fbpx

Il miglior trasformatore da 220 a 110V

Ultimo aggiornamento: 19.07.19

 

Trasformatore da 220 a 110V – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

Il trasformatore da 220 a 110V è un’apparecchiatura elettrica che serve a convertire la tensione di rete; sul mercato si possono trovare numerosi modelli, soprattutto nella fascia dei prodotti a basso costo, ma bisogna fare attenzione alle specifiche tecniche del modello desiderato, in base al tipo di utilizzo a cui lo si vuole destinare. La nostra guida vi aiuterà a capire come scegliere un buon trasformatore, a prescindere dal prezzo o da quella che potrebbe essere ritenuta la migliore marca; troverete anche la recensione di quelli che, secondo gli acquirenti, sono i migliori trasformatori da 220 a 110V del 2019, tra quelli attualmente venduti online. Tra questi spiccano il Bronson++ HE-D 5000, un modello professionale da 5.000 Watt di carico, e il Krieger ULT150, che può convertire la tensione elettrica in entrambe le direzioni.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior trasformatore da 220 a 110V

 

Tralasciando la sezione informativa, invece, e andando dritti ai consigli d’acquisto, potete consultare direttamente la tabella di comparazione che confronta prezzi, lati positivi e negativi dei trasformatori che occupano i primi tre posti della nostra classifica, stilata allo scopo di individuare il miglior trasformatore da 220 a 110V tra i modelli di fascia economica, ed essere quindi d’aiuto a voi lettori nel decidere quale trasformatore da 220 a 110V comprare.

 

 

Guida all’acquisto

 

Il nucleo del trasformatore

Il trasformatore è un apparecchio elettrico statico che serve a variare i parametri di tensione e intensità di corrente, da una rete primaria a una rete secondaria; le tecnologie impiegate per la realizzazione dei trasformatori sono diverse, così come le tipologie dell’apparecchiatura stessa.

Il nucleo del trasformatore, infatti, può essere realizzato con laminati in acciaio, con nuclei solidi, nuclei toroidali, avvolgimenti e altro ancora; ogni tipologia di nucleo tende a influire sulle prestazioni del trasformatore di conseguenza, a seconda del tipi di utilizzo, va scelto quello col nucleo che offre le migliori prestazioni.

Mantenendoci su una linea generale possiamo dire che, per quanto riguarda l’uso domestico e l’uso professionale in generale, i trasformatori con il nucleo toroidale sono, a parità di potenza, molto più efficienti rispetto ai modelli con il nucleo in laminati o con gli avvolgimenti.

 

Conversione bidirezionale e potenza in Watt

Il fattore di conversione è un altro aspetto importante, nella fattispecie parliamo della conversione da 220 a 110 Volt; quindi, se avete degli elettrodomestici acquistati durante le vacanze all’estero, oppure dei computer portatili comprati direttamente dal Giappone o dagli Stati Uniti, avete bisogno del trasformatore per poterli collegare alla nostra rete.

Alcuni trasformatori, però, offrono la possibilità di convertire la tensione in entrambe le direzioni, e quindi di poterli usare anche per collegare un’apparecchiatura elettrica nostrana, che richiede un’alimentazione di 220-240V, alla rete elettrica di un Paese straniero.

Questo tipo di trasformatore è molto apprezzato e ricercato da chi viaggia spesso, e ha quindi la necessità di un apparecchio che gli permetta di collegare il rasoio elettrico, per esempio, oppure il portatile anche all’estero.

Un altro aspetto tecnico fondamentale, per un trasformatore, è il carico di potenza che può sopportare; la potenza è espressa in Watt e, ovviamente, è un valore nominale, quindi il carico reale è, in proporzione minima, sempre inferiore a quello dichiarato, e bisogna tenerne conto, evitando di collegare al trasformatore elettrodomestici con una potenza uguale o superiore, per evitare spiacevoli incidenti.

