Il miglior subwoofer passivo

Ultimo aggiornamento: 23.10.18

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere i migliori subwoofer passivi del 2018?

La potenza e la ricchezza di un impianto audio si misurano non solo dalla qualità degli altoparlanti, ma anche da un buon subwoofer capace di gestire i bassi restituendo una ricchezza del suono adeguata. In questa guida ci preme analizzare quelle specifiche che possono aiutare gli indecisi e i poco informati, tenendo ben presente la qualità e non solo il basso costo.

La prima utile distinzione riguarda la tipologia di subwoofer, che si differenzia tra modelli attivi e passivi. I primi sono dotati di un amplificatore integrato mentre i secondi ricevono l’alimentazione da un amplificatore esterno collegato con un cavo di potenza. Per chi vuole collocare in salotto il proprio impianto, è bene capire il giusto posizionamento delle casse in base alla conformazione della stanza: a differenza degli altoparlanti che si occupano delle frequenze alte, il subwoofer non necessita di un posizionamento particolare, questo perché le basse frequenze sono difficilmente percepibili e localizzabili dall’orecchio umano.

Il nostro consiglio è quello di scegliere un luogo adatto, sul pavimento, sopra un mobile o una mensola delle giuste dimensioni, evitando gli angoli così da scongiurare una cattiva propagazione del suono. La dimensione dell’altoparlante è espressa in pollici, con un range che varia da un minimo di 4 fino a un massimo di 34. All’interno di un appartamento la misura media si assesta sui 12 pollici, ovvero sui 30 centimetri. Il diametro di un subwoofer è infatti mediamente più grande rispetto alla struttura verticale degli altoparlanti, motivata dal tipo di frequenza di cui si occupa.

Nei modelli a basso costo il numero delle regolazioni possibili  è ridotto all’osso; vi suggeriamo quindi di spendere qualcosa in più e avere un miglior margine di personalizzazione e controllo, adattabile ai film o al tipo di audio che si desidera ascoltare.

Di norma, un buon set di bassi deve emergere e sentirsi nei momenti topici, così da restituire un audio ben calibrato e ricco nelle sue sfumature. Queste sono le doti che il miglior subwoofer passivo del 2018 deve mettere in tavola per conquistarsi un posto in casa vostra.

 

Prodotti raccomandati

 

Skytec 600 Watt

 

Costruzione resistente per questo subwoofer passivo, capace di soddisfare gli amanti dei bassi potenti che vogliono dare una bella scossa alle pareti di casa. L’altoparlante ha una grandezza niente male, che si assesta sui 15” pollici, corrispondenti a 38 cm di diametro.

Il sub è dotato di un ingresso per stativo, utile per chi vuole poggiarlo su un treppiedi e fornire così una base stabile durante uno spettacolo teatrale o un concerto. Gli utenti che hanno avuto occasione di provarlo, confermano la buona cura costruttiva e un montaggio intuitivo.

Il peso di 15 chili non risulta eccessivo, anche in virtù delle misure generali, e consente agli utenti di sistemarlo in punti strategici senza sforzi eccessivi. Il filtro passa basso si occupa di bloccare determinate frequenze ottimizzando il passaggio di quelle basse che, senza interruzioni e dispersioni di segnale, vengono esaltate ed emergono a dovere quando arriva il loro momento.

Acquista su Amazon.it (€119,99)

 

 

 

Malone PW-1018

 

Rivestito con materiali di buona qualità, il subwoofer è stato progettato per durare a lungo, con una resa sonora potente che raggiunge il picco massimo di 1.200 Watt. La praticità non manca grazie alla maniglia integrata, per un trasporto su palchi e una collocazione all’interno di un teatro non troppo complicata.

Buona la predisposizione agli attacchi jack e ai morsetti, per un collegamento rapido e senza problemi con la varie fonti esterne. Nella parte inferiore è presente un inserto per il collegamento con uno stativo: in questo modo si può procedere anche a una installazione su treppiede. La flangia sottostante permette anche il montaggio su due piani, creando così una struttura doppia per chi vuole dare ancora più corpo ai bassi.

Il diametro dell’altoparlante è di 38 cm, una misura ragguardevole che ne suggerisce l’uso in ambienti dedicati a spettacoli o rappresentazioni.

Acquista su Amazon.it (€139,99)

 

 

 

JBL Stage 1200B

 

Lo Stage 1200B, prodotto dal noto marchio JBL, è un subwoofer passivo da 12 pollici di diametro, equivalenti a 30 centimetri, con un design compatto che non sacrifica nulla in termini di prestazioni audio e, allo stesso tempo, gli permette di essere installato senza problemi all’interno di qualsiasi veicolo.

Ha una bobina vocale da 2 pollici di diametro e un’impedenza di 4 Ohm, ha una potenza costante di 250 Watt, con picchi occasionali fino a 1.000 Watt, mentre la sua risposta in frequenza va dai 34 fino ai 200 Hertz; la confezione contiene, oltre al subwoofer, anche la sua custodia, due adesivi JBL da applicare a piacimento e il manuale delle istruzioni.

Gli acquirenti lo hanno apprezzato molto per il prezzo vantaggioso, soprattutto considerando che JBL è uno dei marchi blasonati nel settore dell’Alta Fedeltà; anche le prestazioni sono di ottimo livello, con bassi profondi, potenti e privi di distorsioni.

Acquista su Amazon.it (€110,44)

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Macrom M2SW-801P

 

La compattezza e le misure ridotte sono le carte su cui l’oggetto gioca e vince la sfida della portabilità e della semplicità d’uso. Il subwoofer Macrom nasce con il preciso scopo di pompare i bassi all’interno di una macchina. A fronte di queste specifiche, la migliore installazione è sotto uno dei sedili o nella zona del bagagliaio. La qualità costruttiva e la cura nella realizzazione si notano già nella parte frontale, con la presenza di una griglia parzialmente rimovibile.

La bontà del subwoofer passivo si bilancia e trova un senso anche in virtù di un prezzo aggressivo e concorrenziale, motivo per cui il piccolo di Macrom si candida a miglior subwoofer passivo della categoria. La formula vincente sta nel racchiudere tanto in poco spazio, con soddisfazione del cliente e risultati che si sentono, sotto il sedile e dentro la macchina.

In tal senso la potenza massima di 250 Watt offre una scarica di bassi potenti il giusto e in grado di lasciare il segno.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.