I 5 Migliori Deumidificatori del 2021

Ultimo aggiornamento: 18.06.21

Questo sito si sostiene grazie ai lettori. Quando acquisti tramite i nostri link riceviamo una piccola commissione. Clicca qui per maggiori informazioni su di noi

Deumidificatore – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni

 

In questa pagina abbiamo voluto entrare nel merito dei dispositivi che si occupano di eliminare l’umidità in eccesso. Il mercato è davvero ricco di offerte, per questo abbiamo deciso di restringere il campo già da queste prime righe. Ecco perciò due ottimi deumidificatori che vi consigliamo di valutare: DeLonghi DDS20 ha una serie di funzioni avanzate come la “laundry”, che spinge il motore al massimo quando è posizionato nella stanza dove vengono stesi i panni, così da accelerarne l’asciugatura, soprattutto d’inverno. In alternativa l’Olimpia Splendid 01939 Aquaria Slim, come si intuisce dal nome, vanta dimensioni compatte e quattro rotelle, così da rendere più agevole la sua collocazione dove ce ne’è bisogno. 

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Guida all’acquisto – Come scegliere il miglior deumidificatore?

 

Se stai cercando un deumidificatore ma non sei un esperto avrai notato nel mare delle informazioni sul Web che esistono modelli molto diversi tra loro con funzioni altrettanto diverse.

A questo proposito, lo scopo di buonoedeconomico.it è proprio selezionare per te quelli che sono, a nostro giudizio, i migliori prodotti per rapporto tra qualità e prezzo in modo da aiutarti a fare un confronto e scegliere il miglior deumidificatore sul mercato in base alle tue esigenze.

deumidificatore-scegliere

 

 

Capacità/Consumo

Un locale con oltre il 50% di umidità può portare alla formazione di muffa sulle pareti e danni alla salute umana peggiorando allergie, asma, ecc. La caratteristica più importante da valutare per stabilire quale deumidificatore scegliere è proprio la sua capacità di raccogliere questa umidità dall’ambiente.

I deumidificatori hanno una capacità che va dai 10 l/24 h ai 50 l/24 h. Quale scegliere allora? È chiaro che dipende anche dal tipo di ambiente dove verrà posizionato: un locale piccolo o non particolarmente umido non necessita di un deumidificatore molto potente.

Inoltre, consideriamo quanto segue: le unità più piccole consumano meno energia ma impiegano più tempo per asportare la stessa quantità di umidità delle macchine più grandi per cui il vantaggio del minore consumo vantato dai deumidificatori più piccoli, in realtà, si riduce moltissimo.

Ad esempio, un deumidificatore da 35 l/24 h asporta la giusta quantità di umidità in 6 ore e poi si spegne automaticamente riaccendendosi solo quando il suo livello risale. Un deumidificatore da 16 l/24 h deve rimanere acceso per oltre 18 ore per asportare la stessa quantità di umidità.

Chi vuole avere un beneficio il più veloce possibile in termini di vivibilità dell’ambiente sceglierà un deumidificatore con maggiore capacità. Inoltre, lavorando di meno, la macchina si usura di meno e dura di più.

 

Portabilità

Sulla personale classifica dei migliori deumidificatori può incidere molto anche la praticità, le misure e, quindi, la loro portabilità. C’è una bella differenza di volume occupato e di peso, per esempio, tra un deumidificatore da 10 l/24 h e uno da 50 l/ 24 h. Chi andrà a usare l’unità in un ambiente particolarmente ristretto deve tenere conto delle sue dimensioni e chi ha necessità di spostarlo continuamente da un posto all’altro privilegerà la sua maneggevolezza e portabilità.

Non che un deumidificatore da 40 l/ 24 h o 50 l/24 h non sia trasportabile ma è chiaro che possiamo arrivare a un’altezza di 70 cm e a un peso di 50 kg laddove uno da 10l / 24 h è alto la metà e può pesare meno di 10 kg.

