 litri. Inoltre offre l’indubbio vantaggio di non necessitare la regolazione costante della temperatura dato che è lo stesso ferro ad adattarsi automaticamente a tutti i capi e alle esigenze dei diversi tessuti.

Il getto continuo e potente di vapore distende le fibre e semplifica il lavoro di stiratura, eliminando grinze e pieghe con una sola passata. Funziona solo con acqua demineralizzata o distillata, ma la stessa Philips produce le caraffe filtranti e i filtri anticalcare per permettere di adattare l’acqua del rubinetto allo scopo, evitando così di dovere fare scorte di taniche d’acqua distillata e, chiaramente, rinunciando al loro ingombro.

Abbiamo visto in dettaglio cosa rende questo Philips tanto interessante da essere stato inserito nella nostra classifica. Vediamo insieme un elenco di facile consultazione delle caratteristiche rilevani.

Pro
Scorrevolezza:

Piace la buona scorrevolezza del ferro caldo sui diversi tipi di tessuto. La sensazione è gradevole anche su tessuti delicati che potrebbero temere passaggi di ferro rovente prolungati e lenti.

Peso:

Anche il peso desta impressioni positive. Per stirare si deve esercitare una pressione e questo ferro si è dimostrato ben calibrato in questo senso, bilanciando bene pressione e la scorrevolezza.

Capienza:

Parametro davvero interessante e con un solo carico di acqua si può stirare quasi il doppio che dei modelli simili delle marche concorrenti.

Contro
Mani che sudano:

La maniglia in plastica non offre il massimo del confort. Le mani sudano soprattutto col caldo, peccato: grossa ingenuità facilmente evitabile.

Acquista su Amazon.it (€177,42)

 

 

 

4. Imetec NoStop Eco Professional Ferro con Caldaia in Pressione

 

4.Imetec 9234Se abbiamo esigenze di stiratura da standard elevato, allora dobbiamo considerare alcuni dettagli tecnici prima di decidere quale ferro da stiro con caldaia professionale comprare.

Il ferro con caratteristiche semi professionali proposto dalla Imetec presenta numerosi e interessanti funzioni che semplificano la stiratura e permettono di prolungare la vita di questo elettrodomestico nel tempo.

È dotato di una notevole capacità di emissione di vapore, intensa durante la scorrimento della piastra sui capi, fino a 120 grammi di vapore emessi al minuto, che significa un’ottima prestazione, ma che arriva a 260 grammi con la funzione colpo di vapore. Ha una piastra in acciaio inox provvista di microfori, che permette il raggiungimento di alte temperature mentre assicura uno scorrimento veloce sui tessuti.

La funzione No- Stop Technology garantisce il rabbocco continuo dell’acqua in caldaia anche in funzionamento. Infine, non trascurabile la prerogativa di presentare consumi ridotti di elettricità, un buon vantaggio per la bolletta.

Vediamo adesso la rassegna delle caratteristiche più interessanti del modello Imetec che fa parte della nostra classifica, come uno tra i più affidabili tra quelli venduti quest’anno.

Pro
Design:

Bel prodotto, tanto nell’estetica quanto nel design. A nostro avviso il più bello in questo senso tra quelli in esame.

Praticità e materiali:

Non molto ingombrante e facile da trasportare. Anche la qualità dei materiali usati rispecchia gli standard di un buon ferro a vapore, sia nella caldaia che nel ferro e nelle rifiniture.

Contro
Rumorosità:

Abbiamo riscontrato una certa rumorosità in fase di riscaldamento che reputiamo lunga, più che in altre marche. Quando l’acqua è in temperatura il rumore diventa quasi un brontolio.

Vapore:

La produzione di vapore, per quanto abbondante, non soddisfa in pieno: molte gocce bagnano eccessivamente il capo da stirare, lasciando grossi aloni che impiegano tempo ad asciugare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

5. Polti Vaporella 2H Professional Ferro da Stiro a Vapore

 

5.Polti 2HPDa molti considerato il miglior ferro a vapore, questo modello ha fatto la storia della stiratura domestica con caratteristiche professionali.

Forse un po’ scomodo per via della struttura pesante e ingombrante, ha comunque il vantaggio di essere robusto e durevole. I materiali di cui è fatto sono solidi come il suo design un po’ retro, ma che infondono sicurezza. Il ferro da stiro, d’altra parte, è molto leggero e l’impugnatura di sughero lo rende molto maneggevole, ideale se le sedute di stiratura sono abitualmente lunghe. La caldaia ha una buona capacità, sono 1,3 litri, che è preferibile rabboccare a ferro spento, per evitare schizzi e la fuoriuscita dell’acqua bollente.

Ha gli indubbi vantaggi di un prodotto pensato per lavorare intensamente e con alte prestazioni. Permette la stiratura verticale, ideale per trattare le tende direttamente sul loro assetto. Si adatta a tutti i tipi di tessuto regolando la manopola che funge da termostato posta direttamente sul ferro.

