fbpx

La migliore macchina da cucire

Ultimo aggiornamento: 11.11.19

Macchine da cucire – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Tra le migliori macchine da cucire che ci fa piacere segnalarti ce ne sono due in particolari, una spanna su tutte le altre: una è la Pfaff Select 4.2, molto accessoriata, dotata di sistema IDT di trasporto integrato del tessuto e utilizzata anche dai professionisti; l’altra è la Singer 1409, dal marchio celebre e pensata più per i dilettanti e per chi ha bisogno di un apparecchio semplice e pratico da utilizzare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore macchina da cucire

 

Non è indispensabile mirare a diventare esperti di sartoria per avere bisogno di una macchina da cucire. Piccole riparazioni, come accorciare l’orlo dei pantaloni o riprendere una scucitura, si possono fare in casa con semplicità senza dovere ricorrere all’aiuto di un professionista.

Questa guida ti offrirà gli elementi essenziali da tenere in considerazione quando si tratta di scegliere la giusta macchina per le proprie esigenze.

25

 

Guida all’acquisto

 

Vale quello che costa

Della macchina da cucire si può dire che il prezzo pagato corrisponde alle reali prestazioni. Tanti sono i modelli sul mercato e ognuno ha caratteristiche diverse, tutte più o meno attese nella fascia di prezzo di vendita.

Esistono modelli più economici, ma più soggetti a soffrire l’usura e per questo meno duraturi. Al contrario, i modelli semiprofessionali vantano una componentistica più affidabile, meccanica robusta e che non soffre il logorio dell’uso intensivo.

Chi confronta i prezzi si sarà accorto quindi che una buona macchina da cucire che garantisca buone prestazioni ha un costo che si aggira intorno ai 200/300 euro.

 

Meccanica o elettronica?

Le macchine da cucire possono essere più o meno sofisticate. A seconda della tecnologia che impiegano sono in grado di offrire vantaggi diversi a chi ha intenzione di far lavorare a pieno regime la propria macchina.

I modelli meccanici, dotati di funzioni essenziali e di manopolina con la quale impostare i diversi punti, sono sicuramente affidabili e performanti. Mentre quelli elettronici hanno il vantaggio di avere numerosi programmi preimpostati, come per esempio la cucitura dell’asola del bottone, di solito offrendo diverse soluzioni estetiche.

Il numero di punti che si possono eseguire con la macchina sono strettamente legati al tipo di uso che se ne intende fare. Chi ha un debole per i tessuti moderni, come le morbide magline, dovrà verificare la presenza del punto overlock, o comunque della possibilità di impostare diversi punti elastici a seconda della varietà di tessuto con cui lavorare.

 

Gli accessori

Non si tratta solamente di tirare una linea dritta attraverso il tessuto che si vuole cucire, la presenza degli accessori migliori è la componente che fa schizzare un modello in cima alle classifiche.

La nostra recensione alla ricerca delle caratteristiche essenziali che una macchina per cucire deve avere si conclude con un accenno al tipo di accessori che si devono ricercare per essere sicuri di avere acquistato il meglio sul mercato per rispondere alle proprie esigenze.

L’occhiellatore automatico o semi-automatico non deve mancare, si tratta di uno dei passaggi più complicati per chi non domina l’arte della sartoria. I modelli della migliore marca spiccano perché permettono di regolare il punto dritto, indispensabile per le ribattiture, e di cucire a zigzag, potendo anche cambiare la dimensione del punto.

 

Le migliori macchine da cucire del 2019

 

Il ritornello lo conosciamo bene: chi fa da sé fa per tre, oltre ad avere la soddisfazione di poter dire “questo l’ho fatto io!”. Saper cucire a macchina e diventare stilisti del proprio look rappresenta oggi il nuovo lusso.

Lasciamo a te il piacere di decidere quale sia la migliore macchina da cucire del 2019, noi abbiamo scelto cinque tra i modelli più interessanti disponibili sul mercato per proporre una serie di consigli d’acquisto e facilitare la comparazione tra le offerte più interessanti.

