La migliore pressa da stiro

Ultimo aggiornamento: 23.07.18

Presse da stiro – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Più care dei normali ferri da stiro, le presse offrono però prestazioni superiori e maggiore comodità. Le migliori due per noi sono: Singer ESP 2 che vanta prestazioni di alto livello, ideale per chi gestisce, per esempio, un B&B o una casa vacanze. Molto veloce nel riscaldarsi, è facile e comoda da usare. Speedy Press ESP77T + stand spicca per il prezzo conveniente, il design accattivante e il display che permette di controllare le varie funzioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore pressa da stiro

 

Passare e ripassare la piastra ardente del ferro sulle camicie è un supplizio che a molti non va di sopportare. La scelta della pressa da stiro, come alternativa o in associazione all’asse e al ferro tradizionali, può essere un buon compromesso se si cerca una soluzione per avere camicie ben inamidate ma senza perdere troppo tempo accanendosi contro le grinze.

1

 

Guida all’acquisto

 

Il vapore

Il prezzo in questi casi non lascia scanso a equivoci, non è mai basso, ma si ripaga nel tempo e con prestazioni incomparabili con il tradizionale ferro da stiro.

Se un tempo chi era solito scegliere questo tipo di strumenti erano soltanto i professionisti, che si dedicano a stirare grandi quantità di biancheria, come le forniture per comunità o alberghi, oggi capita sempre più spesso di trovare in casa una piastra da stiro che arriva anche a emettere 120 g di vapore al minuto, contro i 50/70 che emette la maggior parte dei comuni ferri.

Restare seduti mentre il potentissimo getto di vapore e l’estesa superficie stirante compiono il resto, non è un dettaglio da trascurare, specialmente per chi si diletta di cucito e vuole fissare al meglio le pieghe di giacche o altri capi di alta sartoria.

 

Stirare qualsiasi cosa

Confronta i prezzi e vedrai che tra un ferro da stiro di fascia alta e una pressa da stiro c’è ancora un bel margine di differenza. Si tratta di apparecchi che, anche nella loro versione ridotta adatta all’uso domestico, hanno un costo a volte proibitivo e sul mercato ancora non è possibile trovare numerosissime alternative.

La migliore marca di presse sarà quella che per l’uso domestico permetterà di disporre anche degli accessori adatti a stirare i dettagli, come i polsini delle camicie, che hanno bisogno di particolare cura.

Un aspetto che vogliamo fare rientrare in questa guida è che la pressa è in grado di far fare bella figura anche a tessuti particolari, che diversamente è difficile tenere in ordine, come i plissettati che ogni tanto tornano di moda.

2

 

Calcare

Come per i comuni ferri da stiro, anche in questo caso bisogna fare i conti con l’azione corrosiva del calcare.

Le caldaie di norma qui sono più capienti che nei ferri da stiro, anche quelli con elemento esterno, ma allo stesso modo temono le incrostazioni che tappano gli ugelli da cui fuoriesce il vapore.

Esistono sistemi specifici per intervenire e nei modelli più completi sono inclusi catalizzatori delle particelle di minerale presenti comunemente nell’acqua del rubinetto. Una volta trattenuto il calcare, basta pulire il catalizzatore, di solito un’asticella di metallo, per avere risolto il problema. Altrimenti il tradizionale bidone d’acqua distillata prolunga la vita della pressa che è una meraviglia!

La classifica che segue contiene le recensioni dei prodotti oggi più apprezzati.

 

Le migliori presse da stiro del 2018

 

Le presse da stiro consentono di ottenere risultati impeccabili nella stiratura di vestiti e biancheria con uno sforzo e uno spreco di tempo ridotti al minimo. Mediamente si tratta di elettrodomestici dalle dimensioni piuttosto importanti e dall’utilizzo differente a seconda del capo d’abbigliamento desiderate stirare: dalle camice ai pantaloni, dalle tovaglie agli asciugamani.

Per cercare di fare un po’ di chiarezza e aiutarvi a districarvi nella scelta abbiamo messo in comparazione le migliori presse da stiro domestiche e stilato la classifica di quelle che, secondo il nostro giudizio, meritano la vostra attenzione.

 

Tabella comparativa

 

Singer ESP 2

 

1.Singer ESP 2Al primo posto della nostra classifica abbiamo collocato il prodotto di Singer, azienda specializzata nella realizzazione di dispositivi per stirare o cucire e dunque garanzia di qualità. Il modello ESP 2 consente di ottenere risultati professionali utilizzandolo tra le mura domestiche.

