Il migliore omogeneizzatore

Ultimo aggiornamento: 15.12.18

 

Omogeneizzatori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

L’omogeneizzatore è un elettrodomestico in grado di semplificare la preparazione delle prime pappe in modo che risultino sane e realizzate con ingredienti scelti. La scelta degli ingredienti di base, però, non deve far ammattire la mamma o chi si occupa dello svezzamento, ecco che un solo robot si incarica di cuocere e processare gli ingredienti perché siano adatti allo stomachino delicato. Una delle caratteristiche interessanti di questo elettrodomestico è che può essere usato anche in seguito per la preparazione di vellutate di verdure per tutta la famiglia, basterà aggiungere qualche ingrediente in più. Per essere certi di acquistare il modello più adatto alle vostre esigenze ed evitare il rischio, sempre dietro l’angolo, di allargare la collezione di elettrodomestici messi all’angolo a prendere polvere, è bene documentarsi con attenzione e verificare quali caratteristiche non possono mancare. Spendere del tempo comparando le diverse proposte vi consentirà di risparmiare denaro facendo il giusto investimento. Vi proponiamo alcuni suggerimenti che vorrebbero aiutarvi a individuare il modello migliore per voi e la vostra famiglia, e anche una comoda classifica dei prodotti più venduti. In particolare eccone due che meritano più attenzione. Philips SCF875/02 – Easy Pappa 4in1 è un robot multifunzione in grado di automatizzare buona parte del processo della preparazione dei pasti in modo da rendere facile e veloce la preparazione di pappe e creme. Imetec Bimbo HM3 economico e molto pratico, consente di lavorare in modo uniforme e senza fare bollicine anche con piccole dosi di frutta e verdure.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il migliore omogeneizzatore

 

Non sempre il tradizionale robot da cucina è indicato per la realizzazione delle prime pappe dei bambini. Questo perché è consigliabile lavorare quantità minime di prodotto ogni volta in modo da evitare di conservarle in frigo per più di due giorni. Anche la possibilità di inglobare meno aria possibile va tenuta in grande considerazione, perché potrebbe alterare la qualità del prodotto finito.

Per scegliere un buon omogeneizzatore è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti importanti che sono direttamente legati alle abitudini di famiglia. Alcuni però vogliamo evidenziarli nella nostra guida, per offrirvi qualche spunto che possa esservi d’aiuto nella scelta.

 

 

Guida all’acquisto

 

Omogeneizzare o cuocere

Il prezzo di questi elettrodomestici varia parecchio a seconda che si scelga un dispositivo in grado di omogeneizzare soltanto o di cuocere anche a vapore, qui di solito gli apparecchi sono anche in grado di scongelare le pappe già pronte e sterilizzare gli accessori del bebè. La scelta tra le due opzioni è la prima che si deve chiarire quando si confrontano prezzi e qualità di un dispositivo. In base al tipo di abitudini domestiche, un elettrodomestico o un altro sarà in grado di risolvere al meglio le esigenze al momento di fare da mangiare per il piccolo.

Se in casa si è già abituati a preparare verdure o carni al vapore per tutta la famiglia, sarà allora possibile scegliere un semplice frullatore, piccolo, compatto e con funzionamento regolabile, per trasformare in crema gli ingredienti. Altrimenti, se si ha paura dell’inevitabile moltiplicazione dei supporti, piatti, pentole e tegami da lavare, un cuocipappa che fa tutto il lavoro in un solo boccale sarà la soluzione perfetta. In classifica proponiamo esempi interessanti di entrambi i modelli.

 

Ogni svezzamento ha il suo stile

Essere genitori oggi è prima di ogni altra cosa una dichiarazione di intenti. Quindi chi sceglie di dare al piccolo solo alimenti frullati senza pezzi interi da masticare, potrebbe avere a cuore la necessità di scegliere l’origine degli ingredienti.

