I 5 Migliori Detersivi per lavatrice del 2020

Ultimo aggiornamento: 03.04.20

 

Detersivo per lavatrice – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni 

 

Inutile negarlo: il detersivo per lavatrici è un prodotto che usiamo quasi ogni giorno, e che ha un forte impatto economico sull’economia domestica. Non solo per il prezzo in sé, ma perché dosaggi e qualità permettono di far durare più a lungo biancheria e capi d’abbigliamento, e anche, almeno in parte, la nostra lavatrice. In questa guida trovate qualche suggerimento per i vostri acquisti, conditi da criteri generali per orientare in autonomia le vostre scelte. Potete dare subito un’occhiata ai prodotti che abbiamo messo in cima alla nostra classifica, per capire se c’è già il prodotto che fa per voi. Se invece avete più tempo e pazienza, speriamo possiate consultare tutta la nostra guida. Trovate qui sotto un giudizio sintetico delle capsule monodose Dash 3in1 Pods classico, davvero un classico che conferma efficienza praticità e attenzione all’ambiente. Al secondo posto abbiamo selezionato un detersivo liquido in flacone della Dixan, efficace su tutti i tessuti ed eccellente per i bianchi.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere Il miglior detersivo per lavatrice?

 

Sono generalmente tre i criteri per selezionare il migliore detersivo per lavatrice, o comunque quello più vicino alle nostre esigenze. 

Potete metterli nell’ordine che volete, ma il riassunto è questo: efficacia, convenienza, impatto ambientale. Non tutti, ancora oggi, si preoccupano dell’aspetto ecologico, ma noi preferiamo sempre inserirlo, per il bene di tutti.

I meno giovani ricordano ancora pittoresche pubblicità in cui un insistente piazzista  provava a regalare a una casalinga appena uscita dal supermercato “due fustini” al posto di quello che aveva scelto, ricevendone uno sdegnato rifiuto. 

Oggi i fustini sono un ricordo del passato, e i consumatori possono scegliere tra tre formule: flaconi di detersivo liquido, capsule, scatole di detersivo in polvere.

 

Quale scegliere?

In una guida per scegliere il miglior detersivo per lavatrice, un tempo avreste trovato questa indicazione: prodotto in polvere per i capi più resistenti e che hanno bisogno di trattamento più aggressivo, liquido per capi delicati e colorati. 

Oggi, tuttavia, questa distinzione non è più così netta. Inoltre, i detersivi in polvere sono diventati più efficienti, si diluiscono perfettamente e quindi impattano meno sulla lavatrice. In molti, poi, si affidano ai prodotti in capsule, che sono indiscutibilmente i più comodi, e per alcuni aspetti (ma solo alcuni) meno dannosi sull’ambiente.

Che fare? Il mercato si adatta alle esigenze di praticità, e i detersivi sono generalmente adatti a qualunque tipo di uso: per colorati, delicati, lino.

 

Detersivo in polvere

Per molti, quello in polvere è ancora il migliore detersivo per lavatrice, se si considera la pulizia. Come abbiamo accennato, si sciolgono perfettamente a temperature anche inferiori ai 30 gradi, consentendo risparmio energetico a voi e trattamento più delicato sui capi. 

Dal punto di vista dell’efficacia, sembrano indubbiamente ancora oggi un po’ più efficienti nel lavare a fondo. Inoltre, la loro produzione necessita di meno conservanti, quindi si tratta di detersivi che impattano un po’ meno sull’ambiente quando vengono smaltiti nelle acque comuni e si deteriorano meno facilmente nel tempo. 

 

Detersivo liquido

Ai prodotti liquidi va riconosciuta una maggiore duttilità. Per questa ragione ne troverete più di uno in testa alla nostra classifica dei migliori detersivi per lavatrice del 2020. 

Sono piuttosto efficaci sulle macchie e rispettano di più la brillantezza dei colori, e ben si adattano a qualunque tipo di bucato. Sono, insomma, una scelta che permette di acquistare un solo prodotto, più che adeguato a ogni esigenza. Inoltre, i flaconi di detergente liquido permettono un dosaggio più preciso delle quantità, proporzionato al carico della lavatrice.

Apparentemente, richiedono più plastica per l’imballaggio, ma come spieghiamo di seguito, questo è vero fino a un certo punto.

Detersivo in capsule

La scelta delle capsule sta conquistando il mercato: sono tra i prodotti più venduti, ma siamo ancora lontani dal monopolio. Le ragioni sono abbastanza ovvie: tanto per cominciare, non sono vendute a prezzi bassi, in termini relativi, e poi non permettono un dosaggio preciso. 

Questo è, paradossalmente, anche il loro vantaggio: si prelevano dalle confezioni, si buttano nella lavatrice e il gioco è fatto. Un tempo erano confezionate una ad una in involucri di plastica, ma oggi sono quasi tutte avvolte da una sostanza solubile in acqua, che non va ad aumentare l’accumulo di immondizia nella casa e sul pianeta. E tuttavia, poiché la pellicola non si scioglie perfettamente, qualche residuo finisce comunque nelle acque di scarico.

Da un punto di vista ecologico, inoltre, il fatto che non si possa limitarne il quantitativo a piacimento obbligherebbe a fare andare la lavatrice solamente a pieno carico, o quasi. 

Questa sarebbe una buona prassi, in generale, che consente di limitare il consumo di energia e di acqua.

 

I 5 migliori detersivi per lavatrice – Classifica 2020

 

 

1. Dash Detersivo per lavatrice capsule monodose

Principale vantaggio

Chi ha figli piccoli, e deve confrontarsi con macchie di ogni genere (sugo, erba, maionese e chi più ne ha…) troverà un sicuro alleato in questo prodotto. Le capsule monodose sono comode da usare anche per i single che si ostinano a non imparare le basi dell’economia domestica, e preservano anche la lavatrice da alcune operazioni di manutenzione. 

 

Principale svantaggio

Le capsule costano mediamente di più dei detersivi liquidi in flacone e, se non si ha l’accortezza di usarle solo con il secchiello della lavatrice pieno, inducono a qualche spreco.

 

Verdetto 9.7/10

Il marchio storico Dash si conferma un prodotto attento alle nuove esigenze dei consumatori: praticità, duttilità, necessità di contenere i costi. Efficientissimo sui bianchi, più che sufficiente con i capi colorati, ottimo sulle macchie più grasse. Anche sul fronte “ecologico” è promosso, anche se non a pieni voti.

Acquista su Amazon.it (€25,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Dash non lo cambio

La fedeltà ai detersivi Dash che mostrava la casalinga di una vecchia pubblicità in bianco e nero (interpretata, tra l’altro, dal notevole attore italiano Polo Ferrari, scomparso due a anni fa), che resisteva combattiva a chi le proponeva lo scambio di due confezioni contro una, dimostra ancor di avere qualche fondamento anche nel nuovo millennio.

Non ci sono più gli ingombranti fustini, destinati a diventare contenitori di giocattoli dei bambini, e i prodotti per lavatrice si declinano in diverse varianti.

La più recente, e di grande successo, prevede capsule monodose, che si infilano direttamente nel cestello della lavatrice. È il caso del Dash 3in1 pods, venduto in confezioni da 39 dosi, ma acquistabile in formule multiple, come quella qui proposta.

In questo modo, è possibile acquistare 117 capsule a un prezzo poco inferiore ai 30 euro, con un costo per singola dose di circa 0,25 centesimi. 

