fbpx

La migliore vaschetta da bagno

Ultimo aggiornamento: 14.11.19

Vaschette da bagno – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2019

 

Se hai poco tempo per fare ricerche online ti presentiamo brevemente le due opzioni che abbiamo più apprezzato, entrambe permettono di lavare il bimbo da soli: Tippitoes BM3 è molto economica, per bambini di 3-12 mesi, ha dimensioni ridottissime, ideali per chi non ha molto spazio libero. Un’ottima alternativa è Ok Baby S790/B che, grazie alla base antiscivolo e alla forma ergonomica, è una vaschetta particolarmente sicura. Il termometro integrato è tra i principali punti di forza di questo modello.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Come scegliere la migliore vaschetta da bagno

 

I bambini hanno una capacità innata di sporcarsi che non smetterà mai di stupire anche il più esperto dei genitori. Per questo il bagnetto è un’operazione indispensabile che va svolta una o più volte al giorno. Meglio avere a disposizione un prodotto della migliore marca di vaschette da bagno sul mercato per ridurre tempi e rischi. Ecco la nostra classifica dei fattori da prendere maggiormente in considerazione al momento di scegliere quale vaschetta comprare e la recensione dei modelli più apprezzati quest’anno.

 

1

 

Guida all’acquisto

 

Tipologia

Quando si pensa alle vaschette da bagno per neonati, il modello che più facilmente ci viene in mente è quello in plastica dura che imita, per forme, una normale vasca da bagno per adulti. Questi modelli, una volta riempiti d’acqua, possono essere disposti anche su un tavolo, in modo da ridurre il più possibile i movimenti e il carico per la nostra schiena. Nulla impedisce, ovviamente, di inserirli direttamente nella vasca da bagno di casa, in modo da avere accesso diretto al rubinetto.

Esistono, comunque, molti altri tipi di vaschette, ciascuno con i suoi pregi e i suoi difetti.

Alcuni modelli sono dotati di riduttore, per poter fare il bagnetto al neonato fin dalle prime settimane e poterne poi seguire la crescita nel corso dei mesi.

Altre vaschette sono costituite da semplici “cuscini” che si inseriscono sul fondo della vasca da bagno. Il procedimento è semplice: si riempe la vasca, si inserisce questa vaschetta sul fondo e si adagia il neonato al suo centro. In questo modo sarà ben sorretto e al sicuro.

Particolari sono le vaschette da bagno a forma di secchio: pensate per i bambini che si dimostrano particolarmente “allergici” al bagnetto, sono più tollerate in quanto ricreano la posizione che il bimbo assumeva durante la gravidanza.

Esistono, infine, modelli gonfiabili e reclinabili, di cui parleremo meglio più avanti.

 

Praticità

Una vaschetta grande di plastica dura è spesso la soluzione più adottata dai genitori, se non altro per la grande economicità, ma raramente è quella più pratica.

Il consiglio che possiamo dare è quello di verificare che le dimensioni ti permettano di riempirla (e svuotarla) facilmente nel lavandino, evitandoti faticose operazioni alternative.

Alcuni modelli sono fatti apposta per essere comodi da riporre e trasportare. Le vaschette da bagno gonfiabili, per esempio, possono essere riposte in una busta quando non vengono utilizzate e sono l’ideale da portare in viaggio con sé. Il loro unico difetto è dato dalla scarsa robustezza.

I modelli pieghevoli consentono anch’essi di risparmiare notevole spazio in fase di trasporto, ma sono solitamente meno ergonomici e pratici da usare rispetto alle vaschette tradizionali.

Se sei alla ricerca di una vaschetta pratica, quindi, potrebbe interessarti la presenza di uno o più di questi optional: un tappo di scarico sul fondo per svuotarla velocemente; un gancio posto a una estremità per appenderla; l’assenza di punti in cui l’acqua potrebbe ristagnare, creando muffa.

2

Dimensioni

L’ultimo elemento che abbiamo preso in considerazione nella nostra guida per scegliere la migliore vaschetta da bagno sono le dimensioni. Trovare il giusto equilibrio tra capienza e comodità non è, infatti, facile.