Tra le sue funzionalità spiccano l’ampia area di pressione, che consente così di utilizzare l’elettrodomestico anche con tende, tovaglie e coperte di grandi dimensioni, nonché ovviamente con abiti, pantaloni e vestiti. Le impostazioni su calore e vapore emessi dal potente motore da 1.350 Watt sono regolabili al fine di adattarsi al meglio al capo da stirare.

La stragrande maggioranza degli utenti che l’hanno già acquistata hanno notato come l’utilizzo della pressa di Singer consenta di dimezzare (se non ridurre di un terzo!) il tempo trascorso a stirare. Un ulteriore motivo per tenerla seriamente in considerazione qualora stiate valutando quale pressa da stiro comprare.

Le presse da stiro si stanno diffondendo sempre di più tra le famiglie. La domanda principale dunque non sarà più dove acquistare ma perché dovremmo scegliere una pressa e non un normale e più economico ferro a caldaia?

Pro
Funzionalità:

Velocissima nel riscaldarsi, leggera e facilmente manovrabile. È sufficiente una sola passata per avere un risultato soddisfacente. Sistema di sicurezza efficace.

Fase di pressatura:

Non crea gocce d’acqua sul tessuto ed è molto rispettosa anche dei capi più delicati. Vincente soprattutto con le pieghe dei pantaloni, il livello di questa pressa va oltre il piano domestico.

Oltre l’uso casalingo:

La sua qualità ne permette un uso più seriale. Ideale per chi gestisce, per esempio un B&B o una case vacanze e cerca il modo di tenere i prezzi bassi facendo tutto in casa.

Contro
Design:

Spartano. Di sicuro non è il modello di pressa più elegante a vedersi.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€179)

 

 

 

Speedy Press ESP77T

 

I vantaggi di una pressa da stiro consistono nella maggiore facilità e rapidità con cui si riescono a stirare gli indumenti e nella fatica risparmiata a stirare col ferro tradizionale.

Nel caso della Speedy Press, questi vantaggi si moltiplicano perché, grazie alla superficie particolarmente ampia, sarà come utilizzare 24 ferri da stiro contemporaneamente, col risultato di ridurre i tempi della stiratura del 60%, un beneficio notevole soprattutto per le famiglie numerose e le piccole attività di ricezione come bed & breakfast che hanno l’esigenza di stirare spesso capi molto ingombranti come asciugamani o lenzuola.

Rispetto a molte altre presse da stiro che vanno utilizzate su un tavolo o una panca, questo modello è più completo perché è corredato da un supporto che permette di stirare in piedi ma che, naturalmente, non è fisso e si può rimuovere. Lo stand, insieme agli altri accessori in dotazione, giustifica il prezzo più alto rispetto alla media.

Tra i vantaggi di questo prodotto c’è la presenza di diversi programmi che consentono di stirare al meglio i vari tessuti come nylon, lana, cotone, lino, ma anche quelli più delicati come la seta.

Si può stirare a secco o col vapore ed è possibile scegliere tra l’opzione automatica o quella manuale per sfruttare i getti solo quando ce n’è realmente bisogno.

Se la pressa rimane aperta per 15 secondi o chiusa per 10 secondi, scatta lo spegnimento automatico che evita problemi e permette anche di ridurre i consumi.

Ecco, in breve, quali sono le caratteristiche che contraddistinguono la pressa da stiro Speedy Press.

Pro
Copertura:

Questa pressa da stiro è più ampia di quelle che normalmente si trovano sul mercato. Ha una superficie pari a quella di 24 ferri tradizionali e, perciò, consente di ridurre il tempo di stiratura del 60%. Un sogno.

Kit:

A differenza di altri modelli, viene fornita con diversi utili accessori come il copriasse di riserva e il cuscino ma, soprattutto, è presente lo stand per stirare in piedi che evita di cercare una base su cui poggiare la pressa.

Versatile:

Si tratta di un prodotto versatile perché consente di stirare col vapore in modo automatico o manuale. In più presenta diversi programmi per i vari indumenti, compresi quelli delicati come la seta.

Spegnimento automatico:

Se la pressa rimane chiusa per 10 secondi o aperta per 15, scatta il provvidenziale spegnimento automatico.

Contro
Serbatoio:

Per qualcuno il serbatoio potrebbe rivelarsi poco capiente.