Risultati

I pareri degli utenti e di alcuni test indipendenti convergono in un giudizio complessivamente molto positivo su questo prodotto, tanto da convincerci a incoronarlo miglior detersivo per lavatrice.

Le capsule di dash si dimostrano efficaci di fronte a ogni sfida. Lo dimostrano i risultati sui capi bianchi, e anche il confronto con le macchie più insidiose e ostinate. Dash funziona molto bene su tracce di grassi animali e vegetali, comprese le più classiche patacche di caffè, di sugo e anche di maionese, a torto o a ragione sempre più presente nella dieta delle famiglie italiane. 

Se proprio bisogna segnalare una lieve défaillance, si potrebbe obiettare che sui capi colorati agisce con un po’ troppa aggressività, ma è un esito che si può notare solo sul lungo periodo e non ne preclude certo l’uso anche per capi di abbigliamento con colori accesi.  

 

Tutto in uno

La pellicola idrosolubile, piuttosto efficiente, permette di tenere gli ingredienti separati fino all’uso in lavatrice. Nel tris è incluso anche un po’ di ammorbidente. È possibile eseguire lavaggi efficaci già a 30 gradi, che consentono così un interessante risparmio energetico e sottopongono il bucato a uno stress minore. Inoltre, si corre meno il rischio di stingere i capi colorati. 

Gli utenti testimoniano che gli abiti escono dalla lavatrice con un gradevole profumo, anche quelli sottoposti alla dura prova della sudorazione adolescenziale ed attività sportive intense. 

L’imballaggio è ai minimi termini, il che significa meno spazio occupato (e c’è n’è sempre bisogno nelle case) e anche un minore impatto sull’ambiente. 

Nel complesso, questo prodotto è in grado di convincere tutti, soprattutto chi adora la comodità e non vuole perdere tempo a dosare il detersivo e a pulire il cassetto, periodicamente incrostato dai residui. 

Il dosaggio, in realtà, permetterebbe di controllare meglio il consumo, soprattutto se non si fa girare la lavatrice solamente quando il cestello è pieno.

Nel complesso, un ottimo prodotto, saldamente ai piani alti nelle classifiche dei prodotti più venduti online. 

 

Acquista su Amazon.it (€25,99)

 

 

 

2. Dixan Detersivo per lavatrice liquido

 

Il prodotto Dixan che vi proponiamo è un detersivo per lavatrice liquido. Sarebbe scorretta una comparazione diretta con il primo in classifica. Rispetto alle capsule, infatti, i flaconi hanno il vantaggio di poter dosare con più precisione le quantità, per evitare sprechi, in particolare modo quando si ha esigenza di fare un giro di lavatrice senza che il cestello sia a pieno carico. 

Il rapporto qualità prezzo è molto buono, come confermano i consigli d’acquisto dedicati a questo prodotto. In assoluto, non è il detersivo più economico, ma i risultati giustificano una spesa lievemente superiore rispetto ad alcuni concorrenti. 

In particolare, Dixan dà il suo meglio con tutti i capi bianchi, per i quali è particolarmente consigliabile. Si dimostra molto efficace su diversi tipi di macchie, in special modo quelle grasse.

Il detersivo pulisce a fondo tracce di condimenti, caffè, salsa di pomodoro, perfino le irriducibili impronte d’erba con cui combattono madri e padri di bambini che razzolano nei prati. 

Non è il prodotto più ecologico sul mercato, se consideriamo il tipo e il volume dell’imballaggio, ma nella sua categoria non è certo il peggiore. Il Dixan si dimostra abbastanza ecocompatibile anche nella scelta degli elementi chimici che lo compongono. 

Nella tabella che segue, abbiamo riunito gli aspetti migliori e peggiori di questo storico prodotto per la casa.

Pro
Prezzo qualità:

Dixan per lavatrice non è il prodotto più economico in assoluto, ma la qualità e l’efficacia sono indiscutibili. Nel complesso, secondo noi un ottimo acquisto.

Efficacia:

il detersivo aggredisce tutte le macchie con notevole successo. Da sottolineare la resa sui capi bianchi, abiti e lenzuola.

Dosaggio:

un vantaggio di tutti i flaconi di detersivo liquido: se ne può dosare la quantità senza sprechi quando c’è la necessità di fare lavaggi in lavatrice con il cestello non a pieno carico.

Contro
Ingombro e plastica:

l’imballaggio è un po’ più ingombrante e pesante delle scatole di capsule, con conseguente produzione di plastica. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. Chanteclair muschio bianco detersivo per lavatrice liquido

 

Chanteclair è un detersivo per lavatrice di qualità più che discreta, che permette anche un interessante risparmio, sia nell’acquisto sia nell’uso a lungo termine. È in vendita in flaconi da un litro e noi proponiamo la variante al muschio bianco, qui venduto in un blocco da 12 confezioni. 

Il prezzo del singolo pezzo si aggira attorno ai 3,50 euro, e con questa offerta scende sotto i 3 euro. Anche il risparmio aiuta a decidere come scegliere un buon detersivo per lavatrice.

Il prodotto in questione, per altro, svolge diligentemente tutti i compiti (o quasi) che potreste assegnargli: si comporta abbastanza bene con i capi bianchi, ma molto meglio con quelli colorati.

Affronta a muso duro ogni tipo di macchia e se la cava nella maggior parte dei casi. Secondo alcuni test indipendenti, ottiene buoni risultati perfino con le tracce (che vi auguriamo di non dovere ma trattare) di sangue, in cui si imbattono spesso i genitori di bambini particolarmente vivaci. 

Il bucato, estratto dalla lavatrice, ha un buon profumo che si conserva per un po’, anche una volta asciugato. 

Nella tabella che trovate riportata qui sotto abbiamo sintetizzato i principali pregi e difetti di questo celebre prodotto per lavatrice.

Pro
Prezzo vantaggioso:

il costo di Chanteclair è inferiore a quello di alcuni concorrenti di questa classifica, e non solo. I risultati sono più che soddisfacenti.

Impatto ambientale:

l’imballaggio in plastica è quello che è, ma sugli ingredienti i produttori risulta abbiano fatto un buon lavoro per rendere eco-compatibile il prodotto.

Macchie:

Chanteclair è efficace su quasi ogni tipo di macchia, anche le più grasse e ostinate.

Contro
Qualità media:

non c’è un difetto particolarmente eclatante da segnalare. La qualità media del prodotto è, secondo noi, un po’ inferiore ai concorrenti.

Acquista su Amazon.it (€27,17)

 

 

 

4. Dixan Discs detersivo per lavatrice capsule monodose

 

Ritroviamo il marchio Dixan, questa volta su un detersivo per lavatrice in capsule monodose. La confezione reclamizza con forza “4 in 1”, ma questa sembra più una battaglia di marketing tra aziende per riuscire a riunire più prodotti in uno solo. Non è incluso, in ogni caso, l’ammorbidente.

Il risultato è comunque molto buono. Ogni confezione contiene 36 capsule, e sulla Rete si trovano offerte grazie alle quali possibile acquistare tre scatole con una sola ordinazione.

L’imballaggio è pratico e compatto. La pellicola delle dosi si scioglie bene anche a basse temperature, permettendo di eseguire lavaggi a 30 gradi, con conseguente risparmio di energia. 

Si può considerare il Dixan un detersivo “universale”: si adatta bene ai capi colorati, ai bianchi e anche ai capi delicati, proprio perché agisce efficacemente anche a meno di 40 gradi. 