Si tenga anche conto che esistono deumidificatori non elettrici ma chimici, in assoluto i più economici e facili da spostare: anche in questo caso è utile una guida per scegliere il miglior deumidificatore con sali.

 

deumidificatore-guida

 

Accessori

Un accessorio che può risultare importante per la scelta del deumidificatore è la vaschetta di raccolta dell’acqua. Nelle unità più piccole è poco capiente per cui va svuotata più spesso rispetto alle unità grandi. In secondo luogo, il deumidificatore si spegne quando la vaschetta è piena e se, per esempio, non si è in casa, il rischio è di rientrare trovandola umida proprio perché il deumidificatore ha smesso di funzionare per evitare che la casa si allagasse.

In realtà è possibile scaricare l’acqua anche all’esterno del deumidificatore tramite una pompa che, chi confronta prezzi, prestazioni e anche i dettagli più piccoli avrà notato che non è presente in tutti i deumidificatori ma va comprata a parte.

Conclusioni

Lo scopo di una guida come questa è, quindi, offrire indicazioni utili prima di procedere con l’acquisto del prodotto. Ecco allora che, tenendo conto degli aspetti analizzati come la capacità/consumo e portabilità di un deumidificatore ti invitiamo alla lettura della recensione di quelli che sono, secondo noi, i cinque migliori prodotti del 2021: a te stabilire quale sia la migliore marca di deumidificatori.

 

I 5 Migliori Deumidificatori – Classifica 2021

 

Le tante offerte presenti sul web per i deumidificatori possono creare confusione e spingere a fare un acquisto affrettato e inconsapevole: noi vi guidiamo con i nostri consigli d’acquisto nell’individuazione del miglior deumidificatore del 2021.

 

1. De’Longhi DDS20 Deumidificatore, 20 l/24h

Principale vantaggio

Il maggiore vantaggio offerto dal deumidificatore De Longhi DDS 20, è la sua notevole versatilità d’uso; infatti dispone di svariate funzioni aggiuntive e di comandi elettronici intuitivi, che gli permettono di incrementare sia la sua efficienza sia il range delle sue applicazioni.

 

Principale svantaggio

Alcuni acquirenti, purtroppo, hanno messo l’accento sulla particolare rumorosità di questo deumidificatore, sostenendo che il livello sonoro emesso è tale da non permetterne l’uso durante le ore notturne, dal momento che potrebbe arrecare disturbo.

 

Verdetto 9.9/10

Si tratta di un dispositivo con un elevato livello tecnologico, che gli permette di essere molto versatile, ma allo stesso tempo estremamente facile da usare.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

Descrizione Caratteristiche Principali

 

Compatto ed elegante

Il deumidificatore modello DDS 20 appartiene alla linea dei deumidificatori TASCIUGO ARIADRY, prodotti dalla ditta italiana De Longhi, tutti caratterizzati da un elevato livello progettuale e tecnologico.

Il DDS 20 è un deumidificatore portatile, largo soltanto 34,6 centimetri, spesso 27,8 e alto 48, le sue dimensioni lo rendono molto compatto e gli permettono di offrire il minimo ingombro nella stanza in cui viene usato, semplicemente collocandolo a ridosso di una parete; il suo colore bianco e il design sobrio ed elegante, inoltre lo rendono adatto a qualsiasi tipo di arredamento, classico o moderno che sia.

È alimentato a corrente e assorbe una potenza di 450 Watt, quindi è anche modesto per quanto riguarda il consumo energetico; l’unico aspetto negativo è il suo livello di rumorosità che, dal minimo al massimo della potenza di esercizio, varia dai 45 ai 50 decibel.

Elevata efficienza

Nonostante alcuni acquirenti sostengano che la sua rumorosità lo rende inadatto all’utilizzo notturno, la stragrande maggioranza, però, concorda sul fatto che, durante il giorno, non dia affatto fastidio, soprattutto a fronte delle sue eccellenti prestazioni.

