La migliore tenaglia

Ultimo aggiornamento: 01.12.20

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

 

Tenaglie – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2020

 

Insieme a pinze, martello e cacciavite, la tenaglia è tra gli utensili più utilizzati da hobbisti e professionisti. Prima di acquistarne una dai un’occhiata alla nostra guida, scoprirai le varie tipologie presenti sul mercato, la differenza con le pinze e altro ancora. In particolare, puoi leggere la recensione dei modelli che abbiamo selezionato, tra i più apprezzati dagli utenti. Due su tutti: KNIPEX 99 00 250 EAN è disponibile in tre lunghezze diverse, 220, 250 e 280 mm. In quest’ultimo caso, per esempio, si riesce a tagliare un filo di media durezza di 2,8 mm di diametro. È realizzata in acciaio speciale di qualità, estremamente resistente e affidabile: dura una vita. Sulla stessa lunghezza d’onda collochiamo la KS Tools 116.1400, ugualmente resistente, maneggevole ed economica. Entrambe le aziende produttrici sono tedesche e sono tutte e due ben note agli amanti del bricolage e ai professionisti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore tenaglia

 

La tenaglia fa parte di quegli utensili che difficilmente mancano nella cassetta degli attrezzi di un hobbista, per non parlare di un professionista. In questa guida ci occupiamo di mettere in evidenza qualche aspetto che potresti trovare utile per la tua ricerca e, nella classifica in basso, trovi la recensione dei modelli che ci hanno colpito di più per rapporto tra prestazioni e prezzo.

 

 

Guida all’acquisto

 

Tipologia

Le tenaglie che trovi sul mercato non sono tutte uguali. Possono essere utilizzate per torcere il filo di ferro o per estrarre chiodi. Se hanno un manico lungo sono particolarmente utili per trattenere un oggetto e lavorarlo senza pericoli – pensiamo al settore della metallurgia – e per aumentare l’effetto leva e fare meno fatica. Ma se ti servono anche per tranciare e sbeccare allora dovresti scegliere quelle con le molle lamellari che permettono di ripetere l’operazione più volte in poco tempo con la massima efficacia e il minimo sforzo.

Rispetto alle tenaglie tradizionali, quelle da carpentiere o da falegname hanno le ganasce più grosse perché permettono di estrarre chiodi, viti e perni di dimensioni e diametro maggiori, il che accade di frequente in ambito professionale. Chi confronta prezzi e prestazioni noterà che non c’è una sostanziale differenza tra questi due tipi di tenaglie.

Poi ci sono modelli molto più specifici, pensati e realizzati per settori ben determinati, per esempio quello della lavorazione delle piastrelle e, in particolare, dei mosaici. Qui occorrono utensili capaci di tagliare con grande precisione e senza sforzo, visto che un mosaico può essere composto da centinaia o migliaia di pezzi.

Chi vuole fare un po’ di manutenzione alla propria bici senza andare in un’officina specializzata ha bisogno di accessori e utensili specifici, come le tenaglie per bicicletta che permettono di tranciare guaine e cavi per poterli sostituire da sé. Dai un’occhiata in basso, trovi modelli di tutti i tipi.

 

Differenza tra pinza e tenaglia

Le tenaglie assomigliano molto alle pinze ma le prime sono più adatte per estrarre chiodi, torcere e tagliare fili di ferro perché hanno la superficie di contatto più estesa. La lunghezza dei manici può variare ma le ganasce sono sempre più tozze e compatte.

Come le pinze, hanno i manici in metallo, rivestito o meno, ma la punta è diversa perché più arcuata e fresata, per poter estrarre il chiodo inserendosi sotto la testa. Sono quindi indispensabili per chi lavora in falegnameria e carpenteria, ma abbiamo visto che si possono trovare diversi tipi di tenaglia per ferraioli, cementisti e altri ambiti.

Naturalmente, esistono anche diversi tipi di pinze con diversi becchi, per spelare fili, rivettare e così via. Simile alla tenaglia ma specifica per tagliare è la tronchese, anch’essa disponibile in diversi modelli, a taglio laterale, con molla, a doppia leva, ecc.

 

 

Altre caratteristiche

Le tenaglie, specialmente le russe, cioè quelle generiche, universali, non costano molto ma quelle della migliore marca spiccano per la qualità dei materiali utilizzati che rendono questi utensili particolarmente longevi, addirittura durano per generazioni.