I risultati con macchie grasse e vegetali sono buoni, e consentono di affermare che i rapporto tra prezzo e qualità offerta è corretto.

Più di un utente sottolinea il buon profumo del bucato al termine del lavaggio, una sensazione che sembra persistere a lungo. 

Pro
Prezzo qualità:

grazie anche alle offerte in Rete, questo prodotto Dixan è in grado di proporre un buon rapporto qualità prezzo.

Adatto ai bianchi:

particolarmente efficace sui capi bianchi. Esiste però una versione Multicolor dello stesso prodotto, più specifica per i capi colorati. 

Contro
Costo assoluto:

in termini assoluti, il detersivo in capsule resta sostanzialmente più costoso dell’alternativa in polvere o liquida. Ma per qualcuno la comodità vale il prezzo.

Senza ammorbidente:

non è un vero limite. In molti ormai rinunciano all’ammorbidente. Ma se cercate una formula che contempli anche quello, dovete cercare altrove. 

Acquista su Amazon.it (€21,38)

 

 

 

5. Spuma di sciampagna Marsiglia detersivo per lavatrice liquido

 

In coda, un altro prodotto liquido per lavatrice, che permette di risparmiare e di ottenere risultati discreti. I test indipendenti che abbiamo consultato inseriscono la Spuma di Sciampagna in una fascia medio-alta, ma è in vendita a un prezzo francamente conveniente. 

Siti specializzati, hanno calcolato che l’uso di questo prodotto permette di spendere meno di 30 euro all’anno per il vostro bucato. Naturalmente, con possibili variazioni a seconda delle abitudini e del numero di persone in famiglia. 

In ogni caso, si tratta di un acquisto consigliabile, che pulisce con discreta efficienza tutti i tipi di macchia, sia pure con qualche difficoltà sul cioccolato (ma è un problema comune a tutti i detersivi, di tutte le categorie). 

Un flacone è in grado di durare per circa 33 bucati a pieno regime. L’offerta online consente un acquisto all’ingrosso di 12 confezioni, con cui sarete a posto almeno per un anno. 

L’aggiunta di sapone di Marsiglia regala ai capi appena lavati un gradevole ma discreto profumo.

Eccovi esposti in una schema sintetico tutti gli elementi a favore e sfavore di questo detersivo per lavatrice.

Pro
Prezzo conveniente:

se usato saggiamente, questo detersivo permette di spendere meno di 30 euro all’anno per tutto il vostro bucato.

Impatto ambientale:

con tutti i limiti del caso, Spuma di Sciampagna se la cava anche sul fronte ecologico, con una formula abbastanza eco-compatibile e uno sforzo sull’imballaggio.

Discreta efficacia:

non si registrano particolari lamentele su questo prodotto da parte degli utenti e anche test indipendenti lo classificano di qualità medio-alta.

Contro
Bianco non bianchissimo:

non si segnalano carenze particolari in questo prodotto. A cercare il pelo nell’uovo, potrebbe migliorare nel trattamento dei bianchi. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare il detersivo per lavatrici

 

Non vogliamo sostituirci alle nonne o alle mamme che hanno esperienza in materia, ma ci sono alcuni accorgimenti utili, sia per migliorare l’efficacia dei lavaggi, sia per ridurre l’impatto ambientale del nostro bucato. 

Bisogna sempre pensare che la nostra è solamente una delle milioni di lavatrici che ruminano abiti e biancheria tutti i giorni, usando acqua e consumando energia. Queste pratiche suggeriscono anche qualche consiglio in più per decidere quale detersivo per lavatrice comprare. 

 

Basse temperature

Se non sussistono particolari esigenze igieniche, è possibile con i detersivi di oggi lavare a fondo e igienizzare anche a basse temperature, per esempio a 30 gradi. Se si ha qualche scrupolo specifico, esistono prodotti da integrare, come il celeberrimo Napisan, per disinfettare a fondo i vostri capi.

Per evitare guai con i capi colorati, è sempre meglio fare carichi separati tra abiti chiari e scuri. Gli esperti consigliano di abbinare il viola e l’azzurro con l’arancione (uno dei colori che tende a stingere di più) mentre è meglio accoppiare il nero con il blu scuro e il beige con il marrone.

A questo problema, oggi, si tende a ovviare con l’uso dei cosiddetti “acchiappacolore”, salviette da aggiungere al carico in lavatrice che intercettano i pigmenti rilasciati in acqua dai vestiti. 

I risultati sono generalmente piuttosto buoni, anche se non bisogna mai pretendere troppo (gli scuri è sempre meglio farli a parte), ma dovrete aggiungere una spesa in più per il bucato. 

Fate attenzione, inoltre, agli indumenti provenienti da Paesi esotici con etichette non troppo chiare sul lavaggio. Non è per “razzismo”, ma spesso le tinte non sono “fissate” nel modo adeguato ed è meglio sciacquarle più volte separatamente per evitare disastri. 

Se si lava a 30 o 40 gradi, in ogni caso, il rischio di perdita di colore è molto basso. 

 

A pieno carico

Ormai abbiamo tutti dei guardaroba abbastanza forniti, che ci permettono di ricorrere alla lavatrice solamente quando la possiamo davvero riempire, senza per questo restare senza indumenti da indossare. Quindi, il consiglio è di fare girare l’elettrodomestico solo quando è a pieno carico.

Questa pratica farà risparmiare energia anche a voi, con benefici, certo non macroscopici, perfino sulla bolletta. 

Ridurre i lavaggi prolungherà la vita della lavatrice, che, lo ricordiamo, ha bisogno di alcune operazioni di manutenzione costanti, per conservare la sua efficienza.

Per esempio, periodicamente (meglio mensilmente) dovreste controllare il filtro e pulirlo, per evitare che nel tempo si intasi la pompa dell’acqua. 

Stessa cura meriterebbe il cassetto in cui si versa il detersivo, che si sporca facilmente e resta incrostato. La cosa migliore è estrarlo, sciacquarlo sotto l’acqua e magari strofinarlo con spazzola o spugna. 

Infine, dal cestello potreste sentire odore di muffa, che si trasferisce inevitabilmente anche sulla biancheria e gli abiti. Può essere utile fare lavaggi a vuoto con temperature molto alte, per ripulire i tubi in cui si può essere formata qualche incrostazione. 

Pre-trattare le macchie

Per quanto efficiente sia il detersivo che avete scelto, ci sono sempre le macchie che la pubblicità non esita a definire ostinate. Se avete scelto un detersivo liquido in flaconi, potreste pretrattare la singola macchia con un lavaggio a mano.

Nei casi peggiori, potreste avere bisogno della candeggina. Sulle macchie, i prodotti liquidi sembrano avere una marcia in più, anche quando lavorano nella lavatrice.

 

 

 

Domande frequenti

 

Sono meglio i flaconi di detersivo liquido o le capsule?

Per entrambi i prodotti ci sono pro e i contro. Le capsule sono più comode, ma non si possono dosare e, mediamente, costano un po’ di più. Poiché si inseriscono direttamente nel cestello, creano meno problemi di manutenzione per la lavatrice: il cassetto non si incrosta e così le tubature interne. L’imballaggio è meno voluminoso, ma non sempre la pellicola che le ricopre si scioglie perfettamente nell’acqua.