 

 

Il numero e tipo di prese

A seconda del tipo di trasformatore, inoltre, varia il numero di prese disponibili e la loro tipologia.

I trasformatori portatili unidirezionali, per esempio, sono generalmente dotati di una singola presa, quindi quasi sempre di tipo americano, mentre i trasformatori portatili bidirezionali ne portano due, una americana e una europea.

I trasformatori a presa singola, inoltre, sono caratterizzati da un basso carico di potenza, variabile dai 40 ai 500 Watt a seconda del modello; i modelli più costosi invece, di solito quelli professionali, offrono un numero maggiore di prese e, ovviamente, sopportano anche un range di carico più elevato, variabile dai 1.000 ai 5.000 Watt e oltre.

 

I migliori trasformatori da 220 a 110V del 2019

 

Nel leggere le recensioni dei singoli modelli che abbiamo selezionato scoprirete che, in realtà, sono tutti ugualmente validi, visto che ognuno si differenzia per alcune caratteristiche uniche che lo rendono più o meno specifico per determinate esigenze; in modo tale da coprire la più ampia gamma di esigenze possibili.

Troverete, infatti, sia un trasformatore ad alto carico, ideale soprattutto per l’uso professionale, sia dei modelli più compatti ed economici, pensati per un utilizzo prevalentemente domestico, o per coloro che viaggiano spesso e hanno bisogno di portarlo sempre con loro.

 

Prodotti raccomandati

 

Bronson++ HE-D 5000

 

I trasformatori da 220 a 110V appartenenti alla serie HE-D, prodotti dalla ditta Bronson++, sono considerati, dai consumatori di tutto il mondo, tra i migliori tra quelli disponibili sul mercato perché, nonostante il loro prezzo li collochi nella fascia intermedia, le prestazioni offerte sono di alto livello, così come l’affidabilità e la durata.

I trasformatori della serie HE-D, infatti, utilizzano un nucleo toroidale di alta qualità a basso campo elettromagnetico, di conseguenza, a differenza dei trasformatori di tipo convenzionale, hanno il pregio di offrire un peso più contenuto e un livello di rumorosità decisamente inferiore.

È il modello ideale da trasportare, per utilizzarlo durante viaggi, tour, fiere, ma anche per l’utilizzo statico ovviamente; integra sistemi di protezione contro sovraccarichi e sovratensioni, un ingresso di alimentazione europeo da 220-240V e quattro prese di uscita da 110 volt del tipo standard americano NEMA, adatte per spine a 2 e a 3 pin.

Chi cerca un nuovo trasformatore da 220 a 110v professionale non rimarrà certo deluso da questo modello in grado di offrire prestazioni di altissimo livello. Vediamo adesso quali sono i suoi vantaggi e svantaggi nella rassegna qui di seguito.

Pro
Professionale:

Il modello si rivela estremamente performante, ideale quindi per professionisti in cerca di un trasformatore affidabile e di alta qualità.

Prese multiple:

Dispone di ben quattro prese con lo standard americano NEMA, ideale per chi deve convertire la tensione di più dispositivi.

Potenza:

Supporta ben 5.000 watt di potenza, una vera e propria macchina da guerra nei carichi di  tensione e nella conversione di energia.

Leggero:

Il prodotto risulta molto leggero grazie al nucleo toroidale di alta qualità e al basso campo magnetico. Questo lo rende ideale per chi deve spesso portarlo con sé per lavoro.

Contro
Costoso:

Non è proprio il prodotto più economico sulla piazza, ma viste le sue notevoli caratteristiche c’è da aspettarselo.

Acquista su Amazon.it (€219)

 

 

 

Krieger ULT150

 

Il trasformatore da 220 a 110V ULT150 prodotto dalla ditta Krieger, invece, è un modello economico che dispone di sole due uscite: una presa AC dello standard europeo a 3 pin, da 230V, e una presa AC dello standard americano a 3 pin, da 120V, e relativi fusibili collocati posteriormente, in prossimità dell’ingresso di alimentazione IEC.

