I 6 Migliori Idropulsori Dentali del 2022

Ultimo aggiornamento: 08.12.22

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Idropulsore Dentale – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

Se non sapete come scegliere un buon idropulsore dentale, vi suggeriamo di dare un’occhiata al nostro articolo, che entra nel merito dei modelli più venduti e apprezzati sul mercato. Qualche esempio? Indubbiamente degno della vostra attenzione è il modello Oral-B Oxyjet, dotato di quattro testine intercambiabili così da poter essere utilizzato da tutti i membri della famiglia. Oppure troviamo Waterpik WP100E2, versatile e ricco di accessori che possono essere comodamente riposti nel contenitore integrato.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior idropulsore?

 

Per ottenere un’igiene orale perfetta, l’utilizzo domestico di un buon idropulsore può davvero fare la differenza. Impara insieme a noi come scegliere il miglior modello sul mercato, grazie a un confronto delle caratteristiche più importanti che questi prodotti devono possedere. Ecco la classifica da noi stilata delle qualità da tenere maggiormente in considerazione.

idropulsore-scegliere

 

Modalità di alimentazione

Un semplice confronto dei prezzi non basta per capire quale modello di idropulsore faccia maggiormente al proprio caso. Ecco perché la nostra guida per scegliere il miglior idropulsore parte da una prima, fondamentale distinzione. Siamo alla ricerca di un dispositivo da utilizzare in casa o piuttosto di un idropulsore che possa accompagnarci durante i nostri viaggi e spostamenti di vario genere?

Nel primo caso, dovremo scegliere un modello alimentato tramite presa elettrica, “da scaffale”, che potremo tenere in bagno, pronto per essere utilizzato da tutti i membri della famiglia a loro piacimento (di solito si può facilmente cambiare la “testina”). Ovviamente, prima di procedere all’acquisto di un modello di questo tipo, è meglio assicurarsi di avere una presa comoda per l’uso in bagno, possibilmente vicino al lavandino e allo specchio in modo da poter eseguire con perizia le operazioni di pulizia. Grazie all’alimentazione elettrica, questi modelli sono dotati di grande potenza nel getto d’acqua e non temono cali di prestazioni.

Nel secondo caso, possiamo optare per un modello portatile, “cordless”, che si alimenta a batteria. Potrebbe trattarsi di un modello ricaricabile, solitamente più costoso, o di un idropulsore che sfrutta normali batterie “usa e getta”. La potenza, in questo caso, sarà probabilmente minore ma comunque di tutto rispetto.

 

Capienza del serbatoio

Se avrai modo di visionare la recensione di un idropulsore (più avanti ne troverai ben cinque), noterai come uno degli elementi su cui ci si sofferma maggiormente sia la capienza del serbatoio. Si tratta di un elemento importante soprattutto per chi vuole acquistare un modello che sarà utilizzato da un’intera famiglia.

I modelli fissi sono dotati di un serbatoio indipendente che di solito permette di effettuare più lavaggi consecutivamente senza dover essere ricaricato. I modelli di idropulsori portatili, invece, posizionano solitamente i contenitori nei manici e dispongono di una capienza molto limitata.

I modelli più evoluti segnalano il livello di acqua (o colluttorio) all’interno del serbatoio, in modo da non dover mai interrompere le operazioni di pulizia a metà dell’opera.

 

Garanzia

Ricorrendo all’uso costante di un idropulsore si ottengono grandi vantaggi nell’igiene orale e in particolare nell’eliminazione del tartaro. La sua azione è più efficace non solo di quella di spazzolino e dentifricio, ma anche rispetto al filo interdentale e agli scovolini.

Gli idropulsori, però, sono strumenti piuttosto delicati e se non li si sottopone a una buona manutenzione possono rovinarsi e guastarsi. Per questo è buona norma, prima di procedere all’acquisto, informarsi sulla presenza di una garanzia del produttore che superi, per durata, quella solitamente concessa dal venditore.

idropulsore-guida

 

Conclusioni

Individuare il modello – fisso o portatile – di idropulsore che faccia al caso nostro, dotato della giusta capacità e garantito per anni, è fondamentale se si vuole essere certi di effettuare pulizie efficaci. Di seguito, scoprirai quale sia per noi la migliore marca di idropulsori e i cinque modelli che ti consigliamo di valutare con particolare attenzione.