Anche da un’analisi superficiale del costo di un vasetto di omogeneizzato venduto al supermercato ci si rende conto che il prezzo al chilo della materia prima supera molto quello che si spende facendo in casa. In più, l’opzione casalinga deve garantire altrettanta praticità e semplicità che aprire con un semplice gesto il barattolo di prodotto confezionato industrialmente.

 

 

Manutenzione facile

La migliore marca per gli articoli dedicati alla cura della primissima infanzia si individua dalla capacità di anticipare e risolvere le necessità dei genitori. Quindi un dispositivo facile da smontare e pulire, anche in lavastoviglie è da premiare perché più comodo e semplice da usare.

È importante che ogni parte sia facile da montare e smontare e quindi consenta di rimettere in ordine in poco tempo. Nella recensione di ogni prodotto, che abbiamo selezionato tra quelli offerti sul mercato, cerchiamo di descrivere il funzionamento in modo da permettervi di farvi un’idea di come funzioni l’elettrodomestico.

 

I migliori omogeneizzatori del 2018

 

Ecco di seguito la classifica dei prodotti che maggior interesse hanno suscitato tra gli acquirenti quest’anno. Sono stati scelti perché hanno raccolto un gran numero di pareri positivi da parte dei genitori che li hanno scelti e utilizzati ogni giorno, vediamo perché.

 

Prodotti raccomandati

 

Philips SCF875/02 – Easy Pappa 4in1

 

È forse il migliore omogeneizzatore proposto in questa classifica, perché è fatto tenendo in considerazione le esigenze della famiglia e la necessità di semplificare gran parte del procedimento. Qui troviamo il ben noto sistema di ribaltamento del vaso che consente di cucinare prima al vapore e poi omogeneizzare gli ingredienti senza travasarli da una parte all’altra. Il recipiente è abbastanza capiente, un litro in totale, da cui si ricavano quattro porzioni che possono essere poi congelate o tenute in frigo per qualche giorno ed essere subito pronti per mettersi a tavola.

Ancora all’insegna della praticità d’uso sono disegnati lama e recipiente che possono essere lavati a macchina. Mentre il contenitore dell’acqua per la cottura a vapore è facile da raggiungere, pulire e disincrostare per scongiurare la formazione di residui di calcare.

Un pratico ricettario realizzato da una nutrizionista aiuta a muovere i primi passi per capire come usare al meglio il macchinario. Basterà imparare a dosare acqua e tempi di cottura per essere in grado di lasciar lavorare l’omogeneizzatore Avent mentre ci si occupa del bebè o si fa altro in casa.

Il prodotto merita senza alcuna esitazione un posto in una guida per scegliere il miglior omogeneizzatore. Di seguito analizziamo pregi e difetti dell’oggetto.

Pro
Filosofia:

L’idea alla base del prodotto è di creare un oggetto multifunzione, pratico da utilizzare e dal buon rapporto qualità/prezzo. Il sistema di capovolgimento è la risposta. Una volta cotto a vapore si passa a ridurre nel formato migliore la pappa del nascituro.

Praticità:

Gran parte dei componenti che costituiscono la macchina possono essere rimossi, così che alcune lame vanno tranquillamente in lavastoviglie, mentre i contenitori si puliscono scrostando quanto più possibile i resti, senza eccessiva difficoltà.

Capienza:

Il recipiente multiuso permette di caricare un massimo di 1.000 ml al suo interno, una quantità non da poco, che può tornare utile a quanti desiderano tenere anche delle scorte.

Contro
Pulizia:

Alcune persone hanno incontrato diversi problemi nella gestione del lavaggio di alcune parti, con pezzi di cibo che rischiano di rimanere appiccicati.

