Se vuoi la migliore esperienza di navigazione, apri la pagina nell'app.

Il miglior ventilatore a piantana

Ultimo aggiornamento: 20.09.18

Ventilatori a piantana – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Tra i ventilatori a piantana più venduti e apprezzati spicca il Rowenta VU5640, con un diametro delle pale di 40 centimetri e con la possibilità di selezionare quattro velocità, più la modalità Turbo per fare fronte alle giornate particolarmente calde. In alternativa c’è il Klarstein Summerjam, più economico, dotato di telecomando e timer per regolare lo spegnimento automatico, così da poter utilizzare il ventilatore anche di notte.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior ventilatore a piantana

 

Se sei giunto in questa pagina vuol dire che vuoi sapere come scegliere un buon ventilatore a piantana, perché desideri operare un acquisto consapevole, magari mettendo a confronto i prezzi, così da risparmiare anche qualcosa. Nella nostra guida entriamo nel dettaglio delle peculiarità che un apparecchio di questo tipo deve avere, per poi lasciare spazio alla classifica dei modelli più apprezzati sul mercato. Scopri quali sono.

Guida all’acquisto

 

Dove appoggiarlo

La prima considerazione da fare riguarda la tipologia di ventilatore di cui hai bisogno, considerando che, a parità di prezzo, ce ne sono di molti tipi differenti, anche limitando la ricerca ai soli modelli da appoggio, ovvero dotati di una base che consente di collocarli dove si vuole. Sono apparecchi pensati per ventilare una zona specifica, hanno dimensioni e peso che consentono di spostarli con una certa facilità e, quando arriva l’inverno, si possono riporre facilmente, per esempio in cantina, e non restano sempre in vista, come per esempio i ventilatori da soffitto.

Volendo entrare nel dettaglio dei vari modelli da appoggio, i più comuni e conosciuti, oltre a quelli a piantana, sono quelli da tavolo, a torre e da pavimento, ognuno con le sue peculiarità, vantaggi e contro. Per orientarsi sui vari modelli occorre innanzitutto valutare lo spazio a disposizione, sapendo che i ventilatori a piantana necessitano di essere poggiati sul pavimento e dunque possono rappresentare un ostacolo negli spostamenti all’interno di un ambiente molto piccolo.

 

Il numero di pale

Il diametro delle pale e il loro numero sono i due elementi che determinano la capacità di un ventilatore a piantana di generare un flusso d’aria adeguato a rinfrescare una stanza. Va da sé che, per agire in una camera di grandi dimensioni, sia meglio optare per un modello che abbia cinque pale e un diametro superiore ai 40/50 centimetri. I dispositivi con tre pale, invece, si adattano agli ambienti più piccoli.

Tutti i modelli, non solo quelli delle migliori marche, hanno ingombri sostenibili e sono dotati di un’asta regolabile in altezza così da poter posizionare le pale in modo da indirizzare l’aria dove c’è più bisogno. Non avendo bisogno di trovare posto su un tavolo, un ripiano o una mensola, garantiscono una versatilità superiore, visto che possono essere collocati ovunque. Così come, quando non servono più, riposti in cantina o in garage.

Personalizzazione

Un ventilatore a piantana degno di questo nome deve offrire la possibilità di regolare la velocità di rotazione delle pale, solitamente scegliendo tra almeno tre o quattro. In questo modo diventa facile ottenere la quantità d’aria desiderata, viste anche le differenti esigenze di ognuno. C’è chi apprezza maggiormente una leggera brezza e chi, nei giorni più caldi, desidera essere investito da un vero e proprio vento fresco.

La velocità di rotazione delle pale ha un impatto sul livello di rumorosità generato, perciò valuta anche questo aspetto se quello che cerchi è un modello silenzioso. Non trascurare poi la presenza di funzioni accessorie che possano rendere più confortevole l’utilizzo del dispositivo, come la presenza di un timer per programmare lo spegnimento (utile nel caso di funzionamento notturno) o di un telecomando, per gestire la velocità di rotazione comodamente seduti in poltrona. Un’occhiata alla recensione dei consumatori costituisce sempre un utile esercizio.

