Il miglior asciugabiancheria elettrico

Ultimo aggiornamento: 25.09.20

Asciugabiancheria elettrici – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Specialmente nel periodo invernale, asciugare i capi all’aria aperta è un’impresa impossibile a causa di maltempo e di umidità. Un asciugabiancheria elettrico può essere un valido aiuto per chi non vuole aspettare giorni prima che gli indumenti siano pronti. Meglio un modello a condensa o a evacuazione? Dipende molto dalla spesa che intendete effettuare. Valutate l’impiego di energia, che sarà sempre abbastanza elevato, ma potrà essere più contenuto se l’elettrodomestico è di classe A. Il plus della silenziosità vi permette di utilizzarlo di notte, per avere al mattino i capi pronti. Consultate la nostra guida per un aiuto in più: qui trovate un’anteprima dei prodotti che preferiamo. Il primo è il Rayen 6175 copri stendibiancheria con riscaldamento cui bastano poche ore per restituirvi il bucato asciutto. Subito dopo viene DCG Eltronic SB8325, semplice ed economico, che può fungere anche da stufa mentre scalda i tessuti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior asciugabiancheria elettrico

 

Stendere i panni dopo averli lavati è un’operazione necessaria ma estremamente noiosa. E da qualche anno a questa parte nemmeno così fondamentale se disponi di un asciugabiancheria elettrico, un elettrodomestico che sta avendo sempre più successo.

Qui di seguito abbiamo messo in risalto quali aspetti dovrai tenere in considerazione nel momento in cui vorrai acquistare un prodotto di questo tipo. La nostra guida è poi completata dalle recensioni dei migliori modelli in vendita sul mercato a nostro giudizio.

21

 

Guida all’acquisto

 

A condensa o a evacuazione

Dall’aspetto molto simile a quello di una lavatrice, le asciugatrici sono in grado di assorbire l’umidità del bucato nonché produrre aria calda che ne completa l’asciugatura. Sul mercato potrai trovare due tipologie di elettrodomestici di questo tipo tra cui scegliere: a condensa o a evacuazione. In che cosa differiscono? Fondamentalmente nella gestione dell’acqua che si forma al termine del processo di asciugatura.

Nelle asciugatrici a condensa, infatti, l’acqua viene raccolta in un apposito contenitore che, di tanto in tanto, deve essere svuotato. Tipicamente tutti i modelli più recenti dispongono di un indicatore che si illumina per comunicare che è necessario effettuare l’operazione.

I modelli a evacuazione, invece, hanno la necessità di essere collegati a uno scarico in modo da espellere l’acqua generatasi nel processo di asciugatura. In questo caso l’ideale sarebbe posizionare l’asciugatrice nello stesso locale della lavatrice, così da sfruttarne l’impianto di scarico.

Esistono poi alcuni modelli che abbinano le funzioni di lavatrice a quelle di asciugatrice, proponendo un elettrodomestico 2 in 1 estremamente comodo, visto che consente di ottenere il bucato pulito e asciutto in un colpo solo. Come spesso succede però tanta comodità si paga, visto che questi apparecchi hanno costi ancora piuttosto elevati.

 

Risparmio e rumorosità

L’alternativa all’utilizzo dell’asciugatrice è quella di stendere i panni in casa o all’aperto. Il confronto in termini di risparmio è imparagonabile, visto che al costo dell’asciugabiancheria dovrai aggiungere quello della corrente elettrica durante l’utilizzo. Nonostante sul mercato ci siano sempre più modelli con classe energetica A+++, l’impatto sulla bolletta della luce è ancora consistente.

Oltre alla classe energetica, valuta anche l’acquisto di un apparecchio che non sia troppo rumoroso così da poterlo utilizzare anche nelle ore notturne, che garantiscono un prezzo inferiore in bolletta.

Soppesa con attenzione anche l’ampiezza del cestello, in relazione sia al numero dei componenti il tuo nucleo familiare, sia in relazione alle dimensioni della tua lavabiancheria, considerando che mediamente le asciugatrici hanno una capienza inferiore.

22

Questione di spazi

Nella scelta di un elettrodomestico le sue dimensioni sono una discriminante fondamentale e uno degli aspetti che si collocano ai primi posti della classifica di quelli di cui tenere conto.

Tutte le migliori marche propongono modelli con il tradizionale oblò, che sono più ingombranti e necessitano di uno spazio superiore per consentire una confortevole apertura, e modelli con carica dall’alto, più compatti e facili da collocare anche in ambienti non particolarmente ampi.

Mettendo a confronto i prezzi, infine, noterai come ci siano anche grandi differenze tra un’asciugatrice e l’altra. I motivi sono molteplici e sono legati alla capacità di carico, alla classe energetica, all’integrazione di varie tecnologie come per esempio i tasti a sfioramento oppure la capacità di asciugare tessuti specifici, come lana o delicati.

I migliori asciugabiancheria elettrici del 2020

 

Ottimizzare lo spazio senza perdere in termini di resa e prestazioni quando si tratta di curare la propria biancheria, a volte, è un imperativo categorico. Case senza balconi o in luoghi spesso umidi o piovosi necessitano l’intervento dell’elettrodomestico adatto.

Vediamo insieme una carrellata degli asciugabiancheria più performanti oggi disponibili sul mercato. Abbiamo fatto una selezione tra i migliori prodotti disponibili on line, sicuri che i nostri consigli per l’acquisto faciliteranno la comparazione tra le offerte proposte.

 

Prodotti raccomandati

 

Rayen 6175 copri stendibiancheria con riscaldamento

Principale vantaggio

Consente di avere il bucato asciutto in poche ore, un tempo decisamente inferiore rispetto a quello necessario senza il suo ausilio quando le giornate sono fredde  e umide.

 

Principale svantaggio

I consumi non sono di poco conto, il termoventilatore per portare a compimento la sua “missione” deve restare acceso anche per 4 o 5 ore.

 

Verdetto 9.7/10

Forse non sarà la migliore soluzione possibile ma quanti non hanno la disponibilità di una asciugatrice dovrebbe seriamente prendere in considerazione il Rayen se desiderano il bucato asciutto in poche ore.

Acquista su Amazon.it (€29,64)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Asciuga in poche ore

In inverno asciugare il bucato è sempre un problema, lo sappiamo tutti e spesso capita di non avere dove stendere gli indumenti proprio a causa del prolungarsi dei tempi di asciugatura sullo stendino. Una soluzione questo problema comune può essere il copri stendibiancheria Rayen che si compone di due elementi: una copertura in PVC e quello che in sostanza si tratta di un termoventilatore. 

Il principio di funzionamento è semplice: la copertura evita la dispersione del calore generato dal termoventilatore che va posizionato in basso. Il calore resta concentrato in un’area circoscritta e il bucato asciuga prima. 

