fbpx

Il miglior drone professionale

Ultimo aggiornamento: 27.05.19

 

Droni professionali – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensione del 2019

 

Il drone professionale vi permetterà di fare splendide fotografie aeree e riprese video in alta definizione, con una facilità non indifferente, a dispetto della sua apparente complessità di controllo. La nostra guida, infatti, vi spiegherà in maniera più dettagliata come è fatto questo velivolo e quali sono le aree di impiego possibili, in modo da aiutarvi a capire come scegliere un buon drone professionale adatto alle vostro tipo di esigenze; a seguire troverete la recensione dei migliori droni professionali del 2019 tra tutti i modelli venduti online, stando alle opinioni dei consumatori. Tra questi si sono distinti due modelli in particolare, entrambi prodotti dalla ditta DJI, molto nota e apprezzata in questo settore di produzione, il Mavic Air, grazie alla telecamera con definizione Ultra HD 4K, e il Phantom 3 Advanced, meno prestante nella resa video, ma più adatto ai principianti.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere il miglior drone professionale

 

Se volete saltare la parte introduttiva, invece, e esaminare subito i consigli d’acquisto che vi aiutino a capire quale visore notturno comprare, allora la nostra tabella di comparazione vi fornirà un rapido colpo d’occhio sui modelli che si sono piazzati ai primi tre posti della nostra classifica sul miglior drone professionale.

La tabella, confronta prezzi, pregi e svantaggi, in modo da permettervi di individuare con estrema rapidità il modello che meglio si adatta alle vostre necessità.

 

 

Guida all’acquisto

 

Completamente versatile

Ciò che differenzia un semplice drone giocattolo da un drone professionale, a parte il suo livello qualitativo ovviamente, è la maggiore potenza e stabilità del velivolo, dal momento che viene utilizzato fondamentalmente come piattaforma per il trasporto e l’utilizzo di attrezzature aggiuntive.

Questo aspetto rende i droni professionali degli strumenti completamente versatili, come sta ampiamente dimostrando la loro diffusione, sia per quanto riguarda le aree di impiego sia in termini di utenza, privata e aziendale; sul mercato sono disponibili in tutte le fasce di prezzo, anche se bisogna tenere che la più economica parte comunque dai 600-800 euro almeno, fino a raggiungere gli oltre 10.000 euro dei modelli di fascia più elevata, concepiti per offrire il top delle prestazioni a livello professionale e cinematografico.

 

Tipologie e prestazioni

I tipi di drone professionale che abbiamo esaminato nella nostra guida, in particolare, sono quelli destinati all’impiego con attrezzature fotografiche, fotocamere e telecamere, e anche in questo particolare settore esistono le dovute differenze, in base al modello e alla relativa fascia di appartenenza.

I droni professionali di fascia media e bassa, solitamente sono dotati di telecamera integrata che, a seconda del prezzo, offre prestazioni video più o meno elevate, variabili tra il formato Full HD 1.080p e il formato Ultra HD 4K; le funzionalità della telecamera, invece, sono standard e comuni a quasi tutti i velivoli di questo tipo, a prescindere dal prezzo.

I droni professionali di fascia alta, invece, oltre a essere decisamente più costosi sono anche più prestanti dal punto di vista della potenza e della capacità di carico, sono modelli esacotteri, cioè a sei rotori, che al posto di una semplice telecamera standard integrata, possiedono un guinzaglio speciale dove viene montata un’attrezzatura fotografica di tipo professionale, reflex o videocamera.

Questo spiega l’elevato costo di questi modelli, che possono sollevare fino a dieci chilogrammi di peso e anche più, a seconda del tipo.

 

 

Funzioni di volo automatizzate

L’aspetto basilare di cui tenere conto poi, nella scelta di un drone professionale, è la facilità con cui lo si può pilotare; a dispetto di quel che in genere si immagina, infatti, i droni professionali sono dotati di speciali processori dedicati esclusivamente al controllo del volo, per la maggior parte automatizzato, dal momento che, per sua stessa natura, il drone professionale deve lasciare all’operatore la maggior libertà possibile per gestire le riprese video.

La maggior parte dei droni professionali disponibili sul mercato, quindi, è dotata di questi processori dedicati e risultano abbastanza semplici da controllare; anche se bisogna fare comunque un po’ di attenzione nella scelta, dato che alcuni modelli sono più indicati ai principianti, rispetto ad altri.

 

I migliori droni professionali del 2019

 

Tra i droni professionali più venduti e più apprezzati dai consumatori troverete ben tre modelli prodotti dalla stessa ditta: DJI; la cosa non deve stupirvi dal momento che DJI, a dispetto della sua origine cinese, è considerata la migliore marca in questo settore da una larga fetta di consumatori, sia privati sia professionisti e aziende.