Il DDS 20, infatti, in base ai suoi 3 diversi livelli di regolazione della velocità, offre una portata di 120, 135 e 160 metri cubi d’aria per ora, quanto basta per consentire una resa elevata anche nelle stanze molto grandi, fino a 90 metri quadri, con un rateo di diminuzione dell’umidità del 20% in soli 40 minuti di funzionamento.

Le sue ruote gli permettono di essere spostato con facilità in qualsiasi punto della casa, mentre il serbatoio interno di raccolta ha una capacità di 4,5 litri, quindi richiede di essere svuotato solo ogni due o tre giorni; in ogni caso, sacrificando la mobilità, è possibile montarlo direttamente a un sistema di scarico diretto, tramite l’apposito accessorio incluso nella dotazione.

 

Tecnologico e versatile

L’intero dispositivo si basa su componenti elettroniche: il timer 24 ore, il dispositivo antigelo, l’umidostato regolabile e il Tank Control System, che arresta automaticamente il deumidificatore non appena l’apposito sensore segnala che il serbatoio è pieno.

A parte deumidificare, inoltre, il DDS 20 integra anche la funzione Laundry, per l’asciugatura rapida della biancheria, la funzione di filtrazione dell’aria, in modo da mantenerla sempre pura grazie al suo speciale filtro, e la funzione di ventilazione Autofan, con una ventola la cui velocità è regolabile su tre posizioni: minima, media e massima, offrendo quindi il vantaggio di un’ampia versatilità d’uso.

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

2. Olimpia Splendid 01939 Aquaria Slim 10 P Deumidificatore

 

Chi ha la necessità di scegliere quale deumidificatore comprare, deve valutare se prediligere un modello più o meno ingombrante. Nello specifico quello proposto da Olimpia Splendid, un brand riconosciuto e affidabile, si propone come la scelta ideale per quanti non pensano di assegnare al dispositivo un posto fisso ma piuttosto di spostarlo in base alle esigenze. Grazie a uno spessore contenuto e alla presenza di quatto ruote piroettanti, l’Acquaria Slim (come si intuisce dal nome) è sottile e agevole da portare da una stanza all’altra. 

La linea di prodotti è poi molto ricca, visto che è possibile scegliere tra una capacità di deumidificazione da un minimo di 10 a un massimo di 22 litri, a seconda delle necessità. Noi nello specifico ci occupiamo del modello più piccolo, in grado comunque di agire in modo efficace in ambienti fino a una quarantina di metri quadrati di dimensioni. La tanica in cui si raccoglie l’acqua ha una capacità di 2 litri, dunque ampia a sufficienza e non complessa da svuotare ma eventualmente è anche possibile fare in modo che scarichi la condensa tramite un tubo, che però va acquistato a parte. 

Grazie al display touch è facile gestire le varie modalità d’utilizzo. Il deumidificatore si rivela anche piuttosto silenzioso quando è in azione ma l’impressione che emerge dai pareri degli utenti, è che alla lunga questa ridotta emissione sonora venga meno e il dispositivi diventi piuttosto rumoroso, probabilmente a causa dell’usura di alcune sue parti.

Pro
Trasportabile:

Il deumidificatore è caratterizzato per ingombri contenuti nel limite del possibile nonché per la presenza di quattro ruote che ne agevolano lo spostamento tra le varie stanze.

Capacità di deumidificare:

L'azione è efficace e anche il modello più piccolo (quello da 10 litri) è in grado di abbassare notevolmente il livello di umidità di una stanza fino a 45 mq.

Semplicità:

L'utilizzo di questo Olimpia Splendid non è affatto complesso ed è ulteriormente agevolato dalla presenza del display touch.

Contro
Rumoroso:

Questo aspetto negativo non compare durante i primi mesi di utilizzo ma sul lungo periodo, evidentemente a causa dell'usura di qualche componente interno.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

3. ARGO Dry Digit 13 Deumidificatore, 13 Litri

 

Questo Dry Digit pare aver decisamente convinto la maggior parte degli utenti per i vantaggi che offre. Intanto, è un deumidificatore molto piccolo perché misura solo 35 x 22 x 49 (h) cm, quindi occupa davvero poco spazio.

