Il miglior essiccatore

Ultimo aggiornamento: 17.10.17

Essiccatori – Consigli d’acquisto, Classifica e Recensioni del 2017

 

Sono due gli essiccatori che ti consigliamo in modo particolare rispetto agli altri: Biosec Domus B5 vanta un flusso d’aria orizzontale per un’essiccazione più uniforme e omogenea. I sette programmi presenti sono pensati per essiccare al meglio i diversi cibi. Una soluzione più compatta ed economica è rappresentata dal Severin OD 2940 che ha ben cinque ripiani, è silenzioso, facile da smontare e lavare.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

Come scegliere il miglior essiccatore

 

Un essiccatore è un apparecchio magari poco utilizzato e conosciuto ma che, facendo evaporare completamente i liquidi contenuti nei cibi, ne consente un’eccellente conservazione. Indicato per decine di alimenti, dai funghi alle verdure, dalla frutta ai legumi, è proposto sul mercato in numerosi modelli tra i quali scegliere.

Per darti una mano a capire quale dispositivo faccia più al caso tuo, abbiamo realizzato questa guida mettendo in evidenza gli aspetti principali di cui tenere conto al momento dell’acquisto. E per renderti le idee ancora più chiare ti proponiamo la classifica con le recensioni di quelli che sono per noi i cinque migliori essiccatori in vendita.

1

Guida all’acquisto

 

Per molto tempo

Il processo di essiccazione garantito da questi apparecchi consente di conservare i cibi per tantissimo tempo perché, rimuovendo completamente l’acqua al loro interno, elimina i rischi di proliferazione di muffe e batteri, veicolati proprio dalla presenza di liquidi. Inoltre, il processo conserva perfettamente tutti i valori nutrizionali e le vitamine presenti, amplificando allo stesso tempo sapori e aromi.

Tutte le migliori marche di elettrodomestici propongono due tipologie di essiccatori: orizzontali o verticali. I primi si caratterizzano per la presenza dell’elemento riscaldante (quello che produce il calore necessario ad avviare il processo) e del ventilatore (che favorisce la circolazione dell’aria calda) su uno dei due lati. I modelli verticali, invece, hanno questi elementi nella parte inferiore della struttura.

Quali sono le differenze che dovrebbero spingerti a optare per uno piuttosto che per l’altro? Fondamentalmente nel caso dei modelli orizzontali è possibile posizionare alimenti diversi sui vari ripiani senza che l’operazione di essiccazione mischi odori e sapori. In quelli verticali, invece, l’aria calda arriva dal basso perciò “colpisce” tutti i cibi, mescolandone gli aromi.

Gli essiccatori verticali, dunque, possono essere utilizzati con un solo tipo di alimenti, mentre quelli orizzontali sono più versatili e permettono di essiccare cibi differenti nello stesso momento.

 

Potenza e rumorosità

Come ogni altro elettrodomestico presente sul mercato, anche gli essiccatori sono disponibili con motori che generano un certo tipo di potenza, espressa in watt. A seconda delle tue esigenze potrai optare per un modello da un minimo di 250 W a un massimo di 700 W.

La scelta è determinata soprattutto dalla velocità con cui vuoi che il processo di disidratazione venga completato. Un essiccatore da 700 watt eseguirà l’operazione molto più velocemente di uno con potenza inferiore ma, di contro, avrà un consumo energetico superiore.

Un altro aspetto di cui tenere conto è la rumorosità durante l’operazione anche perché alcuni modelli necessitano di molte ore per completare al meglio l’essiccazione. Se dunque pensi di tenerlo acceso anche di notte, opta per un apparecchio che riesca a lavorare silenziosamente.

2

 

Il numero di cestelli

Mettendo a confronto i prezzi dei vari essiccatori noterai che ci sono oscillazioni anche di decine di euro tra uno e l’altro. Oltre agli elementi di cui abbiamo già detto, un altro aspetto che influisce sul prezzo di vendita sono le dimensioni e la capacità di ospitare più o meno cestelli sui quali riporre gli alimenti.