A testimonianza di ciò, infatti, basta dare un’occhiata ravvicinata al Matrice 600, per capire veramente il livello di qualità e di prestazioni offerte da questo marchio.

I meno esigenti, invece, troveranno interessanti anche gli altri due modelli, soprattutto dal punto di vista economico.

 

Prodotti raccomandati

 

DJI Mavic Air

Principale vantaggio:

Ha le dimensioni e la facilità di pilotaggio di un semplice mini drone, ma ha il pregio di essere realizzato con materiali eccellenti, curato nei dettagli e fornito di tecnologie di livello professionale; d’altronde DJI è uno dei leader nel settore droni, a livello globale.

 

Principale svantaggio:

La connessione Wi-Fi è poco stabile secondo alcuni, ma questo dipende in buona parte anche dalle zone; in ogni caso è consigliabile non spingerlo in volo oltre il raggio di un chilometro.

 

Verdetto 9.9/10

I droni DJI si distinguono da tutti gli altri per la loro elevata qualità costruttiva, ecco perché il Mavic Air, nonostante non sia economico, è uno dei modelli più richiesti sul mercato.

Acquista su Amazon.it (€757,99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Elevata autonomia di volo

Una piccola meraviglia di ingegneria e design, così è stato definito il drone professionale Mavic Air e infatti, anche se a vederlo da lontano non sembra per nulla diverso da un semplice mini drone di fascia economica, non appena lo si esamina più nel dettaglio la sua percezione cambia drasticamente.

Il Mavic Air salta subito all’occhio per le sue dimensioni compatte e per la considerevole autonomia di volo.

Le sue misure, con i rotori estesi, sono di soli 16,8 x 18,4 x 6,4 centimetri, quando è ripiegato occupa ancor meno spazio e trova alloggiamento in una comoda custodia che lo protegge durante il trasporto; la batteria ai polimeri di litio da 12 Volt e 2.375 mAh, che è integrata nel corpo del drone, gli offre un’autonomia di volo di ben 21 minuti, il quadruplo rispetto agli standard dei normali mini droni di fascia medio-bassa.

Eccellente nel volo e nelle riprese

Dal punto di vista dei controlli di volo, il Mavic Air non è tanto dissimile dai modelli analoghi che si possono trovare nella fascia più economica di mercato, ma con la differenza che oltre a essere facile da pilotare, è anche estremamente affidabile prestante nel volo; infatti può raggiungere una velocità media di circa 28,8 km/h e una massima di 68,4 km/h, un’altitudine massima di ben 5.000 metri e resistere senza problemi a venti dai 29 ai 38 chilometri orari.

Il vero gioiello del Mavic Air, però, è la telecamera integrata di livello professionale, con un sensore CMOS da 12 megapixel, capace di scattare foto e registrare video con una risoluzione massima Ultra HD 4K a 120 fps, garantendo un’impressionante qualità delle immagini; la telecamera, inoltre, è assicurata allo speciale sistema GIMBAL, un giunto cardanico a tre assi che le permette di mantenere un’inquadratura stabile a dispetto dei repentini movimenti del drone.

 

Raccomandazioni

Ovviamente, però, bisogna tenere conto delle specifiche del radiocomando in dotazione; anche se le caratteristiche tecniche del Mavic Air, infatti, sono quelle che sono, il raggio d’azione massimo del radiocomando è limitato a 4.000 metri.

Alcuni acquirenti, inoltre, riferiscono che a seconda delle zone in cui lo si fa volare la connessione Wi-Fi potrebbe essere più o meno stabile e quindi consigliano, possibilmente, di non spingere il Mavic Air a una distanza superiore a 1 o 1,5 chilometri, anche in altezza, in modo da non correre il rischio di perdere contatto col drone.

 

Acquista su Amazon.it (€757,99)

 

 

 

DJI Phantom 3 Advanced

 

Ecco un altro drone professionale DJI estremamente apprezzato dai consumatori, specialmente l’utenza privata, sia professionale sia amatoriale, il Phantom 3 Advanced.

Questo modello quadricottero è caratterizzato dalla stessa facilità di controllo del Mavic Pro, possedendo un analogo processore per il controllo del volo, ma è inferiore per quanto riguarda l’autonomia di volo, che è di circa 20 minuti, e le prestazioni video pur mantenendosi, però, su livelli di eccellenza; la telecamera integrata, infatti, ha un sensore da 12,4 megapixel e una risoluzione video di 2.7K, che include quindi i formati HD e Full HD.

