Il miglior tagliasiepi elettrico

Ultimo aggiornamento: 14.11.18

 

Tagliasiepi elettrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Avete deciso di acquistare un bel tagliasiepi elettrico ma non sapete quale? In questa pagina trovate qualche consiglio utile per individuare il modello adatto. Nella prima parte parliamo delle caratteristiche generali di questi attrezzi, mentre nella seconda presentiamo le recensioni dei modelli che ci hanno colpito di più. Chi non ha tempo di leggere tutto può dare un’occhiata solo ai primi due classificati. Tacklife GHT1A ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, pesa appena 3,8 kg, ha la doppia accensione per evitare avvii accidentali. Il motore è da 600 watt, la lama è lunga 55 cm e il diametro di taglio è di 2 cm. Ryobi RPT4545M è un modello telescopico che arriva a 270 cm di lunghezza, alla quale bisogna aggiungere l’altezza dell’utilizzatore e quindi è ideale per chi deve potare una siepe molto alta. Non manca la testa motore pieghevole per livellare la siepe in alto. La dotazione prevede la cinghia.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior tagliasiepi elettrico

 

In questa guida ci proponiamo di dare al lettore qualche spunto utile per scegliere il tagliasiepi più adatto alle proprie esigenze. Nella classifica in basso potete inoltre confrontare prezzi e prestazioni dei modelli più apprezzati sul mercato dai consumatori: sono anche quelli che ci hanno colpito di più per rapporto tra prestazioni e prezzo.

 

 

Guida all’acquisto

 

Tipo di siepe

Il tagliasiepi elettrico è l’attrezzo preferito da chi non vuole generare troppo rumore quando pota disturbando i vicini e non vuole essere a sua volta disturbato dai fumi di combustione. Naturalmente, c’è bisogno di avere una presa di corrente non troppo distante. Se non è possibile, si può optare per un tagliasiepi a scoppio oppure a batteria.

In ogni caso, il prodotto migliore sarà quello che permetterà di gestire al meglio la propria specifica siepe. Per esempio, se la siepe è molto alta, diciamo oltre i 3 metri, un normale tagliasiepi non consentirà un taglio adeguato a meno che non si utilizzi una scala e, cioè, un sistema scomodo e anche pericoloso. Un buon tagliasiepi telescopico è quello che ci vuole in questo caso.

Si tratta di attrezzi che possono potare tranquillamente la parte bassa della siepe e, montando l’estensione, si allungano arrivando a quasi 3 metri; a questo bisogna aggiungere l’altezza dell’utilizzatore. Un buon modello dovrebbe poi sempre presentare la testa motore snodabile per tagliare in maniera perfettamente livellata e orizzontale la parte alta della siepe.

Che tipo di piante dovete tagliare? Questo è un aspetto di primaria importanza: se il diametro dei rametti è notevole, diciamo superiore ai 2 cm, molti dei modelli presenti sul mercato potrebbero non essere adatti. Meglio verificare le specifiche del produttore e magari dare un’occhiata alla recensione che ne fanno gli utenti.

Alcuni modelli hanno anche la funzione sega nella parte anteriore della lama e permettono di tagliare/segare rami anche più spessi. In basso c’è qualche esempio del genere.

 

Caratteristiche tecniche

Il diametro del ramo che il tagliasiepi riesce a recidere è solo una delle caratteristiche tecniche da verificare. Un’altra, per esempio, è la lunghezza della lama: non tutti i prodotti hanno infatti la stessa lunghezza e una lama di maggiori dimensioni consente di terminare il lavoro in meno tempo. Un conto è una lama lunga 40 cm, un altro è una lama lunga 60 cm.

Se la siepe è particolarmente fitta, intricata e difficile da tagliare meglio puntare su un modello più potente, diciamo da 500 watt in su. I modelli con doppia lama sono quelli più efficaci e consentono di ridurre anche le vibrazioni prodotte.

Per quanto riguarda la sicurezza, sono da preferire i modelli con protezione per la mano e con doppia accensione: per avviare il tagliasiepi bisogna premere due tasti, non uno, quindi un avvio accidentale dovrebbe essere scongiurato. La protezione alla fine della lama permette di lavorare vicino ai muri senza danneggiarla.

