fbpx

La migliore fascia porta bebè

Ultimo aggiornamento: 16.07.19

Fasce porta bebè – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Confusi dalla varietà dei modelli disponibili e intimoriti all’idea di trasportare il bimbo in un semplice pezzo di stoffa? Ecco subito i modelli che ci hanno convinto di più tra tutti. Hoppediz – Aberdeen ha le etichette al centro per riconoscerlo più facilmente quando la si lega e i bordi con colori contrastanti per trovarli più facilmente. Mipies mipies02 è realizzata al 95% in cotone ed è facile da lavare e da indossare, proprio come fosse una maglietta.

 

 

Tabella comparativa

 

Lo mejor de los mejores

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la miglior fascia porta bebè

 

Negli ultimi tempi si sta riscoprendo la meravigliosa cultura del portare i propri bebè a stretto contatto grazie all’uso di fasce per rendere l’abbraccio confortevole per entrambi, adulto e bambino. Ma come fare a scegliere una buona fascia? Quali criteri prediligere per essere certi di non arrecare danno a sé o al piccolo? Questa breve guida si propone di fare chiarezza sugli aspetti da non trascurare prima di decidere qual è il miglior supporto.

a-1-fascia-porta-bebe

 

Guida all’acquisto

 

Il modo più semplice per rispondere al bisogno di contatto

La richiesta di contatto da parte dei piccolissimi è un bisogno fisiologico, naturale ma soprattutto bello da assecondare se ben attrezzati. I bimbi appena nati sentono la necessità istintiva di mantenere lo stesso raccoglimento che hanno sperimentato durante la vita intrauterina ma adesso con la possibilità di aggiungere anche nuove esperienze sensoriali, a partire dalla percezione dell’odore e dei suoni che provengono dalla mamma.

È bene quindi essere in grado di portare i bimbi in braccio senza compromettere lo sviluppo dei loro arti ma nemmeno la salute della schiena dell’adulto. Il prezzo che si paga per una fascia porta bebè può apparire in apparenza sproporzionato, eppure è decisamente inferiore a quello di un comune passeggino e risponde a un numero maggiore di bisogni del piccolo.

Confronta prezzi, dunque, ma anche i modelli disponibili attualmente sul mercato. Ne esistono di svariati tipi, tutti in grado di rispondere a una specifica età evolutiva: la fascia può essere rigida o elastica, con anello oppure chiusa da inforcare su una spalla. Quello che devi tenere alto nella classifica delle tue priorità è il tipo d’uso che ne farai e che deve essere direttamente proporzionale all’età e alla conformazione del bambino.

 

Portare rispettando la fisionomia del piccolo

Il bimbo portato in braccio può assumere le più diverse posizioni in base alla sua età e conformazione fisica. È però importante documentarsi a dovere su quali sono le legature migliori, magari seguendo corsi specifici e dando un’occhiata anche alla recensione che ne fanno i genitori.

Un neonato nato da pochi giorni avrà bisogno di mantenere una posizione raccolta e con la schiena curva, come era nella pancia della mamma. Posizioni supine o sul fianco potranno essere assunte man mano che i muscoli si rafforzano, fino al momento in cui la testolina sarà in grado di fare capolino dalla fasciatura.

Accertati di scegliere la fascia più versatile, cioè quella che da subito ti consente di assumere diverse posizioni e dia agio a sufficienza per poterla avvolgere al corpo. Lunghe anche oltre 5 metri, le fasce hanno un aspetto complicato che tende a scoraggiare chi le vede per la prima volta. Eppure dovrai tenere conto che, specie durante i primi mesi dal parto, la taglia della mamma non sarà la stessa di prima della gravidanza. E successivamente saranno i bebè coi loro rotolini di ciccia a creare maggiore ingombro.

a-2-fascia-porta-bebe

Attenzione alla scelta dei materiali

Le fasce della migliore marca si distinguono per la grande attenzione alla scelta delle stoffe impiegate. La presenza di una certificazione da parte di un ente esterno e di comprovata fiducia è il dato da ricercare prima di acquistare un indumento che starà intensamente a contatto con la delicatissima pelle del bambino.