 

I 6 Migliori Idropulsori Dentali – Classifica 2022

 

Ti sta a cuore la tua igiene orale? Allora saprai di non poter fare a meno di un buon idropulsore a completamento di una seduta di pulizia accurata e precisa. Un getto d’acqua potente e deciso sostituisce il filo interdentale agendo negli spazi tra dente e dente ma senza procurare irritazioni come fa il classico filo di seta, anzi piuttosto generando un beneficio complessivo maggiore per la salute di bocca e gengive.

 

 

1. Oral-B Oxyjet Spazzolino Elettrico con Idropulsore Dentale

Principale vantaggio

Il getto generato dall’idropulsore – che non a caso si chiama Oxyjet – sfrutta una particolare tecnologia che genera una serie di microbollicine all’interno dell’acqua, che si incaricano di attaccare i batteri responsabili della formazione della placca.

 

Principale svantaggio

Le plastiche utilizzate non sono esattamente di elevata qualità. Meglio dunque prestare una certa attenzione tanto nell’utilizzo quanto nella corretta manutenzione, così da evitare la formazione di incrostazioni di calcare che possono pregiudicare la corretta emissione del getto. 

 

Verdetto: 9.7/10 

Una soluzione che ha il pregio di rivelarsi efficace e che è pensata per tutta la famiglia, vista la capienza del serbatoio e la presenza di quattro beccucci differenti. Il prezzo economico è la proverbiale ciliegina sulla torta (dopo averla mangiata, ricordate di lavarvi i denti!).

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Serbatoio e quattro beccucci

Dal punto di vista delle caratteristiche dell’idropulsore di Oral-B, il serbatoio è sicuramente uno degli aspetti da approfondire. A differenza di altri, quello di questo modello è molto capiente, così è possibile effettuare più di un lavaggio consecutivo senza doverlo ricaricare troppo di frequente. Ricordiamo che il serbatoio va pulito regolarmente per evitare la formazione di calcare, che rischia di compromettere la corretta espulsione dell’acqua. È dotato inoltre di una riga graduata che consente di monitorare il livello di liquido raggiunto, per non rimanere mai senza. Parliamo di liquidi poiché è possibile inserire anche del collutorio, puro o diluito in acqua, così da intensificare la pratica igienica.

Un altro dettaglio che rende l’idropulsore un articolo a uso familiare è la presenza di ben quattro beccucci, che si appoggiano alla base e che si identificano in base a una differente colorazione. In questo modo sarà impossibile creare confusione e ognuno potrà essere utilizzato dai vari membri della famiglia. Il dispositivo va alimentato a corrente e il cavo con la spina non è molto lungo, dunque tenetene conto nel momento della collocazione in bagno.

Diversi getti

Un’altra caratteristica da evidenziare è la varietà di getti e intensità che potrete sperimentare, così da trovare quello più adatto a bocca e gengive. Oral-B, infatti, conosce bene quali sono le esigenze di una bocca fresca e ben igienizzata e dà la possibilità di scegliere tra cinque livelli, selezionabili tramite una comoda rotellina. il primo è quello più delicato, per una pulizia gentile, in modo particolare per chi soffre di gengive sensibili, mentre l’ultimo è più forte e diretto. Scegliete voi, sperimentando le gradazioni intermedie, per capire quale sia il livello più adatto a voi e alla vostra salute gengivale.

Il modello in questione appartiene alla famiglia Oxyjet, il perché si nasconde all’interno del getto d’acqua generato che, grazie a una tecnologia proprietaria, è arricchito da una gran quantità di microbollicine che contribuiscono in modo sostanziale ad attaccare i batteri responsabili della placca. 

 

Ultime considerazioni

Nonostante la qualità complessiva dell’idropulsore sia elevata, il prezzo di vendita appare molto vantaggioso, tenendo anche conto della presenza dei quattro beccucci. Questo, se da un lato rappresenta uno degli elementi di maggior apprezzamento del prodotto, dall’altro evidenzia una qualità costruttiva non sempre impeccabile, in particolare per quanto riguarda la scelta delle plastiche, che appaiono un po’ delicate. 