Nonostante le dimensioni ridotte, in 24 ore è in grado di estrarre fino a 13 litri di acqua che verranno raccolti in un serbatoio da 3 litri, più piccolo di altri modelli ma comunque sufficiente per le normali esigenze. Molto probabilmente occorrerà svuotarlo ogni giorno: è incredibile la quantità d’acqua che si raccoglie se lo si posiziona in una cantina o in un garage. Tutta acqua che sarebbe finita nelle pareti a far muffa.

Il deumidificatore è dunque efficace perché l’acqua la raccoglie, anche se per alcuni i risultati si vedono solo quando il livello di umidità è elevato.

Come tutti i migliori modelli, permette di regolare il livello di umidità desiderato e integra un filtro che consente di purificare l’aria, in modo da avere un ambiente complessivamente più salubre.

Per quanto riguarda il rumore, diversi utenti si sono lamentati della scarsa silenziosità ma l’emissione sonora di 43 dB è inferiore a quella di tanti altri deumidificatori simili.

Un altro punto di forza del modello sono i consumi molto ridotti perché il motore assorbe solo 230 watt.

Riepiloghiamo brevemente i punti di forza e di debolezza che sono emersi dall’analisi dei pareri dei consumatori relativamente al nuovo Argoclima Dry Digit 13.

Pro
Ingombro minimo:

Il deumidificatore Argoclima Dry Digit 13 misura solo 35 x 22 x 49 (h) cm, quindi occupa un ingombro ridottissimo, l’ideale per chi ha poco spazio a disposizione in cantina o in garage.

Prestazioni/consumo:

Questo Argoclima è in grado di raccogliere fino a 13 litri di acqua al giorno assorbendo solo 230 watt di potenza. 43 dB di emissione sonora sono un buon livello, per cui questo piccolo elettrodomestico è piuttosto silenzioso.

Umidostato e filtro:

Non manca la possibilità di regolare il livello di umidità in base alle proprie esigenze ed è presente anche un filtro che purifica l’aria per avere un ambiente complessivamente più salubre.

Contro
Molta umidità:

Secondo alcuni consumatori, il deumidificatore funzionerebbe egregiamente solo in presenza di elevati livelli di umidità.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

4. De’Longhi DNS 65 Tasciugo AriaDry Deumidificatore

 

De’Longhi è un brand di riferimento del settore e la sua linea di deumidificatori Tasciugo vanta una cifra tecnologica di tutto rispetto, come evidenziato da questo DNS 65, un modello pensato per rimuovere fino a 6 litri di umidità al giorno. In che modo ci riesce? Sfruttando la zeolite, un particolare materiale che ha nell’accentuata porosità uno dei suoi tratti distintivi e che, quindi, è in grado di imprigionare una quantità superiore di acqua e assorbire così più umidità, indipendentemente dalla temperatura esterna. La sua efficacia è molto apprezzata, in particolare quando l’apparecchio viene utilizzato nella stanza in cui ci sono i panni appena stesi. 

Grazie alla zeolite, dunque, l’azienda italiana è riuscita a fare a meno del compressore, il che si traduce in un’azione efficace ma soprattutto silenziosa, visto che il dispositivo garantisce un’emissione sonora di soli 34 dB. In questo modo potrete decidere di tenerlo acceso anche durante le ore notturne o mentre guardate la TV, senza che vi dia particolare fastidio. 

Insieme all’eliminazione dell’umidità, il DNS 65 emette ioni negativi, andando a ridurre in modo significativo la presenza di polvere, pollini e fumo presenti nell’ambiente. Dal punto di vista dell’esborso economico, il prodotto non si può certamente definire economico mentre analizzando quello che convince di meno, da segnalare la non sempre impeccabile reattività dei tasti touch.

Pro
Zeolite:

La presenza di questo materiale molto poroso incrementa la capacità del DNS 65 di eliminare l'umidità, con un livello di circa 6 litri al giorno.