Non aspettatevi miracoli o peggio che il Rayen funzioni come una asciugatrice, si prende il suo tempo che generalmente varia dalle 3 alle 5 ore che è comunque molto meno del tempo che si impiegherebbe ad asciugare il bucato senza il suo aiuto durante le giornate fredde e umide.

Compatibilità

Ma per quali tipi di stendini è adatta la copertura? Diciamo che va bene per la maggior parte ma da qui a dire che è universale ce ne passa. Non ci sono problemi con stendini di misura standard, indipendentemente dalla marca ma come fatto notare da qualche cliente, con quelli un po’ più grandi ci sono dei problemi. Assolutamente da escludere gli stendini a torre. 

L’uso è semplice in quanto la copertura calza praticamente come un guanto (lo stendino deve essere completamente aperto quindi anche le due estensioni laterali). C’è una finestra frontale che dà modo di osservare il bucato anche se la sua utilità pare essere più che altro estetica se non addirittura fine a se stessa. 

Sulla parte superiore della copertura, invece, ci sono dei fori utili per lasciar passare l’aria. La grossa delusione della copertura sono le cerniere la cui qualità è di basso livello e per questo in molti le hanno fatte sostituire.

 

Consumi

Da un punto di vista dei consumi conviene l’utilizzo di questo dispositivo? È innegabile che ha la sua incidenza sulla bolletta, parliamo comunque di un termoventilatore in funzione anche cinque ore. Questo è un aspetto che va tenuto in considerazione, è vero che costa infinitamente meno di una asciugatrice ma forse a lungo andare i costi sono superiori. 

Certamente per evitare sprechi energetici il bucato dovrebbe essere centrifugato e lo stendino non andrebbe riempito all’inverosimile per non rendere difficoltosa la circolazione dell’aria calda. Un’altra cosa da segnalare è l’assenza di istruzioni in italiano, una mancanza comunque colmata dalla semplicità di utilizzo del Rayen. Concludiamo precisando che la confezione non comprende anche lo stendino.

 

Acquista su Amazon.it (€29,64)

 

 

 

DCG Eltronic SB8325 

 

2.DCG Eltronic SB8325Continuiamo la nostra panoramica tra i migliori asciugabiancheria elettrici vendute online, dando un’occhiata a questo modello semplice ed economico che ci ha colpito per la praticità con cui può essere usato.

Si tratta del classico modello a pallone dove possono essere stesi fino a 5 chili di biancheria che si asciugano grazie all’aria calda emessa dall’elemento riscaldante ceramico, che soffia in ogni direzione. Dato che si estende in altezza questo elettrodomestico non occupa troppo spazio: è alto 152 cm e largo 66 quindi sta bene in veranda come in un angolo della lavanderia dove i capi umidi si asciugano velocemente, ma senza rischiare di creare umidità e muffa in casa. L’ideale se si vuole aggiungere comfort alla casa in montagna, per esempio, dove il clima non sempre facilita il cambio d’abito frequente, mentre caricando i bracci con moderazione e facilitando la circolazione dell’aria tra i capi, si ha un ciclo di asciugatura veloce e silenzioso.

Questo asciugabiancheria a pallone ha riscontrato pareri entusiasti in tutta Italia e ha ottenuto anche la nostra approvazione. Dai uno sguardo al lungo elenco di pregi per capire il perché.

Pro
Poco ingombrante:

Occupa uno spazio molto ridotto, dato che si estende soprattutto in altezza. Potrai, quindi, disporlo comodamente in lavanderia, in bagno o in altre zone della casa.

Silenzioso:

Rispetto al modello precedente, non c’è paragone. Emette un rumore appena percettibile a meno che la ventola non sia al massimo.

Economico:

Visti i prezzi bassi a cui lo si acquista, è un’ottima scelta anche per chi ha un asciugabiancheria elettrico come quello recensito in precedenza e vuole un’alternativa con caratteristiche diverse.

Fa da stufa:

Dato che è semplice spostarlo da una stanza all’altra, puoi anche sfruttarlo mentre asciughi i panni per scaldare una camera piccola e troppo fredda per i tuoi gusti.

Contro
Per le emergenze:

Dato che non permette di asciugare un intero carico di lavatrice alla volta, il prodotto dà il suo meglio come asciugatrice d’emergenza, in grado di farci trovare pronto il giorno dopo un ricambio.

Acquista su Amazon.it (€41,99)

 

 

 

 

P.I.E.S.L Dry Baloon 

 

3.P.I.E.S.L D3535115Vediamo insieme le caratteristiche di quest’asciugabiancheria a pallone che funziona emettendo aria calda che circola attraverso i panni stesi. Piuttosto capiente, ospita un’intera lavatrice grazie alla sua capacità di 10 chili, permette di risolvere in poche ore le esigenze di asciugatura dei capi anche se fuori piove da giorni e l’umidità rasenta il 100%.

Ci è sembrato essere il migliore asciugabiancheria elettrico ad aria anche perché i dettagli di costruzione ne fanno un oggetto particolarmente affidabile e versatile. Raggiunge la temperatura di 65°, ideale per sterilizzare i capi al suo interno, occupa poco spazio vista l’altezza di 142 cm che si combina con i bracci di alluminio resistenti ma leggeri, così come il resto della struttura, per asciugare in fretta capi sintetici sia di cotone. Il rivestimento del pallone è in poliuretano particolarmente resistente e dotato di zip che isola i panni anche dopo avere finito il ciclo di asciugatura.

Dopo l’uso, l’intero elemento si smonta occupando il minimo ingombro, dettaglio non di poco conto se si immagina di farne un uso solo al bisogno.

La recensione prosegue di nuovo sottoponendo alla tua attenzione una lista dei pro e dei contro dell’asciugabiancheria. È forse questo il modello che fa al caso tuo?

Pro
Igienizza:

L’aria emessa raggiunge una temperatura di 65 gradi, sufficiente a conferirle proprietà igienizzanti. Oltre a riscaldare e asciugare i tuoi vestiti, quindi, li starai anche rendendo più igienici.

Smontabile:

Una volta svolto il suo compito, può essere facilmente smontato e riposto con un minimo ingombro. L’ideale, quindi, per chi prevede di utilizzarlo solo di tanto in tanto.

Rapido:

Più rapido del modello precedente nell’asciugare i panni, completamente o quel tanto che basta per indirizzarli verso una buona asciugatura naturale.

Contro
Contenere le pretese:

Anche se l’asciugabiancheria permetterebbe, in teoria, di asciugare fino a 10 kg di bucato, in realtà bisogna assolutamente evitare di caricarlo troppo (non andremmo oltre i 5 kg) se si vuole che svolga la sua funzione in maniera efficace.