I detersivi liquidi in flacone costano un po’ meno, sono efficaci sulle macchie che, volendo, possono essere trattate con lo stesso prodotto prima del giro in lavatrice. L’imballaggio in plastica è piuttosto capiente, ma oggi esistono alcune soluzioni a “ricarica” che limitano il problema. Inoltre, se si è attenti, è possibile dosare la quantità di prodotto quando la lavatrice non è a pieno carico.

 

Ci si può fidare dei detersivi fai da te?

In Internet si trovano decine di video e di consigli per realizzare detersivi fai da te, naturali e convenienti. Di solito, la ricetta prevede però sempre l’uso di un po’ di sapone, magari sapone di Marsiglia, da mescolarsi ad acqua e, immancabile, bicarbonato di sodio. 

Il bicarbonato è un ingrediente usato da sempre in tutte le case, per molti diversi usi, che si rivela piuttosto efficace. Consigliamo però di affidarsi solo a ricette di detersivo fatto in casa che propongano prodotti più o meno naturali, con cui avete confidenza. 

Il peggio che può capitare è che non lavino a fondo come vorreste e non lascino perfettamente bianche le vostre lenzuola.

C’è anche chi propone di eliminare il dilemma su quale detersivo per lavatrice acquistare e sostituirlo, tout court, con il percarbonato di sodio. 

Quest’ultimo non va confuso con il bicarbonato: il supermercato non è il luogo dove acquistare questo prodotto, che si trova più facilmente in farmacia o negozi specializzati e, allo stato puro, va trattato, letteralmente, con i guanti. Messo nel cassetto del detersivo, può dare risultati interessanti, ma attenzione a lana, seta e capi colorati. 


È vero che con l’uso di detersivo in polvere è indispensabile un anticalcare per lavatrice?

In parte è effettivamente vero. L’uso frequente di detersivo in polvere, infatti, è una delle condizioni che possono suggerire di aggiungere periodicamente un additivo anticalcare. Molti detersivi in vendita oggi contengono già, al loro interno, una minima quantità di questo genere di prodotto, che non è indispensabile come si crede. Se si lava, come sarebbe buona abitudine, a 30 0 40 gradi, l’uso dell’anticalcare è solitamente del tutto superfluo.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

 

Detersivi per lavatrice – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

La scelta del detersivo per lavatrice deve tenere conto di diversi aspetti: dalla necessità di capi puliti a quella di igienizzare la biancheria intima. Meglio la versione in polvere o quella liquida? Se preferite la seconda, optate per delle tavolette, che includano anche qualche additivo, così da risparmiare sulla spesa. La presenza di elementi che salvaguardino anche la lavatrice può costituire un pregio in più. Prediligete ingredienti che non inquinino e che siano prettamente biodegradabili, se tenete al pianeta. Nella nostra guida abbiamo inserito suggerimenti utili per aiutarvi a fare il giusto acquisto. Date un’occhiata anche ai prodotti che abbiamo inserito ai primi posti della nostra classifica. Poter fare buona scorta di detersivo è un plus da non sottovalutare, come nel caso di questo Dixan Fustone 85Mis che garantisce lunga autonomia per i lavaggi. Ci ha convinto anche Lysoform – Classico, Igienizzante, ideale se state cercando una formulazione che elimini i batteri, specialmente dalla biancheria intima.

 

Come scegliere il miglior detersivo per lavatrice

 

Avere capi puliti e igienizzati senza rovinare la lavatrice comporta una scelta di additivi e detersivi oculata. Tra i tanti formati disponibili sul mercato, può non essere semplice individuare quello giusto. A questo serve la nostra guida, che vi fornisce utili suggerimenti in merito. Più in basso, invece, potrete confrontare vantaggi e svantaggi dei prodotti più validi, analizzando quelli proposti dalla nostra classifica.

Guida all’acquisto

 

Il formato

Fare affidamento sulla recensione degli altri utenti è un modo per individuare il detersivo più adatto alle proprie esigenze. Confrontando l’esperienza dei consumatori che lo hanno scelto prima di voi, potrete stabilirne anche la validità.

Ma quale tipologia è quella da preferire? In commercio sono presenti quelli in polvere, in tavolette e quelli liquidi, come orientarsi per trovare la migliore marca? Analizziamo innanzitutto i loro pregi e difetti.

I primi sono quelli più diffusi e dal prezzo più conveniente, venduti nei tipici fustini che fanno tanto vintage. Per aumentare il risparmio, alcuni produttori forniscono anche le ricariche, così da non sprecare altra carta e aiutare a non creare troppi rifiuti.

Di contro, la loro consistenza porta a otturare i tubi, per cui è bene utilizzare qualche additivo che aiuti a pulire la lavatrice. Una scelta vantaggiosa, anche in termini di costo, può essere quella di preferire le tabs, che non contengono solo il detersivo in polvere, ma anche elementi come l’ammorbidente, che non vi costringeranno ad acquistarli a parte.

Valido il detersivo liquido, soprattutto se siete soliti utilizzare le basse temperature, alle quali si scioglie in fretta rispetto ai suoi fratelli in polvere.

 

I prodotti accessori

Non è semplice gestire un budget limitato, soprattutto quando si deve scegliere cosa acquistare e cosa no per una corretta pulizia del bucato. Uno di questi è l’ammorbidente, che elimina la durezza dei capi e li rende profumati e piacevoli al tatto.

Se volete contenere le spese, optare per un detersivo che lo contenga già è una valida soluzione: solitamente si tratta di capsule in forma liquida o in polvere, che elimineranno la fatica di dover suddividere ogni sapone in ogni vaschetta apposita.

Anche lo smacchiatore diventa un prodotto al quale si può difficilmente rinunciare, in maniera particolare quando si ha a che fare con bambini. Alcuni detersivi in commercio hanno insito questo fattore, ma, per lo sporco più ostinato, sarà il caso di pretrattare il capo.

Gli igienizzanti, infine, sono un complemento indispensabile quando si tratta di lavare gli indumenti intimi e solitamente vengono venduti separatamente rispetto ai detergenti.

Alcune accortezze

Confrontando i prezzi potrete selezionare il detersivo più conveniente per le vostre tasche, ma non dimenticate alcune regole importanti. Dosate bene il sapone in base alla durezza dell’acqua, sia per evitare sprechi, sia per non inquinare inutilmente il pianeta.

Il detersivo in eccesso, inoltre, resta sui capi e può rovinarli. Verificate che non siano contenute sostanze nocive, come il Las, il Citronellon, il BHT, il Coumarin o i fosfonati, anche se l’offerta vi sembra conveniente.

 

I migliori detersivi per lavatrice del 2020

 

Qui ci sono le recensioni dei cinque prodotti più appetibili in commercio. Se non avete idea di come scegliere un buon detersivo per lavatrice, consultate i nostri suggerimenti in merito.

 

Prodotti raccomandati

 

Dixan Fustone 85Mis 

 

Principale vantaggio:

Il bello di questa confezione da 85 lavaggi sta tutto nella possibilità di fare scorta per un lungo periodo e a un ottimo prezzo. Perfetto per risolvere l’incombenza dei prodotti per il bucato senza bisogno di nuovo approvvigionamento.

 

Principale svantaggio:  

La qualità del Dixan è nota da tanto tempo, ma questa particolare formulazione non contiene additivi speciali in grado di agire in maniera efficace sulle macchie più ostinate che necessitano comunque di ammollo e pretrattante.