Panni:

Posizionato nella stanza in cui viene steso il bucato, assicura un'impeccabile eliminazione dell'umidità, velocizzando l'asciugatura dei panni.

Rumorosità:

L'assenza di un compressore interno permette di contenere in modo significativo l'emissione sonora, che si attesta attorno ai 34 dB.

Contro
Prezzo:

Come quasi tutti i modelli di deumidificatori di De'Longhi non si può certo definire come il più economico della lista.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

 

5. Inventor Fresh 12L Deumidificatore Portatile

 

Nella nostra categoria di prodotti non può mancare il deumidificatore inserito sul mercato dall’azienda Inventor, con specifiche caratteristiche tecniche a prezzo contenuto. Provvisto prima di tutto di un menù digitale, da cui è possibile impostare numerose e differenti funzioni in modo semplice e veloce, ha un design esterno moderno e soprattutto implica bassi consumi, anche nel rispetto dell’ambiente.

Quest’ultima caratteristica non lo rende però meno potente, perché è possibile stabilire il livello di umidità e impostare il comando automatico, in modo da tenerlo acceso il tempo deciso, senza tuttavia risentirne nelle spese.

Tra i vari comandi è poi possibile impostare anche il silenzioso anche se, per qualche piccolo difetto di fabbrica, non sempre risulta tale, producendo invece un rumore piuttosto fastidioso. Un aspetto non troppo importante, considerato che si presta a eliminare totalmente l’umidità, offrendo anche il vantaggio di costi al minimo indispensabile. Ma andiamo a vedere meglio i pro e contro.

Pro
Drenaggio:

Questo deumidificatore è stato progettato con una parte esterna semitrasparente, che permette di vedere il liquido all’interno. Una volta arrivato al limite, basta inserire il drenaggio automatico e farà tutto da sé.

Basso consumo:

Come già accennato, il prodotto Inventor è a basso consumo, cosa molto vantaggiosa sia per l’ambiente, sia per le grosse bollette energetiche, visto i costi.

Prezzo:

Altra caratteristica apprezzata riguarda proprio il prezzo complessivo, che non è altissimo e quindi accessibile a chiunque voglia fare un salto di qualità nella scelta del deumidificatore.

Contro
Rumoroso:

La pecca che abbiamo notato riguarda il fatto di non essere silenzioso, e questo può essere un fastidio abbastanza importante per chi non è abituato a questo tipo di rumore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

De’Longhi DDS20 Deumidificatore, 20 l/24h

 

1.De'Longhi DDS20Il marchio De’Longhi offre una vasta gamma di deumidificatori: dai più basilari a quelli professionali. Allora come scegliere un buon deumidificatore De’Longhi? Da una comparazione tra i modelli offerti da questa nota casa produttrice, emerge sicuramente il DDS20. Si tratta di un apparecchio tecnologicamente avanzato che rispetto agli altri deumidificatori si distingue per funzioni come la “Laundry”, da usare nella stanza dove stendiamo la biancheria, che spinge il motore al massimo della sua potenza asportando quanta più umidità possibile per garantire tempi di asciugatura del bucato molto rapidi.

Inoltre, grazie al suo Tank Control System, non si corre il rischio di accumulare più acqua di quanto possa contenerne la tanica in quanto questa tecnologia permette l’arresto automatico del deumidificatore una volta raggiunti i 4,5 litri. Un filtro speciale fa di questo deumidificatore anche un ottimo apparecchio per purificare l’aria della tua casa rendendola asciutta e salubre.

Come è normale che sia per il prodotto uscito vincitore dalla nostra guida per scegliere il miglior deumidificatore, i vantaggi di questo apparecchio superano di gran lunga, per importanza e numero, i suoi punti deboli. Vediamoli di seguito.

Pro
Funzioni avanzate:

Tra i pregi principali di questo prodotto ci sono sicuramente alcune delle sue funzioni extra, come quella laundry che permette di smaltire rapidamente una grande umidità e quella per purificare l’aria grazie al filtro speciale.