Nel complesso, però, si rivela uno dei modelli più venduti nonché una delle offerte più apprezzate da parte degli utenti, il che ci ha convinto a collocare l’Oral-B Oxyjet al primo posto della nostra classifica dei migliori idropulsori del 2022.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Waterpik WP100 Ultra Dental Water Jet Idropulsore per la Famiglia

 

2.Waterpik Ultra WP100 Water JetNel campo dell’igiene orale si sono fatti grandi passi avanti, soprattutto per ottenere in casa prestazioni paragonabili a quelle dei dispositivi che si trovano negli studi dei dentisti, seppure con potenzialità prettamente domestiche. Il modello che vediamo adesso ha dalla sua una serie di vantaggi che ne fanno un prodotto da preferire ai modelli più semplici, a patto di accettare un prezzo meno contenuto.

Abbiamo incluso questo modello tra i nostri consigli d’acquisto perché ci è sembrato uno tra i migliori idropulsori venduti online grazie alle caratteristiche e al design discreto che in bagno non occupa troppo spazio, a volte molto limitato. La pressione del getto, d’acqua o a scelta di colluttorio, si regola su dieci livelli per raggiungere l’ottimo in base alla sensibilità individuale delle gengive. Raggiunge con facilità gli interstizi tra dente e dente e penetra sotto il bordo gengivale con delicatezza rimuovendo batteri e resti di cibo che altrimenti non vengono via con lo spazzolino.

In uno spazio ottimizzato si trovano tanica e ugelli, e in dotazione una serie di accessori interessanti come lo spazzolino che emette il getto, o il pulitore per la lingua o le protesi. Rispetto alle versioni precedenti, questo modello è stato migliorato e adesso è meno rumoroso, un dettaglio in più da tenere in considerazione durante la valutazione dell’acquisto giusto.

Analizzando la nostra esperienza con questo prodotto e i pareri di tanti altri utenti abbiamo creato anche una lista dei pregi e dei difetti di questo idropulsore. Speriamo ti sia utile nel compiere la giusta scelta.

Pro
Pressione del getto:

Waterpik WP100E2 Waterflosser Ultra permette di regolare la pressione del getto in ben dieci livelli. In questo modo si può facilmente impostare il grado di pressione in base alle proprie esigenze e alla sensibilità delle proprie gengive.

Design:

Grande attenzione è stata posta nella scelta del design. Il prodotto si presenta bene e nonostante il numero di accessori e la presenza del serbatoio e del tubo occupa uno spazio ridotto in bagno.

Accessori:

Insieme all’idropulsore non vengono fornite soltanto le classiche testine, ma anche un beccuccio per la lingua e due per le protesi fisse, oltre a una sorta di spazzolino capace di emettere un getto d’acqua.

Contro
Serbatoio:

Nonostante le dimensioni importanti, un “pieno” di serbatoio basta per una sola persona, obbligandoci a ricaricarlo per ogni utilizzo. Per fortuna è un’operazione molto veloce.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

3. Panasonic EW-DJ10-A503 Idropulsore Orale senza Fili a Scomparsa

 

4.Panasonic EW-DJ10Panasonic propone un modello adatto in particolare a essere portato in viaggio perché è comodo, discreto e compatto: il miglior alleato per una corretta igiene orale in qualsiasi contesto.

Non è un caso che la maggiore attenzione all’igiene risolva problemi accessori direttamente collegati con la salute orale. I batteri che proliferano nella bocca sono causa non soltanto di carie, ma anche di alitosi e disturbi gengivali come il sanguinamento. Un’attenzione costante per quelle persone spesso in viaggio è possibile solo attrezzandosi correttamente con un dispositivo facile da mettere in valigia.

La capacità della tanica, che si può caricare ad acqua o con colluttorio, è di appena 165ml ma sufficiente per emettere il getto durante 40 secondi. È alimentato a batterie, due comuni stilo che molti utenti hanno detto di aver sostituito con delle pile ricaricabili. Anche il peso è contenuto, poco più di 200 gr, non male anche per i viaggi in business con il solo bagaglio a mano.

La manutenzione è semplice, basta ricordarsi di sciacquare l’idropulsore dopo l’uso e questo durerà a lungo.