I modelli con manico più lungo aumentano l’effetto leva e riducono quindi lo sforzo applicato: molte aziende mettono a disposizione diverse lunghezze per uno stesso utensile. Cambia anche il diametro del filo che si vuole tranciare: le specifiche del prodotto dovrebbero chiarire tutto.

 

Le migliori tenaglie del 2020

 

Passiamo adesso ai nostri consigli d’acquisto tra i quali puoi fare una comparazione e individuare, speriamo, la migliore tenaglia per le tue esigenze. Sono modelli leggermente diversi, prodotti da aziende diverse: dagli un’occhiata, ti bastano pochi minuti.

 

Prodotti raccomandati

 

KNIPEX 99 00 250 EAN

 

Principale vantaggio:

L’alta qualità delle tenaglie prodotte dalla ditta tedesca Knipex, è percepibile già a vista. Sono realizzate con una speciale lega di acciaio forgiato e temprato, progettate per l’uso professionale e per durare a lungo in qualsiasi ambiente, anche sottoponendole a condizioni estreme.

 

Principale svantaggio:

Nonostante la qualità eccellente dei materiali e la destinazione d’uso professionale, le tenaglie Knipex restano un prodotto economico: la precisione nell’assemblaggio non è proprio ai massimi livelli, quindi la linea di taglio non sempre coincide.

 

Verdetto 9.9/10

Proprio grazie alla sua economicità, la tenaglia Knipex 99 00 250 è uno dei modelli più venduti, apprezzato anche dai professionisti che la usano nei cantieri edili e nelle officine.

Acquista su Amazon.it (€17,57)

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

137 anni di esperienza

Knipex è un’azienda tedesca produttrice di utensili per la carpenteria, soprattutto pinze e tenaglie, ma anche chiavi, cesoie e altri accessori, sia per uso hobbistico sia professionale. Fondato nel 1882, questo brand ha avuto modo di accumulare quasi 137 anni di esperienza in questo settore, sia per quanto riguarda lo sviluppo e la ricerca su materiali e design, sia in termini di capacità produttiva.

I suoi prodotti sono attualmente commercializzati in oltre cento paesi sparsi in tutto il mondo, e sono noti e apprezzati specialmente dall’utenza professionale. Knipex ha diverse linee di produzione infatti, tutte adatte all’impiego professionale ma separate in base al tipo di prestazioni offerte, quindi i prodotti più costosi sono quelli assemblati con cura maggiore, dal momento che sono destinati a uso intensivo.

Acciaio speciale ad alta durezza

Le Knipex 99 00 250 sono le classiche tenaglie destinate in particolare ai ferraioli, ai cementisti e ai piastrellisti.

Sono realizzate con una speciale lega di acciaio bonificato, appositamente creata per gli utensili, forgiata e temprata a olio. La zona dei taglienti, inoltre, è sottoposta a una ulteriore tempra fino a fargli raggiungere un indice di durezza di circa 61 HRC, la Scala di Rockwell che indica la resistenza alla penetrazione da parte di un cono di diamante.

Il design è quello classico della tenaglia da carpentiere, con il metallo interamente nudo e privo di grip di plastica sulle impugnature, che sono lunghe e arcuate e permettono di torcere e tagliare il filo metallico direttamente dai rocchetti con un solo movimento del polso.

 

Ottime per l’uso hobbistico

La tenaglia Knipex 99 00 250 è disponibile in tre diverse varianti a seconda della dimensione delle ganasce: 220, 250 oppure 280 millimetri di ampiezza.

I suoi pregi principali sono soprattutto l’alta qualità dell’acciaio e la sua lunga durata, come accennato anche in precedenza. Il prezzo economico, inoltre, ha reso questo modello di tenaglia particolarmente apprezzato dagli amanti del fai da te.

Se sottoposta a uso intensivo, infatti, la tenaglia 99 00 250 è soggetta a usurare molto più in fretta il fulcro di giunzione, e a correre il rischio di perdere la precisione nell’allineamento delle ganasce. Ma se la si utilizza soltanto occasionalmente e in modo non intensivo, può durare veramente a lungo.

 

Acquista su Amazon.it (€17,57)

 

 

 

KS Tools 116.1400

 

Ecco un altro modello per ferraioli e cementisti tra i più venduti online che consigliamo di valutare con grande attenzione. L’azienda è tedesca ed è affidabile, la conoscono bene hobbisti e professionisti. Pur essendo presente sul mercato da poche decine di anni, conta centinaia di dipendenti e filiali in diversi Paesi perché i suoi prodotti hanno saputo abbinare elevata qualità e costo accettabile.