Acquista su Amazon.it (€41,99)

 

 

 

Concise Home Asciugatrice elettrica

 

Attraverso un sistema di asciugatura che si appoggia a un elemento riscaldante da 1.000 watt, Concise Home, avvolge e aiuta ad asciugare un gran numero di panni, liberando l’utente dall’annosa attesa dello stendino classico. 

Un pratico telecomando contribuisce a monitorare e modificare la temperatura di servizio, con un sistema di aggancio a parete ideale per non perdere di vista il supporto. Montaggio rapido e una struttura avvolgente, chiudono letteralmente i panni in un involucro protettivo. 

L’obiettivo è l’eliminazione dell’umidità, con un carrello che scorre bene anche grazie alle rotelle posizionate sulla base. Il design del sistema asciugante è stato ottimizzato, con una protezione a prova d’acqua e anti incendio, così da lasciare il supporto a lavorare senza brutte sorprese.

Pro
Materiali:

I pannelli in acciaio costituiscono un’intelaiatura solida e versatile, così da reggere al meglio anche il peso di panni più ampi in modo efficace.

Design:

Il sistema che avvolge e protegge l’elemento riscaldante trova posto nella zona inferiore dell’asciugatrice, emettendo la giusta quantità d’aria calda. Il tutto poi è avvolto da un telo che lascia massima libertà all’aria di circolare, così da penetrare a fondo nei tessuti.

Tenuta:

Il carico massimo di panni è 15 chili, con un supporto riscaldante in ceramica, efficace e quindi in grado di ottimizzare al meglio durata e tempistiche. Un punto a favore per chi cerca un prodotto solido e che mantiene quanto promesso.

Contro
Tempistiche:

Non tutti hanno apprezzato il lavoro dell’asciugatrice. Si critica in particolare una durata eccessiva nel risolvere ed eliminare gli ultimi residui d’acqua e umidità nelle lenzuola. Un aspetto dunque su cui il produttore dovrebbe intervenire.

Acquista su Amazon.it (€69,99)

 

 

 

Fishtec Stendino Elettrico 8 fili Alluminio

 

Se siete tra quelli che amano il classico ma non disdegnano neanche una scossa alla tradizione, lo stendino elettrico di Fishtec potrebbe unire la vostra anima reazione con un tocco di design semplice ed efficace. 

Rivestimento in alluminio  per le otto barre che formano la struttura su cui collocare diversi panni. Una copertura studiata ad hoc e che consente di riscaldare e asciugare al meglio tutti gli indumenti inseriti. Ai lati sono presenti due grandi barre, pensate nella duplice funzione di bilanciamento e di passaggio di corrente.

Il tutto ovviamente, abilmente nascosto e isolato. Basta collegare la spina e visualizzare il raggiungimento della temperatura sul bottone luminoso. Una struttura che si stabilizza in due minuti, senza particolari necessità se non il giusto spazio e una presa di corrente nelle vicinanze.

Pro
Materiali:

Alluminio nelle strutture portanti, con un sistema di riscaldamento efficace e che realmente svolge in modo ottimale il suo compito, riscaldare in tempi brevi con un indice di protezione e una componentistica di livello.

Versatilità:

Il collegamento attraverso la spina è ben progettato, con la chiusura tipica di uno stendino, ma con l’aggiunta del riscaldamento a semplificare molto tutto il processo.

Rapporto qualità/prezzo:

La scelta del modello Fishtec risponde alla richiesta di chi punta a un prodotto di buona fattura, ottimo per chi cerca una soluzione economica ed efficace, così da velocizzare tutto il processo di asciugatura dei panni durante la stagione invernale.

Contro
Altezza:

La lunghezza delle gambe e del posizionamento dello stendino è troppo bassa per consentire una collocazione comoda dei panni. L’utente è costretto così a piegarsi per stendere.

Acquista su Amazon.it (€44,9)

 

 

 

Mentalshopwb ZHV500

 

Per scegliere il miglior asciugabiancheria elettrico del 2020 bisogna tenere conto delle proprie necessità, anche in fatto di consumi. Questi oggetti possono infatti portare a spendere molto in bolletta, incidendo pesantemente sul bilancio famigliare.

Mentalshopwb propone un modello che ha una potenza da 900 watt e che consente di asciugare più indumenti allo stesso tempo, in modo molto silenzioso, per risparmiare sul consumo di energia elettrica. Questo prodotto si serve dell’aria calda per rendere i capi pronti ed è utile a creare un piacevole tepore nella stanza nel quale è collocato.

Il box montato ha dimensioni di 150 x 71 x 45 cm e occupa uno spazio abbastanza ampio: considerate questo aspetto se non avete a disposizione un appartamento grande. Fortunatamente è richiudibile e può essere messo via quando non viene usato.

Il tempo di asciugatura risulta superiore a quanto dichiarato dall’azienda: più di due ore, secondo alcuni utenti che avrebbero preferito un modello più efficiente. Utile il timer, impostabile a 180 minuti, per non dover essere sempre nelle vicinanze e avere la garanzia che l’asciugatrice si spegnerà automaticamente quando avrà terminato il suo ciclo.

La nostra guida per trovare il miglior asciugabiancheria elettrico prosegue indicandoti un link dove acquistare questo modello. Andiamo a rivedere i suoi pregi e difetti nel dettaglio.

Pro
Aria calda:

Questo modello riesce ad asciugare i capi grazie all’aria calda. Per questo motivo, la stanza nella quale viene posto sarà avvolta da un piacevole tepore e non avrete bisogno di accendere il riscaldamento.

Richiudibile:

Quando non ne avete bisogno, può essere facilmente richiuso per non occupare spazio inutilmente in casa.

Capiente:

L’asciugatrice è abbastanza grande da ospitare più capi alla volta, per farvi guadagnare tempo e non dover aspettare troppo per aver pronto un solo indumento.

Timer:

È impostabile a 180 minuti e garantisce lo spegnimento in automatico, permettendovi di allontanarvi in tutta sicurezza.

Contro
Tempo di asciugatura:

Secondo alcuni utenti, il tempo impiegato dal prodotto a rendere pronti i capi è superiore a quanto dichiarato dall’azienda. Si deve perciò pazientare più di due ore.

Acquista su Amazon.it (€57)

 

 

 

Come usare l’asciugabiancheria elettrico

 

Spesso far asciugare il bucato può essere un problema e richiedere anche un paio di giorni. Innanzitutto, non sempre si dispone di un balcone, di un terrazzo o di un giardino, ma anche in questi casi fortunati, in inverno il problema è abbastanza presente. Quando poi si è costretti a far asciugare gli abiti all’interno della casa, non ne parliamo… anzi, invece parliamone perché una soluzione può essere l’asciugabiancheria elettrico.