 

I migliori ventilatori a piantana del 2018

 

er combattere al meglio il caldo mettersi in casa un ventilatore è praticamente una scelta obbligata, soprattutto se non avete modo di fare affidamento sull’aria condizionata. I modelli a piantana garantiscono una migliore stabilità e, tipicamente, una capacità di muovere quantitativi maggiori di aria fresca. Ecco perché qui di seguito abbiamo evidenziato i cinque prodotti che meritano la vostra attenzione con tanto di recensioni e valutazione dei pro e dei contro. Speriamo le indicazioni vi siano d’aiuto per trovare il miglior ventilatore a piantana del 2018.

 

Prodotti raccomandati

 

Rowenta VU5640

Principale vantaggio:

Ha quattro impostazioni di velocità e un ampio raggio d’azione che consentono di diffondere un flusso d’aria fresco, al netto della temperatura, in tutto l’ambiente.

 

Principale svantaggio:

Dovrebbe essere un ventilatore che tra i suoi punti di forza ha la silenziosità ma, stando ai commenti online, la funzione notturna disturba un po’ il sonno. Da questo punto di vista ci saremmo aspettati di meglio.

 

Verdetto 9.6/10

Riteniamo il Rowenta un buon ventilatore, anche se per il suo costo la presenza di un telecomando per gestire le impostazioni ci sarebbe apparsa scontata, invece non c’è e questo ci lascia perplessi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Silenzioso ma non abbastanza

Rowenta propone un ventilatore a piantana con cinque pale, utile per cercare di avere un po’ di sollievo durante le torride estati che ormai caratterizzano il nostro clima. Il dispositivo è dotato di tecnologia Extreme Silence e modalità notturna ma proprio quest’ultima pare essere l’aspetto più criticato dagli utenti che riferiscono di un fastidioso rumore in tale modalità. Se avete il sonno leggero meglio valutare con attenzione l’acquisto.

Il ventilatore ha quattro impostazioni di velocità la maggiore delle quali, detta turbo boost, produce un flusso d’aria piuttosto intenso.

Abbiamo apprezzato l’ampia diffusione dell’aria con un raggio d’azione pari a 120° che permette di distribuire il vento in gran parte dell’ambiente, basta selezionare l’oscillazione automatica.

Altezza regolabile

Il ventilatore è dotato di un’asta telescopica che consente di regolare l’altezza, che varia da un minimo di 110 cm a un massimo di 140 cm, così da avere il flusso d’aria dove più si desidera.

Molto pratico il pannello di controllo da dove si possono impostare le quattro velocità, l’oscillazione e l’orientamento verticale. Peccato per l’assenza di un telecomando che avrebbe consentito di gestire il tutto anche restando comodamente seduti.

Crediamo che, visto il prezzo di vendita, sarebbe potuto essere aggiunto. L’alternativa, ovviamente più costosa, è rappresentata dal modello superiore a questo, dotato del comodo controllo da remoto.

Da apprezzare, secondo noi, anche la presenza di una maniglia che facilita il trasporto del ventilatore, anche se l’aggiunta delle rotelle alla base avrebbe reso il tutto ancora più semplice.

 

Materiali

Quanto ai materiali, come spesso accade in questo tipo di articoli, è la plastica a farla da padrone. Ma la cosa importante è che si tratti di buona plastica e crediamo sia questo il caso. Metallo, invece, per l’asta telescopica e per la griglia di protezione.

La base assicura ottima stabilità al ventilatore e dunque non c’è pericolo che possa cadere o almeno, non accidentalmente.

Il montaggio è piuttosto semplice e può essere portato a compimento da una sola persona nel giro di una mezz’ora, volendo prendersela con molta calma.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Klarstein Summerjam

 

Il tratto distintivo del modello di Klarstein è quello di essere un ventilatore a piantana con telecomando, scelta che aggiunge un livello al comfort d’uso, visto che potrete selezionare la velocità di rotazione delle pale senza nemmeno alzarvi dal divano o dal letto. Il controller consente anche di impostare il timer, scegliendo dopo quanto tempo – da un minimo di 30 minuti a un massimo di 4 ore – le pale dovranno spegnersi.