Il telecomando, compatibile con smartphone, ha un raggio operativo di 5 chilometri e le persone che l’hanno acquistato ne apprezzano molto per la facilità con cui si può pilotare, adatto anche ai meno esperti, ma non essendo pieghevole, lo giudicano voluminoso e alquanto scomodo da trasportare, dato che richiede spazio e cautela per non danneggiarlo inavvertitamente.

Con un radiocomando potente tanto che si può pilotare il drone a una distanza massima di 5 km, il DJI Phantom Advanced, anche se non il più economico tra quelli proposti, è uno dei più apprezzati dagli utenti.

Pro
Raggio operativo:

Questo drone si può pilotare fino a una distanza massima di ben 5 km anche utilizzando il potente radiocomando offerto in dotazione.

Full HD:

Le riprese che si possono effettuare con questo drone arrivano alla risoluzione Full HD grazie alla videocamera integrata con sensore da 12,4 megapixel. Buone, per qualità, anche le foto che si possono scattare.

Autonomia:

Come per molti droni l’autonomia della batteria non è particolarmente alta, ma in questo caso si può arrivare tranquillamente fino a 20 minuti di volo ininterrotto.

Contro
Radiocomando:

Non piacciono le sue dimensioni, visto che è ritenuto da molti utenti troppo ingombrante. Richiede anche la massima cautela quando lo si trasporta nello zaino perché pare sia molto fragile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Yuneec Typhoon Q500 4K

 

Nella stessa fascia di prezzo dei modelli esaminati in precedenza, si trova anche questo interessante modello prodotto dalla ditta americana Yuneec, il drone professionale Typhoon Q500 4K, nella versione Set completa di batterie, telecomando, telecamera con sistema di aggancio rimovibile e custodia per il trasporto.

Anche questo drone è un quadricottero ready to fly, cioè pronto al volo, decisamente facile da pilotare grazie allo schermo con controlli Touch-Screen basato sul sistema Android, integrato nel telecomando; la telecamera in dotazione ha una risoluzione 4K e un sensore da 12 megapixel e, tra le altre funzioni, offre la capacità di riprendere video al rallentatore con una risoluzione massima di 1.080p a 120 frame al secondo.

Secondo gli acquirenti è un drone facile da pilotare, con un’eccellente resa video; l’unico difetto sono le procedure di volo automatizzate che essendo legate al segnale del telecomando, purtroppo, limitano molto le potenzialità di ripresa.

Il pezzo forte di questo nuovo modello è senza dubbio la videocamera con risoluzione 4K.Chi volesse sapere dove acquistare questo drone può trovare i link dei rivenditori online sotto i pro e contro di questa pagina.

Pro
Per meno esperti:

Una delle maggiori qualità di questo drone è la facilità con cui si pilota, caratteristica che lo rende adatto soprattutto a chi non ha mai utilizzato questo tipo di dispositivo volante.

Video in 4K:

Le immagini che si possono catturare grazie al sensore video integrato nella videocamera CG03 arrivano fino alla risoluzione massima Ultra HD, il top in questo campo.

Home mode:

Molto utile è la funzione che consente di far rientrare il drone in totale autonomia che atterrerà in prossimità del pilota in raggio massimo di 8 metri.

Contro
Istruzioni:

Nella confezione, stranamente, non è presente un manuale in lingua italiana cosa che limita un poco l’utilizzo di alcune funzioni nonostante siano abbastanza intuitive.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

DJI Matrice 600

 

Ancora un modello prodotto dalla ditta DJI, questa volta si tratta di un drone esacottero professionale destinato soprattutto all’utenza professionale di tipo aziendale o per i fotografi specializzati nelle riprese aeree di alto livello.

Il Matrice 600, infatti, si fa notare innanzitutto per il prezzo considerevole, giustificato pienamente dalle sue incredibili prestazioni, del resto; si tratta infatti di un modello del peso di circa 10 chilogrammi, capace di trasportare un equipaggiamento fotografico o video, di tipo professionale, del peso massimo di 5,5 chilogrammi.

Questa sua caratteristica gli permette di compiere anche rilievi aerofotogrammetrici, tanto per fare un esempio, dato che può essere equipaggiato con fotocamere e telecamere professionali di tipo specifico.

Le prestazioni di volo sono superiori sotto tutti gli aspetti, inclusa la temperatura di esercizio, che varia dai 40° ai -10° Celsius, ed è compatibile con tutti i modelli di guinzaglio prodotti da DJI.

Nella nostra guida per scegliere il miglior drone spicca questo modello proposta da DJI che permette di montare qualsiasi tipo di videocamera. Caratteristica che lo inserisce tra i droni da utilizzare a livello professionale.

Pro
Videocamera a piacimento:

Questo drone professionale di DJI consente di montare qualsiasi tipo di videocamera prodotta dalla stessa azienda, è quindi adatto a chi fa riprese professionali in ambito cinematografico.