Altro dettaglio da considerare riguarda la robustezza del tessuto. Nel caso delle fasce lunghe 5 metri è possibile scegliere tra i modelli elastici e quelli rigidi. Il vantaggio dei primi è la maggiore versatilità del tessuto: la fascia si indossa come fosse una maglietta, d’altra parte il tipo di tessuto regge meno bene il peso crescente del bambino e quindi va abbandonata relativamente presto. Nel caso delle fasce lunghe e rigide, è bene preferire quelle con trama in diagonale: offrono maggiore resistenza e flessibilità e sono adatte a portare i bimbi a lungo, anche oltre i 3 o 4 anni.

 

Le migliori fasce porta bebè del 2019

 

Qual è la migliore fascia porta bebè del 2019? Di certo quella che meglio si adatta alle forme del bimbo da portare e dell’adulto che porta. Non stupirti quindi se ti verrà voglia di acquistarne più di una: ognuna veste in modo diverso e crea un’intimità speciale con il tuo pupo appena arrivato.

Se vuoi alcuni suggerimenti su quale fascia porta bebè comprare, ti proponiamo questa rapida carrellata dei prodotti più venduti: hanno conquistato il parere positivo di tanti utenti e tra queste potrebbe essercene una che fa per te.

 

Prodotti raccomandati

 

Hoppediz – Aberdeen

Principale vantaggio:

Si tratta di una fascia dotata di due etichette nel mezzo che permettono di individuare rapidamente il centro; i bordi sono a colori contrastanti per cui possono essere distinti facilmente. Il taglio diagonale delle estremità facilita il nodo.

 

Principale svantaggio:

Le istruzioni prevendono immagini chiare che spiegano bene come fare la legatura. Le istruzioni rimangono comunque in tedesco…

 

Verdetto 9.8/10

Le fasce Hoppediz sono disponibili in un’ampia gamma di colori e misure, per cui si adattano bene a genitori di qualunque statura. In tutti i casi, parliamo di modelli molto apprezzati, realizzati interamente in cotone, lavabili in lavatrice a 60°. Non stingono e hanno una pratica tasca con chiusura a strappo per riporre piccoli oggetti come cellulare, fazzoletti, borsellino.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Perché è pratica

Meno noto in Italia, Hoppediz è un marchio conosciuto in Germania: la fascia è infatti di produzione tedesca, come provano le istruzioni… solo in tedesco. Si tratta comunque di un modello facile da indossare perché il manualetto ha le immagini esemplificative che mostrano chiaramente come fare la legatura: basta un po’ di pratica all’inizio e non ci saranno problemi.

A differenza di altre fasce porta bebè simili, quelle Hoppediz hanno tutte due etichette posizionate esattamente nel mezzo, un piccolo ma utile accorgimento che permette di individuare immediatamente il centro, un’operazione non sempre facile in fasce che misurano anche 5,4 metri!

Un altro dettaglio interessante sono i bordi realizzati con colori contrastanti per cui, anche in questo caso, sarà più facile individuarli. Essendo tagliate in diagonale alle estremità, le fasce Hoppediz sono più facili da annodare.

Da sottolineare poi la presenza della comoda tasca integrata di 20 x 25 cm con chiusura a strappo che permette di riporre piccoli oggetti come cellulare, borsellino, fazzoletti, lista della spesa.

Com’è fatta

La fascia Hoppediz è realizzata al 100% in cotone, un materiale che può essere utilizzato sempre, anche in estate. Spesso i genitori hanno il dubbio che le fasce possano rivelarsi troppo calde; certo, esistono modelli in misto lino che sono un po’ più freschi, ma quando il sole picchia e l’umidità non dà tregua, bimbo e genitore sudano qualsiasi cosa indossino.