Questa tenaglia, in particolare, è molto maneggevole e ha una lunghezza media di 250 mm, ma online dovrebbe essere possibile trovare anche altre misure. Realizzata in acciaio speciale per utensili, è temprata a olio, ha i manici rivestiti e la testa smussata per tagliare e torcere il filo di ferro.

Gli utenti ne hanno sottolineato anche qui la notevole robustezza e il comfort d’uso. Va evidenziato che il prezzo è competitivo per un utensile di qualità come questo.

Alte performance e attenzione per i particolari caratterizzano questa tenaglia che ci piace perché è anche comoda da impugnare. Rivediamo anche le altre caratteristiche degne di nota.

Pro
Impugnatura rivestita:

Questo è un particolare importante perché consente di avere migliore presa sull’attrezzo quando si lavorano i materiali che oppongono maggiore resistenza. Il grip è superiore e la mano si indolenzisce meno per colpa del lavoro da svolgere.

Testa smussata:

La forma speciale della testa della tenaglia è pensata soprattutto per poter torcere il filo di ferro e tagliarlo a misura con precisione.

Acciaio:

È lavorato in modo da opporre grande resistenza anche nelle situazioni in cui è sottoposto a maggiore stress ed è importante che non ceda alla pressione.

Contro
Poche misure disponibili:

Se avete bisogno di un nuovo attrezzo capace di coadiuvarvi nel lavoro, è possibile che le misure proposte non calzino a pennello con le vostre reali necessità.

Acquista su Amazon.it (€11,74)

 

 

 

Mannesmann M10928

 

Come scegliere una buona tenaglia professionale per carpentieri? Il nostro suggerimento è di guardare con attenzione a questo prodotto, ancora una volta di produzione tedesca, in questo caso a opera del colosso Mannesmann che, con le sue varie divisioni, è leader di mercato in tanti settori.

Questo modello si rivolge a carpentieri e falegnami perché, come ricordato in precedenza, le ganasce più grosse e potenti permettono di estrarre con maggiore efficacia e minore sforzo viti, chiodi e perni più grandi.

Il materiale utilizzato è di grande qualità, e cioè acciaio al cromo vanadio, per rafforzarne la resistenza all’ossidazione, allo sforzo e garantire maggiore indeformabilità: un utensile del genere può durare per generazioni.

Le dimensioni ridotte – la lunghezza è inferiore a 18 cm – rendono queste tenaglie estremamente comode e maneggevoli in tutte le situazioni. Un ulteriore vantaggio è il prezzo molto competitivo di questo prodotto.

Buono il rapporto qualità/prezzo per questa tenaglia Mannesmann che fa incetta di pareri positivi tra gli acquirenti. Alcune caratteristiche ci hanno colpito in modo particolare e le riassumiamo di seguito per aiutarvi nella comparazione tra i diversi modelli.

Pro
Molto economica:

Il vero vantaggio rispetto alla concorrenza è rappresentato dal prezzo davvero competitivo che la rende una tra le meno costose in circolazione. Ma senza rinunciare a una buona qualità complessiva.

Adatta ai lavori di carpenteria:

Va molto bene per estrarre chiodi o viti da assi di legno, in modo da velocizzare questo genere di operazioni quando se ne presenta l’occasione.

Acciaio al cromo vanadio:

La scelta di realizzarla con questo materiale è premiata dal prezzo più basso, a fronte di una buona qualità complessiva.

Contro
Non è la più resistente in circolazione:

Potrebbe essere più solida, ma quel punto, probabilmente, dovrebbe costare un po’ di più.

Acquista su Amazon.it (€8,16)

 

 

 

Monto 55W

 

Montolit è un’azienda italiana specializzata nel settore dell’edilizia, dell’elettricità, dell’idraulica e delle piastrelle. Questo modello che abbiamo incluso nella nostra guida per chi non sa quale tenaglia scegliere è specifico proprio per quest’ultimo campo e, in particolare, è pensato per hobbisti e piastrellisti alle prese con la creazione di mosaici.

Si tratta di un modello di grandissima qualità che ha ricevuto encomi e riconoscimenti a livello internazionale. È un utensile creato su indicazione di mosaicisti e indirizzato ai mosaicisti: le due rotelle in carburo di tungsteno rivestite in nitruro di titanio permettono di tagliare mosaico vetroso, ceramico, piastrelle durissime e gres porcellanato.