Applicazione:

Grazie alle app DJi Go e Dji Assistant è possibile avere sempre sotto controllo diversi parametri del drone, come batteria residua, potenza del segnale e così via. È anche possibile gestire la videocamera impostando ad esempio ISO o velocità dell’otturatore.

Batteria:

La lunga autonomia di volo è garantita dalla presenza di ben sei batterie. Queste sono gestite da un sistema intelligente che nel caso una avesse problemi riporta il drone dal suo pilota in totale sicurezza.

Contro
Prezzo:

Questo non è sicuramente un drone da regalare ai bambini o da acquistare come primo per iniziare ad imparare. Infatti il suo prezzo supera abbondantemente i 5mila euro.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Hubsan H501S

 

Il drone con telecamera professionale H501S, prodotto dalla ditta cinese Hubsan, è il più economico tra tutti modelli che abbiamo messo a confronto nella nostra guida, e questo è una delle ragioni principali del suo notevole successo di mercato.

È un quadricottero dotato di una telecamera integrata che offre una risoluzione massima di 1080p, Full HD, e funzioni di volo automatizzate che includono il GPS e il ritorno automatico al punto di decollo; la batteria ricaricabile gli conferisce un’autonomia operativa di circa 20 minuti, mentre le dimensioni compatte lo rendono estremamente facile da trasportare, anche se non è un modello pieghevole.

Secondo le opinioni degli acquirenti, questo drone, pur essendo un modello di tipo professionale, è da apprezzare soprattutto per la convenienza del suo prezzo, dato che il livello di prestazioni offerte è decisamente limitato nelle funzioni di volo, ma soprattutto dal punto di vista delle riprese video.

Chi non vuole spendere molto magari perché non ha molta dimestichezza con i droni e vuole un modello per iniziare ad imparare a pilotare può scegliere questo velivolo prodotto da Hubsan, proposto a prezzi bassi.

Pro
Prezzo:

Non tutti sono disposti a spendere cifre alte per un drone, e questo proposto da Hubsan può esaudire questa esigenza.

Riprese video in alta qualità:

Nonostante il costo abbordabile offre una videocamera in grado di registrare immagini in Full HD, ovvero alla risoluzione di 1080p.

Video in tempo reale:

Il radiocomando integra un display da 4,3 pollici LCD su cui è possibile vedere quanto il drone sta riprendendo e di conseguenza muoverlo dove serve catturare l’azione.

Contro
Telecamera fissa:

Ovviamente per contenere i costi l’azienda ha dovuto a scendere a compromessi con alcune funzioni. La più evidente è la videocamera, fisse e quindi non orientabile che non è dotata di stabilizzatore ottico.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

DJI Mavic Air

 

DJI è uno dei marchi leader nel settore di produzione dei droni professionali, e anche uno dei più apprezzati dalla clientela internazionale, sia gli utenti privati sia le aziende che utilizzano le tecnologie di ripresa aerea ad alta definizione.

Il drone professionale Pro è il modello base della serie Mavic, prodotta da questa nota ditta cinese, di conseguenza è anche il più economico dei tre apparecchi DJI esaminati nella nostra guida. Si tratta di un quadricottero completo di telecamera ad alta definizione Ultra HD per riprese video davvero impeccabili.

Dispone di telecomando compatibile con smartphone e di un processore dedicato per le operazioni di volo, molte delle quali automatizzate, per cui è semplice da controllare, raggiunge una velocità massima di 65 km/h e ha un’autonomia di volo di 30 minuti; gli acquirenti ne hanno apprezzato soprattutto l’elevata stabilità, che gli permette di affrontare anche il vento forte, e la qualità video quasi cinematografica.

Drone di buona fattura, facile da pilotare come da prassi per i modelli proposti da DJI. In più offre una telecamera che consente buone riprese video e scatti di foto da una prospettiva molto suggestiva.

Pro
Materiali:

Questo drone, come tutti quelli commercializzati da DJI, si evidenzia per la qualità dei materiali con cui è prodotto e che fanno una bella differenza rispetto a quelli di altri modelli.

Controllo:

Pilotare questo drone è estremamente semplice, come fanno notare gli utenti. Le sue dimensioni poi consentono di farlo volare facilmente anche se non si è molto esperti.

Videocamera:

Da tenere presente anche la buona videocamera integrata da ben 12 megapixel, che consente di registrare video Ultra HD.

Contro
Wi-Fi:

Basandoci sui pareri degli utenti non sempre la connessione Wi-Fi tra drone e radiocomando è stabile, ma questo secondo molti dipende dalle zone dove si utilizza il drone.

Acquista su Amazon.it (€757,99)

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status