Sorprendentemente, molte vaschette da bagno non permettono di ottenere un livello dell’acqua abbastanza alto da rendere agevoli le operazioni di pulizia. Si tratta, probabilmente, di una scelta legata alla sicurezza e al desiderio di creare modelli poco ingombranti.

Cerca il giusto compromesso tra capienza e praticità, ricordando che lo scopo di questo accessorio è quello di permetterti di lavare il bimbo. Con poca acqua a disposizione, questo compito diventa davvero arduo!

 

Conclusioni

Nel corso di questa guida abbiamo avuto modo di notare come non sia il prezzo il fattore principale da tenere in considerazione durante la scelta, ma piuttosto la tipologia di vaschetta e la sua praticità. Questo articolo prosegue con la nostra classifica delle cinque migliori vaschette dell’anno, frutto di un attento confronto di prezzi e modelli. Se hai ancora dubbi, continua a leggere!

 

Le migliori vaschette da bagno del 2019

 

È l’ora del bagnetto! Allestiamo il bagno per il momento più divertente della giornata tra schizzi e giochi con l’acqua. Vediamo insieme i consigli d’acquisto utili per una comparazione tra le offerte più interessanti sulle migliori vasche da bagno per bambini vendute online.

 

Prodotti raccomandati

 

Tippitoes BM3

Principale vantaggio

Il pregio più apprezzato della vaschetta Tippitoes BM3, secondo il parere dei consumatori, sono le sue dimensioni, più compatte rispetto alla media; ciò le permette di essere utilizzata comodamente anche nelle vasche da bagno meno spaziose, o all’interno di un box doccia.

 

Principale svantaggio

Il rovescio della medaglia, purtroppo, consiste proprio nella limitazione che si viene a creare quando il bebè comincia a crescere, e quindi bisogna sostituire la vaschetta per adeguarsi alla taglia del piccolo.

 

Verdetto 9.9/10

Nonostante sia adatta solo per bimbi fino a 12 mesi, le sue caratteristiche la rendono estremamente sicura e questo l’ha resa uno dei modelli più venduti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Da 0 a 12 mesi

La vaschetta da bagno BM3, prodotta dalla ditta Tippitoes, è un modello dalle dimensioni compatte, lunga 63, alta 24 e larga dai 35 ai 40 centimetri, destinato ai bambini da 0 a 12 mesi di età; questo aspetto, per alcuni consumatori, è limitante nella misura in cui costringe i genitori a cambiare vaschetta nel momento in cui il bebé si fa più grande, cosa che spesso succede anche prima dei 12 mesi.

Molte delle vaschette da bagno disponibili sul mercato, infatti, soprattutto nella fascia dei prodotti a basso costo, sono più grandi e dispongono di riduttori che permettono di utilizzarle, senza problemi, da 0 a 36 mesi di età.

La maggior parte degli acquirenti, però, ha preferito la Tippitoes BM3 per le sue particolari caratteristiche, che tendono a migliorare soprattutto la sicurezza del bambino e la praticità d’uso per il genitore.

Ergonomica e sicura

La BM3, tanto per cominciare, è realizzata interamente in resina termoplastica anallergica, antifungo e antibatterica; dal momento che si tratta di un prodotto per la prima infanzia, i progettisti hanno pensato di anteporre la sicurezza del bambino a tutto il resto, di conseguenza, anche le dimensioni e il design giocano un ruolo importante a questo scopo.

Alle misure compatte, infatti, si aggiunge una sagomatura ergonomica che restringe la larghezza della vaschetta dal lato della testa e incorpora una seduta di sostegno che permette di tenere il bebè in posizione semi-reclinata; la presenza di un poggiatesta realizzato in morbida schiuma, inoltre, permette al piccolo di stare con la testa comodamente appoggiata, invece di ciondolare.

Anche i bordi della vaschetta, ai lati posti all’altezza della testa, hanno delle sezioni in schiuma morbida, per parare eventuali colpi accidentali.