Un grande classico della stiratura che non manca di avere tanti fedelissimi seguaci ancora oggi. Vediamo brevemente perché piace così tanto e cosa lo rende un po’ desueto.

Pro
Design:

Design classico, anche un po’ vintage e forme squadrate caratterizzano questo ferro. Di sicuro gli amanti del retrò apprezzeranno.

Compattezza:

Comodo da manovrare in fase di utilizzo e in fase di trasporto per via delle sue dimensioni e del peso non eccessivo.

Contro
Progettazione:

I fili che collegano il ferro alla caldaia potevano essere collocati meglio, in quella posizione e con uso assiduo, in un paio di anni potrebbero lacerarsi.

Vapore un po’ grezzo:

Nonostante l’acqua si riscaldi in fretta (e non sia particolarmente rumoroso) ciò che ci lascia perplessi è la consistente quantità di goccioloni di acqua che vengono fuori insieme alla grande nuvola di vapore. La stiratura è piuttosto difficile, dovendo fare i conti con capi che da perfettamente asciutti diventavano decisamente bagnati.

Acquista su Amazon.it (€128,37)

 

 

 

Rowenta DG8520 Perfect Steam Ferro da Stiro

 

1.Rowenta DG8520 Perfect EcoEsistono diversi prodotti sul mercato e tutti rispondono alle specifiche esigenze in maniera peculiare. Il ferro da stiro in esame appartiene alla fascia di prezzo medio/alta, vediamo insieme a quali bisogni di stiratura risponde e perché scegliere un buon ferro da stiro con caldaia Rowenta.

La marca ci ha abituati a prodotti di qualità e con alte prestazioni, anche questo ferro da stiro è in grado di soddisfare al meglio le aspettative meritando il titolo di miglior ferro da stiro con caldaia del 2020. Leggero e pratico, permette una stiratura a vapore facile e scorrevole. Anche i capi molto stropicciati, come quelli usciti dall’asciugatrice, possono essere stirati in poco tempo grazie al potentissimo getto di vapore che la caldaia riesce ad emettere. La capacità è di 1,4 litri, che vuol dire tempi lunghi tra un rabbocco d’acqua e l’altro, cioè una stiratura senza interruzioni. Ha il pregio di potere essere caricato con l’acqua del rubinetto perché dotato di un catalizzatore di metallo al suo interno che attira il calcare e che si pulisce facilmente estraendolo dal suo vano.

La scelta del giusto ferro da stiro passa anche dalla comparazione dei pro e contro più salienti. Se dovesse convincerti questo modello, puoi trovare di seguito il link dove acquistare il ferro da stiro a prezzi bassi.

Pro
Ottime prestazioni:

La sua potenza, l’incredibile nuvola di vapore fine e la sua gentilezza su ogni tessuto, anche delicato e fragile come la lingerie, non passano di certo inosservate.

Praticità:

Si può riempire con l’acqua di rubinetto e non necessita di acqua distillata. Molto silenzioso in ogni condizione di impiego e molto maneggevole.

Qualità dei materiali:

Realizzato con materiali di alta qualità, noi riteniamo sia tra i migliori ferri a vapore. L’apparato non teme grandi sbalzi di temperatura. Il manico è comodo da maneggiare e ottimo isolante termico.

Contro
Rumore:

Il dispositivo si è rivelato essere un po’ rumoroso, anche se solo nella fase di riscaldamento.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un ferro da stiro a vapore

 

Se avete appena acquistato un ferro da stiro a vapore o state pensando di prenderne uno, ma preferite raccogliere prima un po’ di informazioni riguardo l’utilizzo, siete nel posto giusto. Stiamo per darvi consigli su come utilizzare al meglio questo elettrodomestico, vedremo il suo funzionamento e com’è fatto. Una piccola guida che potrà aiutarvi in questa pratica, da alcuni tanto temuta.

La temperatura

Bruciare i capi d’abbigliamento è uno dei maggiori timori per chi non ha abbastanza dimestichezza con questa attività e, talvolta, neanche l’esperienza aiuta. La più pratica e immediata delle soluzioni per accertarsi di usare una temperatura adatta è consultare l’etichetta del capo che dobbiamo stirare: troveremo l’icona del ferro da stiro, con al centro da uno a tre puntini che sono riportati anche sull’elettrodomestico. Basterà quindi impostare la temperatura seguendo questa guida e non dovremmo avere brutte sorprese.

Chi invece non vuole complicarsi la vita potrebbe acquistare uno dei modelli più recenti con autoregolazione della temperatura. Il vantaggio di questa tipologia non solo abbassa il rischio di bruciare quel vestito che tanto vi piace, ma evita anche di dover dividere i capi in base al tessuto. Sarebbe buona norma, infatti, selezionare i capi in base alla temperatura che dovremo usare, così da non doverla cambiare continuamente con conseguente perdita di tempo e consumo di energia.