Anche questa funzione rappresenta una bella comodità, soprattutto se volete essere rinfrescati mentre dormite ma ritenete che lasciare il ventilatore acceso tutta la notte sia eccessivo. L’efficacia nella generazione della brezza rinfrescante ha conquistato tutti quelli che hanno già provveduto all’acquisto del Summerjam mentre un coro meno entusiastico si è levato nell’affrontare la questione rumorosità. L’azione delle pale non è silenziosa come sarebbe stato lecito attendersi.

Un modello più economico ma altrettanto funzionale e pratico che consente di ottenere un grande vantaggio senza spendere più del necessario. Vediamone brevemente gli aspetti essenziali che meglio lo descrivono.

Pro
Dotato di timer:

Si può impostare l’autospegnimento per poter programmare la durata del suo funzionamento in modo da non doversi scomodare a spegnerlo quando si fa l’ora di dormire indisturbati dalla brezza.

Telecomando incluso:

Se si preferisce, è possibile scegliere se spegnerlo o accenderlo senza alzarsi dal letto o la poltrona una comodità in più che non dispiace trovare in questo genere di articoli di salvataggio in caso di apatia massima da afa torrida.

Consumi molto contenuti:

Appena 50 watt è il massimo assorbimento alla velocità più alta, questo consente di tenerlo acceso a lungo senza temere l’arrivo della bolletta.

Contro
Un po’ troppo rumoroso:

Meno performante sul piano della rumorosità, più di un acquirente lamenta un fastidioso fruscio che non concilia il sonno.

Acquista su Amazon.it (€64,99)

 

 

 

AEG VL 5527 MS

 

Se non volete scendere a compromessi per quanto riguarda potenza di rotazione delle pale e qualità dei materiali, il prodotto di AEG non delude sotto entrambi i punti di vista. Rispetto agli altri modelli presentati nella nostra guida, infatti, vanta una struttura interamente in metallo. Questa scelta gli conferisce un aspetto più appariscente ma gli dona anche una stabilità superiore, trasmettendo la sensazione di resistenza e durata che è lecito attendersi da un prodotto del genere.

I 55 watt di potenza garantiscono un’efficace rotazione delle pale, al punto che alcuni utenti ne sconsigliano l’uso in ambienti troppo piccoli perché la mole d’aria potrebbe diventare eccessiva e fastidiosa. Anche perché il ventilatore non consente la regolazione delle pale in verticale, scelta che penalizza la migliore gestione del flusso. Se però volete un prodotto particolarmente potente e solido, la vostra ricerca si può tranquillamente fermare qui.

Se avete deciso di comprare un nuovo ventilatore potreste trovare interessanti le caratteristiche del AEG, un prodotto di qualità e premiato dai tanti pareri positivi degli acquirenti che l’hanno scelto. Eccone pro e contro che meglio lo descrivono.

Pro
Ideale per ambienti ampi:

Il motore è molto potente e consente di muovere grandi quantità di aria in poco tempo, molto efficace quindi se la stanza da ventilare è ampia e non si ha paura dei rumori molesti emessi dal motore.

Materiali solidi e robusti:

L’intera struttura e le pale sono di metallo, scelta indispensabile per reggere adeguatamente la potenza del motore che è notevole.

Alto e imponente:

Arriva ad estendersi fino a un metro e mezzo, in questo modo riesce a diffondere bene l’aria in spazi molto grandi meno efficace se la stanza è piccola.

Contro
Poco orientabile:

L’angolo di inclinazione in senso verticale è piuttosto limitato quindi non è facile orientare il getto d’aria in modo da non puntare direttamente addosso.

Acquista su Amazon.it (€87,99)

 

 

 

Ardes AR5EA40P EASY 40P

 

Se la vostra esigenza principale è quella di un ventilatore che assolva al proprio compito abbinando alla capacità rinfrescante un esborso particolarmente contenuto, il prodotto in questione non potrà che solleticarvi il palato. Si tratta di un modello a piantana tra i più economici in vendita, pur proponendo una struttura particolarmente stabile, in virtù della base d’appoggio con un’ampiezza di 60 centimetri, e la possibilità di selezionare tra tre diverse velocità di rotazione.