La sua limitazione principale è data dalla potenza di soli 150 Watt e dal minor numero di prese disponibili, che ne riducono la portata di applicazione anche in ambito professionale.

In compenso però, offre il vantaggio di essere funzionale, soprattutto in ambito domestico, e di convertire la tensione in entrambe le direzioni; la qual cosa gli permette di essere usato anche nei paesi dove la rete elettrica ha una tensione di 100-120V, per alimentare dispositivi con alimentazione a 220-240V.

Gli acquirenti lo ritengono un ottimo prodotto, l’unica pecca è la scarsità di prese disponibili.

Nonostante questo piccolo difetto, questo modello non poteva mancare nella nostra guida per scegliere il miglior trasformatore da 220 a 110V. Qui di seguito potrete trovare una breve rassegna dei suoi pregi e dei suoi difetti.

Pro
Funzionale:

Riesce a convertire la tensione in entrambe le direzioni, per questo è ideale per chi viaggia spesso all’estero e deve convertire la tensione dai 110-120V a 220-240V.

Per nulla rumoroso:

Il prodotto risulta molto silenzioso, ideale quindi per chi deve utilizzarlo in presenza di altre persone.

Solido:

La base in acciaio e la copertura in alluminio lo rendono un trasformatore robusto ed affidabile.

Dotazione:

Viene fornito con due fusibili di ricambio e due cavi IEC per poterlo utilizzare negli Stati Uniti e in Europa.  

Contro
Prese:

Con solo due disponibili questo trasformatore mal si adatta alle necessità di chi ha bisogno di collegare più dispositivi contemporaneamente.

Acquista su Amazon.it (€60,45)

 

 

 

HQ P.SUP.37-HQ

 

Anche il trasformatore prodotto dalla ditta HQ è un modello economico dal design ultra compatto, dalle misure di soli 24,5 x 15,5 x 12 centimetri, che converte la tensione da 220-240V a 100-120V; offre il doppio della potenza rispetto al trasformatore Krieger, ben 300 Watt, ma dispone di una presa soltanto dello standard americano NEMA, per le spine a 2 o a 3 pin.

Si tratta di un modello progettato soprattutto per essere trasportato con estrema facilità, non soltanto grazie alle sue dimensioni contenute, ma anche per la presenza di una comoda maniglia per il trasporto, che può essere ripiegata in modo da ridurre l’ingombro.

Le persone che lo hanno acquistato, infatti, ne esaltano soprattutto la leggerezza e la trasportabilità, per il resto è un trasformatore con un buon rapporto qualità-prezzo, che è affidabile ed efficiente nel suo lavoro; con la sola pecca di disporre soltanto di una presa.

Il prodotto in questione risulta più economico e più pratico, ideale per chi ha bisogno di un trasformatore dal buon rapporto qualità-prezzo e non sta cercando niente di professionale. Vediamo adesso i suoi pregi e difetti elencati secondo i pareri degli utenti che lo hanno provato.

Pro
Leggero:

Il peso ridotto e le misure compatte del prodotto lo rendono un ottimo trasformatore per chi viaggia spesso ed è in cerca di un dispositivo poco ingombrante. La maniglia integrata lo rende anche molto comodo da trasportare.

Potente:

Dispone di ben 300 watt di potenza, si potrà quindi utilizzare senza il timore di fonderlo insieme al dispositivo collegato.

Duraturo:

I materiali solidi sono una garanzia per la longevità del prodotto che potrà durare nel tempo.

Contro
Limitato:

Con una sola presa a disposizione questo trasformatore si allontana parecchio dagli standard professionali. Può andare bene per un uso domestico o hobbistico, ma non di più.