 

Verdetto: 9.8/10

Ottima soluzione per scorte infinite, o quasi, di detersivo per il bucato di qualità comprovata. Si fa apprezzare per la possibilità di essere facilmente impiegato su bianchi e colorati a bassa temperatura. Inoltre è possibile usare la polvere anche per lavare a mano i capi più delicati con buoni risultati complessivi.

Clicca qui per vedere il prezzo  

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Efficace su bianchi e colorati

Dixan è il detersivo per lavatrice per antonomasia. Significa che più di un consumatore fa riferimento a questo marchio quando pensa a un detergente per il bucato. È così famoso da essere entrato anche nel linguaggio comune e rappresenta una certezza per tanti.

La ragione sta tutta nella possibilità di contare su buoni risultati e a prezzi molto competitivi. Si tratta di un prodotto realizzato per venire incontro alle esigenze di tanti utenti. Infatti è efficace sia sui capi bianchi che sui colorati. In particolare anche sul nero si ottengono buone prestazioni. Basta lavare a basse temperature per non esercitare particolare stress sui tessuti e le fibre che li compongono.

È un detersivo versatile e facilmente spendibile in diversi contesti, dove non è necessario fare delle selezioni particolari sul tipo di indumenti da lavare per ottenere i risultati migliori.

Il dosaggio ottimale è facile da calcolare

Quasi tutti i detersivi per lavatrice offrono le indicazioni per il loro uso ottimale. Nel caso del Dixan queste sono riportate nella confezione dove si fa riferimento alle quantità da usare in base alle condizioni specifiche di ogni lavaggio.

In particolare sono riportate le dosi esatte in base alla durezza dell’acqua e al grado di sporco e il peso dei capi. Quindi una regione che notoriamente ha acqua con un forte residuo calcareo ha bisogno di maggiori quantità di sapone per ottenere migliori risultati. La ragione sta tutta nella reazione chimica che genera il calcare a contatto con il detersivo, limitandone il potere pulente.

Anche il tipo di sporco, regolare o più unto richiede una maggiore quantità di detersivo. Infine, gli 85 lavaggi indicati in confezione fanno riferimento a un carico mediamente sporco di circa 5/6 chili di bucato. Va da sé che aumentando la quantità di panni da lavare la diluizione del detersivo non dovrà essere eccessiva e sarà opportuno migliorarne la concentrazione in acqua.

 

A mano o in lavatrice

Il bello di questa polvere è che può essere usata anche per mettere a mollo i panni da pretrattare. Infatti è possibile anche usarla per il lavaggio a mano e non solo quello a macchina.

Un grande vantaggio perché consente di tenere in ordine l’angolo della lavanderia senza doversi caricare di un’infinità di prodotti diversi per ogni fase distinta del lavaggio dei capi.

In questo modo è possibile concentrare l’azione pulente per rimuovere in maniera più decisa le macchie più ostinate, come quelle di frutta o sangue, e poi proseguire con il lavaggio normale in lavatrice.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Lysoform – Classico, Igienizzante

 

Chi vuole il massimo dell’igiene, soprattutto quando lava la biancheria intima, deve aggiungere un detersivo apposito quando effettua i cicli con la lavatrice. Un modo per risparmiare, che abbiamo individuato grazie alla comparazione tra i vari prodotti, è di optare per l’articolo di Lysoform, che aiuta a eliminare gran parte dei batteri.

Potrete utilizzarlo anche a mano con i capi delicati per ottenere lo stesso risultato e fino a un massimo di 18 lavaggi, grazie alla confezione da poco più di un litro. Il prezzo è un po’ più alto ma conveniente perché vi permette di eliminare un acquisto in più.

Anche per questa ragione è uno dei più venduti su Internet e preferito anche per il suo pratico tappo dosatore. Ciò che invece non accontenta chi lo ha scelto è l’efficacia sulle macchie, in quanto quelle più ostinate, come l’erba, fanno difficoltà a sparire se non si pretratta l’indumento.

Quello di Lysoform è un detersivo che ha conquistato i pareri favorevoli di tutti coloro che mettono al primo posto l’igiene. Andiamo ad analizzare i pregi e i difetti che lo contraddistinguono, per farvene avere un’idea più chiara.

Pro
Contro i batteri:

La formulazione di questo prodotto è pensata proprio per aiutarvi a rimuovere i batteri, sia quando lo usate in lavatrice, sia per i lavaggi a mano.

Due in uno:

Anche se il prezzo è un po’ più alto, in rapporto ad altri detersivi, il vantaggio sta nel non dover comprare un igienizzante apposito, da aggiungere a ogni lavaggio.

Tappo:

Molti apprezzano la presenza di un tappo dosatore, che aiuta a stabilire la giusta quantità per un certo numero di capi, in modo da evitare sprechi.

Contro
Macchie:

Molti utenti testimoniano che il prodotto ha difficoltà a rimuovere efficacemente macchie aggressive, come quelle di erba, per cui consigliano di fare un prelavaggio per migliorare l’azione del liquido.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ecoegg – Uovo ecologico con 720 dosi di detersivo per lavatrice

 

La scelta dell’Ecoegg, come dice il nome, si rivela un’alternativa al classico detersivo per lavatrice, con uno sguardo che predilige più l’ecologico e un consumo responsabile e meno inquinante. A partire dalla struttura stessa del contenitore, si nota il lavoro e la volontà di creare un’alternativa alla plastica usa e getta. 

Lo stesso contenitore è garantito dieci anni e funziona in modo semplice in combinazione con le diverse palline per la pulizia. La struttura stessa dell’Ecoegg è completamente BPA free e altamente riciclabile. Perfino gli inchiostri utilizzati per le note e le istruzioni hanno una base vegetale così da contenere al meglio l’impatto ambientale. 

L’utilizzo delle palline per il lavaggio dei capi nasce per rispettare al meglio, da un lato tessuti ed ambiente e dall’altro per fornire un sistema di pulizia rispettoso per le pelli più delicate.

Pro
Materiali:

Tutto in questo oggetto è pensato e realizzato per dare il meglio a impatto zero. Dalla stessa struttura dell’Ecoegg, passando per le palline per la pulizia, si vede come il prodotto incide in modo minimo sull’ambiente.

Gestione:

Una volta caricato, Le Ecoegg non ha bisogno di ulteriori aggiunte e modifiche. Si vede così la linea intuitiva imposta dal brand in ognuno dei passaggi.

Efficacia:

Con il dosaggio e una gestione attenta dell’Ecoegg si riescono a ottenere numerosi lavaggi, così da contenere al meglio la spesa per ricariche nel medio/lungo periodo.

Contro
Profumazione:

In mancanza di un sistema con cui poter profumare al meglio gli indumenti, diversi utenti lamentano la necessità di aggiungere dell’olio essenziale ai panni da lavare.

 

Acquista su Amazon.it (€22,56)

 

 

 

Presto! Detersivo universale in capsule 152 lavaggi

 

Chi punta a una copertura adeguata per la questione lavatrice, troverà nella confezione Presto! un numero soddisfacente di capsule per coprire il fabbisogno nel medio e lungo periodo. Nella scatola sono inclusi ben quattro pacchi, ognuno pensato per un totale di 38 lavaggi. 

Il sistema a doppia camera è ottimo per un potenziamento dell’azione smacchiante, con una fragranza lasciata sui panni che ha soddisfatto quelle persone che amano capi puliti e profumati a fine lavaggio. In particolare questo detersivo mantiene più a lungo i capi bianchi, così da donare loro una brillantezza che si mantiene anche dopo il lavaggio e che restituisce così un effetto unico ai vestiti. 