Anche le pale sono tre, scelta che consente di ottenere un buon flusso d’aria ma non certo di godere di un livello di raffrescamento paragonabile ai modelli a quattro o cinque pale. La qualità dei materiali è in linea con il prezzo di vendita ma, tra gli utenti che l’hanno provato, non emergono problematiche legate a rotture o scarsa solidità. Considerato il costo e l’efficacia generale, si propone come la scelta ideale per chi è alla ricerca di un ventilatore ben fatto ed economico.

Ecco, dunque, il modello adatto a chi è a caccia di prezzi bassi ma non è disposto a rinunciare troppo alla qualità complessiva del prodotto. Il ventilatore Ardes è ben fatto e offre vantaggi considerevoli che riassumiamo di seguito per fornirvi una facile consultazione.

Pro
Struttura stabile:

La base è di 60 cm, quindi più larga della circonferenza delle pale, in questo modo si è certi che il movimento non farà cadere la struttura per quanto sia leggera e facile da trasportare.

Tre velocità a scelta:

Nonostante sia molto semplice nel funzionamento è comunque possibile scegliere tra una velocità media, massima e intermedia che permetta di trovare quella più adatta al momento.

Regolabile e orientabile:

Il flusso d’aria si può dirigere come si preferisce su un angolo piuttosto ampio che permette di orientare al meglio l’aria per non puntarla direttamente sulla persona.

Contro
Solo tre pale:

A differenza dei modelli più costosi e performanti qui troviamo solo tre pale e anche la capacità di movimentare l’aria è ridotta di conseguenza.

Acquista su Amazon.it (€22)

 

 

 

Zephir PBL41P

 

Il ventilatore a piantana Zephir fa dell’essenzialità il suo tratto distintivo e, per questo, è perfetto per essere utilizzato in ambienti dove lo spazio è tiranno ma anche per essere, in virtù di dimensioni e peso contenuti, trasportato comodamente e portato, per esempio, in una casa di villeggiatura.

La potenza è di 45 watt e questo si traduce in una buona generazione di brezza, regolabile scegliendo tra tre livelli di velocità. L’intera struttura è in plastica e, considerato il prezzo molto economico, non è nemmeno lecito attendersi che sia di qualità eccelsa. In generale i giudizi espressi sono positivi, anche se emerge una eccessiva fragilità della base d’appoggio. Migliorabile anche la qualità delle istruzioni, considerato che il ventilatore arriva da assemblare. Si tratta dunque di una scelta estremamente economica, per acquistare un prodotto da utilizzare per un paio di anni.

Nelle ultime posizioni di questa classifica che arricchisce la nostra guida per scegliere il migliore ventilatore a piantana troviamo questo bel modello di Zephir, molto semplice ed economico che non richiede grandi cure per essere assemblato ed è subito pronto per rinfrescare una stanza di piccole dimensioni.

Pro
Molto economico:

Il costo è davvero basso e si presta bene a essere usato in una casa di villeggiatura dove non si trascorre molto tempo durante la stagione calda.

Certificato IMQ:

Nonostante il costo irrisorio non manca la certificazione di qualità che ne assicura la conformità con gli standard di sicurezza indispensabili per gli articoli alimentati da elettricità.

Consumi contenuti:

Appena 45 watt al massimo della potenza di rotazione delle pale, difficile trovare di meglio.

Contro
Poco potente:

La capacità di muovere aria non fa gridare certo al miracolo.

Acquista su Amazon.it (€15,99)

 

 

 

Rowenta VU5640

 

Realizzato da uno dei brand più apprezzati sul mercato, il VU5640 risponde appieno all’esigenza di quale ventilatore a piantana comprare in virtù di una serie di caratteristiche che l’hanno reso uno dei modelli più venduti online. Dispone di cinque pale, tra l’altro in un piacevole colore azzurro, la cui velocità di rotazione può essere impostata su quattro velocità, cui si aggiunge una modalità Turbo che sprigiona tutta la potenza dei 70 watt dell’apparecchio.

L’asta può essere regolata da 110 a 140 centimetri d’altezza ed è presente una comoda maniglia posteriore che agevola lo spostamento del ventilatore nelle zone dove ne avete più bisogno.