Acquista su Amazon.it (€51,13)

 

 

 

BESTEK MRJ203NU-BL-SEU

 

Nella categoria dei trasformatori da 220 a 110V da viaggio, rientra pienamente il modello MRJ203NU-BL-SEU, prodotto dalla ditta BESTEK; si tratta infatti di un modello compatto, dotato di una pratica custodia per il trasporto dove, oltre al trasformatore, trovano spazio un cavo di alimentazione dello standard USA, tre adattatori per le prese, rispettivamente con lo standard inglese, europeo e australiano, e le istruzioni per l’uso.

Il trasformatore dispone di 2 prese e 4 ingressi USB dotati di tecnologia AiPower, che consente di riconoscere i dispositivi collegati e ottimizzare i tempi di ricarica; integra, inoltre, i sistemi di protezione da sovraccarichi, sovracorrenti, cortocircuiti, sovratensioni e surriscaldamenti.

Gli acquirenti ne hanno apprezzato moltissimo la presenza degli ingressi USB, ma lo ritengono un prodotto per viaggiatori, dal momento che può essere usato solo nelle Americhe, in Inghilterra, Australia, Giappone e in qualsiasi altra località dove si usa una tensione di rete di 100-120V.

Se vi state chiedendo dove acquistare il trasformatore a basso costo, vi suggeriamo di cliccare sul link della pagina di negozio riportato subito dopo l’elenco delle caratteristiche positive e negative del modello.

Pro
Compatto:

Non si trovano tutti i giorni trasformatori con dimensioni così pratiche. Utile per chi non ha intenzione di acquistare un prodotto troppo ingombrante da portare in viaggio o semplicemente da utilizzare in casa.

Dotazione:

Con il  trasformatore si riceveranno anche una pratica custodia, tre adattatori per le prese e il cavo di alimentazione dello standard USA.

USB:

I quattro ingressi USB AiPower permettono di ricaricare dispositivi come smartphone, tablet e macchine fotografiche con una rapidità davvero impressionante.

Contro
Performance:

Da un trasformatore di queste dimensioni non ci si può certo aspettare il massimo delle performance.

Fastidioso:

La ventola è molto rumorosa, per questo non è consigliato tenerlo collegato in camera da letto mentre si dorme.

Acquista su Amazon.it (€48,99)

 

 

 

BESTEK 200W

 

A chiudere la nostra carrellata sui migliori trasformatori vi segnaliamo questo modello da viaggio proposto da Bestek che converte la tensione in modo da poter collegare gli apparecchi elettrici alla rete 100V presente in Paesi come Stati Uniti, Canada e Giappone.

Nella confezione sono inclusi tre adattatori in modo da poterlo utilizzare praticamente ovunque, visto che ce n’è uno adatto per gli Stati Uniti, uno per l’Europa e uno per la Gran Bretagna e che, più in generale, possono essere sfruttati in più di cento altre nazioni.

Ulteriore menzione degna di nota sono le due porte USB con tecnologia AiPower che riconosce la tipologia di dispositivo collegato – smartphone, tablet, eReader – e lo carica alla massima velocità disponibile. Le dimensioni sono piuttosto ingombranti, tenendo conto che si tratta di un prodotto da utilizzare in viaggio e dunque da portare spesso con sé e qualcuno si lamenta che, quando in funzione, emette un fastidioso ronzio.

Ma nel complesso c’è soddisfazione per la versatilità e la qualità di questo trasformatore Bestek, venduto a un prezzo che appare proporzionato alle sue qualità.

Magari non è il migliore sulla piazza, ma può valere la pena dargli un’occhiata nel caso si cerchi qualcosa di facilmente trasportabile quando si viaggia. Per le sue caratteristiche positive e negative vi invitiamo a continuare la lettura.

Pro
Versatile:

Grazie alla capacità di conversione reversibile può essere utilizzato sia in italia sia all’estero, a patto che il Paese nel quale vi recate abbia la tensione di rete di 100 - 120 Volt.

Compatto:

Le dimensioni ridotte ne facilitano il trasporto e l’inserimento in un bagaglio a mano o da stiva senza che occupi troppo spazio.