Acquista su Amazon.it (€99,99)

 

 

 

Imetec Bimbo HM3

 

Tra i migliori omogeneizzatori del 2018 troviamo anche questo modello che si limita a processare gli ingredienti riducendoli in purea morbida e vellutata. Non è presente la funzione cottura, è invece possibile lavorare poca frutta fresca alla volta e conservarla nel pratico barattolo con tappo a chiusura ermetica. In questo modo si è certi di ridurre gli sprechi, lavorando solo le quantità necessarie per la giornata o il mattino seguente in modo da essere pronti come se si stesse stappando un barattolo acquistato al supermercato. Il recipiente è graduato e ha una capacità complessiva di 400 ml, in apparenza pochi ma perfetti per soddisfare il pancino di un bimbo dai 4 o 6 mesi in poi.

L’omogeneizzatore Imetec lavora a impulsi, quindi non imprime eccessiva potenza alle lame. Si tratta di un dettaglio importante perché evita il surriscaldamento del motore e del corpo delle lame preservando le proprietà della frutta e verdura fresche.

Se cercate prezzi bassi e un oggetto che lavora in maniera efficace, senza troppi fronzoli, potreste essere nel posto giusto. Di seguito potete leggere l’analisi dell’omogeneizzatore Imetec, con un link al termine su dove acquistare.

Pro
Funzionamento:

Grazie a un sistema a impulsi, l’utente riesce a gestire, secondo il bisogno, la potenza di cui necessita. Basta avere accortezza di premere nella parte superiore, mettendo in moto le lame.

Capienza:

L’oggetto ha dalla sua una forma e una struttura compatta. Per chi vuole avere scorte numerose il fatto potrebbe sembrare un difetto, mentre noi pensiamo sia l’ideale per gestire un consumo giornaliero.

Praticità:

Grazie a un doppio sistema di protezione, l’utente riesce a lavorare senza intoppi, sfruttando anche i due contenitori in vetro per sigillare e stivare la pappa per altri pranzetti nel corso della giornata.

Contro
Dosi:

Alcune persone avrebbero gradito una maggiore capacità e capienza dell’oggetto così da avere e processare più verdure e alimenti.

Acquista su Amazon.it (€41,99)

 

 

 

Klarstein – Junior Chef

 

È possibile che a questo punto siate disorientati e non sappiate quale omogeneizzatore comprare. Le offerte in circolazione sono tante e a volte i prezzi differiscono per via del marchio e non delle caratteristiche vere e proprie dell’elettrodomestico. Il Klarstein offre buone prestazioni ma lo fa a un prezzo molto competitivo e questo potrebbe essere un argomento molto convincente viste le tante spese che caratterizzano i primi mesi di vita del bimbo. È un cuocipappa completo, in grado di cuocere al vapore e omogeneizzare gli ingredienti, ma anche di sterilizzare gli accessori del piccolo o di scongelare le pappe preparate in precedenza.

Un buon accessorio tuttofare che si comanda con facilità dal pannello retroilluminato dove sono facilmente identificabili le diverse funzioni. Ha un’autonomia di 30 minuti al massimo, il recipiente dell’acqua per la cottura al vapore è piuttosto comodo e può essere riempito in base alla reale necessità. È facile staccare le varie parti che compongono il robot per poterle lavare sotto il getto d’acqua o più semplicemente infilarle in lavastoviglie per una pulizia più accurata.

Dai pareri raccolti in rete, la scelta del Junior Chef risponde bene a quanti vogliono un aiuto tuttofare nella preparazione dei cibi. Di seguito vediamo dove brilla maggiormente e dove si potrebbe fare di meglio.

Pro
Compattezza:

Anche se studiato per essere un oggetto che cuoce, sminuzza e centrifuga, le dimensione restano compatte, non andando a occupare troppo spazio nella cucina, così da poter gestire al meglio ogni singola preparazione.

Multifunzione:

Attraverso una serie di comandi, l’utente può decidere se e come gestire le diverse funzioni. Si va infatti dallo scongelamento o riscaldamento di un alimento, passando per la cottura a vapore e la centrifuga delle parti più dure.

Autonomia:

Una volta messo in funzione, Il modello Klarstein riesce a mantenere una cottura a vapore per trenta minuti. Si tratta di un buon risultato, che si sposa anche alla capacità e semplicità dell’interfaccia proposta.