I modelli più piccoli hanno tre o quattro vassoi con una portata massima fino a 3 chili mentre quelli più grandi possono avere anche 12 cestelli fino a un massimo di 8 chilogrammi.

Indipendentemente dalla capacità, tutti gli essiccatori sono dotati di un timer che consente di impostare la durata dell’operazione a assicurarsi che l’apparecchio si spenga da solo una volta completata.

 

I migliori essiccatori del 2017

 

Se vi siete avvicinati al mondo dell’essiccazione naturale è perché, evidentemente, trovate questo sistema più ecologico, naturale e anche economico.

In commercio esistono svariati modelli di essiccatori, noi di seguito vi diamo qualche suggerimento su come scegliere un buon essiccatore per alimenti, o persino su quale essiccatore professionale comprare. Seguiteci!

 

Prodotti raccomandati

 

Biosec Domus B5 

1.Tauroessiccatori Biosec Domus B5Acquistando l’essiccatore Biosec Domus B5 farete un ottimo investimento. L’azienda italiana ha, infatti, realizzato un prodotto che si rivelerà ideale non solo per l’uso domestico ma anche se siete piccoli coltivatori, oppure avete un agriturismo.

L’utilizzo di un flusso d’aria orizzontale è cosa di non poco conto perché comporta la risoluzione di due problemi: l’aria che proviene dal basso raccoglie l’umidità dei primi strati e la mette in circolo; mentre i prodotti che avrete steso sul cestello alla base non la lasciano risalire perfettamente. Ma con il flusso orizzontale del Biosec questi ostacoli vengono superati e avrete un’essiccazione più rapida e, soprattutto, più efficace.

Questo prodotto dispone anche di diversi programmi (addirittura uno silenzioso per la notte e uno per il risparmio energetico) che potrete selezionare per adattarli ai vari tipi di alimenti che inserite e ottenere, così, il miglior risultato possibile.

La nostra guida per scegliere il migliore essiccatore prevede anche una lista dei pro e dei contro di ogni modello recensito. Ecco come se l’è cavata il nostro preferito.

 

Pro

Programma di mantenimento: Anche i più distratti possono usare con successo questo strumento, dato che a fine ciclo se non si interviene manualmente si attiva automaticamente un programma di mantenimento.

Regolabile: La ventola ha una resistenza elettrica che si regola con il termostato, in modo che si possa gestire direttamente il consumo di energia (comunque minimo).

Silenzioso: Il motore di questo apparecchio è così silenzioso che ti chiederai se sia davvero attivo!

Design: Rispetto agli altri modelli della nostra classifica, questo essiccatore ha un design unico e molto elegante e può diventare un vero e proprio pezzo d’arredamento.

 

Contro

Nulla da segnalareSi tratta di un buon prodotto ulteriormente migliorato nelle prestazioni e che non presenta svantaggi rilevanti.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€176)

 

 

 

Severin OD 2940 

 

2.Severin OD 2940Tra i migliori essiccatori domestici, nonché uno tra più venduti online, c’è il modello prodotto dalla Severin.

Facilissimo da usare (basta inserire i dischi e accenderlo), è un essiccatore estremamente funzionale; meno ricco di funzioni rispetto al Biosec, è anche significativamente più economico.

I ripiani sono cinque, hanno un diametro di 31 cm e questo significa che avrete spazio sufficiente per inserire tutto quello che volete: frutta, verdura ed erbe aromatiche. Se non riuscite a riempirli tutti potete anche inserirne solo uno, due, ecc.

Se dovete fare un regalo di qualità, per esempio, a un raccoglitore di funghi ma non volete spendere una cifra eccessiva, tenete d’occhio questo Severin; vedrete che farete bella figura.

Non solo è maneggevole da usare ma anche pratico da smontare e si lava facilmente e rapidamente.

Se non sai dove acquistare questo prodotto al miglior prezzo, prova a fare click sul link in fondo alla recensione. Siamo certi che dopo aver letto l’elenco di pro e contro di questo modello, sarai ancora più convinto della tua decisione.