 

Pratica e funzionale

Dal punto di vista della praticità d’uso, invece, la vaschetta da bagno BM3 può contare sulle maniglie integrate, che aiutano a spostarla con facilità ovunque si desideri, anche in viaggio, e di un comodo tappo collocato sul fondo, che permette di svuotarla senza fatica.

Le persone che l’hanno usata, pur sottolineando la limitazione d’uso che la rende adatta solo fino agli 8-10 mesi circa, la ritengono veramente ottima per i bebé; infatti, non soltanto il piccolo ci sta comodo e sicuro ma, proprio grazie alle sue dimensioni ridotte, la vaschetta Tippitoes BM3 risulta estremamente pratica da usare, soprattutto se posizionata nel piatto doccia, e quindi si rivela un modello ideale specialmente per coloro che vivono in abitazioni dagli spazi ridotti.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Ok Baby S790/B 

 

1Tra i prodotti per la cura del bebè più venduti, le vaschette per il bagnetto occupano un posto speciale. Devono rispondere ad alcune caratteristiche importanti di sicurezza, ma anche adattarsi alle esigenze specifiche di ogni casa.

Questo modello di vasca per i primi bagnetti offre il vantaggio di essere utilizzabile già dai primi mesi di vita del neonato fino a quando riuscirà a stare dritto sulla schiena, quindi dai sei mesi in poi approssimativamente.

La forma ergonomica che permette al bimbo di stare sdraiato sulla schiena senza scivolare è utile per aiutare chi fa il bagnetto al baby ad avere entrambe le mani libere. Nessun rischio di scivoloni e spaventi innecessari, il bagnetto con questa vasca si farà in tutta serenità.

Altro dettaglio interessante, questo modello di vaschetta può essere usato da solo, magari poggiato direttamente sul piatto doccia, se questo è sufficientemente ampio. A parte è possibile acquistare le speciali guide, che facilitano l’istallazione della vaschetta sul lavello grande o sulle pareti della vasca da bagno, oppure il supporto da mettere a terra sul pavimento e su cui montare la vaschetta.

Proseguiamo la nostra guida per scegliere la migliore vaschetta da bagno con un elenco dei pregi e dei difetti del prodotto che ci ha convinto maggiormente quest’anno. Dopo averlo letto, capirai meglio perché.

Pro
Sicura:

Con la sua sagomatura ergonomica e il fondo antiscivolo, è una delle vaschette più sicure che si possano adottare, qualunque sia la posizione nella quale vorrai lavare il tuo piccolo.

Pratica:

È una delle poche vaschette che permette di fare il bagno al proprio piccolo da soli senza grosse difficoltà e con grande sicurezza, grazie allo spazio dedicato per i prodotti, il tappo per svuotarla rapidamente e il termometro.

Termometro incorporato:

La presenza di un comodo termometro incorporato è un gradevole optional che ti risparmia il fastidio di ricorrere a un altro accessorio durante un’operazione delicata come quella del bagnetto.

Contro
Ingombrante:

Ha dimensioni piuttosto impegnative e non c’è modo per ridurne l’ingombro. Per le vasche più piccole e sagomate potrebbe servire acquistare il kit apposito.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Jané 040521C01 

 

2Ecco una soluzione ideale per chi ha problemi di spazio o cerca un elemento facile da trasportare, per esempio in viaggio, o per consentire di fare il bagnetto al pupo anche fuori casa. La vaschetta gonfiabile, a bocca (se si ha una buona resistenza polmonare!) o con l’aiuto di una pompa, è l’ideale per essere facilmente spostata da una parte all’altra della casa, rispondendo adeguatamente ai bisogni specifici di ogni bimbo e della sua famiglia.

Non si tratta di una piscinetta, ma di una vera e propria vasca per il bagnetto dotata di tutti gli elementi necessari per tutelare la sicurezza del bimbo a mollo. Lo schienale reclinato e il sistema per poggiare i piedini e il cavallo sono adatti a prevenire il rischio di scivoloni, ma questa piccola vasca dà il meglio di sé soprattutto con i bimbi dai sei mesi in poi, cioè già capaci di reggere il proprio peso stando seduti.