Nel corso della recensione di questo idropulsore ti sarai reso conto di come questo modello risponda a esigenze molto diverse rispetto a quelli precedenti. Anche pregi e difetti, di conseguenza, si discostano da quanto visto finora.

Pro
Portatile:

Non ci sono dubbi, Panasonic è un prodotto da comprare in primo luogo per le sue dimensioni ridotte e l’utilizzo di batterie integrate, senza basi di ricarica ingombranti o cavi da collegare alla presa elettrica.

Pulizia:

Questo idropulsore si lava e asciuga facilmente se ci si attiene alle istruzioni fornite. Con una corretta manutenzione non solo aumenteremo il grado d’igiene, ma lo manterremo come nuovo per tanto tempo.

Contro
Personale:

Questo idropulsore è pensato per uno scopo prettamente personale. Se viaggi sempre con la famiglia, quindi, potrebbe non fare al caso tuo.

Durata:

Complice un serbatoio per forza di cose ridotto, la durata media di un lavaggio si attesta sui 40 secondi. Un po’ pochi, ma se è l’unica alternativa in trasferta è sempre meglio di niente!

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

4. Oral-B MD20 Professional Care Oxyjet Idropulsore

 

3.Oral B MD20 Professional Care OxyjetEcco un altro dispositivo in grado di rispondere con efficacia al suo scopo. Fare una comparazione per scegliere il miglior idropulsore Oral-B spetta all’utente finale, ma noi ci sentiamo di consigliare questo prodotto per le sue funzioni parecchio interessanti, vediamole.

A differenza di altri modelli, il getto arriva combinato con minuscole bollicine grazie all’associazione dell’acqua con aria pressurizzata che amplifica la capacità pulente del dispositivo, mentre lo rende meno aggressivo del classico getto dritto. La pressione dell’aria è regolabile su cinque livelli, in modo da adattarsi alla sensibilità individuale in maniera piuttosto specifica.

Lavora con delicatezza raggiungendo ogni angolo della bocca e assicurando un’igiene profonda e durevole. Funziona collegato alla presa elettrica oppure in modalità cordless alimentandosi alla stazione di ricarica dopo l’uso. In dotazione si trovano quattro beccucci, per avere una buona scorta quando arriva il momento della sostituzione o per essere pronto a servire più persone alla volta.

Come avrai capito, questo idropulsore è uno dei nostri preferiti in assoluto. Dopo aver letto la lista dei pro e contro, siamo certi che stuzzicherà anche te. Nel caso, sai dove acquistare!

Pro
Doppia modalità:

Uno dei vantaggi principali di questo apparecchio è quello di poter essere utilizzato sia in modalità cordless, ricaricandolo presso la sua base, sia con normale cavo collegato alla presa. Questione di comodità!

Microbollicine:

L’azione pulente di Oral B Professional Care Oxyjet è esaltata dalle microbollicine. Mescolando aria e acqua, infatti, crea delle microbollicine che attaccano i batteri causa della placca, riducendo i problemi gengivali.

Getto:

Con semplici comandi sarà possibile non solo regolare la pressione dell’acqua tra cinque potenze diverse, ma anche modificare il getto da dritto a rotante per una pulizia più accurata.

Contro
Potenza:

La potenza massima sarebbe dovuta essere maggiore, ma è comunque sufficiente per la maggior parte delle esigenze.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

5. Innoliving INN-010 Idropulsore Portatile Cordless

 

5. Innofit INN-010Se ancora non ti abbiamo chiarito le idee e sei indeciso su quale idropulsore portatile comprare, proponiamo questo modello incredibilmente contenuto nel prezzo e con funzioni basilari ma altrettanto utili.

Ha un’impugnatura ergonomica per facilitarne la presa e permettere all’ugello di raggiungere ogni angolo della bocca. Si regola su due livelli di potenza: HI per una pulizia profonda con un getto potente che arriva bene negli interstizi e rimuove i residui di cibo tra dente e dente; la modalità LO invece permette una pulizia delicata del bordo gengivale, riuscendo a penetrare nello spazio tra dente e gengiva dove si accumulano i batteri responsabili della formazione della placca.

Funziona ad acqua o con colluttorio, ma può essere usata qualsiasi soluzione antibatterica specifica per le proprie esigenze. La capacità è tale da permettere un trattamento di massimo 50 secondi a potenza ridotta. Il modello funziona a pile, semplici stilo AA, già incluse nella confezione.