In questo caso, la maggior parte delle neo mamme e dei neo papà ritiene comunque le fasce Hoppediz leggere e sufficientemente traspiranti. Il bimbo un po’ suda quando fa molto caldo ma, se indossa solo il body, non ci sono grossi problemi.

Le fasce jacquard, quelle con diversi colori e trame variegate, possono essere indossate su entrambi i lati. Morbide e piacevoli al tatto, vengono testate per verificare la presenza di sostanze nocive e possono essere lavate in lavatrice fino a 60°C. I colori resistono molto bene – lo conferma la maggior parte dei genitori – perché i filati sono stati tinti al grezzo, prima della tessitura a macchina.

 

Tante versioni diverse

Le fasce Hoppediz sono leggere ma anche resistenti; realizzate in cotone intrecciato, sono elastiche solo in diagonale e consentono di portare il pargoletto dalla nascita fino a oltre 10 kg di peso.

Molto apprezzata è l’ampia varietà di scelta, non solo dei colori ma soprattutto delle taglie: si va dalle fasce lunghe 2,50 metri – particolarmente facili da legare e adatte per portare il bimbo sul fianco – fino a quelle lunghe 5,4 metri, ottime per genitori molto alti.

Nel mezzo, troviamo i modelli lunghi 3,7 metri che vanno bene per persone basse e minute, e modelli lunghi 4,6 metri, quelli più gettonati perché sono indicati per persone con statura media e vanno bene per genitori con diversa altezza.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mipies mipies02 

 

2.Fascia Porta Bebè - baby wrapÈ chiaro come scegliere una buona fascia porta bebè sia un argomento da prendere in seria considerazione: non si tratta di preferire un colore a un altro, ma di accertarsi di scegliere il modello giusto in base alla conformazione di genitore e bebè e di consentirgli di assumere la posizione fisiologicamente adatta alla sua fase di sviluppo.

Tra chi predilige la rigida e chi, invece, la fascia elastica porta bebè, la differenza riguarda spesso il tipo di vestibilità che assicura l’una o dell’altra. La fascia elastica Mipies è lunga poco meno di 5 metri, si lega con le classiche legature e permette di portare il bebè già dall’uscita dell’ospedale fino ai 2/3 anni, seppure questo dato varia in base alla costituzione del bambino e del portatore.

Il tessuto scelto per la realizzazione della fascia è cotone al 95% e spandex per il rimanente 5%, è facile da lavare in lavatrice e non necessita manutenzioni speciali. Una volta presa la necessaria dimestichezza, per averla sempre pronta all’uso si indossa come fosse una t-shirt e non dà fastidio grazie alla buona traspirabilità del tessuto.

I pareri delle mamme esprimono l’importanza di questo accessorio e di utilizzarlo nella maniera giusta. Per consigli su dove poterlo acquistare online al miglior prezzo, clicca sul link che segue l’elenco dei pregi e dei difetti della fascia appena recensita.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Medela 622.1017 

 

3.Medela Fascia Porta-BebeAnche il noto marchio Medela propone una bella fascia per neonato a riprova che anche i grandi nomi della cura per la primissima infanzia appoggiano questo sistema di trasporto ad altissimo contatto.

La fascia è realizzata in cotone elasticizzato ed ecologico con certificazione di qualità, quindi adatto al contatto con la pelle delicata dei neonati.

È molto robusta e riesce a sostenere il peso del bambino fino a 18 chili, difficile stabilire fino a che età perché il peso varia da bimbo a bimbo.

Si tratta di una misura di massima che non sempre è possibile raggiungere: tanto dipende dalla corporatura del piccolo che, se più paffutello, graverà in modo importante sul tessuto rendendolo più cedevole, difetto comune a molte fasce elastiche.

Il disegno al centro non è solo decorativo, ma serve per individuare con chiarezza l’esatta metà della fascia e renderla più facile da indossare, ripartendo i lembi equamente.