Comoda da riporre una volta sgonfia, può essere usata anche per la spiaggia e riempita con l’acqua del mare se i nostri pargoli non hanno voglia di affrontare le onde.

Dopo aver letto la seguente lista di pro e contro di questa vaschetta, siamo certi che ti chiederai dove acquistare un prodotto così conveniente. Il nostro consiglio, in tal caso, è quello di fare click sul link in fondo alla recensione.

Pro
Portatile:

La possibilità di sgonfiarla e gonfiarla (si riesce anche a bocca, ma meglio usare una pompa!) all’occorrenza è un grosso pregio di questa vaschetta per neonato. Portarla in vacanza o da una stanza all’altra sarà comodissimo.

Economica:

Al prezzo al quale viene venduta è davvero difficile resistere alla tentazione di acquistarla, anche solamente come vaschetta di riserva o per le vacanze.

Versatile:

È pensata come vaschetta per il bagno, ma nulla vieta di portarla anche in spiaggia per dare al piccolo un “assaggio controllato” dell’acqua di mare e un luogo dove poter sguazzare in sicurezza.

Contro
Riduttore:

Il riduttore, fissato con il velcro, non regge molto in acqua, per cui questa vaschetta da bagno è adatta soprattutto per bambini in grado di stare seduti da soli, dai sei mesi circa in su.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€12,22)

 

 

 

Foppapedretti 9700351800

 

3La Foppapedretti ci ha abituati a prodotti dal design originale e deliziosamente versatile, anche questa vaschetta possiede le caratteristiche per essere un prodotto irrinunciabile. Non a caso si colloca in cima alla classifica come migliore vaschetta da bagno del 2019, e in particolare si presta a tutti gli effetti ad ottenere il titolo di migliore vaschetta bagnetto pieghevole.

Facile da usare, è altrettanto facile da riporre quando non serve. Ha tutto incorporato, cioè piedi per il sostegno a terra e seduta ergonomica per reggere la schiena dei bimbi più piccoli. Non è necessario quindi attrezzarsi di struttura su cui montare la vasca, perché basta ruotare sul loro asse i supporti incorporati.

Ma la vera bellezza di questa vasca è che può essere schiacciata su se stessa e occupare pochissimo spazio, quello del vano di una porta ad esempio.

Il design è allegro e colorato, i materiali solidi e robusti, infine il prezzo davvero competitivo, non manca proprio nulla a questa vasca per il bagnetto!

I pareri di chi ha avuto modo di mettere alla prova questa vaschetta da bagno per neonato concordano sul fatto che sia quasi impossibile pentirsi di questo acquisto, dato che i pregi del prodotto, come vediamo di seguito, superano per quantità e qualità i suoi difetti.

Pro
Funzionale:

Il più grosso pregio di questa vaschetta da bagno è quello di essere richiudibile su se stessa. Da chiusa, è spessa appena tre dita e può essere comodamente riposta nei momenti di mancato utilizzo. Inoltre, è dotata anche di gancio con cui appenderla.

Solida:

La vaschetta è costruita con materiali solidi e resistenti e supporta benissimo il piccolo e un buon quantitativo di acqua.

Rapporto qualità/prezzo:

Una vaschetta da bagno con qualità apprezzabili venduta a un prezzo ragionevole. Non a caso, è andata letteralmente a ruba.

Contro
Tappo-termometro:

Il tappo che cambia colore se la temperatura dell’acqua è troppo alta è una bellissima idea, ma nella pratica non funziona benissimo e soprattutto non torna rapidamente del colore giusto se si raffredda l’acqua in un secondo momento. Peccato!

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Jilong Idea Bimbi

 

4Se ci stiamo chiedendo come scegliere una buona vaschetta bagnetto gonfiabile, dobbiamo tenere a mente un paio di punti cardinali che ci aiutino nella scelta del prodotto che meglio risponde alle nostre esigenze.