 

Prodotti raccomandati

 

Pfaff Select 4.2

Principale vantaggio

Il sistema di doppio trasporto integrato, anche conosciuto come IDT, è secondo gli utenti il punto di forza del prodotto, evitando che il tessuto scivoli dal momento che è trascinato dall’alto.

 

Principale svantaggio

Gli acquirenti sono concordi nel definire il prodotto di Pfaff come ottimo, l’unico svantaggio riscontrato, che non pregiudica però in alcun modo la qualità della macchina, è relativo al manuale di istruzioni, esclusivamente in spagnolo.

 

Verdetto 9.8/10

Si tratta della macchina da cucire con il miglior rapporto qualità/prezzo attualmente sul mercato. Particolarmente indicata per i professionisti del settore, risulta versatile e ottima per apprendere anche per i principianti che non vogliono accontentarsi di prodotti a basso costo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Sistema IDT

Il doppio trasporto integrato, anche noto con l’acronimo IDT, è un sistema sviluppato e integrato nelle proprie macchine da cucire dall’azienda Pfaff. Ma in cosa consiste tale tecnologia?

I tessuti vengono trasportati uniformemente dall’alto e dal basso simultaneamente, muovendosi insieme alle griffe.

Il trasporto ottimale è garantito su qualsiasi tipo di tessuto, non dovrete effettuare alcun tipo di impostazione, elemento che rende l’utilizzo della macchina estremamente semplice sia da chi la utilizza per la prima volta sia dai professionisti che esigono la massima efficienza e qualità.

Anche cucendo insieme due diversi tessuti o per cuciture diagonali gli strati non si spostano, aumentando la precisione anche qualora aveste poco spazio a disposizione.

L’esempio più lampante di cuciture non ottimali avviene con le cerniere e con il velluto, ma grazie al sistema IDT restano in posizione senza generare pieghe o problemi di alcun tipo.

Semplice da usare

Il sistema IDT è solo uno dei pregi della macchina che è dotata anche di altre sorprese come la funzione di selezione rapida dei punti.

Se non siete particolarmente esperti e non sapete come scegliere tra i 40 punti diversi, normali e decorativi, che la macchina mette a disposizione, non c’è da temere. Grazie al sistema integrato Easy Select basta premere un pulsante per selezionare un punto e iniziare immediatamente a cucire.

Ciò che gli utenti sottolineano più spesso è come la macchina permetta di ottenere risultati professionali pur senza costringere a lunghe operazioni manuali che solo i sarti provetti conoscono a menadito.

È comunque possibile utilizzarla in modo classico per chi ha una maggiore esperienza, conciliando perfettamente i due mondi senza necessariamente ridurre l’efficienza della macchina.

 

Qualità tedesca

Pfaff è uno storico brand tedesco, l’azienda fu infatti fondata alla fine del 1800 dopo la costruzione della loro prima macchina da cucire realizzata nel 1862.

La qualità e la scelta dei materiali, tipica dell’industria tedesca, si concilia con la tecnologia nei loro più recenti prodotti, offrendo al pubblico macchine di precisione apprezzate da professionisti in tutto il mondo.

Sebbene il costo sia più alto rispetto ad altre macchine da cucito, ciò che bisogna valutare prima di procedere all’acquisto è anche l’esperienza nel campo che vi permetterà di dotarvi di strumenti affidabili ed efficienti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Singer 1409 

 

1.Singer 1409 Cominciamo la nostra guida con una delle classiche macchine da cucire per approcciarsi a quest’arte senza spendere una fortuna. Vediamo in dettaglio le caratteristiche di questo modello in particolare, probabilmente una tra le migliori macchine da cucire Singer, marchio storico che firma lo stile handmade dal 1851, semplice pur avendo a disposizione tutte le funzioni principali per iniziare al meglio.

Sono 15 i punti che si possono realizzare con questa macchina, che offre anche la possibilità di regolare la lunghezza del punto, da più a meno ravvicinato in modo da personalizzare il risultato anche in base al tipo di stoffa usata.