Acquista su Amazon.it (€379,99)

 

 

 

Necchi SP80

 

La Necchi offre un valido aiuto per semplificare le noiose operazioni di stiratura, specie dei capi più ingombranti. Conta su una superficie di stiratura sette volte più grande rispetto a un comune ferro da stiro. La piastra ha un rivestimento in teflon che previene il rischio che i capi sintetici si attacchino, bruciacchiandosi. L’emissione di vapore costante, però, dovrebbe ridurre al minimo questo rischio.

È possibile regolare il calore della pressa in base al capo da stirare, ci vuole poco per imparare a usarla dato che i comandi sono molto semplici e la regolazione è affidata a una manopola posta frontalmente.

L’acqua che serve ad alimentare il getto di vapore si ricarica con facilità direttamente dal cassetto frontale e il livello residuo di acqua è indicato sul display.

Chi l’ha acquistata si dichiara entusiasta, specie per la facilità d’uso e la robustezza complessiva della pressa. Peccato per alcune sviste progettuali, come la mancanza di filtro anticalcare che impone l’uso di acqua demineralizzata o l’impossibilità di rimuovere completamente il cassetto dell’acqua rendendone lo svuotamento un po’ macchinoso.

Pro
Superficie di lavoro estesa:

Semplifica il noioso lavoro di stiratura anche grazie alle dimensioni generose che corrispondono a quelle di sette piastre di comuni ferri da stiro.

Intuitiva e facile da usare:

Ci vuole un po\' di pratica prima di passare dal classico ferro alla più estesa pressa, ma qui vengono in aiuto comandi facili da impostare e funzioni chiare.

Fino a 30 kg di pressione:

Sviluppa una forza notevole che somiglia molto ai risultati che si possono ottenere con le macchine professionali.

Contro
Difficile svuotare il serbatoio:

L\'acqua si versa in un cassetto frontale che però non esce dai suoi binari e per eliminare quella in eccesso, a fine operazione, si deve spruzzare manualmente.

 

Acquista su Amazon.it (€388)

 

 

 

Domena SP 4200

 

3.Domena SP 4200Le dimensioni compatte, sia durante l’utilizzo sia quando si deve riporla, sono uno degli aspetti che maggiormente convincono del modello SP 4200 di Domena. Alla compattezza, inoltre, aggiunge una grande semplicità d’uso e una superficie molto ampia che corrisponde a quella di dieci ferri da stiro. In questo modo consente di ottenere i risultati desiderati con un notevole risparmio di tempo.

Dal momento dell’accensione sono sufficienti circa tre minuti per ottenere il vapore necessario a stirare, che viene rilasciato a velocità variabili tra i 90 e i 160 giri al minuto, a seconda dell’indumento scelto. La pressa è dotata di un sistema di sicurezza che la spegne in automatico dopo un certo periodo di tempo durante il quale non viene utilizzata.

Dal punto di vista dell’esborso economico necessario per l’acquisto la SP 4200 non è certo tra le presse da stiro più a buon mercato ma vanta una qualità elevata, materiali di pregio e ben dieci anni di garanzia.

È il turno di vedere la breve rassegna di pro e contro che caratterizzano questo modello. Potrebbe essere quello che stai adatto a rispondere alle tue esigenze?

Pro
Pratico:

Nonostante le dimensioni importanti, riteniamo che sia facilmente manovrabile e trasportabile. Anche l’utilizzo non è faticoso grazie alla leggerezza dello sportello pressatore. Il sistema di chiusura dello sportello è ben congegnato.

Gentile col cotone:

Soddisfacente l’efficacia con il cotone. Basta una sola pressata per un buon risultato.

Design:

Tra i più eleganti oggetti provati. Forme geometriche che lo rendono adatto a ogni stile.

Contro
Tempo di riscaldamento:

non è all’altezza delle concorrenti, anche se la differenza resta nell’ordine di poche decine di secondi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Fast Press XN63

 

5.Fast Press XN63A chiudere la nostra panoramica sulle cinque migliori presse da stiro c’è questo modello di Fast Press che garantisce una velocità di stiratura elevata, tale da dimezzare il tempo che normalmente si impiegano utilizzando un ferro tradizionale. Al risparmio di tempo abbina anche il comfort di poter eseguire l’operazione restando seduti.

Realizzata con materiali di buona qualità, assemblati in modo impeccabile e con finiture di pregio, la pressa si spegne in modo automatico dopo 30 secondi nei quali non viene utilizzata da chiusa o dopo 8 minuti nel caso venga lasciata aperta. In questo modo assicura tutta la sicurezza necessaria ed evita lo spreco di corrente elettrica.