Questo modello in particolare offre alcuni vantaggi che possono essere presi in considerazione se quello di cui abbiamo bisogno deve durare nel tempo, cioè seguire la crescita del nostro cucciolo, essere poco ingombrante e quindi facile da riporre quando non si usa.

La struttura, seppure gonfiabile, include un riduttore e uno schienale reclinato per potere essere usata sin dai primi mesi di vita. Inoltre uno speciale sensore indica se la temperatura dell’acqua è troppo calda o se va bene. Sembrerebbe una sciocchezza, ma a volte la temperatura percepita dai polpastrelli e dal palmo della mano, non è la stessa che percepisce la pelle delicatissima di un bebè; l’interno del nostro polso rende bene l’idea della loro sensibilità, altrimenti è utile affidarsi al termostato in dotazione.

Anche questa vaschetta da bagno ci consente, a prezzi bassi, di fare con facilità e sicurezza il bagno al nostro bambino. Di nuovo, i pregi di questo prodotto sono decisamente più importanti dei suoi difetti.

Pro
Lungo utilizzo:

Il più grosso pregio di questa vaschetta da bagno per bambini è quello di saper accompagnare la crescita dei nostri piccoli per diversi anni. Basta non gonfiare il cuscino interno per renderla molto più spaziosa, per esempio.

Portatile:

Come tutte le vaschette gonfiabili, ha il vantaggio di poter essere trasportata senza il minimo sforzo e di poter essere usata senza problemi anche in spiaggia o in giardino.

Contro
Meccanismo di svuotamento:

Svuotare la vaschetta senza allagare il bagno è un po’ difficoltoso se non si prende bene la mano con il sistema. Meglio essere in due le prime volte.

Pulizia:

Pulire lo spazio tra le pieghe della vaschetta è un po’ più laborioso di quanto ci piacerebbe che fosse, ma stiamo davvero raschiando il fondo alla ricerca di difetti per questo prodotto!

Acquista su Amazon.it (€7,95)

 

 

 

Tippitoes BM3 

 

5Quale vaschetta bagnetto per neonati comprare rimane comunque un quesito di difficile soluzione. Sì perché le esigenze cambiano in fretta e un neonato cresce ad una velocità sbalorditiva! E soprattutto ogni bebè è diverso dall’altro, più o meno giocherelloni, anche se piccolissimi, alcuni si muovono parecchio o altri meno.

Un buon compromesso, quando non si hanno le idee molto chiare su cosa servirà e cosa no, è comprare un modello di vasca adatto ai primissimi mesi, facile da usare e che garantisca un buon sostegno e un sistema antiscivolo. Ecco quello che offre questo modello di vaschetta per il bagno del bebè, che si presenta con un design essenziale e funzionale, ha un costo contenuto e risulta di poco ingombro in modo da potere essere usata in prossimità del fasciatoio, dentro la vasca o il vano della doccia.

A parte, poi, è possibile acquistare il supporto di questa mini vasca per portarla all’altezza giusta e non stare curvi mentre si fa il bagnetto al pupo rischiando fastidiosi e inutili mal di schiena.

Anche l’ultimo prodotto della nostra classifica non è certamente il più economico sul mercato, ma quando si parla di neonati la qualità va sempre messa in primo piano. Come vediamo di seguito, comunque, il prodotto ha altre frecce al suo arco per convincerti ad acquistarlo.

Pro
Poco ingombrante:

Il principale pregio di questa vaschetta è quello di essere così poco ingombrante da poter essere utilizzata praticamente ovunque, anche su piatti doccia molto piccoli.

Specializzata:

Costruita a misura di bambino di 3-12 mesi, con i giusti spazi, sostegni e sistema anti scivolo, consente di lavarlo da soli tenendo tutto a portata di mano.

Contro
Uso ridotto:

Questo contro è frutto dei pregi di questo prodotto. Essendo una vaschetta da bagno pensata e progettata per i primi mesi di vita del nostro bambino, dopo un anno saremo costretti a passare a un altro oggetto.