 

Com’è fatto

Gli elementi principali che compongono un ferro da stiro a vapore sono il serbatoio dell’acqua, la piastra, il manico e la camera di vaporizzazione. Troviamo anche dei sistemi per impostare la temperatura (manopole o tasti), per erogare una maggiore quantità di vapore o per nebulizzare l’acqua, più altri funzioni che dipendono dal modello.
I ferri da stiro si dividono principalmente in due categorie: con serbatoio interno o esterno.

I primi, ovvero quelli compatti, hanno il pregio di riscaldarsi velocemente, hanno costi non esagerati, non sono ingombranti e costituiscono la soluzione più adatta per chi stira poco. Generalmente, riescono a erogare una quantità di vapore che va dai 30g/min ai 150 g/min, contro i ferri con caldaia che, in linea di massima, possono emanare vapore per circa 120 g/min arrivando anche a superare i 300 g/min con i singoli colpi.

Gli articoli con caldaia danno anche la possibilità di ricaricare continuamente il serbatoio (generalmente munito di filtro anticalcare) e sono le soluzioni più adatte per chi cerca il massimo dell’efficacia.

Per entrambe le categorie, vi consigliamo di prestare attenzione alla presenza di un manico ergonomico, per una maggiore comodità durante le lunghe stirate; e alla piastra, che per scorrere in modo fluido e preciso deve avere la punta affusolata e molti fori.

Come funziona

Senza entrare troppo nei particolari, potremmo dire che il ferro da stiro a vapore funzioni in questo modo: l’acqua che si trova nel serbatoio passa alla camera di vaporizzazione e si trasforma, appunto, in vapore, mentre la piastra si riscalda. Il vapore fuoriesce dai fori della piastra, l’erogazione può avvenire tramite il pulsante oppure automaticamente, ovvero appena il ferro viene avvicinato al tessuto.

In linea di massima, quando l’apparecchio viene posizionato in verticale il getto si ferma, ma ci sono modelli che funzionano anche in verticale, molto utili quando vogliamo eliminare le pieghe dalle tende oppure dare un colpetto di vapore al cappotto o alla camicia che si trova sulla gruccia.

 

Qualche consiglio per la stiratura

Stirare può essere una sorta di arte: c’è chi riesce a convivere pacificamente con questa operazione chi, invece, proprio non riesce a mandarla giù. Se fate parte del secondo team, provate a seguire i nostri consigli.

La prima cosa da fare è provare a posizionare la piastra solo su un piccolo angolo dell’indumento, per vedere la sua reazione al calore. Passate poi alle cuciture, ai risvolti e alle pieghe più ostili, facendo scorrere continuamente il ferro (mai lasciarlo fermo su un solo punto!), se vi danno l’impressione di essere particolarmente difficili da eliminare erogate un po’ di acqua.

Man mano che il capo viene stirato, ruotatelo gentilmente e fate sì che si trovi sempre in una posizione che non favorisca la formazione di nuove pieghe. Abiti delicati, oppure le t shirt con le stampe, andrebbe stirati al rovescio. Una volta pronti, i capi vanno subito ripiegati o sistemati sulle apposite grucce.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

De’Longhi STIRELLA PRO1840X

 

Tra i ferri da stiro a caldaia più venduti, troviamo questo modello De’Longhi molto maneggevole e compatto, adatto ad un uso intensivo e frequente. Pensata per emettere un getto di vapore continuo per facilitare la stiratura dei capi, ha una piastra in ceramica che scivola sui tessuti in modo scorrevole. Il vapore esce in grande quantità anche grazie ai numerosi buchi sulla superficie della piastra. Ha un sistema che consente il caricamento continuo della tanica della caldaia, accorgimento interessante che permette di rabboccare l’acqua durante la stiratura senza dovere attendere che la temperatura del ferro scenda.

La capacità della caldaia è buona, 1,1 litro, considerando che si tratta di un modello molto compatto e che occupa poco spazio, tanto sull’asse che, e questo è un bel vantaggio, una volta riposto in armadio. I supporti per fissare il cavo elettrico, permettono di non avere fili che penzolano quando non in uso.

Ha il sistema anticalcare, ma l’uso con acqua distillata ne consente una durata maggiore.

Anche De’Longhi domina il mercato dei ferri da stiro più affidabili, ecco perché non manca mai in una guida per scegliere il modello più completo e affidabile. Di seguito una lista che sintetizza vantaggi e svantaggi principali.

 

Pro

Generatore di vapore: Il vapore non lascia aloni di bagnato sul capo da stirare e in effetti la caldaia sembra di ottima fattura e produce vapore finissimo, senza nessuna goccia residua.

Ottime prestazioni sui tessuti: Prima ancora di scegliere il modello più economico, soffermati sulla facilità d’uso: bastano poche passate per eliminare anche le pieghe più difficili.

Subito pronto: L’acqua va velocemente in temperatura ed è subito pronto al nuovo uso.

 

Contro

Approssimazioni di costruzione: Alcuni pareri sottolineano piccole ma antipatiche mancanze da parte della azienda. Assenza di una maniglia da trasporto ed ergonomia un po’ spartana, che purtroppo non rende molto divertente il lavoro.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status