Le sue dimensioni la rendono adatta a un uso anche in appartamenti non particolarmente ampi nonché a trovare piuttosto agevolmente dove riporla quando non viene utilizzata. Rispetto agli altri modelli che la precedono in classifica, viene offerta a un prezzo più elevato, scelta solo in parte giustificata dalle sue caratteristiche tecniche.

Trovi che le caratteristiche della Fast Press XN63 siano convincenti? Lo pensiamo anche noi e la nostra opinione è confermata dai numerosi pareri positivi che colleziona questo modello.

Pro
Rapido:

Abbiamo verificato che la pressa raggiunge nel giro di pochi minuti la temperatura adeguata all’uso.

Pratico:

Tra i vari modelli provati è quello che si è dimostrato più manovrabile. Non è difficile da trasportare e si dimostra molto stabile grazie alla qualità dei suoi piedi.

Contro
Approssimazione in progettazione:

Si sarebbe potuto prestare attenzione alla progettazione della maniglia e dello sportello pressatore: un po’ poco fluido quando si passa da chiuso ad aperto. Il manuale d’istruzioni non è molto accurato.

Qualità dei materiali:

Di sicuro non al top se confrontato con gli altri modelli. La sensazione è che nel giro di pochi anni le componenti soggette al calore e al movimento possano usurarsi parecchio.

Acquista su Amazon.it (€263)

 

 

 

Come utilizzare una pressa da stiro

 

Quanti desiderano per lavoro o semplice curiosità affiancare al classico ferro uno strumento che consente una stiratura semi professionale, si mettono sovente alla ricerca di una pressa da stiro. Per chi è alla prima esperienza e desidera non perdere nulla delle funzionalità offerte, leggere i consigli che abbiamo inserito qualche riga più sotto potrebbe tornare utile.

Evitare l’utilizzo di prolunghe

Una volta preparata e posizionata al meglio la pressa, il nostro consiglio è di collegarla a una presa a parete con messa a terra. Meglio non utilizzare prolunghe, se non strettamente necessario. In casi estremi assicurarsi che l’amperaggio sia compatibile prima di effettuare l’attacco.

 

Non riempite eccessivamente il serbatoio

La zona dedicata al caricamento dell’acqua consente in alcuni modelli il rabbocco anche durante la fase di lavorazione. Consultate con attenzione il libretto di istruzioni avendo cura di leggere la capienza massima, senza eccedere con le dosi e riempire fino all’orlo il serbatoio.

 

Lasciate raffreddare la pressa

Al termine della stiratura è bene procedere con calma alla chiusura dell’elettrodomestico. Le piastre riscaldanti vanno lasciate raffreddare, assicurando una corretta dispersione del calore così da poter riporre il tutto nella confezione senza rischio di bruciature o danni alla scatola.

 

Sfruttate le funzionalità dell’oggetto

Tra le caratteristiche di punta di una buona pressa, la potenza del getto di vapore è una carta su cui spesso si gioca la partita tra marche e modelli. Vi invitiamo a studiare bene questo aspetto, utilizzando quanto appreso per capire la migliore potenza da mettere in campo e su quale capo.

 

Scegliete la giusta collocazione

Di solito una pressa da stiro tende a occupare un certo spazio. È bene creare una zona di lavoro quanto più libera da intralci e con un ridotto rischio di urti. Un tavolo solido può fare al caso vostro. Provate e mettete alla prova la pressa, capendo se la stabilità complessiva è soddisfacente, prima di azionarla.

 

Procedete a una manutenzione regolare

La scelta di un buon anticalcare da inserire nella caldaia o di un filtro dedicato, sono aspetti su cui è meglio non prescindere. Svuotare al meglio il contenitore dell’acqua e passare in rassegna la bontà del cavo di collegamento, ha il merito di allungare il ciclo vitale del prodotto e di farvi lavorare più sereni.

Bloccate la macchina

La necessità di proteggere cose e persone trova la sua giustificazione nei dispositivi di sicurezza che ogni macchina dovrebbe montare. In particolare assicuratevi di aver chiuso la piastra, evitando che qualche giovane curioso possa aprirla e scottarsi.