Come funziona

Per prima cosa è importante non confondere l’asciugabiancheria elettrico con l’asciugatrice. Nel nostro caso parliamo di un qualcosa molto simile  a uno stendino, almeno nella maggior parte delle volte. In generale questo tipo di asciugatrice si compone di un sostegno per il bucato ad asta, una resistenza, un ventilatore e una copertura.

Una volta inserita la spina, la resistenza comincia a scaldarsi mentre un ventilatore spinge l’aria calda in direzione degli abiti. Per effetto dell’aria calda, la copertura si gonfia, prendendo la forma di un pallone. L’aria permane all’interno del pallone e in questo modo gli abiti si asciugano.

 

La potenza

Chiaramente più l’asciugabiancheria è potente e più in fretta porterà al termine il suo lavoro. Ovviamente, più potenza significa anche maggiori consumi energetici. Possiamo affermare che per ottenere risultati in tempi ragionevoli, servono almeno 2.000 W di potenza.

 

La disposizione della biancheria

Per un’asciugatura omogenea è fondamentale sistemare con cura la biancheria. Questo significa, innanzitutto, che non bisogna esagerare con la quantità e poi, evitare il contatto tra gli abiti. Il motivo è semplice: i punti di contatto tardano ad asciugarsi.

La centrifuga

È molto importante che gli abiti siano stati centrifugati prima di usare l’asciugatrice e non solo perché l’acqua non deve gocciolare: maggiore è il numero di giri della centrifuga e minore sarà il livello di umidità del bucato. In questo modo sarà necessario meno tempo per avere gli abiti asciutti.

 

Da usare solo in caso di reale necessità

Un asciugabiancheria elettrico è certamente utile ma è bene usare solo in caso di estreme necessità. Se si ha la possibilità di stendere il bucato all’aperto, è meglio. Probabilmente la soluzione ideale è di utilizzare l’asciugatrice per completare l’asciugatura degli abiti, dunque, stenderli all’aperto finché possibile e poi, magari quando cala la notte, dare un ultimo tocco con questo elettrodomestico.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Sciugarella – asciugabiancheria elettrica ad aria

 

Principale Vantaggio:

La semplicità d’installazione fa il paio con una potenza adeguata, ideale per asciugare fino a sette chili di panni. Buona anche la silenziosità una volta attivata l’asciugatrice, con quattro livelli di asciugatura. 

 

Principale Svantaggio:

Si lamenta da più parti la difficoltà nella gestione del supporto in assenza di un telecomando dedicato con cui selezionare e attivare il dispositivo. A questo proposito in tanti avrebbero gradito questa specifica, evitando di dover salire e raggiungere così l’accensione. 

 

Verdetto: 9.5/10

Sciugarella viene incontro ai desideri degli utenti che preferiscono una via alternativa alla gestione dei panni. Con un’ampiezza di soli 60 cm, può essere collocata in maniera pratica a parete o su un soffitto, con un sistema di montaggio pratico e una personalizzazione della potenza su quattro diversi livelli.

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE GENERALI

 

Pratica

Per chi deve affrontare questioni annose di spazio, la soluzione di un’asciugatrice a parete riesce a dare realmente una mano. Il sistema di asciugatura lavora grazie a due potenti motori, con un picco massimo di 2.050 watt nella modalità rapida di un’ora. 

Si può così gestire e monitorare lo stato dei panni, collocabili su una sbarra porta stampelle ampia e dalla tenuta affidabile. Nella parte superiore è possibile poi scegliere il modo migliore per asciugare e mettere al loro posto maglie, giacche e svariati altri indumenti.

 

Personalizzabile

A seconda del numero e della mole di panni, Sciugarella mette a disposizione un sistema a braccetti mobili. Si riesce così a impostare i diversi panni secondo la lunghezza e le tempistiche necessarie. Anche lenzuola e coperte leggere possono essere ospitate, con l’acquisto a parte di stampelle ad hoc, pensate per una gestione ottimizzata di indumenti particolari. 

All’interno della confezione è incluso un manuale d’istruzioni dettagliato, che segue passo dopo passo l’utente con immagini a corredo. Il montaggio, la regolazione della potenza e la modularità del flusso d’aria, tutti questi aspetti vengono incontro all’utente finale, in un mix vincente di praticità e funzionalità.

 

Efficace

Due motori a pale, erogano una diversa potenza d’aria, con in più la questione dell’umidità e della forma dei panni risolte brillantemente. Il flusso infatti favorisce una stiratura naturale degli indumenti, fermo restando anche la correttezza dell’utente nel disporre al meglio la biancheria. Anche a pieno regime, l’asciugatrice resta silenziosa, non andando a ingombrare nella posizione scelta e con un rapporto tra spesa e consumi che guarda al risparmio e all’ottimizzazione.

 

 

Storeingross StendiRapido

 

Ci è piaciuto questo modello che in fondo è un semplice stendibiancheria un po’ più sofisticato. Ideale per risolvere il dubbio su quale asciugabiancheria elettrico comprare se non si hanno esigenze particolarmente speciali.

Funziona semplicemente riscaldando tramite resistenza le barre metalliche a cui appendere i panni; ce ne sono sei e tutte realizzate in alluminio anodizzato, cioè trattato in modo da non arrugginire, e dotato di protezione contro le infiltrazioni d’acqua come raccomandato dalla normativa europea.

Quindi se abbiamo già l’abitudine di stendere la biancheria in casa, magari lasciando uno spiraglio alla finestra per facilitare il circolo d’aria in lavanderia, questo comodo elettrodomestico darà quella spinta in più perché i capi si asciughino un po’ più in fretta. Consuma poco, quanto una vecchia lampadina a incandescenza, cioè 100 watt, e tale è la sua resa che si può comunque ottimizzare stendendo in orizzontale su più barre quello che vogliamo si asciughi un po’ più rapidamente.

Anche un prodotto così diverso dagli altri va giudicato in base a pregi e difetti che manifesta. Eccone un elenco dettagliato che ti aiuterà a prendere la decisione migliore.

Pro
Economico:

Il più economico tra i sistemi elettrici per asciugare la biancheria che ti proponiamo nella nostra classifica, ha anche consumi estremamente ridotti, che non superano quelli di una lampadina a incandescenza da 100 watt.

Capiente:

Con questo particolare asciugabiancheria non avrai problemi ad asciugare in un colpo solo tutto il bucato lavato in lavatrice. Oltretutto, lo ritroverai già pronto per essere stirato con uno sforzo minimo.

Contro
Risultati relativi:

Visto anche il prezzo, non bisogna aspettarsi miracoli. Il prodotto serve principalmente a evitare che i panni possano prendere cattivo odore legato all’umidità, non ad asciugarli completamente in un batter d’occhio.

Basso:

Purtroppo, lo stendino risulta un po’ basso per alcuni indumenti come le camicie e per le lenzuola, che arrivano facilmente a strisciare sul pavimento. Che svista!