Contro
Pesante:

Non sembra a vederlo in foto ma in realtà questo trasformatore non è proprio un peso piuma.

Materiali:

La bassa qualità dei materiali non lascia presupporre una lunga durata del prodotto.

Poco potente:

Solo 200 Watt di potenza nominali non sono sufficienti per chi è in cerca di un prodotto professionale.

Acquista su Amazon.it (€48,99)

 

 

 

Come utilizzare un trasformatore da 220 a 110 V

 

Le apparecchiature elettroniche sono parte integrante della nostra vita, senza di esse non sapremmo vivere, ammettiamolo. Di conseguenza tutti noi abbiamo a che fare anche con i trasformatori. Si tratta di oggetti che nonostante la loro complessità da un punto di vista costruttivo, il loro utilizzo è di una semplicità disarmante: basta inserire la spina nella presa della corrente. Insomma, lo stesso che fate quando volete utilizzare un elettrodomestico. Eppure potrebbe non essere possibile. Perché? Perché quella particolare apparecchiatura elettrica potrebbe necessitare di una tensione diversa dai consueti 220 V che usiamo noi.

 

 

Per elettrodomestici comprati all’estero

In alcuni paesi si usa la tensione a 110 V, vi capita l’occasione di comprare a un prezzo più che vantaggioso un elettrodomestico destinato al mercato statunitense, ma sfortunatamente non avevate fatto caso a questo piccolo ma importantissimo dettaglio.

Che fare? La soluzione è semplice e rapida: vi basta comprare un trasformatore da 220 a 110 V e tutto funzionerà normalmente.

 

Bidirezionale

Siete persone che viaggiano molto, non riuscite a separarvi dal vostro estrattore di succo, anche se questo occupa buona parte della valigia.

C’è un problema, funziona con tensione 220 V e dove voi andate si usa quella a 110. Non avrete problemi perché il trasformatore bidirezionale, ossia quello che suggeriamo di comprare, funziona in entrambi i sensi essendo dotato almeno di due prese, per esempio una americana e una europea.

 

Verificate la potenza

Non potete collegare a un trasformatore qualsiasi apparecchio elettrico vi passi per la testa. I trasformatori, infatti, hanno indicato la potenza massima supportata Di conseguenza se il modello in vostro possesso dichiari una potenza massima di 150 W, questa, assolutamente, non va superata.

 

 

Attenzione alle dimensioni

Se comprate un trasformatore perché viaggiate molto, soprattutto in aereo, vi invitiamo, al momento della scelta del modello, a verificare le dimensioni. A patto che il trasformatore soddisfi i requisiti tecnici di cui avete bisogno, meglio puntare sul modello più compatto disponibile. È una soluzione comoda non solo per il trasporto ma anche perché si evitano grossi ingombri su un tavolo, mobile o ovunque vogliate appoggiarlo.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

US-TRONIC TTR-200-REV

 

Per concludere diamo un’occhiata al trasformatore da 220 a 110V TTR-200-REV, prodotto dalla ditta US-TRONIC, un modello a potenza continua da 200 Watt con capacità di conversione reversibile, ovvero sia da 220 a 110V sia da 110 a 220V, che quindi può essere utilizzato tanto in Italia quanto all’estero, nei paesi dove la tensione di rete è di 100-120 Volt.

A dispetto delle sue dimensioni compatte, però, è un trasformatore abbastanza pesante, inoltre dispone di una sola presa e i materiali di fabbricazione sono di qualità medio-bassa.

Anche le persone che lo hanno acquistato, lo hanno apprezzato con riserva; se da un lato, infatti, fa bene il suo lavoro, dall’altro invece, i 200 Watt di potenza continua sono soltanto nominali, e il carico di assorbimento effettivo deve superare la soglia dei 135 Watt, oltre la quale si brucerebbe il fusibile e si correrebbe il rischio di danneggiare anche l’elettrodomestico collegato.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (13 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status