 

Pro

Superficie per essiccare: Questo essiccatore è dotato di ben cinque inserti estraibili, ciascuno dei quali offre una ampia superficie (circa 31 cm di diametro) in cui poter essiccare frutta, verdure, erbe ecc.

Cestelli regolabili: L’altezza degli inserti è regolabile in due misure, favorendo l’essiccazione di determinati alimenti. Sembra strano, ma non sono molti i modelli di essiccatore che offrono questa opzione.

Potenza: La potenza di 250 watt è un ottimo compromesso tra prestazioni e consumi e infatti i tempi e la qualità di essiccazione di questo strumento sono migliori rispetto alla media di questi prodotti.

 

Contro

Mancano timer e termostato: L’assenza del timer non è troppo importante in un dispositivo che richiede comunque molte ore di utilizzo e ha bassi consumi, ma la possibilità di regolare la temperatura sarebbe stata gradita.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€59,89)

 

 

 

Beper 90.506 

 

3.Beper 90.506Un altro ottimo essiccatore per frutta, verdura, funghi e altro ancora è questo modello della Beper. È un prodotto ideale per chi si avvicina al mondo dell’essiccazione perché è semplicissimo da usare e costa poco. Quindi se non volete comprare cibi essiccati di cui non vi fidate e non volete impazzire con sottaceti e sottolio, considerate che un buon essiccatore con questo prezzo difficilmente lo troverete in giro.

Dispone di cinque contenitori con una capienza totale di un chilo per cui, se non siete proprio sommersi da frutta e verdura, vi dovrebbe tranquillamente bastare.

Non tutti gli alimenti hanno la stessa presenza di acqua al proprio interno e, quindi, non tutti hanno bisogno dello stesso tempo e della stessa temperatura per essiccare. Bene, questo Beper è dotato di termostato regolabile per cui risulta flessibile nell’utilizzo.

Un’altra caratteristica che vi stupirà in positivo è la grande silenziosità di questo prodotto, superiore a quella di tanti altri essiccatori.

Questo modello è forse il più economico tra quelli inseriti nella nostra classifica, ma non si tratta del suo unico pregio. Analizziamo gli altri, insieme con il difetto principale che abbiamo riscontrato.

 

Pro

Termostato regolabile: Soprattutto quando si diventa più esperti, poter regolare la temperatura dell’essiccatore diventa fondamentale per poter trattare ogni alimento nel modo giusto. Ogni frutto, verdura ecc. ha infatti una temperatura ideale d’essiccazione.

Buona fattura: Questo essiccatore Beper appare di buona fattura e dopo diversi mesi di utilizzo, se trattato con i guanti, sembra ancora come nuovo. I cestelli possono essere lavati in lavastoviglie ma molti preferiscono procedere a mano per non rischiare di rovinarli.

Spazioso: I suoi cinque cestelli possono ospitare all’incirca un chilo di frutta, verdura o altro ciascuno. Una quantità ben rapportata alla potenza del dispositivo, da 245 watt.

 

Contro

Manca il timer: Anche questo essiccatore è privo di timer per effettuare l’autospegnimento. Considerati i lunghi tempi di lavorazione, comunque, possiamo utilizzare al suo posto una sveglia o semplicemente l’allarme del telefonino.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€48,44)

 

 

 

Melchioni Family 118320000

 

4.Melchioni Family 118320000Uno tra gli essiccatori più venduti è il modello Babele proposto dalla Melchioni Family. Le caratteristiche offerte sono molto simili a quelle del Beper con cui vi consigliamo di fare una comparazione, considerando che anche in questo caso abbiamo a che fare con un buon prodotto offerto a un prezzo vantaggiosissimo.

Anche qui i ripiani sono cinque, capienti, trasparenti e, soprattutto, anche nel Babele ritroviamo l’utilissimo termostato che è possibile regolare da 35 a 70 gradi permettendo di gestire al meglio i vari tipi di alimenti.

È, inoltre, facilissimo da usare grazie anche alle istruzioni molto complete e chiare che vi spiegheranno, passo passo, come disidratare i vari tipi di frutta e verdura.