Piuttosto basica nelle funzioni ma con la possibilità di abbinare il giusto accessorio per accrescerne la versatilità. Cambiando il piedino, per esempio, è possibile cucire bottoni in pochi istanti, o semplificare il fissaggio della zip, operazione non proprio facile. Un piedino e un comando in quattro tempi servono a realizzare asole per i bottoni a regola d’arte, ideali per garantire un buon prodotto rifinito e non rischiare che la stoffa si sfilacci in questo punto particolarmente sollecitato.

A parte, e in base al tipo di lavoro o di stoffa usata, è possibile acquistare i piedini e gli aghi che permettono di lavorare le stoffe più delicate come quelle più robuste.

La nostra guida per scegliere la migliore macchina da cucire non indica soltanto dove acquistare i prodotti consigliati (vedi link più in basso), ma riassume anche in un pratico elenco tutti i pregi e difetti di ogni prodotto. Ecco quelli della macchina da cucire Singer.

Pro
Qualità/prezzo:

Non si tratta sicuramente di una macchina da cucire professionale, ma a un prezzo molto basso permette a principianti e amatori di misurarsi con una grande varietà di attività e capire se hanno la stoffa per la sartoria.

15 punti:

La macchina per cucire automatica della Singer permette di svolgere ben 15 operazioni di cucito, rivelandosi quindi molto utile e versatile a tutti i livelli di abilità.

Espandibile:

Se un gran numero di piedini sono già a disposizione al momento dell’acquisto, è possibile acquistarne degli altri in seguito per dare ulteriore valore e versatilità al prodotto.

Contro
Spoletta:

Alcune utenti si sono lamentate per la posizione scelta per la spoletta, che in effetti si trova in un punto scomodo e laborioso per ogni volta in cui la si deve cambiare.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€90)

 

 

 

Brother FS 40 

 

3.Brother FS 40 Gli artigiani sono pronti per balzare a piè pari nell’universo dei dispositivi altamente tecnologici pur dedicandosi integralmente alla realizzazione di prodotti unici, fatti a mano con estrema attenzione e cura nei dettagli.

La macchina che andiamo a vedere adesso si offre come un valido aiuto per cambiare registro al lavoro sartoriale, vediamo quindi come scegliere una buona macchina da cucire Brother e cosa offre in particolare questo accattivante modello.

Interamente automatizzata e dotata di schermo LCD da cui selezionare con un semplice tocco un’interessante varietà di programmi, associando il tipo di punto e la lunghezza più adatta alla stoffa e al progetto in corso. Sono 40 le cuciture che si possono realizzare, combinando la larghezza massima di 7 mm alla lunghezza massima di 5 mm che può raggiungere il punto.

Chi lavora sforzando la vista lo sa: la giusta illuminazione ravvicinata fa la differenza, così non passa inosservato il Led puntato sul braccio che simula la luce del giorno, per non perdere nessun dettaglio nemmeno nei lavori più minuziosi. Cinque le modalità per la realizzazione di asole anche in un solo tempo, l’ideale per ottenere velocemente un lavoro ben fatto.

I pareri di tantissime utenti si sono soffermati sull’ottimo rapporto qualità/prezzo della macchina da cucire appena recensita. Noi abbiamo identificato anche tanti altri pregi e un difetto, che ci teniamo a segnalarti subito.

Pro
Display LCD:

La macchina da cucire Brother è equipaggiata con un display LCD che permette di scegliere e selezionare con un solo tocco il programma desiderato tra i tanti disponibili ed effettuare altre utili regolazioni che consentono di ottenere sempre il risultato desiderato.

Illuminazione a LED:

Se sei amante del cucito ma non riesci mai a lavorare quando il sole è ben alto nel cielo non preoccuparti. Grazie al suo sistema di illuminazione a LED integrato, avrai sempre la luce adatta per lavorare.

Punti:

Con 40 punti a disposizione (orli, elastici, punti croce…) avrai tante frecce al tuo arco durante le operazioni di cucito.