 

 

 

Kooper 2165371

 

Concludiamo la rassegna dei nostri consigli su come scegliere un buon asciugabiancheria compatto, proponendo questo modello molto semplice seppure con caratteristiche interessanti.

A fronte di un consumo di 900 W permette di asciugare un intero carico di una lavatrice di medie dimensioni. Alto 170 cm e largo 70, è abbastanza voluminoso per dare spazio a capi più ingombranti che una maglietta o una camicia. Ma se si intende usare questa asciugatrice con lenzuola o asciugamani, sarà necessario riempire a più riprese i bracci perché troppi panni tarderebbero parecchio ad asciugare.

Si può programmare in base al tipo di lavoro da svolgere, al massimo per un’ora e mezza, e raggiunge la temperatura di 70 gradi assicurando igiene e delicatezza nel trattamento dei tessuti. Chi ha poco tempo a disposizione e deve ottimizzarlo per semplificare le faccende di casa, sa che attendere giorni prima che i vestiti siano asciutti può essere deleterio: se casa è spesso umida e le giornate piovose molto frequenti, forse questo elettrodomestico non risponde alle reali necessità, al contrario se si cerca un aiuto per accelerare quello che un semplice stendibiancheria fa discretamente, è possibile interrompere la ricerca.

Gli asciugabiancheria elettrici a pallone stanno vivendo un periodo di grande popolarità e per questo abbiamo deciso di proportene ben tre modelli diversi. Sfrutta l’elenco di pregi e difetti per capire qual è il più conforme alle tue esigenze.

Pro
Asciugatura delicata:

L’asciugatrice targata Kooper permette di agire sul bucato in maniera non invasiva, rispettando le caratteristiche dei tessuti. Perfetto per quei prodotti che hai lavato a mano proprio perché molto delicati.

Pratico:

Occupa molto poco spazio, e ancora meno quando non è in funzione. Pesa appena 4 kg, per cui si fa presto a spostarlo da una stanza a un’altra, sfruttando il suo funzionamento per riscaldare l’ambiente.

Contro
Asciugatura lenta:

Se si ha una fretta indiavolata di avere pronti i propri panni, meglio scegliere un altro tipo di prodotto. Inoltre, più è carico più fatica fa a consegnare indumenti del tutto asciutti.

Fragile:

Sembra il meno solido tra gli asciugabiancheria elettrici a pallone che ti abbiamo suggerito. Meglio maneggiarlo con cura.

 

 

MentalShopwb ZHV500

 

Principale vantaggio:

È una vera e propria cabina armadio che consente di mettere i vestiti in ordine nella loro stampella e lasciarli lì anche per qualche giorno in più del necessario, visto che non corrono il rischio di impolverarsi.

 

Principale svantaggio:  

Non è una vera e propria asciugatrice come quelle che si usano in combinazione con la lavatrice. Ha tempi un po’ lunghi e richiede un po’ di pazienza prima che il ciclo sia completo.

 

Verdetto: 9.8/10

Buona la possibilità di mettere i vestiti già negli appendiabiti e lasciare che i tessuti si stendano completamente senza aver poi bisogno del ferro da stiro. Lo spazio a disposizione è abbastanza e qui trovano posto parecchi abiti su due aste di sostegno. I consumi sono contenuti e i risultati soddisfacenti.

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Panni asciutti in poco tempo

Per funzionare bene un asciugabiancheria elettrico deve poter fare una sola cosa: liberare presto e bene i capi lavati dell’umidità residua. Per farlo ogni elettrodomestico usa un sistema diverso, qui la macchina è in grado di lavorare sui panni stesi come se fossero appesi allo stendino e quindi è anche in grado di stenderne le fibre e lasciarli morbidi come fossero stirati. Una soluzione intelligente che consente di avere a disposizione i capi più difficili da asciugare in quelle giornate uggiose d’inverno o autunnali in cui sembra che tutta l’aria sia pervasa di umidità e che jeans e felpe impieghino un’eternità a essere di nuovo pronti per essere indossati.

La possibilità di mettere via l’asciugatrice quando non serve ne indica la perfetta compatibilità con l’uso saltuario. Non è indispensabile tenerla in funzione tutto l’anno e quindi anche il suo ingombro diventa poi nullo quando tornano le belle giornate. È completamente pieghevole e venduta insieme a un pratico sacco contenitore per poter stare via in poco spazio ed essere tirata fuori solo quando è il caso.

 

Rimane il profumo dell’ammorbidente

Gli asciugabiancheria elettrici, quindi, non sono tutte uguali. Qui è possibile contare anche sulla funzione di riscaldamento dell’aria nella stanza in cui è in funzione. Emette un getto di aria calda ventilata che attraversa i capi stesi e li asciuga per evaporazione graduale. L’asciugatura è lenta e omogenea, i panni non sono stressati dallo strofinio e l’odore di ammorbidente rimane più a lungo e persistente sui capi.

In questo modo è possibile dire addio allo sgradevole odore che lascia l’umidità quando rimane troppo a lungo sui capi che tardano troppo tempo ad asciugarsi naturalmente nelle giornate senza sole.

L’acqua che evapora dai vestiti viene dispersa di nuovo in aria perché sono presenti delle fessure apposite per evitare la formazione di condensa all’interno del box.

 

Facile da richiudere e da montare

Le dimensioni non sono troppo generose. Gli utenti non sembrano essere d’accordo sull’effettiva capacità dei ripiani. La regola rimane comunque quella di evitare di sovraccaricare i ripiani perché altrimenti l’umidità continua a circolare all’interno del box e i vestiti si schermano da soli senza riuscire ad asciugarsi bene.

Le dimensioni sono comunque notevoli, un metro e mezzo dal piedistallo e quasi un metro di larghezza e mezzo metro di profondità. Sui ripiani è possibile mettere il bucato di una lavatrice da 6 chili, appendendo i vestiti. Poi, quando non serve, il box si chiude su se stesso occupando uno spessore massimo di 17 cm.

 

 

Whirlpool AZA-HP7004

 

Vogliamo presentare questo modello della Whirlpool che a nostro avviso merita il titolo di miglior asciugabiancheria elettrico del 2020. Vediamo in dettaglio perché.

Ha l’apparenza di una comune lavatrice e allo stesso modo i programmi si selezionano con facilità ruotando la manopola. Permette di gestire cicli di asciugatura diversi in base ai capi da trattare e ai loro tessuti, così da non rischiare di rovinare i vestiti particolarmente delicati o ai quali teniamo di più. Lavora in modo da accontentare tutti, i fanatici della stiratura a tutti i costi potranno ritirare i capi appena umidi per facilitare lo scorrimento del ferro sul tessuto, gli altri potranno semplicemente scegliere di “riporre” la biancheria una volta terminato il ciclo di asciugatura. Oltre alla possibilità di impostare manualmente il ciclo di asciugatura, la tecnologia che incorpora la macchina le permette di regolare temperatura e tempo di asciugatura in modo automatico ottimizzando il consumo di risorse: non a caso questo è uno tra gli asciugabiancheria elettrici di classe A più venduti.