È una tenaglia ideale per lavori artistici e di rifinitura. È imbattibile quanto a precisione del taglio e sforzo applicato, davvero minimo e notevolmente inferiore alle tenaglie classiche. Si tratta di un particolare non di poco conto se si considera che per un mosaico potrebbero essere necessarie centinaia, perfino migliaia di tessere.

Non è un accessorio comune quello che abbiamo appena visto. Se appartenete alla categoria descritta di artisti, probabilmente non vedete l’ora di scoprire dove acquistare questa speciale tenaglia. Ma prima vediamo in breve quali caratteristiche la contraddistinguono rispetto agli altri modelli.

Pro
Per mosaicisti:

Le tenaglie che abbiamo appena visto si caratterizzano per dare una risposta mirata a dei bisogni molto specifici. Che si tratta di amatori o professionisti del mosaico.

Rotelle estremamente resistenti:

La lavorazione e il materiale impiegato per realizzare le rotelle le rendono in grado di eseguire tagli perfetti su materiali diversi.

Tagli precisi al millesimo:

Si può tagliare in linea retta o realizzando curve, in ogni caso i dischetti rotanti saranno in grado di accompagnare il movimento alla perfezione.

Contro
Per lavori molto di nicchia:

Non è caratterizzata da prezzi bassi proprio perché si rivolge a un pubblico molto specifico e con esigenze particolari che non si spendono facilmente anche in altri campi del fai da te.

Acquista su Amazon.it (€41,98)

 

 

 

Xlc Tenaglia Tagliacavi To-S36

 

Questa è una tenaglia specifica per biciclette e, quindi, per chi vuole provvedere da sé alla manutenzione del proprio bolide. Si tratta di un utensile di grande qualità perché, come confermano gli appassionati soddisfatti, svolge egregiamente il proprio lavoro.

Fili e guaine si tagliano in un attimo, senza nessun problema e il cavo non rimane sfilacciato. Del resto, l’azienda non è un produttore generico ma è specializzato nella produzione di componenti e accessori per bici.

La tenaglia è particolarmente robusta e resistente e viene classificata dall’azienda come semiprofessionale. La forma ergonomica la rende estremamente confortevole da usare e lo sforzo da applicare è ridottissimo. È molto leggera, pesa circa 100 grammi, e le dimensioni contenute ne aumentano la maneggevolezza.

È l’alleato perfetto da avere sempre con sé nella cassetta degli attrezzi. È l’utensile perfetto per tagliare i cavi ogni volta che se ne presenti l’occasione e in modo rapido e preciso. Rivediamo di seguito perché abbiamo deciso di includerla nella nostra guida per scegliere la migliore tenaglia.

Pro
Per la manutenzione della bicicletta:

La ditta che la produce e commercializza si occupa del settore della bici in maniera esclusiva e già da parecchi anni.

Tagli netti di fili e di cavi:

La tenaglia offre la possibilità di eseguire lavori precisi e con tagli molto netti in base alla circostanza.

Maneggevole e leggera:

Pesa pochissimo, del resto è pensata per essere portata in bicicletta ed essere pronta all’uso quando se ne presenta l’occasione senza creare intralcio o essere una zavorra.

Contro
Specifica per le bici:

Non è un attrezzo fine a se stesso, ma il fatto di essere progettato per essere usato dai ciclisti, non la rende la tenaglia ideale per svolgere altri tipi di lavoro.

Acquista su Amazon.it (€17,03)

 

 

 

KNIPEX 99 00 250 EAN

 

Knipex è un’azienda tedesca di grande qualità, specializzata nella produzione di pinze: questo modello per ferraioli e cementisti non poteva mancare nella nostra classifica delle migliori tenaglie del 2020.

Tra i modelli più venduti sul mercato, spicca per il notevole apprezzamento degli utenti che ne hanno sottolineato la straordinaria robustezza sia dei taglienti sia dei manici. Il vantaggio è che si tratta di un utensile destinato a durare una vita e che è in grado di affrontare chiodi e fili di ferro anche molto spessi.

È possibile scegliere fra tre lunghezze diverse. Prendendo quella da 280 mm, per esempio, si riesce a tagliare un filo di media durezza con diametro di 2,8 mm.

Si tratta di una tenaglia realizzata in acciaio speciale, forgiato, temperato e che ha subìto un trattamento antiruggine. Insomma, è il modello giusto per chi cerca la massima qualità e affidabilità, tanto a casa quanto al lavoro.