Doppia modalità di scarico:

L’acqua sottratta all’ambiente può essere riversata nella capiente tanica da 4,5 litri o attraverso un apposito tubicino e quindi in maniera ininterrotta.

Comandi elettronici avanzati:

Governare tutte le funzioni e le potenzialità di questo deumidificatore è facile grazie ai comandi elettronici, chiari e immediati.

Contro
Rumoroso:

Se in tanti altri ambiti eccelle, questo deumidificatore non è però il massimo in quanto a silenziosità e il suo utilizzo notturno non è sempre praticabile.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Come usare un deumidificatore

 

Soprattutto se si vive in un ambiente umido, è molto importante avvalersi dell’uso di un deumidificatore che rende l’aria più salubre e contrasta il formarsi di antiestetiche macchie e muffe sulle pareti di casa. Dovete sapere che non bisognerebbe mai avere una percentuale di umidità superiore al 55% e pertanto, il deumidificatore aiuterà a non superare tale soglia o comunque non eccessivamente: dipende dal modello e da altri fattori ambientali che hanno la loro influenza.

Il processo di deumidificazione

Riteniamo sia importante capire, almeno per sommi capi, come funziona un deumidificatore. Una volta messo in funzione, tale dispositivo aspira l’aria presente nell’ambiente da trattare, la quale entra in contatto con una serpentina di raffreddamento (viene tenuta a bassa temperatura mediante un sistema a gas).

La differenza di temperatura fa sì che la quantità d’acqua presente nell’aria si condensi e finisca all’interno di un serbatoio. L’aria, “ripulita” dall’acqua viene reimmessa nell’ambiente.

 

Le dimensioni dell’ambiente

Affinché il deumidificatore svolga un’azione efficace è importante che sia adatto alla metratura dell’ambiente dove andrà collocato. Partendo dal presupposto che l’acquirente conosca le dimensioni delle stanze dove impiegherà il deumidificatore, sarà necessario verificare all’interno delle specifiche se il dispositivo sia adatto alla metratura.

 

Quantità di acqua estratta

Non tutti gli ambienti presentano lo stesso grado di umidità. È importante verificare, sempre all’interno delle specifiche, la capacità di estrarre l’acqua nell’unità di tempo, che generalmente è un’ora.

 

Il caso del seminterrato

Particolare attenzione va posta in caso di un seminterrato dove l’umidità, spesso e volentieri, rappresenta un problema serio. In questo caso sarebbe bene servirsi di un deumidificatore abbastanza grande ma bisogna aver ben chiaro che i consumi energetici non saranno di poca entità. Tuttavia, per cercare di abbassare i costi in bolletta, è meglio scegliere un dispositivo con classe energetica pari ad almeno A++.

I modelli portatili

Naturalmente non tutti possono permettersi di comprare un deumidificatore per ogni stanza. Allora la soluzione è prendere un modello facile da trasportare così da trattare, a rotazione, tutti gli ambienti della casa.

 

Le funzioni

Se si ha a disposizione un buon budget, è bene puntare su un deumidificatore ricco di funzioni le quali consentiranno di avere non solo risultati più apprezzabili ma anche mirati. Tra le modalità più importanti, secondo noi, c’è il regolatore, grazie al quale si può controllare la percentuale di umidità nell’aria. Basta impostare la percentuale desiderata e, una volta raggiunta, l’igrometro invierà il segnale alla centralina che provvederà allo spegnimento.

Ma l’igrometro fa anche altro, ci dice la percentuale di umidità che è presente nell’aria prima dell’accensione del deumidificatore.

 

 

 

Domande frequenti 

 

Come funziona il deumidificatore?

Il deumidificatore si affida a un sistema di condensazione a refrigerazione. Attraverso il suo lavoro il vapore presente nell’aria si va a condensare, con una sostanziale riduzione dell’umidità presente nella stanza. Una volta messo in funzione il deumidificatore, il fluido refrigerante assorbe il vapore.

 

Come funziona il deumidificatore del condizionatore?