Si tratta di un elettrodomestico davvero di tutto rispetto con la sua capacità di 7 chili in grado di completare velocemente il lavoro iniziato dalla lavatrice. La possibilità di programmare la partenza ritardata del ciclo più adatto completa la versatilità di questa asciugatrice che risponde al meglio alle esigenze quotidiane.

La guida per scegliere il miglior asciugabiancheria elettrico prosegue indicandoti con un link dove acquistare il modello recensito. Prima, però, passiamo in rassegna i suoi pregi e difetti principali.

 

Pro

Programmi: L’asciugatrice prodotta dalla Whirlpool mette a disposizione dell’utente una ricca serie di programmi che permettono di trattare al meglio i diversi tipi di tessuto e di raggiungere il grado desiderato di asciugatura.

Partenza ritardata: Grazie al meccanismo di partenza ritardata è possibile evitare di utilizzare la macchina in orari delicati, quando potrebbe dare fastidio ai vicini o a noi stessi.

Classe A: L’asciugabiancheria elettrico, con la sua classe A, ha consumi ridotti se paragonati alla potenza e alla velocità con la quale porta a termine il suo lavoro.

Capacità: Con una capacità di 7 kg, si combina ottimamente con una classica lavatrice.

 

Contro

Rumoroso: Non particolarmente rumoroso se si pensa alla media di questa categoria di prodotti, ma comunque fastidioso per chi si trova nei pressi durante il suo utilizzo.

 

Come scegliere il miglior stendino asciugabiancheria del 2020?

 

Con l’arrivo del clima freddo e umido riuscire ad asciugare i panni all’aperto e in fretta diventa un’impresa quasi impossibile. Un valido aiuto ti viene dato dallo stendino asciugabiancheria elettrico che riesce a rendere i tuoi capi pronti in poco tempo. Qui ti proponiamo quello della Tivedointv, un’azienda specializzata nella vendita online di prodotti utili per la casa.

La società Tivedointv nasce da un’idea della All Business, azienda italiana in forte espansione. I suoi creatori hanno pensato di estendere il loro mercato anche al web e per questo hanno avviato la vendita online a prezzo ridotto di vari prodotti proposti in televisione utili per la casa e la persona.

Il primo aspetto da valutare per capire quale sia lo stendino asciugabiancheria giusto per te è lo spazio del quale disponi. Uno di dimensioni troppo grandi può creare ingombro se vivi in un piccolo appartamento, perciò è molto importante scegliere quello più contenuto o addirittura che si sviluppi in verticale.

Lo stendino tradizionale ha un solo livello sul quale stendere ed è dotato di scomparti apribili sui lati che ne raddoppiano lo spazio. Se non hai molta disponibilità economica o vuoi risparmiare questa è la scelta preferibile per te.

Esiste anche l’asciugabiancheria elettrico che viene collegato alla corrente e produce il calore necessario per rendere i capi asciutti in poco tempo. Ce ne sono di due tipi: in quelli a condensa l’acqua viene raccolta in un contenitore che va svuotato di tanto in tanto; quelli a evacuazione devono invece essere collegati a uno scarico in modo da espellere il residuo che si viene a generare durante l’asciugatura.

Proprio perché si serve della corrente è necessario optare per uno stendino appartenente alla classe A di modo da garantirti un risparmio nei consumi. Valuta anche la sua rumorosità e preferiscine uno silenzioso da usare anche di notte quando l’elettricità costa di meno.

 

 

Tivedointv 9534567891234

 

Principale vantaggio

L’asciugatrice si sviluppa in verticale perciò è ideale per chi ha problemi di spazio. Facile da montare e smontare, supporta fino a 10 kg di biancheria. La copertura in alluminio isola il suo contenuto dal resto dell’ambiente.

 

Principale svantaggio

Alcuni utenti ritengono che il tempo impiegato per asciugare i capi sia eccessivo.

 

Verdetto: 9.4/10

La soluzione ideale per unire il risparmio all’efficienza, visto che questo prodotto non incide molto sul vostro budget ed è addirittura in grado di sterilizzare gli indumenti.

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Risparmio di spazio e di energia

Se quello che cerchi è un’asciugabiancheria dalle dimensioni contenute, questo proposto da Tivedointv è l’ideale per te perché può essere collocato in uno spazio piccolo sviluppandosi in altezza. Puoi spostarlo con molta facilità in qualsiasi ambiente e quando vuoi grazie alla sua leggerezza, dato che pesa meno di 3 kg.

Il suo motore elettrico eroga 1200 W e produce un flusso d’aria calda che asciuga i capi senza consumare troppa corrente perché l’assorbimento di energia è pari a 700 W. Così non ti ritroverai con una bolletta salata e potrai utilizzarlo tutte le volte che desideri.

 

Rispetto dei capi

Il motivo per il quale lo riteniamo il migliore stendino asciugabiancheria del 2020 Tivedointv è la sua forma che consente di rendere i capi pronti senza rovinarli. Infatti è possibile riporre i panni evitando che si crei attrito fra loro e che quindi non si asciughino mai completamente. Inoltre il fatto che vengano stesi in posizione verticale fa sì che si eliminino le pieghe durante l’azione dell’elettrodomestico e che sia molto più semplice stirare risparmiando anche tempo.

La sua copertura realizzata in PU Oxford isola completamente gli abiti dal resto dell’ambiente impedendo che si riempiano di polvere durante l’asciugatura e moltiplicando il calore prodotto fino a raggiungere i 65 gradi. Alcuni utenti consigliano di stendere indumenti non troppo grandi per avere un risultato abbastanza veloce in quanto il tempo impiegato per rendere asciutti elementi come le lenzuola è superiore a quello medio di azione.

 

Funzioni aggiuntive

Il migliore stendino asciugabiancheria Tivedointv ha altri vantaggi che vale la pena sottolineare.

Innanzitutto è dotato di un timer per avviare il dispositivo che può durare fino a tre ore ed è regolabile in base alla quantità di indumenti che vi hai inserito. Una volta terminato il tempo l’elettrodomestico si spegnerà automaticamente evitando sprechi di energia.

La grande potenza del motore trasforma questo oggetto in un vero e proprio sterilizzatore che non solo asciuga ma disinfetta gli indumenti. Questa funzione è molto importante se vi poni la biancheria intima che necessita proprio di una pulizia più approfondita.