 

 

Comfort d’uso

La migliore marca di tagliasiepi potrebbe essere per qualcuno quella che produce i modelli non più performanti ma più confortevoli da usare. Il comfort d’uso è infatti un altro aspetto da non trascurare affatto. Meglio verificare il peso dell’attrezzo che, se eccessivo, potrebbe stancare presto, specialmente chi non ha molta forza fisica o chi deve lavorare per molto tempo consecutivamente.

I modelli telescopici sono quelli più difficili da maneggiare ma spesso la cinghia in dotazione (se presente) dovrebbe dare una mano a migliorare il bilanciamento.

Non deve mai mancare la doppia impugnatura: se è presente quella multiposizione, meglio, così si riuscirà a lavorare più comodamente sia in orizzontale che in verticale.

 

I migliori tagliasiepi elettrici del 2018

 

Come promesso, adesso faremo una comparazione tra quelli che sono per noi i migliori tagliasiepi elettrici del 2018: si tratta di alcuni dei modelli più venduti e apprezzati sul mercato. Scoprite quali sono!

 

Prodotti raccomandati

 

Tacklife GHT1A

Principale vantaggio:

Il vantaggio principale del tagliasiepi GHT1A, per altro comune a tutti gli elettroutensili prodotti dalla ditta Tacklife, è quello di essere disponibile a un prezzo veramente concorrenziale rispetto agli altri prodotti analoghi, presenti nella stessa fascia di mercato. Anche le prestazioni sono di buon livello.

 

Principale svantaggio:

Trattandosi di un prodotto economico, il tagliasiepi Tacklife ha comunque i suoi limiti, che nel caso specifico riguardano la velocità di taglio; la potenza di esercizio, infatti, non può essere regolata.

 

Verdetto 9.8/10

Il peso e soprattutto il prezzo del tagliasiepi Tacklife, decisamente ridotti, ne hanno decretato il successo di mercato, rendendolo uno dei modelli più richiesti.

Acquista su Amazon.it (€63,97)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Brand affidabile ed economico

Tacklife è un’azienda americana che produce utensili manuali ed elettrici, destinati per lo più a un impiego non professionale; si è affacciata da pochi anni sul mercato europeo, destando subito l’attenzione dei consumatori grazie ai suoi prezzi incredibilmente vantaggiosi.

Gli elettroutensili prodotti da Tacklife si collocano nella fascia economica di mercato, quindi offrono un livello di prestazioni decisamente soddisfacente, al pari di altri brand analoghi presenti nella stessa fascia, come Einhell per esempio; si tratta di strumenti progettati appositamente per un uso sporadico e non intensivo, per cui sono in grado di garantire una perfetta funzionalità e riuscita se non gli si richiede più di quanto siano in grado di offrire.

Gli acquirenti li ritengono soddisfacenti e interessanti, dato che sono un’alternativa economica ma, allo stesso tempo, anche molto affidabile dal punto di vista qualitativo e delle prestazioni.

Facile e sicuro da usare

Il tagliasiepi elettrico GHT1A è un modello alimentato da corrente di rete, tramite l’apposito cavo di collegamento integrato; assorbe una potenza di 600 Watt continui, nel senso che è privo di regolatore per cui, una volta acceso, il regime del motore è costante sui 600 Watt assorbiti, e la velocità di taglio non può essere aumentata o diminuita.

Nonostante questa piccola limitazione, che sembra accentuare il suo carattere spartano, il tagliasiepi Tacklife integra il sistema di accensione a due mani, per prevenire l’avviamento accidentale, la funzione di arresto rapido, che blocca la lama in mezzo secondo non appena il tagliasiepi viene spento o l’alimentazione si interrompe bruscamente, e le protezioni per le mani e per la lama; tutti sistemi che rendono il tagliasiepi Tacklife facile e anche molto sicuro da usare.

 

Elevato comfort d’uso

Il suo sistema di taglio è costituito da una lama doppia a movimento contrapposto, lunga 550 millimetri e con i denti tagliati al laser, che garantisce delle buone prestazioni di taglio, soprattutto con gli arbusti più secchi.