Contro
Mancanze:

Le utenti più esigenti hanno notato alcune mancanze, come l’assenza di una borsa per il trasporto e quella di un infila aghi, sempre molto ben accetto in prodotti di questo tipo.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€232,54)

 

 

 

Singer Tradition 2263 

 

2.Singer Tradition 2263 Continuiamo con un altro modello della Singer dalla caratteristiche parecchio interessanti, vediamole in dettaglio.

È una macchina da cucire ideale per chi ha appena cominciato ma ha intenzione usarla subito a pieno regime, oppure per chi vuole passare a un modello più completo e versatile.

Offre la possibilità di scegliere tra 23 punti, sono ben 5 i punti elastici, indispensabili per lavorare le magline, tanto di moda ma anche tanto difficili da maneggiare se non si è ben equipaggiati. Con gli 11 punti decorativi è possibile personalizzare e rendere le cuciture protagoniste nella creazione di capi unici, magari di semplice esecuzione ma dotati di quel tocco in più che parla di noi e del nostro stile. Il punto si può regolare a seconda della lunghezza desiderata o dell’ampiezza che deve avere, rispondendo bene alle caratteristiche specifiche di ogni tipo di stoffa, dalla più sottile alla più grossa.

La cura per i dettagli è quello che spinge a prestare attenzione alla composizione di questa macchina, compatta e dalle linee morbide, è dotata di braccio libero che consente di arrivare con facilità nei punti più complicati, come l’orlo dei pantaloni, o tra le irregolarità dei colletti delle camicie.

La Singer Tradition non è certo il prodotto più economico sul mercato, ma può vantare un ottimo rapporto qualità/prezzo e una certa facilità d’utilizzo. Vediamo di seguito il resto dei pro e contro.

Pro
Intuitiva:

La macchina da cucire Singer Tradition è una delle soluzioni più adatte alle principianti, dato che il suo utilizzo è molto intuitivo e si impara rapidamente a padroneggiarla. Sarai in grado di lanciarti in men che non si dica nei tuoi primi progetti!

Programmi di cucito:

La macchina mette a disposizione di chi la utilizza ben 23 programmi di cucito, molto utili per chi sta cominciando a cucire a macchina.

Punti:

Tutti i punti a disposizione – sempre molto facili da selezionare – possono essere regolati sia in lunghezza che in ampiezza.

Contro
Da completare:

La Singer Tradition mette a disposizione dell’acquirente diversi accessori, ma è lontana dall’offrire un pacchetto completo che risponda a ogni esigenza legata al cucito.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€167,99)

 

 

 

Matrimatic Bronze

 

1.Matrimatic BronzeConclude la nostra classifica alla ricerca del modello più adatto a te e offerto sul mercato non esattamente il più economico, ma dal buon rapporto tra l’esborso richiesto e le funzionalità offerte.

Se la macchina è destinata a chi ha già esperienza di cucito, non farà di certo una brutta figura. Ideale per il fai da te e per dare sfogo all’estro creativo senza limiti, è in grado di cucire tessuti leggeri e pesanti, compreso il jeans o persino il cuoio. La vera bellezza del modello è, appunto, quella di avere una struttura di metallo, e cioè particolarmente robusta, alla quale è associato un motore di 75W, non male.

Tanti i punti, da quelli classici ai decorativi, compresi quelli specifici per cucire tessuti contemporanei come il jersey o altri tipi di maglina. Ma la fantasia trova un buon supporto, vista la possibilità di realizzare anche tanti tipi di asole o ricami, per personalizzare al massimo il lavoro.

Anche l’ultimo prodotto della nostra lista ha una sua serie di pregi e difetti che è meglio conoscere bene in fase di scelta. Se fosse stata venduta a prezzi più bassi, probabilmente avrebbe guidato la nostra classifica!

Pro
Motore:

Matrimatic Bronze è una macchina da cucire robusta e potente, con un motore elettrico da 75 watt che si rivela sempre all’altezza della situazione, anche durante la lavorazione con tessuti spessi e pesanti.

Punti:

Per quanto riguarda la quantità di punti messi a disposizione, la Matrimatic Bronze ha davvero pochi rivali! Sono più di cento, tra asole, elastici, quilt e overlock.