La recensione di questo nuovo modello continua con un sommario delle sue caratteristiche principali: ecco quali sono.  

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

NimNik Baby NMNK-BW-01

 

4.Medela Fascia Porta-BebeEcco una tra le offerte più interessanti da prendere al volo. Si tratta di una buona fascia elastica realizzata in cotone al 95% e lycra per il restante 5%, per consentire una buona flessibilità senza cedere troppo sotto il peso crescente del piccolo.

Nella comparazione con gli altri modelli che compaiono tra i nostri consigli d’acquisto, fa bella figura soprattutto per via del prezzo competitivo. Ma non lesina in quanto a qualità e resistenza del tessuto. La fascia è tagliata in modo da assottigliarsi verso le due estremità, in questo modo è facile annodare i due capi per tenere ben fermo il pupo in qualsiasi posizione si preferisca portarlo.

Come per tutte le fasce è consigliabile seguire un, seppur breve, corso sul portare: sono tante le associazioni che organizzano tutorial per mostrare ai neogenitori le numerose possibilità d’uso delle fasce, rigide come elastiche.

Le opinioni favorevoli sono parecchie, ma anche in questo caso stabilire con certezza fino a che età del bimbo sia possibile usarla è molto soggettivo.

Per fare maggiore chiarezza sull’argomento, abbiamo preparato una descrizione sugli aspetti positivi e negativi che caratterizzano questa fascia porta bebè.

 

Acquista su Amazon.it (€24,99)

 

 

 

Amazonas Sling Laguna

1.Amazonas, Fascia portabebè Sling Laguna

Principale vantaggio:

Bella, morbida e dalle dimensioni standard, costa meno delle marche più blasonate ma fa molto bene il proprio dovere.

 

Principale svantaggio:  

Il produttore ne consiglia l’uso fino ai 15 chili del bambino. Di solito queste fasce possono reggere anche oltre, fino a 20 chili.

 

Verdetto: 9.8/10

Il costo contenuto e la qualità alta del tessuto la rendono la preferita di tante mamme che cercano una seconda fascia per cambiare il proprio look, o per fare una prova senza spendere una fortuna. Solitamente chi impara a dovere come utilizzarla, ne resta incantato e non la lascia più.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Tessuto lavorato in diagonale

Il tessuto in diagonale è una caratteristica essenziale di queste fasce che permettono di offrire la perfetta tenuta della stoffa ma senza opporre resistenza ai movimenti del bambino e dell’adulto. Ecco perché una striscia di pochi metri di stoffa può costare così tanto. Si tratta di lavorazioni effettuate su misura ed esclusive per ogni fascia. È importante che non siano presenti cuciture, per garantire la perfetta resistenza omogenea in ogni punto. Questo modello ha la forma standard da 5 metri ed è alta ben 70 cm, una misura sufficiente a rispondere alle necessità di mamme e figli di qualsiasi corporatura. Avvolgente e studiata per essere usata in tanti modi diversi, questa fascia fa bene il proprio dovere in modo da rispondere alle esigenze specifiche della coppia di adulto e bambino.

1.Amazonas, Fascia portabebè Sling Laguna

Sin dalla nascita

Le fasce porta bebè possono essere usate sin dai primissimi giorni di vita. Questo perché il supporto universale consente di essere impiegato in modo diverso a seconda dell’età e della conformazione del bebè. La rigidità del tessuto è tale da reggere in maniera specifica e con sicurezza i bimbi a partire dai 3  fino a 15 chili di peso, che corrispondono a età variabili che cambiano significativamente da bimbo a bimbo.

Il tessuto ha la certificazione Oeko Text Standard 100, uno standard di qualità che assicura la perfetta compatibilità per il contatto con la pelle del bambino. Sono tante le mamme che scelgono di portare in fascia il proprio piccolo fuori dall’ospedale, è il modo migliore per mantenere ancora vivo il contatto che ha caratterizzato i nove mesi di vita intrauterina.