Anche questo idropulsore, come tutti i modelli precedenti, presenta punti di forza e di debolezza che possono orientarti nella scelta del prodotto più adatto a te. Valuta quali sono le caratteristiche per te irrinunciabili e comportati di conseguenza!

Pro
Economico:

Innofit è con tutta probabilità il prodotto più economico tra quelli analizzati in questa guida. Si tratta comunque di un idropulsore di qualità e affidabile, per cui se i prezzi bassi sono un fattore per te importante dovresti prenderlo seriamente in considerazione.

Ergonomico:

Il design ergonomico di questo idropulsore permette di maneggiarlo con perizia, raggiungendo i punti più ostici senza alcuna difficoltà.

Contro
Potenza:

Inevitabilmente, un prodotto a batteria perde di potenza rispetto a quelli alimentati direttamente dalla corrente elettrica. Se si ha esigenza assoluta di un getto molto potente, meglio orientarsi su altri prodotti.

Ricambi:

Cambiare il beccuccio che si trova in dotazione sarà più costoso che per altri prodotti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

6. Waterpik Wp-660Eu Idropulsore Ultra Professional

 

L’idropulsore dentale di Waterpik è dotato di dieci velocità, le prime cinque dedicate ai più piccoli e le altre agli adulti. Ci sono inoltre diverse modalità, come quella che effettua un massaggio gengivale o quella a getto continuo, entrambe indicate da specifici LED quando sono in azione.

Potente tanto da rimuovere tutti i residui di cibo tra i denti, è dotato di una capacità di 600 ml, non sufficiente per tutti, in quanto c’è chi sostiene di dover riempire almeno due volte il serbatoio per un lavoro completo. Gli ugelli in dotazione sono ben sette, ognuno pensato per uno scopo specifico: ci sono infatti quelli utili a pulire per bene anche protesi e apparecchi dentali.

Anche il tubo che collega l’unità principale al manico è un punto debole di questo modello: la sua resistenza non sembra sicura nel tempo. In ogni caso, si tratta di un idropulsore abbastanza silenzioso e che vanta anche un timer, che blocca il flusso d’acqua per 30 secondi, il tempo di passare da un’arcata all’altra.

Pro
Velocità:

Ce ne sono ben dieci disponibili, le prime cinque per i più piccoli e le altre per i grandi, così da utilizzare la giusta potenza in base alla delicatezza delle gengive.

Ugelli:

All’interno della confezione ne troverete sette, alcuni dei quali specifici per la pulizia degli apparecchi dentali e delle protesi.

Silenzioso:

Il motore non crea un rumore eccessivo, per cui potrete utilizzarlo anche durante le ore notturne.

Timer:

Potrete impostarlo per interrompere il flusso d’acqua mentre passate da un’arcata dentale all’altra.

Contro
Serbatoio:

Ha una capacità di 600 ml, che non è sufficiente per garantire un’azione completa su tutta la bocca. Dovrete quindi riempirlo di nuovo se volete essere sicuri che faccia il suo dovere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

Oral-B Professional Care Waterjet Idropulsore con Tecnologia Braun

 

1. Oral B MD16 Professional Care WaterjetA caccia del miglior idropulsore dentale del 2022, abbiamo trovato questo modello ideale per un uso frequente.

Fai attenzione, però, se in passato ti sei già trovato bene con questa marca e ora ti stai chiedendo come scegliere un buon idropulsore Braun sei arrivato comunque al posto giusto: dopo una partnership fruttuosa i due marchi si sono separati, e adesso Oral-B produce direttamente e firma gli apparecchi altamente sofisticati per l’igiene dentale.

Saltiamo le aggrovigliate dinamiche aziendali e scopriamo le caratteristiche offerte da questo prodotto.

Il prezzo contenuto di questo apparecchio è una delle ragioni per cui lo abbiamo preferito ad altri, dato che un solo dispositivo serve al meglio i bisogni di tutta la famiglia. In dotazione ha quattro beccucci, identificabili ognuno per colore in modo da poter essere usati sempre e solo dalla stessa persona. A differenza di altri prodotti simili, la capacità del serbatoio è notevole, pensata proprio per rispondere a un uso intensivo da parte di più persone, la tanichetta segnala i livelli di carica di acqua con cui effettuare la pulizia. Il getto è erogato con due potenze distinte per agire in modo diverso sulla gengiva a seconda del trattamento più adatto.