Inoltre puoi utilizzarlo anche come elemento riscaldante dato che rilascia calore anche all’esterno e così risparmiare sulla spesa di termoconvettori e termosifoni. Vantaggi molto apprezzati dagli acquirenti che lo valutano un prodotto molto performante soprattutto dato il suo basso costo.

 

 

 

Come scegliere i migliori stendibiancheria elettrici del 2020?

 

Prodotti raccomandati

 

Homcom 230W

 

Con le sue dimensioni ridotte, lo stendibiancheria della Homcom è adatto agli spazi ridotti e ai piccoli appartamenti. Nonostante il suo aspetto compatto, è in grado di asciugare una grande quantità di capi, perché dotato di ben otto barre riscaldanti: in questo modo potrai stendere un’intera lavatrice e averla tutta asciutta in poco tempo.

Fatto totalmente in lega di alluminio, non si arrugginisce nel tempo anche se viene a contatto con l’acqua: sei quindi sicuro di effettuare un acquisto molto duraturo. La sua temperatura di 50-55 gradi massima raggiunta riesce a riscaldare l’ambiente nel quale si colloca.

Viene fatto notare da alcuni utenti che, rispetto a uno stendino tradizionale, è più basso: nonostante ciò, è possibile porre indumenti come pantaloni o camicie sulle barre laterali, che sono richiudibili e possono essere usate all’occorrenza. Forse anche per questo è il migliore stendibiancheria elettrico sul mercato.

 

 

Fishtec 11752

 

Un prodotto a basso costo è senza dubbio questo modello della Fishtec. Dalle dimensioni molto contenute, è adatto agli ambienti più piccoli anche perché è in grado di riscaldarli e di fungere da termosifone. Nonostante questo, la tua spesa in bolletta sarà contenuta, dato che è un oggetto a basso consumo: utilizza infatti solo 100 W di potenza.

Dotato di un pratico tasto on/off, può essere lasciato acceso durante l’intera giornata, anche senza la tua presenza, poiché rispetta le normative europee di sicurezza.

Le otto barre di alluminio propagano il calore e permettono ai capi di asciugarsi in poco tempo: alcuni utenti sottolineano il fatto che abbia solo il corpo orizzontale che impedisce di stendere alcuni capi per lunghezza, pena il far toccare loro terra.

Tuttavia, questo è dovuto alle sue dimensioni molto compatte, che però ti consentono di riporlo in uno spazio davvero piccolo, dandoti poco ingombro.

 

 

Sirge ASCIUGOTTOL

 

Tra tutti, il migliore stendibiancheria elettrico del 2020 può essere questo della Sirge. Dotato di ben venti elementi per l’asciugatura, riesce bene nell’intento come testimoniato da una fetta di utenti, che consigliano di girare ogni tanto i capi per ottenere un risultato più soddisfacente. Con i suoi 230 W infatti riesce a produrre calore sufficiente ma non a indirizzarlo su ogni lato della biancheria.

Fondamentale che sia in alluminio, materiale anticorrosione e antiruggine, che ti garantisce una lunga durata del prodotto, soprattutto perché viene a contatto con l’acqua.

Dalle dimensioni compatte, una volta non utilizzato può essere agevolmente richiuso e riposto in poco spazio. Le sue ali laterali, richiudibili, permettono di stendervi i capi più lunghi e di asciugarli nell’arco di qualche ora.

 

 

I migliori stendini elettrici del 2020

 

Concise Home CH-0009

 

Il prodotto di Concise Home è un asciugabiancheria verticale dalla forma cilindrica capace di tollerare un carico massimo di 10 kg. La parte alta è costituita da 24 attaccapanni mentre quella intermedia presenta invece cinque piccole ali per alloggiare indumenti più piccoli.

Non è sicuramente uno dei prodotti più comodi se si hanno lenzuola o indumenti che, una volta bagnati, aumentano considerevolmente il proprio peso, rappresentando quindi una scelta interessante solo se si ha intenzione di utilizzarlo come asciugabiancheria per casi urgenti o per gli indumenti dei bambini dal momento che ha anche una funzione igienizzante.

Il funzionamento è estremamente semplice, tutto ciò che dovrete fare è caricare lo stendino,

avvolgerlo nel telo incluso nella confezione e girare la manopola timer fino a un massimo di 180 minuti.

Al termine del tempo prestabilito potrete rimuovere gli indumenti e riporli dal momento che saranno perfettamente asciutti e pronti all’uso. L’unico difetto riscontrato dagli acquirenti è l’odore che emana, fastidioso se si posiziona il prodotto nella zona “living” della casa.

Economico e igienizzante, non stupisce che gli utenti abbiano preferito il prodotto di Concise Home, in grado di asciugare gli indumenti pur occupando pochissimo spazio se confrontato con altri stendini.

Pro
Automatico:

Tutto ciò che dovrete fare è caricare lo stendino, coprirlo con il telo apposito e girare il timer fino a 180 minuti per avere vestiti asciutti.

Funzione igienizzante:

Rispetto ai classici stendini, l'aggiunta della capacità di rimuovere germi e batteri dai vestiti, soprattutto dei più piccoli, è estremamente apprezzata.

Compatto:

Chi si ritrova in un appartamento monolocale o vive comunque in condizioni di spazio ridotto, trova CH-0009 utile e comodo.

Contro
Odore molesto:

Quando è in funzione il dispositivo emana un odore che potrebbe infastidire, soprattutto se lo posizionate in una zona di passaggio come il “living”.

 

 

Foxydry Air 150

 

Air 150 di FoxyDry è probabilmente il dispositivo più costoso della nostra lista ma si tratta anche di quello più ingegnoso. Parliamo infatti di uno stendibiancheria da soffitto, installabile sia all’interno sia all’esterno e in grado di occupare pochissimo spazio.

Il suo funzionamento, infatti, prevede l’abbassamento delle assi su cui stendere la biancheria tramite telecomando. Una volta caricato lo stendino, non dovrete far altro che avviare il meccanismo di risalita, così da poter utilizzare la stanza senza ingombrare il passaggio.

Per velocizzare l’operazione di asciugatura è dotato di ventole attivabili tramite telecomando, una piacevole aggiunta che ha soddisfatto gli utenti più esigenti. Dato che il montaggio richiede comunque un certo spazio sul soffitto, qualora foste costretti a rinunciare al punto luce non c’è da temere, poiché al centro del dispositivo è presente una luce LED che può essere usata come lampadario.

Ottimo anche il carico massimo, ben 35 kg, superando in tal modo la maggior parte dei prodotti in vendita sul mercato.

Lo stendino elettrico di FoxyDry è il prodotto perfetto per chi cerca uno stendino tecnologico e all’avanguardia. Va installato infatti sul soffitto e permette di sollevare i propri indumenti bagnati per occupare meno spazio.