 

Colori gradevoli e resistenti

La colorazione della fascia è vivace ma non disturba la vista dei piccolissimi che ancora hanno difficoltà a mettere a fuoco a breve distanza.

Il cotone è leggero e di qualità, realizzato senza l’impiego di pesticidi durante la sua coltivazione e lavorazione. È ecologico al 100% e anche le tinte usate per la sua colorazione rispettano i criteri che ci si aspetta dai prodotti impiegati per la primissima infanzia. Chi ha perplessità riguardo la possibilità di patire troppo il caldo stando a stretto contatto con il piccolo, dovrebbe considerare che spesso i supporti usati per portare i lattanti non a contatto, quindi passeggini e simili, impiegano tessuti sintetici o plastica che incide sul piano della traspirabilità e fa sudare gli occupanti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Babylonia BDDTS951

 

5.Babylonia BDDTS950Come fare a orientarsi nel variegato mondo delle fasce per portare vendute online? Basta avere le idee chiare su quali aspetti prediligere rispetto ad altri.

Le misure sono standard, quasi tutte si assestano intorno ai 5 metri, specie quelle elastiche, quelle più corte prevedono altri sistemi di legatura, e di solito non riescono ad accompagnare a lungo la crescita del bimbo. Si possono preferire i modelli elastici o rigidi con la trama in diagonale.

Ma un aspetto che può costituire una discriminante tra i genitori più attenti è la certificazione che ottiene la stoffa. Quindi meglio se bio, cotone che non ha tracce di pesticidi, e certificato da un ente esterno.

Ecco descritte le caratteristiche essenziali per cui preferire la fascia elastica Babylonia alle altre di pari prezzo.

In più, e a differenza di molte altre fasce simili, qui è possibile trovare anche il libretto con le istruzioni per il “montaggio” di fascia e relativo bebè: sono spiegate le posizioni principali, frontale, latera.

La recensione di questa fascia per bebè continua con una lista dei suoi pregi e difetti principali. Cliccando sul link che troverai dopo la descrizione, verrai diretto nel negozio online dove potrai acquistare il prodotto a un buon prezzo.

 

Acquista su Amazon.it (€45,98)

 

 

 

Amazonas Sling Laguna

 

1.Amazonas, Fascia portabebè Sling LagunaÈ tra le marche più apprezzate dai genitori e quella che vediamo qui è una tra le migliori fasce porta bebè. Il modello è quello classico: lunga 5 metri e alta 70 cm, tessuta in diagonale.

Se a prima vista queste informazioni possono spaventare i meno avvezzi alla pratica del portare, chi conosce bene questi supporti sa che si tratta delle caratteristiche da ricercare in un buon prodotto, versatile e in grado di seguire a lungo la crescita del bambino.

La lunghezza, in apparenza eccessiva, consente di fissare con fermezza la fascia al torace di chi porta e, quindi, di avvolgere il bimbo in una posizione sicura ed ergonomica. Sono tanti i sistemi di legatura permessi da questo tipo di fascia porta bimbo, frontale, laterale, a culla o sulle spalle, ognuno adatto a una specifica fase dello sviluppo. Basta prendere la mano e indossare la fascia come un qualsiasi indumento, ma con scomparto segreto in cui il pargolo calza alla perfezione.

La tessitura in diagonale non è solo un vezzo estetico, ma l’aspetto più importante per assicurare flessibilità e robustezza al tessuto, che si adatta alle forme del pupo ma senza cedere sotto il suo peso crescente.

La guida per scegliere la migliore fascia porta bebè prosegue con un elenco dei principali punti di forza e di debolezza del prodotto appena recensito. Per sapere dove acquistare questo modello a prezzi bassi, clicca sul link che segue il nostro breve riepilogo.