 

Ottimizzate i tempi

Tra le funzioni presenti non dovrebbe mancare quella di spegnimento automatico trascorso un tempo standard. Abbiate cura di leggere questo punto, limitando così il consumo e mantenendo la spesa in bolletta nei limiti.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Domena SP 2050

 

2.Domena SP 2050La potenza è uno dei tratti distintivi di questo modello realizzato da Domena che si fa apprezzare per il motore da 2.200 Watt e vapore in uscita costante a 120 giri al minuto. Questa accoppiata permette di ottenere capi d’abbigliamento, lenzuola e asciugamani stirati in modo impeccabile e con uno sforzo minimo.

Tra le qualità che sono state maggiormente apprezzate da chi già utilizza la SP 2050 c’è la presenza di un serbatoio da 0,75 litri molto capiente e del vassoio estraibile che agevola l’operazione di svuotamento dell’acqua rimasta una volta terminato l’utilizzo della piastra. Degno di nota anche il filtro anticalcare che consente di utilizzare la normale acqua del rubinetto invece di quella demineralizzata.

Realizzata con materiali di buona qualità e che trasmettono una sensazione di solidità e durata nel tempo, la Domena è tra le migliori presse da stiro del 2018 e vale il suo prezzo di vendita, non proprio tra i più economici tra i modelli che abbiamo messo in comparazione.

Possiamo dire che la pressa da stiro è la vera campionessa di velocità, con tutti benefici a essa associata: questo nuovo metodo offre la possibilità di eseguire più lavoro in meno tempo che si traduce in una minor fatica fisica e in una maggiore praticità, grazie alle dimensioni del suo serbatoio che garantisce una durata prolungata. Il ferro da stiro, dal canto suo, vince pienamente per ciò che concerne l’accuratezza sulle pieghe più difficili.

 

Pro

Progettazione: Design dalle linee molto squadrate e geometriche. Sportellino della pressa davvero leggero e comodo da manovrare. Un buon sistema anti-calcare.

Temperatura: Raggiunge in fretta le migliori temperature di funzionamento, impossibile pensare di escluderla dalla nostra guida per scegliere la migliore pressa da stiro.

Rapporto qualità prezzo conveniente: Tra i pareri espressi su questo modello spiccano quelli positivi che confermano la validità dell’attrezzo in rapporto a quanto si spende.

 

Contro

Dettagli: Forse sarebbe stato meglio curare qualche particolare in fase di realizzazione, come per esempio la manopola di bloccaggio che riteniamo un po’ debole. Peccato per la mancanza di istruzioni in italiano.

button-IT-2

 

 

 

Speedy Press XQDY10VF

 

4.Speedy Press XQDY10VFPensata per ridurre i tempi di stiratura, grazie alla sua piastra che equivale a 10 volte le dimensioni di un ferro da stiro tradizionale, la Speedy Press è particolarmente efficace sui tessuti delicati. Questo perché permette di selezionare la tipologia di utilizzo: a secco oppure a vapore, calibrandone il getto generato dal motore da 1.400 Watt e il calore emesso, da un minimo di 100 a un massimo di 210 gradi.

Proposta con una serie di utili accessori, tra cui quello per agevolare la stiratura delle maniche delle camicie, questa pressa da stiro è dotata di un sistema di sicurezza che la spegne in automatico nel caso non venga utilizzata per un certo lasso di tempo.

Tra le presse da stiro più vendute online, questo modello si fa apprezzare per un prezzo di fascia media (nel quale sono compresi 12 mesi di garanzia) e perché esercita una pressione di 45 chilogrammi che consente di ottenere capi d’abbigliamento e lenzuola esenti da fastidiose pieghe.

Altra proposta da tenere in considerazione e, dopo averne esaminato le caratteristiche principali, avrai modo di valutare se fa al caso tuo.

 

Pro

Aspetto estetico: Il design lo avvicina ad alcuni modelli professionali. Ottima scelta del produttore in questo senso. Un display intuitivo per la selezione dei programmi. Piedini di appoggio solidi e ben fissati

Adatto a specifici capi: Ideale con jeans, asciugamani e lenzuola. Il cotone è il suo tessuto preferito.

 

Contro

Scelte commerciali: Infastidisce la mancanza di istruzioni in italiano e, in caso di riparazione, prevediamo un’odissea. Ditta in Regno Unito, spese a carico del cliente e spedizione internazionale di un involucro di circa 20 kg che di sicuro non sarà economico. Chi vuole rischiare?

Qualità dei materiali: Un po’ inferiore alle altre marche, non tanto nelle parti funzionali quanto di quelle esterne che fanno da involucro.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (13 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.