Sufficientemente silenzioso, vanta un ottimo rapporto qualità/prezzo e costituisce un bel regalo per sé e per tutti coloro che vogliono mangiare frutta e verdura fuori stagione ma senza comprare prodotti di cui non si fidano.

Tutti i modelli che abbiamo inserito in classifica si mantengono su prezzi bassi, per cui a fare la differenza tra uno e l’altro, più che il prezzo, sono le caratteristiche. Anche questo essiccatore ha i suoi punti di forza e i suoi punti di debolezza, che farai bene a conoscere prima di procedere con l’acquisto.

 

Pro

Silenzioso: In generale, questi prodotti non sono particolarmente rumorosi e questo è ancora più silenzioso della media. Considerato che spesso lo terremo in funzione anche di notte è un elemento abbastanza importante.

Regolatore temperatura: L’essiccatore è dotato di termostato per regolare la temperatura tra i 35 e i 70 gradi, in pratica le temperature usate per la stragrande maggioranza della frutta e della verdura.

 

Contro

Altezza ripiani: A causa della scarsa altezza tra i ripiani è impossibile inserire alcuni frutti che sarebbe meglio essiccare interi, obbligandoci a farli a pezzetti.

Qualità inserti: Gli inserti non sono di qualità eccelsa. La plastica è molle e poco resistente e dovremo maneggiarla con cura per non rovinarla.

button-IT-2

 

Acquista su Amazon.it (€36,29)

 

 

 

Reber Artus D03

 

5.Reber Artus D03Anche se non può essere considerato il miglior essiccatore del 2017, il modello Artus della Reber rientra tra i nostri consigli d’acquisto perché non ha un costo eccessivo (per quanto superiore agli ultimi due precedenti) e ha, invece, tutto quello che vi occorre per ottenere un’essiccazione rapida ed efficiente.

Dispone, infatti, di cinque contenitori con diametro di 32 cm che sono ampiamente sufficienti per un uso domestico normale.

È dotato di termostato che vi consentirà di impostare la corretta temperatura (da 35 a 70 gradi) per i diversi cibi che inserirete. Non solo, nell’Artus è presente anche un comodissimo timer digitale. I tempi di essiccazione durano, in genere, diverse ore e potrebbe capitarvi di non essere presenti quando c’è da spegnere l’essiccatore. Impostando il timer, risolverete il problema perché, al raggiungimento del tempo desiderato, il dispositivo si spegne automaticamente.

Concludiamo la recensione dell’ultimo prodotto della nostra lista con il consueto elenco di pregi e difetti. Una volta terminata la lettura, avrai tutte le informazioni per poter procedere a una scelta ragionata e consapevole.

 

Pro

Timer: Molti dei modelli precedenti non ne erano dotati. È un extra non indispensabile, ma averlo fa comodo soprattutto quando la fine della lavorazione è prevista in piena notte. Impostando il timer l’essiccatore si fermerà da solo.

Termostato: La possibilità di regolare la temperatura di essiccazione, come già detto, è molto importante e permette di ottenere il meglio da ogni alimento lavorato.

 

Contro

Cestelli non uniformi: L’essiccazione sembra avvenire con tempi leggermente discostanti dal primo cestello all’ultimo. Se se ne ha il tempo e la voglia, quindi, conviene invertirli almeno una volta a metà lavorazione.

Costoso: Rispetto agli ultimi modelli analizzati, è un bel po’ più costoso. Sta a te decidere se le funzioni in più di cui dispone valgono gli euro in più necessari per acquistarlo.

Acquista su Amazon.it (€69)

 

 

Reply Here

Be the First to Comment!

Notify of
avatar
wpDiscuz
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (54 votes, average: 4.81 out of 5)
Loading...

Buonoedeconomico fa parte del gruppo Seroxy che gestisce diversi progetti in vari Paesi europei: Germania, Francia, Olanda, Spagna, Polonia e Romania.

Buono ed Economico © 2017. All Rights Reserved.