La migliore poltrona letto singolo

Ultimo aggiornamento: 18.12.18

 

Poltrone letto singolo – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2018

 

Da usare all’occorrenza o con una certa frequenza, la poltrona letto singolo è un elemento che può servire anche per completare il vostro arredamento. Fate caso innanzitutto alle dimensioni dell’ambiente nel quale la volete collocare, perché non sia troppo ingombrante. Non disdegnate di sceglierne una in linea con lo stile che avete scelto per la vostra casa. Il materasso al suo interno dovrà essere abbastanza comodo da rendere la permanenza dei vostri ospiti il più piacevole possibile. Meglio ancora se ha un trattamento antiacaro e anallergico. Consultate la nostra guida per capire come scegliere il modello più indicato per voi. Ecco, intanto, una selezione delle nostre preferenze: Artdeco rivestimento in finta pelle, ha dimensioni compatte anche se, una volta aperta, può ospitare persone molto alte, vista la sua lunghezza di 212 cm/ 245 cm. Ci ha convinto anche Wink Design Westminster, ideale per dare luce all’ambiente grazie al suo color panna. L’apertura frontale si rivela molto semplice anche per chi non ha dimestichezza con questa tipologia di accessori.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore poltrona letto singolo

 

Come un qualsiasi divano letto, anche la poltrona può contenere un materasso, che sarà singolo, per garantire un giaciglio ad almeno un ospite. Non per questo deve avere uno stile più dimesso: grazie alla grande quantità di modelli presenti sul mercato, è infatti possibile scegliere quello che più piace.

Abbiamo dato vita a una guida che possa essere un faro nel buio delle idee: consultatela per individuare la migliore marca e tenete presenti le recensioni che altri utenti fanno del prodotto di vostro interesse.

Guida all’acquisto

 

Dove collocarla

Il vantaggio di scegliere una poltrona letto singolo è quello di non dover occupare uno spazio eccessivo. Potrà infatti andare bene anche in un ambiente poco capiente, purché adatto alle sue dimensioni. Il primo elemento da comprendere è infatti a quale scopo volete acquistare questo prodotto.

Se la desiderate unicamente come elemento di riserva, non farete molto caso alla sua linea e potrete anche selezionare un modello dal prezzo più contenuto. Il discorso cambia se, invece, volete faccia parte dell’arredamento: che la poniate nella zona giorno o in quella notte, verificate che si intoni bene con lo stile che avete scelto, di modo da usarla frequentemente anche come semplice poltrona.

In questo caso considerate la comodità della sua seduta: la regola base vuole che, per un’altezza tra 150 e 165 cm, la larghezza della base sia di almeno 46 cm. Chi è tra i 165 e i 180 centimetri, deve preferirla di 50 centimetri mentre sopra i 180 centimetri è consigliabile sia di 55 centimetri.

L’imbottitura deve essere anche tenuta presente, per non dover stare scomodi se si decide di appoggiarsi per guardare la tv o leggere un libro.

 

Il materasso

In ogni caso, la funzione principale di questa poltrona è quella di trasformarsi in un letto da usare sempre o all’occorrenza. Per questo motivo è importante verificare la validità del materasso, che deve consentire di riposare bene e di svegliarsi senza dolori.

Solitamente sono in poliuretano o in lattice, ma l’importante è che siano anche antiacaro e anallergici, per poter essere utilizzati anche dai soggetti più sensibili. La rete è spesso a doghe e lo sostiene rendendolo più rigido di un normale letto.

Confrontando i prezzi potrete trovare buone offerte di prodotti che combinano materiali durevoli e resistenti, per non dover buttare via una poltrona per la quale si è speso di meno.

Il metodo di apertura

Nella nostra classifica più in basso troverete molti modelli per tutte le tasche e le esigenze. Considerate anche la facilità nell’apertura della poltrona letto, che non deve farvi fare troppa fatica se dovete riporla più volte al giorno.

Il metodo classico è quello di rimuovere i cuscini e far uscire l’intera struttura piegata al suo interno. Esiste anche quella a fisarmonica, che consiste nel comporre il letto facendo scivolare la seduta in avanti. Utili anche quella a libro e quella a cassetto: la prima si ottiene semplicemente abbassando braccioli e schienali mentre la seconda ha un letto a scomparsa sotto la rete della poltrona, da tirare fuori all’occorrenza.

 

Le migliori poltrone letto singolo del 2018

 

Ecco qui i cinque prodotti che ci sono piaciuti di più tra quelli presenti sul web. Date un’occhiata ai nostri consigli d’acquisto per capire quale poltrona letto singolo comprare.