Contro
Omogeneizzazione:

Alcune persone hanno notato una certa difficoltà dello strumento nello sminuzzare la carne.

Acquista su Amazon.it (€89,99)

 

 

 

Unifamily Baby

 

Ora che risulta chiaro come scegliere un buon omogeneizzatore non sia affatto una passeggiata, proviamo a dare un’occhiata a questo modello che ci è piaciuto per la sua particolare semplicità. È venduto a un prezzo molto contenuto e le sue dimensioni compatte lo rendono molto discreto e semplice da rimettere a posto quando è ora di rigovernare.

Si usa con estrema intuitività: basta inserire gli alimenti già cotti o la frutta fresca nel piccolo vaso e far andare le lame che processano il cibo. In pochi istanti le pappe sono vellutate e uniformi. Nonostante l’apparenza, le dimensioni del boccale non lasciano a desiderare. Sono ben 600 ml in cui poter mettere ingredienti a sufficienza per preparare più di un pasto alla volta. Una delle offerte da non farsi scappare se si vuole preparare in fretta un omogeneizzato da sostituire a quelli industriali che si comprano al supermercato. La potenza di 200W è sufficiente per agire con decisione anche sui pezzi più resistenti come il parmigiano o la carne, purché si abbia l’accortezza di tagliarla prima o di aggiungere un po’ di liquido per ridurre l’attrito contro le lame.

Dai pareri raccolti, il nuovo di casa Unifamily riesce a convincere quanti cercano semplicità e la giusta potenza adatta e omogeneizzare al meglio. Vediamo più in dettaglio se le aspettative a riguardo sono state mantenute.

Pro
Dimensioni:

La grandezza complessiva dell’oggetto non crea particolare ingombro, così che i genitori possono gestire la preparazione delle pappe in modo ordinato senza troppi impedimenti in cucina.

Funzioni:

La maggior parte delle operazioni realizzate comprendono la creazione di pappe morbide che il bambino possa digerire senza difficoltà. A tal proposito il prodotto soddisfa questi requisiti essenziali in maniera più che soddisfacente.

Capacità:

Con una capienza che raggiunge i 600 ml, il modello Baby accoglie a dovere gran parte degli alimenti che desiderate trasformare in una deliziosa pappa, si tratti di verdure, frutta oppure carne.

Contro
Efficacia:

Alcuni utenti confermano la necessità di inserire nel contenitore una certa dose di liquido, così da aiutare l’omogeneizzatore a tritare al meglio certi alimenti.

Acquista su Amazon.it (€29,4)

 

 

 

Joyello Pappamix

 

Tra i consigli d’acquisto che proponiamo in questo articolo troviamo anche questo modello molto semplice in comparazione con i più articolati cuocipappa venduti online, ma altrettanto valido e indicato a svolgere bene il proprio dovere.

Si tratta di un semplice robot da cucina che processa il cibo già cotto in modo da renderlo omogeneo e uniforme per essere dato al piccolo con le primissime pappe. Un valido aiuto in cucina anche in seguito, quando sarà necessario realizzare creme e altri preparati che richiedono una grande spinta su piccole quantità di ingredienti. Ha una potenza complessiva di 200 watt, e monta robuste lame in acciaio inox.

È facile da usare, basta premere il grosso tappo superiore, e lavare, perché si smonta con facilità e si infila in lavatrice in un batter d’occhio. Figura tra i modelli più venduti quest’anno per la sua particolare forma e per la possibilità di essere usato anche in seguito durante le preparazioni di tutti i giorni, per esempio per tritare la cipolla o gli altri ingredienti che si usano abitualmente nelle ricette di casa.

Tra i più economici della categoria, il modello Joyello si adatta bene non solo a preparazioni di pappe ma anche per tritare altri prodotti di uso quotidiano.