Pro
Da soffitto:

Installando Air 150 sul soffitto, non dovrete più temere di occupare una stanza intera con lo stendino poiché una volta caricate le aste, potrete azionare il meccanismo di risalita.

Punto luce:

Per coloro che non avessero spazio sul soffitto per installare anche un lampadario, lo stendino funge anche da punto luce grazie al LED incluso nel dispositivo.

Carico massimo:

Anche in questo campo Air 150 si rivela eccezionale permettendo di caricare ben 35 kg, dando la possibilità di caricarlo con pesanti indumenti invernali.

Contro
Costo:

Il prezzo è innegabilmente elevato, fattore che non ci permette di posizionare lo stendino al primo posto della classifica.

 

 

Iside – a Torre

 

È una soluzione pratica e tutto sommato a basso costo per chi ha bisogno di contenere i tempi di asciugatura della biancheria, soprattutto in inverno quando è tutto più complicato per chi deve stendere il bucato. La struttura a torre consente di ottimizzare gli spazi: sui tre livelli disponibili entra un bel po’ di bucato. Sia da aperto che chiuso lo stendino è molto stabile.

Quando non in uso, può stare dietro una porta. Il funzionamento è semplice: basta stendere gli abiti, inserire la spina nella presa della corrente e azionare l’interruttore.

Il calore emesso non è molto, dunque non aspettatevi i risultati di una asciugatrice, oltretutto per ottimizzare i tempi è opportuno centrifugare gli indumenti. I consumi non sono eccessivi dunque l’uso dello stendino non incide eccessivamente sulla bolletta. Quando non strettamente necessario, lo stendibiancheria può essere impiegato senza elettricità.

Pro
Pratico:

Lo stendibiancheria si dimostra molto pratico, non solo perché occupa poco spazio nonostante sia capace di accogliere parecchio bucato, ma anche perché riduce i tempi necessari all’asciugatura.

Stabile:

Lo stendino è molto stabile, sia quando è chiuso sia quando è aperto e a pieno carico. Non abbiate timore, non ritroverete i vostri indumenti riversi sul pavimento.

Consumi:

Tutto sommato sono tollerabili e non hanno una grandissima incidenza sulla bolletta dell’energia elettrica. Per ottimizzare tempi e consumi, centrifugate il bucato prima di stenderlo.

Contro
Quantità di calore:

Quella sprigionata non ha una grande intensità; per intenderci, non ha la capacità di un’asciugatrice (e del resto nemmeno il prezzo).

 

 

Howell AC112

 

Non brilla sicuramente dal punto di vista del design lo stendino elettrico prodotto da Howell che si presenta in modo molto classico. Parliamo infatti di un prodotto orizzontale pieghevole dalle dimensioni pari a 55 x 112 x 4,5 centimetri.

Molto buono l’assorbimento energetico che si attesta anche in questo caso, come per altri prodotti già esaminati, sui 100 watt, garantendo così bassi consumi e nessuna sorpresa in bolletta.

Secondo i consumatori la superficie riscaldata è omogenea, non vi sono dunque sezioni “morte” lungo i tubi che ospitano i capi di vestiario, dando così la possibilità ai vestiti di asciugarsi velocemente e senza problemi di sorta.

Ciò che non convince però l’utenza è il prezzo, decisamente elevato per quello che lo stendino offre. Si tratta quindi di una scelta poco popolare e gli acquirenti preferiscono solitamente optare per prodotti che costino leggermente di più o che offrano meno ma siano più economici.

L’ultimo prodotto della lista ha un discreto rapporto qualità/prezzo. Gli utenti che hanno avuto modo di provarlo hanno apprezzato alcune delle sue caratteristiche che però non gli hanno permesso di avere un vantaggio effettivo sulla concorrenza.

Pro
Pieghevole:

AC112 di Howell è un prodotto estremamente classico, uno stendino orizzontale pieghevole che può essere riposto facilmente dopo ogni utilizzo.

Consumo energetico:

Come per altri stendini di eguale fascia di prezzo l'assorbimento energetico è molto contenuto, attestandosi su 100 watt e garantendo quindi bassi consumi.

Riscaldamento omogeneo:

A differenza di altri prodotti, il calore emanato dai tubi è omogeneo e non vi sono sezioni morte.

Contro
Prezzo elevato:

Per quanto è in grado di offrire, il prodotto di Howell sembra agli utenti eccessivamente costoso.

 

 

D-Mail 3 ripiani

 

Il vantaggio palese dello stendino elettrico D-Mail è la sua capienza. Si sviluppa in verticale ed è costituito da 3 ripiani che permettono di ospitare numerosi capi di biancheria. L’unico elemento da considerare è che difficilmente riuscirete a stendervi lenzuola o asciugamani molto grandi.

Per ridurre maggiormente l’ingombro, è possibile ripiegarlo su se stesso e, dopo l’utilizzo, riporlo in uno sgabuzzino o dietro porte e armadi, permettendovi di tirarlo fuori solo all’occorrenza.

Per quanto riguarda l’assorbimento energetico, secondo quanto afferma il produttore si attesta intorno ai 300 watt, nulla di particolarmente esigente ma comunque da considerare dal momento che sul mercato è possibile trovare stendini più economici con assorbimento minore.

Le dimensioni sono più che soddisfacenti, 144 x 71 x 9 centimetri, mentre il peso è leggermente sopra la media, parliamo infatti di quasi 3 kg.

L’estrema vicinanza dei ripiani gli uni agli altri è l’unico difetto riscontrato dall’utenza che sostiene di avere qualche problema a caricarlo in modo completo.

Lo stendino D-Mail non offre nulla di particolarmente innovativo, infatti gli utenti lo hanno sì gradito ma senza mostrare grande entusiasmo. Guadagna quindi unicamente la quarta posizione in classifica.

Pro
Capiente:

Sviluppandosi in verticale con tre diversi ripiani è possibile asciugare molta biancheria e anche qualche indumento non eccessivamente grande.

Assorbimento energetico:

Secondo il produttore si aggira intorno ai 300 watt, non elevato e in grado di asciugare velocemente anche gli indumenti più bagnati.

Richiudibile:

Uno dei veri vantaggi è la possibilità di richiuderlo dopo l'utilizzo, per occupare ancora meno spazio e permettervi di riporlo in un armadio o sgabuzzino.

Contro
Ripiani poco distanti:

La distanza tra i ripiani è troppo ridotta per permettere di posizionarvi lenzuola o coperte, rendendo quindi lo stendino poco adatto a tale scopo.

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

 

Bibliografia
1- Tutto quello che devi sapere prima di comprare un’asciugatrice
2- Come si usa un’asciugatrice – pianetadesign.it
3- Lavasciuga o asciugatrice? – casafacile.it
4- Usare l’asciugatrice in modo ecologico – donnad.it

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status