L’impugnatura è ergonomica e modellata in modo tale da consentire di cambiare angolo di taglio in qualsiasi momento, senza alcuno sforzo; una seconda impugnatura, sempre ergonomica, è collocata alla base del raccordo con la lama, come si usa solitamente anche sulle motoseghe.

Il comfort d’uso è stato uno degli aspetti del tagliasiepi Tacklife che gli acquirenti hanno apprezzato di più, a parte il costo ovviamente, ed è dovuto non soltanto alle impugnature ergonomiche, ma soprattutto a un peso complessivo ridotto a soli 3,8 chilogrammi, decisamente basso se comparato agli altri tagliasiepi elettrici disponibili sul mercato.

 

Acquista su Amazon.it (€63,97)

 

 

 

Ryobi RPT4545M

 

La particolarità del tagliasiepi Ryobi elettrico è di essere un modello telescopico: nello specifico, è composto da tre sezioni che, alla massima estensione, permettono di arrivare a 270 cm, l’ideale per chi ha una siepe molto alta.

In ogni caso, si può utilizzare l’attrezzo anche senza estensione – cioè senza la sezione centrale – per tagliare la parte bassa della siepe. Molto utile e pratica è la possibilità di inclinare la lama in orizzontale per livellarne bene la parte alta.

Per quanto riguarda il comfort, la maggior parte degli utenti si dice soddisfatta perché l’impugnatura ergonomica antiscivolo aiuta parecchio e la cinghia in dotazione serve a molti per trovare la giusta posizione e quindi per fare meno fatica.

La lama è lunga 45 cm, la potenza del motore è di 450 watt e, come conferma la maggior parte degli utenti, le prestazioni di taglio sono ampiamente soddisfacenti.

Acquista su Amazon.it (€129)

 

 

 

Bosch AHS 45-26

 

Nei nostri consigli d’acquisto non poteva mancare un tagliasiepi elettrico Bosch. Di questo modello, in particolare, colpiscono due elementi: la leggerezza e la maneggevolezza. Si tratta infatti di un attrezzo che pesa appena 3,5 kg, il 10% in meno della versione precedente. Il vantaggio è che diminuisce la fatica quando lo si impugna per tanto tempo.

È, inoltre, un modello dalle dimensioni compatte, con doppia impugnatura, di cui quella frontale multiposizione per trovare sempre l’assetto migliore quando si pota, qualunque sia l’angolazione scelta, per tagli in verticale o in orizzontale. Compatto e leggero, non è però pensato per siepi molto estese, ma solo medie.

Tenendo conto di questo, le prestazioni sono superiori: il tagliasiepi ha una buona potenza, 550 watt, e consente di tagliare rametti anche di 2,6 cm di diametro. La parte anteriore può in realtà essere usata come una vera e propria sega per tagliare rami anche di 3,2 cm.

Non manca la protezione per la mano e quella anteriore per la lama che consente di lavorare con tranquillità anche vicino ai muri.

Acquista su Amazon.it (€129,85)

 

 

 

Varo POWXG2042

 

Il tagliasiepi elettrico professionale Powerplus distribuito da Varo ha soddisfatto le esigenze della maggior parte degli utenti: le prestazioni offerte sono infatti superiori a quelle degli altri modelli analizzati qui. La potenza del motore è notevole, ben 750 watt, la lama è lunga 56 cm e taglia rametti di 2,7 cm di diametro: insomma, è un attrezzo adatto a chi ha siepi non semplici da gestire.

Si tratta inoltre di un tagliasiepi elettrico telescopico che, alla massima estensione, arriva a 2,8 metri di altezza per potare siepi alte, anche in orizzontale grazie allo snodo della testa motore che consente di livellarne la parte superiore, cambiando anche angolazione.

È un tagliasiepi bello robusto e per questo non leggerissimo, particolare di cui tener conto, specialmente quando lo si utilizza in verticale con l’estensione.

Acquista su Amazon.it (€123,9)

 

 

 

Matrix 320100081 500W

 

Come scegliere un buon tagliasiepi elettrico che sia davvero economico? Noi consigliamo di dare un’occhiata a questo modello, tra i più venduti online. Non è certamente un attrezzo professionale ma svolge egregiamente il suo lavoro su una siepe non troppo grande.