Completiamo la nostra guida per scegliere il miglior idropulsore con un elenco dei pregi e dei difetti di Oral B Professional Care Waterjet. Confrontandoli con quelli degli altri prodotti della nostra lista, ti sarà più facile capire quale sia l’idropulsore che fa per te.

Pro
Familiare:

Questo idropulsore permette di soddisfare le esigenze di un’intera famiglia. Non solo per le dimensioni del serbatoio (vedi punto seguente), ma anche e soprattutto per i quattro beccucci di colore diverso forniti insieme al dispositivo. Ogni membro della famiglia potrà usarne uno, senza timore di confondersi!

Serbatoio:

Il contenitore dell’idropulsore ospita ben 600 ml e può essere caricato sia con acqua che con colluttorio. Una capacità importante che permetterà più lavaggi consecutivi, senza dover perdere tempo in ricariche nella fretta del primo mattino.

Getto:

La possibilità di regolare il getto è molto importante per rispettare la sensibilità delle gengive e poter intervenire con maggiore vigore laddove necessario.

Contro
Tubo:

Alcuni utenti hanno segnalato come la misura un po’ troppo corta del tubo obblighi a installare l’accessorio nelle immediate vicinanze del lavandino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

Come usare un idropulsore

 

L’igiene orale è di vitale importanza e avere denti ben puliti significa evitare un sacco di noie e costose spese dentistiche. E poi diciamoci la verità, a nessuno fa piacere andare dal dentista. Per evitarlo è importante essere maniacali nella pulizia dei denti. Va bene l’uso costante dello spazzolino, meglio se elettrico ma a questo indispensabile strumento va aggiunto anche l’idropulsore.

Meglio del filo interdentale

In sostanza l’idropulsore svolge il lavoro del filo interdentale con la differenza che lo fa meglio e più a fondo. Per rimuovere i residui di cibo presenti tra un dente e l’altro, l’idropulsore si serve di un getto d’acqua. La potenza del getto d’acqua potrebbe causare il sanguinamento delle gengive, cosa che, oltretutto, capita anche con il filo interdentale.

La suddetta perdita di sangue, però, non deve comportare il non usare più l’idropulsore. Anzi, se le gengive sanguinano è proprio perché si è deciso di usare questi strumento con eccessivo ritardo. È comunque una buona idea chiedere quanto prima il parere di un dentista.

 

Il livello della pressione

Un idropulsore presenta diversi livelli di pressione, in genere tre, a potenza crescente. Per le prime volte è meglio provare il livello più basso di pressione poi, se ci si rende conto che la situazione lo richiede, passare a quello massimo.

 

Come si usa

La punta dell’idropulsore va inserita in bocca prima dell’accensione poi, ci si piega leggermente in avanti. A questo punto si può attivare lo strumento. La punta non va indirizzata a caso. È importante partire dai denti posteriori dell’arcata superiore mentre il getto d’acqua va diretto alla base. La punta deve spostarsi lentamente, lungo le gengive avendo cura che l’acqua penetri tra un dente e l’altro. La stessa procedura ripetuta per l’arcata inferiore.

Prendersi il tempo necessario

È importante prendersi il tempo necessario per usare l’idropulsore. Non deve essere un’operazione di pochi secondi. Bisogna soffermarsi abbastanza a lungo su ogni dente e accertarsi che l’acqua agisca in modo efficace. Per capirlo basta osservare se si sputano, insieme all’acqua, i residui di cibo.

 

La pulizia della lingua

Con un idropulsore non si pulisce solo lo spazio tra dente e dente: si può pulire anche la lingua. Va detto, però, che per farlo serve una punta particolare che non sempre è compresa tra gli accessori.

 

 

 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Qui sotto ne puoi trovare altri altrettanto interessanti:

Spazzolino elettrico

Il miglior collutorio

Spazzolino elettrico per bambini

Testina Oral B

Migliore spazzola per la pulizia del viso

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2022. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status