Diverse sono le opzioni anche per i tipi di indumenti scelti, con una tipologia universale adatta alla maggior parte dei tessuti e una più specifica invece per quelli colorati.

Pro
Quantità:

La confezione qui proposta è ottima per chi cerca un acquisto nel medio/lungo termine. Il numero di capsule presenti infatti copre diversi mesi e libera l’utente da altri pensieri.

Tipologia:

Ogni minicapsula possiede una doppia camera, così da distribuire il detersivo con regolarità e permettere un lavaggio efficace e approfondito.

Convenienza:

Il gran numero di capsule contenute in ogni confezione rappresenta un vantaggio se si guarda all’investimento e al numero di lavaggi possibili. Un aspetto che da solo ha saputo convincere un gran numero di utenti.

Contro
Predosaggio:

La quantità di detersivo presente in ogni singola capsula è fissa, un aspetto considerato non sempre conveniente per chi varia anche molto la grandezza di un carico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Green Natural – Concentrato alla lavanda

 

Se ancora non sapete quale detersivo per lavatrice comprare ma ne volete uno naturale, potete fare riferimento a quello di Green Natural, ideale anche per i lavaggi a mano. Nella sua composizione sono presenti elementi biologici e a basso impatto sull’ambiente, oltre a quelli che rispettano la pelle e non procurano allergie.

La bottiglia da 1 litro è sufficiente per 22 lavaggi, ma il suo prezzo risulta abbastanza alto a chi ha intenzione di risparmiare, pur con la consapevolezza che il costo è dovuto all’alta qualità degli ingredienti.

Gli utenti apprezzano che in commercio siano presenti ricariche più economiche, che permettono di riutilizzare più volte il flacone. La profumazione alla lavanda è abbastanza leggera, così da non irritare i nasi più sensibili.

Secondo alcuni acquirenti, inoltre, il bucato è così morbido che si può fare a meno dell’ammorbidente.

Diamo di nuovo uno sguardo approfondito alle caratteristiche positive e negative del detersivo di Green Natural.

Pro
Formulazione:

All’interno di questo detersivo non troverete sostanze nocive o che possano avere un impatto importante sull’ambiente, per cui potete acquistarlo nella totale tranquillità.

Efficacia:

Secondo chi ha potuto provarlo, il bucato risulta essere molto morbido senza che ci sia necessità di usare l’ammorbidente. Un bel risparmio per le vostre tasche e una riduzione dell’inquinamento nell’ecosistema!

Ricariche:

Quelle in commercio permettono di ricaricare il flacone senza doverne comprare uno nuovo, a un prezzo più basso.

Contro
Prezzo:

Risulta abbastanza alto, per chi ha intenzione di risparmiare, ma ciò è dovuto soprattutto alla presenza di ingredienti di alta qualità.

Acquista su Amazon.it (€5,9)

 

 

 

Come utilizzare un detersivo per lavatrice

 

Non tutti i detersivi per lavatrice sono uguali e molto spesso capita di scegliere quello sbagliato, di usarne una quantità eccessiva o, al contrario, non sufficiente per garantire il lavaggio adeguato dei nostri capi. Numerosi marchi e formati per rispondere alle diverse esigenze di noi consumatori, ma la domanda che facciamo è: siete sicuri di aver scelto il detersivo giusto? Qui sotto scopriamo insieme come farne il migliore utilizzo!

Quale tipologia?

I detersivi non sono tutti uguali come abbiamo detto ed è importante conoscere le loro differenze per acquistare il prodotto migliore secondo le proprie preferenze. Variano anche per il tipo di fragranze che contengono, ma soprattutto per la loro consistenza.

Quelli in polvere sono i più economici e vengono spesso venduti in formati giganti, utili anche per le ricariche in modo tale da minimizzare gli sprechi. Se da una parte, il detersivo in polvere garantisce un ottimo lavaggio e buona convenienza, dall’altro rischia di ostruire i tubi a causa della sua consistenza, quindi in molti preferiscono usare quello liquido da inserire nelle vaschette oppure le tabs da mettere nel cestello.

Quest’ultima tipologia di detersivo è caratterizzata dalla presenza di due parti e comprende l’ammorbidente e quindi rappresenta una soluzione 2in1. Le tabs costano di più proprio perché si tratta di prodotti che svolgono ben due funzioni: lavare e ammorbidire i capi.

 

Ammorbidente incorporato?

Come accade negli shampoo, anche il detersivo per lavatrice può avere al suo interno una quantità di ammorbidente tale che garantisce un lavaggio completo usando un solo prodotto, che alla fine compie due funzioni diverse. Solitamente, queste soluzioni sono proposte all’interno di capsule gel da inserire direttamente all’interno del cestello, leggendo sempre le istruzioni relative al loro utilizzo e alla quantità da inserire.

Detto ciò, ci sono anche detersivi in polvere con ammorbidente incorporato che rappresentano una valida alternativa. Questo permette di risparmiare sull’acquisto di un altro prodotto e nello stesso modo, si utilizza una sola vaschetta. In commercio è possibile trovare anche detersivi con smacchiatore e igienizzante, per completare al meglio il lavaggio dei propri indumenti.

La quantità da utilizzare

Infine, fate sempre attenzione alla quantità di detersivo per lavatrice che utilizzate, in modo tale da evitare sprechi e non inquinare troppo. A questo proposito, potete optare per prodotti ecologici a base di ingredienti naturali, efficaci anche sullo sporco ostinato, proprio come nel caso dei detersivi meno naturali. Se puntate alla convenienza, i formati extra-large fanno al caso vostro, assicuratevi solo che il detersivo non contenga sostanze dannose come i fosfonati, il BHT, il Coumarin o il Las.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come realizzare un detersivo per lavatrice fai da te?

 

Se state pensando di realizzare un detersivo per lavatrice utilizzando sostanze naturali e biodegradabili, la buona notizia è che vi serve veramente poco e probabilmente in casa avete già tutto l’occorrente. Sempre più persone sentono di rispondere all’esigenza di creare prodotti fai da te per rispondere al problema inquinamento. Inoltre, è un sistema che consente di risparmiare moltissimo e quindi ideale anche da questo punto di vista. 

 

Ecco quindi come fare un bucato naturale e senza l’utilizzo di sostanze nocive.

Quello che vi serve è questo:

– 5 litri di acqua

– Sapone di Marsiglia naturale

– 5 cucchiai di bicarbonato di sodio

– un pentolone per far bollire l’acqua 

Fate delle piccole scaglie di sapone di Marsiglia e iniziate a far bollire l’acqua. A questo punto spegnete il gas e versate le scaglie dentro il pentolone con l’acqua facendo dissolvere i pezzetti di sapone. Quando il sapone si è completamente sciolto versate il bicarbonato e mescolate per farlo agglomerare con l’altro composto.

 

Come dosare il detersivo per lavatrice?

Come succede nel caso del detersivo commerciale, anche quello fai da te va dosato per evitare sprechi. Potete usare la vaschetta dosatrice inclusa nella lavatrice oppure mettere il detersivo direttamente nel cestello. Sarebbe indicato conservare quello  naturale per una notte intera e, per farlo durare di più, si può utilizzare un flacone vuoto o un barattolo. In entrambi i casi potete scioglierlo con acqua calda o servirvi di un mixer per ottenere un composto omogeneo. Bastano due tazzine di caffè per lavare il bucato di una intera famiglia. 