 

Acquista su Amazon.it (€75,37)

 

 

 

Come utilizzare una fascia porta bebè

 

Una fascia porta bebè potrebbe essere una valida alternativa al marsupio e riesce a garantire a genitori e ai figli comodità e protezione. Ci sono numerose fasce in commercio, con la possibilità di scegliere varie posizioni per il piccolo occupante, anche in base alla sua età. Alcune consentono anche di allattarlo e di farlo dormire, mentre altre sono ideali per facilitare il trasporto. Lunghe oppure ad anelli, le fasce sono realizzate quasi sempre in cotone e sono pratiche e comode.

Scegliete in base alla fisionomia del piccolo

La posizione migliore si sceglie non solo in base all’età, ma anche rispettando la conformazione fisica del bimbo. Ad esempio, un neonato mantiene la classica posizione raccolta e quindi la fasciatura dovrà rispettare questo principio, e man mano che il piccolo cresce sarà possibile metterlo in posizione supina. Consigliamo di scegliere fasce lunghe e resistenti, per rendere l’uso più pratico e versatile, senza dimenticare che la posizione migliore è da scegliere, prima di tutto, in funzione dei bisogno del neonato.

 

Sulla pancia o sulla schiena

Usare la fascia potrebbe non essere proprio un gioco da ragazzi, almeno le prime volte, e ci vorrà forse un pochino di pratica per rendere l’operazione veloce, fino a farla diventare quasi automatica una volta che ci si prende la mano. Le posizioni più utilizzate sono sulla pancia o sulla schiena. La prima viene anche definita triplo sostegno ed è ideale per i neonati. Per procedere con questa posizione, è necessario mettere la fascia intorno alla vita, legarla dietro la schiena e portare le estremità sul petto. Fare quindi un incrocio anche davanti e inserire le estremità sotto la parte stretta in vita.

Se il piccolo ha già un annetto è possibile metterlo sulla schiena, una posizione molto comoda per passeggiare in città o fare escursioni all’aria aperta. Dovrete quindi posizionare il piccolo sulla schiena, avvolgendolo con la fascia e lasciando le gambe scoperte.

La scelta dei materiali è fondamentale

I materiali sono fondamentali, perché la fascia è studiata per il mondo dell’infanzia, e quindi è necessario assicurarsi di scegliere solo prodotti certificati e approvati, che non contengano sostanze tossiche e siano adatti al contatto con la pelle delicata dei bambini. Oltre alla qualità del tessuto, anche la sua resistenza è fondamentale, ed è indice di qualità del prodotto. Le fasce porta bebè non costano tanto, ed è possibile scegliere un prodotto sicuro e ben fatto a un prezzo accessibile.

 

 

Ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

 

Marsupio per neonati

Borsa fasciatoio

Culla per neonati

La migliore amaca per neonati

Copertina avvolgente

 

 

 

2
Leave a Reply

avatar
1 Commentare le discussioni
1 Risposte alla discussione
0 Followers
 
I commenti con il maggior numero di reazioni
La discussione più calda
2 Gli autori dei commenti
Laura EditorMilena I più recenti autori dei commenti
  Sottoscrivere  
Il più nuovo Il più vecchio Il più votato
Notifica di
Milena
Ospite
Milena

Che faccia bisognerebbe acquistare per una bimba di8 mesi che pesa7,500kg x utilizzarla il più possibile? Anziché una in cotone lunga rigida, che sembra la migliore, cosa dite della fascia boppy comyfit chicco? L’misurata con la bimba, sembra comoda e per svolgere faccende domestiche sembra cucita addosso come una maglia. Ma davvero regge fino a15kg? È considerata elastica o semirugida?

BuonoedEconomico
Admin
BuonoedEconomico

Buongiorno Milena,

Boppy ComfyFit è apprezzata soprattutto per la notevole comodità d’uso, essendo più simile a un marsupio che a una vera e propria fascia. Risulta elastica perché il tessuto esterno ha il 12% di elastam (l’altro 88% è poliestere). Per il resto, dai un’occhiata al sito della Chicco qui

e al manuale d’istruzioni qui.

Saluti

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (15 voti, media: 4.67 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status