A differenza di un modello di deumidificatore, ovvero di un supporto la cui sola funzione è quella di togliere e gestire l’umidità all’interno di un ambiente, nei condizionatori questa è una funzione accessoria che può essere attivata o meno dall’utente nel caso in cui desidera ridurre l’umidità in casa. 

I condizionatori di buona fattura gestiscono anche l’umidità dell’ambiente oltre alla temperatura, regolando il flusso d’aria e il tipo di aria che viene prodotta. In gran parte di questi modelli la funzione deumidificazione corrisponde al funzionamento a freddo, realizzando così una riduzione dell’umidità presente in casa.

 

Quanto consuma un deumidificatore?

Il costo in bolletta legato all’uso del deumidificatore è relativo anche alle ore di utilizzo di questo elettrodomestico. Per capire in modo chiaro e con un buon margine di precisione i consumi legati al deumidificatore si può utilizzare uno strumento ad hoc, ovvero un wattmetro. Si tratta di un oggetto che calcola l’elettricità emessa una volta inserito il sistema di misurazione in una presa. Una volta verificato il consumo per un determinato arco di tempo si avrà una stima dei kilowatt consumati dal deumidificatore.

 

Quando tenere acceso il deumidificatore?

In ambienti dalla metratura variabile soggetti a forte umidità, si può procedere con sessioni alternate, misurando così la temperatura e il grado di umidità che si desidera raggiungere. Alcuni modelli segnalano quando la temperatura e i valori impostati sono stati raggiunti, così da ridurre il consumo e ottimizzare al meglio il risultato. Per chi non ha grandi problemi nel corso della giornata, una buona idea è quella di accendere il deumidificatore circa una o due ore prima di andare a dormire o di entrare nella stanza desiderata. In questo modo si può gestire e beneficiare degli effetti positivi a lungo.

 

Dove posizionare il deumidificatore?

Per i modelli portatili privi di tubo è possibile e consigliato un posizionamento del deumidificatore al centro dell’ambiente. Si riesce così a sfruttare al meglio il potere dell’elettrodomestico. Nei modelli invece che prevedono l’uso del tubo, bisogna fare di necessità virtù, con il supporto collocato vicino a una finestra. Una buona circolazione dell’aria e l’assenza di muffe o infiltrazioni fanno parte di tutte quelle verifiche minime necessarie prima di collocare in pianta stabile un deumidificatore in casa.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

Questi prodotti sono tra quelli più consigliati, ma al momento non sono disponibili

 

Argo EU1513420 Deumidificatore Deolo Baby 11 L

 

Tra i migliori deumidificatori venduti online, segnaliamo l’Argo EU1513420  Deolo Baby. Particolarmente apprezzato per il suo semplice design, con l’accattivante color azzurro sui lati, questo prodotto si distingue sicuramente per l’estrema praticità e facilità d’uso. Basti pensare che non è necessaria alcuna regolazione manuale in quanto al momento dell’accensione per mezzo dell’apposito pulsante, l’apparecchio imposta da solo e in automatico la temperatura ideale.

Estremamente pratica è pure la tanica di raccolta dell’acqua che si estrae lateralmente con un semplice gesto. Il Deolo Baby non teme le basse temperature: grazie al suo sistema di sbrinamento automatico, funziona perfettamente anche con 5 gradi centigradi. Efficiente e dai con consumi ridotti, questo deumidificatore è dotato anche di filtro che trattiene polvere, polline e peli di animali rendendo l’aria di casa o dell’ufficio più pura e respirabile. Facile e rapido da utilizzare è anche l’attacco per lo scarico continuo della condensa.

Anche l’ultimo modello della nostra classifica possiede pregi e difetti da prendere in considerazione. Nello stilare la lista che segue abbiamo preso in considerazione la nostra esperienza e i pareri di altri utenti.

Pro
Design:

Se sei uno di quelli per cui anche l’occhio vuole la sua parte, questo piccolo deumidificatore potrebbe davvero conquistarti. Design minimal e accattivante, con un bel colore azzurro che darà allegria a qualsiasi stanza.