Un attrezzo destinato ai professionisti che devono dotare la propria cassetta degli accessori indispensabili per essere pronti di fronte a qualsiasi evenienza. Si tratta di una buona scelta per chi ha bisogno di calibrare bene la forza da usare in base alla circostanza. Rivediamo di seguito perché piace tanto.

Pro
Acciaio forgiato:

La sua durezza e la capacità di tagliare fili di ferro di grosso spessore sono garantiti dal tipo di metallo usato e dalla sua lavorazione che, inoltre, la rende resistente alla ruggine.

Lunghezze diverse:

Le stesse caratteristiche costruttive sono disponibili in tre lunghezze diverse in modo da poter trovare l’accessorio che va meglio in base al tipo di lavoro da fare.

In grado di lavorare bene:

Riesce a recidere senza troppa fatica anche il fil di ferro di 2,8 mm.

Contro
Non per lavori di precisione:

Tanta potenza e forza non si combinano alla possibilità di fare tagli esatti nel punto che serve, peccato perché non è esattamente l’utensile più economico.

Acquista su Amazon.it (€17,57)

 

 

 

Come utilizzare una tenaglia

 

La tenaglia è uno strumento utilizzato soprattutto per estrarre chiodi, per tranciare fil di ferro o di acciaio di spessore non troppo elevato, oppure per mantenere un oggetto e sottoporlo a lavorazione senza correre rischi; le tenaglie sono largamente usate soprattutto in falegnameria, carpenteria e metallurgia, ma ne esistono anche delle versioni particolari usate in ambiti più specifici.  

 

 

Perché acquistare una tenaglia?

Al di là delle esigenze professionali, in base alle quali può essere richiesto o meno l’uso di un particolare tipo di tenaglia o la sua presenza in un corredo di attrezzi, l’acquisto di una tenaglia, anche se destinato soltanto all’impiego domestico, è motivato dalla semplice necessità di poter disporre di un utensile capace, all’occorrenza, di rimuovere con estrema facilità i chiodi dalle superfici e tranciare fili di ferro o rettificare sporgenze metalliche.

Il mercato offre un’ampia varietà di scelta, a partire dalle tenaglie più economiche fino a quelle più costose, prodotte da marchi di alta qualità e destinate all’impiego professionale o specialistico.

 

Com’è fatta una tenaglia

La tenaglia è un utensile interamente realizzato in lega di acciaio, dalla qualità e resistenza variabile in base al prezzo e alla tipologia, ed è formato da due robusti bracci metallici imperniati nel punto più vicino alle punte, proprio come le normali pinze di cui rappresentano la variante; ma a differenza di queste ultime, la forma delle ganasce è diversa.

Nelle pinze, infatti, le ganasce sono dritte e piatte, internamente sagomate in modo da facilitare la presa su oggetti piani, oppure cilindrici, di spessore o diametro più o meno ampio; nelle tenaglie, invece, le ganasce sono arcuate in modo da formare una superficie arrotondata di grande raggio quando sono chiuse, inoltre, le punte non sono piatte ma rastremate, in modo da potersi insinuare con facilità nelle fessure e nello spazio sotto la testa del chiodo.

In alcune tenaglie le punte sono anche ben affilate, al fine di poter essere usate per tranciare con facilità i filati metallici fino a un certo spessore, inclusi i fili d’acciaio.

 

Modalità d’uso

Il suo uso è relativamente semplice, basta aprire le ganasce e posizionarle ai lati dell’oggetto da afferrare, sia esso un chiodo infisso nella parete o un oggetto da sostenere durante una lavorazione; dopo aver stretto con forza i manici, si inclina la tenaglia facendo leva sulla superficie esterna delle ganasce, oppure si applica una forza di trazione, come solitamente si fa con le pinze.

Alcuni tipi di tenaglie, inoltre, hanno uno dei manici che termina con una rastrematura a V, in modo da poterlo infilare nelle fessure e fare leva per allentare oggetti profondamente conficcati.

 

Tenaglie per lavori di precisione

Un particolare tipo di tenaglia, invece, è quello utilizzato per i lavori di precisione; al posto delle tradizionali ganasce rastremate, monta dei dischi al carburo di tungsteno rivestiti in nitruro di titanio, che permettono di tagliare con estrema facilità e precisione materiali difficili da trattare, come il vetro, la ceramica, le piastrelle dure e il grès porcellanato; queste particolari tenaglie vengono usate sia in ambito artistico e artigianale, da hobbisti e modellisti, sia per la posa in opera di piastrelle e mosaici, su piccola e grande scala.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2020. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status