 

Esistono detersivi per lavatrice con ammorbidente integrato?

Nel caso del detersivo fai da te, è possibile utilizzare aceto bianco con olio tea tree per ammorbidire i capi e donare un buon profumo. Ci sono poi i detersivi in commercio che, come accade negli shampoo con balsamo, contengono anche ammorbidente. Si tratta di soluzioni che permettono di risparmiare e spesso si presentano come delle capsule con due piccole zone separate, contenenti entrambi i prodotti.

La quantità da inserire nel cestello dipende dal carico di bucato e dal marchio del detersivo. Oltre alla presenza di ammorbidente, sul mercato esistono detersivi per lavatrice con igienizzante che svolge un’azione antibatterica. 

 

Che differenza c’è tra il detersivo liquido e in polvere?

I detersivi non sono tutti uguali ed esistono poche ma concrete differenza tra quelli liquidi e in polvere. La seconda tipologia è quella concepita e utilizzata anche in larga scala, visto che molti sostengono che i migliori detergenti per il bucato siano proprio quelli in polvere. La consistenza di questi detersivi consente un lavaggio completo e igienizzante, con l’aiuto di alte temperature. Questi detergenti sono quindi ideali per asciugamani, lenzuola e capi bianchi. 

Al contrario, quelli liquidi sono stati creati più di recente e sono molto più versatili: adatti per trattare diversi materiali, sono indicati anche per i delicati, senza rischiare di rovinarli. 

 

Cenere e bicarbonato aiutano a pulire e sbiancare i capi?

Ritorniamo ai detersivi naturali e ai metodi fai da te per ottenere capi bianchi e smacchiati. La cenere è una sostanza perfetta per ottenere indumenti e biancheria come nuovi: un sistema utilizzato dalle nostre nonne che conoscevano il potere smacchiante di questa sostanza.

Il bicarbonato di sodio aiuta a mantenere i colori e a rendere più bianchi gli indumenti: basta aggiungere una tazza ad ogni lavaggio per preservarli al meglio.

Oltre a cenere e bicarbonato, anche il succo di limone è un ottimo sbiancante naturale: potete aggiungere del sale grosso con succo di limone a ogni lavaggio in lavatrice, oppure riempire una bacinella con fette di limone e acqua calda, facendo stare tutto in ammollo per qualche ora.

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Winni’s – Profume Lavanda – 1500 ml

 

Se prediligete i prodotti ecologici, tra quelli venduti online, questo detersivo di Winni’s conquisterà la vostra attenzione. Il punto di forza del marchio è sempre il basso impatto ambientale, per cui, utilizzandolo, non andrete a creare un impatto importante sull’ecosistema.

L’articolo è ipoallergenico, privo di sostanze come il nichel o il cobalto, ricco di materie prime di origine vegetale e di tensioattivi biodegradabili. Arriva in un flacone da 1,5 litri, sufficiente per 25 lavaggi, che però ha un costo abbastanza alto rispetto ad altri detersivi di grandi marche.

Molti apprezzano la profumazione alla lavanda, che unisce al pulito un odore di buono. I risultati ottenuti, anche alle basse temperature, sono ragguardevoli in presenza di macchie e sporco ostinato. Gli utenti valutano positivamente la possibilità di acquistare le ricariche, spendendo meno, per riempire la bottiglie e riutilizzarla più volte.

Anche questo detersivo di Winni’s è uno dei prodotti che ci hanno convinto di più. Se non sapete dove acquistare, potete consultare il nostro link in fondo che ve lo propone a prezzi bassi. Qui riepiloghiamo i vantaggi e gli svantaggi che lo accompagnano.

Pro
Rispetta l’ambiente:

Un punto di forza di questo prodotto è il basso impatto che la sua formulazione ha sull’ambiente, per cui viene preferito da chi vuole rispettare l’ecosistema.

Ipoallergenico:

Anche le persone maggiormente sensibili o allergiche a componenti come il nichel o il cobalto, potranno venirne a contatto.

Profumazione:

Viene gradita la sua speciale profumazione alla lavanda, che unisce un buon aroma al pulito ottenuto utilizzandolo.

Efficacia:

Anche alle basse temperature, si rivela un prodotto efficace nel rimuovere le macchie o lo sporco ostinato, per cui non dovrete pretrattare i capi.

Ricariche:

L’azienda permette di acquistare a un prezzo inferiore le ricariche, in modo da inquinare di meno e da risparmiare sulla spesa.

Contro
Prezzo:

Rispetto a quello di altre marche, il costo risulta abbastanza alto, soprattutto perché il flacone è da 1,5 litri.

 

 

Sole Perle di Pulito

 

La possibilità di lanciare tutto in lavatrice e ottenere i risultati sperati è il sogno di tutti quelli che si occupano del bucato in casa. Questo è quello che promette, e in parte mantiene, la formulazione in perle di Sole. Basta inserire nel cestello la perla, ne basta una per il bucato normale e due se è particolarmente sporco, e poi riempire con i capi da lavare accuratamente.

Si dissolve completamente e non lascia residui sui capi lavati. Ha una leggera profumazione che non a tutti piace proprio perché molto tenue e non eccede in protagonismo. Dettaglio che per altri si trasforma in un pregio invece.

Non è nemmeno necessario valutare altri fattori che nelle normali polveri per lavatrice possono determinare buoni o cattivi risultati nella pulizia dei vestiti. Infatti, il dosaggio non cambia in base alla temperatura di lavaggio né alla durezza dell’acqua.

Pro
Comodo e senza sprechi:

Il bello delle perle è che non si spreca mai detersivo per colpa di un gesto maldestro che ne possa far cadere una parte a terra. Basta lanciarle nel cestello e il gioco è fatto.

Facile da dosare:

Una perla se il bucato è sporco, due se è sporchissimo. Basta, non serve sapere altro per trovare la giusta dose di detergente.

Con profumazione tenue:

Il profumo che hanno i capi non è eccessivamente protagonista, così da non coprire quello degli altri odori che piace portare, come quello del profumo personale o del proprio dopobarba.

Contro
Con allergeni:

Contiene enzimi, sbiancanti ottici ma anche gli incriminati allergeni come il Limonene o il Linalool che, seppure presenti in concentrazioni inferiori al 5%, possono provocare allergie e reazioni cutanee.

 

 

Winni’s Naturel, Ipoallergenico

 

Tra i nostri consigli d’acquisto non può mancare uno dei migliori detersivi per lavatrice del 2020, perché bio sia nella composizione, sia nella confezione. Winni’s è un marchio che mette a disposizione tutto il necessario per avere il bucato pulito senza inquinare troppo l’ambiente e lo fa anche grazie a questo sapone, contenuto in un flacone riciclato e riciclabile.

Si tratta innanzitutto di una delle offerte più convenienti del web, in quanto avrete quattro confezioni da 1,5 litri circa ciascuna, utili per 100 lavaggi, a un costo davvero molto contenuto.

Questo prodotto è da preferire per chi ha problemi di allergie e intolleranze a nichel, cobalto e cromo, in quanto ne è privo. Oltre alla convenienza, i risultati ottenuti con i lavaggi sono molto buoni, anche se alcuni utenti consigliano di pretrattare i capi con macchie più difficili.

Il costo contenuto rende questo di Winni’s Naturel il più economico dei prodotti che abbiamo potuto esaminare. Date un’occhiata più da vicino ai pro e ai contro che lo caratterizzano.