Semplice ed economico:

Costa davvero poco ed è semplicissimo da usare. Basta premere un bottone perché si accenda e si regoli automaticamente in base alle condizioni ambientali.

Contro
Rumoroso:

Purtroppo la ventola risulta piuttosto rumorosa anche quando il deumidificatore è nuovo. Col passare del tempo, il problema tende a peggiorare rendendone impossibile l’uso notturno.

Poco potente:

È un deumidificatore pensato per ambienti piccoli, molto poco efficace se viene usato in stanze di media o grande dimensione.

 

 

Trotec TTK 70 S

 

Tra le caratteristiche da valutare per l’individuazione del miglior deumidificatore portatile, sicuramente ci sono le dimensioni dell’apparecchio che deve essere facilmente trasportabile da un locale all’altro. Ed è proprio per la sua struttura compatta e maneggevole che si distingue il deumidificatore Trotec TTK 70 S. Questo apparecchio sottile e leggero, infatti, si può agevolmente spostare e inserire in spazi ridotti come angoli e nicchie, adattandosi ad ambienti contenuti.

Pur col minimo ingombro, assicura prestazioni elevate: riesce a sottrarre all’aria fino a 24 litri di acqua al giorno e, grazie all’apposita funzione, accelera il processo di asciugatura della biancheria ed elimina l’umidità da elementi d’arredo quali tappeti e tessuti. Gli ambienti piccoli necessitano in modo particolare di essere depurati da polveri, peli di animali o pollini: in tal senso, questo deumidificatore si conferma il prodotto ideale perché possiede un filtro speciale che rende l’aria più pura e respirabile.

Questo prodotto, insomma, non è appetibile soltanto per via dei prezzi bassi rispetto alla media, ma ha tanti altri pregi di cui tenere conto. Li trovi di seguito, insieme a un piccolo difetto di cui tenere conto.

Pro
Compatto:

Questo deumidificatore è l’ideale per chi ha bisogno di uno strumento portatile di dimensioni contenute. Con la sua forma stretta e alta, sarà facile trovargli posto in ogni stanza nella quale ci sia bisogno della sua azione.

Funzioni:

Piccolo e leggero com’è, sarà facile portarlo in lavanderia e usare l’apposita funzione per eliminare velocemente gran parte dell’umidità in eccesso. Molto utile anche la funzione timer con cui poterne impostare i tempi d’utilizzo.

Filtro:

Questo deumidificatore non si limita a eliminare l’umidità di troppo, ma purifica l’aria liberandola da polvere, peli di animali, pollini e tanti altri agenti nocivi.

Contro
Niente autospegnimento:

Purtroppo, questo dispositivo non si spegne automaticamente né quando l’aria raggiunge il livello di umidità minimo né quando la vaschetta si riempie, ma continua a funzionare (e a consumare) senza deumidificare.

 

 

 

» Controlla gli articoli degli anni passati

 

Se questo ti è piaciuto, crediamo che tu non possa proprio perderti i prossimi articoli:

 

Umidificatore per ambienti

Deumidificatore portatile

Il miglior umidificatore

Nebulizzatore

Purificatore daria

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

2 COMMENTI

Marchioni Daniele

December 19, 2018 at 6:39 pm

Buonasera.Avrei l’esigenza di trovare un deumidificatore in classe A++ per una casa ad altissimo livello di umiditá quindi provvisto anche di igrometro per impostare il livello di umiditá tenendo conto che l’ambiente è di 65 metri quadrati ed il mio desiderio è che l’oggetto sia portatile.vi ringrazio anticipatamente per la risposta.

Risposta
BuonoedEconomico

December 20, 2018 at 1:58 pm

Salve Daniele,

in questo momento non abbiamo modelli con queste caratteristiche da consigliarti. Vediamo se qualche nostro visitatore ti sa aiutare…

Saluti

Risposta

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia, Romania e Canada.

Buono ed Economico © 2021. All Rights Reserved.

DMCA.com Protection Status