Attenzione alla testa:

Anche se in teoria si può usare dalle primissime settimane, meglio aspettare i tre mesi o perlomeno assicurarsi di offrire il giusto sostegno alla testa del bambino.

button-IT-2

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare una vaschetta da bagno

 

Finalmente siete tornati a casa dalla clinica, con in braccio il vostro bimbo di pochi giorni. Bisognerà aspettare ancora un po’ ma poi sarà necessario fargli il bagnetto, il primo di una lunga serie. C’è chi si arrangia mettendo il bimbo in un lavandino oppure usando una comune bacinella. A nostro avviso, invece, queste cose vanno fatte per bene e il primo passo è usare la vaschetta da bagno.

Nella vaschetta solo dopo la caduta del moncone ombelicale

Innanzitutto cerchiamo di capire bene quando si può usare la vaschetta da bagno per lavare il bimbo. Probabilmente in clinica vi avranno già informato ma è bene rinfrescarvi la memoria: bisogna aspettare che il moncone ombelicale sia caduto e cicatrizzato. Ciò non significa che si debba lasciare il bimbo sporco, si può usare una spugnetta umida.

 

I preliminari

Fare il bagnetto al bambino richiede un minimo di operazioni preliminari. Nulla di complicato, sia chiaro. Si tratta di piccole cose che però è bene non sottovalutare. Tra queste c’è sicuramente la temperatura dell’acqua che non può essere calda, tanto quella che usiamo noi stessi per lavarci ma, per ovvie ragioni, neanche troppo fredda. Ricordiamoci che la pelle del neonato è molto delicata.

Innanzitutto il termostato deve essere impostato al di sotto dei 49°. Una parte della vaschetta dovrà contenere l’acqua calda ma andrà miscelata con altra completamente fredda. Di tanto in tanto immergete il gomito per rendervi conto se l’acqua scotti o se sia troppo fredda. Bisogna poi ricordarsi di preparare a portata di mano un paio di asciugamani, il detergente e l’occorrente per rivestire quanto prima il piccolo.

Senza tralasciare la temperatura della stanza dove verrà lavato il bimbo, che deve essere sufficientemente alta, perciò è opportuno preriscaldarla.

 

La quantità di acqua nella vaschetta

Una delle domande che si pongono soprattutto i neogenitori riguarda la quantità di acqua da mettere nella vaschetta. Diciamo che a riguardo ci sono due correnti di pensiero. La prima, più prudente, ritiene che l’acqua nella vaschetta da bagno debba avere una profondità tra i 5 e gli 8 centimetri. Ma c’è anche chi, non ritenendo possa essere un potenziale rischio una maggiore quantità di acqua, questa sia sufficiente a coprire le spalle dal bimbo per evitare che si raffreddi.

Attenti a non esagerare

Altra questione, spesso fonte di dibattito, riguarda il numero di bagnetti da fare. Ci sono genitori, spaventati da germi e batteri che bagnano il piccolo tutti i giorni. È sbagliato far passare così tanto tempo al bimbo nella vaschetta da bagno perché ciò non fa altro che seccare la pelle.

 

Dove pulire con più attenzione

Una volta che il vostro bimbo è bello comodo nella vaschetta, sarà necessario pulire bene tra le piegature della pelle. È lì che la maggior parte dello sporco si concentra e si nasconde. E una volta svuotata la vasca, è bene sciacquarla con attenzione, in modo da eliminare ogni traccia di detergente o sapone che, seccandosi, rovinerebbe la superficie.

 

 

Ti è piaciuto il nostro articolo? Qui sotto ne puoi trovare altri altrettanto interessanti:

 

Bagnetto fasciatoio

Seggiolino da bagno

Vasca da bagno gonfiabile

Mensola per vasca da bagno

Illuminazione da bagno

 

 

 

Leave a Reply

avatar
  Sottoscrivere  
Notifica di
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (9 voti, media: 5.00 su 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2019. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status