Pro
Confezione:

Si tratta di una sacca in plastica riciclata, che può a sua volta essere ancora riciclata, in modo da creare un impatto minore sull’ambiente.

Conveniente:

L’offerta include quattro confezioni da 1,5 litri l’una a un prezzo concorrenziale, soprattutto perché vi consente di effettuare fino a ben cento lavaggi.

Anallergico:

La formulazione del detersivo è indicata per tutti coloro che hanno allergie al nichel, al cobalto e al cromo, in quanto ne è totalmente privo.

Contro
Prelavaggio:

Con le macchie più difficili questo articolo sembra avere qualche difficoltà. Vi consigliamo perciò di pretrattare quei capi che hanno queste caratteristiche.

 

Dixan Pulito e Liscio

 

Principale Vantaggio:

La quantità di lavaggi che si riescono a fare dimostra la bontà del marchio nel realizzare un oggetto comodo da utilizzare e da dosare, lasciando anche meno sgualciti i capi.

 

Principale Svantaggio:

L’azione del detersivo contro le macchie è stata giudicata insufficiente da chi aveva scelto il prodotto anche per il suo potere pulente.

 

Verdetto: 9.6/10

Grazie al buon numero di lavaggi e a una pulizia che si dimostra adatta a capi d’abbigliamento non eccessivamente sporchi, il detersivo Dixan è entrato nelle case di diverse persone con soddisfazione per i risultati ottenuti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Formula

A detta di diverse persone il prodotto si attiva già durante il lavaggio mettendo in atto una distensione adeguata dei tessuti, che si nota una volta concluso il ciclo. A questo scopo, il capo presenta un numero inferiore di pieghe, che si riducono maggiormente al momento della stiratura, migliorando e velocizzando la procedura.

Questa formula ha incuriosito chi, per necessità o impegni, non può dedicare troppo tempo alla stiratura dei panni e preferisce ottimizzare dove possibile, affidandosi a un detersivo che rispetta il capo e in prima battuta la pelle di chi lo indossa.

Convenienza

Un altro punto su cui il marchio ha ben lavorato è quello riguardante la quantità di detersivo usata a seconda del tipo di lavaggio.

È sufficiente mezzo tappo per carichi medi mentre quando il numero di panni si fa più abbondante è bene aumentare la dose a un tappo intero. In proporzione e facendo una media si riescono a effettuare circa venti lavaggi prima dell’esaurimento del detersivo. Si tratta di una quantità considerata mediamente molto conveniente da chi è solito procedere a numerosi lavaggi nel corso della settimana.

 

Regolazione

L’aggiunta del tappo dosatore e di una bottiglia resistente il giusto perché ben protetta da urti e improvvise aperture. Queste tre delle specifiche che hanno convinto maggiormente gli utenti, attratti da un prodotto che guarda da un lato al risparmio sia per quel che concerne la quantità di detersivo sia per il lavoro successivo a fine lavaggio.

La formula che distende con maggior cura i tessuti infatti riduce le tempistiche e migliora l’aspetto e la regolarità dell’indumento, con poche pieghe da stirare.

 

 

Sole Perle ProteggiColore

 

Chi è alla ricerca di un buon detersivo per lavatrice può fare affidamento su un marchio conosciuto e affidabile come Sole, un’azienda italiana che da anni opera nel settore per aiutare i consumatori a prendersi cura del proprio bucato.

Tra i prodotti più validi del brand si collocano queste innovative perle proteggicolore, caratterizzate da una formulazione concentrata che si propone di sostituire tanti altri prodotti specifici utilizzati durante i lavaggi.

Le capsule, infatti, svolgono una triplice azione: puliscono in profondità eliminando lo sporco che si annida tra le fibre dei tessuti, rimuovono efficacemente anche le macchie più ostinate e proteggono i colori preservando nel tempo la bellezza e la luminosità dei capi.

Trattandosi di capsule predosate, risultano anche piuttosto pratiche da utilizzare, così da non perdere tempo a dosare la giusta quantità di detersivo, evitando al contempo gli sprechi.

Alcuni utenti fanno tuttavia notare che il prodotto non lascia alcun profumo sul bucato, rendendo pertanto necessario l’utilizzo di un ammorbidente per rendere gli indumenti più soffici e profumati. Grande soddisfazione, invece, sul prezzo ultra competitivo dell’offerta, comprensiva di ben sei confezioni per un totale di 156 lavaggi.

Pro
Triplice azione:

Il prodotto è formulato per pulire e smacchiare a fondo i tessuti rimuovendo in modo efficace le macchie difficili e i residui di sporco senza bisogno di pretrattare, mentre l’innovativa formula proteggicolore garantisce la massima protezione per i colori, scongiurando il pericolo che sbiadiscano lavaggio dopo lavaggio.

Pratiche:

Si tratta di capsule monodose idrosolubili da inserire direttamente nel cestello della lavatrice insieme al bucato, così da non incorrere nel fastidio di dover dosare ogni volta il giusto quantitativo di detersivo.

Formato convenienza:

L’offerta comprende ben sei confezioni da ventisei capsule ciascuna a un costo davvero competitivo, ponendosi quindi come scelta ideale per quanti cercano un buon detersivo per la pulizia del bucato spendendo una cifra ragionevole.

Contro
Ammorbidente:

Per quanto sia fuori discussione la validità e l’efficacia delle perle, l’assenza di ammorbidente nella formulazione costringe a utilizzare un prodotto specifico per rendere le fibre dei tessuti più morbide e profumate.

 

 

Dixan Pulito e Liscio

 

Una faccenda davvero pesante, soprattutto quando fa caldo, è stirare: camicie e capi in lino sono solitamente più impegnativi e richiedono anche l’uso del vapore. Per questa ragione Dixan ha pensato a un detersivo liquido in grado di diminuire il numero di pieghe.

La formulazione di questo sapone, contenuto in un flacone, riesce infatti a stendere di più le fibre e a diminuire la vostra fatica nel rendere i capi perfetti. Certo, non su tutti i tessuti è così efficace, ma la percentuale di sgualciture diminuisce dopo il lavaggio.

Gli utenti ne apprezzano il profumo di pulito e il tappo dosatore, che rende più semplice prelevare il detersivo. Giudicano invece meno positivamente l’efficacia nel rimuovere le macchie, che restano se non si fa un po’ di prelavaggio.

Il prezzo è abbastanza conveniente in rapporto alla possibilità di fare 21 lavaggi con una sola bottiglia, per cui molti lo ritengono il miglior detersivo per lavatrice in commercio.

La nostra guida per scegliere il miglior detersivo per lavatrice include articoli pensati per facilitare la vita delle casalinghe. Il top è questo di Dixan: se volete conoscerne caratteristiche positive e negative, date loro un’occhiata qui sotto.

Pro
Meno pieghe:

Il punto di forza di questo detersivo per lavatrice di Dixan è la sua formulazione, in grado di stendere per bene le fibre dei capi, per ridurre il numero di pieghe. Non sarete così costretti a stirare tutte le volte.

Flacone:

A molti utenti piace soprattutto la presenza del tappo dosatore, che aiuta a prelevare la giusta quantità di detersivo da mettere nel cestello.

Prezzo:

Il costo del prodotto è conveniente in rapporto alla possibilità di fare almeno 21 lavaggi con un solo acquisto.

Contro
Efficacia:

Non convince molto la sua azione nel rimuovere le macchie, per cui molti consigliano di effettuare un prelavaggio per assicurarsi di non correre questo rischio.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status