Contro
Dotazione piedini:

I piedini in dotazione, purtroppo, non sono molti per cui ci si ritroverà ben presto a cercarne di altri, con un ulteriore dispendio in termini di tempo e di denaro.

Concorrenza:

La Matrimatic Bronze ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, ma anche la sfortuna di collocarsi leggermente sopra la fascia di prezzo di una serie di prodotti di ottima qualità, alcuni dei quali ti abbiamo mostrato in questa guida.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Pfaff Select 4.2 

 

5.Pfaff Select 4.2È il momento di parlare di una delle macchine da cucire Pfaff più vendute, in grado, con la sua presenza, di dar vita a un efficiente laboratorio di sartoria artigianale.

Si tratta di una tra le migliori macchine da cucire professionali vendute online, vediamo brevemente perché.

È dotata di sistema IDT di trasporto integrato del tessuto che lo fa scorrere sia da sotto che da sopra il piedino, indispensabile per evitare che la stoffa si inceppi rovinando la precisione del punto, anche il più minuto.

La selezione degli oltre 40 punti, normali come decorativi, avviene con la semplice pressione di un bottone, identificando con facilità quelli usati più spesso grazie alla funzione “Punti a Selezione Rapida”, che velocizza la procedura di scelta per mettersi al lavoro in un baleno.

Un dettaglio impagabile è la capacità che ha la macchina di imprimere la giusta pressione e forza all’ago anche quando questo lavora a bassa velocità, cosa che aiuta a tenere sempre sotto controllo l’andamento della cucitura ed evitare antiestetiche sbavature o imprecisioni che inficiano la qualità del lavoro nei dettagli.

L’altezza del piedino è comodamente regolabile, in modo da potere sovrapporre facilmente più strati di stoffa anche quando sono molto spessi, come per esempio la lana per fare cappotti o il jeans.
Una vasta gamma di accessori completa l’offerta giustificando la spesa importante ma ampiamente ripagata.

Trattandosi di un prodotto professionale di grande qualità, è inevitabile che sia ricco di pregi importanti che attireranno l’attenzione di tutti. Resta da capire se la spesa richiesta è alla portata del budget che hai destinato a questo nuovo accessorio. A te la scelta!

Pro
Professionale:

Nella nostra guida abbiamo voluto pensare anche ai professionisti, con un prodotto che non sfigura in veri laboratori di sartoria. 40 punti, una marea di accessori e tanto controllo sulla qualità del proprio lavoro.

Elevazione piedino:

Grazie all’altezza extra del piedino è possibile cucire senza problemi o limitazioni anche tessuti molto spessi o disposti su più strati.

Punti a selezione rapida:

Con Pfaff Select basta premere un pulsante per selezionare rapidamente il punto giusto per ogni nostro progetto di cucito, compresi i punti decorativi.

Contro
Prezzo e complessità:

Trattandosi di un prodotto pensato per un uso professionale, l’approccio allo strumento non è semplice per chi ha poca esperienza in merito. Inoltre, il prezzo è fuori portata per i semplici appassionati.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una macchina da cucire

 

Avere una macchina da cucire in casa può aiutarci a fare piccole riparazioni o modifiche, senza dover ricorrere a sarte professioniste (sostenendo, talvolta, una spesa notevole). Una piega al pantalone, l’orlo alla tenda, una scucitura che va sistemata, sono cose di cui possiamo occuparci anche da soli.

Dopo aver fatto un po’ di pratica, chissà, magari ci si può spingere anche oltre e imparare a realizzare dei capi d’abbigliamento con le proprie mani. Vediamo velocemente come scegliere una macchina da cucire e alcune indicazioni utili per iniziare a usarla correttamente.