La rotazione, in base anche a quanto rilevato da chi ha già avuto modo di provare il modello di Rowenta, avviene in modo silenzioso ma, per lasciarlo in funzione anche mentre dormite, è disponibile una modalità notturna ancora meno rumorosa. Il prezzo appare un po’ alto, soprattutto in considerazione della mancanza di qualche accessorio aggiuntivo, come un telecomando.

Prima di scoprire dove acquistare questo bel ventilatore con piantana è bene riassumerne le caratteristiche principali che ne fanno un ottimo prodotto. Di seguito una breve sintesi dei suoi aspetti principali.

Pro
Design funzionale:

Cinque pale, quattro velocità più la funzione booster e la possibilità di regolare il flusso d’aria nella direzione preferita, queste le caratteristiche tecniche che più di altre spiccano di questo modello.

Molto silenzioso:

L’emissione acustica è proprio bassa, tanto che chi lo ha acquistato per rinfrescare le afose notti estive dice di non sentirlo affatto. Perfetto per chi deve migliorare la vivibilità di un ambiente quando non è possibile acquistare un climatizzatore.

Consumi bassi:

La potenza massima assorbe 70 W, ma anche alle velocità più basse è possibile trarne beneficio.

Contro
Manca il telecomando:

Questo modello non ha il controllo remoto, quindi non è possibile usarlo distesi sul letto o sul divano e regolarne il funzionamento prima di addormentarsi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un ventilatore a piantana

 

Un ventilatore a piantana è uno strumento utile soprattutto per combattere l’afa estiva, che rende le case dei veri e propri forni, soprattutto nel caso viviate in città e lontano da luoghi ventilati. I modelli a piantana assicurano una maggiore stabilità rispetto ad altri e riescono a spostare una quantità maggiore di aria fresca.

Il mercato è ricco di proposte e se state pensando acquistare un ventilatore di questa tipologia, è importante valutare le sue principali caratteristiche, che noi abbiamo affrontato di seguito.

 

 

Dove si mette?

Il primo elemento da tenere in considerazione è l’ambiente nel quale avete intenzione di usare il ventilatore. Cominciando a fare una piccola ricerca sul web, vi accorgerete che ci sono moltissimi modelli simili allo stesso prezzo.

Il ventilatore a piantana è dotato di un appoggio che gli consente di essere spostato ovunque e di essere utilizzato per far circolare l’aria in zone specifiche della casa. Non sono gli unici modelli da appoggio in commercio, si trovano anche i ventilatori da tavolo, da pavimento o a torre, ma per trovare il modello adatto è necessario, come abbiamo detto prima, considerare lo spazio che avete a disposizione.

 

Quante pale?

Il flusso d’aria generato da un ventilatore dipende dal numero delle pale e dal loro diametro. Per gli ambienti piccoli, come bagni e angoli cottura, oppure per rinfrescare la zona del divano, potete optare per i modelli a tre pale. Se avete uno spazio molto grande, magari open space, è consigliabile cercare i ventilatori dotati di pale da almeno 50 cm di diametro.

Questi apparecchi sono caratterizzati da un ingombro minimo e l’appoggio di cui sono dotati li rende versatili e in grado di essere collocati ovunque. Inoltre, l’asta può essere regolata in altezza per dirigere al meglio il flusso d’aria. Quando finisce l’estate, potete metterli in garage o in cantina, oppure nel ripostiglio di casa.

 

 

Velocità e rumorosità

Le caratteristiche da tenere in considerazione prima dell’acquisto di un ventilatore non sono finite. Un buon apparecchio consente di selezionare la velocità delle pale e la maggioranza dei modelli è dotato di almeno 2 velocità. Considerate che la velocità delle pale influisce sulla rumorosità del ventilatore, ma ci sono modelli più silenziosi di altri, quindi controllate il livello di rumorosità se è importante per voi, soprattutto nel caso abbiate intenzione di mettere l’apparecchio in camera da letto.

I ventilatori più avanzati sono dotati di timer con spegnimento automatico che consente di programmare l’orario e la durata del suo funzionamento. Per poter controllare la velocità delle pale da lontano, potete optare per le versioni dotate di un telecomando.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notify of
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.