 

Prodotti raccomandati

 

Artdeco rivestimento in fintapelle

 

Se pensate di dover ospitare a lungo un amico o volete avere un giaciglio di riserva senza occupare troppo spazio in casa, quella di Artdeco può essere la migliore poltrona letto singolo per voi. Si tratta infatti di un articolo abbastanza compatto, visto che è largo soli 74 cm.

Nonostante questo, una volta aperto, si estende per 212 cm nella versione piccola, per 245 cm in quella grande, offrendo posto anche a persone particolarmente alte. Aprirla e chiuderla è molto semplice, dato che basta rimuovere i cuscini e stenderla, per ottenere in poco tempo il letto per l’ospite. A molti utenti piace perché risulta comodo e, per questo motivo, può essere utilizzato anche per più di una sola notte.

Come poltrona pare invece non essere confortevole, a causa dell’imbottitura poco piena, ma si rivela un bel pezzo di arredamento grazie alla finta pelle e alla grande varietà di colori. Il prezzo è abbastanza alto e sale se si preferisce la versione con i piedi.

Acquista su Amazon.it (€189,9)

 

 

 

Wink Design Westminster

 

L’articolo di Wink Design appare molto indicato come complemento d’arredo, per chi sta cercando una poltrona letto singolo di una certa bellezza. La sua linea è infatti adatta per un ambiente moderno e che, magari, ha bisogno di un po’ di luce: il colore bianco è quindi perfetto per uno scopo del genere.

Molto apprezzato il rivestimento in finta pelle, costituito da pezzi cuciti tra loro con impunture ben curate.

Le sue dimensioni sono abbastanza contenute, in quanto misura 100 x 85 x 80 cm. Quando diventa letto è invece 100 x 180 x 29 cm, per cui ideale anche per persone di media statura. L’apertura frontale è semplice e fattibile anche da parte di chi non ha particolare esperienza con oggetti del genere.

Peccato che il cuscino sia grande e non possa essere inserito in una copertura, oltre a occupare troppo spazio sulla superficie. La parte centrale del letto, nera, non è apprezzata dai possessori di animali che lamentano l’accumularsi del loro pelo al suo interno.

Acquista su Amazon.it (€313,93)

 

 

 

Intex 68565

 

Chi non ha intenzione di acquistare una delle migliori poltrone letto singolo del 2018 e spendere una fortuna, può accontentarsi del modello della Intex, uno dei più venduti sul web. Questo prodotto è infatti indicato per offrire un giaciglio provvisorio a un ospite inatteso.

Si tratta di un oggetto gonfiabile che, chiuso, è una comoda poltrona con rivestimento floccato e vellutato, dotata anche di una fessura all’interno della quale porre una bottiglia o un bicchiere. Può quindi essere usata per guardare la televisione oppure per rilassarsi leggendo un buon libro.

All’occorrenza si apre e diventa un ampio letto singolo, che misura 107 x 221 x 66 cm e può accogliere anche un amico di alta statura. Il difetto riscontrato dagli utenti sta nella frequenza con la quale tende a sgonfiarsi e a bucarsi, specialmente se non trattato con la dovuta cura.

Il suo prezzo molto popolare rende però la spesa più che valida, soprattutto perché non è un articolo con grandi pretese.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Natalia Spzoo 0813100

 

Una delle offerte che ci hanno convinto, tra tutte quelle dei prodotti venduti online, è quella di Natalia Spzoo, che propone una poltrona letto singolo molto compatta e ideale per chi non ha troppo posto in casa. Le sue dimensioni sono infatti 60 x 70 x 50 cm, per cui può essere facilmente collocata anche in un ambiente piccolo.

Il letto, invece, misura 200 x 70 x 10 cm: è in schiuma di poliuretano, con una densità di 22 kg/m3, che risulta essere eccessiva per alcuni utenti. Molti infatti lo trovano troppo duro e preferiscono dormirci non più di qualche notte. Per aprirlo basta usare la cerniera, che vi permette di stenderlo a terra: non ha infatti piedini.

La fodera è in microfibra e può essere tolta e lavata in lavatrice, di modo da rimuovere polvere e sporco accumulate nel tempo. Si può scegliere tra una grande quantità di colori, per renderla adatta allo stile dell’ambiente nella quale la si vuole porre.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Vivere Zen futon Roots

 

Avete fatto una comparazione delle varie proposte e non sapete ancora come scegliere una buona poltrona letto singolo? Se la vostra passione è l’Oriente non potete lasciarvi scappare l’articolo di Vivere Zen.