Qualche consiglio per l’acquisto di una macchina da cucire

Sono molte le persone che conservano in casa la storica macchina da cucire della nonna, realizzata in ferro e legno, e alcune di queste sono ancora funzionanti. Il segreto è la qualità dei materiali e della meccanica. Questa piccola introduzione ci serve per capire che acquistare un modello economico significa andare incontro a un maggiore rischio di usura e scarsa durata nel tempo. Le macchine semiprofessionali, invece, hanno una meccanica più affidabile, che resiste meglio allo stress. Orientativamente, il costo di questi modelli si aggira intorno ai 200/300 euro.

Sul mercato troverete i modelli meccanici, con funzionalità essenziali e una manopola per scegliere i punti. In genere sono affidabili e performanti, ma chi preferisce semplificarsi la vita può scegliere un modello elettronico, che dispone di una gamma di programmi e di punti più o meno vasta, a seconda del modello.

Non trascurate neanche la presenza o meno di alcuni accessori, come l’occhiellatore semi-automatico o automatico, importante soprattutto per chi è alle prime anni.

 

Conosciamo le parti della macchina da cucire

Ogni modello di macchina da cucire può essere differente dall’altro, ma ci sono delle parti comuni, che bisogna conoscere per affrontare più serenamente guide e tutorial.

Ad esempio, la spolina è un piccolo rocchetto inserito in un meccanismo che si trova sotto l’ago (definito “crochet”), il suo compito è quello di fornire il filo per ottenere la parte inferiore dei punti. Tuttavia, questa bobina si presenta senza filo e va, quindi, “ricaricata”. Ed ecco che entra in gioco il filarello, ovvero una struttura metallica su cui si posizionare la spoletta di filo.

Un altro elemento in comune è l’ago, generalmente a punta rotonda (per tessuti) o a taglio (per la pelle). Gli aghi possono essere di diverse misure e la loro scelta deve essere accurata, altrimenti potrebbero spezzarsi e arrivare anche a danneggiare la macchina.

Imparare a conoscere la macchina è il primo passo per una buona manutenzione

Non a tutti piace leggere i manuali d’istruzione, ma questi piccoli fascicoli ci aiutano a capire bene cosa può fare la macchina da cucire e quali sono le operazioni che potrebbero danneggiarla. Potreste trovare anche delle nozioni per la pulizia e l’oliatura.

Ad esempio, potrebbe essere utile sollevare la placca dell’ago e rimuovere eventuali residui di peli, usando uno spazzolino. Anche i dischi della tensione vanno puliti, un trucco potrebbe essere quello di usare il filo interdentale.

In commercio potrete trovare degli oli specifici per questo apparecchio, che non dovrebbero danneggiare le parti rivestite di vernici particolari, come le dorature. Attenzione anche a evitare di tendere troppo la cinghia del motore, perché potrebbe bruciarsi.

 

 

 

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Matrimatic Jubilee 4

 

4.Matrimatic Jubilee 4Concludiamo la nostra carrellata di recensioni proponendo la nostra opinione rispetto a quale macchina da cucire per principianti comprare, pensando che proprio un principiante abbia bisogno di una macchina affidabile, che non si rompa per colpa di un uso maldestro scoraggiando chi si approccia all’arte della sartoria per la prima volta.

Leggera e facile da trasportare, questa macchina ha la struttura interna in metallo, gli ingranaggi quindi non sono tutti di plastica, cosa da non sottovalutare dato che consente di ridurre l’effetto del logorio nel tempo.

Sono molti i punti che si possono realizzare, soprattutto l’overlock, cioè quello che permette di cucire magline di diverso genere, come il terry o il jersey, che cambiano per grana o consistenza del tessuto e richiedono lavorazioni specifiche.

Semplice da usare, intuitiva nei comandi e pratica grazie all’inserimento facilitato del filo e alla presenza del braccio mobile per cucire anche i dettagli più ostici. Include un buon numero di accessori, come per esempio il piedino per cucire le asole, le zip o per il punto a zig zag, indispensabili per la realizzazione di lavori a regola d’arte, inclusi i capi o gli accessori non proprio semplici come giacche o borse.

 

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Stiratrice verticale vapore

La migliore stiratrice vapore portatile

Tagliacuci

Asse da stiro

Il miglior levapelucchi

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (10 voti, media: 4.90 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status