Pro
Utilizzo:

La funzione a impulsi consente di gestire con il semplice tocco della mano la migliore potenza selezionabile dall’utente. In questo modo, a seconda del tipo di alimento da preparare, si può scegliere un tipo di lavorazione più o meno intensa.

Lame:

In tanti confermano la bontà della parte deputata al taglio e allo sminuzzamento. Le lame sono realizzate in acciaio inox, contribuendo a una buona gestione delle verdure, frutta e altri composti per una pappa nutriente e sana.

Praticità:

Grazie ai 200 Watt che lo caratterizzano l’omogeneizzatore si adatta bene a numerose preparazioni, aiutando i genitori non solo per quel che riguarda il nutrimento del bambino ma in operazioni quotidiane come un trito di odori con cui poter creare un piatto saporito per tutti.

Contro
Formula:

A detta di alcune persone, quanto offre il prodotto Joyello non distingue l’oggetto rispetto agli strumenti ideati per tritare alimenti per adulti, creando così poca chiarezza riguardo l’utenza finale a cui è destinato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare un omogeneizzatore

 

L’omogeneizzatore è un elettrodomestico che ha la capacità di trasformare gli alimenti solidi e liquidi in un composto cremoso che risulta più appetibile e completamente sicuro per i bimbi più piccoli. Questo strumento permette di realizzare pappe gustose, assicurando l’assenza di pezzetti di cibo che potrebbero essere addirittura pericolosi.

Un omogeneizzatore non è un frullatore, anche se qualcuno potrebbe pensare che svolga la stessa funzione. Il risultato finale non è lo stesso in termini di consistenza e inoltre un apparecchio di questo tipo riesce a immagazzinare molta meno aria rispetto a un frullatore. Quest’ultima caratteristica è forse la più importante considerando che le bolle d’aria sono spesso la causa delle fastidiose coliche e di altri disturbi del sistema digerente.

 

 

Anche cuocipappa?

In commercio è possibile trovare due principali tipologie di omogeneizzatore. La prima svolge la funzione di omogeneizzare gli alimenti di diversa consistenza, mentre l’altra è in grado di scongelare le pappe e di cuocerle, e può essere utilizzata anche per sterilizzare gli accessori del bimbo.

Ovviamente, i modelli multifunzione hanno un costo superiore rispetto a quelli base, quindi la scelta deve rispecchiare anche il budget, oltre alle necessità personali. Detto ciò, acquistare un omogeneizzatore in grado di svolgere diverse funzioni significa non avere più la necessità di acquistare un cuocipappa oppure uno sterilizzatore per accessori.

 

Come funziona?

I vari modelli di funzionano più o meno nello stesso modo, indipendentemente dal tipo di struttura che li caratterizza. La maggioranza di questi elettrodomestici è in grado di cuocere e di realizzare dei composti cremosi facili da deglutire. Per farlo funzionare basta inserire dell’acqua nella caldaia e riporre gli alimenti tagliuzzati all’interno del cestello.

A questo punto è sufficiente avviare la macchina e aspettare che compia il suo lavoro. Esistono modelli con diverse funzioni, dotati di più di un cestello, basta leggere con attenzione le istruzioni del produttore per farne il miglior utilizzo. Se vi servono spunti per delle pappe gustose da preparare a vostro figlio, vi consigliamo di chiedere prima il parere del pediatra che vi indirizzerà sulla scelta corretta degli alimenti per il bebè.  

 

 

Attenzione alla manutenzione

La manutenzione è un aspetto da non sottovalutare, perché il corretto utilizzo e la pulizia di questo elettrodomestico consentiranno una lunga durata e prestazioni costanti. La maggioranza dei modelli sono molto semplici da smontare e le varie componenti possono essere lavate in lavastoviglie.

Ricordate di smontare ogni singolo pezzo, in modo da evitare la presenza di residui al prossimo utilizzo. Leggete sempre le indicazioni riportate dal produttore per garantire una manutenzione ottimale del vostro nuovo omogeneizzatore.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.