Innanzitutto per il materiale di pregio, il legno massello di pino scandinavo, che ne caratterizza l’originalità oltre al valore. Il suo vantaggio sta anche nel diventare una chaise longue, se non la si vuole utilizzare come letto, grazie alla presenza dei piedi che la fanno apparire sempre come una seduta.

Aperta misura 90 x 200 cm, chiusa 90 x 108 cm, ed è disponibile in una grande varietà di colori che differenziano un futon da un altro, mentre la struttura resta della sua tonalità naturale. La rete con le doghe rimane infatti a vista, poiché costituisce sia lo schienale che la base del letto.

L’imbottitura è in cotone e presenta un inserto in polilatex, che l’azienda può sostituire con uno in lattice naturale, se lo richiedete. Il prezzo è molto alto, per cui dovete essere disposti a spendere abbastanza pur di averlo.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come utilizzare una poltrona letto singolo

 

Se vi piace l’idea di ospitare amici e parenti, ma non avete una stanza per gli ospiti o una seconda camera da letto, abbiamo la soluzione che fa per voi: la poltrona letto.

Si tratta, in pratica, di vere e proprie poltrone che, alla bisogna, possono trasformarsi in un comodo letto, per risolvere tutti gli eventuali problemi di spazio e offrire al contempo comfort e funzionalità.

Inoltre, visto che parliamo di un complemento d’arredo, non è difficile trovare prodotti di design ed esteticamente gradevoli, così da poterla adattare facilmente anche allo stile del vostro arredamento.

 

 

Il meccanismo di apertura

La convertibilità da poltrona a letto è un elemento che non dovrebbe mai andare a discapito dell’estetica. In effetti, esistono molte versioni che vengono valorizzate giustappunto da sistemi di apertura molto discreti, che non andranno ad incidere sul design e sulla fisionomia del complemento.

È il caso del meccanismo di apertura a fisarmonica dove, tirando in avanti la seduta, si stenderà contemporaneamente anche lo schienale; o di quello a libro, che consente di abbassare direttamente lo schienale all’indietro fino a raggiungere una posizione orizzontale. Tuttavia, essendo che con questi due sistemi viene meno anche l’appoggio per testa e schiena, è utile che dietro ci sia una parete o una superficie verticale, da usare come testiera nel caso in cui si voglia stare più sollevati per leggere un libro o guardare la tv prima di andare a dormire.

Un altro sistema molto utilizzato è quello a ribalta. In questo caso, la rete e il materasso non sono implementati nella struttura, ma ripiegati all’interno del contenitore sotto la seduta, e per comporre il letto basterà tirare l’apposita maniglia.

 

Dimensioni

Per garantire un comodo posto letto agli ospiti in visita e godere di una piacevole zona in cui rilassarsi e distendersi, dovrete assicurarvi di prendere bene le misure della stanza dove andrete a collocare la vostra poltrona, valutandone sia le dimensioni da chiusa sia l’ingombro quando è aperta.

I modelli disponibili in commercio possono avere misure esterne differenti, che dipenderanno principalmente dall’ampiezza dello schienale e della seduta. Per ottimizzare gli spazi è possibile optare per complementi più compatti, a volte anche privi di braccioli, ideali per piccole abitazioni con ambienti piuttosto addensati, come un monolocale o una casa vacanza.

Ad ogni modo, la lunghezza della rete e del materasso in genere è di circa 190 centimetri e, in presenza di esigenze particolari, può arrivare anche a 200 centimetri. La larghezza standard, invece, si aggira intorno agli 80-90 centimetri, offrendo quindi il giusto spazio per stendersi e concedersi un bel sonnellino ristoratore.

 

 

Materasso e imbottitura

Valutare l’imbottitura prima dell’acquisto è molto importante per evitare che la seduta risulti poco confortevole o troppo rigida. Il lattice e il poliuretano espanso sono i materiali più utilizzati, in quanto riescono a raggiungere il giusto compromesso tra morbidezza e resistenza alla compressione. Riguardo ai rivestimenti, la scelta è molto ampia, potendo spaziare dal tessuto, di norma sfoderabile, fino alla pelle o all’ecopelle, generalmente utilizzate per le fodere fisse.

Infine, essendo che la funzione principale della poltrona sarà quella di diventare un letto all’occorrenza, è necessario valutare anche la qualità del materasso, e tal fine potrà esservi di grande aiuto leggere le recensioni degli utenti, così da capire se il prodotto possa soddisfare o meno le vostre esigenze.

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (68 votes, average: 4.88 out of 5)
Loading...

Buono ed Economico © 2018. All Rights Reserved.