Il motore ha infatti una discreta potenza, 500 watt, e la lunghezza della lama è di 46 cm. Il diametro dei rametti che riesce a tagliare non è specificato ma non si arriva a 2 cm.

Dotato di doppia impugnatura e protezione per la mano, questo attrezzo è compatto, maneggevole e leggerissimo, appena 3,2 kg!

Gli utenti sono complessivamente molto soddisfatti per l’ottimo rapporto qualità/prezzo: il costo imbattibile lo rende, in effetti, ideale per chi non sa quale tagliasiepi elettrico comprare spendendo il meno possibile.

Acquista su Amazon.it (€49,8)

 

 

 

Tacklife GHT1A

 

Uno dei migliori, se non il miglior tagliasiepi elettrico per qualità/prezzo è questo modello Tacklife. Come confermano gli utenti, si tratta di un tosasiepi molto maneggevole e comodo da impugnare e usare: la doppia impugnatura consente di trasportarlo in maniera più bilanciata e sicura. Poi pesa solo 3,8 kg, quasi un record.

Proprio per quanto riguarda la sicurezza, il tagliasiepi presenta due importanti accorgimenti: la protezione per la mano e la doppia accensione. In pratica, quando si vuole avviare l’attrezzo bisogna premere due tasti, in questo modo si evitano avvii accidentali.

Il tagliasiepi Tacklife è a doppia lama e questo consente non solo di tagliare più efficacemente ma anche di ridurre le inevitabili vibrazioni che si presentano, rendendo ancora una volta il lavoro più confortevole. La protezione evita che la lama possa rovinarsi quando si lavora vicino ai muri.

Per quanto riguarda le prestazioni, la notevole potenza del motore da 600 watt assicura un taglio rapido di fiori, siepi e rametti fino a un diametro di 2 cm e lunghezza di 55 cm.

Acquista su Amazon.it (€63,97)

 

 

 

Come utilizzare un tagliasiepi elettrico

 

Tra le tante opere di manutenzione che richiede un giardino, c’è anche la cura delle siepi. Se il vostro spazio ne è provvisto, allora non potete farvi mancare un tagliasiepi elettrico che, naturalmente, andrà usato nel modo appropriato. Nelle righe che seguono daremo diverse informazioni che pensiamo possano essere di interesse per tutti i nostri lettori dal pollice verde e pertanto vi invitiamo a proseguire nella lettura.

 

 

Quando usare il tagliasiepi

L’elemento fondamentale del tagliasiepi è la lama a pettine, anzi, le lame a pettine. Queste, infatti agiscono insieme con i denti sovrapposti. Il tagliasiepi permette di eseguire tagli lineari e precisi. Ma quando, esattamente, bisogna fare ricorso a questo importante attrezzo?

Va impiegato per la manutenzione ordinaria, dunque, con una certa periodicità. Ci sono casi poi, dove il tagliasiepi può non bastare, perché magari i rami da tagliare, complice l’incuria, sono diventati troppo grossi o si è deciso per una riduzione drastica delle siepi. Per situazioni del genere è necessario ricorrere ad altri attrezzi come il troncarami, il segaccio e per i casi più estremi, la motosega.

 

Il taglio

Quando si ha l’esigenza di tagliare la siepe è necessario far scorrere la barra dell’attrezzo orizzontalmente. È importante tenere le braccia sempre alla stessa altezza se si vuole un taglio lineare. È opportuno avere un punto di riferimento.

Dunque, stendete una lenza all’altezza che desiderate, impugnate con decisione l’attrezzo e procedete lentamente, spostandovi lungo la siepe. Arrivati alla fine, ripetete il percorso a ritroso per perfezionare il taglio, eliminando qualche ramoscello che vi è sfuggito.

 

 

La manutenzione

A differenza di un tagliasiepi a scoppio, quello elettrico non impegna eccessivamente sotto il profilo della manutenzione. La parte più delicata sono le lame: è importante che siano ben lubrificate, operazione che andrebbe svolta dopo ogni utilizzo.

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.